Il Santa Marinella saluta i playoff per un punto

Per un solo punto, il Santa Marinella Basket, non riesce a conquistare la bella nelle semifinali dei playoff del campionato di basket femminile di serie B. Nonostante una partita gagliarda, le tirreniche, sono uscite sconfitte in gara2 con Elite per 40 a 41. Se le locali avessero vinto, non ci sarebbe stato niente da eccepire, invece saranno le romane a giocare la finale con la vincente tra Athena e Viterbo (ora sull’1 a 1). (Agg. 26/04 ore 17.55 SEGUE)

LA CRONACA DEL MATCH – Come immaginato alla vigilia, un’altra battaglia doveva essere e un’altra battaglia è stata. L’Elite viene di nuovo messa in difficoltà dalle predisposizioni tattiche di Precetti, che organizza un difesa molto dinamica e schemi d’attacco che cercano soprattutto ripartenze rapide. E questo, nonostante la presenza di diverse ragazze quindicenni del vivaio, per le ulteriori assenze odierne nel roster di Maggi e Biscarini, oltre a quelle ormai consolidatesi in questa stagione. Il primo quarto è subito intenso, con punteggio basso. Prima parte equilibrata, ma nella seconda metà fanno un pò meglio le ospiti soprattutto sotto il tabellone, chiudendo sul +5. Nel secondo quarto, invece, viene fuori con ancora maggior grinta il Santa Marinella che, spinto da Miranda Ramos e Baraldi, riesce a realizzare belle entrate al ferro e tiri dall’arco, sorprendendo Elite che non riesce a rispondere a modo. Solo un loro tiro sulla sirena riduce il parziale per le tirreniche a + 7, con un finale di tempo sul 23-21. Dopo l’intervallo lungo, si riparte ancora con tanta intensità e col dominio delle difese. Come all’andata, nei momenti difficili Elite si affida alla Grattarola, che fa punti pesanti da media e lunga distanza, mentre dall’altra parte riesce a rispondere soprattutto la Del Vecchio. Tornano sopra le romane, chiudendo a loro volta il quarto sul +2 (32-34). L’ultima frazione, al cardiopalma, vede di nuovo prevalere la squadra di casa. Pur sbagliando qualche palla che poteva essere giocata meglio, le tirreniche riescono a riportarsi in vantaggio con buone giocate della Sabatini, restandoci fin quasi alla fine. Sul + 3 a un minuto dal termine, le locali non riescono a sfruttare l’occasione dei falli sistematici. Due giocate della Prosperi da sotto canestro, consentono invece alle romane di superare le avversarie al suono della sirena. (Agg. 26/04 ore 18.34 SEGUE)

I COMMENTI DI COACH DANIELE PRECETTI E IL TABELLINO DELLA PARTITA – «Peccato – dice coach Daniele Precetti – perché gara 3 era meritata e sarebbe stata sicuramente uno spettacolo. Ma è andata così e recriminare non serve. Resta la forza di volontà, l’intelligenza e l’attaccamento alla maglia mostrato dalle giocatrici, che non possono e non devono rimproverarsi nulla». 
Santa Marinella: Miranda Ramos 18, Sabatini 8, Baraldi 7, Del Vecchio 5, Cardinali 2, Mancinelli, Casciani, Bettini, Celestini, Mercolini, Quaicoe, Salomone. Allenatore: Precetti. Elite: Grattarola 16, Prosperi 12, Di Stazio 5, Buscaglione 3, Magistri 3, Busso 2, Coluccio, Loi, De Bellis, Cianfanelli, Tennenini, Giambalvo. Allenatore: Prosperi. (Agg. 26/04 ore 19.06)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Marinella vola in semifinale playoff

Splendida impresa delle valchirie di Daniele Precetti che vincono la bella con Aprilia con il risultato finale di 63 a 56 e accedono alla fase successiva. Le tirreniche, espugnano infatti il campo della Virtus Aprilia, ribaltando così l’inizio della serie e approdando quindi alla semifinale del campionato di B Femminile. (Agg. 16/03 ore 15.50 SEGUE)

ORA LA SFIDA ALL'ELITE – Il Santa Marinella Basket dunque raggiunge Elite e disputerà in trasferta gara1 domani pomeriggio a Roma alle 17.30, mentre il ritorno si giocherà il 24 al Palazzetto dello Sport. L’eventuale bella si terrà in casa di Elite. Nell’altro accoppiamento, Athena giocherà contro l’Ants Viterbo. Giovedì sera, dunque, le tirreniche hanno dimostrato di essere diventate una grande squadra, che merita di ritornare in serie A2 (anche se poi sarà difficile disputarla), e di giocarsela contro una delle più forti formazioni laziali. Le valchirie, ad Aprilia, prendono subito un buon margine di vantaggio e chiudono il primo quarto sul 18 a 12. Nella seconda frazione, le padrone di casa recuperano e vanno al riposo lungo sul 26 a 27. Dal terzo intertempo e fino al termine della gara, la Del Vecchio e compagne, giocano al massimo e non consentono alle pontine di rientrare in partita, aggiudicandosi la sfida per 63 a 56. «Una partita in cui siamo stati sempre avanti noi – dice il presidente Massimo Baraldi – sin dall’inizio abbiamo tenuto un buon margine di vantaggio che abbiamo ceduto solo al secondo quarto. Poi però la gara è stata tutta in discesa. Brave a tutte le ragazze, bene in particolare la Miranda Ramos e la Sabatini che hanno preso molti rimbalzi, così come la Del Vecchio e la Biscarini tornata ad alti livelli». Dunque, domani sera, le tirreniche giocheranno in gara1 delle semifinali in casa di Elite alle 17.30. Una sfida da affrontare con impegno. (Agg. 16/03 ore 16.34 SEGUE)

I TABELLINI DEL MATCH – Virtus Aprilia: Orazi 20, Bovenzi 6, Finotti, Di Clemente, Cucchi 11, Puleo 8, Proietti Ciolli 2, Sblano, Santulli, Motto Kotto, Barbieri 6, Salvioni. All. De Bernardis. Santa Marinella: Miranda Ramos 18, Mercolini, Baraldi 2, Biscarini 6, Del Vecchio 14, Sabatini 13, Maggi 2, Casciani, Bettini, Mancinelli, Cardinali 8. All. Precetti. (Agg. 16/03 ore 17)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Scuole inutilizzabili per la mancanza della prevenzione agli incendi

LADISPOLI – Si è svolto l’incontro voluto dal delegato alla sanità ed edilizia sportiva, Roberto Oertel, con i dirigenti didattici dell’istituto scolastico Sandro Pertini e il consigliere della Città metropolitana Roma Capitale, Federico Ascani.

«L’incontro – spiega Oertel – si è reso necessario per capire, in maniera precisa e puntuale, quali siano i motivi che a tutt’oggi non consentono all’istituto di mettere a disposizione il plesso sportivo ai cittadini per il tramite delle associazioni sportive.

Questa situazione perdura da diversi anni, l’accesso alla palestra scolastica è consentito solo agli studenti in orario di lezione. Il preposto alla scuola ci ha mostrato la palestra, una ampia struttura ed accogliente con annesse tribune e spogliatoi, ma con evidenti e diverse carenze, la principale che determina l’attuale indisponibilità della stessa a tutti è il Certificato di Prevenzione Incendi che viene rilasciato dall’ex ente provincia, oggi Città Metropolitana di Roma Capitale. (agg. 03/03 ore 18)

MANCA LA MANUTENZIONE ORDINARIA DI PICCOLA ENTITA'. "Questo il motivo – aggiunge Oertel – per cui ho richiesto e ottenuto la piena adesione e collaborazione a presenziare all’incontro dal consigliere Federico Ascani. Oltre a questo importante certificato, manca anche una manutenzione ordinaria di piccola entità sia in termini economici che nei tempi realizzativi. Ovvero, sostituzione di una porta d’uscita d’emergenza e delle caditoie di raccolta acqua piovana sul tetto, ma anch’essa non si riesce ad ottenere anche dopo diverse segnalazioni fatte dall’istituto scolastico in tutti questi anni.  Insieme al consigliere metropolitano Ascani siamo sorpresi – prosegue il delegato Oertel – come piccoli interventi non vengano presi in considerazione dall’ente sovracomunale, limitando l’uso della palestra, recando tra l’altro un mancato introito erariale per Città metropolitana di Roma capitale, cioè l’eventuale affitto erogato dall’associazione che si aggiudicherebbe l’uso della palestra mediante bando. (agg 03/03 ore 19,23)

DANNO ERARIALE E DANNO ALLA STRUTTURA. Oltre al danno erariale si genera anche un ulteriore danno alla struttura stessa, infatti questa trascuratezza ed abbandono della palestra, genera continue ed abbondanti infiltrazioni d’acqua dal tetto alle mura e alle travi in legno del soffitto danneggiando la struttura portante della palestra.

Dunque in un futuro prossimo serviranno oltre 100.000 euro per rendere agibile la palestra, cosa che ad oggi sarebbe sufficiente spendendo qualche migliaia di euro.

Sarà impegno mio e dell’amministrazione Grando sollecitare i competenti uffici e delegati di città metropolitana di Roma capitale, oggi amministrata dal sindaco Raggi e dello stesso consigliere di minoranza dell’ente sovracomunale Federico Ascani, a segnalare e sollecitare questi piccoli ed importanti interventi manutentivi che restituiranno alla città tutta la palestra e svolgere le attività scolastiche sportive in piena sicurezza. cosa che oggi non avviene ma si riesce a svolgere solo con specifica autorizzazione e responsabilità della dirigente scolastica, dottoressa Fabia Baldi, che si è assunta un enorme onere, fatto per cui le siamo grati, al solo fine di garantire il regolare svolgimento delle attività scolastiche». (agg. 03/03 ore 21,49)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

A Cerveteri i disagi maggiori fuori dai centri urbani

di GIULIANA OLZAI

CERVETERI – La neve ieri ha bloccato Cerveteri. Scuole di ogni ordine e grado chiuse, fermo anche il trasporto pubblico locale (TPL) di Cerveteri e Ladispoli, bloccata la raccolta della frazione organica, esercizi commerciali in gran parte chiusi e gravi disagi negli spostamenti. Anche oggi resteranno chiuse le scuole di ogni ordine e grado. La decisione è maturata in via precauzionale, considerate le bassissime temperature previste e i disagi di collegamento con i comuni limitrofi. La raccolta porta a porta, invece, sarà effettuata normalmente in tutti i centri urbani secondo il calendario vigente. Non sarà svolto invece per le ‘Case Sparse’, dove la nevicata ha causato i maggiori disagi. Al fine di venire incontro all’utenza, saranno predisposti due punti di raccolta per tutti coloro che hanno la necessità di disfarsi di indifferenziato e vetro. Saranno posizionati dalle 7 alle 12 presso il Campo Sportivo Enrico Galli e nella Piazza principale di Borgo San Martino.  Si consiglia alla popolazione di evitare gli spostamenti in automobile non strettamente necessari. Nella nottata tra domenica e lunedì sono caduti 18 – 20 cm di neve nel capoluogo ed ha sfiorato i 30 cm al Sasso. Una nevicata nel capoluogo senz’altro più copiosa rispetto a quella del 2012 che ha, invece, fatto registrare un più alto valore nelle colline, ma non ha raggiunto la storica ondata di neve e gelo dell’’85 che ha raggiunto i 40 cm.  Un grande impegno per la Protezione civile. Il comandante Marco Scarpellini, dice: «Dopo che abbiamo lavorato tutta la giornata di domenica, tutta la nottata e la mattinata di ieri siamo riusciti a dare un volto diverso alla città. Tutte le strade sono transitabili. La zona del Sasso è stata certamente la più critica. C’è stata difficoltà sulla strada provinciale, Furbara – Sasso – Manziana, e siamo riusciti a ripulirla. L’abbiamo bloccata per tre quattro ore nella mattinata perché le macchine che salivano si mettevano di traverso, slittavano e c’erano gravi problemi di sicurezza nella circolazione. L’abbiamo riaperta intorno alle 13 quando ormai era sgombra e praticabile. Tante le macchine di traverso sulla strada e molto coloro che hanno dovuto abbandonare l’auto perché si sono avventurati senza  catene e gomme da neve. L’Aurelia è stata sgombrata già dai primi momenti».  Per oggi e domani è previsto un brusco calo delle temperature e si attendono  5-6 gradi sotto lo zero nella nottata. La temperatura percepita , invece, sarà di gran lunga superiore.  Si parla di 13-15 gradi sotto lo zero. Non nevica più ma la neve presente non si scioglierà tanto presto, probabilmente giovedì quando le temperature risaliranno.  In tutto il comune sono caduti quattro o cinque alberi e centinaia di rami anche grossi,. Non ci sono stati danni visibili a parte il caso di un grosso ramo caduto sopra una Smart parcheggiata all’altezza del Sorbo. «Sono caduti sulle strade – continua il comandante Scarpellini  – ma noi avevamo tre squadre della Protezione civile, sono entrati in azione anche i Vigili del fuoco e il personale della Multiservizi che hanno girato per tutte le strade per risolvere queste situazioni, ossia sgomberare le carreggiate  occupate da rami caduti». Poi  in via Colle dell'uliveto i volontari del gruppo comunale della  Protezione civile è andato  in aiuto a famiglie rimaste isolate e impossibilitate a uscire di casa, liberando la strada dal ghiaccio. Tra i tantissimi interventi effettuati dai volontari quello sulla discesa del Borgo di Ceri. Infine anche una pattuglia dei Carabinieri e due della Polizia locale giravano tutta la nottata per il territorio  per controllare l’evolversi dell’emergenza  fornendo diverse segnalazioni. «Non ci aspettavamo – spiega il comandante Scarpellini – una severità di questo tipo. Ci aspettavamo non più di cinque o sei centimetri di accumulo al suolo, invece si sono triplicati. Questo ci era stato confermato dagli ultimi rilievi e verifiche del Centro funzionale regionale. Per oggi c’è un tipo di criticità legata ai trasporti perché questo freddo particolarmente rigido è inusuale per queste zone non sappiamo quello che può provocare. Noi abbiamo versato tanto sale per le strade e ne spanderemo ancora in tutte le strade comunali, ma non sappiamo se si riesce a raggiungere lo scopo in virtù delle temperature molto basse». Infine chiediamo al comandante un consiglio da dare ai cittadini, e risponde: «Abbiamo visto tanta gente improvvisata che ha avuto problemi perché escono con le auto non attrezzate con i penumatici da neve. Purtroppo dobbiamo abituarci ad avere questa dotazione fissa per le nostre auto. Quando arriva il periodo invernale ci danno più sicurezza sul bagnato, sul viscido e temperature basse, ma soprattutto ci consentono di circolare anche quando c’è neve e ghiaccio perché è un tipo di pneumatico che ha una maggiore aderenza. E’ solo una questione di mentalità che deve via via cambiare. Non si può rischiare di andare con un veicolo con le gomme normali. E’ chiaro che non solo si rischia personalmente ma soprattutto di fare danno agli altri». Per le emergenze sono attivi i numeri: 334.61.61.229; 329.41.04.166; 06.9941107.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Pyrgi accorcia sui playoff

Importante vittoria dei ragazzi dell’Under 20 del Pyrgi Basket che, tra le mura amiche, conquistano due punti fondamentali per la corsa ai playoff contro la seconda della classe Petriana.
Partita molto equilibrata caratterizzata da bassissime percentuali in attacco da parte di entrambe le squadre e dove le difese hanno avuto la meglio. Alla fine infatti il punteggio recita 50 a 45 per i tirrenici. Buon inizio dei ragazzi di coach Catinari che con alcune buone giocate individuali chiudono in vantaggio il primo quarto per 13 a 10. Pronta la reazione dei capitolini che impongono la loro fisicità a rimbalzo realizzando canestri agevoli da sotto canestro e concretizzando in contropiede qualche leggerezza commessa dai santaseverini, portandosi avanti all’intervallo sul più sei. La pausa fa bene al Pyrgi che riordina le idee e rientra in campo con tutt’altro piglio. Ancora una volta è la difesa a dare la scossa ai bianconeri i quali accorciano a -2 a fine terzo quarto. L’ultima frazione di gioco vede le due formazioni lottare punto a punto. Il Pyrgi però riesce a trovare un paio di canestri dalla lunga distanza che consentono ai ragazzi di Catinari di acquisire un piccolo margine di vantaggio e di mantenerlo fino alla sirena finale.
«Ottima prova – dice Catinari – di tutto il collettivo, che dovrà ripetersi mercoledì prossimo contro il Vigna Pia per conquistare l’intera posta in palio». Da sottolineare infine la correttezza e la sportività tra i giocatori, durante e a fine gara, nonostante la partita maschia. 
Pyrgi: Marra 6, Bernini 4, Di Francesco 14, Mangiola 17, Zizi 2, Feligioni 1, Cappelletti 3, Lotto 3, Alderuccio, Delle Donne, Bellini n.e.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###