Rimangono critiche le condizioni del 26enne

CIVITAVECCHIA – Rimangono critiche le condizioni di salute del 26enne, rimasto coinvolto mercoledì mattina in un incidente stradale in via Terme di Traiano, nei pressi dello svincolo autostradale.

Il giovane centauro, subito dopo lo scontro, è stato soccorso e trasferito in gravissime condizioni all’ospedale Gemelli di Roma a bordo di un elicottero e proprio presso il nosocomio romano, dopo poche ore, è stato sottoposto a un delicatissimo intervento chirurgico.

Nonostante tutto le condizioni di salute del giovane civitavecchiese rimangono gravi, tanto che i medici non avrebbero ancora sciolto la prognosi.

Intanto le forze dell’ordine continuano a lavorare per ricostruire la dinamica dell’incidente: per il momento l’unica cosa chiara è il violento urto tra una donna di 50 anni alla guida della propria auto e il 26enne civitavecchiese in moto, oltre a un volo di circa trenta metri che quest’ultimo ha fatto a causa dell’impatto.

Caute le forze dell’ordine: gli agenti del commissariato nell’attività di ricostruzione dei fatti sono supportati dai colleghi della Polizia stradale, proprio al fine di non omettere alcun dettaglio e arrivare entro breve a una attendibile rappresentazione dell’accaduto, anche grazie alle dichiarazioni di chi è in grado di fornire informazioni utili.

Prezioso si è rivelato anche il contributo fornito nell’immediatezza dai Vigili del fuoco della caserma Bonifazi, che hanno messo in sicurezza l’area, concentrandosi principalmente sulla vettura coinvolta nello scontro che perdeva benzina.

Resta l’apprensione per le condizioni di salute del 26enne, molto conosciuto in città, anche per via della sua innata passione per le due ruote.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Argenpic, quarantuno finalisti  alla terza edizione del Premio culturale

TARQUINIA – Sono 41 i magnifici finalisti della 3ª Edizione del Premio Culturale ArgenPic, organizzato dall’Associazione Borgo dell’Argento – Delegazione dell’Accademia Italiana del Peperoncino in collaborazione con l’Ass. Culturale Oltrepensiero, quest’anno completamente rivoluzionato rispetto al passato con 8 sezioni a concorso e 6 giurie disposte dai promotori per consentire una qualificata valutazione dei numerosi elaborati presentati a concorso e composte da esperti, tecnici, giornalisti, scrittori, operatori di settore, docenti, personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura.

 

Rivoluzione anche nello svolgimento della Cerimonia di Premiazione che, diversamente da quanto previsto nel Regolamento, si svolgerà sempre nell’Area Eventi Pineta AVAD in più giornate, nell’ambito della Festa del Peperoncino di dopo Ferragosto, a questo abbinata. 5 i pomeriggi e le serate che si articoleranno dal 16 al 25 Agosto per permettere di dare un’adeguata visibilità alle opere vincitrici ed ai rispettivi autori. Numerose anche le segnalazioni e menzioni speciali designate dalle giurie e dagli organizzatori. Per la prima volta ArgenPic ha previsto anche la consegna di un Premio alla Carriera ad un noto personaggio della satira politica che sarà reso noto in anticipo nei prossimi giorni insieme a quello della vincitrice del Premio Speciale Scrivere Donna intitolato a Daniela Marrozzi e dell’opera prima classificata nella Sezione Docu-Film per i Cortometraggi.

 

Le premiazioni avranno tutte luogo dopo ferragosto nell’ Area Eventi Pineta AVAD di Tarquinia Lido con inizio alle ore 18:00. Ecco il calendario: Giovedi 16 Cerimonia di Premiazione per le Sezioni Giornalismo – Poesia – Racconti – Libri inediti. Venerdì 17 sarà la volta della Sezione Libri Editi. Sabato 19  cerimonia per le Sezioni Fotografia e Vignette con la partecipazione straordinaria del Campione dei Mangiatori di Peperoncino Giancarlo Gasparotto alias Jack Pepper. Sabato 25 premiazione dei vincitori della Sezione Cortometraggi con la partecipazione di Francesco Presta Direttore Artistico del Mediterraneo Festival Corto e del Cinecircolo Maurizio Grande di Diamante. Per Giovedì 23 è invece prevista al Cinema Etrusco di Tarquinia (evento promosso dalla DG Cinema & Consulting e Gérôme Bourdezeau) la presentazione e proiezione in anteprima dei cortometraggi finalisti presentati al Premio Culturale ArgenPic 2018 che saranno premiati appunto Sabato 25 nell’ Area Eventi della Pineta Avad di Tarquinia Lido. Nel corso dell’evento gli spettatori presenti in sala potranno votare per l’assegnazione del Premio del Pubblico.

 

Madrina del Premio Culturale ArgenPic, patrocinato quest’anno oltre che dal Comune di Tarquinia anche dall’Università Agraria e dall’ARSIAL (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio), registrando la fattiva collaborazione degli insegnanti dell’IIS Vicenzo Cardarelli, sarà, come sempre Anna Moroni di Rai1, mentre Osvaldo Bevilacqua di Rai2 è il Presidente Onorario. Questi, invece, i Presidenti di Giuria delle varie Sezioni a concorso: Antonio Bartalotta (Racconti inediti, Poesia inedita, Giornalismo Edito), Mariangiola Castrovilli (Libri Inediti), Anna Maria Vinci (Libri Editi), Francesco Presta (Cortometraggi), Gianfranco Tartaglia più conosciuto come Passepartout (Vignette), Tiziano Crescia (Fotografia).

 

Ma veniamo ora ai 41 magnifici finalisti per i Premi nelle varie Sezioni e per quelli riservati alle Segnalazioni e Menzioni Speciali. Tra gli Autori (scrittori, poeti, giornalisti, registi, attori, disegnatori e fotografi) si registrano anche artisti stranieri  che hanno partecipato dall’Argentina, il Brasile e Cuba.   

 

I Finalisti per i primi premi nelle sezioni a concorso:

Carlo Canna, Paola Cimmino alias Gamy Moore, Alberto Mazzega, Antonio Suraci, Maria Grazia Di Mario, Roberto Crociani, Paolo Jorio e Rossella Vodret, Annalisa Venditti, Andrés Norberto Baodoino, Rita D’Andrea, Gianfranco Carpine, Silvana Cenciarelli, Luca Sborzacchi, Antonella Calvani, Antonio Torino, Alberto Cappellacci, Raffaele Ballirano, Massimiliano Brizi, Francesco Colangelo, Paolo Budassi, Enrico Biondi, Simone Togneri, Leo Magliacano, Gabriele Nicosia.

 

I Finalisti per i Premi, le Segnalazioni e Menzioni Speciali:

Bebbe Gallo, Philippe Boa, Giorgio Colangeli, Valeria Solarino, Francesca Napoli, Ugo Ardini, Cesare Aloisi, Isabel Arrebato, Daniele Cristina Rosa Ferrari Serejo, Simone Previti, Claudio Crepaldi, Fabio Clerici, Stefano Girardi, Antonella Calvani, Marco Cibecchini.

 

Già pronta l’uscita ufficiale, per il 16 Agosto, dell’Antologia, corredata anche da foto e disegni, interamente dedicata al Premio Culturale ArgenPic 2018 Edita da Bibliotheka Edizioni di Roma, con la pubblicazione delle opere vincitrici e di tutte quelle segnalate. Il libro oltre che nella versione cartacea  sarà disponibile anche in e-book e acquistabile in tutti i siti internet di vendita (tra cui Amazon, IBS), direttamente dal sito della casa editrice www.bibliotheka.it e ordinabile in tutte le librerie italiane.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Movida, arrestato un sessantenne

CIVITAVECCHIA – I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno svolto un servizio coordinato di controllo alla “movida” del sabato sera. In particolare i Carabinieri si sono concentrati sul lungomare Thaon de Revel e su via Garibaldi, rinomati luoghi di aggregazione giovanile, dove hanno svolto pattugliamenti a piedi, coordinati dalla Stazione Mobile presente in zona.

Intorno alle 23, due Carabinieri hanno ricevuto la segnalazione di un uomo che, in evidente stato di alterazione dovuta a qualche bicchiere di troppo, stava molestando alcuni passanti. I militari sono intervenuti notando che il 60enne, già conosciuto alle forze dell’ordine, stava tentando di aggredire un giovane che si trovava in compagnia della compagna. Alla vista dei Carabinieri, l’uomo, invece di calmarsi, dapprima si è rifiutato di esibire i documenti, poi ha colpito con dei calci un Carabiniere e un Agente del Commissariato di viale della Vittoria che si era avvicinato per fornire supporto. L’esagitato, inoltre, è stato trovato anche in possesso di un coltello a serramanico, motivo per cui è stato arrestato con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e porto di strumenti atti a offendere.

Nell’ambito della stessa operazione di controllo, i Carabinieri della Stazione di Civitavecchia principale hanno denunciato a piede libero un 29enne, un 24enne e un 21enne, tutti del posto e e con precedenti, dopo essere stati trovati in possesso di 15 grammi di hashish e 25 di marijuana, già suddivisi in dosi che avevano nascosto sui propri indumenti. Il 29enne è stato anche indagato per il reato rapina: nella serata, infatti, i Carabinieri hanno ricevuto una denuncia sporta da una ragazza che, all’interno di Parco della Resistenza, era stata aggredita e derubata del portafogli. La descrizione fornita dalla ragazza ha permesso di individuare nel 29enne l’autore della rapina.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Movida, arrestato un sessantenne

CIVITAVECCHIA – I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno svolto un servizio coordinato di controllo alla movida del sabato sera.

In particolare i Carabinieri si sono concentrati sul lungomare Thaon de Revel e su via Garibaldi, rinomati luoghi di aggregazione giovanile, dove hanno svolto pattugliamenti a piedi, coordinati dalla Stazione Mobile presente in zona.

Intorno alle 23, due Carabinieri hanno ricevuto la segnalazione di un uomo che, in evidente stato di alterazione dovuta a qualche bicchiere di troppo, stava molestando alcuni passanti. I militari sono intervenuti notando che il 60enne, già conosciuto alle forze dell'ordine, stava tentando di aggredire un giovane che si trovava in compagnia della compagna. Alla vista dei Carabinieri, l'uomo, invece di calmarsi, dapprima si è rifiutato di esibire i documenti, poi ha colpito con dei calci un Carabiniere e un Agente del Commissariato di viale della Vittoria che si era avvicinato per fornire supporto. L'esagitato, inoltre, è stato trovato anche in possesso di un coltello a serramanico, motivo per cui è stato arrestato con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e porto di strumenti atti a offendere.

Nell'ambito della stessa operazione di controllo, i Carabinieri della Stazione di Civitavecchia Principale hanno denunciato a piede libero un 29enne, un 24enne e un 21enne, tutti del posto e e con precedenti, dopo essere stati trovati in possesso di 15 grammi di hashish e 25 di marijuana, già suddivisi in dosi che avevano nascosto nei propri indumenti.

Il 29enne è stato anche indagato per il reato rapina: nella serata, infatti, i Carabinieri hanno ricevuto una denuncia sporta da una ragazza che, all'interno di Parco della Resistenza, era stata aggredita e derubata del portafogli. La descrizione fornita dalla ragazza ha permesso di individuare nel 29enne l'autore della rapina.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Movida: un arresto e tre denunce dei Carabinieri di Civitavecchia

CIVITAVECCHIA – I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno svolto un servizio coordinato di controllo alla “movida” del sabato sera. In particolare i Carabinieri si sono concentrati sul lungomare Thaon de Revel e su via Garibaldi, rinomati luoghi di aggregazione giovanile, dove hanno svolto pattugliamenti a piedi, coordinati dalla Stazione Mobile presente in zona.

Intorno alle 23, due Carabinieri hanno ricevuto la segnalazione di un uomo che, in evidente stato di alterazione dovuta a qualche bicchiere di troppo, stava molestando alcuni passanti. I militari sono intervenuti notando che il 60enne, già conosciuto alle forze dell’ordine, stava tentando di aggredire un giovane che si trovava in compagnia della compagna. Alla vista dei Carabinieri, l’uomo, invece di calmarsi, dapprima si è rifiutato di esibire i documenti, poi ha colpito con dei calci un Carabiniere e un Agente del Commissariato di viale della Vittoria che si era avvicinato per fornire supporto. L’esagitato, inoltre, è stato trovato anche in possesso di un coltello a serramanico, motivo per cui è stato arrestato con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e porto di strumenti atti a offendere.

Nell’ambito della stessa operazione di controllo, i Carabinieri della Stazione di Civitavecchia principale hanno denunciato a piede libero un 29enne, un 24enne e un 21enne, tutti del posto e e con precedenti, dopo essere stati trovati in possesso di 15 grammi di hashish e 25 di marijuana, già suddivisi in dosi che avevano nascosto sui propri indumenti. Il 29enne è stato anche indagato per il reato rapina: nella serata, infatti, i Carabinieri hanno ricevuto una denuncia sporta da una ragazza che, all’interno di Parco della Resistenza, era stata aggredita e derubata del portafogli. La descrizione fornita dalla ragazza ha permesso di individuare nel 29enne l’autore della rapina.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Marinella, è morto Alessio Barletta

SANTA MARINELLA – Se n’è andato oggi, all’età di 40 anni, Alessio Barletta, un giovane molto conosciuto in città per il suo impegno politico oltre che per la sua passione calcistica. Il ragazzo, per un improvviso malore accadutogli in casa, non ha avuto il tempo di essere trasportato all’ospedale dopo l’intervento a domicilio del medico di servizio della guardia medica estiva. Il dottor Barbazza, infatti, gli ha subito praticato il massaggio cardiaco, ma nonostante l’impegno dei sanitari della Misericordia, per lui non c’è stato nulla da fare.

E’ stato trasportato a Roma presso il reparto di medicina legale per l’autopsia. Molto probabilmente i funerali si terranno lunedì. Centinaia di messaggi di cordoglio giunti ai genitori.

A ricordarlo sono stati moltissimi amici. «Ci sono persone che per il loro modo di fare schietto e sincero, riescono a entrarti nel cuore e a non uscirne più – dice su facebook il suo amico Emiliano Farascioni – e Alessio è sicuramente uno di loro. Sono tante le cose che vorrei scrivere ma la tua assenza, così precoce e inaspettata, mi lascia senza parole. Sei una di quelle persone a cui ho voluto, voglio e vorrò sempre bene. Una di quelle persone che valeva la pena conoscere e frequentare». «Queste  sono notizie che uno non vorrebbe mai ricevere – afferma Antonhy Lenzo –  alle partite spesso arrivavi in ritardo per motivi di lavoro. A questa che non dovevi neanche andare, sei arrivato puntuale. Voglio ricordarti così, insieme al tuo Torino di cui eri tifosissimo.  Nell’AIA di Civitavecchia è leggenda la nostra competizione. Per anni abbiamo gareggiato a chi faceva più partite. Per poi prendere il premio a fine stagione. Tre volte facemmo la centesima. E lo ammetto, uno dei premi era tuo. Mi avevi battuto ma avevano premiato me. Tutti quei premi erano anche merito tuo e di cui ti ringrazio ancora. Eri fortissimo e mi mancherai parecchio. Sei leggenda come il Grande Torino».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Non si tenti di giustificare il tradimento politico''

TARQUINIA – Sale il livello dello scontro in seno alla Università Agraria di Tarquinia. Il gruppo di Idea Sviluppo torna ad alzare la voce contro il neo nato movimento di ‘’Avanti per Tarquinia”. A scatenare la miccia il caso Ceccarini, l’assessora eletta nelle fila di Idea Sviluppo che ha ora deciso di staccarsi ed aderire, insieme ad Alessandro Sacripanti, ad ‘’Avanti per Tarquinia’’. «Il gruppo consigliare “Avanti Tarquinia” non faccia vittimismo per giustificare il tradimento politico. – tuonano da Idea Sviluppo – Gli  auguri di pronta guarigione per l’assessore Stefania Ceccarini sono arrivati con tempismo da parte di tutti i componenti di Idea Sviluppo sia nel recente passato ma anche in questi ultimi giorni. Il problema è che sia il consigliere Sacripanti (conosciuto alle cronache locali come colui che ha cambiato sei gruppi in sei mesi) sia l’assessore Ceccarini ,con poco più di 100 preferenze totali in due, una volta raggiunto il potere democraticamente concesso dagli altri candidati consiglieri, hanno deciso di formare un gruppo proprio per paura di dover lasciare la poltrona. La politica delle caramelle degli amministratori dell’Università Agraria funziona con chi non ha a cuore il bene dell’ente ma guarda solo ai benefici personali».
«Dopo il presidente,  anche la giunta e i consiglieri si sentono autorizzati a fare ciò che vogliono, in barba alle regole della coerenza politica, dove, ad esempio, il vice presidente Alberto Tosoni avrebbe dovuto dimettersi per fare spazio al consigliere Andrea Serafini più volte candidato nelle file del centrodestra ma purtroppo anch’esso vittima del metodo Guarisco, il quale è ormai entrato a far parte di Rinnova. Ad oggi l’unico dato certo è che con le preferenze di “Avanti per  Tarquinia” Sacripanti avrebbe al massimo potuto fare l’amministratore di condominio, invece ora si reinventa mentore e stratega politico. Comunque per quanto riguarda Idea Sviluppo continuiamo a lavorare per il bene dell’Università Agraria e presto saremo in Regione per poter consigliare ai nuovi amministratori, ormai in panne, la strada da seguire per uscire da questa annosa situazione, anziché occupare a tutti i costi una poltrona».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

De Carli saluta la Cpc e approda al Montalto

di MATTEO CECCACCI

Oltre 40 presenze stagionali con la prima squadra per un totale di 7 gol e altrettanti nella Juniores quando veniva chiamato in causa per dare manforte alla rosa di mister Gallina. Questi i numeri dell’attaccante classe 2000 Andrea De Carli durante il campionato 2016/2017 con la Cpc2005 di patron Sergio Presutti riguardante il campionato di Promozione. Una stagione straordinaria per la maglia rossa numero undici che ha deciso, però, di dire addio alla roja firmando martedì scorso il contratto che lo legherà per un anno alla società del Montalto. Una firma che dice tanto, partendo dalla decisione presa dal giocatore con mano ferma, al pagamento del cartellino da parte del club gialloblu del presidente Moretti per conto del Ladispoli che sta a significare il costoso investimento nei confronti del baby fuoriquota. Il curriculum di De Carli, infatti, parla chiaro: il diciottenne dopo aver imparato i primi calci al Gedila e al Dlf, è approdato subito nel calcio che conta, partendo da Ladispoli disputando ben tre stagioni Elite, passando poi in prestito ai Nazionali Lega Pro della Viterbese Castrense e infine alla Cpc. Una mini carriera attualmente positiva che ha sempre soddisfatto qualsiasi mister l’abbia conosciuto e allenato, in particolare papà Alessandro, primo tifoso sfegatato sempre presente. «Ringrazio – commenta il talentuoso attaccante De Carli –  il Montalto per questa grande opportunità che mi è stata data, anche se credo di essermela meritata dopo tanti anni di sacrifici. Il mio obiettivo sarà quello di continuare a migliorare le mie doti e dare un grande aiuto alla squadra segnando tante reti inseguendo il mio sogno nel cassetto che è quello di continuare ad andare più avanti possibile nel calcio. Alla Cpc – conclude l’ex pupillo di Presutti – lascio grandi ricordi, perché è stata la squadra che mi ha dato fiducia per iniziare questa nuova parte della mia carriera nel mondo dei grandi. Ringrazio il presidente e tutta la società per avermi regalato l’emozione di giocare con Blasi ed avermi insegnato moltissimo».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

A Campo di Mare dopo l’acquedotto si riparano le condotte in danno all’Ostilia

di TONI MORETTI

CERVETERI – Sembra uno scherzo ma non lo è. Nello stesso giorno in cui viene pubblicata l’ordinanza sindacale con la quale si dispone che il dirigente dell’Area III provveda a ripristinare la corretta erogazione dell’acqua dall’acquedotto del cavalcavia di Campo di Mare in conseguenza del diniego a farlo da parte della società Ostilia che ne è proprietaria e responsabile  e di organizzare quanto necessario per il recupero del costo in danno della stessa società, se ne pubblica un’altra con la quale, sempre allo stesso dirigente si ordina che, dopo le diverse segnalazioni riguardanti rotture della condotta che rifornisce la rete idrica di Campo di Mare, con copiose perdite di acqua potabile, di provvedere ad un intervento straordinario per la riparazione della condotta idrica in via del Gelsomino 40, Viale Mediterraneo,  incrocio via dei Giacinti, via dei Ciliegi 2, via del Pino Romano, via dei Glicini 41, e via delle Aralie di fronte a dia degli Aceri. Le condotte da riparare sono di proprietà della società Ostilia e delle stesse ne è responsabile. L’atto è seguito dopo che nonostante alla società fosse stato comunicato, in data 12 luglio scorso, di intervenire con immediatezza e comunque entro le 24 ore dal ricevimento per garantire la riparazione, la stessa non ha provveduto. Ora, che la decretazione d’urgenza sia motivata ai fini della sicurezza della salute pubblica vista la presenza nell’area di impianti elettrici pubblici e centraline specifiche e che i  lavori saranno eseguiti in danno alla società Ostilia sembrano note di uno spartito già conosciuto, quello che purtroppo manca è una dichiarazione dalla quale si possa evincere come o cosa  il comune intende fare per interrompere quella che ormai sembra una palese presa in giro da parte dell’Ostilia alla cittadinanza con la ormai ancora più palese complicità dell’amministrazione.  

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tarquinia, cade dal balcone: una tragica fatalit�

TARQUINIA – Una tragica fatalità di una sera come tante trascorsa a lavorare e poi proseguita a mangiare con qualche amico. Due chiacchiere all’aperto, fuori dell’appartamento dell’ultimo piano dell’hotel di via degli Argonauti, al Lido di Tarquinia, di proprietà dei genitori, in compagnia della fidanzata; poi, in un attimo, il mondo di Marco Paglialunga si è fermato.
 Il 37enne, per cause in corso d’accertamento da parte dei Carabinieri, è precipitato dal balcone facendo un volo di circa quattro metri dopo il cedimento del marmo che sovrasta il parapetto. 
Il ragazzo era probabilmente appoggiato alla balconata di spalle, quando la pietra si è staccata. Inevitabile l’impatto con il pavimento in lastricati di cemento, dove il ragazzo ha battuto la testa.  La fidanzata era forse abbracciata a lui o forse ha tentato di tirarlo a sé nel momento in cui si è accorta che stava per cadere. Alla fine è precipitata anche lei riportando, fortunatamente, solo la frattura della clavicola. 
Marco Paglialunga invece non ce l’ha fatta. Nella tarda mattinata di ieri è stata dichiarata la morte cerebrale, tenuto in vita dalle macchine del reparto di rianimazione dell’ospedale Gemelli di Roma dove è stato trasferito nella notte in elicottero, in condizioni gravissime. 
Sul posto, oltre ai soccorsi, sono intervenuti i Carabinieri di Tarquinia e del Nucleo operativo e Radiomobile di Tuscania.
L’episodio avvenuto intorno alle quattro del mattino, secondo quanto appreso sarebbe ascrivibile al momento,  nell’ambito di un infortunio domestico. 
Il ragazzo, figlio di noti imprenditori turistici, era molto conosciuto in città anche per la sua attività nell’ambito della ristorazione all’interno della struttura ricettiva. La tragedia ha destato subito grande sconcerto in città. Tanti i messaggi di cordoglio e incredulità sui social network. Per il ragazzo infatti non ci sarebbero più speranze. Saranno i famigliari a decidere se  e quando staccare la macchina che lo tiene ancora in vita, o attendere che il cuore cessi di battere.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###