Incidente sulla A12, un ferito grave

SANTA MARINELLA -Incidente questo pomeriggio intorno alle 18 sulla A12 al km 41.700  (altezza svincolo S.Severa/S.Marinella) corsia nord per incidente stradale (probabile tamponamento), nell’ambito del quale sono rimaste coinvolte due autovetture (con a bordo 2 adulti su ogni autovettura) e un pulmino 9 posti (con a bordo 3 bambini e 4 adulti). Nell'incidente é rimasto ferito in maniera apparentemente grave una persona trasportata in eliambulanza presso un ospedale romano, gli altri occupanti in buone condizioni ma trasportati a scopo precauzionale presso l’ospedale S.Paolo di Civitavecchia. Sul posto anche i Vigili del fuoco di Civitavecchia che hanno messo in sicurezza l’area. LA12 è rimasta chiusa in entrambe i sensi di marcia per alcune ore fra gli svincoli di Civitavecchia Nord e S.Severa/S.Marinella.
Sul posto Polizia Stradale; 118 e elisoccorso.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Severa, spostato al 20 agosto ''Il lago dei Cigni''

SANTA SEVERA – Niente eventi nemmeno al Castello di Santa Severa questa sera. A causa delle condizioni meteo avverse, lo spettacolo "Il Lago dei Cigni" della Compagnia Nazionale Raffaele Paganini previsto per oggi, è stato posticipato al 20 agosto alle 21.30. Chi ha acquistato il biglietto potrà usarlo nella data del 20 senza alcuna sostituzione. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Maltempo, annullato il concerto alla Marina in programma questa sera

Niente eventi a Piazza della Vita questa sera. Il concerto di Guidolotti in programma proprio per questa sera è stato infatti annullato. La causa: le condizioni meteo avverse. "Il concerto in programma questa sera a piazza della Vita – si legge sul sito del Comune – facente parte del cartellone estivo degli eventi organizzati dal comune di Civitavecchia “La Vecchia Estate, sarà annullato per via delle condizioni meteo incerte e delle previsioni che non garantirebbero il regolare svolgimento della manifestazione in ottemperanza al rispetto delle norme di sicurezza a tutela di spettatori, artisti e staff".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Lacrime di San Lorenzo: dove e quando vederle

CIVITAVECCHIA – Se un tempo il 10 agosto era la "notte delle stelle cadenti" oggi queste si possono ammirare con qualche giorno di ritardo. A spiegarlo è l'associazione astrofili civitavecchiese, che consiglia dove e quando poter godere di questo spettacolo. 

"La Terra nel suo giro di rivoluzione attorno al Sole incontra residui di comete ormai dissolte che danno luogo a gruppi di meteore famose, in particolare tra esse ricordiamo le Perseidi o lacrime di San Lorenzo che raggiungono – ha spiegato Carlo Rossi – il massimo della frequenza di caduta attorno al 12-13 agosto di ogni anno. Il 10 agosto, notte di San Lorenzo si vedono poche meteore, molti secoli fa il massimo della caduta era il 10 agosto, ora a causa della precessione degli equinozi, la data si è spostata al 13 agosto. Le meteore prendono il nome delle costellazioni da dove sembrano provenire (sciame delle Perseidi dalla costellazione di Perseo). In particolare le Perseidi sono dovute ai residui (polvere) della cometa Swift – Tuttle".

Come spiegano gli astrofili, quest'anno le condizioni sono particolarmente favorevoli dato che la Luna sarà "nuova". Il massimo della caduta si avrà verso le 2 – 3 di notte del 13 agosto. "Consigliamo di partire la sera di domenica 12 e di recarsi – hanno aggiunto – in un posto molto buio (le meteore sono poco visibili sulla spiaggia o in città) ed attendere la notte inoltrata quando la costellazione di Perseo sarà alta sull'orizzonte. Le meteore provengono da Perseo ma le scie luminose si vedono anche nelle costellazioni dell'Orsa Maggiore, Orsa minore, Cigno, Pegaso, in genere da Nord Est o Nord Ovest. I posti migliori nel comprensorio dove si potranno vedere fino a 60 – 100 meteore/ora, sono Sant'Antonio ad Allumiere, il Sasso della Strega (Pian dei cavallari) a Tolfa o meglio Montericcio fra Civitavecchia e Tarquinia (percorrere tutta la strada asfaltata fino al piazzale polveroso) o comunque in posti molto bui. Per fotografare le meteore ci vuole un cavalletto e una fotocamera digitale reflex con alte sensibilità e tempi di esposizione lunghi".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Scontro auto-moto: muore un giovane di Ladispoli

SANTA MARINELLA – Continua a scorrere sangue sulle strade cittadine. Dopo la donna investita martedì nei pressi del porto turistico mentre stava attraversando la strada sulle strisce pedonali e ancora gravissima al policlinico Gemelli, un’altra giovane vita è stata spezzata dall’asfalto di questo rovente agosto. 
Ieri notte, infatti, una moto su cui viaggiavano due giovani, all’altezza del distributore di benzina in località Grottini a Santa Severa, dopo aver sfiorato una Smart che andava nella stessa direzione, a causa dello sbandamento ha colpito in pieno una Panda condotta da una ragazza di Santa Marinella. 
Nel tremendo urto, i due giovani (uno di Ladispoli e l’altro di Roma), sono stati sbalzati dalla moto diversi metri più lontano. 
L’auto, invece, è finita in una cunetta che costeggia la Statale Aurelia. 
I primi ad intervenire sul posto sono stati alcuni abitanti che risiedono nel vicino residence. La scena che gli si è presentata davanti è stata da incubo. 
I due motociclisti giacevano a terra esanimi. Uno in condizioni critiche tanto da essere trasportato al Policlinico Gemelli con un elicottero. Per il secondo, quello di Ladispoli, non c’è stato nulla da fare. 
I sanitari della Croce Rossa di Santa Severa e della Misericordia di Santa Marinella nulla hanno potuto, nonostante gli sforzi e il tentativo di rianimarlo, il ragazzo non dava più segni di vita. Il corpo del giovane, è stato trasportato all’Istituto di Medicina Legale di Roma per essere sottoposto ad autopsia. 
Per gli automobilisti che hanno seguito le scene dell’incidente, devono essere stati momenti tremendi. La moto, infatti, dopo l’impatto con la Panda, si è incendiata e in pochi minuti le fiamme l’hanno distrutta. 
La donna che è stata vittima del tamponamento, invece, dopo il trasporto in ospedale, sono state riscontrate ferite multiple e un forte stato di choc. Sul posto sono giunti immediatamente i Carabinieri della locale stazione che hanno iniziato gli accertamenti per stabilire le cause dell’incidente. 
Nel pressi dell’ingresso per Santa Severa è presente una telecamera di videosorveglianza e molto probabilmente gli inquirenti avranno anche visionato quelle immagini. 
Questi incidenti continui, non possono non far riflettere l’amministrazione comunale, che è chiamata a trovare alcune soluzioni per ridurre i rischi di morti precoci. 
Sui social si sono rincorsi moltissimi messaggi. Uno di questi, propone un intervento del sindaco. 
«Chiedo a Pietro Tidei – dice una signora – e a tutti i cittadini di Santa Marinella, di dedicarsi ad una seria e veloce soluzione per far sì che non si ripetano ancora simili tragedie. Serve l’illuminazione, il rifacimento delle strisce pedonali, l’autovelox e un maggior controllo dei Vigili Urbani. Santa Marinella è attraversata da una strada statale, dovrà pur esserci un modo per frenare questi incidenti. Se non ci sono soldi, si può rinunciare ad altro, ma bisogna investire sulla sicurezza».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, intensificati i controlli in vista del Ferragosto

LADISPOLI – Si avvicina la tanto attesa notte di Ferragosto e dall'amministrazione comunale arrivano le "istruzioni per l'uso" per trascorrere una serata all'insegna del divertimento, senza problemi per l'incolumità di tutti. Vietato accendere fuochi e falò sugli arenili, vietato portare materiale infiammabile di qualsiasi tipo e attrezzature che possano generare calore o dal quale possa genersarsi una fiamma. I trasgressori saranno ritenuti responsabili civilmente e penalmente degli eventuali danni che dovessero arrecare. «Il nostro litorale e il nostro mare – ha detto l'assessore alla sicurezza Amelia Mollica Graziano – sono il luogo ideale per passare la sera di Ferragosto. Faremo di tutto perché sia una festa sicura e le nostre spiagge non siano danneggiate».

L'Assessore ha inoltre annunciato, di concerto con l'assessore al demanio marittimo Pierpaolo Perretta che con l'arrivo del Ferragosto saranno intensificati i controlli da parte delle forze dell'ordine. «In questi giorni – ha proseguito Mollica – stiamo pianificando tutti gli interventi per creare le condizioni affinché questa ricorrenza sia un momento da vivere in allegria ma nella massima sicurezza. Vogliamo ricordare che,  in occasione del Ferragosto, su tutto il territorio di Ladispoli ed in particolare sul litorale, permangono i divieti assoluti di campeggio e accensione dei falò».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Rimangono critiche le condizioni del 26enne

CIVITAVECCHIA – Rimangono critiche le condizioni di salute del 26enne, rimasto coinvolto mercoledì mattina in un incidente stradale in via Terme di Traiano, nei pressi dello svincolo autostradale.

Il giovane centauro, subito dopo lo scontro, è stato soccorso e trasferito in gravissime condizioni all’ospedale Gemelli di Roma a bordo di un elicottero e proprio presso il nosocomio romano, dopo poche ore, è stato sottoposto a un delicatissimo intervento chirurgico.

Nonostante tutto le condizioni di salute del giovane civitavecchiese rimangono gravi, tanto che i medici non avrebbero ancora sciolto la prognosi.

Intanto le forze dell’ordine continuano a lavorare per ricostruire la dinamica dell’incidente: per il momento l’unica cosa chiara è il violento urto tra una donna di 50 anni alla guida della propria auto e il 26enne civitavecchiese in moto, oltre a un volo di circa trenta metri che quest’ultimo ha fatto a causa dell’impatto.

Caute le forze dell’ordine: gli agenti del commissariato nell’attività di ricostruzione dei fatti sono supportati dai colleghi della Polizia stradale, proprio al fine di non omettere alcun dettaglio e arrivare entro breve a una attendibile rappresentazione dell’accaduto, anche grazie alle dichiarazioni di chi è in grado di fornire informazioni utili.

Prezioso si è rivelato anche il contributo fornito nell’immediatezza dai Vigili del fuoco della caserma Bonifazi, che hanno messo in sicurezza l’area, concentrandosi principalmente sulla vettura coinvolta nello scontro che perdeva benzina.

Resta l’apprensione per le condizioni di salute del 26enne, molto conosciuto in città, anche per via della sua innata passione per le due ruote.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Una città che corre in retromarcia

CIVITAVECCHIA – Città sporca, malridotta, mai vista in condizioni simili. Da qualche anno va sempre peggio. E a dirlo non è un civitavecchiese, ma un turista ‘‘di casa’’. Si chiama Antoine, ha 44 anni, vive in Francia, a Fontainebleau e si occupa di marketing e commercio. Antoine ogni anno torna in Italia, lo fa praticamente da sempre, lo fa per un semplice motivo: è innamorato di Civitavecchia. Il mare, il clima di festa che si respira in estate, induce Antoine a raggiungere il Lazio con la moglie e i suoi tre bambini e a fermarsi ovviamente a Civitavecchia, dove ha una casa. Lo sfogo del 44enne è stato raccolto in un video pubblicato su facebook: «Alle dieci di sera la città è morta, le spiagge sono praticamente abbandonate, Civitavecchia è sporca». Antoine ne ha per tutti, non attacca nessuno, ma allo stesso tempo non risparmia critiche.

«Vedo solo turisti diretti a Roma, è un vero peccato». E anche questo è vero: Civitavecchia non è capace di parlare la lingua del turismo, neppure coloro che l’hanno amministrata hanno dimestichezza con certi argomenti. Per non parlare di chi guida oggi il Comune. Una città dalle mille risorse destinata a rimanere una retrovia dello sviluppo, una servitù romana incapace di alzare la testa. Dai servizi pubblici che non funzionano alle iniziative spicciole incapaci di invogliare i visitatori a partecipare a questo o a quell’evento: a quanto pare la città non è stata mai preparata alla cultura dell’accoglienza. Così i turisti stanno lontani da un posto che potrebbe essere eccellente, le compagnie di navigazione si guardano bene dal pubblicizzare le ricchezze locali e i pochi ‘‘innamorati’’ di Civitavecchia col tempo tagliano la corda, optando per posti diversi, sicuramente più accoglienti. Speriamo che non sia il caso di Antoine, ma piuttosto di chi non è capace di guardare oltre il proprio naso quando si tratta di amministrare e realizzare qualcosa in grado di portare sviluppo e occupazione.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Aurelia: donna investita mentre attraversa sulle strisce

SANTA MARINELLA – Versa in gravi condizioni,all’ospedale Gemelli di Roma, la signora quarantenne che l’altra notte è stata investita sulle strisce pedonali nei presso dell’imbocco sud del porto turistico. Il fatto è accaduto intorno alle 22 in una zona vicina al ponte romano che porta al marina. La donna D.T. di 38 anni, in città per la villeggiatura ma residente a Roma, stava passeggiando con la madre e il figlioletto in carrozzina, sul marciapiede che conduce verso il porto. Giunte sulle strisce pedonali, le due donne si sono avviate ad attraversare la strada. La nonna del bambino con il passeggino era davanti, mentre la figlia la seguiva subito dietro. Ad un tratto, è sopraggiunto un uomo, C.F. di 65 anni a bordo di una Panda, intento a dirigersi verso Civitavecchia. L’autista, probabilmente per l’oscurità, non si è accorto che la signora stava attraversando la strada e l’ha colpita con la parte anteriore sinistra dell’auto scaraventandola prima sul vetro e poi una decina di metri più avanti. Nel tremendo impatto, la donna è rimasta priva di sensi a terra, mentre perdeva molto sangue dalle numerose ferite riportate. Sul posto, sono subito sopraggiunte le ambulanze del 118 e della Misericordia, la polizia Stradale e i Carabinieri della locale stazione, che hanno tentato di rianimare la signora. A causa delle gravissime condizioni però è stato chiamato un elicottero dell’Ares 118, che ha trasportato la donna al Gemelli di Roma. Per la mamma della signora e il figlio, invece, nessun danno.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

DECISIONE 28 maggio 2018, n. 826

Decisione (UE) 2018/826 del Consiglio, del 28 maggio 2018, relativa
alla conclusione dell'accordo di cooperazione scientifica e
tecnologica tra l'Unione europea e la Repubblica libanese volto a
stabilire i termini e le condizioni della partecipazione della
Repubblica libanese al partenariato per la ricerca e l'innovazione
nell'area mediterranea (PRIMA). – Pubblicato nel n. L 140 del 6
giugno 2018
(18CE1501)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###