Cestistica: le giovanili vanno a gonfie vele

Due vittorie e una sconfitta in trasferta di un punto arrivata proprio sulla sirena. 
Un bottino niente male per l’Under 16 della Cestistica Civitavecchia che sta disputando il campionato Gold, un torneo di livello superiore al Silver e che la società rossonera ha ricominciato a frequentare proprio da questa stagione con i ragazzi guidati dall’accoppiata Ferdinando De Maria/Andrea Campogiani. 
La società aveva qualche preoccupazione per il salto di categoria dei suoi ragazzi, che invece stanno rispondendo alla grande. 
Domenica al PalaRiccucci hanno sconfitto la Smit Virtus Roma per 65-36 (Bottone 13, De Simone A. 14, De Simone F. 14, Rizzitiello 6, Di Nardo 16, Donatelli 1, De Angelis 2, Corvino, Conteddu, Mercurio) e cominciano a nutrire concrete possibilità di accedere alla fase successiva.
Bene anche l’Under 15, messa in campo sempre dal duo Campogiani/De Maria. 
Nella seconda giornata del campionato Silver, i giovanissimi rossoneri hanno sconfitto la Polysportiva 19 per 61-37.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Oltre 300mila euro per la realizzazione di un impianto sportivo

ALLUMIERE –  Al Comune di Allumiere un finanziamento di 345mila euro per la realizzazione di un impianto sportivo. Ad annunciarlo la consigliera regionale del Pd e vicepresidente della commissione Sviluppo Economico e Attività produttive, Marietta Tidei. «Il buon lavoro messo in campo dai governi Pd continua a dare i suoi frutti e testimonia il fatto che lavorare nell’interesse del Paese e dei cittadini è il compito più importante per chi fa politica. In questo ragionamento si inquadrano gli effetti del Piano ‘’Sport e periferie’’ ideato e portato avanti dal governo Gentiloni e dall’allora ministro dello Sport Luca Lotti – spiega l’onorevole Marietta Tidei – un importante contributo è arrivato anche ad Allumiere, che ha ricevuto un finanziamento di 345mila euro per la realizzazione di un impianto sportivo: sono risorse concrete e importanti perché vanno nell’interesse di offrire un’opportunità, non solo di gioco, a un’intera comunità. Un impianto sportivo, infatti, non è solamente un luogo fisico, ma anche e soprattutto un luogo di aggregazione e socializzazione in grado di coinvolgere tanti cittadini e allo stesso tempo un modo per assistere dal vivo a tutto ciò che di positivo ha lo sport, iniziando dai suoi valori. Il Piano ‘’Sport e periferie’’ guarda principalmente alle aree svantaggiate del nostro Paese, alle periferie, più in generale a quei territori dove è necessario puntare sullo sport come elemento di riscatto sociale e integrazione. E’ con questo spirito che mi auguro che anche Allumiere sappia cogliere questa importante occasione per dare alla sua comunità un’opportunità concreta e di primo livello».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Oltre 300mila euro per la realizzazione di un impianto sportivo

ALLUMIERE –  Al Comune di Allumiere un finanziamento di 345mila euro per la realizzazione di un impianto sportivo. Ad annunciarlo la consigliera regionale del Pd e vicepresidente della commissione Sviluppo Economico e Attività produttive, Marietta Tidei. «Il buon lavoro messo in campo dai governi Pd continua a dare i suoi frutti e testimonia il fatto che lavorare nell’interesse del Paese e dei cittadini è il compito più importante per chi fa politica. In questo ragionamento si inquadrano gli effetti del Piano ‘’Sport e periferie’’ ideato e portato avanti dal governo Gentiloni e dall’allora ministro dello Sport Luca Lotti – spiega l’onorevole Marietta Tidei – un importante contributo è arrivato anche ad Allumiere, che ha ricevuto un finanziamento di 345mila euro per la realizzazione di un impianto sportivo: sono risorse concrete e importanti perché vanno nell’interesse di offrire un’opportunità, non solo di gioco, a un’intera comunità. Un impianto sportivo, infatti, non è solamente un luogo fisico, ma anche e soprattutto un luogo di aggregazione e socializzazione in grado di coinvolgere tanti cittadini e allo stesso tempo un modo per assistere dal vivo a tutto ciò che di positivo ha lo sport, iniziando dai suoi valori. Il Piano ‘’Sport e periferie’’ guarda principalmente alle aree svantaggiate del nostro Paese, alle periferie, più in generale a quei territori dove è necessario puntare sullo sport come elemento di riscatto sociale e integrazione. E’ con questo spirito che mi auguro che anche Allumiere sappia cogliere questa importante occasione per dare alla sua comunità un’opportunità concreta e di primo livello».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pascucci chiede la modifica del decreto Salvini

CERVETERI – Non perde occasione, il sindaco  Alessio Pascucci, ogni volta che gli si presenta, di intervenire a difesa del suo comune sviluppando temi nazionali verso i quali ha ormai acquisito grande dimestichezza visto il suo ruolo di coordinatore nazionale di Italia in Comune, noto ormai a tutti come il partito dei sindaci, che non smette di avere adesioni importanti tra gli amministratori locali in tutta la penisola. Lamenta in una nota, Pascucci, la modifica del sistema SPRAR, responsabile di aumentare l’insicurezza e di scaricare sui comuni i costi di gestione. Per questo motivo, nel consiglio comunale del 15 novembre scorso, ha fatto approvare una mozione presentata da lui e firmata da egli stesso e dalla consigliera Anna Maria Costantini  con la quale si impegna il Sindaco a chiedere al Ministro dell’Interno e al Governo e al Parlamento italiano di modificare il decreto sicurezza considerando e coinvolgendo i Comuni italiani su cui, come sempre, vengono scaricati gli effetti e le ricadute concrete di tale provvedimento. In particolare si richiede lo stralcio dal decreto della riforma del sistema SPRAR, così come contemplata e che il Governo istituisca un tavolo di concertazione con l’ANCI al fine di valutare le ricadute concrete di tale Decreto sull’impatto in termini economici, sociali e sulla sicurezza dei territori. «Tra le ricadute negative del Decreto – dichiara il Sindaco Pascucci – vi è soprattutto quella di vanificare gli sforzi fatti da tutti quei Comuni d’Italia che, attuando nei propri territori la rete SPRAR, hanno fornito un notevole contributo per assicurare un’equa distribuzione sostenibile su tutto il territorio nazionale, evitando che fosse per lo più concentrato nelle grandi aree urbane, inoltre il decreto così come articolato per la parte relativa alla nuova regolamentazione della condizione degli immigrati, comporterà  per gli amministratori locali notevoli disagi sia di ordine finanziario che in materia di sicurezza pubblica». «È assurdo – conclude Pascucci – che vengano scaricati sui Comuni i costi delle battaglie ideologiche e della propaganda del Ministro Salvini. L’Associazione Nazione dei Comuni Italiani ha stimato infatti in 280 milioni di Euro i costi amministrativi conseguenza diretta del decreto sicurezza che ricadranno su Servizi Sociali e Sanitari territoriali e dei Comuni, per l’assistenza ai soggetti vulnerabili, oggi a carico del sistema nazionale. Questo si tradurrà in un ulteriori problematiche a danno degli Enti Locali sempre più abbandonati a sé stessi dal Governo nazionale impegnato solamente e in modo irresponsabile in una campagna elettorale permanente i cui costi vengono pagati dal Paese». «Come Sindaco e Coordinatore nazionale di Italia in Comune voglio proporre l’adozione della nostra mozione a tutti i Comuni italiani e, giovedì prossimo 22 novembre, presenteremo in una conferenza stampa anche un emendamento che porterà all’attenzione del dibattito alla Camera sul Decreto Salvini che si terrà venerdì 23 novembre, le preoccupazioni degli amministratori locali nei confronti di tale provvedimento». «Ci tengo a ringraziare inoltre – dice ancora Pascucci –  Federica Battafarano assessore dalla cultura a Cerveteri,  che ha redatto il testo della mozione e dell’emendamento e il Consigliere Comunale Angelo Galli che ha proposto in aula alcune integrazioni (tutte accolte) per migliorare le attenzioni sulle ricadute del decreto sul nostro territorio. Un grazie anche ai consiglieri di maggioranza e ai consiglieri di opposizione Vincenzo Mancini e Saverio Garbarino (M5S) che hanno votato favorevolmente».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Bilancio, Fantozzi: ''Stagnazione, carestia e degrado''

SANTA MARINELLA – Il coordinatore locale di Fratelli d’Italia Ilaria Fantozzi spara a zero contro il sindaco Tidei che nel suo resoconto sul bilancio, ha annunciato ufficialmente che per il prossimo anno ci saranno degli aumenti considerevoli di tutte le tasse comunali. 
«Il bilancio è stato approvato – spiega la Fantozzi – ed a causa del dissesto i cittadini avranno un aumento Irpef dell’undici per cento e un aumento della Tari del 23 per cento, su una tariffa già alta di suo per un servizio di bassa qualità. Via Quattro Novembre è stata chiusa in direzione Roma e non c’è alternativa di viabilità, le buche sono ancora presenti malgrado l’impegno dei cittadini volontari, la segnaletica stradale in alcune zone continua a mancare. Insomma, due anni difficili per la cittadinanza, così come ci comunica l’onorevole sindaco, preparandoci ad un tartassamento economico e degrado urbanistico e ambientale. Le attività continuano a chiudere per il vuoto turistico che non trasuda economia e la mortadella viene venduta anche a 18 euro al chilo in alcuni esercizi per fronteggiare le spese. Bene, questa la realtà dopo sei mesi di insediamento di questa amministrazione. L’importante però, a detta del sindaco, è che si inizi ad intravedere una luce in fondo al tunnel. La veggente amministrazione è fortunata nel vederla». 
«Noi – prosegue la Fantozzi –  per il momento non vediamo nulla anzi, notiamo stagnazione, carestia e degrado. E’ questa l’innovazione politica promessa in campagna elettorale che ha portato al consenso popolare di questa amministrazione? Erano queste le promesse fatte alla cittadinanza? In sei mesi il vuoto. Ma si è colpa del passato e dell’immobilismo politico e strutturale di chi aveva vinto, è colpa del passato se i servizi sono peggiorati, se si pagano più tasse, se ci sono le buche, se le vie vengono chiuse, se ci sono quasi cento deleghe che non servono a nulla se non per accontentare sostenitori e non far crollare questa macchina senza carburante? Ma una parte di questi problemi si conoscevano già e non è forse per questo che si parlava di programmi elettorali per la rinascita della Perla? Quali sono le iniziative concrete che l’amministrazione vuole intraprendere per aiutare i cittadini, per aggiustare le cose, per rendere vivibile questo Paese? “Lo sapremo nella prossima puntata – conclude la Fantozzi – della serie Tidei e il meraviglioso mondo del dissesto santamarinellese. Accorrete tutti e sostenete il nostro sindaco buttando ghirlande per le strade».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tidei:  ''Via dal dissesto in due anni''

SANTA MARINELLA – Due anni duri attendono Santa Marinella alla rincorsa del deficit di 2 milioni e 100mila euro, triste eredità del dissesto finanziario e della precedente amministrazione, con cui si chiuderà il 2018. Dal 2021 la ripresa, anche se in questi due anni non mancheranno le nuove iniziative egli investimenti. Questa l’estrema sintesi del Bilancio triennale approvato dalla Giunta Tidei venerdì sera e al vaglio dei Revisori e delle forze politiche dalla prossima settimana. 
Dal 2019 scatta l’inevitabile aumento delle imposte (+ 11%) trascinate dall’Irpef più che triplicata per legge. Ma aumenterà anche la Tari  (+ 28%) per effetto sia  del nuovo appalto con la Gesam, aggiudicato dalla Commissaria prima di uscire di scena, sia delle nuove tariffe della discarica approvate dal Consiglio di Stato. «Chiederemo una sensibile revisione in sede di contratto”, precisa subito il sindaco Tidei ribadendo che vuole portare a casa almeno il 6 per cento di sconto. Nuove entrate anche da rilancio della Farmacia e dalla Multiservizi : «Entrambe devono iniziare a produrre ricavi – rivela Tidei – per alleggerire il peso del dissesto sulla comunità cittadina», commenta il sindaco che sottolinea come altre entrate senza pesare sui tributi sono previste da una  forte  iniziativa sui condoni edilizi.  «Nel 2019 esordirà anche l’imposta di soggiorno per la quale è stata formulata una previsione di 75mila euro. In totale, dunque, le entrate saliranno da 23,7 milioni a 26,1 nel 2019 per poi riscendere a quota 25,5. «Prevediamo di allentare la pressione fiscale fin dal 2020 quando il debito del 2018 sarà del tutto restituito». E’ inziata e proseguirà  severa la cura della Spending Review che ha da subito iniziato ad agire sulle uscite, limitando il deficit del 2018 (inizialmente previsto attorno ai 3 milioni): «Abbiamo risparmiato un milione in sei mesi e risparmieremo altrettanto il prossimo anno».  
I tagli alla spesa finiranno nel 2019.
In totale altri 1,6 milioni nei prossimi due anni dalla riorganizzazione degli uffici  (- 10 per cento il primo anno) e dalle altre spese amministrative  –  4,9% il primo anno e meno 7% nel 2019. Nessun taglio all’occupazione, ma niente premi per il 2018 e indennità ridotte  sia nel 2019 che nel 2020, comunque legate ai risultati di bilancio e a quelli dei vari settori comunali, che hanno iniziato ad essere  attentamente monitorati anche sul piano economico.  La spesa, dunque, scenderà ancora, da 25,9 milioni del 2018 a 25 nel 2019 per poi attestarsi nel 2020 attorno ai 24,3 milioni. Il deficit di quest’anno (2,1 milioni ) verrà recuperato in due anni,  un milione nel 2019 ed il resto nel 2020.  «Per attuare queste previsioni servono ora azioni molto concrete sul versante delle entrate, attraverso  una lotta intesa all’evasione,  ed iniziative  particolarmente attente e severe sul versante delle uscite. Sul piano politico occorre coesione e consapevolezza per aiutare la Comunità ad affrontare i momenti difficili. L’emergenza è passata – conclude Tidei – ma  è rimasta dietro la porta anche se oggi con il nuovo bilancio iniziamo a vedere una luce in fondo al tunnel. La salvezza è davvero possibile, ma è laggiù, ora bisogna raggiungerla».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Zona logistica semplificata: soddisfatto il presidente Di Majo

CIVITAVECCHIA – Il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, Francesco Maria di Majo esprime vivo apprezzamento per l’approvazione, ieri mattina, da parte della Regione Lazio della delibera che ha dato l’avvio all’iter amministrativo per l’istituzione della Zona Logistica Semplificata (ZLS) relativamente alle aree portuali e retroportuali di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta e la cui struttura di governance (Comitato di indirizzo)  sarà presieduta dal Presidente dell’Autorità dell’AdSP del Tirreno Centro Settentrionale.

“Finalmente – sottolinea di Majo –  può avere formalmente inizio l’iter per la realizzazione di una ZLS laziale che riguarderà i tre porti dell’AdSP (Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta) e le loro aree retroportuali e che rappresenta uno dei più importanti strumenti normativi per l’attrazione di nuovi investimenti a favore dei porti e del loro territorio”. “Con l’adozione della delibera regionale – precisa il presidente dell’AdSP – si è anche dato un concreto riscontro al lavoro avviato, da questa Autorità di Sistema Portuale, nel marzo 2018, nell’ambito dell’organismo di Partenariato della Risorsa Mare (che fa parte di questa AdSP) con la costituzione di un gruppo di lavoro avente il compito di approfondire i contenuti e i settori di attività della futura ZLS in vista di una  proposta  da presentare alla Regione Lazio”.

 “Secondo diverse analisi economiche  – prosegue il numero uno di Molo Vespucci – l’aspetto della semplificazione amministrativa  si è dimostrato essere uno dei fattori più importanti nell’indirizzare le imprese nei  propri investimenti. La scelta della Regione Lazio di avviare tale iter testimonia la grande attenzione per lo sviluppo dell’intera filiera portuale e logistica che trarrà, senz’altro, considerevoli  benefici dall’implementazione delle Zone Logistiche Semplificate. Il ruolo dell’AdSP nel Gruppo di lavoro sarà di estrema utilità per individuare quali misure concrete di semplificazione amministrativa saranno necessarie per sviluppare la logistica legata alle attività portuali”. “A tal fine, – precisa di Majo –  l’AdSP si metterà a disposizione per lavorare in sinergia con la Regione per la stesura del Piano di Sviluppo Strategico (alla base dell’istituzione della ZLS), prendendo anche spunto dalle interessanti proposte che sono emerse nel Piano di Sviluppo Strategico per la realizzazione della Zona Economico Speciale (ZES) redatto dalla Regione Puglia, con il supporto dell’AdSP del Mare Adriatico Meridionale (con la quale l’AdSP del Lazio ha sottoscritto due mesi fa un accordo di collaborazione proprio su queste tematiche)”. “Ringrazio, quindi, – conclude il Presidente dell’AdSP del Mar Tirreno Centro Settentrionale – il Presidente Zingaretti, l’Assessore ai Lavori Pubblici, Tutela del Territorio e Mobilità, Mauro Alessandri e l’Assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Gian Paolo Manzella e tutta la Giunta regionale che, oggi,  hanno voluto dare un chiaro segnale di interesse sul tema con l’obiettivo di contribuire al rilancio della competitività, della crescita economica e all’incremento del livello occupazionale dell’intero cluster portuale e logistico laziale”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cacciapuoti (FdI): "Ora vanno stabilite le linee programmatiche"

CIVITAVECCHIA – «Il tempo delle chiacchiere è terminato e come coordinatore comunale per FdI ritengo doveroso sottolineare l’importante lavoro svolto nel territorio dai circoli locali, sia il Paolo Borsellino che l’Almirante, due realtà forti che tanto stanno facendo per dare, nel 2019, un volto nuovo alla nostra Civitavecchia».

Lo dichiara in una nota il coordinatore comunale di Fratelli d'Italia Raffaele Cacciapuoti. «Un lavoro consolidato ormai nel tempo – afferma – a cui partecipo in modo incessante e che, oggi, mi vede come rappresentante e coordinatore locale di quella parte del centro destra che mai ha dimenticato i valori e l’importanza della politica fatta a sostegno della città e non di quei pochi eletti, una politica senza proclami ma basata su azioni concrete, le stesse azioni che oggi più che mai hanno bisogno di farsi sentire affinché FdI sia il punto di riferimento per le amministrative del 2019».

Raffaele Cacciapuoti fa sapere che nei prossimi giorni incontrerà i due circoli per «studiare una piano di collaborazione e di unione nel perseguimento delle linee programmatiche di partito che si racchiudono in unico messaggio rivolto all’intero centro destra civitavecchiese, quello di arrivare alle elezioni con una coalizione che ci veda protagonisti accanto a Lega e Forza Italia per l’obiettivo comune di rilanciare lo sviluppo della nostra città ormai abbandonata». L’impegno di Cacciapuoti è quello di realizzare un progetto volto al futuro «sulla base di una politica vicina ai cittadini che saranno il motore principale dello sviluppo economico e sociale del nostro territorio».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Guardie Zoofile, un baluardo a Ladispoli''

LADISPOLI – "Continuano gli interventi delle Guardie Zoofile di Fare Ambiente e Nogra nel far rispettare le leggi Nazionali ed il regolamento comunale sulla tutela e sul benessere degli animali a Ladispoli".

Con queste parole Miska Morelli, Capo Segreteria del Sindaco ed incaricato della Tutela degli Animali, ha commentato il lavoro delle Guardie Zoofile che rappresentano un baluardo per il rispetto delle regole sul territorio.

“Ringrazio queste Associazioni per il loro impegno quotidiano nel nostro territorio – prosegue Morelli – oltre che sensibilizzare ed informare i cittadini sulle leggi e sui regolamenti, intervengono per le tante segnalazioni ricevute. Inoltre stanno anche effettuando diversi interventi di accertamento di reato, di recente le Guardie di Fareambiente hanno denunciato un uomo per aver abbandonato il proprio cane in strada. E' un servizio importantissimo che in questi ultimi mesi ha dato delle risposte concrete alla città. La convenzione con queste Associazioni è un altro punto del programma amministrativo portato a termine e voluto dal nostro sindaco Alessandro Grando. Ricordo inoltre che il maltrattamento e l'abbandono sono reati puniti penalmente, quindi, chi ne fosse a conoscenza, deve comunicare questi reati alle forze di Polizia”.

L'amministrazione ricorda che per ogni informazione e segnalazione è attivo nei giorni di lunedì dalle ore 9,00 alle ore 10,00, martedì dalle ore 15,00 alle ore 17,00, mercoledì dalle ore 9,00 alle ore 10,00, presso la Casa comunale, lo sportello sulla Tutela degli animali.”

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###