Ladispoli, il Market on the street pronto a concedere il bis

LADISPOLI – Il Market on The Street fa il pieno e l'amministrazione comunale decide di concedere il “bis”. La serata “Pizzicata” del 28 luglio si è infatti rivelata una carta vincente per il Comitato commercianti di Ladispoli che ha puntato sul progetto, rendendo il viale Italia un vero e proprio centro commerciale all'aria aperta, dove poter passeggiare, fare shopping, gustare un bel gelato e perché no ascoltare anche buona musica. I commenti positivi non sono mancati, nemmeno da parte dei turisti presenti “anche relativamente al mercatino e alle bancarelle – si legge nel documento – che hanno animato la serata con l'offerta variopinta delle merci”. E ora è tutto pronto per replicare con un tris di date: si parte domani sera e si proseguirà l'11 e il 18 agosto. La formula sarà sempre quella del 26 luglio scorso

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Scandaloso furto al Nucleo Subacqueo

di GIULIANA OLZAI

CERVETERI – «Io mi domando, ma come fai a specchiarti la mattina dopo aver sfondato un vetro di una postazione di protezione civile, dove c’è gente che sacrifica il loro tempo anche per la tua incolumità, per rubare oggetti che utilizziamo per il soccorso come le radio, i giubbotti di salvataggio e altri accessori, e infine rubare una testuggine lacustre americana che domani il dott. Francesco Mantero veniva a recuperare perché ritrovata in spiaggia. Mi domando ma non ti fai un pò schifo da solo senza che te lo debba dire io? Se pensi che questi atti ci fanno gettare la spugna hai capito male. Il motto del nucleo subacqueo Cerveteri é non arrenderci. Ti piacerebbe ma hai sbagliato persone. Ora controllerò le telecamere dello stabilimento limitrofo e se ti becco credimi ti tolgo il vizio di fare lo stronzo, essere ignobile con una scatola cranica piena di letame». Con questa nota, il Nucleo subacqueo Cerveteri Onlus, commenta l’episodio vandalico di cui sono stati vittima. Di  notte, infatti, la loro sede posizionata a Campo di Mare è stata presa di mira da ignoti che l’hanno devastata:  vetri rotti e materiale rubato, come le radio, giubbotti di salvataggio e accessori vari, oltre ad una testuggine lacustre americana, recuperata e accudita dai volontari del Nucleo che proprio in queste ore sarebbe stata consegnata ad esperti che l’avrebbero riportata nel suo habitat naturale. Tanti i commenti sui social che definiscono i malcapitati che si sono macchiati di questo vile gesto «criminali, vigliacchi, infami, vermi, persone senza cuore e senza cervello» e così via.  
Fabrizio Pierantozzi, coordinatore del Gruppo, interviene sul furto della testuggine lacustre americana e lancia un appello: «La avevamo salvata e portata in sicurezza, prestandole tutte le cure di cui aveva bisogno. Chiedo solamente a chi l’ha presa, di portarla in un posto sicuro, magari lasciandola proprio davanti la nostra sede e permetterci così di non farla morire. Chiunque ne fosse in possesso in questo momento, per farla sopravvivere la testuggine ha bisogno di una vaschetta con un po di acqua dolce e si nutre di macinato, in quanto carnivora. Almeno in questo caso, auspichiamo in un pizzico di buon senso dagli autori di questo assurdo gesto fatto nei nostri confronti».
«Alla stupidità non c’è mai fine. Mi domando davvero, con quale coraggio e forza, qualcuno abbia potuto compiere quanto hanno subito i volontari del Nucleo Subacqueo Cerveteri Onlus, una realtà preziosa della nostra città che quotidianamente offre la propria presenza e professionalità al servizio dei bagnanti e del nostro mare. A loro, a nome della città di Cerveteri, tutto il nostro sostegno e solidarietà», è il commento del sindaco Pascucci, che precisa: «Questi volontari svolgono ogni giorno un lavoro prezioso, una serie di attività dalle quali ognuno di noi dovrebbe imparare. Lavorano a stretto contatto con la nostra Protezione Civile nel progetto Mare Sicuro, offrono la loro professionalità per il benessere collettivo. Tutte iniziative che svolgono solo per amore della collettività. Non capisco davvero dunque per quale motivo si possa fare un gesto come quello che hanno subito – ha concluso il primo cittadino – sono certo che nonostante questo, la loro forza e la loro voglia di mettersi a disposizione della città non sarà scalfita, ma anzi, ripartiranno ancora più forti e pronti».

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tidei: ''Ci sarà la ripresa''

SANTA MARINELLA – Sono stati tanti i commenti da parte delle varie forze politiche cittadine, all’indomani della dichiarazione di dissesto del Comune approvato in consiglio comunale dalla maggioranza del sindaco Pietro Tidei. Durante la seduta, tutti i consiglieri di minoranza, hanno chiesto un intervento meno gravoso per la città e cioè il predissesto cosa che, secondo le opposizioni, sarebbe stata meno pesante per i cittadini. In particolare, i consiglieri Settanni e Calvo del M5S e Lega, hanno insistito pesantemente per far ripensare al primo cittadino una decisione che lui stesso ha definito “infame ma necessaria” , mandando su tutte le furie lo stesso Tidei che in un “sermone” di 30 minuti indirizzato ai due, ha spiattellato alla platea presente in sala, tutte le responsabilità dell’amministrazione precedente. Sulla questione oggi intervengono anche altri esponenti politici, tra cui il rappresentante di Forza Italia Mauro Roberto Galli. «Quella di ieri è stata una brutta pagina per Santa Marinella – ha detto l’ex candidato – c’è stata molta commozione tra i consiglieri però, sinceramente, questo non mi piace perché, purtroppo, ancora una volta a pagare saranno solo i cittadini e soprattutto quelli onesti. Molti di loro dicono che la colpa del fallimento è della vecchia amministrazione. Forse pensano, invece, che quella attuale sia nuova? Ha, tra le sue fila, soggetti smarriti che facevano parte del vecchio sistema. Lasciamo da parte le polemiche e cerchiamo, con la collaborazione tra tutte le forze politiche, di far risorgere la nostra città dalle sue ceneri». Altrettanto sentito è stato il commento del segretario del Pd di Santa Marinella Pierluigi D’Emilio. «Non è stato semplice per un santamarinellese come me – dice D’Emilio – votare il default della nostra città. Ma non c’era alternativa e lo abbiamo ampiamente dimostrato carte alla mano. Adesso con ancora maggior forza ed impegno diamoci da fare per far rinascere la città. In consiglio, credo di essere stato molto chiaro sui perché, sul metodo è sulle azioni, di questo atto. Non sarà semplice, chiedo a tutti i cittadini un po’ di pazienza e di fiducia, ce la faremo e sarà una città nuova, diversa, ricca, si ricca, perché abbiamo tutto per poter raggiungere questo obiettivo. Ora inizia la vera sfida». Il sindaco Pietro Tidei, in una intervista video, ritorna sui motivi del dissesto. «Erroneamente e irresponsabilmente la passata amministrazione non è stata in grado di far correggere l’ingiustizia del prelievo per alimentare il fondo comunale di solidarietà – spiega Tidei – se nel 2013 l’amministrazione di allora avesse fatto quello che stiamo adesso facendo noi al MEF o al Ministero dell’Interno, oggi nei conti comunali non ci sarebbe questa voragine. Incompetenze, ritardi e sciatterie, se si tratta di sola colpa o dolo lo stiamo accertando, hanno di fatto consegnato la città ad un’amministrazione spaccata in due, dove, chi doveva spendere lo ha fatto senza risparmiarsi mai, e chi doveva controllare la qualità e la consistenza delle entrate è stato sempre più assente. Bucalossi, multe non notificate, passi carrabili, sono solo la punta di un iceberg sul quale la città è andata a cozzare, costruito da una politica scellerata fatta di spese incontrollate, inottemperanze e nessuna attività di parificazione dei criteri di contribuzione ad un fondo per il cui prelievo forzoso il Comune è stato severamente punito e per il quale, nel prossimo mese di ottobre, speriamo di avere finalmente equità, se non addirittura giustizia». «Io sono qui – ha concluso Tidei – per prendere un impegno forte di fronte ai cittadini, per confermare che la ripresa sarà il risultato di tutti i nostri sforzi e tra qualche anno la città potrà di nuovo avere il ruolo che merita. Per fare questo chiedo la vostra pazienza e la vostra fiducia».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sfalci d'erba: tensione tra maggioranza e opposizione

S. MARINELLA – L’ordinanza emessa dal sindaco Tidei che costringe i cittadini a riversare i rifiuti da giardino all’isola ecologica o agli scarrabili presenti in città e a Santa Severa, continua a creare tensione tra la maggioranza e le opposizioni. Dopo l’intervento del primo cittadino che accusava il consigliere del M5S Settanni a fare il gioco della società che ha in gestione la raccolta differenziata, arriva la risposta del grillino. «Sulla battaglia del verde – dice Settanni – il Sindaco Tidei sposta gli argomenti e fa attacchi ad personam con commenti denigratori che solo persone di basso profilo possono prendere come credibili. Probabilmente, sarebbe meglio che tali sforzi siano indirizzati verso il risanamento delle casse, dando effettiva contezza del suo slogan elettorale, salvo propinare ai cittadini una più rassicurante per lui richiesta di dissesto. Se lo smaltimento del verde costa 165 euro a tonnellata, tale spesa resta inalterata, sia che la raccolta venga fatta da Gesam, sia che il verde venga portato dal cittadino nei centri di raccolta. Qui, l’unica che risparmia è solo la Gesam, che non effettua un servizio previsto dal regolamento sui rifiuti approvato e vigente sul territorio comunale, l’unico che ci rimette è il cittadino che deve sostituirsi ad essa senza alcun risparmio tariffario. Mi pare ora che tutti possono trarre le giuste conclusioni su chi sia amico e di chi. A me sembra chiaro quindi che si preferisca dire bugie ai cittadini per fare sconti alla Gesam sui debiti accumulati dal Comune. Caro Sindaco – conclude il consigliere – lei può anche dire ai cittadini di prendere i loro sacconi di verde e fare l’andirivieni ogni giorno per andare a Perazzeta o agli scarrabili, ma abbia almeno la compiacenza di dire che ciò è necessario per ridurre il debito del Comune e non con quelle banali motivazioni dell’ordinanza che non hanno ragione di essere». «Mi dispiace – risponde Tidei – che Francesco Settanni continui a comportarsi come Grillo, ispiratore di tutte le vicende del suo non partito facendo finta di aver capito le cose, cambiando argomento quando è palese che le cose non le sa, dicendo di voler collaborare e poi mettendo in pratica, da buon militare, un’azione di contrasto dinamico. Cerchiamo di chiarire, se vogliamo parlare di dissesto o di rifiuti verdi. Se trattiamo il primo argomento la posizione comoda, in caso di dissesto, non è la mia ma la sua, come anche nel caso di pre dissesto. Comoda perché potrà parlare all’infinito senza dover provare nulla, senza doversi assumere la responsabilità di nulla. Il dissesto non mi rassicura per niente, è una scelta dolorosa che in tanti anni di politica non mi è mai capitata, ma se è un modo per far rinascere questa città è un passaggio che dobbiamo tutti attraversare. Quello che non mi rassicura é la sicumera che proprio Settanni sta dimostrando quando parla del niente. Sul verde, per esempio, commette grossolani errori quando parla di costi. Quelli da lui copiati sono riferiti allo smaltimento dell’indifferenziato. Per questo la mia ordinanza ha lo scopo di convincere i cittadini a non conferire il verde assieme all’indifferenziato. In questo modo potremo cominciare da subito a risparmiare circa 600mila euro all’anno, anche se Settanni non vuole”. “Questi sono soldi che il Comune non paga alla Gesam – conclude il sindaco – ma versa direttamente come costo alle varie discariche. Per risparmiare abbiamo necessità che il conferito sia vagliato e controllato subito, all’impianto comunale o sugli scarrabili”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Fiumicino: darsena invasa da pesci morti

FIUMICINO – «A seguito dell’arrivo di numerosi pesci morti dal fiume Tevere, è stata allertata immediatamente l’unità di crisi, in particolare per la darsena. Da subito l’Assessorato all’Ambiente si è messo al lavoro per affrontare il problema, insieme ad Autorità portuale, Capitaneria di Porto, Asl, Arpa, ditta rimozione carcasse e Polizia locale». 
Lo dichiara l’assessore all’Ambiente Roberto Cini.
Appena pochi giorni fa un’altra emergenza, sulle spiagge. I pesci morti apparterebbero ad una specie di acqua dolce, il carassio, molto diffusa nel corso del Tevere. Il lugubre spettacolo non sarebbe dunque colpa del mare inquinato, ma sarebbe una eredità dovuta alla vicinanza con il fiume Tevere.
“Succede tutti gli anni – ha spiegato qualcuno nei commenti – in seguito ad un temporale. La pioggia porta con sè i diserbanti delle campagne lungo il Tevere”. Troverebbe così una spiegazione la morìa di pesci, una ipotesi che potrebbe trovare conferma nel fatto che le zone più colpite dal fenomeno siano quelle più vicine alla foce di Fiumara Grande, e quindi più colpite se si tiene conto del fatto che la corrente in quel punto va verso nord».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Contrada Burò, ottima riuscita della Festa del vino e dell’arrosticino

ALLUMIERE – Grande soddisfazione nella Contrada Burò per l’ottima riuscita della XV Festa del vino e dell’arrosticino. Oltre alla numerosa partecipazione di avventori, a far felici i bianconeri sono stati i commenti positivi di coloro che hanno preso parte alla Sagra e che hanno apprezzato l’organizzazione e la cordialità dei contradaioli. Ha avuto un gradimento positivo anche l’ampliamento della proposta di piatti a base di canapa coltivata sui Monti della Tolfa, con la quale sono stati preparati pasta, spezzatino e ciambelle fritte. Ovviamente i complimenti sono andati anche per la mentucciata, la pizza brodosa, il vino e gli arrosticini. Grande partecipazione hanno avuto anche gli spettacoli proposti gratuitamente ogni sera, oltre al torneo di minivolley e al trekking con gli asini nel monumento naturale del Faggeto, entrambi organizzati in collaborazione con delle associazioni allumierasche. Il presidente Stefano Stefanini ringrazia tutti coloro che hanno partecipato alla Sagra e i contradaioli che con il loro impegno e attaccamento alla Contrada hanno permesso di realizzare per la 15^ volta questo imperdibile momento dell’estate allumierasca. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Trofeo Indra Mercuri nel segno dell’Italia

La memoria di Indra Mercuri non poteva essere onorata in modo migliore: è stato un grande successo il 3° Trofeo Indra Mercuri, dedicato al giovane giocatore di hockey in line deceduto in un tragico incidente stradale nel lontano dicembre 2008. PalaMercuri gremito e festante, colorato di azzurro e tricolori e con un pieno di giocatori di tutte le categorie: senior, femminile, giovanili. Eccellente il lavoro della Cv Skating che è riuscita a coinvolgere le gare del trofeo con esibizioni dimostrative per far toccare con mano l’azzurro a tutti e riuscire a coinvolgere in maniera entusiasmante i giovanissimi giocatori di tutta la Regione Lazio. Il Trofeo è stato affrontato dalle nazionali italiane maschili e femminili come preparazione in vista del Mondiale di Asiago – Roana che si terrà nella seconda metà di luglio. A vincere la selezione chiamata ‘‘Italia Bianca’’, sia nel maschile (battuta in finale 3-2 l’Italia Azzurra) e nel femminile (3-2 contro Civitavecchia under 16). Quarto posto per gli Snipers TecnoAlt Civitavecchia che hanno perso la finale 3° posto ai rigori 7-6 contro i francesi del Bourg Les Valence. (SEGUE)

I COMMENTI – «È stata una 3 giorni tanto impegnativa quanto entusiasmante – spiega il presidente Riccardo Valentini – di cui siamo onorati. Ringrazio la Federazione per averci dato fiducia, le autorità presenti alla premiazione, gli sponsor e tutti i volontari che hanno lavorato incessantemente per far si che l’evento riuscisse alla perfezione. Tutto è andato nel migliore dei modi: era la prima volta che l’Italia scendeva nel Lazio e abbiamo fatto di tutto affinchè non ci fossero intoppi a rovinare la festa». Soddisfazione quindi per il presidente Valentini, sentimento condiviso dai tecnici della nazionale. «È stato un raduno impegnativo ed oltre al lavoro sul campo non possiamo notare che con piacere che tutti gli atleti sono tornati a casa con il sorriso – affermano all’unisono i tecnici della nazionale – la Cv Skating è stata davvero ospitale e ci ha messo nelle migliori condizioni di lavorare per il Mondiale. È stato belle poter vedere i giocatori all’opera in partite, ne abbiamo tratto indicazioni importanti di cui terremo conto verso il prossimo Mondiale». (Agg. 27/06 ore 18,54 SEGUE)

GLI SPONSOR – La Cv Skating ringrazia il main sponsor Enel per aver contribuito alla manifestazione, e gli altri sponsor: Orsolini Amedeo SPA, Dopolavoro Ferroviario Civitavecchia, Bingo, Conad Le Terme, Tecnomate, Cpc Civitavecchia, Ottica De Felici, Oreficeria Galli, Santero 958, forno Stefano Papi, macelleria Diego e Barbara, Publiworld, Aquafelix. (Agg. 27/06 ore 19,27)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Piovono congratulazioni per il neo eletto sindaco di Santa Marinella

S. MARINELLA – Continuano i commenti di personalità del mondo della politica e di tante  persone esterne alla campagna elettorale, che ha incoronato Pietro Tidei nuovo sindaco di Santa Marinella. A farsi sentire è stato Bruno Astorre, presidente del consiglio regionale del Lazio. «Voglio fare i miei complimenti a Giovanni Caudo per l’ottima affermazione nel 3° Municipio di Roma, a Esterino Montino che e’ stato riconfermato sindaco di Fiumicino, a Orlando Pocci che a Velletri potrà continuare il buon lavoro fatto da Fausto Servadio e a Pietro Tidei che ha conquistato Santa Marinella. Il Pd esce da questa tornata come primo partito, del resto quando si ha una buona classe dirigente, un’offerta politica chiara e si lavora bene sul territorio, i risultati arrivano». Elogi anche da Massimo Mazzarini dell’Italia dei Valori di Civitavecchia. Complimenti a Pietro Tidei per il risultato elettorale che lo vede nuovo sindaco di Santa Marinella. Torna a coprire quel ruolo istituzionale che gli fu tolto da una incauta sfiducia molto anni fa, ora però, date le drammatiche finanze in cui versa la Perla del Tirreno, non possiamo che augurare a Tidei un buon lavoro di risanamento  economico e urbanistico, che possa essere da esempio anche per il comune di Civitavecchia». «Voglio esprimere i migliori auguri di buon lavoro a Pietro Tidei Sindaco di Santa Marinella – dice Enrico Leopardo della segreteria del PD della Provincia di Roma – ancora una volta, forte della sua esperienza e capacità, con coraggio e determinazione ha messo in campo una proposta vincente ed una squadra composta da giovani e da meno giovani con le competenze giuste per ridare speranza ad un territorio massacrato da anni di mala gestione politica ed amministrativa. Mi lega a Pietro un rapporto di amicizia, di stima e di fiducia, sono certo che saprà restituire a Santa Marinella quel bagliore ormai perso da troppo tempo. Un ringraziamento va anche al segretario del Pd di Santa Marinella Pierluigi D’Emilio e al segretario provinciale Rocco Maugliani per la loro caparbietà ed onestà politica nel tenere unita tutta la coalizione intorno al candidato Sindaco». 
Sulle pagine facebook si è fatto sentire anche Gino Tidei, figlio di Pietro. «Papà, hai vinto la più bella battaglia, forse perché sarà l’ultima sfida politica, forse perché era una partita impossibile. A Santa Marinella il centro destra governa da 70 anni, forse perché qualcuno pensava che non avevi più le forze e le capacità per tornare a vincere, invece ti sei buttato in questa avventura che si prospettava in salita e contro vento ma tu, con la stessa passione e dedizione, sei riuscito a ribaltare il risultato pronosticato, ti auguro davvero il meglio, te lo meriti».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Restyling per la sede della Cri

CIVITAVECCHIA – Inaugurata la sede della Croce rossa italiana di Civitavecchia dopo un restyling e la messa a norma dei locali. I locali sono stati rinnovati e ristrutturati grazie alla sinergia con l’Ater Civitavecchia e il comitato locale della Cri. (Agg. 22/06 ore 17,22 SEGUE)

I COMMENTI – «Era necessario – ha spiegato il presidente della Cri Civitavecchia Roberto Petteruti – anche perché la nostra sede accoglie molte persone e siamo aperti tutti i giorni. L’Ater ci sta molto vicino. Solo nello scorso hanno abbiamo fatto 28mila ore di volontariato». (Agg. 22/06 ore 18,01 SEGUE)

LE PERSONALITÀ – Presente anche il commissario Ater Civitavecchia Antonio Passerelli che ha spiegato come la cessione della sede a canone zero alla Cri sia stato reso possibile soltanto grazie al consigliere regionale Gino De Paolis. De Paolis e il presidente della Compagnia portuale di Civitavecchia hanno ringraziato i volontari per il lavoro costante e importante che svolgono sul territorio. (Agg. 22/06 ore 18,46)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

De Antoniis: ''I nostri elettori liberi di scegliere. Nessuna imposizione''

SANTA MARINELLA – «Voglio innanzitutto ringraziare tutti i nostri elettori per la fiducia che ci è stata accordata: la scelta di ognuno di loro rappresenta il motore per le decisioni future ed il loro voto è e sarà fondamentale per il domani». Lo afferma Alfredo De Antoniis che annuncia di lasciare liberi gli elettori di scegliere in vista del ballottaggio di domenica. «Le elezioni del 10 giugno ci hanno dato la dimostrazione di aver fatto delle scelte politicamente e personalmente corrette: oggi, dopo il risultato elettorale, veniamo da più parti tirati per la giacca nel tentativo di ottenere un nostro appoggio formale, segno che siamo considerati una parte fondamentale del centrodestra. Per quanto riguarda le recenti pubblicazioni giornalistiche, esse sono prive di fondamento,  in quanto non rispecchiano la realtà. Non ho mai espresso pubblicamente il mio pensiero, né tanto meno ho mai rilasciato commenti o interviste in merito. Il nostro gruppo è stato da più parti plaudito per la campagna elettorale e per le posizioni nette prese durante tutti questi mesi e questo sarà il punto di partenza per le successive azioni politiche che intraprenderò con la mia squadra. Ciò nonostante, pur rimanendo uomo di destra, non posso venire meno a quanto fino ad oggi espresso in campagna elettorale: non mi ritengo rappresentato dal candidato proposto da Forza Italia. Per questa ragione reputo fondamentale offrire come indicazione al mio elettorato di presentarsi, come farò anch’io, al ballottaggio, in piena libertà, rispondendo solo alla propria coscienza personale. Dovete ritenervi liberi di prendere una decisione individuale, senza vincoli o imposizioni di sorta. Essendo stato il primo a non voler sottostare a decisioni dall’alto, non sarò mai quello che le  imporrà. Dei sei candidati sindaco esclusi dal ballottaggio, si scrive e si parla sempre di noi: questo ci rende orgogliosi e forti delle nostre scelte e ci proietta verso il futuro con il compito di ricostruire la nostra area politica».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###