''Palio Marinaro, bilancio estremamente positivo''

«Il bilancio del PalIo Marinaro dell’Assunta e del Saraceno e quello dei Tre Porti è estremamente positivo visto che tutto è andato bene e che anche gli equipaggi di fuori si sono divertiti e si sono complimentati con noi». Ad esprimersi così il presidente dell’associazione Mare Nostrum 2000, Sandro Calderai che traccia un bilancio positivo della manifestazione afferente il 39° Palio Marinaro dell’Assunta e del Saraceno ed il 10° Palio Marinaro dei Tre Porti  che ha avuto il patrocinio della Regione Lazio, Citta’ Metropolitana Di Roma Capitale, Città di Civitavecchia e dell’Autorità Portuale di Civitavecchia, del C.O.N.I. CR Lazio e del C.S.I. CP di Roma, del Comitato Parolimpico R.L, FIDS C.R. Lazio, della Fondazione Cassa Di Risparmio di Civitavecchia e del sostegno pastorale della diocesi di Civitavecchia e Tarquinia, inserita anche questo anno nel cartellone dei Festeggiamenti del Natale cittadino nella sezione “La Vecchia Estate”. Al termine delle varie combattute regate del Palio Marinaro fra i Rioni Storici c’è stata la vittoria del Rione Storico Aurelia con il team composto da Ciro Farace, Gennaro Gifuni, Marco Maddaloni, Orlando Di Donato e Emiliano Morbidelli (timoniere); secondo posto per il Rione Storico Campo Dell’Oro con Alessandro Paolucci, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere); terzo posto per il Rione Storico Pirgo con il team composto da Davide Orlandi, Gianfranco Gargiulo, Massimiliano Rossi, Vincenzo Farace, Margherita Fraticelli (Timoniere). Quarto il Rione San Liborio con Roberto Ansaldo, Maurizio Appetecchi, Gabriele Grassi, Diego Zanella e Giorgio Ansaldo (Timoniere). Per quanto riguarda il settore femminile vittoria del Rione Storico San Liborio: il team de ‘‘Le Tenaci’’, composto da Patrizia Manunza,  Letizia Del Vecchio, Margherita Fraticelli, Lancella Rosa e Davide Orlandi (timoniere)per la quarta volta consecutiva ha vinto il Palio Marinaro iscrivendo il proprio nome nell’albo d’oro. Secondo posto per il Rione Storico Aurelia composto da: Cristiana Giardini, Stefania Melissari, Martina Moscatelli, Elena Rescigno e Claudio Guida (Timoniere). Nel Palio Marinaro dei Tre Porti ad avere la meglio è stato il team di Castiglione che si è imposto su Civitavecchia 1 con l’equipaggio composto da Ciro Farace, Gennaro Gifuni, Marco Maddaloni, Orlando Di Donato e Emiliano Morbidelli;  3° posto per Civitavecchia 2 con l’equipaggio composto da Alessandro Paolucci, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere), quarti i ragazzi di Livorno. Solo quinti i campioni in carica uscenti dell’Isola del Giglio; sesti i canottieri del terzo equipaggio civitavecchiese composto da Roberto Ansaldo, Davide Orlandi, Abramo Silva, Vincenzo Farace e Giorgio Ansaldo. Da rilevare che nella duegiorni le donne hanno gareggiato con il simbolo della Komen per la cura, prevenzione del tumore alla mammella. Calderai poi prende l’occasione per porgere «un sentito ringraziamento a quanti con la loro presenza, collaborazione, partecipazione e contributo hanno reso possibile lo svolgimento del programma presentato». In particolare Calderai ringrazia: “i soci storici della Mare Nostrum 2000: Enrico Grieco, Antonino Ponzio, Elio Urbani, Roberto Muliello, Mario Piscini, Mario Borgi, Claudio Guida, Agostino Coppola, Ciro Cozzolino, Francesco Cristini. A loro il ringraziamento più grande perché fanno un grandissimo lavoro nascosto ma fondamentale: si occupano della manutenzione delle barche, allenano i team, si occupano del progetto del canottaggio nelle scuole e di tante altre cose importanti. Grazie poi al Consiglio Direttivo e i soci; i Capitani e i Governatori dei Nuovi Rioni Storici: Margherita Fraticelli, Patrizia Manunza, Cristiana Giardini, Vincenzo Ricotta, Gianfranco Gargiulo, Gennaro Lo Iacono, Davide Orlandi, Ciro Farace, Daniele Pinchi, Paolo Parigiani, Massimiliano Rossi, Roberto Ansaldo; i giudici Giovanni Spinelli (prestato dalla LNI di cui è vicepresidente) e Vincenzo Ricotta; il realizzatore del campo di gara Marco Corti della L.N.I; atlete e atleti che hanno gareggiato nelle varie discipline sportive:  dal canottaggio con Palio Marinaro che hanno dato vita a gare entusiasmanti difendendo con onore i colori della città ai Giochi al Mare e alla Lotta Saracena, alla Vela e ai bambini impegnati nella Prova di Pesca sportiva con la canna, i ragazzi del Circolo Canottieri Civitavecchia del coach Franco Tranquilli; le forze dell’ordine civili e militari per la collaborazione prestata durante le gare e tutta la manifestazione;  le associazioni presenti per la loro presenza e collaborazione;  l’IIS Stendhal e Via della Immacolata P.A. Guglielmotti con il Liceo Artistico collegato realizzatori del Damasco; la testimonial per il canottaggio Silvia Felicioni; la direttrice artistica per la serata delle premiazioni e intrattenimento Barbara Brugè; gli artisti dell’estemporanea di pittura e quanti si sono esibiti nella forma di “amichevole partecipazione” la serata del 28 luglio; il maestro Arnaldo Massarelli per aver concesso di utilizzare la stampa di CV del 1715 nel materiale pubblicitario.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Palio Marinaro dà i suoi verdetti

Per una frazione di secondo l’equipaggio di Castiglione della Pescaia (Rione Piazza) ha battuto l’equipaggio Civitavecchia 1 conquistando la Coppa del X Palio Marinaro dei Tre Porti del settore maschile; sul terzo gradino del podio l’equipaggio Civitavecchia 2 con il team composto dai ragazzi della cantera del Circolo Canottieri Civitavecchia di mister Franco Tranquilli. Per il settore femminile vittoria dell’equipaggio di Livorno, argento per il team delle ‘‘Tenaci’’ di Civitavecchia (reduci dalla vittoria del Palio Marinaro 2018 conquistata il giorno prima) e bronzo per il team di Fiumicino. Anche quest’anno alla Marina di Civitavecchia si è svolta una ricca duegiorni di festa e eventi inerenti il palio Marinaro tra i Rioni Storici di Civitavecchia (39^ edizione) e il Palio Marinaro dei Tre Porti (X edizione) con una serie di iniziative a margine di questo evento sportivo. Tutta la manifestazione è stata promossa, organizzata e curata alla perfezione da Sandro Calderai e dai soci dell’associazione ‘‘Mare Nostrum 2000’’ Sabato mattina il Palio Marinaro si è aperto con la sfilata; a questo momento. Nel pomeriggio (dalle 17 in poi) si sono svolte le regate valide per l’assegnazione del titolo. Al termine delle varie combattute regate vittoria del Rione Storico Aurelia con il team composto da Ciro Farace, Gennaro Gifuni, Marco Maddaloni, Orlando Di Donato e Emiliano Morbidelli (timoniere); secondo posto per il Rione Storico Campo Dell’Oro con Alessandro Paolucci, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere); terzo posto per il Rione Storico Pirgo con il team composto da Davide Orlandi, Gianfranco Gargiulo, Massimiliano Rossi, Vincenzo Farace, Margherita Fraticelli (Timoniere). Quarto il Rione San Liborio con Roberto Ansaldo, Maurizio Appetecchi, Gabriele Grassi, Diego Zanella e Giorgio Ansaldo (Timoniere). Per quanto riguarda il settore femminile vittoria del Rione Storico San Liborio: il team de ‘‘Le Tenaci’’, composto da Patrizia Manunza,  Letizia Del Vecchio, Margherita Fraticelli, Lancella Rosa e Davide Orlandi (timoniere)per la quarta volta consecutiva ha vinto il Palio Marinaro iscrivendo il proprio nome nell’albo d’oro. Secondo posto per il Rione Storico Aurelia composto da: Cristiana Giardini, Stefania Melissari, Martina Moscatelli, Elena Rescigno e Claudio Guida (Timoniere). Combattuta la Lotta Saracena: vittoria di Emanuele Arciprete; a seguire Gabriele Lisiola; Dario Masoni e Matteo Lisiola. Nella gara dimostrativa di canottaggio fra gli atleti del Circolo Canottieri Civitavecchia vittoria dell’equipaggio composto da Alessandro Paolucci, Gabriele e Matteo Lisiola, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere); secondi Giuseppe Corati, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Gabriele Grassi e Paolucci senior (timoniere). Domenica poi si è svolto il Palio Marinaro dei Tre Porti che ha visto svolgersi gare combattutissime con vittorie decise sul finale. Ad avere la meglio è stato il team di Castiglione che si è imposto su Civitavecchia 1: i civitavecchiesi Ciro Farace, Gennaro Gifuni, Marco Maddaloni, Orlando Di Donato e Emiliano Morbidelli per gran parte della gara hanno avuto la supremazia poi per un guasto alla pedaliera hanno perso qualche secondo e l’espertissimo team toscano hanno sferrato la remata vincente piazzando la prua della loro barca davanti ai locali. Terzo Civitavecchia 2 con l’equipaggio composto da Alessandro Paolucci, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere), quarti i ragazzi di Livorno. Solo quinti i campioni in carica uscenti dell’Isola del Giglio; sesti i canottieri del terzo equipaggio civitavecchiese composto da Roberto Ansaldo, Davide Orlandi, Abramo Silva, Vincenzo Farace e Giorgio Ansaldo. Da rilevare che nella duegiorni le donne hanno gareggiato con il simbolo della Komen per la cura, prevenzione del tumore alla mammella. Anche questa edizine 2018 va in cantiere e verrà ricordata come una bella manifestazione pienamente riuscita. Il popolo del Remo è cresciuto, ora bisogna che i civitavecchiesi imparino ad amare questa manifestazione che unisce tradizione, sport, solidarietà, cultura, storia, folklore. Complimenti all’attivissimo patron Sandro Calderai, ai soci storici per il grande lavoro che fanno nell’anno; agli allenatori, ai giudici (Vincenzo Ricotta, Giovanni Spinelli), ai collaboratori e agli atleti, a Tranquilli per il supporto e per i suoi ragazzi. 
Rom. Mos.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Volley Ladispoli: l’Under 13 centra un prestigioso terzo terzo posto

Non ce l’hanno fatta i ragazzi di Ladispoli a compiere l’impresa. Il titolo di campione regionale è andato alla Fenice di Roma; a seguire Roma 7, Ladispoli e Tuscania. La formula della finale, prevedendo una squadra contro tutte le altre su due campi adiacenti, ha messo a dura prova la tenuta dei ragazzi. Sei le gare complessive che si sono susseguite con pause  intermedie minime. (agg.09/05 ore 18,10 SEGUE)  

Tutti i ragazzi scesi in campo hanno dato prova di aver raggiunto un eccellente grado di preparazione tecnica, tale da rendere le gare tutte molto piacevoli, combattute e con scambi prolungati. Il Ladispoli voleva scendere in campo per dare il massimo; ha lottato molto per contrastare avversari temibili, ma tutto sommato alla portata. Peccato che in alcuni momenti cruciali delle due gare più impegnative la componente emotiva abbia avuto il suo “peso”. Inevitabile per ragazzi giovanissimi, alle loro prime competizioni di questo tipo, subire in gara attimi di fatale disorientamento. (agg.09/05 ore 18,40 SEGUE)  

Il premio per i campioni laziali della Fenice sarà la partecipazione alle finali nazionali di categoria, a Cosenza; una competizione che vedrà la partecipazione di 28 squadre in rappresentanza di tutte le regioni d’Italia e che assegnerà l’ambito titolo di “Campioni d’Italia 2018”. Ai ragazzi di Ladispoli i complimenti di tutta la Volley Ladispoli per aver dato lustro con la loro dedizione alla propria Associazione Sportiva ed all’intera loro città. (agg.09/05 ore 19,40)  

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Snipers TecnoAlt sconfitti a Modena

CIVITAVECCHIA – Niente da fare: gli Snipers TecnoAlt non riescono ad espugnare Modena e la serie si dovrà decidere a gara 3, nel prossimo weekend a Civitavecchia.
Al PalaSacca finisce 3-2 per i padroni di casa (3-1 il primo tempo) al termine di una gara emozionante e sempre in bilico.
I civitavecchiesi vanno in svantaggio dopo pochi secondi su rebound ma pareggiano a metà frazione con Valentini. Sul finire di frazione uno-due pesante dei padroni di casa che chiudono il tempo in doppio vantaggio. Nella ripresa tante occasioni per entrambe le squadre ma sale sugli scudi il portiere modenese Cipriano, autore di 50 parate a fine gara, che salva il fortino Modena. Il gol di Cocino non basta a pareggiare i conti.

"La pista di Modena è molto difficile per caratteristiche – spiega Riccardo Valentini – e non è stato facile abituarsi ad un altro campo che impone un altro modo di giocare. Dopo un inizio tosto però, abbiamo preso le misure e nel secondo tempo abbiamo letteralmente dominato l'incontro. Molto bravo il portiere ospite, cosi come i suoi compagni di squadra, a difendere il risultato. Le gare di play off sono sempre combattute e vengono decise dagli episodi: questa volta hanno girato in nostro sfavore".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Weekend da dimenticare per Giammaria

<p>Si &egrave; purtroppo conclusa ancor prima di iniziare la prima gara della Blancpain GT Series Endurance Cup 2018 per Raffaele Giammaria, impegnato nel weekend appena trascorso all&rsquo;autodromo nazionale di Monza. Il pilota ufficiale Lamborghini, portacolori del Grasser Racing Team al volante della Lamborghini Hurac&aacute;n GT3 #19 in equipaggio con Ezequiel Perez Companc (ARG) e Marco Mapelli (ITA), &egrave; arrivato sul circuito brianzolo motivato ad iniziare con il piede giusto la stagione 2018, in una delle edizioni pi&ugrave; combattute di sempre della prestigiosa serie per vetture Gran Turismo con ben 53 vetture al via.<br />
L&rsquo;appuntamento sulla pista italiana &egrave; stato per&ograve; decisamente impegnativo per Giammaria, che fin dalle sessioni di prove libere del venerd&igrave; ha faticato a trovare il giusto feeling con la vettura per una anomala erogazione della potenza del motore che ha ridotto la velocit&agrave; di punta della Lamborghini Hurac&aacute;n GT3. Un aspetto che su un tracciato come Monza, dove le medie sono particolarmente alte, ha inciso in maniera piuttosto consistente sulle prestazioni.<br />
Non &egrave; andata meglio in qualifica, con Giammaria che ha preso il volante della vettura in Q2, ma non ha potuto migliorare il crono iniziale di 1:49.824 a causa di un&rsquo;interruzione per bandiera rossa dopo l&rsquo;incidente della Mercedes AMG GT3 #49.&nbsp;<br />
Per effetto dei nuovi regolamenti, che stabiliscono il tempo di qualifica di ciascun equipaggio calcolando la media tra le migliori prestazioni di ciascun pilota, Giammaria si &egrave; cos&igrave; qualificato in trentasettesima posizione. <strong>(agg. 26/04 ore 17.54 segue)</strong></p>

<p>IN GARA IL PILOTA CIVITAVECCHIESE NON SCENDE NEANCHE IN PISTA: Con un&rsquo;obbligata strategia di gara orientata alla rimonta, Giammaria avrebbe dovuto guidare nel conclusivo terzo stint, ma un contatto tra Perez Companc e il compagno di team Rolf Ineichen, al volante della Lamborghini Hurac&aacute;n GT3 #82, dopo appena trenta giri, ha costretto l&rsquo;equipaggio #19 dapprima ad una lunga sosta ai box e quindi ad un prematuro ritiro.&nbsp;<strong>(agg. 26/04 ore 17 segue)</strong></p>

<p>RAFFAELE GIAMMARIA: &laquo;Sono chiaramente dispiaciuto per come sono andate le cose a Monza, non &egrave; stato il weekend che avrei voluto. Anche se dopo aver riscontrato i problemi al motore sapevo che sarebbe stato pi&ugrave; difficile essere competitivi in gara, era importante macinare chilometri per prendere confidenza con le nuove gomme 2018 e con tutto il set-up della vettura, ma purtroppo la gara &egrave; terminata troppo presto. Cercher&ograve; di concentrarmi da subito sul round di Silverstone per riscattare quanto prima questo difficile avvio di stagione&raquo;.<br />
Raffaele Giammaria torner&agrave; al volante della Lamborghini Hurac&aacute;n GT3 del Grasser Racing Team per il secondo appuntamento stagionale in programma sul circuito di Silverstone dal 18 al 20 maggio.&nbsp;<strong>(agg. 26/04 ore 18.10)</strong></p>

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Doppia sconfitta per le Snipers

Si è giocato domenica a Civitavecchia il quarto concentramento del campionato femminile di hockey in line. Al PalaMercuri le Snipers hanno perso contro il Cus Verona per 4-2 e contro le Asiago Bee Pink per 3-2 al termine di due partite accese e combattute fino all’ultimo secondo. La sfida fra i due team veneti è terminata 1-1. (Agg. 08/03 ore 17.35 SEGUE)

I COMMENTI DELLA GIOCATRICE MARTINA MORI – «Sono state due belle partite – afferma la giocatrice Martina Mori – che la nostra squadra ha giocato bene ma in cui purtroppo non siamo riuscite a fare punti. Il team comunque è in crescita, grazie anche al continuo miglioramento della giovane Nascimben fra i pali, e soprattutto continuiamo a divertirci tutte insieme. Questo è un bellissimo gruppo di amiche e prima ancora dei risultati conta lo stare bene insieme. Ben presto arriveranno anche soddisfazioni sul campo». (Agg. 08/03 ore 18 SEGUE)

PER LE SNIPERS ANCHE DUE ESORDI DI ELEMENTI DEL VIVAIO – Da segnalare l’esordio nel team femminile senior per due giovani civitavecchiesi del vivaio: Rosaria Nambuletto e Sara Buzzi. (Agg. 08/03 ore 18.35)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###