Alla Carducci il Pyrgi S. Severa cede 58-62 al New Basket Time

Nella seconda giornata di serie D, girone A, il Pyrgi Basket s’arrende 58-62 al New basket Time. Stecca l’esordio tra le mura amiche la formazione tirrenica. Il match se lo aggiudicano alla sirena del quarto tempo gli ospiti. Prevale per gli uomini di Catinari la scarsa vena sotto canestro, tanti i rimbalzi lasciati in fase difensiva e poca l’ incisività sotto il tabellone, cosi come gli infiniti errori dal tiro libero, predominanti nella seconda parte del quarto tempo dove, gli ospiti, arrivano col fiato corto e costretti al fallo sistematico. Dall’altra parte si tira molto meno  ma con percentuali realizzative di gran lunga più alte, e forse la differenza per il quintetto di  Paone la fa quell’esser più cinici nei momenti clou. Nota positiva il rientro di Cimò, per lui alla fine saranno 9 i punti realizzati, con Mangiola, Galli e Antista che finiscono in doppia cifra. Parte discretamente  il quintetto di Catinari, interpreta  nella maniera giusta il match concludendo il primo tempo avanti di cinque, seppur si veda la scarsa vena e si accenda un campanello d’allarme, quanto al quinto il NBT mette  avanti la testa di una lunghezza. Il Pyrgi nella seconda frazione perde il vantaggio accumulato e alla sirena di mezza gara il punteggio è di parità, 31-31. Il Pyrgi al ritorno in campo sembra un’altra squadra, macina gioco ma sbaglia troppo a causa del pressing alto degli avversari, arriva fino ad essere sotto di sei con i suoi primi due punti che arrivano dopo 4 minuti. Si lotta e dopo essere stati sotto di sei i ragazzi di Catinari chiudono il terzo tempo sotto di una sola lunghezza, Antista e Galli suonano la carica e si chiude sul 45-46. Quarto tempo punto a punto fino a 4’ e 9” al termine, che vede le due squadre in perfetta parità. 55-55. La squadra ospite si carica di falli e il primo a farne le spese è Setric, autore tra l’altro di una buona gara. Ma il Pyrgi dal tiro libero non c’è, commette troppi errori e viene punito quasi sistematicamente nelle ripartenze  da Cimino e Ratkovic. Il NBT va avanti e non si fa più riprendere. Finisce 62 a 58, domenica c’è il Basket Cavese93 e ci si può già rifarsi.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sant’Egidio, Matia Bazar in piazza Vittorio  Veneto a Tolfa

TOLFA – Dopo gli oltre 50 eventi estivi con la partecipazione di migliaia di visitatori, Tolfa chiude in bellezza la stagione estiva con il momento tradizionale più importante e sentito: i festeggiamenti in onore di Sant’Egidio Abate. Oggi alle 17 presentazione del libro di Marco e Bruno Fracassa “L’Eremo della Ss. Trinità di Allumiere” presso il Polo Culturale. Stasera poi l’evento clou, ossia il grande concerto gratuito dei Matia Bazar in piazza Vittorio Veneto alle 21,30. Domenica 2 settembre gran finale con la serata tradizionale più attesa da tutti coloro che vivono a Tolfa o che hanno origini tolfetane, quella della tombola e dei fuochi artificiali. Si inizierà alle 21,30 in piazza Vittorio Veneto con il concerto degli Echoes; seguirà alle 22,30 avrà luogo l’estrazione della grande tombola che vede come da sempre protagonisti tutti i cittadini in piazza Vittorio Veneto col cartellone montato sul balcone della facciata comunale. Alle ore 23 uno straordinario spettacolo pirotecnico a ritmo di musica, sempre su piazza Vittorio Veneto chiuderà la grande estate di Tolfa. Sempre il 2 settembre avrà luogo anche la gara a cavallo “2° Palio degli anelli” presso il campo di Poggio Cedraulli, a cura della Asd Cavalieri di Tolfa. Gli eventi del weekend di Sant’Egidio Abate sono realizzati dal Comune di Tolfa e dalla Pro Loco anche grazie al supporto della Regione Lazio, in modo particolare nelle more del progetto Plastic Free: si avrà dunque un’attenzione particolare nella gestione dei rifiuti in plastica con l’utilizzo di materiali biodegradabili e la sensibilizzazione della cittadinanza sul tema del risparmio dei rifiuti.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sant’Egidio, Matia Bazar in piazza Vittorio  Veneto a Tolfa

TOLFA – Dopo gli oltre 50 eventi estivi con la partecipazione di migliaia di visitatori, Tolfa chiude in bellezza la stagione estiva con il momento tradizionale più importante e sentito: i festeggiamenti in onore di Sant’Egidio Abate. Oggi alle 17 presentazione del libro di Marco e Bruno Fracassa “L’Eremo della Ss. Trinità di Allumiere” presso il Polo Culturale. Stasera poi l’evento clou, ossia il grande concerto gratuito dei Matia Bazar in piazza Vittorio Veneto alle 21,30. Domenica 2 settembre gran finale con la serata tradizionale più attesa da tutti coloro che vivono a Tolfa o che hanno origini tolfetane, quella della tombola e dei fuochi artificiali. Si inizierà alle 21,30 in piazza Vittorio Veneto con il concerto degli Echoes; seguirà alle 22,30 avrà luogo l’estrazione della grande tombola che vede come da sempre protagonisti tutti i cittadini in piazza Vittorio Veneto col cartellone montato sul balcone della facciata comunale. Alle ore 23 uno straordinario spettacolo pirotecnico a ritmo di musica, sempre su piazza Vittorio Veneto chiuderà la grande estate di Tolfa. Sempre il 2 settembre avrà luogo anche la gara a cavallo “2° Palio degli anelli” presso il campo di Poggio Cedraulli, a cura della Asd Cavalieri di Tolfa. Gli eventi del weekend di Sant’Egidio Abate sono realizzati dal Comune di Tolfa e dalla Pro Loco anche grazie al supporto della Regione Lazio, in modo particolare nelle more del progetto Plastic Free: si avrà dunque un’attenzione particolare nella gestione dei rifiuti in plastica con l’utilizzo di materiali biodegradabili e la sensibilizzazione della cittadinanza sul tema del risparmio dei rifiuti.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

A Tolfa oggi l'XI Drappo dei Comuni

TOLFA – A Tolfa è il giorno del Drappo dei Comuni.

In questa domenica di agosto nella cittadina di Tolfa Pro Loco e amministrazione comunale stanno per dareilvia a una lunga giornata di eventi e appuntamenti facenti parte del calendario dei festeggiamenti in onore del patron Sant'Egidio.

Stamattina a aprtire dalle 9 si terrà la Giostra saracena con gli anelli nella quale saranno protagonisti i cavalli tolfetani: questa manifestazione è promossa dall'Asd Cavalieri Tolfa. A seguire la scuderia ''Come va va'' darà invece vita alla Corsa dei somari in linea.

Dalle ore 15 lin poi, invece, si entrerà nel clou della manifestazione, ossia con l'XI edizione del Drappo dei Comuni che vedrà 8 Comuni contendersi il Drappo realizzato dall'artista Silvia Di Silvestro. Il tutto comincerà con il corteo aperto dal sindaco di Tolfa Luigi Lanci accompagnato dalle due vincitrici di ieri sera di Miss Drappo Ilaria Mariani (Allumiere) e Elena Ciambella (Tolfa), il Drappo 2018 e loro le autorità dei vari Comuni e i gonfaloni; il corteo sarà accompagnato dalla banda Verdi diretta dal maestro Stefania Bentivoglio. 

A seguire si susseguiranno le batteire eliminatorie e le finali delle sfide tra i cavalli che correranno lungo l'apposita  pista allestita lungo viale d'Italia. Ingresso gratuito. 

Tolfa quindi rinnova l'appuntamento con questo evento tradizionale importante e atteso. La corsa dei cavalli al fantino si svolge praticamente da sempre lungo il viale d’Italia. Una tradizione che qualcuno fa risalire addirittura agli etruschi: un’anfora rinvenuta nella necropoli tolfetana del Ferrone raffigura già all’epoca una gara tra cavalieri. Arrivando ai giorni nostri, i manifesti dei festeggiamenti del patrono S. Egidio Abate di inizio ‘900 riportano con evidenza questa tradizione, che da dieci anni (anche alla luce delle nuove norme di sicurezza relative a questo genere di eventi) ha trovato nuova linfa nella formula del “Drappo dei Comuni”.

Le batterie – Durante la cena di gala, che si è tenuta venerdì sera alla presenza dei sindaci e rappresentanti istituzionali dei comuni partecipanti e delle scuderie, sono stati sorteggiati gli abbinamenti tra cavalli e municipi. La corsa prenderà il via alle 15.30. Prima batteria Civitavecchia (su Vidoc, scuderia Carduccii) contro Cerveteri (su Su Conte, scuderia Monte Castagno); seconda batteria Oriolo Romano (su Nalmahmoud, scuderia Orlandi) contro Santa Marinella (su Tuscia, scuderia Pennesi-Pierotti); terza batteria Allumiere (su Urban Shire, scuderia Fontana Tonna) contro Tolfa (su Sorighittu, scuderia Monumento); quarta e ultima batteria Canale Monterano (su Saphiria, scuderia Monte Canino) contro Manziana (su Spoon River, scuderia Pasquali).

Il percorso – Il tracciato della corsa dei cavalli di Tolfa è lungo circa 450 metri e si snoda lungo Viale d’Italia, in leggera salita e con una curva. Oltre all’interramento completo del percorso sono state installate una serie di transenne esclusive a collo d’oca, con le quali il Comune di Tolfa insieme ad altre precauzioni specifiche ha voluto garantire la massima protezione per gli spettatori e per i cavalli. Il pubblico come di consueto potrà assistere alla gara gratuitamente lungo il Viale d’Italia.

L’organizzazione – L'organizzazione del Drappo dei Comuni è curata dalla Pro Loco di Tolfa, guidata dal Presidente Alessio Testa e dalla vice Stefania Marcelli, con la collaborazione diretta del Comune di Tolfa e del Sindaco Luigi Landi in prima persona. A garanzia della sicurezza del pubblico oltre alla protezione civile sono impegnate le forze dell’ordine ed uno staff ad hoc.

 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tolfa: domani � il giorno del ''Drappo dei Comuni''

TOLFA – Oltre 100 persone si sono incontrate ieri sera presso il ristorante La Loggia per la Cena di Gala con cui l’amministrazione comunale di Tolfa in collaborazione con la Pro Loco hanno aperto i festeggiamenti del patrono Sant’Egidio e, in particolare, dell’XI Drappo dei Comuni.

Il calendario della tregiorni del Drappo dei Comuni prevede oltre alla cena di ieri sera la manifestazione di stasera ‘‘Miss Drappo’’ e domenica la corsa al fantino dei cavalli mezzosangue in cui 8 Comuni si contenderanno la vittoria del Drappo dipinto quest’anno dalla pittrice tolfetana Silvia Di Silvestro.

I Comuni che quest’anno hanno aderito all’invito del sindaco di Tolfa Luigi Landi oltre a Tolfa sono: Allumiere, Civitavecchia, Manziana, Oriolo Romano, Santa Marinella, Cerveteri, Canale Monterano.

Per il Comune di Tolfa c’erano il sindaco Luigi Landi, il vicesindaco Stefania Bentivoglio; gli assessori Cristiano Dionisi e Paola Aloisi, i consiglieri Domenico Lucianatelli, Claudia Pagliarini e i delegati Angela Ceccarelli, Pamela Pierotti e Anita Carminelli. Presenti per la Pro Loco, invece, il presidente Alessio Testa, la vicepresidente Stefania Marcelli e Silvia Marazzi. Alla cena sono stati presenti le autorità dei vari Comuni c’erano per Allumiere il sindaco Antonio Pasquini e il consigliere comunale Sante Superchi; per Civitavecchia il vicesindaco Daniela Lucernoni e il consigliere Fortunato; per Manziana l’assessore Eleonora Brini e il consigliere comunale Giacomo Levati; per Oriolo Romano l’assessore Gianni Petrocchi; per Santa Marinella il consigliere Fabrizio Fronti; per Cerveteri il vice sindaco Giuseppe Zito.

Momento clou della serata il sorteggio Comuni-scuderie, a cura della delegata Ceccarelli e della vicepresidente Pro Loco Marcelli. Civitavecchia con il cavallo Vidoc della scuderia Carducci; Cerveteri cavallo Su Conte scuderia Monte Castagno; Oriolo Romano cavallo Nalmahmoud della scuderia Orlandi; Santa Marinella con cavallo Tuscia scuderia Pennesi Pierotti; Allumiere con Urban Spire scuderia Fontanatonna; Tolfa con Sorighittu con scuderia Monumento; Canale Monterano Saphiria scuderia Marco Canino; Manziana con cavallo Spoon River scuderia Pasquali.   

Al termine dei sorteggi si sono composte le batterie: prima batteria Civitavecchia contro Cerveteri; seconda batteria Oriolo contro Santa Marinella; terza batteria Allumiere contro Tolfa; quarta batteria Canale contro Manziana. Tra i fantini che correranno il Drappo c’è l’allumierasco Bruno Carolini che con tre vittorie e 2 secondi posto è il fantino che ha vinto di più; di poco sotto Bebo Filippini.

Domenica sarà quindi il giorno dell’11^ edizione del ‘‘Drappo dei Comuni’’, la corsa dei cavalli purosangue che ogni anno infiamma la collina. Il Comune collinare sarà protagonista di un grande evento calamiterà tutta l’attenzione, cioè la corsa dei cavalli purosangue al fantino promossa dall’amministrazione comunale di Tolfa in collaborazione con la Pro Loco. Questo evento ha origini molte antiche: c’è, infatti, un’anfora rinvenuta nella necropoli tolfetana del Ferrone che raffigura una gara tra cavalieri. Questa corsa dei cavalli fin dall’inizio del 1900 faceva e fa parte dei festeggiamenti in onore del patrono Sant’Egidio. Da 11 anni questa corsa si è evoluta e vede in gara alcuni Comuni delle province di Roma e Viterbo (quest’anno 8). Per quanto riguarda l’albo d’oro del Drappo nel 2008 vittoria del Comune di Vejano; nel 2009 Allumiere; nel 2010 Tolfa; 2011 Anguillara; 2012 Manziana; 2013 e 2014 Trevignano (unico Comune ad aver vinto 2 edizioni); 2015 Formello; 2016 Canale Monterano; 2017 Santa Marinella. I Comuni che non hanno mai vinto questa competizione sono Civitavecchia, Cerveteri e Oriolo Romano.

Domenica quindi sarà una giornata tutta da vivere a Tolfa fra sport equestre, divertimento, tradizione e cultura. Il tutto comincerà alle 900 con la ‘‘Giostra del Saraceno’’ con gli anelli promossa dall’Asd Cavalieri Tolfa nella quale saranno protagonisti i cavalli tolfetani. Alle 10.45 seguirà la corsa degli asini in linea sul percorso interrato di viale d’Italia promossa dalla scuderia ‘‘Come va va’’.

Il pomeriggio si aprirà alle 15 con la sfilata dei sindaci coi gonfalaoni dei Comuni, le autorità, il Drappo, Miss Drappo 2018; il corteo sarà accompagnato dalla musica della banda Giuseppe Verdi diretta dal maestro Stefania Bentivoglio. Dalle 16 si susseguiranno le batterie della corsa dei cavalli mezzosangue al fantino: al termine della competizione il sindaco di Tolfa premierà i vincitori con il Drappo 2018.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Csl Soccer, è un girone pieno di derby

di MATTEO CECCACCI

«Il girone A di quest'anno è molto competitivo. Non ho mai visto la presenza di così tante compagini attrezzate per arrivare alla vittoria finale». Esordisce così il giovane direttore sportivo della Csl Soccer Daniel D'Aponte sulla composizione del girone A di Promozione, formato da diciotto squadre che inizieranno il proprio campionato domenica 2 settembre. Un raggruppamento veramente insolito, ma allo stesso tempo curioso, perché sono ben sette i club del comprensorio che durante il corso della stagione si sfideranno continuamente tra di loro in match molto sentiti, meglio dire derby. Le squadre della zona inserite nel girone sono: Atletico Ladispoli, Città di Cerveteri, Compagnia Portuale Civitavecchia, Corneto Tarquinia, Csl Soccer, Santa Marinella e Tolfa. Tutte formazioni che durante il mercato estivo si sono rafforzate, mettendo a segno grandi colpi di mercato, in particolar modo la nuova Cpc2005 di Paolo Caputo che, in sintonia con il patron Sergio Presutti e l'ex direttore sportivo nerazzurro Sandro Fabietti, hanno trasformato l'organico dello scorso anno in un'armata rossa più battagliera che mai, con l'obbligo di arrivare a tutti i costi al primo posto della classifica per poter riassopare quella categoria di nome Eccellenza che gli appartiene pienamente, d'altronde i presupposti ci sono tutti. La Csl, invece, dopo aver chiuso parzialmente la campagna acquisti, anche se qualche ultimo colpaccio prima dell'esordio stagionale potrebbe arrivare, è pronta e carica per scendere sul terreno di gioco del Flavio Gagliardini per dimostrare a tutti le grandi qualità degli under e l'esperienza dei più esperti, fino ad arrivare al bomber Carmine Gaeta, da cui i tifosi e la società si aspettano moltissimo essendo la punta di diamante di Villotti e Fracassa. Domani alle 17.30 al Tamagnini si giocherà l'amichevole tra Cpc2005 e Csl Soccer, un bell'assaggio in vista dell'inizio del torneo. Le restanti compagini del girone A oltre alle sette del comprensorio sono: Aranova, Aurelio Roma Academy, Bomarzo, Canale Monterano, Duepigreco Roma, Doc Gallese, Montefiascone, Pol. Monti Cimini, Pian Due Torri, Pol. Vigor Acquapendente e Urbetevere. I rossoblu faranno il loro esordio in casa domenica 2 settembre alle 11 al Dlf con il Città di Cerveteri, per un derby che già prospetta non poche emozioni, mentre una settimana dopo saranno scintille quando i ragazzi di mister Daniele Fracassa sfideranno il Santa Marinella. Per la partita clou, però, la città dovrà aspettare fino a domenica 30 settembre, quando i portuali faranno tappa sul sintetico del Dlf per una gara che accoglierà centinaia di supporter. il 28 ottobre, invece, sarà il turno dell'Atletico Ladispoli ospite al Gagliardini, la sfida con il Tolfa andrà in scena il 4 novembre tra le mura del Felice Scoponi e il 2 dicembre sarà Csl-Corneto Tarquinia. Riguardo la Coppa Italia ai rossoblu è stato sorteggiato il team dei Pescatori Ostia che ospiteranno i civitavecchiesi al Ludovichetti mercoledì 5 settembre, con ritorno due settimane più tardi. Durante la stagione ci saranno tre soste, ovvero il 30 dicembre (festività natalizie), il 14 aprile ( Torneo delle Regioni) e il 21 aprile (festività pasquali) e un turno infrasettimanale, previsto mercoledì 10 aprile. L'inizio del campionato, dunque, è alle porte e il girone A di Promozione laziale non può che promettere faville e grandissime emozioni così da far divertire ed entusiasmare i numerosi appassionati di questo bellissimo sport: il calcio, in particolar modo quello locale.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Csl, è un girone pieno di derby

di MATTEO CECCACCI

«Il girone A di quest'anno è molto competitivo. Non ho mai visto la presenza di così tante compagini attrezzate per arrivare alla vittoria finale». Esordisce così il giovane direttore sportivo della Csl Soccer Daniel D'Aponte sulla composizione del girone A di Promozione, formato da diciotto squadre che inizieranno il proprio campionato domenica 2 settembre. Un raggruppamento veramente insolito, ma allo stesso tempo curioso, perché sono ben sette i club del comprensorio che durante il corso della stagione si sfideranno continuamente tra di loro in match molto sentiti, meglio dire derby. Le squadre della zona inserite nel girone sono: Atletico Ladispoli, Città di Cerveteri, Compagnia Portuale Civitavecchia, Corneto Tarquinia, Csl Soccer, Santa Marinella e Tolfa. Tutte formazioni che durante il mercato estivo si sono rafforzate, mettendo a segno grandi colpi di mercato, in particolar modo la nuova Cpc2005 di Paolo Caputo che, in sintonia con il patron Sergio Presutti e l'ex direttore sportivo nerazzurro Sandro Fabietti, hanno trasformato l'organico dello scorso anno in un'armata rossa più battagliera che mai, con l'obbligo di arrivare a tutti i costi al primo posto della classifica per poter riassopare quella categoria di nome Eccellenza che gli appartiene pienamente, d'altronde i presupposti ci sono tutti. La Csl, invece, dopo aver chiuso parzialmente la campagna acquisti, anche se qualche ultimo colpaccio prima dell'esordio stagionale potrebbe arrivare, è pronta e carica per scendere sul terreno di gioco del Flavio Gagliardini per dimostrare a tutti le grandi qualità degli under e l'esperienza dei più esperti, fino ad arrivare al bomber Carmine Gaeta, da cui i tifosi e la società si aspettano moltissimo essendo la punta di diamante di Villotti e Fracassa. Le restanti compagini del girone A oltre alle sette del comprensorio sono: Aranova, Aurelio Roma Academy, Bomarzo, Canale Monterano, Duepigreco Roma, Doc Gallese, Montefiascone, Pol. Monti Cimini, Pian Due Torri, Pol. Vigor Acquapendente e Urbetevere. I rossoblu faranno il loro esordio in casa domenica 2 settembre alle 11 al Dlf con il Città di Cerveteri, per un derby che già prospetta non poche emozioni, mentre una settimana dopo saranno scintille quando i ragazzi di mister Daniele Fracassa sfideranno il Santa Marinella. Per la partita clou, però, la città dovrà aspettare fino a domenica 30 settembre, quando i portuali faranno tappa sul sintetico del Dlf per una gara che accoglierà centinaia di supporter. il 28 ottobre, invece, sarà il turno dell'Atletico Ladispoli ospite al Gagliardini, la sfida con il Tolfa andrà in scena il 4 novembre tra le mura del Felice Scoponi e il 2 dicembre sarà Csl-Corneto Tarquinia. Riguardo la Coppa Italia ai rossoblu è stato sorteggiato il team dei Pescatori Ostia che ospiteranno i civitavecchiesi al Ludovichetti mercoledì 5 settembre, con ritorno due settimane più tardi. Durante la stagione ci saranno tre soste, ovvero il 30 dicembre (festività natalizie), il 14 aprile ( Torneo delle Regioni) e il 21 aprile (festività pasquali) e un turno infrasettimanale, previsto mercoledì 10 aprile. L'inizio del campionato, dunque, è alle porte e il girone A di Promozione laziale non può che promettere faville e grandissime emozioni così da far divertire ed entusiasmare i numerosi appassionati di questo bellissimo sport: il calcio, in particolar modo quello locale.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Palio di Allumiere: vittoria della Polveriera

ALLUMIERE – Il maltempo non ferma il Palio di Allumiere: la Polveriera per il terzo anno consecutivo vince il Cencio con il fantino Massimiliano Virgili, più noto come ‘‘Marchicianello’’; alla Polveriera anche il trofeo come ‘‘Miglior gruppo sbandieratori’’; la Nona invece è stata premiata con il trofeo ‘‘Miglior corteo storico’’. L’evento clou del paese collinare si è dimostrato, ancora una volta, più forte di ogni cosa e avversità: dopo 54 anni il Palio continua a infiammare i cuori e a riempire la piazza. Sabato pomeriggio, dopo la Provaccia, si è svolto il Mini Palio e la vittoria è andata al Ghetto; sul balcone premiati il presidente Giovanni Superchi e il fantino Mario Vela. Al termine del Mini Palio c’è stata la lunga notte colorata con le varie Contrade che hanno dato vita a feste e spettacoli originali e divertenti.

Ieri la giornata è cominciata con la benedizione degli asini e dei fantini da parte del parroco don Stefano sul sagrato della chiesa; nella piazza è poi seguita la punzonatura: questa operazione è stata seguita dal dottor Alessandro Mellini e dai vari esponenti dell’amministrazione comunale. Alle 17 dai giardini davanti ai carabinieri si è aperto il corteo storico che dopo aver sfilato lungo via Roma è arrivato in piazza. Al termine del corteo è iniziato il temporale per cui è stato necessario interrompere per poi riprendere alle 8 con la premiazione delle Contrade vincitrici del miglior corteo storico e del miglior gruppo sbandieratori: a premiare la Polveriera e la Nona sono stati il deputato Alessandro Battilocchio e il sindaco di Tolfa Luigi Landi. I due trofei sono stati offerti da Orographic di Vittorio Capolonghi e da Off Side di Damiano Brunori. Per la prima parte del Palio la voce del Palio è stata l’insegnante e giornalista Manola Camilletti. Il dottor Mellini poi, come sempre, è stato il ‘‘the voice’’ della seconda parte del Palio. Prima delle tre batterie la Contrada Sant’Antonio ha fatto fare il giro d’onore a Santiago il grande asino che ha vinto tanti trofei e corse e che dopo un infortunio i contradaioli biancorossi hanno curato con amore e ora si sta godendo la ‘‘pensione’’ nelle stalle del Sant’Antonio.

A seguire c’è stato il controllo della pista e poi via alle tre sgabbiate: a dare lo start come sempre il mitico mossiere Renzo Corvi.

Nella prima batteria: gabbia 1 Nona con Scafroglia; gabbia 2 Ghetto con Biacione; gabbia 3 Polveriera con Vento; gabbia 4 Sant’Antonio con Pelosino; gabbia 5 La Bianca con Schicchera; gabbia 6 Buro con Branca. Al termine di questa batteria prima al traguardo la Nona con 12 punti; seguita da Polveriera con 10; Buro con 8; Sant’Antonio con 6; La Bianca con 4; Ghetto con 2.

Nella seconda batteria: gabbia 1 Polveriera con Il Principe; gabbia 2 La bianca con Gallo George; gabbia 3 Sant’Antonio con Renato; gabbia 4 Buro con Bruno II; gabbia 5 Ghetto con Gigetto; gabbia 6 Nona con Giuliano. Al termine di questa gara primo posto per ghetto con 12 punti; a seguire Polveriera con 10; Nona con 8; Buro con 6; Sant’Antonio con 4; La Bianca con 2.

Nella terza batteria gabbia 1 Ghetto con Balboa; gabbia 2 Buro con Angelino; gabbia 3 Polveriera con Tredici; gabbia 4 La Bianca con Balù; gabbia 5 Nona con Sangue Blu; gabbia 6 Sant’Antonio con Caronte. L’ordine d’arrivo ha visto vincere i l Buro 12 punti; Sant’Antonio con 10; Polveriera con 8; Ghetto con 6; Nona con 4; La Bianca 2.

Sommando i vari punteggi al termine delle tre batterie vittoria assoluta per i rossoblu della Polveriera con 28 punti; secondo posto per Buro con 26; Nona terza con 24; quarti pari merito Sant’Antonio e Ghetto con 20 punti; quinti la Bianca con 8.

I giudici per gli sbandieratori, cioè il Gruppo Sbandieratori Storica Contrada Trinità, hanno visionato attentamente le performances degli sbandieratori collinari e hanno decretato la vittoria della Contrada Polveriera con 275.40; secondo posto per Buro con 274.68; Ghetto con 263.52; Nona 249.75; Sant’Antonio 198.92; La Bianca con 107.40.

Per quanto riguardo il corteo storico i giudici Pietro Meloni (presidente di giuria), Lorenzo Semeraro e Serena Santacroce hanno scelto come miglior corteo storico la Contrada Nona con 220 punti; a seguire Buro 218; Ghetto 217; Polveriera 215; La Bianca 205; Sant’Antonio 204.   

 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Palio delle Contrade di Allumiere punta al riconoscimento nazionale

ALLUMIERE – Non si spegne ad Allumiere l’eco positivo dell’incontro svoltosi giovedì a Montecitorio. Il deputato di Tolfa, Alessandro Battilocchio ha infatti voluto ospitare una delegazione al Parlamento per parlare dell’evento clou di Allumiere, il Palio delle Contrade. Da piazza della Repubblica è partito un pullman con la delegazione composta dal sindaco Antonio Pasquini, l’assessore alla Cultura e Pari Opportunità Brunella Franceschini, la presidente e la vicepresidente della Pro Loco rispettivamente Tiziana Franceschini e Flavia Verbo nonchè l’ex presidente e ora socia Pro Loco Anna Pesce. Con loro il ‘’papà’’ e l’ideatore del Palio Riccardo Rinaldi e anche rappresentanti di tutte e 6 le Contrade di Allumiere. I membri della delegazione hanno effettuato la visita a Montecitorio e hanno partecipato al convegno-presentazione degli eventi culturali del Palio delle Contrade di Allumiere e la Festa del Baccanale di Campagnano alla Camera dei Deputati. Inoltre è stata presentata loro la proposta di legge di cui sono ideatori e promotori l’onorevole Battilocchio e il senatore Francesco Battistoni: la legge proposta dai due politici punta alla promozione, al sostegno e alla valorizzazione delle manifestazioni che includano al loro interno cortei in costume, rievocazioni e giochi storici. In particolare la proposta si articola su cinque punti in cui centrali saranno l’istituzione di un Albo Nazionale gestito direttamente dal MiBACT e di un Fondo per la promozione di manifestazioni di questo tipo. «L’iter legislativo imporrà un certo periodo di attesa ma nel caso in cui tale proposta di legge dovesse essere approvata ci sarebbero enormi margini di crescita per il Palio delle Contrade di Allumiere e soprattutto la possibilità, finalmente, di un riconoscimento a livello nazionale per il nostro sentitissimo Palio – spiega l’assessore alla Cultura e alle Pari Opportunità Brunella Franceschini – più volte nel suo intervento presso la Sala del Cenacolo di Vicolo Valdina l’On. Battilocchio ha sottolineato l’importanza di queste manifestazioni per i territori e per le comunità che li hanno prodotti e che con essi sono cresciuti e si sono sviluppati: importanza culturale, sociale ed economica. E più volte è stata ribadita la sua ferma intenzione di praticare una politica vicina al territorio, l’unica in grado di fornire stimoli creativi e dare risposte concrete alle comunità». Battilocchio ha spiegato: “Sto elaborando una proposta di legge a tutela delle rievocazioni storiche in Italia. Al rientro dalla pausa estiva la proposta di legge, anticipata con il sen. Battistoni giovedì nell’aula del Cenacolo della Camera alla presenza di sindaci e amministratori locali del mio territorio che hanno contribuito con proposte concrete al miglioramento del testo, sarà consegnata agli uffici competenti e auspico che possa incardinarsi in iter che porti alla discussione in assemblea”. Soddisfatto il sindaco Pasquini “Ringrazio l’on. Battilocchio e il sen. Battistoni per la loro proposta di legge e per il loro attaccamento al territorio per la loro onestà intellettuale che oltrepassa le barriere delle rivalità politiche per fare politica, quella vera, quella vicina alle comunità e alle amministrazioni locali”. L’incontro è terminato con la sapiente e sentita analisi del Palio delle Contrade da parte della presidente della Pro Loco di Allumiere che ha concluso: “Rinnovo i ringraziamenti all’Onorevole e al Senatore che nelle due Camere sosterranno questa lotta per noi. E vorrei ringraziare Riccardo Rinaldi e le sei Contrade oggi qui presenti senza cui nulla sarebbe stato possibile e il moderatore del Convegno Daniele Annibali, che da ex-Presidente di Contrada conosce il Palio e lo ama come tutti noi”. Orgoglioso Riccardo Rinaldi presente che plaude all’iniziativa di Battilocchio e auspica in una crescita del Palio e che venga valorizzato e sostenuto. Soddisfatti anche i rappresentanti delle varie Contrade che in tribuna hanno potuto seguire una seduta parlamentare. «Il nostro Palio è il motore del nostro paese che tutti ci muove per tutto l’arco dell’anno. È un evento che unisce cultura, tradizione, folklore, sport e che va avanti grazie alla passione, al volontariato, alla grinta, alla voglia di vincere».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###