Nella RS:X brillano le stelle di Camboni e Benedetti

Si è chiuso ieri ad Aarhus, in Danimarca, il campionato del mondo a classi unificate. Nella RS:X maschile brilla la stella di Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre), autore di una splendida Medal Race: fino all’ultimo traverso prima dell’arrivo era in testa, proprio sull’ultima boa un ingresso discutibile dell’inglese l’ha fatto chiudere in seconda posizione. Il civitavecchiese chiude così sesto in classifica generale ed è lui che ufficialmente qualifica l’Italia per la classe delle tavole a vela maschili ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Bene anche l’altro atleta made in Lni Daniele Benedetti (SV Guardia di Finanza), ottavo in classifica generale con un settimo posto nella Medal, nonostante avesse girato primo la prima bolina.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Camboni e Benedetti portano l’Italia a Tokyo

Dopo il ticket strappato nelle classi Laser Radial, 470 maschile e 470 femminile, venerdì l’Italia ha conquistato altre tre qualifiche per le Olimpiadi di Tokyo 2020 nell’RS:X maschile, RS:X femminile e Nacra 17.
Le buone notizie arrivano da Aarhus, in Danimarca, dove il campionato del mondo di vela a classi unificate è giunto alla fase finale.
A tenere alto il tricolore ci stanno pensando i civitavecchiese Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre) e Daniele Benedetti (SV Guardia di Finanza), i quali hanno permesso all’Italia di qualificarsi matematicamente nella classe RS:X maschile, dove per stabilire chi sarà l’autore della qualifica bisognerà attendere la Medal Race di oggi, perchè Camboni e Benedetti sono entrambi nei primi dieci e si trovano appaiati rispettivamente in settima e ottava posizione a soli quattro punti di distanza. Troppo lontano per loro il podio, ma possono andare fieri entrambi per la qualifica dell’Italia ai Giochi Olimpici giapponesi.
«Partiremo dalla settima posizione – commenta sul suo profilo social Mattia Camboni – con le medaglie piuttosto lontane. Rimane un po’ il rammarico della penalità subita il primo giorno, che ci ha impedito di scartare il brutto 27 di giovedì, ma è comunque un Mondiale molto complicato ed essere tra i primi dieci rimane un segnale molto forte e una conferma dopo l’oro di Tarragona. Ora sotto con la Medal».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Emanuele Sacco vola in Ucraina: ''Noi giovani talenti costretti ad emigrare''

di MATTEO CECCACCI

«Attualmente il calcio è un gioco di sponsor e non è più lo sport più bello del mondo». Così il talento civitavecchiese classe 1997 Emanuele Sacco commenta la situazione di oggi del calcio locale. Parole molte forti e dure, ma allo stesso tempo sincere. Lo sfogo di Sacco rappresenta il pensiero di centinaia di calciatori che al momento sono arrabbiati, furibondi e soprattutto delusi dal brutto spettacolo che oggi giorno la Civitavecchia sportiva dal punto di vista calcistico offre. Il bomber, il 28 agosto partirà alla volta dell’Ucraina per disputare il campionato con una squadra di serie A, dopo l’esperienza biennale vissuta in Polonia con una squadra di terza divisione e le due settimane inglesi a Gillingham. L’ex Civitavecchia Calcio e Santa Marinella, però, è molto arrabbiato e scandalizzato dal contesto reale cittadino: «È ignobile – spiega Lele Sacco – constatare tanta indecenza all’interno delle società civitavecchiesi. È inammissibile che girano sempre gli stessi calciatori e allenatori, non dando così spazio ai giovani talenti locali, preferendo addirittura pescare fuori città. Mi hanno negato anche di svolgere la preparazione e quindi mi sono trovato nuovamente costretto ad emigrare all’estero. Sono avvilito».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Altro giorno, altro addio: Bogdanovic saluta la Snc

di MATTEO CECCACCI

Altra brutta tegola in casa Snc Enel Civitavecchia. Dopo l’addio di venerdì scorso del mancino ventiseinne Andrea Castello, a fare i bagagli ci pensa anche il centrovasca serbo classe 1995 Nikola Bogdanovic. Proprio oggi, infatti, l’annuncio dell’ormai ex calottina rossoceleste numero cinque che ha deciso di interrompere il bellissimo anno trascorso insieme ai tirrenici. Un campionato a dir poco straordinario per il talento dal destro micidiale, che ha  siglato ben 47 gol, classificandosi come secondo marcatore della rosa (dopo Checchini) e sesto miglior capocannoniere di tutto il girone sud.
Un’ardua scelta che ha sconvolto tutti, dai vertici societari ai numerosi tifosi, ma la notizia d’altronde non poteva avere un finale diverso: l’atleta puntava alla serie A1 e non raggiungendola tramite i playoff era scontato l’addio, in quanto non appena terminata la stagione gli sono giunte almeno tre richieste da parte di squadre della massima serie; tra l’altro non ci sarebbe neanche bisogno dello svincolo se il serbo decidesse di giocare con club di A1, solo nel caso contrario servirebbe. Una decisione, dunque, che fa perdere in meno di 48 ore alla Snc un altro pezzo da novanta che complica d’ora in poi la situazione mercato, anche se il sostituto di Castello sembra stare dietro l’angolo e il ritorno  del difensore Simeoni che ha lasciato il Latina è quasi certezza. Per quanto riguarda Bogdanovic sembra fare ritorno in Liguria dal suo grande amore: il Genova Quinto, ma l’attaccante commenta ironico: «Non lo so, sto ancora valutando. La certezza è che al 99 per cento lascio la Snc».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Scontro auto moto: grave un 30enne di Cerveteri

di GIULIANA OLZAI

CERVETERI – Un altro terribile incidente con un motociclista coinvolto e ferito in modo grave. Verso le 14,15 una macchina e uno scooter, per causa ancora in corso di accertamento, sono rimaste coinvolte in uno scontro frontale all’incrocio fra via Settevene Palo e l’ingresso della A12. 
Una Mini, con alla guida una donna, proveniente dall’Aurelia sulla Settevene Palo svolta a sinistra in direzione dell’autostrada quando in quel momento sopraggiunge lo scooter con due giovani a bordo sulla carreggiata opposta. 
Uno scontro frontale tremendo. I due, un ragazzo di Cerveteri, R. L. le sue iniziali, classe 88, e una ragazza di Ladispoli, A. M., classe 90, sono stati sbalzati via. 
Ad avere la peggio il giovane, che per le condizioni critiche in cui versa, è stato trasportato con l’eliambulanza, che ha atterrato sul piazzale della Polstrada, al Policlinico Gemelli, mentre la ragazza con l’ambulanza all’Aurelia Hospital. Illesa la donna a bordo dell’auto. 
Sul posto la Polizia locale, al comando del maggiore Roberto Tortolini, per fare i rilievi con il supporto della Polstrada Cerveteri-Ladispoli. 
La dinamica dell’incidente è al vaglio della polizia municipale. Da una prima ricostruzione sembra che la donna alla guida della Mini abbia tagliato la strada ai due che provenivano in senso opposto con lo scooter. 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Prima da ''grandi'' per Marini e Luciani

di MATTEO CECCACCI

Il progetto giovani sta prendendo sempre più forma nel Civitavecchia Calcio 1920, ma d’altronde puntare sui talenti del settore giovanile è uno dei primi importanti obiettivi di quest’anno per patron Iacomelli, mister Rocchetti e il direttore sportivo dell’agonistica Fabio Ceccacci. Proprio oggi, infatti, è arrivata l’inaspettata chiamata del club nerazzurro nei confronti dei due baby fenomeni Tiziano Marini e Marco Luciani. Entrambi classe 2002 sono cresciuti fin da piccoli sul terreno di gioco del Tamagnini, anche se Marini inizialmente ha calcato stadi davvero importanti, come quello del centro sportivo Fulvio Bernardini di Trigoria. Un grande traguardo raggiunto per i due talenti che durante l’anno si sono maggiormente distinti con la rosa regionale di mister Mazza segnando molti gol decisivi e regalando numerose prestazioni eccelse. Una convocazione, dunque, più che meritata, frutto della continua dedizione e passione che Marini e Luciani hanno sempre messo negli allenamenti compensando allo stesso tempo anche lo studio. «Indescrivibile – spiega il sedicenne Tizi Marini – l’emozione che ho provato al momento della chiamata. Ora dovrò dare il meglio di me stesso per esordire in Eccellenza: è il mio sogno».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Santa Marinella inizia la preparazione

Comincerà lunedì pomeriggio al Comunale di Civitavecchia, la preparazione del Santa Marinella Calcio. La società tirrenica, per il quarto anno consecutivo, si vede costretta a uscire fuori dalle mura amiche per poter continuare a fare calcio. Alla presenza dell’intera dirigenza, i due mister Stuccilli e Di Martino, inizieranno a far lavorare i giocatori, nella speranza di portarli al massimo della forma ad inizio settembre, quando prenderà il via il campionato di Promozione. Dopo la corposa campagna acquisti, chiusa con l’arrivo dei due giovani Muzio Simone e Errico Domenico. Il primo, classe ‘99 ex Astrea, è un difensore esterno, giocatore duttile che riesce a ricoprire il ruolo su entrambe le fasce, mentre Errico, classe 2000, cresciuto nelle giovanili della Lazio ed ex SFF Atletico, dove ha messo in mostra le sue doti tecniche nella juniores nazionale. Tesserato anche il centrocampista Pasquale Gramegna, proveniente dall’Ischia di Castro, un classe 1995 cresciuto nel settore giovanile rossoblu e lanciato nel campionato di Promozione nel lontano 2013 dall’allora tecnico Dominici che, nella passata stagione, l’ha voluto con lui all’Ischia di Castro. Nonostante le difficoltà per non avere una propria casa dove giocare, il gruppo dirigenziale presieduto da Patrizio Gramegna con tanta passione e la collaborazione dei due responsabili tecnici Di Martino e Stuccilli, ha rivoluzionato l’intero organico, per affrontare al meglio la nuova stagione. Dunque, domani, saranno presenti al Comunale Paoloni Alessandro proveniente dal Latera e protagonista della cavalcata che ha riportato il Santa Marinella in Promozione, i difensori Roberto Famà ex Giarre e Ischia di Castro, Tersigni Carmine ex San Lorenzo Nuovo con un passato nelle giovanili della Roma, Patrizio Mancini ex Poseidon Soccer ma soprattutto vincitore del campionato di 1° categoria con la maglia del Santa Marinella, Errico Domenico proveniente dalla Tevere Roma e Capoccia Kevin (classe 1999) proveniente dal Tolfa; i centrocampisti Carra Gianluca ex Ladispoli e Manciano, Matteo Scaramozzino anche lui vincitore del campionato di 1° categoria con la maglia rossoblu e quest’anno in forza al Manciano, Stenbock Nicolò punto di forza dell’Aranova, Muzio Simone (classe 1999) proveniente dalla Tevere Roma e gli attaccanti Arilli Manuel (classe 2001) ex Ladispoli e Bordoni Andrea ex Maccarese. Questi dunque i convocati. Portieri: Sanfilippo, Paoloni e Priori. Difensori: Terzigni, Famà, Mancini, Errico, Capoccia, Muzio e Gilardi. Centrocampisti: Iacovella, Stenbock, Fanari, Rocchetti, Rosati, Carra e Gramegna. Attaccanti. Arilli, Bonaventura, Bordoni, Scaramozzino e Zimmaro.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Castello: ''Lascio un pezzo di cuore''

di MATTEO CECCACCI

«Lascio un pezzo di cuore». Così il mancino della Snc Enel Civitavecchia Andrea Castello commenta l’addio, dopo cinque anni, alla società rossoceleste; nella prossima stagione giocherà a Latina. Un fatto insolito, una notizia che nessuno si sarebbe mai aspettato, ma nello sport tutto può succedere e queste cose spesso accadono così, all’improvviso, anche se non in preventivo. Certo, non è mai facile digerire notizie del genere per qualsiasi società e di sicuro non lo è stato per il presidente Roberto D’Ottavio e il vice Simone Feoli. Il classe ‘91, ventisette anni a novembre, ha cominciato fin da piccolo a tuffarsi nelle piscine, in particolare in quella di Largo Caprera, che l’ha portato nel 2009 a soli 17 anni ad esordire in serie A1, poi due anni fuori città, prima in prestito alla Lazio (promozione in A1) e dopo all’Anzio. Poi il ritorno in città nella società che l’ha accolto fin da bambino e trattato nel migliore dei modi. Una serie di successi raggiunti, partendo da quel primo posto senza mai perdere, alla stagione dei 33 centri consecutivi in 22 gare disputate. La mancanza di Castello si sentirà, perchè nello spogliatoio quel giusto mix di umiltà e serietà ora sarà difficile trovarla. «Ho scelto – commenta Castello – di fare una nuova esperienza di vita e di sport. Grazie a tutti».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tarquinia aderisce al progetto ‘‘Capitani coraggiosi’’

TARQUINIA –  L’assessore ai Servizi sociali del Comune di Tarquinia, Manuel Catini, annuncia l’adesione al progetto “Capitani coraggiosi”, promosso dalla Confederazione Autonoma Europea dei Lavoratori diversamente abili. 
L’iniziativa si svolgerà martedì 28 agosto, sul lungolago “Argenti” di Bracciano all’interno degli spazi del Consorzio di Navigazione, al termine del campionato mondiale di vela juniores classe 470, che si terrà dal 17 al 26 agosto 2018. 
La manifestazione durerà un’intera giornata e ha l’obiettivo di dare impulso e visibilità alle attività sportive che coinvolgono i diversamente abili, con una dimostrazione di regata con imbarcazioni appositamente attrezzate e l’assistenza di personale esperto. 
Nell’ambito della giornata saranno presentati tre prototipi progettuali realizzati dagli studenti dell’Istituto Nautico “Calamatta” di Civitavecchia, fruibili dai diversamente abili. 
Il primo è l’Electricsave, un pattino di salvataggio spinto da motori elettrici, che può muoversi sia in acqua che sulla battigia. Il secondo si chiama Glays, un occhiale intelligente, dotato di quattro sensori, due frontali e due laterali, che rilevano gli ostacoli e mandano segnali acustici e di vibrazione. Il terzo è il Safe One, un salvagente che si gonfia automaticamente all’impatto con l’acqua. Il programma della manifestazione prevede una tavola rotonda dove ci si potrà confrontare sul tema della disabilità. 
«Ho candidato Tarquinia a ospitare l’edizione del prossimo anno di questa manifestazione – dichiara l’assessore ai Servizi sociali, Manuel Catini – sport e disabilità possono conciliarsi. La presentazione dei tre prototipi sarà un evento particolarmente interessante. Un momento importante sarà il confronto nella tavola rotonda, dove esporrò una relazione sulla situazione tarquiniese e le attività svolte durante l’anno dalle associazioni in coordinamento con il settore servizi sociali del Comune». «È indispensabile fare rete con gli altri comuni – conclude Manuel Catini – effettuare scambi di informazioni, condividere esperienze e progetti.  Il nostro Comune è da sempre attento ai problemi dei cittadini diversamente abili e per questo dobbiamo operare affinché i diversamente abili abbiano la possibilità di praticare sport assieme ai loro coetanei». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vecchia, ecco Lorenzo Serafini: è lui il sostituto di Cerroni

di MATTEO CECCACCI

Non sono trascorse neanche 48 ore dall’infortunio del gioiellino di casa Samuele Cerroni che il Civitavecchia Calcio 1920 ha voluto immediatamente prendere il sostituto del classe ‘98. Una scelta delle ultime ore obbligatoria per il club di Ivano Iacomelli, che ha portato all’acquisto dell’attaccante nato nel 1991 Lorenzo Serafini: ventisette anni ancora da compiere, punta di spessore con un ottimo fiuto del gol e tanta qualità, reduce dalla stagione con il Montalto, ha militato anche nel Flaminia Civitacastellana, primavera del Grosseto, in serie D con l’Orvietana e col Montefiascone, con il quale tre anni fa grazie a un suo gol dagli undici metri fu decisivo per la retrocessione in Promozione del Civitavecchia. Un passato, dunque, che promette bene e fa sperare i numerosi tifosi nerazzurri. Intanto alla Cavaccia di Allumiere continua la preparazione dell’intera rosa a disposizione del tecnico Andrea Rocchetti in vista della prima uscita stagionale fissata sabato 4 agosto alle 18 contro la Csl Soccer di mister Daniele Fracassa; una buona occasione per vedere giocare tutti i nuovi innesti, in particolar modo Serafini, così da capire se sarà veramente il degno sostituto del talento Cerroni. A dire la sua sull’inizio della stagione ci ha pensato la punta ex Perugia Alessio Moneti: «Sono molto contento di essere qui a Civitavecchia, già conoscevo il portiere Andrea Tomarelli. Per ora stiamo lavorando bene e bisogna continuare così».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###