Premio ai Quartieri per il restyling al cimitero comunale

SANTA MARINELLA – Si è rivelato veramente emozionante l’incontro che il sindaco Tidei ha avuto con i Quartieri, la nota famiglia di operatori turistici di Santa Severa, che ha ricevuto un significativo riconoscimento da parte del primo cittadino per essere stata protagonista di un atto che ha consentito di effettuare un consistente restyling al cimitero comunale. «Dobbiamo dire grazie a Maddalena, Fabio e Stefano Quartieri – ha commentato Tidei – per aver fatto fare una vera e propria riqualificazione del cimitero a proprie spese. Tutto questo in onore del fratello Antonio, che io conoscevo benissimo, e che purtroppo ora non c’è più. Con questo gesto, il giorno dei defunti, il nostro camposanto è apparso tirato a nuovo».  Tra le lacrime, Maddalena Quartieri, ha voluto far presente che il restyling c’è stato anche grazie all’aiuto della cittadinanza e che il progetto deve essere ancora portato a termine.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Diabete, oltre 350 nuovi casi l’anno

CIVITAVECCHIA – Circa il 7% della popolazione del nostro distretto ha il diabete. Parliamo di circa 80mila abitanti. Dati allarmanti per una patologia killer, come l’ha più volte definita il direttore generale della Asl Roma 4 Giuseppe Quintavalle. Sono proprio questi dati a sottolineare il bisogno di puntare sulla prevenzione, come l’azienda sanitaria locale sta facendo da anni grazie al lavoro del responsabile della diabetologia Graziano Santantonio e delle associazioni. Una collaborazione che si conferma anche quest’anno in occasione della Giornata mondiale del diabete.

Per domani, infatti, è stata organizzata una giornata dedicata, appunto, alla prevenzione del diabete con il patrocinio della Asl Roma 4 che si terrà presso l’Unicoop Tirreno di Boccelle con informative sulla malattia e screening della retinopatia diabetica. In campo scenderanno Adiciv, Cri-comitato di Civitavecchia, Leo club Civitavecchia, Lions club Civitavecchia Porto di Traiano,  Lions club Civitavecchia – Santa Marinella host,  Lions club Roma Appia antica, volontari Protezione civile di Civitavecchia, Uic sezione di Civitavecchia e Ordine delle professioni sanitarie di Roma. «Sia all’interno che all’esterno del centro commerciale – ha spiegato il presidente Adiciv Civitavecchia Sandro Luciani – i volontari delle associazioni effettueranno dei test per i cittadini con questionari, calcolo della massa corporea ed altro. Dopo il medico valuterà il fattore di rischio e a quel punto si potrà indirizzare il cittadino presso il proprio medico curante o presso il camper che si troverà all’esterno dove verrà effettuata la retinopatia dalla dottoressa Gloria Bastioli». Una collaborazione di molte associazioni «che affiancano il servizio sanitario pubblico – ha detto Santantonio – e che è un vantaggio per tutta la popolazione».

Dello stesso avviso Bastioli: «Quest’iniziativa prende sempre più piede di anno in anno e il mio compito sarà quello di effettuare lo screening della retina. Se si trovasse un sospetto o un danno sarebbe possibile inidirizzare il cittadino verso un percorso agevolato». Soddisfatto anche il direttore sanitario del polo ospedaliero Antonio Carbone: «Importante il lavoro che i volontari svolgono ogni giorno presso l’ospedale San Paolo». L’Adiciv infatti opera quotidianamente presso il nosocomio cittadino presso la diabetologia. «Dove c’è una rete – ha sottolineato il direttore sanitario Carmela Matera – si riescono a realizzare cose importanti». Quintavalle ha ricordato l’importanza della prevenzione per quanto riguarda la cura e la scoperta della malattia. «Il diabete è una cosa seria – ha detto – dobbiamo muoverci su un percorso di anticipazione, avviare procedure di medicina di iniziativa. Serve parlare, fare in modo che i giovani intraprendano percorsi virtuosi, alimentazione sana e attività fisica. Inoltre – ha concluso – è importante la continuità della cura». Sono circa 350 le nuove diagnosi di diabete all’anno, su 110-120 persone circa 7 o 8 hanno il diabete, inoltre su 3 persone con il diabete 1 non sa di averlo. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Lega, il ministro Gian Marco Centinaio a Tarquinia per parlare di Agricoltura e turismo

TARQUINIA – Continua la marcia di avvicinamento alle prossime elezioni di primavera per la Lega Lazio.
In questo contesto, mercoledì 14 novembre alle ore 19, il coordinatore cittadino della Lega, Alessandro Giulivi, ha organizzato un incontro presso la sala consiliare con il Ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio, il vice coordinatore regionale e senatore Umberto Fusco, il coordinatore regionale del partito Onorevole Francesco Zicchieri.
Agricoltura e turismo l’argomento dell’incontro.
“Abbiamo bisogno di un nuovo corso dove abbiamo tutti l’obbligo di far tornare Tarquinia ad essere protagonista. Bisogna guardare avanti con fiducia e coraggio – questo il messaggio del coordinatore cittadino Alessandro Giulivi. Il nostro territorio ha bisogno di progetti seri e di risposte. Grazie alla disponibilità dei ministri della Lega e dei coordinatori regionali e locali, abbiamo finalmente la possibilità di tornare a far sentire la nostra voce. Invito tutti gli agricoltori ed operatori turistici a partecipare attivamente e collaborare in questo nuovo percorso. Insieme possiamo farcela”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Riaperto il cavalcavia della Braccianese

CIVITAVECCHIA – È stato da poco riaperto al traffico il tratto del cavalcavia sulla Braccianese Claudia, quello che sovrasta via Pecorelli – nel nuovo tratto della Mediana – chiuso nel tardo pomeriggio di ieri a causa del cedimento, seppur di lieve entità, del manto stradale.  

Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco, per verificare il dissesto statico segnalato. La strada è stata così interdetta al transito in via cautelare, proprio per il cedimento riscontrato ai lati del viadotto. E così questa mattina si è svolto un sopralluogo congiunto da parte dell'ingegner Giulio Iorio del Comune, del sindaco Antonio Cozzolino, dei Vigili del fuoco e della Polizia locale, all'esito del quale è stato deciso di riaprire la strada. 

"Voglio tranquillizzare la cittadinanza – ha spiegato il primo cittadino – non abbiamo riscontrato alcun problema strutturale. C'è da sistemare un giunto superficiale, ma un lavoro piuttosto semplice che non prevede quindi la chiusura del tratto interessato. D'altronde anche questa struttura a settembre rientrava nel monitoraggi effettuato dagli uffici tecnici del Pincio su ponti e viadotti cittadini, disposto all'indomani della tragedia di Genova". 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Idrico, riparato il guasto del Nuovo Mignone: ora si attende l’acqua

CIVITAVECCHIA – Finalmente conclusa la riparazione della tubatura rotta dell’acquedotto del Nuovo Mignone. L’amministrazione comunale comunica infatti che intorno alle 14 si sono conclusi con successo i lavori di riparazione presso località Cicugnola. Alle 15.50 è ripartita l’erogazione idrica alla città. Domani in tarda mattinata la situazione dovrebbe tornare alla normalità. Tutto ok anche per il Medio Tirreno.

L’assessore ai Lavori pubblici spiega che una volta ripresa l’erogazione si dovrebbe tornare lentamente alla normalità, ci sono i serbatoi da riempire e tutte le complicazioni ormai note ai civitavecchiesi che ormai sono diventati esperti di rubinetti a secco. Siamo all’inizio di novembre e l’acqua è mancata già due volte, per diversi giorni. Una situazione al limite del sostenibile ma, purtroppo, un film già visto.

Specialmente nelle zone a monte, come ad esempio San Liborio, dove gli abitanti sono veterani nell’uso di taniche e bottiglie. Tra torbide e guasti l’acqua manca sempre più spesso. Comunque l’evento di giovedì è stato certamente straordinario, con un grosso tubo in resina rotto da una frana. «Ringrazio gli operai di Csp – spiega Ceccarelli – che hanno operato in condizioni veramente difficili». Nonostante rimanga la scomoda abitudine di cercare colpevoli altrove, l’acqua ora dovrebbe lentamente tornare ovviamente salvo nuovi imprevisti. Sembrano sempre più lontani i tempi delle conferenze trionfali e delle promesse di presentazione dello studio dei ‘‘saggi’’ sul comparto idrico cittadino.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Idrico, ancora una giornata nera

CIVITAVECCHIA – Ancora una giornata nera sul fronte idrico cittadino. Problemi, ieri, per le utenze di diverse zone della città con un guasto defi nito da Acea «notevole» presso l’acquedotto del Mignone che si è andato ad unire ad un fermo programmato da parte del Consorzio acquedotto Medio Tirreno e il risultato è mezza città senz’acqua. Per quanto riguarda l’acquedotto del Mignone, gestito dalla Civitavecchia servizi pubblici, l’assessore ai Lavori pubblici Alessandro Ceccarelli mostre alcune immagini di un grosso tubo, in località Cicugnola, rotto che schizza acqua con una pressione notevole. La colpa, secondo l’assessore, è della «solita frana» che «ha trascinato un tratto di tubo di resina nera resistente (pead) che avevamo montato – spiega Ceccarelli – perché più fl essibile e quindi più resistente ai movimenti della frana. Ma con quello che è venuto giù dal cielo, anche lui ha dovuto obbedire alla terra. Ricordo per inciso che questa frana doveva essere ricondotta alla ragione con un’opera troppo pesante per il Comune. L’accordo era che la Regione ci doveva dare quanto necessario per la progettazione».

Insomma, colpa della Regione e intanto tutte le zone a monte di Civitavecchia restano a secco. Così come, per l’interruzione programmata del Medio Tirreno, i disagi ci sono stati per le utenze della zona nord di Civitavecchia, quelle alimentate dall’impianto Filtri di Aurelia. Non la pensa come l’assessore Ceccarelli il consigliere comunale di Polo democratico Mirko Mecozzi che torna sull’argomento idrico puntando il dito contro l’amministrazione comunale. «Vorrei ricordare – tuona – che ambedue gli acquedotti risultano ad oggi ancora di competenza di questa amministrazione. Il danno riscontrato sul Medio Tirreno, nel percorso Tarquinia Civitavecchia, come più volte detto si produce su un tratto di vecchia condotta in acciaio da 400 millimetri, non ancora sostituita per l’inerzia di completare una nuova condotta in ghisa sferoidale, circa 50 metri di tubo, che consentirebbe di escludere totalmente quella fatiscente in acciaio che è la maggiore causa dei disservizi dell’area Nord della città. Tale competenza – sottolinea Mecozzi – spetta al Consorzio del Medio Tirreno di cui questa amministrazione riveste la carica di socio maggioritario e pertanto la responsabilità dei disservizi altro non possono che essere addebitati al sindaco Cozzolino e alla sua amministrazione».

Mecozzi ricorda poi l’annoso problema delle torbide del Mignone dovute al bacino di calma del fiume troppo pieno e accusa il Sindaco di mancare di determinazione nei confronti di Acea «che in questi casi dovrebbe essere indotta da Cozzolino ed incrementare, se non addirittura raddoppiare, la fornitura idrica. Lo vogliamo chiamare menefreghismo? Io direi di sì – conclude duro il consigliere d’opposizione – visto che altro termine al momento non riesco propri a trovare».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

COMUNE DI FERMO – CONCORSO (scad. 9 dicembre 2018)

Mobilita' volontaria esterna per la copertura di un posto di
istruttore amministrativo, categoria C1, a tempo indeterminato e
pieno, per il settore affari generali, trasparenza, anticorruzione
e sportello al cittadino, servizi demografici.
(18E11244)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

COMUNE DI FERMO – CONCORSO (scad. 9 dicembre 2018)

Mobilita' volontaria esterna per la copertura di un posto di
istruttore informatico, categoria C1, a tempo indeterminato
parziale ventotto ore settimanali, per il settore affari generali,
trasparenza, anticorruzione e sportello al cittadino, servizio
sistema informatico.
(18E11284)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Maltempo, bisogna prevenire

S. MARINELLA – Il maltempo di questi giorni, le forti raffiche di vento e le piogge, sembrano aver modificato l’assetto dei pini di piazza Trieste. Questa piazza è, di fatto, inserita in pieno centro cittadino, punto di ritrovo e della movida, nonché location di tante manifestazioni come quella dei giorni scorsi che ha radunato centinaia di bambini per la festa di Halloween. La delegata al centro storico Maura Chegia ricorda che “i recenti accadimenti di Terracina – dice la consigliera – devono essere un monito per tutti gli amministratori, noi compresi. Dobbiamo prevenire certi eventi in un sito che, di fatto, è luogo di ritrovo e di manifestazioni”. “Piazza Trieste – dice il vice sindaco Andrea Bianchi – è anche luogo di attività produttive che, nel corso del tempo, grazie anche alla presenza dei dehors, hanno incrementato il flusso di gente e di eventi pubblici. Insieme all’assessore Minghella, al consigliere Iachini delegato al verde pubblico e a Maura Chegia, abbiamo fatto un primo sopralluogo sul posto per verificare le preoccupazioni espresse dagli abitanti della zona e da molti cittadini”. “Abbiamo costituito una commissione di esperti – conclude Iachini – con il nostro agronomo comunale, per valutare eventuali interventi da realizzare immediatamente. Vogliamo sicuramente tutelare il verde pubblico ma prima di tutto assicurare l’incolumità e la sicurezza dei nostri cittadini”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Mercato, problemi informatici fanno slittare la demolizione del bar

CIVITAVECCHIA – Nuovo slittamento per il progetto di restyling del mercato cittadino. Il problema è sempre il bar da demolire in piazza Regina Margherita per ottenere l’ok della Soprintendenza. Il 23 ottobre l’assessore ai Lavori pubblici Alessandro Ceccarelli aveva annunciato l’avvio dei lavori di demolizione entro un paio di settimane. Nulla da fare.

«C’è stato un problema con la risistemazione del sistema informatico della ragioneria – ha spiegato Ceccarelli – che ha bloccato alcune operazioni abbastanza semplici come ad esempio le fatture. Spero sia tutto sistemato e che per la fi ne della settimana sia stato risolto». Insomma, c’è da aspettare ancora e intanto alcuni operatori lamentano dei cedimenti nella parte perimetrale della copertura della piazza, probabilmente a causa del maltempo e del peso delle foglie bagnate. «Stiamo monitorando il tendone – ha assicurato Ceccarelli – e in caso di segnali di allarme saremo costretti a toglierlo».

Un problema che si era già posto ma l’amministrazione comunale aveva optato per rimandare lo smontaggio della copertura di piazza Regina Margherita a dopo l’inverno, magari in coincidenza con l’inizio dei lavori di restyling della piazza, in modo da far spostare gli operatori una sola volta verso la trincea ferroviaria e, comunque, per consentirgli di lavorare con una copertura nei mesi più rigidi. Comunque l’assessore ha assicurato che l’attenzione rimane alta, proprio ieri un sopralluogo di Ceccarelli ha confermato il problema con la porzione di copertura instabile. Nei prossimi giorni – si spera – l’intervento di sistemazione, così come l’avvio della demolizione del bar nella piazza. Tempi sempre più lunghi.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###