Cassonetti pieni: situazione alla normalità entro venerdì

CIVITAVECCHIA – Una serie di guasti in simultanea che hanno interessato diversi mezzi. Questo il problema alla base dei numerosi disagi lamentati dai cittadini per la presenza di cassonetti pieni in alcune zone della città. 

"Civitavecchia Servizi Pubblici ha comunque programmato un piano di turni straordinari allo scopo di riportare la situazione alla normalità nel più breve tempo possibile e limitare così i disagi – hanno spiegato dall'azienda – al momento ci sono tre compattatori per lo svuotamento dei cassonetti che vengono utilizzati, rispettivamente, su tre turni di lavoro. Non è stato pertanto possibile garantire lo svuotamento di tutti i cassonetti presenti in città. Per ovviare ai disagi, stiamo utilizzando mezzi adibiti normalmente alla raccolta della differenziata, al fine di garantire il rapido superamento di ogni disservizio. Il ritorno alla normalità è previsto entro giovedì, o al massimo venerdì prossimo quando i mezzi riparati torneranno nuovamente in strada, salvo imprevisti. Ci scusiamo con i cittadini per i disagi e li invitiamo a collaborare limitando al massimo il conferimento dei rifiuti nei cassonetti, o quantomeno ad utilizzare i contenitori nelle zone dove la situazione è meno critica".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Marina Yachting, entro la fine di giugno l'affidamento della concessione

CIVITAVECCHIA – Avranno quarantacinque giorni di tempo per rispondere alle prescrizioni concordate dalle diverse amministrazioni interessate i cinque soggetti che si sono candidati alla gestione del Marina Yachting al porto storico. Questo l'esito della riunione della conferenza dei servizi che si è svolta questa mattina a Palazzo del Pincio e che ha visto compiersi un decisivo passo in avanti, come auspicato da Unindustria che proprio ieri aveva richiamato Comune ed Authority per uscire dall'impasse. 

E sembra essere passata proprio la linea di Unindustria, con il presidente Stefano Cenci che si è detto soddisfatto di come sono andate le cose e, soprattutto, della collaborazione istituzionale messa in campo dal sindaco Antonio Cozzolino e dal presidente dell'Autorità di Sistema portuale del Mar Tirreno centro settentrionale Francesco Maria Di Majo. 

"Finalmente è stata sbloccata una situazione che andava avanti da troppo tempo – ha spiegato Cenci – rispondendo a queste prescrizioni, si potranno poi analizzare cinque progetti più omogenei e tra questi scegliere poi il migliore". L'auspicio è quello di vedere affidata la gestione del Marina Yachting entro la seconda metà di giugno, per dare finalmente il via ad un progetto che, secondo Unindustria, rappresenta "una delle azioni chiave per rilanciare la competitività sia del settore turistico sia delle filiere collegate, dal refitting ai servizi a terra, garantendo nuova linfa ed ossigeno – ha aggiunto Cenci – al settore imprenditoriale nel territorio e quindi per le imprese che ruotano intorno al porto, per i lavoratori e per gli stessi cittadini".   

E la stessa linea Unindustria spera venga seguita anche per l'annosa vicenda della Privilege Yard; anche in questo caso si sono svolti diversi incontri per capire quale potrebbe essere il futuro dell'area e del cantiere, dopo l'acquisto dello scafo P430 da parte di una società maltese. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Arriva a Cerveteri Junker, la app per la raccolta differenziata

Per facilitare la vita ai cittadini  il Comune di Cerveteri e l’Ati Camassambiente-Asv hanno adottato e messo a disposizione Junker, un servizio fruibile tramite app (per smartphone android o apple) che riconosce il rifiuto con un solo clic e ci dice come differenziarlo correttamente.

Come funziona: scansionando il codice a barre del prodotto o dell’imballaggio, Junker lo riconosce grazie ad un database interno di oltre 1 milione di prodotti e indica come separare le materie prime di cui sono composti, i contenitori a cui sono destinati e il giorno di raccolta.

Un database che viene aggiornato quotidianamente anche grazie al contributo degli utenti: se il prodotto scansionato non viene riconosciuto, l’utente può trasmettere alla app la foto del prodotto e ricevere la risposta in tempo reale, mentre la referenza viene aggiunta a quelle esistenti. Uno strumento innovativo perfettamente in linea con la filosofia delle smart cities.

“La app Junker è già a disposizione gratuitamente per tutti – dichiara il sindaco Pascucci – è un servizio innovativo e straordinario: a Cerveteri, infatti, i quasi 3000 utenti che hanno già scaricato la app potranno da oggi ricevere tutte le informazioni sul servizio nel nostro comune: punti di raccolta, isole ecologiche, servizi speciali, calendari della raccolta porta a porta, indicazioni per rifiuti speciali, ecc. oltre ad un servizio unico di avvisi e messaggi in tempo reale”.

“Questa app, unica in Italia e in Europa – dichiara l’assessore all’ambiente Elena Gubetti – ha riscosso un notevole successo diffondendosi rapidamente in moltissime zone d’Italia perché offre un servizio rapido, di facile utilizzo, accurato e completo, aperto ai contributi degli utenti. L’app è disponibile anche in inglese, francese e tedesco ed è utilizzabile quindi anche dai turisti che frequenteranno il nostro territorio. Invitiamo pertanto tutti i cittadini che non l’hanno ancora fatto a scaricare l’app Junker, disponibile su Google play store e ITunes Store e sul sito  www.junkerlife.com.

Per presentarla ai cittadini ed alla stampa, il Comune di Cerveteri e L’Ati Camassambiente-Asv, hanno organizzato, il 3 maggio 2018 alle ore 18, un incontro pubblico presso l’Aula consiliare del Palazzo del Granarone. Interverranno Alessio Pascucci – sindaco di Cerveteri; Elena Gubetti,- assessora all’Ambiente, Luciano Pallara – Camassambiente Spa; Noemi De Santis – Giunko srl

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Fiumaretta: un outlet da 70 negozi

CIVITAVECCHIA – I tempi non sono certo stretti, avendo votato ieri una nuova variante urbanistica e considerando quanto accaduto negli ultimi tre anni. Ma se dovesse andare in porto, il progetto del polo di convergenza turistica a Fiumaretta non convince ancora del tutto politica e commercianti. 

La conferma si è avuta anche ieri mattina, nel corso del consiglio comunale. Dall'opposizione sono stati diversi i dubbi sollevati sul progetto, così come quelli messi in evidenza anche dal consigliere di maggioranza Rolando La Rosa, che ha espresso perplessità sull'impatto che una simile struttura potrebbe avere sul futuro del territorio. A partire ovviamente dall'outlet che, stralciata ormai l'ipotesi della realizzazione del mega albergo, resta il punto centrale del progetto. 

"Parliamo – ha spiegato il capogruppo della Svolta Massimiliano Grasso – di ben 17mila metri quadrati di commerciale in un'area avulsa dalla città: Fiumaretta metterà finalmente d'accordo i commercianti, oggi divisi tra chi preferisce lo snodo dei crocieristi a largo della Pace o al Forte Michelangelo. Hanno già sottolineato la contrarietà al progetto e saremo curiosi di vedere come si concluderanno le consultazioni tra amministrazione e associazione di categoria. Con una struttura del genere i turisti no verranno mai in città: quella delle crociere rischia quindi di trasformarsi da opportunità ad ennesima servitù". Come evidenziato poi da Rita Stella del Pd si è passati da 49 a 70 negozi che andranno ad ostacolare il commercio locale.

A rincarare la dose anche l'ex grillina Alessandra Riccetti, che ha posto l'accento anche sui parcheggi previsti, considerati spropositati se si tratterà davvero di una sorta di duty free, aperta soltanto ai passeggeri e non ai semplici cittadini. "Uno spazio di 6185 mq di parcheggi pubblici – ha spiegato – e 20 mila privati: non può non essere un progetto che va ad impattare sul territorio". 

Ma per l'assessore D'Antò non è così negativa la situazione. Tutt'altro. La realizzazione del welcome center, dove poter vendere e proporre pacchetti con tour cittadini, l'outlet, un parcheggio per la lunga sosta. "Un'offerta per migliorare il servizio di accoglienza – ha sottolineato – e perchè no, per garantire nuovi posti di lavoro. Un progetto da inserire in un contesto più ampio della "Civitavecchia turistica" che stiamo costruendo attraverso una serie di passaggi, dal nuovo piano del traffico, alle iniziative dedicate ai crocieristi come i concerti alla Cittadella, fino all'ampliamento della fascia turistica che arriverà a comprendere anche viale Matteotti. I commercianti non sono così negativi: sono tanti quelli che si sono informati per poter aprire un punto a Fiumaretta con le grandi firme". È stato il sindaco a dirsi dispiaciuto per l'abbandono, almeno per il momento, del progetto di realizzazione dell'albergo, "anche perché nel territorio – ha aggiunto – mancano circa 11mila posti letto. Quello di Fiumaretta, comunque – ha ribadito – deve essere visto non come una concorrenza ma come un'opportunità: ci siamo confrontati con l'associazione di categoria alla quale abbiamo spiegato che la parte commerciale del progetto è complementare all'offerta cittadina". 

Bisognerà davvero capire cosa ne pensano i commercianti che finora, però, hanno mostrato non poche perplessità.      

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Usi civici, l’Agraria non ci sta: ''Matassa che vogliamo sbrogliare per la collettività''

CIVITAVECCHIA – «La questione usi civici per noi è un tormentone e una matassa intrigata che in ogni modo vogliamo sbrogliare a favore della collettività e non contro i cittadini». Lo dichiara dall’Università Agraria Damiria Delmirani che cerca di fare chiarezza dopo gli attacchi giunti in questi giorni contro l’ente, in primis da parte del Sindaco.

«La scrivente, insieme al Presidente, convocati ultimamente per ben due volte in commissione Lavori pubblici – spiega Delmirani – con la presenza di un legale di parte, ha convenuto con l’organo comunale, la necessità di redigere una convenzione tra le parti (convenzione in corso di elaborazione) al fine di gestire in termini di legge la problematica. In attesa di quanto detto, una scheggia impazzita, all’interno dell’Ente, pubblica una perizia di un perito demaniale nominato dal Comune senza verificare se sia stato deliberato l’avvio del procedimento (di competenza dell’università Agraria). Scadono i trenta giorni, la scheggia impazzita motu proprio, scrive una mail al Comune invitando a non versare somme in quanto non sono state rispettate le procedure (che la scheggia stessa ha disatteso pubblicando)». L’Università ha quindi inviato una lettera di sollecito al Comune.

Sul tema è intervenuto anche il segretario locale del Pd Germano Ferri che  cataloga il tutto come un «altro esempio di incompetenza 5 stelle».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tanta energia e passione  per le Olimpiadi della Cultura

di ROMINA MOSCONI

TOLFA – Grande successo a Tolfa per le Olimpiadi della Cultura. Trionfatori di questa edizione ‘’Gotterdammerrung’’ (101,27) a seguire L’equipe 2.0 (99,57) e Hic sunt leones (98,74). (AGG,23/04 ORE 19,23 SEGUE)

SODDISFATTO DIONISI. Soddisfatto l’assessore alla Cultura, Cristiano Dionisi: «Anche quest’anno le “Olimpiadi della Cultura e del Talento” hanno colorato la nostra Tolfa, trasmettendoci energia e passione. Complimenti a tutti i partecipanti e grazie ai cittadini per la calorosa e collaborativa accoglienza. Al prossimo anno per festeggiare il decennale. Grazie tante a tutti per questa bellissima edizione». (AGG. 23/04 ORE 20,15)

I RINGRAZIAMENTI DI CECCARELLI. Al settimo cielo l’ideatore di questa manifestazione Daniele Ceccarelli: «Non ho ancora le forze per scrivere un post articolato ma dico solo una cosa: grazie, grazie di cuore a tutto di cuore e in particolare alla nostra squadra dello staff che è la cosa che più di tutti mi rende orgoglioso: solo con una grande squadra si riescono ad ottenere grandi successi». (AGG. 23/04 ORE 21,44)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Carabinieri, nel weekend 14 denunce

TARQUINIA – Servizio straordinario di controllo del territorio in tutta la fascia esterna  della provincia di Viterbo, in questo weekend. I servizi sono stati mirati alla sicurezza sulle strade, le arterie viarie, e polizia di prevenzione; il controllo è stato armonizzato alle esigenze del notevole flusso turistico iniziato in coincidenza con il ponte del 25  aprile e che proseguirà fino al ponte del primo maggio. (agg. 23/04 ore 10 segue)

A Tarquinia è stato segnalato alla Prefettura, per uso di sostanze stupefacenti, un italiano di 41 anni trovato in possesso di 1,1 grammi di hashish. A Montalto di Castro è stato segnalato alla Prefettura un trentenne trovato in possesso di 9 grammi di marijuana. Diversi gli interventi nel resto della provincia: a Caprarola è stata denunciata una studentessa italiana di 20 anni, poiché trovata in possesso a seguito di controllo, di 1,5 grammi di hashish e 3 grammi di marijuana, oltre ad un bilancino di precisione per pesare lo stupefacente. Inoltre sempre a Caprarola, sono stati denunciati tre cittadini di origini georgiane, di età compresa tra i 20 e i 30 anni, ritenuti responsabili di avere rubato i all’interno del supermercato EMI , numerose bottiglie di super alcolici. A Blera sono stati denunciati, un cittadino polacco di 18 anni e un cittadino brasiliano di 18 anni, per avere tentato un furto all’ interno di un garage privato di Blera. (agg. 23/04 ore 13,15)

A Rociglione è stato denunciato un moldavo di 28 anni per avere esibito ad un controllo stradale una patente europea palesemente falsa, e per guida senza patente per non averla mai conseguita. A Carbognano è stato segnalato alla Prefettura, per uso di stupefacenti, un cittadino di origini romene di 21 anni, trovato in possesso di 0,5 grammi di marijuana. A Bolsena sono stati denunciati per rissa, un cittadino polacco ed un cittadino romeno, di 20 e 26 anni, che hanno aggredito per futili motivi un cittadino italiano di 43 anni procurandogli lesioni. A Montefiascone è stato denunciato un pakistano, di 25 anni, che controllato dai carabinieri, si è rifiutato di fornire i documenti di identità. A San Lorenzo nuovo sono stati denunciati per possesso di droga due cittadini, uno italiano di 35 anni e uno del Bangladesh di 28 anni, perché trovati in possesso di 2 grammi di cocaina, e il cittadino straniero anche colpito da un provvedimento di espulsione; sempre a San Lorenzo Nuovo, è stato segnalato alla prefettura, quale assuntore, un nigeriano di 26 anni trovato in possesso di 3 grammi di marijuana. al termine del servizio di controllo del territorio sono state inoltre rilevate 16 infrazioni al codice della strada. (agg. 23/04 ore 18,15)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Marina Yachting, Unindustria accelera

CIVITAVECCHIA – "Confidiamo fortemente che nella riunione della Conferenza dei Servizi di domani, si possa sbloccare la fondamentale questione dell'affidamento della gestione del Marina Yachting nel porto di Civitavecchia. Questa situazione di stallo si protrae da troppo tempo, con inevitabili ricadute negative per la crescita e lo sviluppo di una infrastruttura, quale è il porto di Civitavecchia, sempre più significativa per l'economia di tutta la Regione Lazio". È quanto dichiara il presidente di Unindustria Civitavecchia Stefano Cenci, in vista della riunione di domani, ricordando che il "Protocollo per lo sviluppo" firmato lo scorso novembre da Unindustria insieme con i sindacati confederati, la realizzazione del nuovo Marina Yacthing nel porto storico e l'implementazione dei servizi connessi, "rappresenta – ha aggiunto – una della azioni chiave per rilanciare la competitività sia del settore turistico sia delle filiere collegate, dal refitting ai servizi a terra; per questo motivo si ritiene fondamentale individuare presto un percorso certo e condiviso che riesca a superare la situazione di impasse che si è determinata oramai da lungo tempo. È fondamentale sbloccare i progetti per decine di milioni di euro già finanziati che porterebbero, da domani, risorse e occupazione in un territorio in difficoltà come quello di Civitavecchia; il nuovo Marina Yacthing – ha aggiunto – è tra questi ed insieme ai sindacati crediamo fortemente che sia una opportunità per cui non si possa più aspettare".
 
Cenci si dice quindi fiducioso per il fatto che "sia il sindaco di Civitavecchia, Antonio Cozzolino, che il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, Francesco Maria di Majo, siano consapevoli dell'importanza strategica che l'affidamento della gestione della Marina Yachting comporterebbe per il rilancio del settore imprenditoriale nel territorio e quindi – ha concluso – per le imprese che ruotano intorno al porto, per i lavoratori e per gli stessi cittadini".
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

‘‘Assalto’’ alle spiagge libere

LADISPOLI – Ci risiamo. Spiagge ultra sporche a Ladispoli. Poco è cambiato, nonostante le iniziative dei volontari per sensibilizzare sull’argomento, sul litorale della città balneare, che è di nuovo sotto l’assedio dei «bivaccatori» dell’ultima ora.
All’inizio del week end turisti, residenti e titolari romani di doppie case, complice una splendida giornata di sole, si sono recati in spiaggia per godere dei primi caldi primaverili, trovando loro malgrado la triste sorpresa: bottiglie e rifiuti di ogni tipo, come si nota dalle immagini, ad invadere ancora una volta l’arenile in lungo ed in largo, da Torre Flavia a Marina di Palo, passando per il lungomare centrale Regina Elena, il più colpito. Ad essere bersaglio degli incivili soprattutto le spiagge libere al confine tra gli stabilimenti, sulle quali nulla sembra essere cambiato dallo scorso anno in materia di pulizia e salvaguardia. Tampona anche stavolta con un intervento in emergenza l’amministrazione comunale, dopo la segnalazione di alcuni cittadini nella giornata di sabato, ma il problema è lontano da una risoluzione strategica definitiva. 
Ma la questione ha radici lontane: era la primavera del 21017 ad esempio quando il sindaco Paliotta si trovava, nell’imbarazzo generale, ad ordinare con urgenza agli uffici di provvedere alla pulizia in vista dell’imminente sagra del carciofo.
Nell’ordinanza sindacale si leggeva che per «ottimizzare le condizioni igienico sanitarie di tutto il litorale facente parte del territorio comunale, è necessario ottemperare alla pulizia straordinaria delle spiagge in previsione dell’avvio della stagione estiva, al fine di mantenere le condizioni igienico sanitarie tali da consentire un adeguato utilizzo delle spiagge pubbliche da parte degli utenti». Ci si rivolgeva ai titolari di stabilimenti privati, che avrebbero dovuto, secondo la vecchia amministrazione, compartecipare alla pulizia.
Un provvedimento che però, alla luce delle migliaia di turisti e visitatori che si auspica arrivino a Ladispoli in queste ore e per il prossimo futuro, si riteneva necessario ma che evidentemente non ha dato gli effetti sperati, siamo alle solite: se si fanno le ordinanze e poi si chiude un occhio o non ci si accerta sul controllo dell’effettiva applicazione, spesso i risultati sono deludenti. E forse proprio questo è il caso. Chi è responsabile della pulizia?
Le iniziative dei volontari, è chiaro, non bastano, benchè encomiabili, a risolvere la questione che si presenta come frequente e recidiva e necessita di approccio qualificato con uomini e mezzi.
Vani gli sforzi di Fare Verde ad esempio, che con l’iniziativa «il mare d’inverno» aveva portato in discarica i tanti rifiuti di Marina di Palo che purtroppo ricompaiono, così come non è bastato l’impegno di Assobalneari Ladispoli-San Nicola ed il Consorzio di Marina di San Nicola,che avevano provveduto ad una iniziativa di volontariato finalizzata sempre alla pulizia degli arenili pubblici.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Un posto di ritrovo per i giovani''

S.  MARINELLA – Il candidato Sindaco della coalizione di centro sinistra  Pietro Tidei, ha incontrato un gruppo di giovani. «I giovani oggi sono arrabbiati – ha detto Tidei – perché per loro non c’è nemmeno un posto di ritrovo. Questa città ha bisogno di competenza e di relazioni, dobbiamo creare un legame con gli organismi pubblici sovra coordinati. Per far funzionare bene le cose servono soldi e dobbiamo evitare di andarli a chiedere ai cittadini, che come i giovani sono già arrabbiati per altri motivi. I progetti di sviluppo che ho ideato per il futuro di Santa Marinella sono per voi, giovani generazioni. Allungare la stagione turistica da marzo a novembre, intercettare il crocierismo e fare in modo che si fermi a Santa Marinella, queste sono due azioni che, in poco tempo, possono restituire vita alla città e dare opportunità a voi giovani di trovare occupazione e vivere meglio. Bisogna girare pagina – ha insistito il candidato – e io ci metto la faccia. Abbiamo una necessità impellente, quella di trovare un impulso culturale forte e creare un’identità cittadina. Dovete preferire la nostra proposta politica e programmatica perché solo noi abbiamo in testa lo sviluppo, gli altri in testa non hanno niente». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###