Andos, stasera spettacolo al cinema Etrusco

TARQUINIA – Si terrà stasera alle 21,30 al Cinema Etrusco di Tarquinia una serata di spettacolo e informazione realizzata dall’Andos Comitato di Tarquinia onlus, con il patrocinio della Città di Tarquinia ed il contributo della Susan G. Komen Italia. Lo spettacolo teatrale ‘‘Sperimentando insieme non si è sole’’ affronta il tema del tumore al seno e della prevenzione in modo insolito. Protagoniste sono donne che hanno vissuto, direttamente o indirettamente, l’esperienza della malattia e che raccontano il loro percorso, fondendo leggerezza ed impegno e vincendo la difficile scommessa di rompere il tabù del tumore. Perchè dopo il cancro la vita può ripartire con slancio e può a volte riservare sorprese inaspettate, come quella di ritrovarsi attrici su un palco. L’evento è il risultato di un progetto in cui due psicologhe, una musicoterapista e una regista hanno integrato scrittura terapeutica, laboratori sensoriali e teatroterapia al fine di offrire alle donne l’opportunità di elaborare e dare un nuovo senso al proprio vissuto di malattia, condividere il proprio cammino e non sentirsi sole. Così ne esce una grande avventura multisensoriale che assapora ogni aspetto e ogni attimo della nostra esistenza. Non è un semplice spettacolo in rosa. Non tratta di famose attrici. Anche nel buio della notte si può incontrare un sorriso.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tarquinia, spettacolo Andos: “Sperimentando insieme non si è sole”

TARQUINIA – Venerdì 14 dicembre alle ore 21,30 al Cinema Etrusco di Tarquinia si svolgerà una serata di spettacolo e informazione realizzata dall'A.N.D.O.S. Comitato di Tarquinia ONLUS, con il patrocinio della Città di Tarquinia ed il contributo della Susan G. Komen Italia.
Lo spettacolo teatrale "Sperimentando insieme non si è sole" affronta il tema del tumore al seno e della prevenzione in modo insolito.
Protagoniste sono donne che hanno vissuto, direttamente o indirettamente, l'esperienza della malattia e che raccontano il loro percorso, fondendo leggerezza ed impegno e vincendo la difficile scommessa di rompere il tabù del tumore. Perchè dopo il cancro la vita può ripartire con slancio e può a volte riservare sorprese inaspettate, come quella di ritrovarsi attrici su un palco.
L'evento è il risultato di un progetto in cui due psicologhe, una musicoterapista e una regista hanno integrato scrittura terapeutica, laboratori sensoriali e teatroterapia al fine di offrire alle donne l'opportunità di elaborare e dare un nuovo senso al proprio vissuto di malattia, condividere il proprio cammino e non sentirsi sole.
Così ne esce una grande avventura multisensoriale che assapora ogni aspetto e ogni attimo della nostra esistenza. Non è un semplice spettacolo in rosa. Non tratta di famose attrici. Anche nel buio della notte si può incontrare un sorriso che illumini il nostro cammino, ed è ancora meglio se si ride insieme.
“A volte nella vita succedono cose che non possiamo controllare, – dichiara la regista – eventi che mettono a dura prova il nostro equilibrio e che non possiamo impedire che accadano. Sono momenti che lasciano un segno in noi e in chi sta intorno a noi. Il segreto è affrontarli con sguardo positivo al futuro. Senza mollare mai la presa. Senza arrendersi. Combattendo e nutrendoci dell'energia positiva di chi ci sta vicino. Perché in queste situazioni non si è mai sole.”
L’iniziativa inoltre vuole sensibilizzare le donne a svolgere un ruolo attivo nella tutela della propria salute – il tumore al seno è la patologia oncologica più diffusa tra le donne (1 su 8 si ammala), ma sempre più curabile se diagnosticata in tempo – utilizzando lo strumento della parola e la sua forza, per diffondere il messaggio di sottoporsi regolarmente ai controlli, perché la prima arma contro il tumore al seno è la prevenzione
A finanziare il progetto, la Susan G. Komen Italia, un’associazione di volontariato senza scopo di lucro che dal 2000 opera nella lotta ai tumori del seno su tutto il territorio nazionale. Gli obiettivi principali sono quelli di promuovere sia la prevenzione primaria, l’importanza di una corretta alimentazione, sia la secondaria, la necessità di uno screening costante e qualificato in quanto la diagnosi precoce resta lo strumento più importante per sconfiggere questo tipo di carcinoma.
La serata vuole essere tutta all’insegna della condivisione, della speranza, della gioia e sarà ad ingresso gratuito, ma si potrà fare una donazione, contribuendo così a finanziare progetti e attività a sostegno dell’ANDOS.
Tutti insieme contro il tumore del seno, per rendere questa malattia sempre più curabile.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pagine a colori, un’edizione dai grandi numeri

TARQUINIA – Chiude la sua XIII edizione il Festival Pagine a colori, con la presentazione del libro Con le ali, di Roberta Angeletti, primo della collana “Senti senti… quel che so sui sentimenti”, la nuova collezione di Splen Edizioni. Per molti anni Roberta Angeletti ha condotto laboratori per la promozione della lettura nella scuola primaria e proprio in uno di questi laboratori, di tanto tempo fa, ha sperimentato per la prima volta quello che oggi chiama libro interattivo, un libro con dei sentieri segreti che i bambini possono percorrere in completa autonomia e dove lo scopo principale è quello di contrastare la passività stimolando il piccolo lettore-scrittore-disegnatore a diventare l’indiscusso padrone del proprio pensiero. Dal germoglio di quest’idea l’illustratrice, attraverso anche il suo percorso di insegnante, ha sviluppato il progetto del libro ‘‘Con le Ali’’, che ha trovato terreno fertile nella casa editrice siciliana Splen edizioni. Un progetto che vuole conciliare la dimensione operativa, il divertimento, il fare, con le riflessioni su temi particolarmente significativi, temi universali, temi emotivi come la memoria, la libertà, il tempo, che stimolano sin dall’infanzia riflessioni profonde e soprattutto la capacità di introspezione e di conoscenza del mondo e di se stessi. Alla presentazione del libro, i destinatari dei primissimi esperimenti di laboratorio con il libro interattivo, Leonardo e Thomas, ormai diciottenni, con la loro maestra Maria Cristina Pennacchioni, che ha conservato gelosamente i primissimi albi prodotti dalla classe. L’evento chiude la XIII edizione del Festival Pagine a colori, manifestazione promossa dal Comune di Tarquinia e dalla biblioteca comunale V. Cardarelli, quest’anno in partnership con Tarquinia Film Office e il supporto di Enel a cui si affiancano le partecipazioni di Bcc Roma, Unicoop Tirreno, Dg Cinema & Consulting, Cbm e dell’IIS Vincenzo Cardarelli di Tarquinia. Numeri grandi quelli di questa edizione: tutte le classi dell‘I. C. Ettore Sacconi hanno aderito al progetto, 1000 bambini in visita alla Mostra accompagnati dalle 40 guide ufficiali dell’IISS Cardarelli, 60 bambini della Scuola primaria di Montalto di Castro, tutte le classi della Scuola delle Filippine, i piccolissimi del Nido. Un’iniziativa che copre tutta la popolazione scolastica del territorio, che offre puntualmente innumerevoli occasioni formative e didattiche completamente gratuite, che rinnova anno dopo anno la sua convinzione sull’inclusività, coinvolgendo ancora una volta i nonni del Centro Diurno Anziani e i ragazzi seguiti dalla Neuropsichiatria.
Un’iniziativa fiore all’occhiello del Comune e della Biblioteca, con partner istituzionali e privati di alto profilo, con ospiti illustri, illustratori, autori, esperti ed editori di primissimo livello, attesa ogni anno da tantissimi, genitori, insegnanti, bambini. Con la certezza che l’impegno futuro aprirà nuove imperdibili occasioni per tutti, il Festival Pagine a colori ci dà appuntamento alla prossima edizione…non prima di aver concluso il percorso di quest’anno con altri eventi già messi in programma: gli incontri con gli autori per gli alunni della Scuola dell’Infanzia, della Scuola Primaria e Secondaria di I e di II grado che hanno già aderito, come in passato ed in modo unanime, a tale proposta.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pagine a colori, un’edizione dai grandi numeri

TARQUINIA – Chiude la sua XIII edizione il Festival Pagine a colori, con la presentazione del libro Con le ali, di Roberta Angeletti, primo della collana “Senti senti… quel che so sui sentimenti”, la nuova collezione di Splen Edizioni. Per molti anni Roberta Angeletti ha condotto laboratori per la promozione della lettura nella scuola primaria e proprio in uno di questi laboratori, di tanto tempo fa, ha sperimentato per la prima volta quello che oggi chiama libro interattivo, un libro con dei sentieri segreti che i bambini possono percorrere in completa autonomia e dove lo scopo principale è quello di contrastare la passività stimolando il piccolo lettore-scrittore-disegnatore a diventare l’indiscusso padrone del proprio pensiero. Dal germoglio di quest’idea l’illustratrice, attraverso anche il suo percorso di insegnante, ha sviluppato il progetto del libro ‘‘Con le Ali’’, che ha trovato terreno fertile nella casa editrice siciliana Splen edizioni. Un progetto che vuole conciliare la dimensione operativa, il divertimento, il fare, con le riflessioni su temi particolarmente significativi, temi universali, temi emotivi come la memoria, la libertà, il tempo, che stimolano sin dall’infanzia riflessioni profonde e soprattutto la capacità di introspezione e di conoscenza del mondo e di se stessi. Alla presentazione del libro, i destinatari dei primissimi esperimenti di laboratorio con il libro interattivo, Leonardo e Thomas, ormai diciottenni, con la loro maestra Maria Cristina Pennacchioni, che ha conservato gelosamente i primissimi albi prodotti dalla classe. L’evento chiude la XIII edizione del Festival Pagine a colori, manifestazione promossa dal Comune di Tarquinia e dalla biblioteca comunale V. Cardarelli, quest’anno in partnership con Tarquinia Film Office e il supporto di Enel a cui si affiancano le partecipazioni di Bcc Roma, Unicoop Tirreno, Dg Cinema & Consulting, Cbm e dell’IIS Vincenzo Cardarelli di Tarquinia. Numeri grandi quelli di questa edizione: tutte le classi dell‘I. C. Ettore Sacconi hanno aderito al progetto, 1000 bambini in visita alla Mostra accompagnati dalle 40 guide ufficiali dell’IISS Cardarelli, 60 bambini della Scuola primaria di Montalto di Castro, tutte le classi della Scuola delle Filippine, i piccolissimi del Nido. Un’iniziativa che copre tutta la popolazione scolastica del territorio, che offre puntualmente innumerevoli occasioni formative e didattiche completamente gratuite, che rinnova anno dopo anno la sua convinzione sull’inclusività, coinvolgendo ancora una volta i nonni del Centro Diurno Anziani e i ragazzi seguiti dalla Neuropsichiatria.
Un’iniziativa fiore all’occhiello del Comune e della Biblioteca, con partner istituzionali e privati di alto profilo, con ospiti illustri, illustratori, autori, esperti ed editori di primissimo livello, attesa ogni anno da tantissimi, genitori, insegnanti, bambini. Con la certezza che l’impegno futuro aprirà nuove imperdibili occasioni per tutti, il Festival Pagine a colori ci dà appuntamento alla prossima edizione…non prima di aver concluso il percorso di quest’anno con altri eventi già messi in programma: gli incontri con gli autori per gli alunni della Scuola dell’Infanzia, della Scuola Primaria e Secondaria di I e di II grado che hanno già aderito, come in passato ed in modo unanime, a tale proposta.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Argenpic al Peperoncino Festival di Roma con attori e registi

TARQUINIA – Oggi in occasione della prima giornata del Peperoncino Festival di Roma nel contesto della V Edizione di Strenne Piccanti, presso Villa Rinaldo all’Acquedotto (Via Appia Nuova 1267 – uscita 23 GRA), a partire dalle ore 15,30 sarà riservato un ampio spazio anche alla presentazione della Festa del Peperoncino ArgenPic 2019 di Tarquinia e dell’omonimo Premio Culturale (Madrina Anna Moroni, Presidente Onorario Osvaldo Bevilacqua) con la proiezione (inizio alle ore 16,15) dei cortometraggi vincitori della Sezione Cinema 2018: “La decima onda”, “Senza occhi, mani e bocca”, “Sogni a orologeria”, “La Voce di San Gerardo”. 
Tra gli ospiti, il presidente della Giuria Tecnica del Concorso Francesco Presta (direttore artistico del Mediterraneo Festival Corto e del Cine Circolo Maurizio Grande di Diamante). Prevista la partecipazione dei registi Francesco Colangelo, Paolo Budassi, Annalisa Venditti, degli attori Philippe Boa, Vitaliano Loprete, dell’attrice Veronica Bettarelli e del cantautore, musicista cinematografico The Niro (Davide Combusti).
Il Peperoncino Festival di Roma – Strenne Piccanti è organizzato dall’Associazione Ipse Dixit – Delegazione capitolina dell’Accademia Italiana del Peperoncino mentre la Festa del Peperoncino ArgenPic che si svolge  a Tarquinia Lido nel corso dell’estate è promossa dalla delegazione di Tarquinia (Ass. Borgo dell’Argento con la collaborazione dell’Ass. Culturale Oltrepensiero).

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Bis per il Cerveteri Film Festival

CERVETERI – «Dopo il consenso dello scorso anno, nella sua edizione pilota, per qualità, per scelta delle pellicole, per l’organizzazione e per i suoi contenuti, è emozionante poter proporre una seconda edizione del Cerveteri Film Festival, la rassegna dedicata al Cinema in pellicola. Lo scorso anno la realizzammo all’interno di una cornice unica al mondo come quella della Necropoli della Banditaccia, quest’anno invece sarà in una location originale, che si trasformerà in una meravigliosa sala cinematografica vecchio stile, come quella dell’Aula Consiliare del Granarone. Come lo scorso anno ci alterneremo con il Cinema Moderno, con una programmazione eterogenea, con grandi ospiti e grandi film. Per la seconda edizione del Cerveteri Film Festival, tutto è pronto». Con queste parole, Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri, annuncia il ritorno dal 22 al 25 novembre del Cerveteri Film Festival, organizzato con l’Assessora alle Politiche Culturali del Comune di Cerveteri Federica Battafarano e con la Direzione Artistica di Boris Sollazzo. L’esordio “bis” del Cerveteri Film Festival è in programma per domani, giovedì 22 novembre nell’Aula Consiliare del Granarone a partire dalle ore 20.00. La rassegna si aprirà con un momento toccante, ovvero con l’omaggio a Giuliano Gemma, figura simbolo del western italiano venuto a mancare il 1° ottobre 2013 che per molti anni ha vissuto a Cerveteri. Per l’occasione, verrà proiettato uno dei capolavori con Gemma protagonista, ‘Il Prefetto di Ferro’, film del 1977 dirett o da Pasquale Squitieri. Presente alla serata,la giornalista Baba Richerme, seconda moglie dell’attore, alla quale verrà conferita una importante onorificenza legata alla carriera dell’indimenticabile Giuliano Gemma Nella giornata di avvio della seconda edizione del Film Festival, anche un’altra novità: parte infatti il Concorso Internazionale Cortometraggi, alla presenza dell’attrice Selene Caramazza, giovane attrice che già può vantare numerosi premi come Miglior Attrice con il film del 2017 ‘Cuori puri’. Saranno proiettati, alla presenza di registi e attori, quattro cortometraggi: “Il Primo Cinema della Storia: ‘obiettivo sul paleolitico. Fuoco. Movimento. Colore”, con il regista Igor Imhoff; “M.M.M. Movies Make Money”, con Andrea Ferrari e l’attore Fabrizio Romagnoli; “Posto unico”, con Andrea Borgia e Mauro Piacentini e“Corto in corto”, con il regista Gianni Ippoliti e l’attrice Fabiana Latini. L’omaggio a Giuliano Gemma prosegue anche nei giorni seguenti, in particolar modo nella giornata di sabato 24 novembre con una doppia proiezione all’interno dell’Aula del Granarone: alle 18.30 sarà proiettato ‘Un uomo in ginocchio’, per la regia di Damiano Damiani, mentre alle 20.30 ‘Il Deserto dei Tartari’, per la regia di Valerio Zurlini. Tra gli ospiti del Cerveteri Film Festival, il regista Giuliano Montaldo nella serata di venerdì, il regista Filippo Bologna con l’attoreAlessandro Haber nella serata di sabato, durante la quale presente ranno il film “Che fai a Capodanno?” e l’attore Guglielmo Poggi, che verrà insignito del Premio Luca Svizzeretto.L’ingresso alle proiezioni del Cerveteri Film Festival,  sia nell’Aula Consiliare del  Granarone che al Cinema Moderno, è libero e gratuito per tutti. Il Cerveteri Film Festival è sostenuto dal MIBAC, Regione Lazio e Comu ne di Cerveteri, con la collaborazione del Centro Sperimentale di Cinematografia, la Cineteca di Bologna, la Direzione Generale Cinema e Artemide Guide.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, a palazzo Falcone riorganizzate le deleghe

LADISPOLI – Dopo il decreto di revoca arriva quello di ri-conferma dei delegati da parte del primo cittadino. Una ''mossa'' quella effettuata dal sindaco Alessandro Grando per mettere un po' di ordine all'interno dell'organizzazione amministrativa. Dal giorno dell'insediamento e del conferimento delle deleghe a semplici cittadini e a consiglieri comunali, infatti, alcuni di questi hanno rinunciato all'incarico affidatogli dal Sindaco rimettendo la delegha che gli era stata consegnata nelle sue mani. E così per fare il punto della situazione, da palazzo Falcone hanno optato per un decreto di revoca e di riassegnazione. E nell'elenco non manca nessuno. Dal delegato al servizio idrico Filippo Moretti, al delegato all'igiene urbana Carmelo Augello.Cambiano le deleghe per il consigliere Marco Antonio Fioravanti. Mentre prima il sindaco lo aveva delegato all'edilizia residenziale pubblica, finanza di progetto e partenariato pubblico e privato, ora il consigliere si occuperà di acquisizione nuove aree al patrimonio pubbico ed efficientamento delle risorse.  
Spariscono dall'elenco dei delegati invece il dimissionario assessore al Commercio Patrizio Falasca, il delegato alla sanità Roberto Oertel (che aveva già rimesso la sua delega nelle mani del sindaco), Olimpia De Prosperis incaricata in precedenza di occuparsi della delega prevenzione delle patologie, Alessandro De Pasquale (a lui era stata affidata la delega per le ''attività di collaborazione delle Associazioni di categoria del Comparto Difesa, Sicurezza e Soccorso Pubblico'') ed Emiliano De Simone (delega censimento e gestione del patrimonio comunale). 
Con l'occasione, inoltre, il primo cittadino, ha assegnato anche delle nuove deleghe, come quella relativa all'abbattimento delle barriere architettoniche affidata alla consigliera Daniela Marongiu. Andrea Cerqua si occuperà di Arte, Alessandra Fattoruso di eventi, cinema e spettacolo mentre a Giuseppe Fusco va la delega per la metanizzazzione del Cerreto.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pomeriggio intenso per il pubblico con Fabio Stassi

TARQUINIA – Pomeriggio ricco di intense suggestioni quello che si è svolto martedì 13 novembre nella Sala grande della biblioteca, tra le illustrazioni della XIII edizione di Pagine a Colori, manifestazione promossa dal Comune e dalla biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia, quest’anno in partnership con Tarquinia Film Office e il supporto di Enel a cui si affiancano le partecipazioni di BCC Roma, Unicoop Tirreno, DG Cinema & Consulting, CBM e dell’IIS Vincenzo Cardarelli di Tarquinia. 
Ospite d’onore Fabio Stassi, con la sua calda empatia e la sua straordinaria capacità di evocare il potere dei libri e il fascino della lettura, ha accompagnato il pubblico in un caleidoscopico viaggio attraverso ‘‘il buio e la cecità’’ nella letteratura: da Omero a Borges, da Kafka a Saramago, il racconto e la riflessione dello scrittore si sono irradiati in tutte le direzioni, toccando la fotografia e la Torre di Babele, gli alfabeti, i simboli e i segni del linguaggio letterario, il rapporto «promiscuo», ambiguo e misterioso tra il libro ed il lettore, la «voce profetica» della narrazione. Ne è scaturito un elogio appassionato della letteratura come «fenomeno sovranazionale», espressione universale dei sentimenti umani, finzione «più vera» della realtà stessa e baluardo contro le dittature, in quanto capace di vedere ciò che è invisibile, di attivare l’immaginazione, di guardare al mondo con «sguardo simbolico» andando oltre le apparenze e la percezione ingannevole dei sensi. Il tutto arricchito da innumerevoli spunti e suggerimenti bibliografici, in perfetta coerenza con il ruolo di «biblioterapeuta» che, inventato per uno dei suoi più celebri personaggi, l’investigatore Vince Corso, si è ormai identificato con Fabio Stassi, come lui stesso ha simpaticamente confermato. Bibliotecario ed editor della casa editrice Minimum Fax, lo scrittore, tra l’altro, ha curato la selezione dei testi di letteratura italiana raccolti nei due volumi «Curarsi con i libri» e «Crescere con i libri» (di Ella Berthoud e Susan Elderkin, Sellerio editore): veri e propri «prontuari farmaceutici» che, per tutti i possibili disturbi o problemi esistenziali – classificati in rigoroso ordine alfabetico -, suggeriscono il rimedio bibliografico più efficace. «Si tratta di due strumenti particolarmente significativi nell’ambito delle finalità di PaC – ha sottolineato Roberta Angeletti, direttrice artistica del festival dedicato all’illustrazione e alla letteratura per l’infanzia e l’adolescenza – in quanto la formazione degli adulti è un presupposto fondamentale per la corretta fruizione dei testi da parte di bambini e ragazzi». 
La Angeletti ha inoltre annunciato che sarà proprio Stassi l’autore prescelto per il concorso che ogni anno PaC rivolge agli studenti del primo biennio della scuola superiore. Si rinnova dunque il legame speciale tra Fabio Stassi e la città di Tarquinia, sbocciato già lo scorso anno, quando lo scrittore è intervenuto all’inaugurazione del Certame Nazionale Cardarelliano in occasione della proiezione del suo documentario «L’ultima spiaggia», dedicato a Vincenzo Cardarelli. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Padovani, in teatro come al cinema

MONTALTO – Quest’anno il calendario della stagione artistica del Comune di Montalto di Castro si arricchisce con la proiezione cinematografica in teatro. Ogni seconda domenica del mese, il pubblico potrà guardare le ultime uscite dei film in programmazione. La prima pellicola domenica 11 novembre, alle ore 18, con “Ti presento Sofia”: un film con Micaela Ramazzotti, Fabio De Luigi, Caterina Sbaraglia, Andrea Pisani, Shel Shapiro, e la regia di Guido Chiesa. Gabriele, ex rocker e ora negoziante di strumenti musicali, divorziato, è un papà premuroso e concentrato esclusivamente su Sofia, la figlia di 10 anni. Quando gli amici gli presentano delle possibili nuove compagne lui parla della figlia, azzerando ogni chance. Un giorno però nella sua vita ricompare Mara, che vede da 10 anni e che è diventata un’importante fotografa. Lui se ne innamora ma c’è un grosso ostacolo da superare: lei non vuol sentire neanche parlare di bambini. Gabriele decide quindi di nasconderle la presenza di Sofia. L’impresa però non sarà per niente facile. Biglietto unico 5 euro.  Per info 0766 87 01 15. Biglietteria aperta dalle ore 16,30.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###