Padovani, in teatro come al cinema

MONTALTO – Quest’anno il calendario della stagione artistica del Comune di Montalto di Castro si arricchisce con la proiezione cinematografica in teatro. Ogni seconda domenica del mese, il pubblico potrà guardare le ultime uscite dei film in programmazione. La prima pellicola domenica 11 novembre, alle ore 18, con “Ti presento Sofia”: un film con Micaela Ramazzotti, Fabio De Luigi, Caterina Sbaraglia, Andrea Pisani, Shel Shapiro, e la regia di Guido Chiesa. Gabriele, ex rocker e ora negoziante di strumenti musicali, divorziato, è un papà premuroso e concentrato esclusivamente su Sofia, la figlia di 10 anni. Quando gli amici gli presentano delle possibili nuove compagne lui parla della figlia, azzerando ogni chance. Un giorno però nella sua vita ricompare Mara, che vede da 10 anni e che è diventata un’importante fotografa. Lui se ne innamora ma c’è un grosso ostacolo da superare: lei non vuol sentire neanche parlare di bambini. Gabriele decide quindi di nasconderle la presenza di Sofia. L’impresa però non sarà per niente facile. Biglietto unico 5 euro.  Per info 0766 87 01 15. Biglietteria aperta dalle ore 16,30.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Incontri d’Autunno: due appuntamenti oggi e domani

TARQUINIA – Due eventi all’insegna del divertimento e dell’ecologia sono previsti a Tarquinia oggi, martedì 30, presso il cinema Etrusco, a partire dalle ore 17 e mercoledì 31 ottobre, presso la biblioteca comunale Cardarelli, a partire dalle ore 16,30. 
Le manifestazioni, a margine dell’iniziativa comunale Incontri d’Autunno, includono, per il 30 ottobre, un invito al cinema a vedere il poeticissimo film d’animazione Wall-e, a cui seguirà un dibattito per consentire una riflessione sul chiaro messaggio della storia appena narrata e uno spuntino a base di prodotti tipici locali di eccellenza, selezionati da Slow Food, per educare al buon cibo e avvicinare all’ottima produzione a km zero anche i ragazzi più giovani. Con l’occasione, durante l’evento in particolare si utilizzeranno posate e piatti ecocompatibili.
L’indomani, è previsto alla biblioteca comunale Cardarelli, intesa come luogo di incontro e conoscenza, un pomeriggio all’insegna dell’amicizia e dello svago anche con lo scopo di educare divertendo i più piccoli sui temi ecologici: sia con uno spettacolo teatrale che con un laboratorio di riciclo creativo durante il quale saranno costruiti i costumi da indossare per la ‘mostruosa’ serata di Halloween. 
Inoltre, dopo gli scherzetti di rito, si potranno assaggiare gli immancabili dolcetti e altre prelibatezze selezionate da Slow Food per l’occasione, in un aperitivo rigorosamente plastic free.
Questo ricco programma è stato possibile grazie al contributo della Regione Lazio, tramite il programma Lazio delle Meraviglie, e alla collaborazione con il cinema Etrusco; con l’associazione il Prezzemolino Slow Food; con l’associazione ConTatto Natura e con la Biblioteca di Tarquinia.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Duilio Galioto, una vita dedicata alla musica

di GIAN MARCO TRICOMI

CIVITAVECCHIA – Duilio Galioto, i suoi tasti, e la sua creatività hanno saputo arrivare dove tanti sperano, e ancora hanno molto da dare a tutto l’universo artistico che toccano. Risale infatti a martedì scorso la proiezione alla Festa del Cinema di Roma della pellicola ‘‘Il Flauto Magico di Piazza Vittorio’’ nel quale il polistrumentista civitavecchiese ha partecipato in collaborazione con Leandro Piccioni, storico arrangiatore dell’Orchestra di Piazza Vittorio, nonché pianista d Ennio Morricone.

«Per quanto riguarda il comparto elettrico, organi e synth – spiega – io, in quanto membro dell’orchestra, ho partecipato alla registrazione, ma non è niente rispetto al lavoro della regia, degli attori e tutti quelli che si sono impegnati nella realizzazione del film. Il Flauto Magico – continua – è uno spettacolo dell’Orchestra di Piazza Vittorio che ha fatto davvero moltissime repliche, ma è solo una delle tante cose. Io partecipo per lo più ad altri progetti come Il Giro del Mondo in Ottanta Minuti, o Il Don Giovanni, per il quale sarò presente nelle date di Rieti e in quelle francesi». 

Galioto inoltre è entrato a far parte ufficialmente degli Avion Travel in questo loro periodo di rinnovamento successivo alla scomparsa dello storico chitarrista Fausto Mesolella. «Gli Avion sono più che fratelli, e così hanno deciso di non avere più chitarre sul palco, cambiando quindi sonorità. A volte l’assenza di Fausto viene sottolineata proprio con questa scelta, ed io faccio le sue note, ma non lo sostituisco. Ora siamo in tour, cominciato con l’uscita del disco a maggio, ed il calendario è ancora aperto». Questa sera il gruppo si esibirà infatti nella serata di apertura del teatro Caffeina di Viterbo. Per quanto riguarda altri progetti dell’artista, c’è ovviamente la collaborazione con Daniele Silvestri nella realizzazione del suo nuovo album in uscita il prossimo anno. Importante per Galioto anche il ritorno alle origini, insegnando da circa un mese alla Stazione Musica – College of Music ed avendo così «la possibilità di stare in un posto che mi permetta di registrare, produrre, nonché di rimettere le radici nella città».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

‘‘Buio di blu…I libri della notte’’: Pagine a colori festeggia la sua 13esima edizione

TARQUINIA – La città si prepara per la 13esima edizione di ‘‘Pagine a colori’’, la manifestazione promossa dal Comune e dalla biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia, che quest’anno si svolge in partnership con Tarquinia Film Office, con il supporto di Enel e a cui si affiancano le partecipazioni di BCC Roma, Unicoop Tirreno, DG Cinema & Consulting, CBM e dell’IIS Vincenzo Cardarelli di Tarquinia.  Il 2018 è l’anno della tredicesima edizione. 
Pagine a colori nasce come una mostra di illustratori affermati, anche stranieri, molti dei quali a livello internazionale, di libri per bambini e ragazzi, per poi trasformarsi nel tempo in un ricco contenitore di eventi: incontri con autori, editori, personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo, laboratori didattici con gli stessi illustratori, conferenze, spettacoli e altro ancora, finalizzati ad una esplorazione stimolante e avventurosa del fenomeno della letteratura illustrata e, più in generale, della dimensione comunicativa in cui vive e si evolve il libro per l’infanzia.

Pagine a colori oggi è un Festival della Letteratura e delle Arti visive che ha una significativa risonanza ben oltre il territorio laziale e contribuisce in maniera rilevante alla promozione alla lettura e alla conoscenza del linguaggio dell’illustrazione come riconosciuta forma d’arte. ‘‘Buio di blu… I libri nella Notte’’ è il tema della XIII edizione: Pagine a colori esplora quest’anno il buio e la notte, dimensione necessaria per costruire la consapevolezza dei nostri punti ciechi, di ciò che sappiamo di non sapere, di ciò che c’è, ma non è visibile o di ciò che non c’è, ma è immaginabile.

L’esperienza del buio esaltata dal fascino della notte, diventa così qualcosa che implica un’attività molto concreta e un’abilità creativa particolare della nostra mente che equivale a vedere, immaginare, sognare, costruire, evocare ciò che il buio stesso ci impedisce di percepire con i nostri occhi.  Attraverso il buio, prendiamo così coscienza di quali sono le lenti con le quali osserviamo il mondo, di quali sono i presupposti che organizzano il nostro sguardo e le informazioni che si traggono dalla vita quotidiana.

E’ grazie a queste informazioni che il nostro immaginario si rigenera incessantemente, alimentando la curiosità di esplorare territori sconosciuti, di avventurarsi nell’ignoto, sicuri di non sapere e di poter far emergere una realtà, il più possibile coerente con ciò che si desidera.  Ulteriori elementi di riflessione sono offerti dalle tematiche ambientali riguardanti l’energia (luce come energia), l’educazione al consumo dell’energia (l’equilibrio ecologico esaminato in rapporto al degrado ambientale, alle pratiche del consumo e al problema degli sprechi).  Il tema del buio guiderà il pubblico dei piccoli e dei grandi attraverso generi narrativi, libri illustrati, punti di vista, esperienze, personaggi, esperti, autori e illustratori che in vario modo confluiscono in un luogo, la notte, dove si compiono azioni coraggiose, si rompono le convenzioni, si abbandona il già pensato e il già visto, si riflette su quanto e su come si organizzano i dati che ci vengono offerti dalla vita diurna e dalla nostra coscienza e ci si abbandona alle suggestioni emotive più profonde.  

Il tema, quanto mai universale, trova peraltro un collegamento coerente a quelli esplorati nelle precedenti due edizioni che si sono distinte per la ricchezza dei valori sociali a cui si sono ispirate tante iniziative con coinvolgimento del Centro Diurno Anziani, dell’IISS Cardarelli e del Cinema Etrusco e che, in tal modo, hanno consentito di realizzare esperienze significative di inclusione, integrazione e interazione tra tutte le fasce d’età: bambini, giovani, adulti, anziani.

Significativa a tale proposito è la collaborazione che si realizzerà con CBM Italia, la più grande organizzazione umanitaria internazionale impegnata nella prevenzione e cura della cecità e della disabilità nei Paesi del Sud del mondo, attraverso le cui attività il nostro pubblico di piccoli e grandi sarà sensibilizzato ai valori dell’inclusione e della solidarietà.

Quanto mai provvidenziale il supporto di Enel, ad illuminare le meravigliose illustrazioni della Mostra.

Gli illustratori Mostra 2018 BUIO DI BLU

Giulia Pintus, Valeria Valenza, Antongionata Ferrari, Lucia Scuderi, Gabriel Alborozo, Mattias De Leeuw, Miriana Ruiz Johnson , Roger Olmos, Giorgia Atzeni, Paola Formica, Mara Cerri, The Fan Brothers, Dale Blankenaar

Ospiti di PAGINEaCOLORI 2018

RuotaLibera Teatro, Carla Chiuppi, Roger Olmos, Ernesto Valerio, Laura Tosi, Vanja Passerini, Eros Miari, Paola Formica, Fabio Stassi, Valeria Valenza, Laura Salerno e Valentina Simioli per CBM.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Flauto Magico di piazza Vittorio diventa un film

CIVITAVECCHIA – Il Flauto Magico di Piazza Vittorio diventa un film per la regia di Mario Tronco e Gianfranco Cabiddu. Produzione: Paco Cinematografica e Denis Friedman. Alcuni passaggi di tastiera all’interno del film sono stati curati dal civitavecchiese Duilio Galioto ( uno dei nuovi insegnanti presso Stazione Musica) e l’orchestra tutta sarà presente in occasione della proiezione – in anteprima – per la Festa del Cinema di Roma.

L'appuntamento è per domani all’Auditorium Parco della Musica, alla Sala Sinopoli. Il Flauto Magico secondo l'Orchestra di Piazza Vittorio – ispirata all’opera in due atti di Wolfgang Amadeus Mozart – è la più conosciuta produzione dell'Ensemble stessa e, dal suo canto, conta già oltre 150 repliche in tutto il mondo. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Massimo Freccia, pronto il bando

LADISPOLI – E' finalmente pronto il bando per l'affidamento a un privato dell'auditorium Massimo Freccia. La struttura, inaugurata diverse volte già dalla precedente amministrazione, era stata chiusa a causa dell'assenza dei requisiti di sicurezza necesari per legge. A mancare erano alcuni certificati, oltre che a opere necessarie per la fruizione dei locali, come ad esempio l'aria condizionata e il riscaldamento nella sala. E così nonostante le inuaugurazioni il teatro, all'interno del quale sarebbe dovuto sorgere anche il nuovo cinema di Ladispoli, dopo la chiusura dello storico “Lucciola” in pieno centro cittadino, è chiuso da due anni, con l'impossibilità di essere utilizzato anche dalle diverse compagnie teatrali e non presenti sul territorio. Già prima dell'estate l'amministrazione comunale, in particolare l'assessore alla Cultura Marco Milani, aveva annunciato la pubblicazione di un bando per reperire il privato interessato a farsi carico della strutture, del completamento delle opere assenti e magari, perché no, ad apportarvi qualche miglioria, come ad esempio, proprio la realizzazione di una sala cinematografica così da restituire alla città il suo cinema. Bando annunciato prima dell'estate ma che solo ora, arriva a dama a causa dell'intoppo riscontrato dall'amministrazione comunale. A quanto pare infatti, i locali sorpastanti l'auditorium Massimo Freccia sarebbero stati occupati abusivamente. Situazione che, dunque, ha stoppato l'iter burocratico. Ora a quanto pare quei locali sono tornati nuovamente in possesso degli amministratori di Palazzo Falcone che hanno riavviato il percorso intrapreso. Sebbene il bando sia aperto a tutti, associazioni comprese, difficilmente qualche associazione potrà aggiudicarsi la vittoria a causa dei costi troppo alti per il completamento delle opere necessarie alla riapertura dell'auditorium stesso, come la messa a norma dell'impianto elettrico, o la realizzazione dell'Unità di trattamento dell'aria che ad oggi risulterebbe assente. Si parla infatti di 230mila euro circa. Ai privati che decideranno di partecipare al bando, la possibilità di presentare all'interno delle loro offerte, anche dei progetti per migliorare la struttura già esistente, come ad esempio la ristrutturazione e dunque apertura della seconda sala dell'auditorium. Già prima dell'estate, inoltre, l'assessore alla Cultura, Milani aveva specificato come, nonostante l'affidamento a un privato della struttura, il Comune avrebbe chiesto degli spazi da poter utilizzare per le associazioni culturali e teatrali del territorio. «Abbiamo richiesto – aveva detto Milani – che la struttura sia concessa a noi e alle realtà del territorio, per determinati periodi dell'anno» così da garantire loro uno spazio dove potersi esibire. Ma a differenza di quanto annunciato proprio prima dell'estate, i tempi di riapertura slitteranno inesorabilmente al prossimo anno, almeno.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

SCUOLA NORMALE SUPERIORE DI PISA – CONCORSO (scad. 31 ottobre 2018)

Procedura di selezione per la copertura di un professore di prima
fascia, settore concorsuale 10/C1 – Teatro, musica, cinema,
televisione e media audiovisivi, presso l'Istituto di studi
avanzati «Carlo Azeglio Ciampi».
(18E09881)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Record di iscritti per la “10 km del Mare”: a Tarquinia Lido vincono Beltrame e Fauci

TARQUINIA – Grande giornata di sport a Tarquinia Lido, dove ieri mattina si è corsa la quarta edizione della "10 km del mare": dopo i timori dei giorni precedenti legati alle condizioni atmosferiche, finalmente il cielo si è rasserenato proprio in prossimità dello svolgimento della manifestazione. Tantissimi i partecipanti, record della manifestazione che, partita i sordina nel 2015 con 120 partecipanti, ieri ha toccato il tetto di 248 partecipanti alla gara competitiva ed una trentina alla camminata non competitiva.

"Veramente ormai la collaudata equipe degli Amici della corsa, dell'Atletica 90 Tarquinia e della Polisportiva Montalto mi fa dormire sonni tranquilli (anche se per me è un eufemismo) – le dichiarazioni dell'organizzatore, Maurizio Guidozzi – perché fino la mattina della gara sono sempre ansioso e dubbioso che tutto vada bene Ma, come ormai da anni, poi tutto va per il meglio: la gara si immerge nel meraviglioso percorso di 10 km, da quest'anno omologato dalla FIDAL, la cui prima parte si snoda al Lido di Tarquinia prima di entrare nella zona più suggestiva, che è quella del transito all'interno dell'Oasi e del borgo delle Saline. I commenti positivi da parte di tutti i partecipanti ci confortano e confermano della buona strada intrapresa".

Per la cronaca la gara maschile è stata appannaggio di Valter Fauci davanti a Gabriele Granella ed Andrea Azzarelli; tra le donne la vittoria è andata ad Elisabetta Beltrame davanti a Sarta Carnicelli  ed Antonella Bellitto.

"Un ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione – continua Guidozzi – la Polizia locale, i  Carabinieri, la Questura, la CRI, la protezione civile dell'AEOP,. il medico di gara il dott. Piroli, tutti gli amici e parenti che in modo disinteressato si sono resi disponibili e gli amici della Etrusca Bike per la scorta tecnica in mountain bike".

"In modo particolare – conclude Maurizio – volevo ringraziare gli sponsor che ci hanno veramente dato un contributo notevole per lo svolgimento della manifestazione: Riva dei Tarquini – Parco Avventura, Amicizia Sport, Isla, Conad, Camping Tuscia, Onoranze funebri Elisei, Edilizia Conti, Carrozzeria Magicar, Cin cin bar, il Cantinone, Vapoforno Tufarolo, Alimentari Bonfranceschi, Capolinea café, Parati Etruria, Las Vegas e il Tamurè. Il ringraziamento va anche ai media partner lextra.news e Cinema etrusco. Ma il grazie più grande è per tutti i partecipanti, aspettandoli tutti per la quinta edizione".

 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Un museo del cinema per Civitavecchia

di FEDERICA CONGIU

CIVITAVECCHIA – La città che è stata e risulta essere un set, utilizzato da registi come Alessandro Blasetti con il suo “1860”, girato nel 1935, Luigi Comencini, Dino Risi, Mario Monicelli, Ettore Scola, che ambientò il suo “Che ora è” completamente a Civitavecchia, ha ricevuto la proposta di istituire un museo del cinema. L’iniziativa, presentata da Donatella Baglivo e Piero Pacchiarotti, ha cercato di coinvolgere oltre agli organi istituzionali locali, diverse organizzazioni volontaristiche del territorio, tra le quali la Consulta delle donne, l’associazione Anna Magnini ed Il Conservatorio.

«Abbiamo bisogno di attirare attenzione sulla nostra città – ha dichiarato Pacchiarotti, direttore dell’International Tour Film Festival e presidente dell’associazione culturale CivitaFilmCommission – con la cultura possiamo creare qualcosa che duri nel tempo e che migliori la nostra città». Si tratta di un progetto che, oltre ad una maggiore sensibilizzazione, vuole portare formazione ed occupazione per i giovani interessati al mondo del cinema e dello spettacolo, mediante una scuola.

L’idea è quella di creare inoltre un polo espositivo nel quale andrà archiviato un patrimonio storico non indifferente, composto da immagini, testimonianze, reperti e documentazione audiovisiva: una notevole quantità di materiale raccolto in diversi anni dall’autrice. Uno tra i diversi tesori, risulta essere la moviola di Bolognini, che potrebbe divenire un fiore all’occhiello della città. «È il mio sogno realizzare questo progetto, questa scuola – ha affermato la Baglivo, regista di quasi cento film – le persone non sono contro la cultura, anzi, ne hanno bisogno». Importante anche la collaborazione con gli istituti e le scuole, basti pensare ai moltissimi studenti che sono stati coinvolti in un concorso relativo ai settant’anni della Costituzione, nell’ambito del festival, che hanno portato alla realizzazione di diversi cortometraggi provenienti da tutta Italia.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###