Cpc e Corneto restano al comando

Quattro vittorie, due pareggi ed una sola sconfitta, per le squadre di Promozione del nostro comprensorio. Terzo successo di fila per la Cpc2005 che resta in vetta alla classifica insieme al Corneto Tarquinia e ai Monti Cimini, grazie al successo sulla Gallese per 3 a 0. Ad un primo tempo dalle tante occasioni sprecate, si è assistito ad una ripresa in cui i portuali hanno preso in mano le redini del gioco superando così egregiamente l’incognita Gallese. Avvio arrembante della Roja, che colleziona punizioni e angoli, con Bevilacqua prima e Tabarini poco dopo che impegnano Laurenti dando l’illusione del gol. La gara si stabilizza, la Cpc2005 ha un leggero predominio ma la Gallese regge bene l’urto. Alla mezz’ora sale in cattedra Funari, la prima occasione parte dall’out destro, quando mette dentro una palla che spiazza tutta la difesa ma che non trova nessuno a spingerla dentro, e poco dopo sulla sua conclusione Laurenti ci mette una pezza. Il gol è nell’aria e arriva al tredicesimo, prodigiosa la percussione di Esposito che serve Metta in mezzo alle righe, la difesa del Gallese si apre in due con la sfera che arriva a Tabarini che solo davanti a Laurenti non sbaglia. La Cpc2005 legittima il risultato ma è ancora lunga. Alla mezz’ora entra Loiseaux al posto di Tabarini, neanche passano sessanta secondi che in progressione la mette alle spalle di Laurenti. Gran gol e applausi meritati per lo sfortunato centravanti portuale, che dopo una stagione travagliata, culminata con la ricostruzione della cartilagine del ginocchio, si spera sia sulla strada giusta della continuità. È il 36’ quando Di Gennaro offre un assist d’oro a Ruggiero che realizza. Risultato rotondo e meritato davanti a una formazione molto fisica, che non è riuscita a mettere sul terreno di gioco quel plus ultra per essere alla pari. Seconda vittoria consecutiva per la Csl Soccer che sconfigge di misura al Dlf l’Urbetevere. Primi 45’ ottimi per il club locale che crea diverse occasioni, ma non riesce a concretizzare. Nella ripresa aumento d’intensità i calciatori di via della Pisana, ma al 17’ i civitavecchiesi trovano il definitivo vantaggio grazie al colpo di testa del difensore ex Atletico Ladispoli Luca Bresciani. Una vittoria inaspettata contro una compagine forte, ma la rosa di patron Villotti ha saputo gestire al meglio l’intera gara. Con questo risultato i tirrenici si piazzano al quarto posto in classifica con 7 punti all’attivo a -2 dal Corneto Tarquinia, Pol. Monti Cimini e Cpc2005. Vittoria casalinga per la Corneto Tarquinia che batte 3 a 0 il Canale Monterano e resta in vetta alla classifica. Da una leggerezza della difesa ospite, viene concesso un calcio di rigore che permette al Corneto Tarquinia di passare in vantaggio. Il secondo tempo trascorre arido di iniziative offensive degli attaccanti del Canale che non trovano il modo di pungere la difesa del Tarquinia. Negli ultimi tre minuti di gara, esaurite tutte le forze, il Canale soccombe, su azioni di rimessa, per altre due volte. Successo esterno per il Santa Marinella che si aggiudica i primi tre punti stagionali, grazie alla vittoria per 3 a 0 sul campo dell’Aurelio Roma Academy. I gol realizzati da Iacobucci, Bordoni e Zimmaro, sono il giusto premio di una gara condotta sempre dai rossoblù. Dunque, il Santa Marinella si sblocca e lascia la casella zero punti, lo fa con una prova convincente. La partita è stata sempre in pugno degli ospiti che durante l’arco della gara vengono piu’ volte fermati in azioni d’attacco, alcune concluse a rete con fuorigioco dubbi. Nella ripresa i rossoblù partono con la stessa determinazione del primo tempo e nell’ultimo quarto d’ora si sbloccano togliendosi di dosso l’ansia del gol. Al 70 arriva la rete grazie al giovane bomber Iacobucci con un gran gol dopo essere partito da zona decentrata , all’ 83° è Bordoni a mettere fine alla partita grazie al delizioso passaggio di Zimmaro il quale, al 90°, timbra il cartellino su assist preciso di Tersigni. «La squadra ha giocato meglio rispetto alle due gare precedenti – commenta Paolo Di Martino – ed ha trovato una vittoria meritata. Ora bisogna continuare così e puntare a risalire in classifica». Gol ed emozioni nella sfida tra il Duepigreco e il Città di Cerveteri. Uno spettacolo che però non ha prodotto il risultato sperato per il verdeazzurri comunque in gran forma dopo il brillante successo per 4-0 in casa domenica scorsa, stavolta sono stati sconfitti per 4 a 2. Mister Silvestri le ha provate tutte nella ripresa, ma non c’è stato nulla da fare. «Confesso che non ho mai perso una partita come quella di oggi – dice il mister – una squadra che crea così tante palle gol nitide, sbaglia un rigore e chiude la squadra di casa nella sua metacampo per 80 minuti non meritava di certo questo passivo». Per Vignaroli sono 2 reti in 3 partite. «Sono contento per il gol del momentaneo pareggio – spiega il giocatore – perchè arrivato dopo quello decisivo con la Csl Soccer e va a coronare delle buone prestazioni. Avrei preferito fosse stato decisivo anche questo per permettere alla squadra di fare punti per la classifica». Partita senza nessun gol quella che si è concretizzata al Lombardi tra Atletico Ladispoli e Pian Due Torri. Le due squadre si dividono la posta portandosi un punto a testa a casa. Nessuna delle due squadre è riuscita a trovare la via del gol per tutti e 90 i minuti, terminando la gara col punteggio di partenza. Pari e patta anche fra Montefiascone e Tolfa che hanno chiuso la contesa sull’1-1 dividendosi la posta in palio. «La partita si è messa subito bene per noi nonostante gli assenti – dice il mister – loro sono molto giovani ma tutti di un certo livello. Considerato che il loro campo in erba che sembrava un aeroporto e il caldo che faceva non è stato facile». Al 10’ il Tolfa passa in vantaggio grazie aduna punizione di Cascianelli. I locali pareggiano ad inizio ripresa.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Fattori: derby e spettro della chiusura

Per la seconda giornata del girone di andata del campionato di Promozione, il turno prevede i due derby tra il Santa Marinella e la Csl e tra il Corneto Tarquinia e il Montefiscone. 
Dopo l’esordio positivo in casa della Vigor Acquapendente, culminato in un due a zero con le firme di Ruggiero e Gallo, la Cpc2005 diretta da Paolo Caputo attende stamani il Bomarzo. Al Tamagnini, alle 11, andrà in scena la prima gara tra le mura amiche, esordio assoluto per la compagine portuale, nel fortino di Campo dell’Oro. Avversario è l’ostico Bomarzo reduce, all’esordio, dal pareggio casalingo con il Pian due Torri. La rifinitura di venerdì ha dato le definitive indicazioni per i venti da portare in lista gara, con l’unica assenza certa di Lanari che è fermo da tempo per un problema alla caviglia.
Derby intenso, quello di stamani al Comunale di Civitavecchia tra il Santa Marinella e la Csl Soccer. Una gara che regalerà sicuramente emozioni forti con un grande gioco fin dai primi minuti. Da una parte ci sono i ragazzi di mister Fracassa, reduci dalla sconfitta di mercoledì per 1-0 coi Pescatori Ostia nel primo turno preliminare di Coppa Italia, che cercheranno a tutti i costi il riscatto, in particolar modo per ottenere i primi tre punti stagionali dopo aver impattato 1 a 1 all’ultimo secondo all’esordio con il Città di Cerveteri. Una rosa che, nonostante tutto, piace e convince i tanti tifosi e i vertici dirigenziali che sperano nella vittoria. «Sono molto fiducioso – spiega a tal proposito il tecnico Daniele Fracassa – per la gara che andremo a giocare, stiamo bene e vogliamo dimostrarlo sul campo». 
«Rispettiamo il Santa Marinella – dice il ds D’Aponte – che ha delle ottime individualità sia in campo che fuori, basti pensare a Bonaventura, Iacobucci e Stenbock, oltre al preparatissimo mister Stuccilli. Noi, però, andremo al Fattori per prenderci i tre punti, sappiamo che sarà un derby combattuto, ma allo stesso tempo leale ed onesto». 
Dall’altra sponda, invece, c’è il Santa Marinella, che dopo l’amara sconfitta con l’Atletico Ladispoli, vuole a tutti i costi vincere. Privi di Carra, Sanfilippo, Famà e Iacobucci, i padroni di casa puntano a portare via i tre punti. «Ovviamente l’obiettivo è quello di riscattare la sconfitta di domenica – dice Paolo Di Martino – non siamo contenti della gara giocata con l’Atletico Ladispoli e quindi dovremo cambiare atteggiamento. E’un derby molto importante, loro stanno bene sulle gambe. Mentre noi abbiamo problemi di conoscenza visto che ci sono undici giocatori nuovi. La nostra squadra deve migliorare fisicamente e tecnicamente, sono certo che con questa rosa possiamo fare bene. Starò in tribuna perché posso vedere meglio gli errori che facciamo». 
Turno esterno per la Corneto Tarquinia che alle 11 sarà di scena sul campo del Montefiascone. Mister Del Canuto dovrà rinunciare a Varchetta mentre gli altri sono a disposizione. 
«Domenica scorsa abbiamo ottenuto una vittoria importante – dice il tecnico – e direi anche meritata seppur faticosa. Andare a Montefiascone è sempre difficile. Loro sono molto ringiovaniti, conosco bene l’ambiente perché li ho allenato per quattro anni. Hanno un gruppo molto solido. Noli abbiamo fatto un’ottima squadra, vogliamo divertirci e fare un bel campionato, poi tireremo le somme». 
Gara esterna per l’Atletico Ladispoli che questa mattina affronta l’Urbetevere. Assenti Giustini, Screponi, Pulcini e Rago, i ragazzi di Neto puntano al secondo successo consecutivo. 
«La nostra linea quest’anno è quella di portare avanti i giovani – spiega il tecnico – non è facile ma dobbiamo provarci. Abbiamo dei ragazzi validi e puntiamo su di loro per un progetto di tre anni. Un progetto nato già lo scorso anno con Centanni e che quest’anno porto avanti io. Purtroppo la retrocessione ha lasciato il segno, la società inizialmente non voleva partecipare al campionato e invece abbiamo deciso di seguire il progetto giovani e fare una squadra di tutti under presi dalla juniores, insieme a giovani arrivati da altre squadre limitrofe. I presupposti ci stanno. Oggi ci troveremo di fronte dei neo promossi». 
Dopo la bella prova di domenica scorsa a Tarquinia in cui la squadra collinare meritava almeno un punto, alle 15.30 il Tolfa attende allo Scoponi l’Acquapendente, reduce dalla sconfitta casalinga con la forte Cpc. Contro l’ostica squadra viterbese la giovane compagine biancorossa (domenica scorsa in alcuni frangenti ha giocato con ben 7 under in campo) è attesa da una partita dura e complicata da lottare su ogni palla secondo lo spirito tolfetano. Per questa gara mister Sperduti ha convocato tutti. Rientrano Mecucci e l’infortunato Capolonghi, ancora assente Galli (che ritornerà tra due settimane); fuori invece Mojoli.
«lo abbiamo perso fino a gennaio – spiega il team manager Salcatore Incorvaia – perché in partenza per l’Erasmus». 
«Siamo di nuovo alle prese con un’altra partita difficile contro una squadra di tutto rispetto che ha costruito una rosa per ritornare in Eccellenza, non a caso l’Acquapendente é nominata insieme alla Cpc e al Corneto tra le favorite alla vittoria del campionato – spiega patron Giorgio Franchi – noi siamo molto fiduciosi, i ragazzi hanno lavorato sodo e bene durature la settimana, le motivazioni ci stanno tutte e il gruppo sembra essersi riformato come ai vecchi tempi e quindi mi aspetto domani una partita ad alti livelli domani. Inoltre è la prima giornata di campionato che giochiamo allo Scoponi e ciò avrà pure una sua influenza. Infine stanno crescendo molto i giovani a cui mister Sperduti da molta fiducia. Sono certo che domani faremo la partita». 
«Abbiamo affrontato il Tarquinia domenica scorsa – afferma mister Sperduti – ma ci ha detto male. Nonostante le assenze avremmo potuto portare a casa un pareggio. Recupero per oggi Mecucci e Capolonghi, mentre resteranno fuori Galli e Moioli. Noi siamo abbastanza equilibrati perché oltre ad aver riconfermato la vecchia guardia, ho inserito buoni giovani fuori quota, tutti prodotti del posto. Vogliamo fare una stagione positiva, se poi ci troviamo lassù, punteremo al miglior posto possibile». 
Partita interna per il Città di Cerveteri che stamani al Galli affronterà la Roma Academy. Un incontro molto interessante, soprattutto dopo quello che hanno fatto vedere gli etruschi nella sfida con la Csl che sono riusciti a pareggiare in pieno recupero.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Antonio Morali 3° di categoria e 4° assoluto allo Slalom del Mare di Vico Equense

di GLORIA TROTTI

Trasferta sorrentina lo scorso weekend per Antonio Morali del Gruppo Piloti Civitavecchiese, che ha corso lo Slalom del Mare di Vico Equense, ottenendo un ottimo quarto posto assoluto e un terzo piazzamento nella categoria E2SC a bordo della sua Elia Avrio Evo. Il driver civitavecchiese la settimana precedente aveva dovuto rinunciare alla gara casalinga a causa di un carter saltato durante le prove: «Con il mio preparatore Cristian Fedeli abbiamo lavorato in officina – commenta Morali – fino al venerdì, quindi è stata una gara di test per la macchina, che comunque ha risposto bene. Nonostante il percorso troppo stretto non fosse molto adatto alla mia categoria, posso ritenermi soddisfatto».
Buone notizie anche da parte dell’equipaggio formato dalla coppia Serena D’Amora e Roberto Di Giulio, reduci dal 40esimo Rally Alta Val di Cecina svoltosi domenica 24 giugno. Con la loro Renault Clio RS hanno ottenuto un ottavo posto assoluto e una vittoria nella loro classe, la N3. Commenta così la co-driver D’Amora: «È un bel percorso, immerso in un paesaggio suggestivo. Fin dal sabato, durante le prove, siamo andati bene. Roberto non ha fatto errori, una trasferta molto soddisfacente».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Antonio Morali 3° di categoria e 4° assoluto allo Slalom del Mare di Vico Equense

di GLORIA TROTTI

Trasferta sorrentina lo scorso weekend per Antonio Morali del Gruppo Piloti Civitavecchiese, che ha corso lo Slalom del Mare di Vico Equense, ottenendo un ottimo quarto posto assoluto e un terzo piazzamento nella categoria E2SC a bordo della sua Elia Avrio Evo. Il driver civitavecchiese la settimana precedente aveva dovuto rinunciare alla gara casalinga a causa di un carter saltato durante le prove: «Con il mio preparatore Cristian Fedeli abbiamo lavorato in officina – commenta Morali – fino al venerdì, quindi è stata una gara di test per la macchina, che comunque ha risposto bene. Nonostante il percorso troppo stretto non fosse molto adatto alla mia categoria, posso ritenermi soddisfatto».
Buone notizie anche da parte dell’equipaggio formato dalla coppia Serena D’Amora e Roberto Di Giulio, reduci dal 40esimo Rally Alta Val di Cecina svoltosi domenica 24 giugno. Con la loro Renault Clio RS hanno ottenuto un ottavo posto assoluto e una vittoria nella loro classe, la N3. Commenta così la co-driver D’Amora: «È un bel percorso, immerso in un paesaggio suggestivo. Fin dal sabato, durante le prove, siamo andati bene. Roberto non ha fatto errori, una trasferta molto soddisfacente».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Antonio Morali 3° di categoria e 4° assoluto allo Slalom del Mare di Vico Equense

di GLORIA TROTTI

Trasferta sorrentina lo scorso weekend per Antonio Morali del Gruppo Piloti Civitavecchiese, che ha corso lo Slalom del Mare di Vico Equense, ottenendo un ottimo quarto posto assoluto e un terzo piazzamento nella categoria E2SC a bordo della sua Elia Avrio Evo. Il driver civitavecchiese la settimana precedente aveva dovuto rinunciare alla gara casalinga a causa di un carter saltato durante le prove: «Con il mio preparatore Cristian Fedeli abbiamo lavorato in officina – commenta Morali – fino al venerdì, quindi è stata una gara di test per la macchina, che comunque ha risposto bene. Nonostante il percorso troppo stretto non fosse molto adatto alla mia categoria, posso ritenermi soddisfatto».
Buone notizie anche da parte dell’equipaggio formato dalla coppia Serena D’Amora e Roberto Di Giulio, reduci dal 40esimo Rally Alta Val di Cecina svoltosi domenica 24 giugno. Con la loro Renault Clio RS hanno ottenuto un ottavo posto assoluto e una vittoria nella loro classe, la N3. Commenta così la co-driver D’Amora: «È un bel percorso, immerso in un paesaggio suggestivo. Fin dal sabato, durante le prove, siamo andati bene. Roberto non ha fatto errori, una trasferta molto soddisfacente».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vecchia: obiettivi sfumati per i 2002 e 2004

di MATTEO CECCACCI

Doveva essere un fine settimana straordinario per il club di Largo Martiri di Via Fani che doveva completare la piena felicità della scorsa settimana che aveva visto ben tre salvezze, a partire dalla prima squadra che ha mantenuto la permanenza in Eccellenza, agli Allievi e Giovanissimi Elite.
Purtroppo, però, non c’è stato niente da fare per Marco Mazza e Andrea Gualtieri che, nella penultima giornata di campionato, sono usciti sconfitti, rispettivamente con le categorie Allievi e Giovanissimi regionali fascia B. Due stop del tutto inaspettati che fanno svanire completamente gli obiettivi: i classe 2002 non potranno più ambire alle prime quattro posizioni della classifica e i classe 2004 dovranno fare a meno del secondo posto, in quanto dista ben 4 punti. Molto probabilmente, la notizia della settimana scorsa della vittoria degli Allievi e Giovanissimi Elite ai playout, che consentirà il prossimo anno ai ragazzi di disputare la massima serie ha fatto scendere in campo i calciatori con una troppa nonchalance e poca cattiveria che li ha portati a subire una sconfitta e di conseguenza a perdere la rincorsa ai primi posti della graduatoria.
Il match degli Allievi regionali fascia B, diretti dal dirigente Ghelmo Fusini, in sostituzione al tecnico Marco Mazza, indisponibile per motivi di salute, ha visto i primi 40’ terminare con il risultato di 3-1 in favore dei locali dell’Etruria grazie al gol di Bellini, bravo a trafiggere dalla destra Formisano, ma trascorrono appena 5’ e bomber Luciani ristabilisce gli equilibri. Nel finire di tempo, però, i viterbesi non si smentiscono e vanno avanti di due gol grazie alle firme di Vannini e Broni (3-1). Nella ripresa la Vecchia parte bene e accorcia le distanze nuovamente con Marco Luciani che dalla destra fa partire un siluro che lascia di stucco l’estremo difensore Frattini, ma i nerazzurri sono inarrestabili e fanno 3-3 con il fuoriclasse Liberati; quest’ultimo, e stato protagonista nella giornata di ieri nel capoluogo umbro per uno stage con il Perugia. L’Etruria accusa il colpo e reagisce negli ultimi 15’ chiudendo definitivamente la gara con De Carolis prima e Alessietti dopo per il definitivo 5-3. Un risultato che porta i tirrenici al quinto posto con 37 punti all’attivo in compagnia del Pianoscarano e nell’ultima giornata di sabato prossimo dovranno assolutamente vincere in casa lo scontro con il Vis Aurelia per consolidare la quinta piazza e non scendere nella sesta casella, mentre i viterbesi rimangono al quartultimo posto della classica a +1 dalla zona salvezza in attesa dell’ostica sfida casalinga con la seconda della classe Montefiascone.
Sconfitta sconcertante per i Giovanissimi regionali fascia B che, nell’ultima partita dinanzi ai propri tifosi, non sono riusciti a regalare un sorriso, ma bensì un’amarezza incolmabile. Il 2-1 nei primi 35’ ha visto il vantaggio del fenomeno Tizi Crepaccioli: il talentuoso pupillo di Fabio Ceccacci quest’anno è stato autore di numerosi gol e di prestazioni veramente eccelse e il team nerazzurro dovrà tenerselo stretto questo gioiello, in quanto nel mercato estivo sarà molto ambito e corteggiato dai numerosi club nazionali che stanno già da ora chiamando molti ragazzi. L’Sff Atletico risponde poco dopo con Moschini che ristabilisce gli equilibri a 10’ dal termine. Nella ripresa la Vecchia cerca il vantaggio creando molte occasioni, ma il portiere ospite vieta il gol a chiunque tenta di realizzarlo. Gli aeroportuali, allora, non perdono tempo e alla prima occasione siglano il definitivo 2-1 grazie alla splendida azione che lascia di stucco l’intero Tamagnini: lancio del portiere a Savignani sulla destra che stoppa il pallone e pennella un assist d’oro per Marchini che fucila di sinistro la rete del portiere nerazzurro. Al triplice fischio esultano i rossoblu che fanno un bel balzo avanti in classifica posizionandosi da soli al sesto posto, mentre i nerazzurri devono accontentarsi di un terzo posto e, superati di gran lunga dalla Leocon, devono ormai arrendersi all’inseguimento del secondo posto. La consapevolezza di giocare il prossimo anno il campionato Elite ha superato alla grande l’ambizione che fino a un mese fa era l’unico obiettivo prefissato, ma nulla toglie l’eccezionale lavoro svolto dei baby 2004 oltre all’encomiabile impegno del tecnico Gualtieri. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Una Snc contata crolla a Palermo

di MATTEO CECCACCI

La Snc non mette in cassaforte la terza vittoria consecutiva, ma crolla incredibilmente 13-9 nella piscina olimpionica del Telimar Palermo. Questo è il responso di quanto accaduto oggi nel match valevole per la terzultima giornata di ritorno del campionato di pallanuoto maschile di serie A2. 
La gara parte bene per i padroni di casa che con Lo Cascio fanno 2-0 appena dopo 4’, per poi subìre la rete in superiorità numerica di Checchini, ma Lisica a 20’’ dalla fine chiude il parziale sul 3-1.
Il secondo periodo vede un dominio assoluto dei rossocelesti che aprono le marcature dopo 1’ con Checchini, a cui risponde prontamente il classe ‘99 Giliberti, ma la Snc non ci sta e rifila nell’arco di 4’ un tris firmato da De Rosa (nella foto), Romiti e Checchini, il quale fa da cornice l’acuto di Geloso nel finire di tempo per il momentaneo 2-4 (5-5).
La terza frazione decreta il segno ics con il risultato di 2-2. A gonfiare la rete per primi sono i  laziali con il mancino Castello dopo 30’’, ma Di Patti risponde all’istante. Trascorrono 4’ minuti e il centroboa Lo Cascio buca per la terza volta Visciola, ma sulla ripartenza opposta il promettente gioiello classe ‘00 Daniele Midio manda le compagini a riposo sul 7-7.
Al rientro in acqua succede l’incredibile: la Snc risulta non pervenuta e si evidenzia un buio più totale nelle calottine civitavecchiesi che appaiono nettamente  in balia dei siciliani. Da annotare, però, durante il corso degli ultimi 480’’ l’allontanamento del tecnico Marco Pagliarini e la dibattuta espulsione dell’attaccante Minisini per limiti di falli. Il roboante 6-1 ha visto segnare per ben tre volte il fortissimo senatore ventinovenne Francesco Paolo Lo Cascio per la sua personale performance che l’ha portato a siglare ben sei centri, poi sono i sigilli di Giliberti (tripletta) e del talentuoso classe ‘01 Edoardo Fabiano a chiudere definitivamente il match, se non prima delle marcature di Leo Checchini (poker) prima e De rosa (doppietta) dopo.
Alla sirena finale è 13-9 Telimar; un risultato che sancisce così un bel balzo in avanti per i palermitani che vedono aprirsi belle speranze per una salvezza diretta, mentre ai civitavecchiesi, disastrati in difesa, non resta che pensare già alla sfida casalinga con la Roma Arvalia di sabato prossimo. Attualmente il team di patron D’Ottavio rimane nella quarta casella della graduatoria e, approfittando della sconfitta del Latina, resta a -4 dal terzo posto, ma allo stesso tempo vede avvicinarsi i catanesi dei Muri Antichi a quattro punti, che ospiteranno nell’ultima di campionato proprio i rossocelesti. A due giornate dal termine, dunque, c’è da dire che  il discorso playoff è ancora in ballo e la speranza è che alla fine non ci siano brutte sorprese.
«È stata – spiega De Rosa – una gara che fino al terzo tempo abbiamo tenuto testa. ma poi nel quarto siamo calati; peccato».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Snc a Palermo per ipotecare i playoff

di MATTEO CECCACCI

Una vittoria per consolidare il discorso playoff e accorciare le distanze sulla terza della classe Latina (ospite dei Muri Antichi). È quello che serve alla Snc Enel Civitavecchia che, nel match valevole per la terzultima giornata di ritorno del campionato di pallanuoto maschile di serie A2, affronterà domani alle 15 nella piscina olimpionica comunale di Palermo il Telimar del tecnico Ivano Quartuccio, subentrato ad Antonio Piccione a marzo dopo l’esonero da parte del presidente Giliberti. I rossocelesti, che ancora dovranno fare a meno dei difensori Caponero, affetto da monocluesi da circa due settimane, ma che lunedì dovrebbe tornare in vasca, c’è anche l’assenza di Iula che sta lottando ancora con la rottura del setto nasale rimediata il 21 aprile scorso nella sfida casalinga col Pescara. Carenze pesanti per la retroguardia di coach Pagliarini, ma ottimi saranno i sostituti che scenderanno in acqua, come il giovanissimo ‘02 Stefano Ballarani. I tirrenici, reduci da due vittorie consecutive, sembrano aver ritrovato la giusta strada della vittoria dopo i quattro stop di fila del tutto inaspettati e questo fa ben sperare i propri tifosi. I siciliani, invece, reduci dalla battuta d’arresto per 10-9 col Salerno, ma vittoriosi una settimana prima col Latina per 13-9, sono alla ricerca di punti salvezza, in quanto stazionano al quartultimo posto della classifica con 20 punti all’attivo. Si prospetta, quindi, un gran bel match, nonostante gli obiettivi siano opposti. 
A commentare il pre gara è il senatore Andrea Castello: «Affronteremo una squadra che sta in un ottimo stato di forma che cerca punti salvezza. Noi andremo in Sicilia per mettercela tutta, faremo la nostra partita cercando di imporre il nostro gioco, limitando le loro forti ripartenze e il loro centroboa senza essere troppo frettolosi in attacco. Siamo passati – conclude il mancino – dall’obiettivo di inizio stagione che era ottenere una salvezza tranquilla al secondo posto al giro di boa e questo ha fatto ben sperare in qualcosa di più ambizioso come i playoff, ma ci accontentiamo lo stesso; certo, chiudere con un terzo posto sarebbe meglio». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Crc attende il Pesaro

<p>Il Civitavecchia Rugby Centumcellae ospita la capolista. Alle 12.30 al Moretti Della Marta i biancorossi scendono in campo contro il Pesaro, che comanda il girone 2 della serie B, per la terzultima giornata di campionato con anticipo di mattina.<br />
La sfida, da un punto di vista di obiettivi stagionali, conta solo per i marchigiani: i civitavecchiesi infatti possono soltanto andare oltre il settimo posto. Tuttavia si guarda al prestigio e alla voglia di riscatto, dopo il 45-0 rimediato in Toscana dalla Florentia.<br />
&laquo;Ci attendiamo una gara casalinga buona – dicono i tecnici Pippo Esposito e Alessandro Mameli – nella quale, per fare bella figura, servir&agrave; essere concentrati per 80&rsquo;. I pesaresi punteranno a prendere 5 punti in classifica e questo sposta la pressione tutta sulle spalle, se non vorranno farsi avvicinare da I Medicei. Questo &egrave; un aspetto che il Crc dovr&agrave; sfruttare&raquo;.&nbsp;<br />
Poi un&rsquo;ipotesi sull&rsquo;impostazione tattica: &laquo;Saranno determinanti l&rsquo;aggressivit&agrave; in difesa, il sacrificio e l&rsquo;intelligenza. Questo potrebbe danneggiarli ma solo se condite da una disciplina che ultimamente non c&rsquo;&egrave; stata. Serve giocare una gara dignitosa per cancellare Firenze, con orgoglio e gioco collettivo&raquo; concludono i tecnici.<br />
Per quanto riguarda i convocati, saranno assenti per infortunio Natalucci, Peris, Manuelli, Lazzerini tutti infortunati; Diottasi, &egrave; squalificato, Cortellessa indisponibile. Al contempo, tornano disponibili Fraticelli, Spada e Scenna.<br />
L&rsquo;elenco dei convocati: Flavio Caprio, Diego Carabella, Alessandro Crin&ograve;, Emanuele Di Gennaro, Daniele Fraticelli, Gabriele Gentile, Fabio Gentili, Renato Giordano, Senad Kurtaj, Matteo Mellini Susca, Luca Nastasi, Michele Nocchi, Athos Onofri, Paolo Orabona, Gianmarco Orchi, Giacomo Pampinella, Riccardo Rossi, Lorenzo Scenna, Antonio Simeone, Luca Solfanelli, Matteo Spada, Mongendjo Williams.</p>

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###