La Flavioni sfida le campionesse d’Italia

di MATTEO CECCACCI

Esordio casalingo per la Flavioni Handball Civitavecchia di coach Patrizio Pacifico, che domani alle 16.30 al PalaSport Insolera Tamagnini sfida le campionesse d’Italia del Jomi Salerno del tecnico Neven Hrupec nel match valevole per la 2^ giornata del campionato di pallamano femminile di serie A1. Le civitavecchiesi sono reduci dalla sconfitta rimediata sabato scorso in Lombardia col Cassano Magnago per 29-19, mentre le campane hanno vinto nettamente tra le mura amiche della palestra Caporale Maggiore Palumbo 28-15 con le romagnole dell’Ariosto Ferrara. Si prospetta un match con tantissimi gol e grande qualità, con le ragazze di capitan Erika Maruzzella che, nonostante la consapevolezza di affrontare una delle squadre più forti del girone, vogliono la prima vittoria stagionale  e dall’altra le atlete di capitan Coppola che cercano a tutti i costi la seconda vittoria consecutiva e senza dubbio l’ennesimo primato nazionale. «Sarà una gara difficile – spiega il forte terzino sinistro Enrica Bartoli – e complicata. Sfrutteremo al meglio il fattore casa con il sostegno dei tifosi; il nostro parquet è difficile per tutte le compagini. Troverò tra le fila del Salerno la mia ex compagna di nazionale Antonella Coppola. Per me è una sfida importante, vengo da un secondo intervento fatto a giugno e ho molta voglia di riscatto. Partiamo svantaggiati, lo sappiamo, ma la palla è rotonda».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

È una Vecchia incontenibile grazie a Manuel Vittorini e Lorenzo Serafini

di MATTEO CECCACCI

Primo sorriso stagionale per il Civitavecchia Calcio 1920 di patron Ivano Iacomelli che, nel match valevole per la terza giornata del campionato di Eccellenza, rifila cinque gol ai rivali dell’Atletico Vescovio. Il ‘‘nuovo’’ campo della Cavaccia porta bene ai nerazzurri, che durante i 90’ dominano in lungo e in largo. Il tecnico Andrea Rocchetti opta per un nuovo modulo, diverso dal solito 4-3-3 schierato nelle precedenti due gare: il 4-4-2 con Tomarelli tra i pali, in difesa capitan Boriello, Franceschetti, Iacomelli e Fatarella, a centrocampo Cristian Vittorini (esordio per lui), Nuti, Zagarella e Moneti alle spalle dei due match winner Manuel Vittorini e Lorenzo Serafini. A partire meglio sono gli ospiti, che grazie al sigillo di Tilli, bravo a superare con facilità un ingenuo Franceschetti e infilare il pallone alla sinistra di Tomarelli, passano in vantaggio. I nerazzurri non ci stanno, i tifosi neanche e allora mister Rocchetti dalla panchina capisce che deve suonare la carica ai suoi. I risultati, infatti, si vedono immediatamente: è il 20’ quando il sostituto di Cerroni, Lorenzo Serafini, firma il momentaneo pareggio con un preciso sinistro chirurgico che beffa Frera, dopo l’occasione d’oro sprecata poco prima da Cristian Vittorini. I rivali subiscono il colpo e reagiscono qualche minuto più tardi con Palazzolo che sfiora il gol, ma a salvare il tutto ci pensa il classe ‘00 ex Atletico Ladispoli Daniel Franceschetti. Nella ripresa i tirrenici entrano in campo con un solo obiettivo: vincere, ma per farlo c’è bisogno di far entrare il pallone in rete e i civitavecchiesi lo fanno fin da subito grazie al numero 10 nerazzurro. Appena dopo il fischio dell’arbitro inizia il Manuel Vittorini show: al 3’ il fratello maggiore di Miguel e Cristian supera tre difensori e deposita la sfera alla spalle del portiere per il momentaneo 2-1, trascorrono appena 10’ e il bomber dopo una serpentina viene steso da Babusci e per Colelli non ci sono dubbi, è calcio di rigore, con Vittorini che spiazza l’estremo difensore biancorosso per il 3-1; ma non finisce qui, il classe 89’ vuole il pallone da portare a casa a tutti i costi e realizza la tripletta al 70’ con un gran bel gol che fa gioire i numerosi supporter giunti dalla città. Per Manuel è il quinto gol in campionato (dieci reti totali considerando i sigilli messi a segno nelle amichevoli). L’ultimo sorriso che condanna di fatto l’Atletico Vescovio è opera di Lorenzo Serafini, per la sua prima doppietta stagionale. Da segnalare nel corso della gara, l’espulsione di Condemi per il Vescovio e l’esordio del neo acquisto nerazzurro Luigi Verdicchio. Primi tre punti, dunque, per la Vecchia che sembra essersi sbloccata, ma la prova del nove è la sfida di domenica con l’Almas. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

L’Atletico Tirrena scalda i motori

Tutto pronto e tante novità per la nuova stagione sportiva per il club gialloblu dell’ Asd Atletico Tirrena Civitavecchia. 
Lunedì prossimo sarà il giorno del raduno con l’inizio della preparazione per le girl di mister Olimpia Santoro, un roster totalmente rinnovato eccezione fatta per le fedelissime dalla scorsa stagione, tante new entry e tanti ritorni di nomi importanti alla corte di patron Ermanno Muneroni, che dichiara: «Questa stagione per noi sarà l’esame di maturità per le tante compagini allestite al femminile, a partire dalla prima squadra, dove sarà vietato sbagliare dentro e fuori dal campo, non ammetterò comportamenti che non siano consoni con il nostro pensiero e valori di società sportiva, i tanti nostri sforzi economici, fisici e mentali non possono essere che ripagati con la loro serietà, professionalità e attaccamento a questa maglia, che a oggi ci vede protagonisti e unica realtà di questo movimento al femminile della città». 
Il numero uno dell’Atletico Tirrena traccia poi l’obiettivo stagionale: «Con i tanti nomi nuovi, una su tutte Arlena La Rosa (nella foto), giocatrice di spessore, con tanti campionati disputati nella massima categoria nazionale, capitan Martina Maurelli e le compagne tutte avranno il compito e l’obiettivo di puntare al salto di categoria, traguardo che tarda ad arrivare da molte stagioni vissute comunque da protagonisti. Il nostro lo stiamo facendo, mi aspetto altrettanto da loro in campionato». 
Muneroni, infine, parla anche delle giovani: «Gli altri roster allestiti sono i tre gruppi Under 13, 15, 17, anche qui tanti nomi nuovi e ritorni importanti, lo staff tecnico allestito, avrà il compito di prepararle già da questa stagione con l’obiettivo di fare bene  nei rispettivi campionati e in prospettiva futura di essere il serbatoio della prima squadra».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vecchia: pronti, partenza, via

di MATTEO CECCACCI

L’attesa è finita, il  countdown è terminato, nel pomeriggio di domani il calcio locale riapre i battenti con l’inizio della nuova stagione di Eccellenza. Il campionato 2018-2019, il 28esimo della storia a girone unico, si presenta per l’ennesima volta come uno dei più equilibrati degli ultimi anni, con almeno cinque, sei squadre abbastanza attrezzate per dare del filo da torcere alle quotate Cynthia e Unipomezia.
Il Civitavecchia Calcio 1920 di patron Stefano Biondi, che venerdì si è presentato dinanzi ai propri tifosi in una piazza Fratti affollatissima, calcherà alle 16 il terreno di gioco del Fattori per affrontare il neopromosso Ronciglione United nel match valevole per la 1^ giornata di campionato. Sarà una partita tutta da vivere e gustarsi dal vivo, perché da una parte ci sono i nerazzurri di Andrea Rocchetti che vogliono iniziare nel migliore dei modi l’esordio casalingo, dopo aver svolto una preparazione piuttosto faticosa, causa il costante pendolarismo ad Allumiere, ma che ha portato ben tre vittorie su cinque amichevoli disputate. Spiccano, infatti, gli ottimi risultati con la Csl (1-0), il tris al Fiumicino e la doppietta al Canale Monterano: tutte formazioni di categoria inferiore, ma che hanno messo alla prova le doti dei più piccoli e l’esperienza degli esperti. Dall’altra ci sono i viterbesi del Ronciglione United di Alessandro Oroni, che dopo l’addio del dg Casarola proprio alla vigilia del match potrebbero essere un po’ giù di morale, ma la rosa è ben costruita e metterà in difficoltà i nerazzurri dandogli filo da torcere. La Vecchia sicuramente non si farà trovare impreparata davanti al suo pubblico, i tirrenici non possono sbagliare, in particolar modo i tanti calciatori under che il tecnico conosce molto bene avendo militato per una vita all’interno della cantera nerazzurra e la fiducia a loro nel corso della stagione sarà notevole. I fuoriquota da disporre in campo saranno quattro: un ‘97, ‘98, ‘99 e ‘00. Il 4-3-3, dunque, è pronto a regalare emozioni forti, l’inno ad essere cantato e il Civitavecchia ad essere supportato. A commentare il pre gara è il tecnico Rocchetti: «Siamo carichissimi, un plauso ai miei ragazzi per l’ottima preparazione svolta». A fargli eco Capitan Boriello: «Sarà una stagione di transizione». I convocati sono venti. A dirigere l’incontro l’arbitro Michele Sgro di Albano Laziale coadiuvato da Leonardi di Ostia Lido e Corsini di Roma1.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

«Consapevoli del nostro valore, voleremo in alto»

Con Caronte che in questi giorni sembra accompagnare all’Inferno l’intera penisola italica, allo stesso tempo tende la mano ai giocatori portuali nella doppia seduta, con le energie che vengono meno ad ogni passo sotto i trenta gradi del manto erboso del Tamagnini, la Cpc2005 getta le basi fisico-tattiche per questa stagione. 
Prevale lo spirito di sacrificio, nella concentrazione dei nuovi schemi, che mister Caputo e il suo staff stanno provando e riprovando in vista dell’esordio stagionale del 2 settembre. 
Nel mezzo anche alcune amichevoli che testeranno i progressi e metteranno minuti utili nelle gambe dei giocatori. 
Di questo ha parlato capitan Marco Bevilacqua, uno dei pochi rimasti dopo il terremoto provocato nella rosa dal direttore sportivo Sandro Fabietti.
Tante le facce nuove all’avvio di questa stagione, com’è stato l’approccio con loro e com’è lo spirito del gruppo in questo periodo di fatica della preparazione?
«I “nuovi” si sono inseriti bene in questa loro nuova realtà. Se da una parte parliamo sotto l’aspetto tecnico penso che non c’è bisogno di presentazioni, visto che sappiamo tutti il loro valore, mentre se parliamo dell’aspetto umano posso dire che sono ragazzi intelligenti e seri, che di calciano ne sanno. Stiamo creando un bel gruppo e questo per un gioco di squadra è la base ad ogni successo».
Passiamo al tecnico. Ritrova il mister dopo qualche anno di soddisfazioni che vi siete tolti insieme. È cambiato nel modo di allenare o è sempre il Caputo meticoloso che tutti conosciamo?
«Ritrovare il mister è stato veramente un piacere, è rimasto il mister meticoloso che ricordavo e tutti conosciamo, che sa usare carota e bastone nei momenti giusti. L’affiancamento di De Luca e Macaluso darà sicuramente i suoi frutti, perchè tanto possono darci sia sotto l’aspetto umano che sportivo».
Partiamo dal fatto che quest’anno si inizia la stagione senza proclami, ma allo stesso tempo con la voglia di fare bene. Parliamo invece della nuova sede che ha la Cpc2005?
«Sono molto contento per quel che riguarda il campo. Il Fattori portava solo dolori fisici e troppi infortuni. Per quello che riguarda l’anno che verrà sappiamo tutti il nostro valore, ma adesso bisogna pedalare e basta gettando delle basi concrete per la stagione. Solo il campo ci dirà a maggio se in questo periodo abbiamo lavorato bene o no».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Un successo assoluto per il Summer Tour

di MATTEO CECCACCI

Tre giorni di fuoco per la prima edizione del torneo di beach soccer Summer Tour organizzato da Ermanno Muneroni presso lo stabilimento Work in Progress di Santa Marinella. Una manifestazione che ha scaturito grandi emozioni ai numerosi partecipanti iscritti già da diversi mesi. La kermesse, andata in scena martedì, mercoledì e giovedì scorsi ha visto scendere in campo più di trenta squadre e un centinaio di bambini, soprattutto nel giorno di chiusura con protagonisti i nati dal 2008 al 2012. L’esordio di martedì ha visto calcare per la prima volta la sabbia della Perla del Tirreno la categoria femminile con ben quattro compagini; ad aggiudicarsi il primato è stato il team di Romina Falvo, Romina Lo Bue e Sara Torselletti. La seconda serata, invece, è stato il turno della maschile con formazioni tutte competitive che si sono date battaglia fino all’ultimo minuto di gioco. A trionfare ed alzare la coppa al cielo è stata la squadra di capitan Luca Bellumori. La terza ed ultima giornata è stata fantastica. Quattro ore intense con una miriade di bambini che hanno invaso l’intera spiaggia regalando agli spettatori presenti e ai passanti momenti bellissimi, dolci e allo stesso tempo divertenti. Un tripudio di gioia e felicità che ha fatto concludere il tris di serate nel migliore dei modi. Al termine delle gare dalla durata di 10’ ciascuna sono stati premiati tutti con una medaglia, oltre alla coppa consegnata alla prima squadra classificata.  Una prima tappa, dunque, straordinaria con un’organizzazione impeccabile grazie a Muneroni che ha ricevuto tanti elogi e complimenti. Le prossime date saranno a Tarquinia (Loc. S. Agostino) il 30-31 luglio e 1-2 agosto, a Tarquinia presso lo stabilimento Gravisca il 6-7 e 8 agosto e infine alla Marina di Civitavecchia il 17-18 e 19 agosto. «È stato – spiega l’organizzatore Muneroni – un evento straordinario, tre giorni di puro divertimento. La cosa più bella è stata la presenza di centinaia di bambini con i loro genitori che hanno fatto una vera e propria bella cornice alla kermesse. Ringrazio di cuore per l’ospitalità e per aver offerto anche le premiazioni lo stabilimento della Perla del Tirreno Work in Progress. Ora ci concentriamo per le prossime tre tappe per continuare questo favoloso successo ottenuto finora».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Leopoli Rosa'', è tempo di semifinali

Sono terminate martedì sera le gare di qualificazione della manifestazione cult di futsal femminile, il ‘‘Leopoli Rosa’’, kermesse giunta alla sua undicesima edizione. Quest’anno si è registrato il pieno di big del pentacalcio rosa, del passato, presente e soprattutto del futuro, con gare che hanno entusiasmato gli affezionati e non, ed è proprio il numeroso pubblico presente ad ogni serata del torneo che ha sancito la bontà e l’idea dell’organizzatore Ermanno Muneroni, proposta nata nel lontano 2008 e che ancora oggi è l’unica manifestazione al femminile di tutto il comprensorio. Le semifinali sono in programma martedì prossimo, con la prima gara alle 20.30, match in cui si incroceranno la prima classificata del girone (a punteggio pieno), il  team di Moda Termini di capitan Flavia Cottuno, atleta che sta ben figurando in questa manifestazione con un buon numero di reti messe a segno, e il team di Marilena Longo, quarto classificato. Alle 21.30 si affronteranno poi il Dlf, seconda  classificata, e la squadra di Hobby Sport terza della graduatoria parziale, compagine formata dalle atlete del’Asd Atletico Tirrena che anche quest’anno  parteciperà per il nono anno consecutivo al campionato FIGC di serie D. La Tirrena sarà presente anche con un Under 15 e Under 17, confermandosi, anche per il buon lavoro che svolge dal 2010  mister Olimpia Santoro, l’unica realtà di futsal rosa della città.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Snc Under 13 campione regionale B1

Strardinaria Snc Civitavecchia Under 13 che trionfa al Foro Italico e conquista il titolo di campione regionale B1. Grande soddisfazione per la società rossoceleste e per tutto il settore giovanile civitavecchiese. Dopo aver battuto mercoledì il Flores 6-3 in semifinale grazie ad una gran rimonta, capitan Caponero e compagni battono nettamente anche la Lazio e conquistano un titolo che ripaga sforzi e sacrifici di un anno di lavoro e allenamenti. (Agg. 16/06 ore 17, 59 SEGUE) 

Venerdì mattina è finita 7-3, un punteggio mai in discussione, il trionfo del condottiero Ingrosso e dei suoi ragazzi. Mattatore assoluto Franzin, che col suo poker annienta la difesa laziale; a segno anche Caponero, Ferreri e Urbani. Questa la formazione dei regionali rossocelesti: Migliore, Settimi, Fabiani, Caponero, Quarta, Urbani, Ferreri, Stan, Benedetti, Moscardelli, Carnesecchi, Franzin, Buonanno. (Agg. 16/06 ore 18,22 SEGUE)

«Sono contento, orgoglioso e soddisfatto del risultato ottenuto, ma soprattutto del processo di crescita dei nostri ragazzi Under 13 – spiega Danilo Ingrosso – indipendentemente dal risultato finale siamo stati protagonisti di un grandissimo cammino, un cammino partito a settembre tra mille difficoltà: tanti ragazzi erano al primo anno di agonismo, parliamo di elementi che muovevano i primi passi pallanuotistici, proprio per questo tra livello A, B1, B2 scegliemmo il secondo. Era – conclude Ingrosso – la prima volta che si affacciavano a palcoscenici come il Foro Italico, ma hanno dimostrato maturità e carattere: sono orgoglioso di loro». (Agg. 16/06 ore 20,23)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Snc, al PalaGalli vietato sbagliare

di MATTEO CECCACCI

Una gara da dentro o fuori, vincere o perdere, essere inferiore o eccellere: alternative, dicotomie per continuare a sognare la tanta ambita serie A1. Un obiettivo che la Snc Enel Civitavecchia e il Genova Quinto si contenderanno domani al PalaGalli alle 21.30 per gara2 del primo turno playoff. Si ripartirà dalla consapevolezza rossoceleste delle forti doti tecniche che il team di Gabriele Luccianti possiede, ma d’altronde i genovesi hanno ottenuto 22 vittorie su 22 gare disputate e di certo non ci si poteva aspettare una squadra facile da affrontare, anche se mercoledì la Snc è uscita sconfittia dalle Piscine di Albaro 9-5 mettendo in grande difficoltà i liguri dal punto di vista natatorio. Un match, quindi, che decreterà chi continuerà la scalata verso la massima serie, ma c’è da mettere in conto l’eventuale vittoria civitavecchiese che, nel caso avvenisse, porterebbe alla ‘‘bella’’ mercoledì prossimo a Genova alle 21. Numeroso, dunque, sarà il pubblico allo Stadio del Nuoto che caricherà fin dall’inizio il team di Pagliarini; e allora che l’impresa abbia inizio. A dire la sua sulla partita ci pensa capitan Romiti: «Possiamo arrivarci tranquillamente a gara3, non c’è molta differenza tra loro e noi».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Snc, fatale il terzo tempo

di MATTEO CECCACCI

Se non fosse stato per quel terzo tempo terminato 5-0 Quinto, molto probabilmente il risultato sarebbe stato diverso, ma inutile ora rimpiangere il passato, adesso è tempo di meditare su cosa è potuto succedere durante quegli 8 minuti fatali per la sconfitta della Snc Enel Civitavecchia che, nel match valevole per il primo turno delle semifinali playoff, cede 9-5 alle Piscine di Albaro di Genova.
La gara inizia bene per entrambe le compagini che all’inizio preferiscono scrutarsi e capire le tecniche di gioco per poi segnare la prima rete addirittura dopo 6’ con Mugnaini a cui risponde prontamente a 60’’ dal termine lo spartano De Rosa. 
Nel secondo tempo è delirio rossoceleste: trascorrono appena 40’’ e l’ex di turno Nikola Bogdanovic firma il vantaggio Snc, i tifosi stentano a crederci, la panchina impazzisce di gioia e Bogdanovic non può che sorridere con ironia. 
I locali reagiscono e ristabiliscono gli equilibri con Amelio prima e Gavazzi dopo per il momentaneo 3-1. 
La terza frazione, come già detto, avviene il blackout tirrenico, un vero e proprio cortocircuito improvviso che colpisce tutti portando i civitavecchiesi a stare pienamente in balia dei biancorossi e subire ben cinque reti nell’arco di 6’ per il provvisorio 8-2. 
Gli ultimi 480’’, invece, vedono risorgere la Snc che, seppur in ritardo, si fa viva con il migliore del match Bogdanovic (tripletta) che trafigge Pellegrini per ben due volte oltre al sigillo di capitan Romiti, dopo che Gavazzi aveva accorciato le distanze. Una sconfitta, dunque, che pesa per il team rossoceleste di patron D’Ottavio che, nonostante abbia iniziata col piede giusto, non è riuscita a prevalere, ma di certo una cosa è sicura: Pagliarini l’ha preparata bene la sfida e ha dato a Luccianti l’impressione che la Snc è una squadra ostica e fastidiosa che può fare brutti scherzi in casa e quindi ora non resta che aspettare domani quando i liguri faranno tappa a Civitavecchia e allora lì sì che sarà tutta un’altra storia. 
«Onore ai vincitori – commenta a fine partita il vicepresidente Simone Feoli – perché hanno meritato la gara. Noi abbiamo gestito bene il match, peccato però per i tanti, tantissimi palloni persi tra la fine del secondo tempo e l’inizio del terzo. Domani saremo capaci di mettere in difficoltà il Quinto e ribaltare il risultato, abbiamo tutti i requisiti per farlo».
L’eventuale ‘‘bella’’ si disputerà A Genova mercoledì 13 giugno alle 21.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###