Gli Snipers tengono un tempo prima di crollare sotto i colpi dei campioni d’Italia

Esordio positivo per gli Snipers TecnoAlt che sul campo dei campioni di Italia (da 7 anni consecutivi) del Milano Quanta cede per 15-3. Ma il punteggio non deve ingannare: i civitavecchiesi hanno disputato un primo tempo da applausi, giocando per larghi tratti alla pari contro la corazzata milanese e fino a metà frazione il punteggio era sul 2-2. Solo nel finale di tempo, grazie anche ad alcune penalità dubbie, i padroni di casa, indiscutibilmente di qualità superiore, allungano fino al 6-3. Nella ripresa il Milano allunga subito nel punteggio: da li in poi ampio spazio ai giovani di entrambe le squadre ed il match termina 15-3 con il Quanta che sfoggia tutta la sua classe. 
Sulla partita si è espresso Manuel Fabrizi: «Il primo impatto con la massima serie è durissimo per chiunque, lo è stato particolarmente per noi a cui è toccato Milano, indiscutibilmente la formazione che esprime il miglior gioco da anni. Abbiamo approcciato alla partita molto bene nonostante la differenza abissale di esperienza. Posso dire che anche se molto duro è stato divertente confrontarsi con ragazzi del loro talento. Fiero comunque dei miei compagni, anche dei più piccoli che sono riusciti ad avere spazio nel finale».
Il tabellino: Stefano Loffredo, Eugenia Pompanin; Manuel Fabrizi (1), Ravi Mercuri (1), Stefano Cocino (1), Gianmarco Novelli, Riccardo Valentini, Luca ed Elia Tranquilli, Simone Pontecorvi, Federico Parmegiani, Ciro Zaccaria, Marco Stefani, Davide Ceccotti, Mattia Padovan.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Esordio di fuoco per gli Snipers TecnoAlt

Oggi alle ore 19 al Quanta Club di Milano gli Snipers TecnoAlt faranno il loro esordio in serie A, sul campo del team campione in carica da 7 anni consecutivi: il Milano Quanta. Un ostacolo proibitivo per i civitavecchiesi che potranno usare questa prima uscita per testare i ritmi e le capacità della serie A, pur consapevoli che Milano è un vero e proprio mostro sacro dell’hockey in line. «Da un mese – spiega coach Gavazzi – il gruppo scende in pista e si allena con buona continuità per arrivare pronto alla prima sfida. Un difficile banco di prova quello dei campioni milanesi, che ci darà da subito la misura della massima serie. I ragazzi ancora non sono consapevoli delle loro forze, ma io sono molto fiduciosa nelle loro capacità: sono un gruppo di atleti seri, determinati e che amano questo sport. Si toglieranno tante soddisfazioni in futuro e a me come coach spetta il compito di valorizzare le loro grandi potenzialità. Scendendo in pista determinati e dando il massimo avremo l’occasione in questo primo match, oggettivamente proibitivo per noi, di provare le nostre forze per la sfida della prossima settimana contro Monleale, partita che vale oro per entrambi i team». In formazione tutti convocati: rispetto allo scorso anno gli unici innesti sono quelli del secondo portiere Pompanin e del giovane Pontecorvi.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Italiani di Società: Lucrezia Adamo vince lo scudetto Under 18

E due. Dopo lo scudetto con ‘‘i grandi’’ ai Campionati Italiani  Assoluti di Modena di giugno, arriva anche lo scudetto di categoria, per l’Allieva Lucrezia Adamo. Lo scorso weekend si è disputato a Cinisello Balsamo il Campionato Italiano di Società  di atletica leggera categoria Allieve; la forte atleta civitavecchiese, allenata da Claudio Ubaldi della Tirreno Atletica Civitavecchia, è campione d’Italia per la seconda volta nel giro di pochi mesi con la Studentesca Milardi di Rieti, che porta a 31 i campionati italiani vinti diventando la società dell’atletica leggera più blasonata d’Italia. Un 2018 da incorniciare dunque per Lucrezia che, ai  titoli  regionali conquistati  sui 3000m, nei 4 km di cross e nei 20 minuti su pista, ha aggiunto la medaglia di bronzo ai campionati italiani di Rieti e poi lo scudetto agli Assoluti di Modena. Ed ecco la classica ciliegina sulla torta con il bis dello scudetto nella categoria allieve domenica scorsa, conquistato dall’Atletica Studentesca  Milardi di Rieti laureatasi campione d’Italia con un distacco di ben 12 punti nei confronti dell’Atletica Vicentina, avversaria storica. Al cospetto delle 12 più forti società italiane di atletica  è stato importante il contributo di Lucrezia che con 10’23” sui 3000 metri  ha conquistato la medaglia d’argento arrivando dietro alla campionessa italiana Martina Cornia. Lucrezia, classe 2001, entra dunque a pieno titolo nella storia dell’atletica civitavecchiese e insieme  alla Studentesca Rieti rappresenteranno l’Italia nella prossima edizione della Coppa dei Campioni che si terrà ad Amsterdam il prossimo anno. «Sicuramente una conferma importante per Lucrezia, al termine di una stagione piuttosto lunga, dove ha dimostrato una solidità emotiva  e una continuità agonistica degna di atleti ben più maturi di lei. Sicuramente un bel biglietto da visita nel passaggio alla categoria Juniores», il commento del suo allenatore Claudio Ubaldi.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Due campioni a sostegno dell’autismo

Ennesimo grande evento al circolo sportivo del Dopolavoro organizzato dal Tennis Club Dlf Civitavecchia.
Nel pomeriggio di venerdì 19 ottobre si terrà un’eccellente esibizione di tennis tra l’ex 70 del mondo Flavio Cipolla (tra i suoi incontri vanta match vinti con giocatori del livello di Wawrinka e Roddick) e Potito Starace, ex numero 27 del ranking ATP. 
Tutti coloro che vorranno incrociare la racchetta con i due campioni, soci del circolo e simpatizzanti, potranno lasciare il proprio nominativo presso la segreteria del circolo, dove verranno forniti i criteri inerenti alla partecipazione.
La manifestazione rientra nell’ambito di una collaborazione con l’associazione onlus ‘‘Giochiamo Insieme’’ che si occupa del problema dell’autismo, pertanto il ricavato delle offerte verrà interamente devoluto alla suddetta associazione.
«Confidiamo in una numerosa partecipazione – spiegano i dirigenti del circolo – affinchè sia un pomeriggio di grande sport per tutti in un momento di grande solidarietà». Un evento, dunque, prestigioso per tutti gli sportivi civitavecchiesi.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Due campioni a sostegno dell’autismo

Ennesimo grande evento al circolo sportivo del Dopolavoro organizzato dal Tennis Club Dlf Civitavecchia.
Nel pomeriggio di venerdì 19 ottobre si terrà un’eccellente esibizione di tennis tra l’ex 70 del mondo Flavio Cipolla (tra i suoi incontri vanta match vinti con giocatori del livello di Wawrinka e Roddick) e Potito Starace, ex numero 27 del ranking ATP. 
Tutti coloro che vorranno incrociare la racchetta con i due campioni, soci del circolo e simpatizzanti, potranno lasciare il proprio nominativo presso la segreteria del circolo, dove verranno forniti i criteri inerenti alla partecipazione.
La manifestazione rientra nell’ambito di una collaborazione con l’associazione onlus ‘‘Giochiamo Insieme’’ che si occupa del problema dell’autismo, pertanto il ricavato delle offerte verrà interamente devoluto alla suddetta associazione.
«Confidiamo in una numerosa partecipazione – spiegano i dirigenti del circolo – affinchè sia un pomeriggio di grande sport per tutti in un momento di grande solidarietà». Un evento, dunque, prestigioso per tutti gli sportivi civitavecchiesi.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il ''Master 2018'' è un successo

Successo per la quinta edizione del “Master 2018” di beach tennis. Un evento, quello organizzato dall’Asd beach tennis Civitavecchia, in grado di coinvolgere partecipanti da tutto il comprensorio. Ora tutti i campioni provinciali andranno a Roma per scontrarsi con le altre sezioni di questo campionato. Il Master Civitavecchia litorale Roma nord 2018 ha visto trionfare nel singolare femminile Donatella Giampietri che ha battuto 9 a 4 Francesca Bevilacqua. I vincitori del doppio maschile sono stati Simone Casciola e Andrea Maisto che hanno battuto Daniele Perello e Stefano Cervara. Nel doppio misto hanno trionfato Daniele Perello e Francesca Bevilacqua battendo Fabrizio Alfieri e Andrea Timordidio. «La manifestazione è stata un successo – hanno commentato gli organizzatori – siamo tutti molto contenti, ogni membro dell’associazione è rimasto soddisfatto dalla grande partecipazione che c’è stata. I numeri sono sempre migliori e la manifestazione è in crescita: di questo siamo tutti contenti». Il Master 2018 ha visto 6 tappe con molti partecipanti da fuori Civitavecchia. Un movimento che si sta allargando sempre di più, soprattutto al lavoro dell’Asd cittadina. Ma la stagione non si ferma, anzi. «Ora avremo un beach and spritz  – spiegano dalla Beach tennis Civitavecchia – poi ci saranno dei tornei invernali, oltre a tutta l’attività agonistica e quella che riguarda i bambini. L’Asd beach tennis Civitavecchia è molto contenta e andiamo avanti sulla strada tracciata». Tutte le partite del Master 2018 sono state di altissimo livello con giocatori di spessore. Nel misto sono scesi in campo anche dei campioni regionali di serie C.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tirreno: alla Farnesina arrivano titoli regionali e personal best 

Lo stadio della Farnesina è stato la cornice dei campionati regionali individuali della sezione Allievi (nati 2002-2001). La Tirreno Atletica  Civitavecchia schiera un buon numero di atleti, ancora in fase di crescita agonistica, ancora diamanti grezzi, che però dimostrano tanta e tanta voglia di sgretolare il guscio e diventare atleti maturi. 
Sesta posizione per Christian Ceccarelli al salto in lungo che, ad ogni balzo in buca, cancella e supera il precedente personal best con 5.55m e 5.63m, fissando poi la bandierina a 5,75m. 100m con Filippo Masoni vicino alla miglior prestazione con 11”86; Ivan Abbondanza 11”95 PB prestazione realizzata due volte vista la ripetizione della batteria causata dalla falsa partenza di un avversario, Ivan in entrambe le prove vince la batteria; Alessio Feuli 12”77  e Eric Pifferi 12”79 tutti vicini alla miglior prestazione. Pifferi duplica la distanza ma l’uscita prudente dalla curva gli fa chiudere il crono a 26”07.
Il giro che uccide è la sfida di Riccardo Vanzetti, entrato sulla pista da pochi mesi dopo un lustro calcistico, conclude in 10^ posizione con un 55”11. La Tirreno porta a casa due maglie di campioni regionali con  la 4×400 di Ceccarelli-Silvestrini-Vanzetti-Masoni e  il salto in alto di Alessio Feuli; la medaglia d’argento con una emozionante 4×100 di Ceccarelli-Vanzetti-Abbondanza-Masoni con le frazioni in crescendo e un testa a testa finale per la lotta del secondo posto. Anche per il 2018 Lucrezia Adamo è campionessa regionale dei 3000m con 10’31”69; anno molto impegnativo per lei e coach Ubaldi che però hanno messo a segno importanti conquiste su vari fronti: dal titolo regionale di cross, al bronzo ai campionati italiani allievi, alla partecipazione alla vittoria dello scudetto con la squadra Assoluta reatina , al 4° posto al campionato italiano su strada ad Alberobello fino a giungere all’ultimo impegno della stagione che la vedrà la prossima settimana a Cinisello Balsamo per la finale dei CDS di Categoria come portacolori della Milardi reatina, favorita per il titolo.
La squadra Allieve si compone poi di ragazze al loro primo anno di allenamento; alle primissime esperienze in gara, tra emozione e piccole insicurezze iniziano a scrivere la loro storia agonistica che avrà sicuramente altre pagine rilevanti: 100m per Claudia Amorosi  in 14”15; 400m in 1’24”61 per Samanda Kurtaj con un avvio fin troppo audace, 800m in 2’51”54 per Giulia Cangani e Alessandra Guglielmi chiude il 1500m in 5’53”58. 
Soddisfatti i tecnici Tirreno per la risposta del gruppo Allievi, gruppo  che è arrivato preparato all’appuntamento agonistico di fine stagione, continuando gli allenamenti anche durante l’estate comprendendo come l’Atletica sia un’amica che una volta incontrata ti accompagna ogni giorno. La giusta determinazione agonistica e il senso di appartenenza alla squadra hanno portato ai risultati di oggi, il 6° posto regionale ai Campionati  di Società, conquistato la scorsa settimana sul palcoscenico di Rieti, è un traguardo importante che segna un ottimo punto sulla strada del percorso agonistico e di crescita personale di ciascuno di loro.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

«La legionella trasmessa dall’aria»I sospetti su tre aziende lombarde

Brescia, la svolta dai campioni prelevati nelle torri di raffreddamento delle industrie

Leggi articolo completo

@code_here@

Invernale Riva di Traiano: partenza il 4 novembre

Sarà il 4 novembre 2018 la data di inizio del Campionato Invernale di Riva di Traiano – Trofeo Paolo Venanzangeli 2018/19, con nove date che porteranno i regatanti fin quasi alla primavera del 2019, con l’ultima regata prevista per il 16 marzo p.v. La novità di quest’anno è la possibilità di effettuare due regate nella stessa giornata, fino ad un massimo di dodici regate. Quando il meteo lo consentirà, quindi, ci saranno regate più brevi e, probabilmente, più cattive, con la possibilità per gli equipaggi di prendersi le loro rivincite nell’ambito della stessa giornata. Previste, comunque, anche due giornate di recupero previa apposita comunicazione, il 16 febbraio e il 2 marzo, nel caso in cui il meteo sia particolarmente sfavorevole. Il giorno precedente la regata saranno posizionate, su indicazione del Comitato di Regata, delle boe per consentire sessioni di allenamento per gli equipaggi iscritti. In presenza di particolari condizioni meteo, le regate potranno essere disputate anche su percorso costiero.  Sono previste le Divisioni “Regata”, “Regata/Crociera”, “Crociera”, e “Gran Crociera”. La partecipazione è ammessa, come da prassi oramai consolidata, anche per gli equipaggi in doppio, per i quali è prevista una classifica ad hoc in presenza di almeno tre imbarcazioni iscritte. Verrà stilata, inoltre, una classifica speciale per le imbarcazioni “Scuola”, in presenza di almeno quattro iscritti. «Appena pubblicato il bando, sono già arrivate molte iscrizioni – commenta il presidente del CNRT Alessandro Farassino – e la voglia di misurarsi con questo campionato mi sembra stia crescendo. Il livello degli equipaggi anche quest’anno si prevede altissimo e conferma che dalla partecipazione all’Invernale di Riva si può solo uscire più forti, come dimostrano anche i risultati successivi degli equipaggi che si sono confrontati qui. E’ un campionato duro, certamente, ma accessibile a tutti, come non mi stanco mai di ripetere. Anche chi vuol competere a vele bianche può partecipare tranquillamente. Oltre i 15 nodi e in presenza di raffiche oltre i 18, i Gran Crociera non partono e, nel caso fossero già in regata, tornerebbero in porto. La sicurezza per noi è prioritaria, ma dal confrontarsi con equipaggi più competitivi si può solo imparare. Per poi magari fare, negli anni successivi, un bel salto di categoria, come è già successo a molti. Quest’anno rilanciamo nell’organizzazione, con le due regate in un giorno. Speriamo di farne dodici, meteo permettendo, e sarà un’altra difficoltà, ma anche un ulteriore stimolo. Non dimentichiamo che i campi di regata da gestire sono due, anche se parzialmente sovrapposti, per consentire ai X2 meno passaggi di boa». I Campioni uscenti sono Gianrocco Catalano, vincitore in «Regata» con il First 40 Tevere Remo Mon Ile, e detentore del Trofeo Challenge Roma d’Inverno, Davide Paioletti in doppio con il Sunfast 3600 Lolifast, Roberto Padua, dominatore della classe Crociera con il suo First 36.7 Malandrina, Guido Mancini, vincitore in  Gran Crociera con il First 405 First Wave. Il bando è scaricabile sul sito www.cnrt.it .
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Incendio Bertini: nessun danno ambientale per Arpa

CIVITAVECCHIA – Nessun problema ambientale. Nessuno sforamento dei limiti. Nessun valore anomalo registrato. Secondo Arpa Lazio l’incendio che ha interessato il 31 luglio scorso il centro demolizioni Bertini in zona industriale non ha avuto conseguenze negative sull’ambiente. La conferma arriva dai risultati dei campionamenti di aria e suolo effettuati nella zona tra il 31 luglio ed il 5 agosto scorso.  

Arpa, così come richiesto dal Comune a seguito dell’incendio che aveva visto svilupparsi una densa colonna di fumo nero visibile per diverse ore in tutta la città, ha comunicato i risultati delle analisi relative alla concentrazione di Diossine, Furani, PoliCloroBifenili e Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA) nei filtri del campionatore mobile installato in zona industriale ed anche quelli relativi alla concentrazione di Diossine, Furani e IPA in tre campioni di suolo prelevati nell’area di potenziale ricaduta delle polveri collegate all’incendio.

“Secondo i risultati delle analisi  – hanno spiegato da Palazzo del Pincio – per nessuno degli inquinanti rilevati, in aria o nel suolo, si sono registrati valori anomali o in eccesso rispetto ai riferimenti normativi disponibili o alle indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità”. È possibile consultare la comunicazione di Arpa nella sezione Informazioni Ambientali del sito istituzionale del Comune di Civitavecchia.

Già a pochi giorni dall’incendio Arpa aveva rassicurato la popolazione a seguito delle risultanze delle analisi dei dati degli inquinanti rilevati nelle stazioni della rete regionale di monitoraggio localizzate in prossimità dell’incendio (stazione Fiumaretta) e ubicata nel quadrante interessato dalla direzione prevalente dei venti nella fascia orario 9-13 (stazione Aurelia). Anche in questo caso, infatti, non si erano registrati superamenti dei limiti, così come l’analisi dei dati di concentrazione oraria non aveva evidenziato sforamenti.

Intanto vanno avanti le indagini. La Polizia sta attendendo le risultanze di alcuni accertamenti tecnici e ad oggi non esclude alcuna pista. Né quella dell’origine dolosa dell’incendio, sulla quale si erano concentrate le indagini nei primi giorni, ma né tantomeno quella di una causa accidentale, dovuta ad un’autocombustione per i diversi materiali accumulati ed il caldo di quei giorni. Nel frattempo però l’area rimane ancora sotto sequestro, con i cancelli che si aprono soltanto al mattino per consentire alla società di procedere con la bonifica dei luoghi, così come accordato dalla magistratura. Ma la chiusura forzata di queste settimana sta già avendo ripercussioni negative sull’azienda, costretta in questi giorni ad inviare le prime lettere di licenziamento a tre operai. Una decisione sofferta anche per i vertici della società che, finora, hanno garantito lo stipendio a tutti pur senza introiti. Ma, come avevano detto più volte anche gli stessi operai in queste settimane, una situazione del genere non poteva essere protratta a lungo. La speranza è che, a breve, possa essere dissequestrato il cantiere per poter almeno riprendere l’attività, in attesa degli esiti dell’inchiesta avviata dalla magistratura.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###