UNIONE COMUNI PIANURA REGGIANA – CONCORSO (scad. 5 agosto 2018)

Procedura di selezione, per esami, per la copertura di un posto di
istruttore direttivo amministrativo contabile di categoria D,
presso il Comune di Campagnola Emilia.
(18E06547)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sir Biss di Giuliano Perego vince la ''1000 Vele per Garibaldi''

Conclusa a La Maddalena la XIII edizione della 1000 vele per Garibaldi. 
Gli equipaggi, dopo la lunga da Roma Caprera, si sono sfidati nelle bellissime acque dell’Arcipelago di La Maddalena. 
Le regate costiere si sono svolte il primo giorno con un vento da ponente tra i 18 e i 20 nodi che ha regalato un campo di regata emozionante, mentre nel secondo giorno il vento non è salito oltre i 10-12 nodi. 
Le premiazioni si sono svolte nel palazzo del Comune, dove si è anche parlato di un’estensione alla Corsica per la prossima edizione, con la partecipazione anche di equipaggi francesi. 
Le classifiche hanno visto al primo posto sia in reale sia in Irc Sir Biss di Giuliano Perego, al secondo posto sia reale sia Irc On Air di Luciano Grassi, al terzo posto in reale Tanikely di Cecilia Mazzoni mentre in irc il terzo posto è andato a Fair Lady Blu di Oscar Campagnola. 
La correttezza e l’allegria degli equipaggi ha come sempre reso speciale questa manifestazione. Impeccabile, come sempre, l’ospitalità del Comune di La Maddalena, del Porto di Cala Gavetta e del Parco. Le classifiche dettagliate della ‘‘1000 Vele per Garibaldi’’ si possono trovare su http://www.cnrt.it/Race.asp?ID=23.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sir Biss di Giuliano Perego vince la ''1000 Vele per Garibaldi''

Conclusa a La Maddalena la XIII edizione della 1000 vele per Garibaldi. 
Gli equipaggi, dopo la lunga da Roma Caprera, si sono sfidati nelle bellissime acque dell’Arcipelago di La Maddalena. 
Le regate costiere si sono svolte il primo giorno con un vento da ponente tra i 18 e i 20 nodi che ha regalato un campo di regata emozionante, mentre nel secondo giorno il vento non è salito oltre i 10-12 nodi. 
Le premiazioni si sono svolte nel palazzo del Comune, dove si è anche parlato di un’estensione alla Corsica per la prossima edizione, con la partecipazione anche di equipaggi francesi. 
Le classifiche hanno visto al primo posto sia in reale sia in Irc Sir Biss di Giuliano Perego, al secondo posto sia reale sia Irc On Air di Luciano Grassi, al terzo posto in reale Tanikely di Cecilia Mazzoni mentre in irc il terzo posto è andato a Fair Lady Blu di Oscar Campagnola. 
La correttezza e l’allegria degli equipaggi ha come sempre reso speciale questa manifestazione. Impeccabile, come sempre, l’ospitalità del Comune di La Maddalena, del Porto di Cala Gavetta e del Parco. Le classifiche dettagliate della ‘‘1000 Vele per Garibaldi’’ si possono trovare su http://www.cnrt.it/Race.asp?ID=23.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

UNIONE COMUNI PIANURA REGGIANA – CONCORSO (scad. 10 giugno 2018)

Selezione pubblica, per esami, per la copertura di un posto di
istruttore amministrativo contabile, categoria C1, part-time trenta
ore settimanali, presso il Comune di Campagnola Emilia.
(18E04391)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Garmin Marine Roma per 1, 2 e Tutti celebra i suoi vincitori

La Garmin Marine Roma per 2 si conclude nella notte buia di domenica a Riva di Traiano. Alle 3.35 taglia il traguardo il bianco ed enorme scafo di Michele Cassano, l’Open 60 My Way. Cassano era stato preceduto, seppur di poco, dal Comfortina 42 Lady Blue di Oscar Campagnola, che aveva passato la linea di arrivo alle ore 1.07. «Abbiamo riservato loro un’accoglienza ancor più calorosa – spiega il presidente del Circolo Nautico Riva di Traiano Alessandro Farassino – perché qui alla ‘‘Roma’’ l’arrivo dell’ultimo concorrente è festeggiato come e più del primo. Ed inoltre conquista di diritto l’importantissimo titolo di ‘‘Vagabondo del Tirreno del Sud’’, fino ad oggi appannaggio del nostro decano dei solitari Oscar Campagnola. Sembra una battuta ma non è così. Al traguardo, negli anni, abbiamo visto fior di professionisti concludere il percorso estremamente provati. La loro considerazione è stata unanime. È più facile in Oceano. Qui non si dorme mai». (Agg. 18/4 ore 17.44 SEGUE)

LE PREMIAZIONI – In Piazzetta dei Marinai, alle 12, l’affollatissima premiazione. Standing ovation, ovviamente, per i solitari: innanzitutto per Andrea Fantini, Vincitore della Coppa Challenge dedicata a Paolo Venanzangeli, messa in palio da Cino Ricci, Giulio Guazzini e Luigi Aldini, per l’eccezionale performance che lo ha portato al secondo posto assoluto, e poi anche per Oscar Campagnola e Michele Cassano, i due solitari che hanno finito per ultimi la corsa, vincendo la loro personale sfida contro freddo, caldo, fatica, sonno, vento forte e, soprattutto, l’odiata bonaccia. Grandi applausi anche per l’assente Alberto Bona che ha gentilmente concesso il bis vincendo questa corsa per la seconda volta consecutiva: lo scorso anno in solitario con Magalè, quest’anno in doppio con Oris D’Ubaldo su Aigylion in IRC e in ORC. È invece il Comet 38 S Scricca, con a bordo Ciccio Manzoli e Leonardo Servi a trionfare in reale nella Roma per 2 precedendo il GS 34 Aigylion, dell’armatore Paolo Sanguettola, Prospettica, il Comet 41 S con Giacomo Gonzi e Marzio Dotti, e aggiudicandosi la grande ‘‘Coppa dell’Ammiraglio’’. Per Oris D’Ubaldo «una vittoria che mette allegria, specie se arriva alla prima uscita importante della nostra barca. Regata perfetta, così come il meteo, grazie anche alle scelte oculate e vincenti della Direzione di Corsa». Nella Garmin Marine Roma per Tutti, il rating ha penalizzato enormemente il vincitore il tempo reale Endlessgame. A vincere la Coppa Don Carlo è stato O’ Guerriero Comet 41S degli armatori Ciofani e Gallelli, che corre sotto i colori dell’ASD Anemos, che vince anche in ORC. Il Team è condotto da Maurizio D’Amico, skipper in questa regata, che gareggia in un’ottica finalizzata al Campionato Italiano Offshore. Nella sua scia Muzika2, X-442 di Simone Taiuti. Il terzo gradino del podio cambia tra IRC e ORC. In IRC ha accolto l’equipaggio di Andromeda, Elan 400 di Michele Manzoni, mentre in ORC la medaglia di bronzo è andata al J122 Vai Mo’, di Vincenzo De Falco. Nella Riva per Tutti il Sydney 39 Sir Biss di Giuliano Perego conferma la sua vittoria anche in tempo compensato in IRC e ORC. Lo seguono Il Bavaria 36 Gastone di Sandro Spallotta, e il Sun Odyssey 42P della Peeparrow Ent di Massimo Romeo Piparo. (Agg. 18/4 ore 18.16 SEGUE)

IL COMMENTO FINALE DEL PRESIDENTE DEL CNRT FARASSINO – «Un’edizione complicata – conclude il presidente del CNRT Farassino – nella quale per la prima volta in 25 anni abbiamo dovuto rimandare la partenza. Ringrazio tutta l’organizzazione che ha dato il massimo, il porto con i suoi ormeggiatori e la torre, la Guardia Costiera e la Polmare e il nostro title sponsor, la Garmin Marine Italia». (Agg. 18/4 ore 18.47)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Endlessgame taglia il traguardo della Garmin Roma per Tutti

Alle ore 23:43:55 giovedì Endlessgame, il Cookson 50 del Red Devil Sailing Team, ha passato la linea del traguardo di Riva di Traiano conquistando la Line Honours della Garmin Marine Roma per Tutti. L’arrivo nella notte è stato affascinante e i gommoni del Centro Nautico Riva di Traiano hanno atteso i vincitori sulla linea d’arrivo porgendo loro l’ormai tradizionale bottiglia di spumante per un primo brindisi a bordo e in banchina. Alla Garmin Marine Roma per Tutti, Endlessgame ha navigato con a bordo Pietro Moschini, Giuseppe Puttini, Gabriele “Ganga” Bruni, Stefano Pelizza, Pierluigi Fornelli, Stefano Selo, Vittorio Rosso, Giuseppe Filippis, Fabio Montefusco, Giovanni Buono, Giuseppe Leonardi, Francesco Izzo. Nella sua scia la lotta per il podio è serrata. Divise da poche miglia: Muzika2, X442 di Simone Taiuti; Vai Mo’, J122 di Alberto Costella e O’ Guerriero, Comet 41S di Anna Maria Gallelli si stanno contendendo i restanti due gradini del podio. (Agg. 13/4 ore 17.12 SEGUE)

SFIDA ANCOR APERTA ANCHE NELLA GARMIN MARINE ROMA PER 2 – Affascinante la lotta tra gli equipaggi della Garmin Marine Roma per 2. Sono in tre a contendersi la vittoria, tre equipaggi eccezionali che hanno dato vita ad un match race ininterrotto fin dalla partenza da Riva di Traiano. Scricca, Comet 38S con a bordo Leonardo Servi e Franco “Ciccio” Manzoli; Libertine, Comet 45S con Marco Paolucci e Lorenzo Zichichi e Aigylion, GS34 timonato da Alberto Bona e Oris D’Ubaldo. Tra il primo e il terzo, attualmente, la distanza è inferiore alle due miglia. Ma le posizioni si invertono di ora in ora e le scelte tattiche diverse che stanno facendo in queste ultime ore determineranno la vittoria finale. (Agg. 13/4 ore 17.48 SEGUE)

TRA I SOLITARI STABILE IN TESTA ANDREA FANTINI – Tra i solitari continua la cavalcata vincente di Andrea Fantini con il suo Class 40 Enel Green Power, seguito dal dentista e poeta Oscar Campagnola, sul suo Comfortina 42 Fair Lady Blue e da My Way, Open 60 di Michele Cassano. (Agg. 13/4 ore 18.16)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La ''Roma'' non è per tutti

A tre settimane dal via incomincia a prendere consistenza il numero di barche iscritte alla “Roma”, in solitario (1), in doppio (2) o in equipaggio (Tutti). 
A Riva di Traiano formalmente gli iscritti sono 24, ma in realtà sono molti di più i velisti che hanno già dato la propria adesione, tra cui il decano Valerio Brinati, ancora indeciso tra la partecipazione in solitario o in doppio, ma deciso a non mancare alla sua 25esima ‘‘Roma’’ consecutiva. 
Ci sono Andrea Fantini, in solitario a bordo del Class 40 Enel Green Power, Alberto Bona, vincitore lo scorso anno in solitario ed affiancato quest’anno, in doppio su Aigylion, da Oris D’Ubaldo. Al via anche Stefano Pellizza, a bordo del Cookson 50 Endlessgame di Pietro Moschini, e Leonardo Servi accompagnato dall’imprescindibile Cicco Manzoli a bordo del Comet 38S Scricca. C’è poi Piercarlo Antonelli, fresco Campione Italiano Offshore nella classe X2 con il suo Bora Fast, e  Stefano Gonzi, anche lui in doppio con il suo Comet 41S Prospettica. A cercare la vittoria in doppio arriva anche dalla Francia Bernard Cordeau, che porterà a bordo del suo Elan 40 Racing ‘‘Freyja’’ Amaur Fourcadet. (Agg. 17/03 ore 17.55 SEGUE)

IN GARA ANCHE DUE SCUOLE DI VELA – Da segnalare anche, sfida nella sfida, la partecipazione alla ‘‘per Tutti’’ di due scuole di vela con base a Riva di Traiano, una condotta da Matteo Miceli, l’altra da Dudi Coletti. Scegliere la sottile sapienza tattica dell’America’s Cup con Dudi Coletti, ex Moro di Venezia, o l’esperienza sulla long distance di Matteo Miceli, tutt’ora detentore del record di traversata atlantica in solitario? In entrambi i casi due scuole per uomini duri, perché le 535 miglia della Roma per Tutti non sono proprio per tutti. (Agg. 17/03 ore 18.23 SEGUE)

TRA I SOLITARI SONO IN QUATTRO A CONTENDERSI LA VITTORIA – Quattro i solitari in lizza finora: Andrea Fantini, il veterano Oscar Campagnola con il suo Comfortina 42 ‘‘Fair Lady Blue’’ e due new entry: Andrea Cassano con l’Open 60 ‘‘My Way 60’’ e Remo Leuzinger, sul Grand Soleil 43 «Tivan». Per loro tante insidie: il meteo, il traffico commerciale nel golfo di Napoli, i pescherecci e la gestione del sonno. Sarà dura. (Agg. 17/03 ore 18.51)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Invernale: bis di Tevere Remo Mon Ile

Tanto vento, tanta onda e tutti gli imprevisti tipici di una regata tirata al massimo, con vele (anche nuovissime) scoppiate e outsider che hanno conosciuto la loro giornata di gloria. Finisce così l’Invernale di Riva di Traiano – Trofeo Paolo Venanzangeli, con una giornata, quella di sabato, finalmente all’altezza della fama di questo campo di regata, dove vince chi ama il gioco duro. Innanzitutto onore ai vincitori assoluti, a cominciare dalla classe regina, quella dei Regata, dove, sia in IRC sia in ORC, ha trionfato Tevere Remo Mon Ile, First 40 di Gianrocco Catalano, che ha conquistato per la seconda volta consecutiva l’Invernale. In IRC ha preceduto Vulcano 2, First 34.7 di Giuseppe Morani e Vahiné 7, First 45 di Francesco Raponi; in ORC, Aeronautica Militare Duende, Vismara 46 di Raffaele Giannetti e Aphrodite, Swan 45 di Pierfranco Di Giuseppe. Tevere Remo Mon Ile si è anche aggiudicato il 1° Trofeo Challenge Roma d’Inverno, quale 1° classificato overall in IRC. Nei Per2, in IRC c’è stata una cavalcata trionfale di Lolifast, Sun Fast 3600 di Davide Paioletti, che ha lasciato il secondo posto a Don Pedro, Bavaria 34 di Francesco Pelaia, ed il terzo a Gygas, Grand Soleil 43.2 di Alberto Tamantini. In ORC la cavalcata di Libertine, Comet 45S condotto da Marco Paolucci e Lorenzo Zichichi, è stata ancor più travolgente, con Davide Paioletti e il suo Lolifast quasi sempre secondi. L’ultimo gradino del podio è andato a Jox-Avs Group, X41 di Pietro Paolo Placidi. Tra i Crociera, lo splendido campionato di Malandrina, che ha dovuto scartare un secondo posto quale peggior risultato, ha condotto sul gradino più alto del podio l’equipaggio del First 36.7 condotto da Roberto Padua, seguito dal sorprendente Sun Odyssey 49 Mylan di Anna Paolini, che si è avvalso al timone dell’esperienza dell’Ammiraglio Franco Lo Sardo, e Fata Ignorante, Dufour 34 di Stefano Sorgente. In Gran Crociera, vittoria di First Wave, First 405 di Guido Mancini, su Blues, Duck 31 di Dario Conte.
L’ultima regata sabato scorso. Si è iniziato con circa 15 nodi di vento e con tanta onda, ma poi le condizioni si sono fatte decisamente più cattive, con raffiche che hanno superato i 20 nodi. I Regata hanno faticato di più, sobbarcandosi ben 15 miglia, 10 i Crociera e 5 i Gran Crociera. I Per2, che godono di un percorso ad hoc, hanno regatato per circa 12 miglia, con un lungo lato di bolina. Alla fine la soddisfazione tra i regatanti era grande almeno quanto la stanchezza. Le condizioni, durissime, hanno provato il fisico dei velisti e la resistenza delle imbarcazioni.
C’è stato un soccorso in mare, per un malore verificatosi a bordo di Coda di Volpe, e una serie di incidenti, con tante rotture di vele, che hanno costretto al ritiro Soul Seeker, X362 Sport di Federico Galdi, Rosmarine 2, Grand Soleil 46B di Riccardo Acernese, e Vahiné 7, First 45 di Francesco Raponi, che è stato il più penalizzato, perché i punti persi lo hanno fatto uscire dal podio della Classifica Generale in ORC e perdere il secondo posto in IRC. In Regata IRC, Paolo Morville ha finalmente condotto alla vittoria il suo First 45S “Er Cavaliere Nero”, riscattando un campionato avaro di soddisfazioni, mentre in ORC Biscarini/Rocchi con il loro Mylius 15e25 Ars Una hanno imposto per la prima volta la loro legge sia in reale sia in compensato. Anche nei Per2 c’è stata un’importante “prima volta”: in IRC, infatti ha vinto Oscar Campagnola, che ha portato alla sua prima vittoria il Comfortina 42 Fair Lady Blue. Al contrario, nella Per2 ORC, c’è stata la conferma della schiacciante supremazia di Libertine, il Comet 45 S di Marco Paolucci e Lorenzo Zichichi che è riuscito a vincere ben 6 delle 8 regate disputate. In Crociera ennesima grande prova di Malandrina, che non ha avuto rivali in questo campionato, mentre in Gran Crociera la vittoria è andata a First Wave, che ha vinto 4 delle 5 prove disputate. (Agg. 13/03 ore 18.03 SEGUE)

I COMMENTI DEL PRESIDENTE DEL CNRT ALESSANDRO FARASSINO – «È stata una giornata decisamente emozionante – ha commentato il Presidente del CNRT Alessandro Farassino – con tanto vento e tanti imprevisti occorsi non solo ai regatanti, ma anche alle barche dell’organizzazione. Il Tevere ci ha regalato il suo lato peggiore, visto che con lo Scirocco sul nostro specchio d’acqua è arrivato di tutto. Dobbiamo ringraziare la motovedetta della Polizia di Stato che ha tolto dalla linea di partenza una vera e propria isola galleggiante di rifiuti, ma niente ha potuto contro un’altra massa di rifiuti che ha investito il gommone dei posaboe, imprigionandone l’elica in una matassa inestricabile prima, che potesse posare la boa di disimpegno».
La motovedetta della Polizia di Stato ha inoltre supportato il gommone della Direzione di Corsa nel soccorso di un velista, svenuto per un malore nel corso della regata, scortando a riva l’imbarcazione coinvolta. I soccorsi sono stati tempestivi e il velista è stato sbarcato e affidato all’ambulanza accorsa prontamente in Torre di Controllo. (Agg. 13/03 ore 18.22 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DEL DIRETTORE DI CORSA FABIO BARRASSO – «Portare a compimento 8 regate sulle 9 programmate in una stagione invernale atipica come quella appena trascorsa – ha commentato il Direttore di Corsa Fabio Barrasso – è stata la giusta ricompensa a un grande lavoro svolto da tutto il team. Abbiamo vissuto le ultime due giornate di regata giocando sempre d’anticipo.  Il 25 febbraio sfruttando le prime avvisaglie di Burian e portando a termine due prove. Questo sabato cavalcando l’anticipo della perturbazione, che è poi arrivata nelle ore successive, e dando finalmente pieno sfogo alla voglia di regatare al massimo che sembra essere quasi nel dna dei regatanti di Riva di Traiano. Tirando le somme, è’ stato un campionato divertente, molto combattuto e molto tecnico». Nel corso dell premiazione c’è stato un esilarante fuori programma, con il solitario Oscar Campagnola che ha improvvisato un elogio del Comitato di Regata leggendo una lettera proveniente dalla Nuova Zelanda, dove sono stati avvertiti i ‘‘rumori di guerra’’ provenienti da Riva di Traiano. (Agg. 13/03 ore 18.54)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

A Riva di Traiano doppia regata dell'Invernale

Un fine settimana con un doppio appuntamento per gli equipaggi impegnati nel campionato invernale di Riva di Traiano. Saranno infatti due le giornate di regata, con il sabato dedicato al recupero delle tante regate perse in questo inverno assolutamente atipico. L'appuntamento, quindi, è per sabato mattina per il briefing in Piazzetta dei Marinai. Le previsioni sono abbastanza ottimistiche circa il vento, ma la variabilità di questi giorni non consente analisi puntuali. Il vento da est, comunque, dovrebbe arrivare, prima avvisaglia di Burian e del grande gelo previsto per i primi giorni della prossima settimana, dove la temperatura, a Riva di Traiano, dovrebbe scendere di tre gradi sotto lo zero. (Agg. 21/02 ore 16.45 SEGUE)

FARI PUNTATI ANCHE SULLA ROMA PER 1/2/TUTTI – E mentre il campionato invernale vive la sua fase decisiva, l'attenzione si è già iniziata a spostare anche su un secondo fronte, quello della "Roma per1/2/Tutti" che partirà da Riva di Traiano il prossimo 8 aprile. (Agg. 21/02 ore 17.05 SEGUE)

PARLA IL PRESIDENTE DEL CNRT ALESSANDRO FARASSINO – "Le iscrizioni iniziano a crescere – commenta il Presidente del CNRT Alessandro Farassino – e oltre le barche che hanno già formalizzato la propria partecipazione, ce ne sono molte che stanno per farlo. Abbiamo già, a bordo del Cookson 50 Endlessgame, Stefano Pelizza, che con Riviera di Rimini ha detenuto il record della Roma per 2 per molti anni; Giacomo Gonzi e Marzio Dotti a bordo di Prospettica, che sfideranno il Campione Italiano Offshore 2017 nella classe X2 Piercarlo Antonelli. E siamo in attesa di conoscere se Stefano Chiarotti correrà in doppio o in solitario con il suo Sunfast 3600 Lunatika. In solitario, poi, ci sono già due iscritti, Oscar Campagnola, presente fin dalla prima edizione, e la new entry Michele Cassano a bordo di un Open 60. Mi ha fatto inoltre particolarmente piacere ricevere una manifestazione di interesse da parte di Patrick Phelipon, il velista francese che parteciperà alla prossima Golden Globe Race, regata in solitario intorno al mondo da disputarsi senza elettronica a bordo. So che sta mettendo a punto la sua barca a Fiumicino e spero che riesca a venire. Sarebbe bello averlo con noi, nella nostra regata che da sempre fa l'occhiolino all'Oceano". (Agg. 21/02 ore 17.37)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

A Riva di Traiano doppia regata dell'Invernale

Un fine settimana con un doppio appuntamento per gli equipaggi impegnati nel campionato invernale di Riva di Traiano. Saranno infatti due le giornate di regata, con il sabato dedicato al recupero delle tante regate perse in questo inverno assolutamente atipico. L'appuntamento, quindi, è per sabato mattina per il briefing in Piazzetta dei Marinai. Le previsioni sono abbastanza ottimistiche circa il vento, ma la variabilità di questi giorni non consente analisi puntuali. Il vento da est, comunque, dovrebbe arrivare, prima avvisaglia di Burian e del grande gelo previsto per i primi giorni della prossima settimana, dove la temperatura, a Riva di Traiano, dovrebbe scendere di tre gradi sotto lo zero. (Agg. 21/02 ore 16.45 SEGUE)

FARI PUNTATI ANCHE SULLA ROMA PER 1/2/TUTTI – E mentre il campionato invernale vive la sua fase decisiva, l'attenzione si è già iniziata a spostare anche su un secondo fronte, quello della "Roma per1/2/Tutti" che partirà da Riva di Traiano il prossimo 8 aprile. (Agg. 21/02 ore 17.05 SEGUE)

PARLA IL PRESIDENTE DEL CNRT ALESSANDRO FARASSINO – "Le iscrizioni iniziano a crescere – commenta il Presidente del CNRT Alessandro Farassino – e oltre le barche che hanno già formalizzato la propria partecipazione, ce ne sono molte che stanno per farlo. Abbiamo già, a bordo del Cookson 50 Endlessgame, Stefano Pelizza, che con Riviera di Rimini ha detenuto il record della Roma per 2 per molti anni; Giacomo Gonzi e Marzio Dotti a bordo di Prospettica, che sfideranno il Campione Italiano Offshore 2017 nella classe X2 Piercarlo Antonelli. E siamo in attesa di conoscere se Stefano Chiarotti correrà in doppio o in solitario con il suo Sunfast 3600 Lunatika. In solitario, poi, ci sono già due iscritti, Oscar Campagnola, presente fin dalla prima edizione, e la new entry Michele Cassano a bordo di un Open 60. Mi ha fatto inoltre particolarmente piacere ricevere una manifestazione di interesse da parte di Patrick Phelipon, il velista francese che parteciperà alla prossima Golden Globe Race, regata in solitario intorno al mondo da disputarsi senza elettronica a bordo. So che sta mettendo a punto la sua barca a Fiumicino e spero che riesca a venire. Sarebbe bello averlo con noi, nella nostra regata che da sempre fa l'occhiolino all'Oceano". (Agg. 21/02 ore 17.37)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###