Movida, arrestato un sessantenne

CIVITAVECCHIA – I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno svolto un servizio coordinato di controllo alla “movida” del sabato sera. In particolare i Carabinieri si sono concentrati sul lungomare Thaon de Revel e su via Garibaldi, rinomati luoghi di aggregazione giovanile, dove hanno svolto pattugliamenti a piedi, coordinati dalla Stazione Mobile presente in zona.

Intorno alle 23, due Carabinieri hanno ricevuto la segnalazione di un uomo che, in evidente stato di alterazione dovuta a qualche bicchiere di troppo, stava molestando alcuni passanti. I militari sono intervenuti notando che il 60enne, già conosciuto alle forze dell’ordine, stava tentando di aggredire un giovane che si trovava in compagnia della compagna. Alla vista dei Carabinieri, l’uomo, invece di calmarsi, dapprima si è rifiutato di esibire i documenti, poi ha colpito con dei calci un Carabiniere e un Agente del Commissariato di viale della Vittoria che si era avvicinato per fornire supporto. L’esagitato, inoltre, è stato trovato anche in possesso di un coltello a serramanico, motivo per cui è stato arrestato con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e porto di strumenti atti a offendere.

Nell’ambito della stessa operazione di controllo, i Carabinieri della Stazione di Civitavecchia principale hanno denunciato a piede libero un 29enne, un 24enne e un 21enne, tutti del posto e e con precedenti, dopo essere stati trovati in possesso di 15 grammi di hashish e 25 di marijuana, già suddivisi in dosi che avevano nascosto sui propri indumenti. Il 29enne è stato anche indagato per il reato rapina: nella serata, infatti, i Carabinieri hanno ricevuto una denuncia sporta da una ragazza che, all’interno di Parco della Resistenza, era stata aggredita e derubata del portafogli. La descrizione fornita dalla ragazza ha permesso di individuare nel 29enne l’autore della rapina.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Movida, arrestato un sessantenne

CIVITAVECCHIA – I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno svolto un servizio coordinato di controllo alla movida del sabato sera.

In particolare i Carabinieri si sono concentrati sul lungomare Thaon de Revel e su via Garibaldi, rinomati luoghi di aggregazione giovanile, dove hanno svolto pattugliamenti a piedi, coordinati dalla Stazione Mobile presente in zona.

Intorno alle 23, due Carabinieri hanno ricevuto la segnalazione di un uomo che, in evidente stato di alterazione dovuta a qualche bicchiere di troppo, stava molestando alcuni passanti. I militari sono intervenuti notando che il 60enne, già conosciuto alle forze dell'ordine, stava tentando di aggredire un giovane che si trovava in compagnia della compagna. Alla vista dei Carabinieri, l'uomo, invece di calmarsi, dapprima si è rifiutato di esibire i documenti, poi ha colpito con dei calci un Carabiniere e un Agente del Commissariato di viale della Vittoria che si era avvicinato per fornire supporto. L'esagitato, inoltre, è stato trovato anche in possesso di un coltello a serramanico, motivo per cui è stato arrestato con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e porto di strumenti atti a offendere.

Nell'ambito della stessa operazione di controllo, i Carabinieri della Stazione di Civitavecchia Principale hanno denunciato a piede libero un 29enne, un 24enne e un 21enne, tutti del posto e e con precedenti, dopo essere stati trovati in possesso di 15 grammi di hashish e 25 di marijuana, già suddivisi in dosi che avevano nascosto nei propri indumenti.

Il 29enne è stato anche indagato per il reato rapina: nella serata, infatti, i Carabinieri hanno ricevuto una denuncia sporta da una ragazza che, all'interno di Parco della Resistenza, era stata aggredita e derubata del portafogli. La descrizione fornita dalla ragazza ha permesso di individuare nel 29enne l'autore della rapina.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Movida: un arresto e tre denunce dei Carabinieri di Civitavecchia

CIVITAVECCHIA – I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno svolto un servizio coordinato di controllo alla “movida” del sabato sera. In particolare i Carabinieri si sono concentrati sul lungomare Thaon de Revel e su via Garibaldi, rinomati luoghi di aggregazione giovanile, dove hanno svolto pattugliamenti a piedi, coordinati dalla Stazione Mobile presente in zona.

Intorno alle 23, due Carabinieri hanno ricevuto la segnalazione di un uomo che, in evidente stato di alterazione dovuta a qualche bicchiere di troppo, stava molestando alcuni passanti. I militari sono intervenuti notando che il 60enne, già conosciuto alle forze dell’ordine, stava tentando di aggredire un giovane che si trovava in compagnia della compagna. Alla vista dei Carabinieri, l’uomo, invece di calmarsi, dapprima si è rifiutato di esibire i documenti, poi ha colpito con dei calci un Carabiniere e un Agente del Commissariato di viale della Vittoria che si era avvicinato per fornire supporto. L’esagitato, inoltre, è stato trovato anche in possesso di un coltello a serramanico, motivo per cui è stato arrestato con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e porto di strumenti atti a offendere.

Nell’ambito della stessa operazione di controllo, i Carabinieri della Stazione di Civitavecchia principale hanno denunciato a piede libero un 29enne, un 24enne e un 21enne, tutti del posto e e con precedenti, dopo essere stati trovati in possesso di 15 grammi di hashish e 25 di marijuana, già suddivisi in dosi che avevano nascosto sui propri indumenti. Il 29enne è stato anche indagato per il reato rapina: nella serata, infatti, i Carabinieri hanno ricevuto una denuncia sporta da una ragazza che, all’interno di Parco della Resistenza, era stata aggredita e derubata del portafogli. La descrizione fornita dalla ragazza ha permesso di individuare nel 29enne l’autore della rapina.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Dlf e Csl Soccer uniscono le forze e promettono scintille

I vertici delle società di calcio Dlf Civitavecchia e Csl Soccer comunicano di aver formalizzato un accordo di collaborazione per l’inizio di un percorso calcistico unitario a partire  dalla stagione sportiva 2018/2019. Pur rimanendo due identità autonome e distinte, ognuno sotto il proprio blasone, sarà perseguito da entrambe l’obiettivo primario di unire le sinergie, le idee e i programmi calcistici delle due società, senza disperdere le risorse umane ed economiche, in particolar modo in questo momento così delicato per la nostra città.  I singoli programmi resteranno dei punti fermi e intoccabili, ma convergeranno in obiettivi comuni, così come lo spirito di aggregazione sociale che le due società hanno sempre sposato, riuscendo a farne il proprio personale dna. Forti delle  tante similitudini che le accomunano, il Dlf e la Csl Soccer hanno attuato questa collaborazione nella speranza che con il tempo questo progetto si estenda ad altre realtà calcistiche, auspicando che con lo sport i valori puliti che esso promuove ritrovi sani dove tutto ciò può prendere piede, si riesca a tenere i ragazzi lontano dalle insidie negative della vita e creare un progetto che sia indipendente dagli aiuti istituzionali, anzi, contribuisca esso stesso alla crescita della nostra città. Per quanto detto, dalla prossima stagione, sarà costituita una squadra della categoria Allievi, sotto la denominazione di Csl Soccer, per poi proseguire l’anno venturo con la formazione di una squadra Juniores. Il gruppo si allenerà e giocherà sul campo del centro sportivo Dlf di Viale Baccelli, così come tutte le formazioni dell’attività agonistica e della scuola calcio della Csl Soccer, che si trasferiranno nel suddetto centro sportivo, abbandonando così il campo Tamagnini. Questo progetto ha come obiettivo quello di dare modo a tutti i ragazzi del settore giovanile del Dlf e della Csl, terminato l’ultimo anno degli Allievi, di proseguire il percorso calcistico, entrando nella squadra Juniores della Csl per continuare la crescita calcistica, seguitando a giocare nel centro sportivo di Viale Guido Baccelli, con la possibilità di essere convocato nella prima squadra, che quest’anno ha acquisito il diritto di partecipare al prossimo campionato di Promozione laziale. Con questa nuova sinergia si avrà la possibilità di allestire formazioni di spessore per competere con le realtà del calcio laziale, con l’obiettivo finale di generare una cooperazione totale affinché in tutte le fasce di età, dai primi calci alla Juniores, si possa giocare a calcio, adeguandosi a questa nuova realtà sportiva. Saranno inoltre previste durante l’anno varie manifestazioni ed eventi con la partecipazione dei ragazzi dei due settori giovanili, oltre a stage e corsi per istruttori e dirigenti e come già avvenuto lo scorso anno incontri e seminari totalmente gratuiti con specialisti dei vari settori, volti ad acquisire maggiori conoscenze su determinate tematiche e una maggior consapevolezza su problematiche delicate che coinvolgono la quotidianità di bambini e ragazzi. Il calcio è in continua evoluzione e una società che si rispetti si evolve con esso. Una sinergia, dunque, che migliora la Civitavecchia sportiva.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Rissa: quattro denunce dei Carabinieri di Tolfa

TOLFA – I Carabinieri della stazione di Tolfa hanno denunciato in stato di libertà C.D.44enne, M.R.40enne,E.G.35enne e E.G.33enne per il reato di rissa. Gli stessi,  a seguito di acceso diverbio per futili motivi si colpivano tra loro con calci e pugni. 

Sette persone sono state segnalate alla Prefettura di Roma poiché trovate in possesso di modica quantità di hashish e cocaina per uso personale. Nello specifico sono stati complessivamente sequestrati circa 68 grammi di hashish e 2 gr. di cocaina.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Rissa, tre denunce dei Carabinieri di Tolfa

TOLFA – I Carabinieri della stazione di Tolfa hanno denunciato in stato di libertà C.D.44enne, M.R.40enne,E.G.35enne e E.G.33enne per il reato di rissa. Gli stessi,  a seguito di acceso diverbio per futili motivi si colpivano tra loro con calci e pugni. 

Sette persone sono state segnalate alla Prefettura di Roma poiché trovate in possesso di modica quantità di hashish e cocaina per uso personale. Nello specifico sono stati complessivamente sequestrati circa 68 grammi di hashish e 2 gr. di cocaina.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

De Carli saluta la Cpc e approda al Montalto

di MATTEO CECCACCI

Oltre 40 presenze stagionali con la prima squadra per un totale di 7 gol e altrettanti nella Juniores quando veniva chiamato in causa per dare manforte alla rosa di mister Gallina. Questi i numeri dell’attaccante classe 2000 Andrea De Carli durante il campionato 2016/2017 con la Cpc2005 di patron Sergio Presutti riguardante il campionato di Promozione. Una stagione straordinaria per la maglia rossa numero undici che ha deciso, però, di dire addio alla roja firmando martedì scorso il contratto che lo legherà per un anno alla società del Montalto. Una firma che dice tanto, partendo dalla decisione presa dal giocatore con mano ferma, al pagamento del cartellino da parte del club gialloblu del presidente Moretti per conto del Ladispoli che sta a significare il costoso investimento nei confronti del baby fuoriquota. Il curriculum di De Carli, infatti, parla chiaro: il diciottenne dopo aver imparato i primi calci al Gedila e al Dlf, è approdato subito nel calcio che conta, partendo da Ladispoli disputando ben tre stagioni Elite, passando poi in prestito ai Nazionali Lega Pro della Viterbese Castrense e infine alla Cpc. Una mini carriera attualmente positiva che ha sempre soddisfatto qualsiasi mister l’abbia conosciuto e allenato, in particolare papà Alessandro, primo tifoso sfegatato sempre presente. «Ringrazio – commenta il talentuoso attaccante De Carli –  il Montalto per questa grande opportunità che mi è stata data, anche se credo di essermela meritata dopo tanti anni di sacrifici. Il mio obiettivo sarà quello di continuare a migliorare le mie doti e dare un grande aiuto alla squadra segnando tante reti inseguendo il mio sogno nel cassetto che è quello di continuare ad andare più avanti possibile nel calcio. Alla Cpc – conclude l’ex pupillo di Presutti – lascio grandi ricordi, perché è stata la squadra che mi ha dato fiducia per iniziare questa nuova parte della mia carriera nel mondo dei grandi. Ringrazio il presidente e tutta la società per avermi regalato l’emozione di giocare con Blasi ed avermi insegnato moltissimo».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli: 17enne accerchiato, aggredito e derubato, 2 arresti

LADISPOLI – E' stato accerchiato, aggredito e derubato della sua bicicletta e del suo smartphone. Vittima del brutto episodio un 17enne di Ladispoli che, la scorsa sera, mentre rincasava in sella alla sua bici è stato avvicinato in via di Campagna, da un gruppo di quattro suoi coetanei e dopo essere stato aggredito con calci e pugni è stato rapinato della sua bici e del suo telefonino. Immediatamente allertati i Carabinieri della stazione di via Livorno, questi hanno acquisito una precisa descrizione degli aggressori, avviando subito le ricerche. Poco dopo i militari hanno individuato sul lungomare di Ladispoli 4 giovani corrispondenti alla descrizione fornita. Sottoposti a controllo, sono stati trovati in possesso del telefono cellulare e della bici di proprietà della vittima e di un ciclomotore, risultato rubato. I quattro sono stati accompagnati in Caserma, a Ladispoli, dove al termine degli accertamenti, i Carabinieri hanno arrestato i due maggiorenni (un 22enne romeno e un 21enne romano), accompagnati presso la Casa circondariale di Civitavecchia. Denunciati in stato di libertà invece i due minorenni, entrambi 17enne, per i reati di rapina e furto.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il San Pio X si rifà il look

Si è svolta mercoledì sera presso l’Hotel San Giorgio di Civitavecchia la presentazione dei nuovi assetti societari e tecnici del San Pio X Calcio in vista della stagione 2018/2019. Al centro del nuovo progetto societario c’è la volontà di rilanciare la società civitavecchiese, che con la prossima stagione arriverà alla 55° anno di attività agonistica di fila, partendo dalla propria storia ma con lo sguardo rivolto verso il futuro. Si lavorerà quindi per allargare il settore giovanile della scuola calcio, mentre per la prima squadra la volontà è quella di fare il campionato di Seconda Categoria per cercare l’immediata promozione in Prima. Il San Pio X oltre al lato sportivo avrà anche un forte impegno sociale grazie al legame con la comunità “Mondo Nuovo”. A spiegare il progetto è infatti il presidente di “Mondo Nuovo”, Alessandro Diottasi: «Voglio ringraziare il San Pio X che ci permetterà di poterci allenare e giocare gratuitamente nel campionato CSI regionale amatoriale». Dopo ha preso la parola il presidente del San Pio X, Vincenzo La Rosa: «È con piacere che ripartiamo per questa nuova avventura. Abbiamo deciso di voler dare nuovo slancio alla società grazie anche all’ingresso di Alberto ed Enrico Leopardo e Antonio Farini. Tutto questo lavoro è fatto per far tornare grande il San Pio X». A spiegare i progetti è stato poi il nuovo direttore generale della società, Enrico Leopardo: «Il nostro obiettivo è creare piccoli uomini che poi possano diventare dei grandi calciatori. Vogliamo che per prima cosa sia insegnata l’educazione ai più piccoli». Per ultimo ha preso la parola Antonio Farini, che avrà il ruolo di osservatore generale: «Mi fa piacere tornare ad aiutare il San Pio X. Potrò ritenermi soddisfatto se a fine del prossimo anno ci saranno dei bambini che si divertano e che sappiano dare due calci ad un pallone. I nostri allenatori seguiranno i bambini tutti allo stesso modo, senza che ci siano preferenze in base alla bravuta perchè si tratta sempre di bambini».
Questo l’assetto societario: presidente Vincenzo La Rosa, vice presidente Marco La Rosa, consiglieri Umberto La Rosa, Duilio La Rosa, Roberto La Rosa, Simona La Rosa, direttore generale Enrico Leopardo, presidente onorario Alberto Leopardo, direttore sportivo Roberto Matteo, osservatore generale Antonio Farini, allenatori Mario Castagnola (prima squadra), Erasmo Sabatini, Fabrizio Biferali.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Rissa: tre arresti

VITERBO – Hanno dato inizio ad una rissa , nel primissimo pomeriggio, in via Garbini, tre giovani italiani di 40 , 50 e 26 anni, tutti e tre di Viterbo, scaturita per futili motivi, ma evidentemente degenerata , che li ha visti colpirsi pesantemente con numerosi calci e pugni, tanto che sono stati riscontrati al pronto soccorso con diversi giorni di prognosi; immediato l’ intervento della pattuglia del norm della compagnia che li ha arrestati nella flagranza di reato e tradotti presso le camere di sicurezza .

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###