Lavori pubblici, Mecozzi critica la tempistica

CIVITAVECCHIA – È critico il consigliere comunale del Polo democratico Mirko Mecozzi, all’indomani dell’annuncio, da parte dell’assessore Ceccarelli, dell’avvio di alcuni importanti lavori, “guarda  caso – ha sottolineato – tutti concentrati nel mese di ottobre e presumibilmente conclusi a ridosso delle elezioni amministrative del Maggio 2019 prossimo, guarda caso. Quattro anni di nulla, dove non è stata posata in opera neanche una betonella o realizzato un metro di asfalto per tutelare i cittadini, su una viabilità compromessa e scandalosa sotto il profilo della sicurezza. Ora i lavori, quelli raccimolati in quattro e quattr'otto, verranno concentrati in pochi mesi, tanto per buttare un po di fumo negli occhi a chi per quattro lunghi anni è stato lasciato alla mercé delle tante criticità che hanno esposto la cittadinanza al pericolo vero nel suo senso lato”. 

Mecozzi prende quindi in esame i vari interventi programmati. “Inizieranno i lavori di sistemazione del tunnel fognario di via Giordano Bruno ad ottobre, ma l'Assessore si scorda di rammentare e non dice che il sinistro – ha aggiunto – si è verificato tre anni fa e che per tre anni decine di famiglie che abitano nelle vicinanze non hanno potuto dormire sonni tranquilli per paura di un ulteriore inaspettato crollo che avrebbe potuto determinare una tragedia di immani proporzioni per Civitavecchia. Inizieranno, sempre ad Ottobre, anche i lavori di due lotti stradali per circa 2.000.000 di euro, ma badate bene che questa cifra non è stata raccimolata, come si vorrebbe far credere, per una attenta gestione del bilancio, ma sono somme stanziate e non utilizzate, per i noti motivi, dalla passata amministrazione comunale per finanziare il raddoppio della arteria stradale di Viale della Vittoria, quindi nessun merito a chi merito non ne ha. Per quanto riguarda il progetto delle manutenzioni fognarie, se non ricordo male risalente a circa due anni fa mi chiedo come mai anch'esso verrà messo in cantiere ad Ottobre, sempre a ridosso delle prossime elezioni, guarda caso. Anche i grillini quindi non sono diversi dagli altri, anzi credono che con espedienti di piccolo conto e basso rango, riusciranno ancora una volta ad aprire le porte del cuore dei civitavecchiesi che mai come questa volta si sono sentiti ultimi della classe, traditi ed umiliati da chi ha professato un cambiamento radicale che non è mai avvenuto. Cambiare tutto per non cambiare nulla, questo – ha concluso il consigliere –  è stato il loro motto sensa mai pensare che prima di tutto e tutti vengono i civitavecchiesi”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

«Raccolta porta a porta: maggiore collaborazione da parte di tutti i cittadini»

CERVETERI – «Se vogliamo una città più pulita l’input deve partire da noi cittadini. Se ognuno di noi cercasse di rispettare le regole della raccolta differenziata porta a porta, avremmo una situazione di maggior decoro in tutto il territorio». A dichiararlo è Patrizia Dell’Olio, delegata alle attività di promozione ambientale, che prosegue: «Una scena che oramai si ripete con quotidianità a causa del comportamento di alcuni, spesso viene vanificato il lavoro che tanti cittadini svolgono con meticolosità e rispetto dell’ambiente nel differenziare correttamente i rifiuti. Ricordo a tutta la cittadinanza che per una buona raccolta differenziata, così come ripetuto più e più volte dall’Amministrazione comunale, è obbligatorio l’utilizzo dei mastelli, che vanno esposti negli orari sanciti sul calendario di raccolta, rispettare i giorni di posizionamento dei mastelli e che fondamentale separare il più correttamente possibile i rifiuti» «Altra situazione che purtroppo colpisce diverse zone del nostro territorio, è il triste fenomeno delle discariche abusive – spiega Dell’Olio – ogni rifiuti abbandonato in maniera impropria rappresenta un grave danno alla nostra città, da un punto di vista ambientale, d’immagine e lavorativo. Per quale motivo abbandonare in strada qualsivoglia genere di rifiuto, quando c’è a disposizione oltre il servizio porta a porta, un’isola ecologica aperta sette giorni su sette e con orari sempre estremamente flessibili? Vorrei far presente a tutti coloro, fortunatamente pochi, ma rumorosi, che abbandonando rifiuti in strada non danneggiano l’Amministrazione o il Sindaco, ma danneggiano la città, le persone che rispettano le regole e il lavoro in generale del Servizio di Igiene Urbano, che anziché impiegare personale per operazioni di bonifica li potrebbe utilizzare in altri modi».
«Ultimo appello, ci tengo a farlo a tutti coloro che ancora oggi confondono i contenitori per il conferimento di olio per luoghi in cui buttare rifiuti. Quello è un servizio aggiuntivo, che è destinato solamente per depositare l’olio, così come lo è quello degli abiti usati, il cui contenitore è troppo spesso scambiato per la discarica personale di qualcuno. Invito – conclude Patrizia Dell’Olio – ad una maggiore collaborazione da parte di tutti i cittadini».

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Star Roller Club brilla agli Italiani

Sono in corso di svolgimento, nello splendido scenario di Piancavallo (PN), i campionati italiani di pattinaggio artistico ai quali la Star Roller Club Viterbo si è qualificata con ben cinque atlete.
Alle veterane Erica Bernabucci, Giorgia Baraldi e Gloria Buzzi si sono aggiunte con merito le debuttanti Angelica Silvestri e Asia Baldini.
Splendida la prova della più grande del gruppo Erica Bernabucci, che nella categoria “Divisione Nazionale C” ha conquistato l’undicesima posizione. In una categoria dove il livello delle atlete quest’anno era altissimo, soprattutto per la presenza di più di una campionessa italiana e dello squadrone friulano, Bernabucci ha subito mostrato la sua voglia di fare bene. 
Fin dalla prima danza è scesa in pista concentrata e decisa ed anche nella seconda non è stata da meno. I giudici hanno apprezzato ed Erica è risultata tra le finaliste. 
Ottima l’esecuzione del tango finale che ha consentito all’atleta viterbese di conquistare l’undicesimo posto finale. Un risultato, questo, voluto e meritato dall’atleta, che la ripaga di tutti i sacrifici fatti in questi anni. Ma la prova di Erica era stata preceduta dall’ottima prestazione di Giorgia Baraldi. 
Nella categoria “Divisione Nazionale B”, anche questa con molte atlete di livello, l’atleta della Star Roller Club ha conquistato un onorevole dodicesimo posto. Con la sua precisione ed eleganza Giorgia ha costruito la sua gara nelle prime due danze obbligatorie entrando spedita nella finale a sedici. Qui si è confermata raggiungendo un ottimo risultato che le ha permesso di tenersi alle spalle molte delle atlete che alla vigilia erano tra le favorite.
Sfortunata al prova di Gloria Buzzi che, nella categoria “Divisione Nazionale A”, ha soltanto sfiorato la finale. Le atlete in pista erano circa settanta e in finale entravano soltanto ventiquattro, Giorgia è risultata venticinquesima con un po’  di rammarico, ma consapevole di aver dato tutto e di aver comunque portato a casa un buon risultato. Nulla da fare purtroppo per le due debuttanti nella categoria “Allieve”. Angelica Silvestri e Baldini Asia ce l’hanno messa tutta al cospetto delle atlete del nord abituate da anni a calcare certi palcoscenici. Le due atlete viterbesi si sono così piazzate nella seconda metà della classifica. Questo risultato, al debutto nazionale, non è comunque da buttare via ed avrà certo dato delle indicazioni alle allenatrici su dove e come continuare a lavorare con queste atlete che rappresentano il futuro della Star Roller Club.
Ora per tutti qualche giorno di meritato riposo, mentre in pista ad allenarsi resta la capitana Ludovica Delfino che si sta preparando in vista dei campionati Italiani Senior che si terranno a fine luglio a Folgaria (TN) e i successivi campionati mondiali gruppi ad ottobre in Francia dove Ludovica difenderà i colori azzurri nelle specialità “Piccoli gruppi” e “Quartetti”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tidei riparte a spron battuto

S. MARINELLA – Continuano le prese di posizione da parte dei candidati sindaci promossi al secondo turno e dei relativi consiglieri comunali eletti, in vista del ballottaggio. Ad aprire le contese è il candidato del centrosinistra Pietro Tidei che esterna il suo pensiero. “Chi vota Ricci – dice l’ex parlamentare – vota la continuità con un progetto dissennato e devastatore. Se vincesse il ballottaggio Ricci tornerebbero in consiglio gli stessi che per dieci anni hanno dissipato le risorse finanziare di un Comune florido come Santa Marinella e hanno messo in ginocchio una città, senza più scuole ed impianti sportivi. In consiglio comunale gli stessi dissipatori ed in giunta finirà anche Roberto Bacheca, quello che nelle nascoste stanze romane ha strappato la bandiera della Lega di Salvini a quell’Alfredo De Antoniis che l’ha usata non per nascondercisi dietro e rifarsi il trucco ma per farci politica, in mezzo alla strada, tra la gente, come si faceva una volta, mettendoci la faccia. E l’usurpazione è riuscita, infatti la Lega ha preso molti più voti delle preferenze portate a casa dai suoi consunti candidati in danno di chi, per molto tempo, aveva creduto nella politica come il giovane De Antoniis e tutti i suoi amici. Fare tutto di nascosto è un’abitudine di questo centrodestra santamarinellese, che manda allo sbaraglio un candidato sindaco semisconosciuto dietro al quale si nasconde uno zio, già sonoramente battuto alle urne tredici anni fa e che ancora non si è ripreso dal colpo ricevuto. Il socio di maggioranza di questo strano gruppo invece si nasconde dietro una bandiera che non è e non sarà mai la sua, pronto a buttare a mare Ricci appena non gli serva più come ha già fatto nel 2008». 
«Certe lezioni a Santa Marinella sono difficili da mandare a memoria – conclude Tidei – chi sceglie di cambiare, chi vuole mettere riparto al disastro finanziario creato per i propri comodi da una massa di incompetenti deve agire per questo cambiamento votando Pietro Tidei». Torna sulle elezioni anche l’esponente del M5S Settanni. 
«Ringrazio tutte quelle persone che ci hanno votato – afferma il grillino – permettendoci di diventare la seconda forza politica di Santa Marinella. Ora ci sarà un consigliere comunale del M5S in opposizione. Da adesso grazie a 1.009 donne e uomini liberi, saró il portavoce dei cittadini. Insieme faremo un’opposizione corretta, intelligente ed intransigente a favore della cittadinanza. Ringrazio tutto il gruppo e tutti i cittadini e gli attivisti per l’ottimo lavoro fatto e che faremo ancora più intensamente da oggi in poi. Siamo una grande squadra ed ora siamo in Comune. Abbiamo alzato la testa e guardiamo verso un futuro di rinascita. Non ci schiereremo con alcuno nel ballottaggio in quanto non vediamo nei soggetti in campo alcuna discontinuità con il passato. Ho rilevato che alcune persone, utilizzando in modo del tutto personale ed improprio, il simbolo del Movimento 5 Stelle stanno pubblicando post in cui suggeriscono orientamenti di voto per il ballottaggio”. “Rammento – conclude Settanni – visto che c’è bisogno di farlo, che tali dichiarazioni sono del tutto personali, arbitrarie e non rispecchiano la linea politica del gruppo del M5S di Santa Marinella e Santa Severa. Il sottoscritto, quale unico depositario del simbolo del Movimento 5 Stelle invita pertanto tutti i cittadini, nonché gli iscritti e i simpatizzanti al movimento a non tener conto nel modo più assoluto dei messaggi contenuti nei suddetti post”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Olmetto, nuova discarica abusiva: la denuncia dei cittadini

LADISPOLI – La zona Olmetto rischia di diventare nuovamente una discarica a cielo aperto per mano degli incivili. Dopo la pulizia dello scorso inverno effettuata da alcuni volenterosi residenti, tornano nei pressi del casotto i rifiuti ingombranti. "Non moltissimi in verità – scrive Carla Panzironi a nome de: I lottisti dell’Olmetto – ma che potrebbe diventare un invito a buttare altro materiale e, nel giro di poco, trasformare quello che per noi rappresenta un modo per comunicare (usiamo il casotto come bacheca) una discarica a cielo aperto". L'appello è rivolto non solo ai residenti ma anche ai cittadini di passaggio nella zona. Una zona dove i residenti, come ricorda Panzironi, quando è stato deliberato il piano di urbanizzazione, hanno messo a disposizione "i propri mezzi, in termini di tempo, competenza e anche denaro, per realizzare piccole opere per la nostra sicurezza". E a proposito di strade, arriva un secondo appello: evitare di transitare ad alta velocità. 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Olmetto-Monteroni, nuova discarica abusiva

LADISPOLI – La zona Olmetto-Monteroni rischia di diventare nuovamente una discarica a cielo aperto per mano degli incivili. Dopo la pulizia dello scorso inverno effettuata da alcuni volenterosi residenti, tornano nei pressi del casotto i rifiuti ingombranti. "Non moltissimi in verità – scrive Carla Panzironi a nome de: I lottisti dell’Olmetto – ma che potrebbe diventare un invito a buttare altro materiale e, nel giro di poco, trasformare quello che per noi rappresenta un modo per comunicare (usiamo il casotto come bacheca) una discarica a cielo aperto". L'appello è rivolto non solo ai residenti ma anche ai cittadini di passaggio nella zona. Una zona dove i residenti, come ricorda Panzironi, quando è stato deliberato il piano di urbanizzazione, hanno messo a disposizione "i propri mezzi, in termini di tempo, competenza e anche denaro, per realizzare piccole opere per la nostra sicurezza". E a proposito di strade, arriva un secondo appello: evitare di transitare ad alta velocità. 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Elezioni Santa Marinella, Ricci: ''Da Tidei solo promesse lunari''

SANTA MARINELLA – La lista Lega, che appoggia il candidato sindaco Bruno Ricci, risponde a Pietro Tidei, in merito alle sue dichiarazioni sulla composizione della lista politica che vede tra le sue fila ex consiglieri comunali della maggioranza che sosteneva Bacheca. «Il canto ammaliatore questa volta promette scenari da dolce vita, come da foto e testi del programma presentato dal candidato sindaco Tidei – si legge nella nota firmata da Lega Salvini Lazio Santa Marinella – centri di talassoterapia, teatri, piazze, varianti all’Aurelia, centri di pronto soccorso, sblocco di terreni per edificare e chi più ne ha più ne metta. Il tutto, nella rispettata tradizione di promesse lunari, stride con le reiterate accuse di default e di fallimentare gestione alla passata amministrazione, poiché non crediamo ai maghi e, tantomeno alle sirene. Se mancano i fondi, se il Comune è allo sfascio, come fa Tidei a promettere mari e monti, casinò e ospedali? Solo sperando nella benevolenza del governo della Regione Lazio? Come se Santa Marinella fosse il Comune eletto per risorse e finanziamenti. Esattamente come tredici anni fa, sia prima che durante la sua amministrazione, Pietro Tidei ha pontificato in lungo ed in largo, facendo credere agli abitanti di Santa Marinella di poter fare del Comune la città più bella del mondo. La storia però ci ha consegnato un project financing improbabile e disastroso per le casse del Comune, perdendo enormi finanziamenti regionali già stanziati, e lasciando la città con un bel nulla di fatto e sempre la storia, con la firma dei suoi delusi, lo ha costretto ad abbandonare la guida della città. Ad oggi, di certo non ce lo saremo aspettati da uno con il suo rango politico, il suo operato preelettorale. Tidei lancia lusinghe agli ex consiglieri Passerini e Minghella, fuori entrambi dalla competizione elettorale e loda il fatto che i due ex consiglieri dicano apertamente di non fermare le opere ed i progetti in essere, concepiti nella scorsa legislatura. Ai due ex consiglieri infatti, Tidei promette che, una volta ottenuta la fiducia dei cittadini, saprà non disperdere quanto di buono è stato fatto finora. Cos’è, un tentativo di accaparrarsi la stima e forse i voti di chi, in quella amministrazione che lui critica tanto, ci è stato per cinque anni? Vuol dire che l’inesperienza ed il pressapochismo di cui parla hanno generato comunque opere pubbliche?». «I dieci anni di amministrazione Bacheca – conclude la nota – che hanno prodotto parcheggi, sottopassi e la nuova biblioteca non sono da indicare come fallimentari. Eppure, tra le sue liste, c’è qualcuno che si è ricollocato dopo cinque anni di dichiarato sostegno al centrodestra, quindi cose, nomi e fatti degli scorsi dieci anni di amministrazione ritornano, dimostrando che non tutto è da buttare, come vorrebbero far credere Tidei ed i suoi accoliti».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tidei: "Plauso a Minghella e Passerini. Non bisogna buttare i progetti che stanno per essere iniziati"

SANTA MARINELLA – Il candidato sindaco del centrosinistra Pietro Tidei pronto a portare avanti i buoni progetti avviati dalla precedente amministrazione.

"Plaudo all'operazione di chiarezza messa in piedi dai consiglieri comunali uscenti, Emanuele Minghella e Andrea Passerini. – afferma Tidei –  Se non bisogna mai gettare via il bambino assieme all'acqua sporca, tanto meno bisogna accantonare i progetti che sono stati esaminati, approvati, magari finanziati e che stanno sul punto di essere iniziati in virtù di una lotta a ruba bandiera che danneggia solo la città ed i suoi abitanti. Si potrà discutere all'infinito sulla necessità e sull'opportunità di fare determinate scelte, a volte strategiche, ma quando un progetto è avviato bisogna portarlo alla sua naturale conclusione, non si può cambiare direzione e gettare soldi ad ogni cambiamento di amministrazione".

"Ho vissuto sulla mia pelle una situazione del genere. – prosegue Tidei – Appena sciolto il consiglio comunale che ho fatto eleggere a Santa Marinella subito l'amministrazione di Roberto Bacheca ha provveduto a piantare la sua bandiera sulle cose che stavano per essere finite. Un esempio su tutti la piscina comunale, della quale si sono impadroniti, l'hanno etichettata e poi lasciata perire in brevissimo tempo, ed oggi è già un rudere inutilizzabile. Come il grande progetto del Municipio cittadino e della piazza , dell'agorà pensata al centro della città, è andata peggio. Il pressappochismo ammantato dalla giovane età, la pigrizia nascosta dietro all'inesperienza ha fatto sì che la grande opera fosse definanziata, che si avviasse un contenzioso con chi aveva legittimamente vinto la gara e poi il nulla ha prevalso sul buon senso. Dopo dieci anni, ben centoventi mesi, Santa Marinella non ha ancora né la piazza né il suo degno municipio".

"La progettazione è un fattore di crescita strategico e noi lo sappiamo bene, – conclude il candidato sindaco del centrosinistra –  noi che abbiamo l'unico vero e grande programma per far rinascere questa città e farla tornare al suo legittimo splendore. Progettazione significa lavoro, occupazione e futuro per gli abitanti di Santa Marinella. Un bravo ancora a Minghella e Passerini ai quali prometto che una volta ottenuta la fiducia dei cittadini saprò non disperdere quanto di buono è stato fatto finora".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Mercato, Mecozzi: ''Interventi forse a ridosso della campagna elettorale''

CIVITAVECCHIA – Rimossa la tettoia pericolante dal mercato ittico cittadino. Ci sono voluti mesi ma, finalmente, l’amministrazione è intervenuta rimuovendo la porzione danneggiata e pericolosa. Intanto pare che a margine di un evento il sindaco Antonio Cozzolino abbia rassicurato il rappresentante del mercato Salvatore Russo sul fatto che i pentastellati stiano lavorando al cronoprogramma dei lavori di restyling.

La necessità, come già sottolineato da Russo precedentemente, per gli operatori è di conoscere per tempo quando si faranno i lavori, in modo da poter acquistare eventuali ombrelloni o gazebo se necessari. Si procede molto lentamente, al punto che Mirko Mecozzi, consigliere comunale e presidente di Polo democratico,  insieme al vicepresidente Federica Giacomini, si scaglia contro l’amministrazione a Cinque stelle.

«C’era da immaginarlo – dichiara – come altre opere appositamente fatte slittare per buttare fumo negli occhi dei cittadini, anche per il mercato di piazza Regina Margherita sono stati annunciati da questa amministrazione, per bocca dell’assessore competente, interventi migliorativi e manutentivi che si andranno a concretizzare, forse, a ridosso della prossima campagna elettorale».   

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Cpc prova a centrare i playoff in zona Cesarini

Ultimi novanta minuti di gioco importantissimi per alcune squadre del nostro comprensorio, invischiate nella lotta per entrare nei playoff o per uscire dai playout. Per la Cpc2005, quella di oggi con il Grifone Gialloverde, potrebbe non essere l’ultima gara stagionale. Ovviamente, tutti sperano di giocarsi la partita del 20 maggio per il primo turno dei playoff, anche se per arrivarci dovrebbero incastrarsi risultati favorevoli alla società portuale. Però di gare e di occasioni per mister Blasi e compagni, ce ne sono state a bizzeffe, ma la realtà di oggi parla di un’Ottavia già in Eccellenza, il Ronciglione distante quattro lunghezze, quindi irraggiungibile e il Fiumicino a due punti. La squadra aeroportuale se la vedrà in casa con il Pescatori Ostia, mentre la Compagnia Portuale farà scalo sul campo della Romulea, dove incontrerà il Grifone Gialloverde. Il Fiumicino, dunque, sarà impegnato nella non facile sfida con la Pescatori, agli ospiti servono come il pane i punti salvezza per il play out da giocare in casa. Mentre per i rossi portuali, sulla carta, la squadra da affrontare è salva da tempo, anche se il 6 a 3 in casa della vincitrice Ottavia, parla da solo sulla fame del Grifone. All’andata, incominciarono i problemi per la Cpc, dopo la sconfitta conseguita, ora è tutta un’altra storia visti i punti lasciati qua e la sui campi laziali. «Ci sarà – dicono da casa Cpc – nonostante sia quasi impossibile centrare i playoff, da giocare la gara come fosse una finale. Si spera, nonostante tutto, di non buttare una intera stagione in soli novanta minuti». 
Altrettanto interessanti saranno gli incontri a cui sono chiamati il Città di Cerveteri e l’Atletico Ladispoli. La classifica racconta che gli uomini di Morelli sono inseriti come quartultimi tra le squadre interessate ai playout, mentre il Cerveteri, con un punto in più, vincendo sarebbe salva. L’Atletico Ladispoli se la vedrà in casa contro un’Accademia Roma che non ha alcun assillo di classifica, mentre gli etruschi, ospiteranno un Canale Monterano che, anche vincendo, non riuscirebbe ad evitare la lotteria dei playout. Dunque, una domenica di sofferenza, per tre delle quattro squadre del nostro bacino di utenza. 
L’unica che non ha più nulla da dire a questa stagione, è il Santa Marinella/Santa Severa che questa mattina, al Saraudi, ospiterà l’Aranova quinta in classifica e dunque senza una pur minima speranza di entrare nei playoff. Sarà comunque una gara interessante in quanto, fuori da ogni legame di graduatoria, le due compagini potranno giocare a viso aperto.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###