Installazioni esterne, Ceccarelli: ''A breve le precisazioni sul regolamento''

CIVITAVECCHIA – «A breve faremo una serie di precisazioni sul regolamento per le installazioni interne». 
Lo comunica l’assessore ai Lavori pubblici Alessandro Ceccarelli. Modifiche annunciate già nei mesi scorsi. Subito dopo l’approvazione del regolamento, infatti, c’erano stati alcuni problemi dovuti ad interpretazioni del testo che avevano permesso di andare a creare dei veri e propri dehors. La distinzione per Ceccarelli è chiara. «Se si tratta di un luogo aperto possiamo parlare di installazioni esterne, altrimenti – ha detto il pentastellato – diventa un dehors. Quello che vogliamo è che la differenza diventi inequivocabile ed entro il 2019». 
L’assessore ha spiegato che a seguito della legge Madia la distinzione è chiara e il regolamento comunale deve essere, di conseguenza, il più chiaro possibile per evitare qualsiasi possibile fraintendimento. 
«Stiamo lavorando sull’ultima versione – ha aggiunto Ceccarelli – del regolamento e conto di portarla subito alla conferenza dei capigruppo in modo da poter andare subito al prossimo consiglio comunale per l’approvazione». I tempi stringono, ma nel futuro per l’assessore c’è bisogno di un’ulteriore aggiunta. 
«Speriamo – ha concluso Ceccarelli – di lanciare nei primi mesi dell’anno prossimo un regolamento dedicato proprio ai dehors».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

DOLOMITES FUNDING S.R.L. – PLAVIS LEASE S.R.L.PLAVIS LEASE S.R.L.

Avviso di cessione di crediti pro soluto ai sensi e per gli effetti
dell'art. 1 e 4 della L. 30 aprile 1999, n. 130 e dell'art. 58 del
D.Lgs. n. 385/1993 (Testo Unico Bancario – in breve "TUB") nonche'
informativa ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 196/2003 ("Codice in
Materia di Protezione dei Dati Personali") e del Provvedimento
dell'Autorita' Garante per la Protezione dei Dati Personali del 18
gennaio 2007

(TX18AAB12290 )

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Presepe vivente di Tarquinia tra i più belli d’Italia per il  Touring club

TARQUINIA – Il presepe vivente di Tarquinia tra i più belli d’Italia. A dirlo il Touring Club che ha inserito la rappresentazione della città etrusca tra le più suggestive della penisola, con altre famose rievocazioni. Un riconoscimento al grande lavoro dell’associazione Presepe vivente di Tarquinia e ai suoi volontari che ogni anno danno vita a una manifestazione che coinvolge un’intera comunità.
«Essere inseriti tra i presepi viventi più belli ci riempie di orgoglio – afferma l’associazione –. Siamo entrati nella fase cruciale dell’organizzazione, con la definizione di tutti gli aspetti logistici e il completamento delle scenografie»’. Appuntamento il 26 e 30 dicembre e il 6 gennaio per l’evento più atteso del Natale tarquiniese. Anche in questa edizione avranno un ruolo centrale i 300 figuranti, che saranno al centro di scene dialogate per rendere l’evento ancora più intenso e coinvolgente.
«Invitiamo i tarquiniesi e i turisti a visitarci – conclude l’associazione –. Basta lasciare l’auto fuori dalle mura, fare una breve passeggiata per le vie del centro storico arrivando all’alberata Dante Alighieri, di fronte alla chiesa della Trinità dove è posto l’ingresso, per poi entrare e vivere la magica atmosfera del presepe».
Il prezzo del biglietto è invariato rispetto allo scorso anno. L’ingresso costerà cinque euro, mentre sarà gratuito per i bambini sotto i dieci anni. Le casse saranno poste a piazza Giacomo Matteotti. L’apertura del percorso è alle ore 17. Il presepe vivente di Tarquinia è patrocinato dalla Regione Lazio (Lazio eterna scoperta), dalla Provincia di Viterbo, dal Comune di Tarquinia, dalla Diocesi di Civitavecchia e Tarquinia, ed è in collaborazione con la Pro Loco Tarquinia, il Comitato San Martino e l’Associazione Anziani con l’Hobby del Modellismo.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Angelo Sale, si cercano i fondi per la copertura della tribuna

LADISPOLI – Giovanni Ardita nominato delegato ai rapporti con le società calcistiche di Ladispoli. Questo il nuovo incarico conferitogli dal primo cittadino. «Sono consapevole che oltre all'onore della delega sul calcio vi è l'onere di seguire numerose problematiche legate alle due soscietà e ai due impianti».

Per quanto riguarda l'Angelo Sale, nato già con diverse problematiche da risolvere, come l'assenza della tribuna ospiti, le infiltrazioni d'acqua, l'assenza di una copertura sulla tribuna esistente …. il delegato ha annunciato che a breve prenderà il via un intervento di impermeabilizzazione per le infiltrazioni causate dalle piogge invernali. Inoltre, gli amministratori di palazzo Falcone stanno lavorando per la realizzazione della copertura della tribuna. «Verificheremo con il nuovi bilancio, attraverso il Credito sportivo – ha spiegato Ardita – come portare a termine questo intervento fondamentale affinché le famiglie possano godersi la partita» senza dover subire i disagi del caldo cocente o della pioggia battente. E per il delegato ci sarebbe poi la necessità di realizzare anche un altro campo da calcio dove poter far giocare le categorie inferiori. Ma l'Angelo Sale non è l'unico ad essere attenzionato dall'amministrazione comunale. Domenica Ardita effettuerà un sopralluogo al campo di Marina di San Nicola «per verificare lo stato del campo e della struttura. Anticipo che questo mi sembra un impianto da migliorare e potenziare perché anche qui molti bambini e ragazzi di Ladispoli vengono a giocare».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli e Jovanotti, qualcosa bolle in pentola

LADISPOLI – Sembra esserci un connubio che a breve potrebbe legare la città balneare di Ladispoli al cantante di fama internazionale Jovanotti. Almeno è questo quanto si potrebbe intuire dal messaggio da poco postato dal sindaco Alessandro Grando su Facebook che invita tutti a seguire la diretta facebook del cantante in programma alle 12 e che sarà condivisa anche sulla pagina facebook del Comune di Ladispoli. "Ci sono importanti novità all'orizzonte". Andando a sbirciare sulla pagina del cantante anche qui si parla di una "cosa pazzesca"…. chissà che non sia la stessa a cui si riferisce il sindaco Alessandro Grando. … "A proposito di cose da fare – scrive Jovanotti – la più calda è domattina alle 12, se ci riuscite collegatevi alla diretta Facebook, vi racconterà una cosa pazzesca, una grande figata che sta per succedere". 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli e Jovanotti, qualcosa bolle in pentola

LADISPOLI – Sembra esserci un connubio che a breve potrebbe legare la città balneare di Ladispoli al cantante di fama internazionale Jovanotti. Almeno è questo quanto si potrebbe intuire dal messaggio da poco postato dal sindaco Alessandro Grando su Facebook che invita tutti a seguire la diretta facebook del cantante in programma alle 12 e che sarà condivisa anche sulla pagina facebook del Comune di Ladispoli. "Ci sono importanti novità all'orizzonte". Andando a sbirciare sulla pagina del cantante anche qui si parla di una "cosa pazzesca"…. chissà che non sia la stessa a cui si riferisce il sindaco Alessandro Grando. … "A proposito di cose da fare – scrive Jovanotti – la più calda è domattina alle 12, se ci riuscite collegatevi alla diretta Facebook, vi racconterà una cosa pazzesca, una grande figata che sta per succedere". 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cpc, goleada pazzesca dell’Under 19

Il bilancio degli Allievi è di un pareggio e una sconfitta. Pesante quella degli Under17 che oltre all’incontro perdono anche la testa della classifica. Di prestigio quello degli Under16 che impattano in casa della capolista per tre a tre, ma partiamo con ordine. L’Under16 provinciale diretta da Colapietro ottengono un buon punto in casa della capolista Aranova. Lo fanno con una rosa martoriata dagli infortuni, tra i tanti Scarabotti Fusco  e Dionisi, dopo un’autentica prova di forza. Sotto di due reti dimezzano momentaneamente, l’Aranova segna ancora e  va sul tre a uno, poi nel finale i portuali reagiscono segnando due volte  agguantanso il pari. In rete bomber Amato, due reti per lui e Saladini. In classifica la Cpc2005 è quinta.
Altro discorso per l’Under 17 regionale classe 2002 di Di Pietro, che dopo aver strabiliato si prendono, forse, una giornata di riposo. Regalano i tre punti all’Etruria e la vetta al Petriana, corsara sul campo del Tanas. Ora la vetta per gli Under17  è a due punti. È il valzer degli errori, inaspettato. Dopo  neanche 5’ gli ospiti vanno in vantaggio, errore della difesa e Giunta ne approfitta. Zero  auno. La Cpc2005 ritorna in gara cinque minuti dopo,  schema da calcio d’ angolo con Fusini che serve Grossi, velo della  punta e Di Domenico insacca. Uno a uno. È solo un fuoco di paglia perché dopo dieci minuti un’altra palla sbagliata, questa volta del centrale di centrocampo,  la difesa va in difficoltà e il Dragomirescu beffa il portiere portuale. Uno a due. I portuali provano a ristabilire la parità ma non è giornata, altro errore e Bedini da calcio da fermo insacca l’1-3.
Il Primo tempo finisce qui.  Ripresa all’arma bianca, Zerilli insacca il rigore che vale il due a tre quasi subito, poi tante trame offensive rischiando anche la quarta degli ospiti. La palla del pari capita a Fusini, che raccoglie il cross di Grossi, ma la sfera si spegne a lato. L’Etruria amministra per bene e  non si segnerà più fino alla fine.
Finisce in goleada al Tamagnini per l’Under 19 regionale ne rifila otto al Pianoscarano. Risultato storico per la Cpc2005 in questa categoria, sarà difficile fare di meglio. Ci mette indubbiamente di suo l’avversario, ma che caparbietà i portuali. Risultato già consolidato nella prima frazione dopo l’uno due in apertura  di Memmoli e Sansolini, in pallonetto il primo e con una bordata da fuori area il secondo, che spianava oltre modo  la strada alle manovre dei ragazzi di Secondino. Sul due a zero prima Cuomo e poi Pesci hanno la palla per dimezzare lo svantaggio, ma è solo un’utopia visto quanto sta per avvenire da li a breve.  La Cpc2005 risale in cattedra e ne realizza altre e  tre reti. Inizia  Magi, che si ripete allo scadere, e subito dopo ancora lui, Memmoli. Si va all’intervallo sul cinque a zero.  
Ripresa al piccolo trotto fino agli ultimi dieci minuti, prevalgono le tante sostituzioni per lasciar spazio a tutti, poi i portuali finiscono l’opera segnandone altre e tre di reti.  Prima Lipparelli, di tacco se la aggiusta e insacca, poi Mondelli di giustezza da pochi passi e quasi allo scadere Nocchia, una perla la sua.
È un tripudio che rende pesantissimo il  passivo per gli avversari, e consolida un cammino di una compagine che, oltre al risultato, sembra essere finalmente una squadra.  
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Servizio idrico integrato, Montalto non cede

MONTALTO – La moratoria non è stata votata, ma in ogni caso nulla è perduto.  Tutto in mano ai prossimi incontri al Ministero per trovare una soluzione condivisa. Al momento, quindi, la questione relativa alla gestione del servizio idrico integrato per quanto riguarda i comuni che non vogliono rinunciare all'acqua pubblica resta congelata: non si attiveranno i poteri sostitutivi. Soddisfatto il sindaco di Montalto di Castro Sergio Caci che annuncia perentorio: «Montalto non cede».

Si archivia così la terza riunione congiunta delle commissioni  VIII e XII tenutasi presso il consiglio regionale del Lazio con all’ordine del giorno la discussione ed eventuale votazione della moratoria per la gestione del servizio idrico integrato proposta dai comuni di Ato 1, tra cui Montalto di Castro ed Ato 2.
Il sindaco  Caci e il consigliere Filippo Moretti, delegato per il sindaco di Ladispoli, erano presenti come auditori. All’incontro era presente anche l’onorevole Mauro Alessandri, assessore regionale delegato ad affrontare il tema.  Dopo l’introduzione del presidente dell’VIII commissione, Valerio Novelli, si è lasciato spazio agli interventi. Le onorevoli Roberta Angelilli e Silvia Blasi si sono fatte portavoce delle istanze dei sindaci, rappresentando di nuovo le necessità dei singoli comuni. Dopo il loro intervento, l’assessore Alessandri ha fatto una lunga relazione, difendendo comunque la posizione del suo assessorato che al momento della riunione aveva dato indicazione di applicare i poteri sostitutivi. In pratica di sostituirsi ai comuni nella gestione del servizio per poi passarlo a Talete o Acea. Naturalmente, l’assessore ha dichiarato anche che non può restare sordo alle istanze dei comuni e che si sarebbe attivato presso il Ministero dell’Ambiente per trovare una soluzione condivisa. Al momento quindi, non si attiveranno subito i poteri sostitutivi, ma si aspetteranno gli incontri presso il Ministero.
A seguito delle dichiarazioni dell’assessore, i consiglieri regionali presenti si sono espressi favorevolmente alla sua proposta. I presidenti delle commissioni, Valeri e Pirozzi, che hanno concluso l’incontro, si sono impegnati ad organizzare, nel più breve tempo possibile, un’audizione presso la VIII Commissione Parlamentare e i relatori della nuova Legge sul servizio idrico, in via di discussione in Parlamento. Dopodiché coinvolgeranno il Ministero dell’Ambiente, così da poter trovare una soluzione condivisa. «Di fatto – dichiara il sindaco Caci – pur senza aver votato la moratoria, siamo soddisfatti del lavoro delle commissioni e del risultato ottenuto. Grazie alla caparbietà di noi sindaci e alla capacità di ascolto dell’assessore e dei consiglieri regionali, abbiamo ottenuto l’audizione presso la VIII Commissione Parlamentare e poi il Ministero dell’ambiente. Per noi è troppo importante e non cedibile l’interesse dei cittadini, che altrimenti vedrebbero peggiorare il servizio ed aumentare le tariffe e soprattutto la salvaguardia dei posti di lavoro. Oggi la professionalità di Montalto Ambiente e dei suoi dipendenti e la passione che mettono nel loro operato, non sono eguagliabili».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

UNIVERSITA' ROMA TRE DI ROMA – CONCORSO (scad. 3 gennaio 2019)

Concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto di
categoria D, a tempo indeterminato, area tecnica,
tecnico-scientifica ed elaborazione dati, per le esigenze dei
laboratori di ricerca del Dipartimento di matematica e fisica, con
riserva del posto in favore dei volontari in ferma breve o ferma
prefissata congedati senza demerito.
(18E12200)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Acqua: un tavolo tecnico tra Comuni, Regione e Ministero

LADISPOLI –  Un tavolo tecnico tra Comuni, Regione e Ministero per capire in che direzione bisogna andare sulla questione acqua. La volontà è dell'assessore ai Lavori Pubblici Mauro Alessandri che oggi ha incontrato la delegazione dei comuni che ad oggi non  hanno ancora aderito all'Ato di competenza per cercare di capire cosa fare e come muoversi. 

"Dopo gli incontri del 16 ottobre e del 20 novembre – hanno spiegato da Palazzo Falcone – sempre su richiesta del nostro Comune, oggi in Regione si sono riunite nuovamente le commissioni VIII e XII per discutere la posizioni di quei Comuni che ancora resistono all’ingresso in Acea.

 All’incontro era presente anche l’assessore Mauro Alessandri  che, durante il suo intervento, ha ribadito che la Regione dovrà applicare i poteri sostitutivi inviando un commissario se la situazione non cambierà.

Lo stesso Assessore, anche a seguito del colloqui avuti con il sindaco Alessandro Grando e con il consigliere delegato Filippo Moretti, ha però ammesso che si rende effettivamente necessario fare altri approfondimenti sulla particolare situazione che vivono quei comuni che ancora gestiscono in proprio il servizio idrico con buoni risultati sia in termini di servizi che di tariffe. 

Ma anche tutti i consiglieri regionali, ai quali Moretti aveva consegnato un nuovo documento che sosteneva tecnicamente e politicamente le ragioni dei Comuni “indipendenti”, si sono espressi a favore dell’istituzione di un tavolo tecnico al quale siedano rappresentanti della Regione, del Ministero dell’Ambiente, della Commissione parlamentare che sta esaminando la nuova proposta di legge sull’acqua pubblica e dei Comuni che vogliono continuare a gestire in proprio il servizio idrico integrato. Da questo tavolo dovranno scaturire indicazioni e risposte sulle eccezioni che i Comuni come il nostro hanno sollevato rispetto all’ingresso forzoso in Acea. 

Ma, nell’immediato, il risultato più importante è legato all’intenzione dichiarata dell’Assessore Alessandri  di  attendere le indicazioni che scaturiranno dal tavolo tecnico con il Ministero prima di applicare i poteri sostitutivi e commissariare i Comuni. 

A rafforzare le posizioni dei Comuni stessi sono state anche le dichiarazioni dei presidenti delle commissioni, Pirozzi e Novelli, che hanno proposto di porre all’attenzione del governo nazionale la richiesta di autonomia che proviene dai territori, sostenendo presso il Ministero le istanze e le motivazioni che hanno fatto resistere i sindaci e quindi i comuni.
Considerata l’apertura dell’assessore regionale, le due commissioni si sono impegnati ad organizzare un’audizione con con il Ministero e con l’VIII Commissione Parlamentare Ambiente ed i relatori della nuova legge in via di estensione, nel più breve tempo possibile. 

Di fatto, pur senza votare la risoluzione di moratoria proposta dal Comune di Ladispoli, sono state soddisfatte le istanze sostenute dal tutti i Comuni di cui Ladispoli è il capofila. 

Si tratta ora di proseguire un lavoro che, dopo anni di  incertezza, inizia finalmente a portare attenzione e soluzioni su un problema fortemente sentito dai cittadini che pretendono sia garantito un servizio idrico efficiente a costi accettabili".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###