Nella RS:X brillano le stelle di Camboni e Benedetti

Si è chiuso ieri ad Aarhus, in Danimarca, il campionato del mondo a classi unificate. Nella RS:X maschile brilla la stella di Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre), autore di una splendida Medal Race: fino all’ultimo traverso prima dell’arrivo era in testa, proprio sull’ultima boa un ingresso discutibile dell’inglese l’ha fatto chiudere in seconda posizione. Il civitavecchiese chiude così sesto in classifica generale ed è lui che ufficialmente qualifica l’Italia per la classe delle tavole a vela maschili ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Bene anche l’altro atleta made in Lni Daniele Benedetti (SV Guardia di Finanza), ottavo in classifica generale con un settimo posto nella Medal, nonostante avesse girato primo la prima bolina.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Argenpic, quarantuno finalisti  alla terza edizione del Premio culturale

TARQUINIA – Sono 41 i magnifici finalisti della 3ª Edizione del Premio Culturale ArgenPic, organizzato dall’Associazione Borgo dell’Argento – Delegazione dell’Accademia Italiana del Peperoncino in collaborazione con l’Ass. Culturale Oltrepensiero, quest’anno completamente rivoluzionato rispetto al passato con 8 sezioni a concorso e 6 giurie disposte dai promotori per consentire una qualificata valutazione dei numerosi elaborati presentati a concorso e composte da esperti, tecnici, giornalisti, scrittori, operatori di settore, docenti, personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura.

 

Rivoluzione anche nello svolgimento della Cerimonia di Premiazione che, diversamente da quanto previsto nel Regolamento, si svolgerà sempre nell’Area Eventi Pineta AVAD in più giornate, nell’ambito della Festa del Peperoncino di dopo Ferragosto, a questo abbinata. 5 i pomeriggi e le serate che si articoleranno dal 16 al 25 Agosto per permettere di dare un’adeguata visibilità alle opere vincitrici ed ai rispettivi autori. Numerose anche le segnalazioni e menzioni speciali designate dalle giurie e dagli organizzatori. Per la prima volta ArgenPic ha previsto anche la consegna di un Premio alla Carriera ad un noto personaggio della satira politica che sarà reso noto in anticipo nei prossimi giorni insieme a quello della vincitrice del Premio Speciale Scrivere Donna intitolato a Daniela Marrozzi e dell’opera prima classificata nella Sezione Docu-Film per i Cortometraggi.

 

Le premiazioni avranno tutte luogo dopo ferragosto nell’ Area Eventi Pineta AVAD di Tarquinia Lido con inizio alle ore 18:00. Ecco il calendario: Giovedi 16 Cerimonia di Premiazione per le Sezioni Giornalismo – Poesia – Racconti – Libri inediti. Venerdì 17 sarà la volta della Sezione Libri Editi. Sabato 19  cerimonia per le Sezioni Fotografia e Vignette con la partecipazione straordinaria del Campione dei Mangiatori di Peperoncino Giancarlo Gasparotto alias Jack Pepper. Sabato 25 premiazione dei vincitori della Sezione Cortometraggi con la partecipazione di Francesco Presta Direttore Artistico del Mediterraneo Festival Corto e del Cinecircolo Maurizio Grande di Diamante. Per Giovedì 23 è invece prevista al Cinema Etrusco di Tarquinia (evento promosso dalla DG Cinema & Consulting e Gérôme Bourdezeau) la presentazione e proiezione in anteprima dei cortometraggi finalisti presentati al Premio Culturale ArgenPic 2018 che saranno premiati appunto Sabato 25 nell’ Area Eventi della Pineta Avad di Tarquinia Lido. Nel corso dell’evento gli spettatori presenti in sala potranno votare per l’assegnazione del Premio del Pubblico.

 

Madrina del Premio Culturale ArgenPic, patrocinato quest’anno oltre che dal Comune di Tarquinia anche dall’Università Agraria e dall’ARSIAL (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio), registrando la fattiva collaborazione degli insegnanti dell’IIS Vicenzo Cardarelli, sarà, come sempre Anna Moroni di Rai1, mentre Osvaldo Bevilacqua di Rai2 è il Presidente Onorario. Questi, invece, i Presidenti di Giuria delle varie Sezioni a concorso: Antonio Bartalotta (Racconti inediti, Poesia inedita, Giornalismo Edito), Mariangiola Castrovilli (Libri Inediti), Anna Maria Vinci (Libri Editi), Francesco Presta (Cortometraggi), Gianfranco Tartaglia più conosciuto come Passepartout (Vignette), Tiziano Crescia (Fotografia).

 

Ma veniamo ora ai 41 magnifici finalisti per i Premi nelle varie Sezioni e per quelli riservati alle Segnalazioni e Menzioni Speciali. Tra gli Autori (scrittori, poeti, giornalisti, registi, attori, disegnatori e fotografi) si registrano anche artisti stranieri  che hanno partecipato dall’Argentina, il Brasile e Cuba.   

 

I Finalisti per i primi premi nelle sezioni a concorso:

Carlo Canna, Paola Cimmino alias Gamy Moore, Alberto Mazzega, Antonio Suraci, Maria Grazia Di Mario, Roberto Crociani, Paolo Jorio e Rossella Vodret, Annalisa Venditti, Andrés Norberto Baodoino, Rita D’Andrea, Gianfranco Carpine, Silvana Cenciarelli, Luca Sborzacchi, Antonella Calvani, Antonio Torino, Alberto Cappellacci, Raffaele Ballirano, Massimiliano Brizi, Francesco Colangelo, Paolo Budassi, Enrico Biondi, Simone Togneri, Leo Magliacano, Gabriele Nicosia.

 

I Finalisti per i Premi, le Segnalazioni e Menzioni Speciali:

Bebbe Gallo, Philippe Boa, Giorgio Colangeli, Valeria Solarino, Francesca Napoli, Ugo Ardini, Cesare Aloisi, Isabel Arrebato, Daniele Cristina Rosa Ferrari Serejo, Simone Previti, Claudio Crepaldi, Fabio Clerici, Stefano Girardi, Antonella Calvani, Marco Cibecchini.

 

Già pronta l’uscita ufficiale, per il 16 Agosto, dell’Antologia, corredata anche da foto e disegni, interamente dedicata al Premio Culturale ArgenPic 2018 Edita da Bibliotheka Edizioni di Roma, con la pubblicazione delle opere vincitrici e di tutte quelle segnalate. Il libro oltre che nella versione cartacea  sarà disponibile anche in e-book e acquistabile in tutti i siti internet di vendita (tra cui Amazon, IBS), direttamente dal sito della casa editrice www.bibliotheka.it e ordinabile in tutte le librerie italiane.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Michela D’Amico regina dello Stretto di Messina

Domenica scorsa nella suggestiva cornice racchiusa tra Punta Faro in Sicilia e Villa San Giovanni in Calabria la fortissima ondina master di forgia Snc Michela D’Amico non si è accontentata del primo posto nella categoria M45 e, nonostante una corrente ostile e contraria per tutta la durata della gara che ha messo a dura prova persino gli agonisti delle Fiamme Oro Ercoli, Raimondi, Lamberti e non solo, ha nuotato come è solita fare con grinta e determinazione conquistando la vittoria assoluta tra le Master nella Traversata dello Stretto di Messina. 
Da subito portata via dalle correnti fortissime dopo la prima boa siciliana, insieme a tutti gli altri atleti e barche, grazie anche al bravissimo barcaiolo calabrese Giuseppe Campolo che legge nel modo giusto le correnti, lentamente ma inesorabilmente il passo dell’atleta civitavecchiese riesce ad imporsi sulle altre atlete e sulla corrente giungendo al traguardo prima assoluta Master donne e logicamente prima di categoria, chiudendo in 01.39.53 al 26° posto in classifica generale in mezzo agli agonisti.
Così, dopo le recenti vittorie ai Nazionali di Palermo e la recentissima vittoria al Regionale di Civitavecchia, giunge un’altra prestigiosa vittoria in casa Snc Civitavecchia, dove il vice presidente Simone Feoli, distante dalla gara ma sempre vicino e in contatto con l’atleta, non può che continuare ancora con i complimenti per una stagione al top che non è ancora finita.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Mtb Santa Marinella: a podio Borgi, Stefanini e Belleggia

Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini ancora protagonista in positivo tra fuoristrada e strada nelle gare del recente fine settimana.
A Massa Martana in Umbria, alla Martani Superbike, il team santamarinellese ha dato il meglio di sé con il secondo posto di Lorenzo Borgi tra i master 6 e il 33° posto di Andrea Somma tra i master 3 nella gara regina marathon di 52 chilometri. Buone notizie nel contesto delle cross country notturne dentro un centro storico: alla Borgo Bike, disputata a Palombara Sabina, secondo posto di categoria master 4 per Edmondo Belleggia.
Molte soddisfazioni sono arrivate dagli stradisti a cominciare da Diego Antimi che ha ottenuto il quarto posto di categoria master 1 e il nono assoluto a Marsciano disputando il Trofeo dei Borghi della Tuscia in Umbria. Pierluigi Stefanini ha preso parte al Trofeo Nobilis Regiocaraiolae sulle strade dell’Alto Lazio a Canale Monterano classificandosi al 13° posto assoluto e terzo di categoria gentlemen 1.
Al giro di boa della stagione, la Mtb Santa Marinella continua il suo momento positivo tra le gare in mountain bike e quelle su strada per la felicità del suo presidente Stefano Carnesecchi e degli sponsor che hanno riposto fiducia nel progetto Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini per tutto il 2018.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Al Triathlon Sprint Silver trionfano i giovani Carletti e Massari

È all’insegna dei giovani l’undicesima edizione del Triathlon Sprint Silver di Trevignano Romano organizzato dal Forhans Team e valida come prima tappa della Forhans Cup. Primi al traguardo sono il 19enne Leonardo Carletti e la 17enne Chiara Massari. Un dominio assoluto per i due triathleti del Team Leone che hanno gestito la gara al comando sin dalla frazione di nuoto fino alla linea di arrivo. Carletti ha chiuso con il tempo di 55.31 con oltre trenta secondi vantaggio sul secondo classificato, Sandro Maria Crocelli del team CCP Asd, e oltre un minuto sul terzo Davide Salati del Team Minerva Roma. La Massari ha invece trionfato col tempo di 1.06.22 lasciando il vuoto alle sue spalle. 
Al secondo posto con quasi due minuti di distacco Silvia Merola del Latina Triathlon, terza Anna Quagliario dell’Udine Triathlon. Una meravigliosa giornata di sport sulle rive del Lago di Bracciano, baciato quest’oggi da una delle prime giornate estive di questo 2018 e accolta da tantissimi tifosi che hanno spinto gli atleti ad ottenere ottime performance. 
Quasi 30 gradi li hanno accompagnati nelle tre discipline. Buona anche la temperatura dell’acqua che ha permesso di nuotare senza l’utilizzo della muta. Con oltre 340 partenti, il Triathlon Sprint Silver di Trevignano Romano si conferma quindi un appuntamento clou della stagione 2018 del Forhans Team grazie anche al fascino del suo percorso. Già a partire dal nuoto con uno specchio d’acqua limpidissimo ed estremamente piatto. Poi la suggestiva frazione di ciclismo sulle strade del lungolago, con la salita di Vicarello fino al giro di boa a Bracciano sotto lo sguardo attento del castello Odescalchi per poi far ritorno sulle rive di Trevignano Romano per lo sprint finale di corsa. 
Leonardo Carletti a fine gara: «Sono partito forte perché sapevo che avrei potuto pagare qualcosa sulla corsa visto il caldo di oggi, ho spinto tanto anche all’uscita della zona cambio, volevo garantirmi un buon vantaggio per arrivare primo al traguardo. Sono molto contento». 
Chiara Massari a fine gara: «Oggi me la sentivo, stavo bene, mi alleno quasi tutti i giorni con le mie compagne che sono tutte molto forti. Oggi ho dato tutto quello che avevo». 
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Snc a Catania con la mente già a Genova

di MATTEO CECCACCI 

Per la Snc Enel Civitavecchia di Marco Pagliarini è arrivata la fine della regular season che vedrà le calottine rossocelesti sfidare domani alle 17 in terra siciliana i catanesi dei Muri Antichi di coach Giovanni Puliafito in un match privo di significati e di poco valore: lo avrebbe avuto se nella penultima giornata fossero usciti risultati totalmente diversi da quelli che si sono verificati, a partire dalla sconfitta dei Muri Antichi col Salerno che aveva sancito la certezza dei playoff alla Snc che poteva ambire al terzo posto approfittando della sconfitta del Latina con il Vis Nova per 7-5, ma i civitavecchiesi, purtroppo, non ne hanno tratto alcun beneficio perdendo poi la sfida notturna con l’Arvalia 15-12. 
Una serie di probabilità e ipotesi che è inutile elencare, ma di certo il team di patron D’Ottavio meritava qualcosa di più, perché dopo un girone d’andata impeccabile terminato con un secondo posto che aveva anche dato all’intera città l’illusione di un bel prosieguo e di una fantasmagorica promozione in serie A1, era giusto come minimo ottenere un terzo posto, ma forse i troppi complimenti ed elogi ricevuti al giro di boa hanno solo fatto del male alla società che nella seconda parte di campionato ha sconvolto tutti, anche se quest’anno l’obiettivo primario era la crescita personale dei giovani, un traguardo che è stato pienamente raggiunto. 
Tornando al match, al di là del risultato che uscirà dalle squadre capitanate da Davide Romiti e Aurelio Scebba, c’è da dire che i civitavecchiesi, nonostante l’ipoteca del quarto posto con 34 punti, cercheranno di chiudere in bellezza la stagione prima di disputare la post season con il Genova Quinto nelle date che stabilirà in settimana la Fin, mentre i siciliani, quinti della lista con 30 lunghezze all’attivo, dovranno stare attenti a non perdere la piazza in quanto dietro ci sono Vis Nova (-1) ospiti del Tgroup Arechi e Pescara (-2) attesi dal Waterpolo Bari. 
A commentare l’ultima gara della stagione è il forte difensore classe ‘97 Marco Muneroni: «Scenderemo in acqua concentrati perché sarà un ottimo allenamento in vista dei playoff; cercheremo di vincere e chiudere il campionato con una vittoria. Sarei ipocrita a dire che non ci crediamo all’impresa con il Genova Quinto, ormai ci siamo, sappiamo che è difficilissimo, ma rispetto a loro abbiamo molte meno responsabilità e quindi ce la giocheremo».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Snc a Palermo per ipotecare i playoff

di MATTEO CECCACCI

Una vittoria per consolidare il discorso playoff e accorciare le distanze sulla terza della classe Latina (ospite dei Muri Antichi). È quello che serve alla Snc Enel Civitavecchia che, nel match valevole per la terzultima giornata di ritorno del campionato di pallanuoto maschile di serie A2, affronterà domani alle 15 nella piscina olimpionica comunale di Palermo il Telimar del tecnico Ivano Quartuccio, subentrato ad Antonio Piccione a marzo dopo l’esonero da parte del presidente Giliberti. I rossocelesti, che ancora dovranno fare a meno dei difensori Caponero, affetto da monocluesi da circa due settimane, ma che lunedì dovrebbe tornare in vasca, c’è anche l’assenza di Iula che sta lottando ancora con la rottura del setto nasale rimediata il 21 aprile scorso nella sfida casalinga col Pescara. Carenze pesanti per la retroguardia di coach Pagliarini, ma ottimi saranno i sostituti che scenderanno in acqua, come il giovanissimo ‘02 Stefano Ballarani. I tirrenici, reduci da due vittorie consecutive, sembrano aver ritrovato la giusta strada della vittoria dopo i quattro stop di fila del tutto inaspettati e questo fa ben sperare i propri tifosi. I siciliani, invece, reduci dalla battuta d’arresto per 10-9 col Salerno, ma vittoriosi una settimana prima col Latina per 13-9, sono alla ricerca di punti salvezza, in quanto stazionano al quartultimo posto della classifica con 20 punti all’attivo. Si prospetta, quindi, un gran bel match, nonostante gli obiettivi siano opposti. 
A commentare il pre gara è il senatore Andrea Castello: «Affronteremo una squadra che sta in un ottimo stato di forma che cerca punti salvezza. Noi andremo in Sicilia per mettercela tutta, faremo la nostra partita cercando di imporre il nostro gioco, limitando le loro forti ripartenze e il loro centroboa senza essere troppo frettolosi in attacco. Siamo passati – conclude il mancino – dall’obiettivo di inizio stagione che era ottenere una salvezza tranquilla al secondo posto al giro di boa e questo ha fatto ben sperare in qualcosa di più ambizioso come i playoff, ma ci accontentiamo lo stesso; certo, chiudere con un terzo posto sarebbe meglio». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

I 2002 sognano, ai 2004 basta un punto

Il primo weekend di maggio ha confermato il gran momento degli Allievi provinciali 2002 che balzano in testa alla classifica seppur con una gara in più. Terminate le ultime speranze di salvezza per i Giovanissimi regionali 2003, ancora sconfitti, questa volta dal Tuscia. Ai Giovanissimi regionali fascia B 2004 basta invece conquistare un solo punto nelle ultime due gare rimaste per sancire una salvezza insperata. Ottima prestazione e buon punto conquistato dai Sperimentali 2004/05 sul campo del Casalotti. 
Per quanto concerne la formazione degli Allievi Provinciali, che battono 1-0 il Real Aurelio, succede tutto nei primi 2 minuti. Neppure il tempo di prendere le misure e rompere il fiato che i dielleffini nella prima vera sortita in area capitolina vanno in rete con un gran tiro di Marini, che piega le mani al portiere di casa. Così con una rete nei primi due minuti di gioco gli Allievi 2002, guidati sapientemente da Massimo Di Pietro, violano lo Sbardella e di forza fanno il bottino pieno contro il Real Aurelio. La vittoria gli permette così di conquistare momentaneamente la testa della classifica. Eppure i capitolini hanno dato filo da torcere per tutta la gara alla formazione dielleffina. Infatti pochi minuti dopo il gol, il Real Aurelio si fa pericoloso ma la coriacea difesa biancoverde si oppone ad ogni tentativo romano. Da quel momento la partita preparata da Di Pietro cambia fisionomia. Il Real accusa il colpo a freddo ma si spinge comunque in avanti denunciando qualche imprecisione in fase di rifinitura, troppi gli errori nel momento dell’ultimo passaggio. L’ultimo quarto d’ora del primo tempo è tutto di marca biancoverde. Ci prova più volte Marini ma senza risultato.  La ripresa è un alternanza di emozioni. In pratica si gioca con continui capovolgimenti di fronte. A un quarto dal termine i dielleffini alzano le barricate in difesa, impostano la partita sul gioco difensivo e molto maschio, decisi di portare a casa la preziosa vittoria. Passano i minuti e il Real non molla ma i dielleffini sono sempre pericolosissimi in contropiede dove Marini è pronto ad approfittare di ogni incertezza avversaria, ma i capitolini sono sempre là davanti a tessere trame senza riuscire a finalizzare. Al 36° occasionissima per il Real: dagli sviluppi di un’azione manovrata, il Real arriva al tiro dai 18 metri, ma quando la difesa non chiude gli attacchi ci pensa l’estremo difensore Unali che sfodera una grande parata che salva il risultato e permette ai biancoverdi di portare casa tre punti importantissimi che possono valere il passaggio di categoria. Un ritorno immediato al regionale perso lo scorso. Eurofico mister di Pietro – una gara giocata con carattere contro una buonissima squadra. Eravamo in grande emergenza tra squalifiche e infortuni, potevo contare solo su tredici giocatori, anche il fatto di giocare di domenica non ci ha permesso di poter usufruire di qualche 2003. Abbiamo disputato davvero una bella gara, vogliosa, abbiamo dimostrato di essere davvero forti. Nel finale di gara siamo stati troppo bassi, ma è stata una tattica studiata. Sapevamo che il Real avrebbe spinto, e visto che senza cambi la fatica si sarebbe fatta sentire ho chiesto io ai ragazzi di restare bassi per poi colpire di rimessa. Sono stati perfetti. Ci godiamo questo momento e puntiamo senza esitazione a vincere il campionato.
DLF Civitavecchia: Unali, Lupoli, Crescentini, Dalla Ragione, Marongiu, Buono, Zerilli, Peveri, Marini, Stefanini, Brizi, Cirotto, Tenan. Allenatore: Massimo Di Pietro.
Ko esterno per i Giovanissimi regionali facia B 2004 guidati da Fabio Secondino che sul campo del Palocco: cedono 1-0 con una rete a tre minuti dal termine. Dopo una gara sostanzialmente equilibrata in cui i biancoverdi hanno tenuto per lunghi tratti il controllo del gioco, il verdetto matura a 3′ dal termine con una giocata pregevole di De Judicious, che beffa il pur bravo Notari. Una sconfitta che non complica i piani salvezza dei dielleffini a cui manca un punto per la matematica. «Loro come noi hanno fatto un fantastico girone di ritorno – dichiara il tecnico biancoverde – eravamo entrambe a 8 punti dopo il giro di boa. Mentre loro hanno già conquistato la salvezza a noi manca un solo punto. Abbiamo due gare per chiudere i conti con le altre obbligate a vincerle entrambi».
DLF Civitavecchia: Notari, Di Stefano, Bergantini, Giustiniani, Di Giorgio, Baroncini, Shabanaj, Elisei, Forte, Chessa, Velardo, Baracco,  Da Lozzo. Allenatore: Fabio Secondino.
I Giovanissimi Provinciale Fascia B, ospiti del centro sportivo del F.C. Casalotti di via Borgosesia hanno impattato 1-1. La mista 2004 – 2005 di Mister Grosselli, con un 2006 a integrare un organico falcidiato dalle numerose assenze. 
Calcio d’inizio e partita alquanto faticosa su un campo proibitivo allagato dalla pioggia caduta il giorno precedente, dove non si gioca palla a terra ma con intensità soprattutto fisica.
Dopo una prima parte di rispetto e conoscenza reciproca, al 31° Da Lozzo porta i civitavecchiesi in vantaggio con successivo doppio fischio del direttore di gioco. 
Il secondo tempo inizia nel peggiore dei modi per i biancoverdi che causano al 1’ della ripresa un penalty con Shabanaj, che porta le due squadre sul definitivo 1-1. Da questo momento fino al termine dell’incontro, a parte le sostituzioni di rito, si verificano continui cambi di fronte che mai impensieriscono entrambi i portieri. Il tessuto di gioco si  intreccia quasi del tutto a centrocampo con il reparto offensivo, nel primo tempo piuttosto scollegato dal resto della squadra, sul finale del match si compatta alla ricerca del vantaggio. 
Ciononostante per quanto visto in campo, l’equa divisione dei punti in palio, risulta pressoché giusta, dal momento che le forze in gioco erano molto omogenee. 
DLF Civitavecchia: Orchi, De Gianni, Leone, Di Gennaro, Baracco, Di Stefano, Bergantini, Del Rio, Conte, Santacroce, Shabanaj, Elisei, Monteneri. Allenatore: Giuseppe Grosselli.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Mattia Camboni ancora tra i big

Decimo posto per Mattia Camboni nell’ultima tappa della ‘‘World Cup Series’’, la grande competizione che si è chiusa chiusa sabato scorso. Nelle acque di Hyères si sono sfidati i più grandi campioni di windsurf del mondo. Nella categoria Rs:x di windsurf oltre al civitavecchiese Mattia Camboni hanno gareggiato Antonio Cangemi (CC Roggero di Lauria), Carlo Ciabatti (Windsurfing Club Cagliari), Luca Di Tomassi (LNI Civitavecchia), Matteo Evangelisti (LNI Civitavecchia). Tra le donne a rappresentare l’Italua c’è stata la civiravecchiese Veronica Fanciulli (CS Aeronautica Militare). (agg. 03/05 ore 18 SEGUE)

Nell’RS:X maschile Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre e testimonial Unicef) dopo buone regate ha conquistato l’accesso alla medal race partendo in ottava posizione. Camboni si è qualificato a punteggio pieno dimostrando consistenza durante tutta la settimana sia con vento leggero che forte e matematicamente poteva ancora conquistare il bronzo. L’atleta di Civitavecchia prima dell’ultima poppa era quarto, ma un errore sull’ultimo lato lo ha penalizzato e ha quindi chiuso in nona posizione e quindi decimo assoluto. «È andata molto bene, la competizione era di altissimo livello con condizioni difficili di tempo – spiega Camboni – Questa tappa non era cominciata nel migliore dei modi. Fortunatamente, grazie alla mia caratteristica di non mollare mai soprattutto nei momenti più difficili, ho recuperato terreno passando dal 21° posto all’8° e praticamente era un quarto posto visto che dal quarto all’ottavo eravamo tutti allo stesso punteggio. Con soddisfazione ho conquistato il pass per la medal race. Già prima della medal avevo detto al coach che fisicamente ero distrutto visto che il giorno prima avevo dato il tutto per tutto per arrivare alla finalissima dei primi 10. In medal sono partito benissimo tanto che al giro della prima Baia ero secondo. Al secondo giro il vento è calato e ho perso 2 posizioni e alla penultima boa ho girato per quarto. Poi negli ultimi metri sono calato fisicamente perchè ero stanco morto e non ce la facevo più, cosi gli altri avversari molto esperti mi hanno coperto e all’arrivo mi hanno superato in 4. È stata comunque un’esperienza positiva. Sono stanco ma soddisfatto e sono già ritornato a lavoro per migliorare e crescere ancora».(agg. 03/05 ore 18.26 SEGUE)

 Veronica Fanciulli (CS Aeronautica Militare) ha chiuso al 17esimo posto. «Il 27 aprile ho concluso la Coppa del Mondo in Francia soddisfatta dell’ultima giornata di gara; finalmente tre buone partenze (mio grande punto debole) che mi hanno permesso di portare a termine 3 belle prove, 2 delle quali nelle top 10 e di risalire la classifica e finire 17 overall. Per fortuna in questo ultimo giorno il vento è tornato e siamo riusciti anche a planare. Un grazie al mio coach Adriano Stella: in questa regata ho avuto modo di sfruttare al meglio ogni suo consiglio; grazie al mio gruppo sportivo dell’Aeronautica Militare e soprattutto a Carlo che è stato un grande supporto qui in Francia, alla Farmacia il Faro che mi sostiene sempre ed alla mia famiglia senza la quale tutto ciò non sarebbe mai stato possibile». Matteo Evangelisti (LNI Civitavecchia) invece ha chiuso al 31esimo posto mentre Luca Di Tomassi (LNI Civitavecchia) 35esimo. Per la cronaca questi 2 atleti sonk ‘’sotto età’’ e quindi il loro risultato in una competizione così importante in cui si sono sfidati i top player. (agg. 03/05 ore 19.14)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tommaso Pampinella non delude

Tommaso Pampinella torna dalla spedizione in terra francese con un settimo e un quindicesimo posto ottenuti in due diverse competizioni nella specialità Puddle Surf. (Agg. 27/03 ore 17.24 SEGUE)

LA PROVA FRANCESE E I RISULTATI CONQUISTATI DA TOMMASO PAMPINELLA – Il pluricampione Pampinella è appena tornato da Villefranche, golfo stupendo situato tra Nizza e Montecarlo, dove si è svolta una bellissima manifestazione valevole per il circuito di Coppa del Mondo della PaddleLeague. Sono stati due giorni di gara molto intensi: sabato si è svolta la long distance di 16,5 km e domenica la Technical Race di 7 km. Erano circa 100 gli atleti sulla linea di partenza, con molto professionisti presenti e il livello era molto elevato. (Agg. 27/03 ore 17.53 SEGUE)

IL COMMENTO DEL PLURICAMPIONE – «Nella long distance sono riuscito a partire molto bene portandomi in seconda posizione fino alla prima boa, il vento è aumentato molto e il circuito è diventato davvero duro, per poi finire dopo ben 1 ora e 48 minuti in 7 posizione e lasciando alle mie spalle molti atleti di alto livello – spiega Tommaso Pampinella – nella Technical Race di domenica invece è stata proprio la partenza ad avermi fatto perdere posizioni, per poi recuperare tutta la gara scalando circa 10 posizioni e finire in 15 posizione finale. È stata una gara davvero divertente con 2 metri di onda da surfare. Sono molto contento del mio risultato, gli allenamenti durante questo periodo di preparazione stanno portando i propri frutti. Non male per essere al secondo appuntamento della stagione, staremo a vedere cosa succederà». (Agg. 27/03 ore 18.22)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###