‘‘Frammenti di un discorso amoroso’’ stasera a Tolfa

TOLFA – Ancora un appuntamento imperdibile stasera a Tolfa. Nella splendida cornice del polo museale dell’ex convento dei Padri Agostiniani (accanto al santuario della Sughera) stasera alle 21 andrà in scena: ‘‘Frammenti di un discorso amoroso’’ ad opera de ‘‘La Botteguccia’’ della Compagnia teatra ‘‘Blue in The Face’’. 
‘‘Frammenti di un discorso amoroso – spiega il responsabile della Blue in the Face, Enrico Maria Falconi – rappresenta scenicamente l’amore in tutte le sue declinazioni: la passione, l’amicizia, la fratellanza, la nostalgia, la gelosia, la seduzione, l’autoironia. Sette giovani attori tessono davanti al pubblico una trama fluida con continue variazioni sceniche attingendo al teatro, alla poesia, al cinema, alla storia: una sorta di piccola antologia dei sentimenti che mira dritto al cuore dello spettatore coinvolgendolo anche attraverso una suggestiva selezione delle musiche. Il tutto nell’avvincente scenario del chiostro della Sughera, il Polo Museale». Ad alternarsi n scena e a incantare il pubblico saranno i bravissimi attori: Simona De Leo, Chiara Tranquilli, Aurora De Paolis, Massimiliano Puddu, Giulia Conte, Federica Corda e Nicoletta Pagano. A curare la regia di questo spettacolo il bravissimo regista civitavecchiese Ettore Falzetti; aiuto regia ad opera dell’esperto Patrizio De Paolis; alle luci e alla fonica ci penseranno Luca Bertolo e Luca De Crescenzo; l’allestimento sarà a cura di Luca Garramone; amministrazione Jessica Brancaccio. Il tutto si svolge sotto l’abile Direzione Artistica di Enrico Maria Falconi. Mutando il titolo dal celebre saggio di Barthes in cui il brano viene recitato in apertura, ‘‘Frammenti di un discorso Amoroso presenta in forma scenica i molteplici volti dell’amore narrati nella letteratura, nel cinema e nel teatro o espressi nella storia reale. Si spazierà da Saffo a Joyce, da Euripide a Emily Dickinson, passando attraverso Shakespeare e alcuni film di culto, ma ci si soffermerà anche su commoventi vicende di solidarietà umana o sulla delicata figura di Etty Hillesum. Non mancherà spazio per un’interpretazione ironica e grottesca dei rapporti di coppia e dell’erotismo. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

‘‘Mela. Donne ovvero storie di altre donne’’ stasera a Tolfa

TOLFA – Appuntamento teatrale imperdibile stasera a Tolfa. Alle 21, con l’organizzazione della Blue in the face, nella cornice del museo di Tolfa andrà in scena ‘‘Mela. Donne…ovvero storie di altre donne’’ per la regia di Claudia Crostella. Questo spettacolo rientra nel calendario estivo promosso dal Comune e dalla Pro Loco di Tolfa col patrocinio di Enel. Tratto da un libro di Dacia Maraini, Claudia Crostella, Chiara Tranquilli, Maria Luisa Russo sono tre donne sul palcoscenico, tre generazioni a confronto e tre anime che convivono coi loro caratteri, pensieri, desideri, interessi. Tra loro una è una sognatrice idealista, la persona di mezzo tra la figlia e la madre. Mela è una piece teatrale dove si scava nel privato e nella storia passata e attuale e ha come protagonista le donne, tra rivendicazioni alla libertà di essere se stessi e la crescita, forse anche troppo fulminea, che lascia spazio a un rispetto mancato verso l’unica figura predestinata a soccombere: è idealista, ama libri e letture, lavora facendo traduzioni e ama emozionarsi e sognare con la lettura, ma nello stesso tempo si offre nella sua disponibilità verso la madre e la figlia per le quali lavora, cucina, mantiene un ménage familiare. Un ologramma solo figurato quello di un uomo che spezzerà la fragilità di un rapporto di per sé disequilibrato nella sua intimità. Irriconoscenti e irrispettose nel loro voler vivere la vita all’insegna della libertà ed emancipazione la nonna e la nipote fino in fondo rivendicano il loro diritto all’indipendenza al punto che il già precario equilibrio ne verrà compromesso, facendo soccombere la vittima predestinata, cullata da sogni e idealismo. Si medita e ci si lascia coinvolgere dalla compassione quando scende il sipario. «Venite a trovarci per assistere al racconto di una famiglia – spiegano le protagoniste – entrate con noi nei vicoli dei pensieri dei protagonisti. ‘‘Donne… ovvero storie di altre donne’’ é la storia di tre donne, tre generazioni, tre idee: la più anziana ha gli atteggiamenti di una ragazza, la ragazza ha la maturità di una madre, la madre ha bisogno di sentirsi figlia. Vi aspettiamo numerosi». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Giro d’Italia in 80 pagine: Kempes Astolfi si racconta

TARQUINIA – Metti una serata diversa. Metti un calderone di parole, emozioni, sogni. Questo è quello che accadrà domenica 5 agosto, dalle ore 22 presso il camping Tuscia a Tarquinia Lido.
L’artista civitavecchiese Kempes Astolfi farà tappa nella cittadina etrusca per raccontare quello che è stato finora il suo percorso di vita, legato ai successi di KomeSto?, del cinema e soprattutto dei libri.
«Sarà una serata diversa», racconta raggiante Astolfi: «Tengo a ringraziare innanzitutto Camping Tuscia e la splendida persona di Renato Bacciardi per lo spazio concessomi. – prosegue Astolfi – Sarà una serata ad alto contenuto evocativo, dove le emozioni si intrecceranno con i fatti e dove ci saranno tanti di spunti di riflessione. Oltre alcuni importanti ospiti a sorpresa, leggeremo, tra un intervento e l’altro, alcuni brani tratti del mio progetto ‘‘Mille Racconti Per Mille Parole’’, interpretati dagli attori della Blue in The Face, diretta da Enrico Maria Falconi, che ringrazio.»
Astolfi, che ha fatto della creatività fotografica, letteraria e cinematografica uno stile di vita all’insegna dell’originalità, è di recente intervenuto sul palco allestito in piazza della Vita, a Civitavecchia, dove ha letto alcuni suoi racconti riscontrando un grandissimo successo, con scroscianti applausi dopo la lettura di ‘‘Gratitudine’’, il 31 luglio.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Manunta: ''Grasso non parli di ambientalismo''

CIVITAVECCHIA – «L’amministrazione comunale continua a denunciare l’inquinamento ambientale, ma anziché farne un’arma da usare all’occorrenza contro gli avversari politici, risponde con i fatti». Parola del consigliere comunale e metropolitano Matteo Manunta che risponde alle dichiarazioni del capogruppo de La Svolta Massimiliano Grasso in merito al registro tumori.

«Con i tanti provvedimenti approvati in consiglio comunale – continua il pentastellato – come quello che vieta la combustione dei rifiuti o quello che chiede il rinnovo dell’ormai vetusto Piano di risanamento della qualità dell’aria, o promuovendo accordi con altre istituzioni, come nel caso del Civitavecchia blue agreement o rivolgendosi direttamente agli organi e le istituzioni preposti alla tutela dell’ambiente come il Ministero e la Regione».

Manunta invita Grasso a non parlare di ambientalismo accusandolo di propugnare «l’acquisto di autobus diesel al posto di quelli ecologici a metano, lo stesso consigliere che vorrebbe riprendesse la cementificazione dell’ormai scarso territorio comunale disponibile – conclude – scempio interrotto da questa amministrazione, come testimonia anche il recentissimo rapporto Ispra sul consumo del suolo».   

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il centrodestra replica alla Riccetti: ''Basta giochini e chiacchere''

CIVITAVECCHIA – La coalizione di centrodestra si schiera a difesa del suo candidato dopo l’attacco dell’esponente leghista Alessandra Riccetti. Lo fa con una nota condivisa da Forza Italia, Fdi e dalle liste civiche: «Noi riteniamo che la città non possa più aspettare quelle “indecisioni” o quei “giochini” che fanno parte delle vecchie logiche che la signora Riccetti dice di voler combattere, ma che in questo momento evidentemente intende applicare come accadeva in passato.
Per questo, tutti insieme, abbiamo deciso di rompere gli indugi e di assumerci, insieme a Massimiliano Grasso, l’onere di cominciare da subito ad ascoltare i cittadini e ad illustrare il nostro programma, la nostra idea di città, le soluzioni che proponiamo ai problemi di Civitavecchia».
I partiti di centrodestra non mancano di evidenziare il recente passato politico della ex presidente del consiglio comunale: «Riccetti forse era ancora nel M5S o stava cercando di dialogare con Fratelli d’Italia o Forza Italia, quando  insieme partiti e liste civiche, a partire dalla Lega, abbiamo sottoscritto un documento che costituisce la base del nostro programma condiviso, a cui fa riferimento la signora Riccetti. Per quanto riguarda il candidato, che abbiamo scelto tutti insieme, a partire dalla Lega, lo abbiamo scelto per competenza, coerenza e costanza nel suo impegno e nelle battaglie condivise da tutta la coalizione. La questione dei presunti conflitti di interesse, un tema caro al M5S, a cui Alessandra Riccetti continua evidentemente a restare molto legata, crediamo sia una boutade che non interessa nessuno. Quanto al ruolo nell’Autorità di Sistema Portuale, ricordiamo a Riccetti che Grasso ha rischiato di pagare il suo impegno politico con il licenziamento e lo sta pagando con la rimozione, dettata solo da motivi politici, dal suo ruolo di capo ufficio stampa da parte del presidente Di Majo, nominato dal Pd, e in odore, anche lui, di avvicinamento al M5S. Quindi crediamo che la risposta alle “preoccupazioni” della signora Riccetti sia nei fatti».
La coalizione di centrodestra in sintesi si dichiara disponibile ad aprirsi ai problemi dei cittadini lasciandosi alle spalle le polemiche politiche, spiegando così la presentazione della candidatura a dieci mesi dalle elezioni: «Noi siamo scesi in campo subito proprio per ascoltare i cittadini. Le dinamiche stantie sono quelle che sta contribuendo a mettere in atto chi cerca di dividere il centrodestra che resta invece unito attorno a Massimiliano Grasso.
La Lega farebbe meglio a non utilizzare in maniera strumentale quelle provocazioni giornalistiche che, al solo fine di indebolire lo schieramento di centrodestra, evocano un fantomatico quanto inesistente flirt con il PD. Le scelte relative a Civitavecchia si compiono a Civitavecchia: un principio ribadito e voluto anche dalla Lega. Su una cosa siamo d’accordo con l’esponente della Lega: è giunto il momento che le persone di buona volontà che veramente tengono al futuro della nostra Città scendano in campo. Per questo noi siamo già in campo, con tanta gente, a sostenere il nostro progetto. E ci chiediamo perché la Lega non sia ancora in prima fila insieme a noi e come non ritenga che tale modus operandi possa far sì che si rischi di nuovo di regalare al M5S un immeritato successo alle prossime elezioni amministrative con buona pace delle aspettative di una intera città. Chi o cosa bisogna ancora aspettare?».
 

]]>20.07.2018
Presentato il corso di Economia Circolarehttp://www.civonline.it/articolo/presentato-il-corso-di-economia-circolareCIVITAVECCHIA – Grande presenza istituzionale per la presentazione del corso di laurea magistrale in Economia Circolare avvenuta questa mattina presso la sede di piazza Verdi. Il consorzio tra Comune, Fondazione Cariciv e università della Tuscia ha visto la nascita di questo corso, il primo del genere in Italia, che sottolinea la sostenibilità economica ma anche ambientale del percorso economico. Il rettore dell’Università della Tuscia Alessandro Ruggieri ha aperto i lavori alla presenza del vicepresidente della regione Lazio Massimiliano Smeriglio, Valentino Carluccio in rappresentanza della Fondazione Cariciv, il sindaco Cozzolino e al Presidente di Unindustria Lazio, Filippo Tortoriello. «E’ un  segno tangibile – ha detto Ruggieri- della presenza sul territorio, ringraziando anche Stefano Cenci per Unindustria Civitavecchia». A testimoniare l’importanza dell’evento anche un rappresentante della Commissione Europea, Mattia Pellegrini, capo dipartimento dell’agenzia europea per le piccole e medie imprese. Questo dimostra l’attenzione rivolta dall’Europa al tema dell’economia circolare in linea con il progetto europeo SCREEN di cui la regione Lazio è capofila. Erano presenti anche l’onorevole Alessandro Battilocchio e il senatore Francesco Battistoni, intervenuto per concludere i lavori. Il sindaco Cozzolino ha posto l’accento su alcuni servizi, richiesti dagli studenti, quali la mensa, i trasporti e le agevolazioni sugli affitti che saranno oggetto di inserimento nel prossimo bilancio di previsione. Valentino Carluccio, uno dei massimi dirigenti della Fondazione, ha ribadito la volontà di proseguire la linea progettuale già intrapresa.  Filippo Tortoriello presidente di Unindustria Lazio, ha focalizzato l’attenzione su importanti dati occupazionali di Green Italy affermando che, nel  Lazio, nel 2017 sono stati registrati 35.000 nuovi posti di lavoro nel settore. La presentazione e del corso è stata a cura del  professor Enrico Maria Mosconi che ne ha delineato la struttura ed i suoi due  curricula, green e blue, dai contenuti multidisciplinari e trasversali. Il presidente dell’Autorità portuale Francesco di Majo ha condiviso infine l’esperienza del porto che ha avviato un progetto sperimentale sul riciclo delle plastiche recuperate in 

Leggi articolo completo ###BANNER_ADS###

Presentato il corso di Economia Circolare

CIVITAVECCHIA – Grande presenza istituzionale per la presentazione del corso di laurea magistrale in Economia Circolare avvenuta questa mattina presso la sede di piazza Verdi. Il consorzio tra Comune, Fondazione Cariciv e università della Tuscia ha visto la nascita di questo corso, il primo del genere in Italia, che sottolinea la sostenibilità economica ma anche ambientale del percorso economico. Il rettore dell’Università della Tuscia Alessandro Ruggieri ha aperto i lavori alla presenza del vicepresidente della regione Lazio Massimiliano Smeriglio, Valentino Carluccio in rappresentanza della Fondazione Cariciv, il sindaco Cozzolino e al Presidente di Unindustria Lazio, Filippo Tortoriello. «E’ un  segno tangibile – ha detto Ruggieri- della presenza sul territorio, ringraziando anche Stefano Cenci per Unindustria Civitavecchia». A testimoniare l’importanza dell’evento anche un rappresentante della Commissione Europea, Mattia Pellegrini, capo dipartimento dell’agenzia europea per le piccole e medie imprese. Questo dimostra l’attenzione rivolta dall’Europa al tema dell’economia circolare in linea con il progetto europeo SCREEN di cui la regione Lazio è capofila. Erano presenti anche l’onorevole Alessandro Battilocchio e il senatore Francesco Battistoni, intervenuto per concludere i lavori. Il sindaco Cozzolino ha posto l’accento su alcuni servizi, richiesti dagli studenti, quali la mensa, i trasporti e le agevolazioni sugli affitti che saranno oggetto di inserimento nel prossimo bilancio di previsione. Valentino Carluccio, uno dei massimi dirigenti della Fondazione, ha ribadito la volontà di proseguire la linea progettuale già intrapresa.  Filippo Tortoriello presidente di Unindustria Lazio, ha focalizzato l’attenzione su importanti dati occupazionali di Green Italy affermando che, nel  Lazio, nel 2017 sono stati registrati 35.000 nuovi posti di lavoro nel settore. La presentazione e del corso è stata a cura del  professor Enrico Maria Mosconi che ne ha delineato la struttura ed i suoi due  curricula, green e blue, dai contenuti multidisciplinari e trasversali. Il presidente dell’Autorità portuale Francesco di Majo ha condiviso infine l’esperienza del porto che ha avviato un progetto sperimentale sul riciclo delle plastiche recuperate in 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Nasce a Marsiglia l'associazione MedPorts

CIVITAVECCHIA – Si è riunita ieri, presso il porto di Marsiglia, la prima Assemblea Generale che ha sancito la nascita dell’associazione MedPorts. L’iniziativa, promossa dal porto di Marsiglia fin dal 2016 attraverso il primo Forum MEDPorts si è finalmente concretizzata con la creazione ufficiale dell’Associazione. Erano presenti 20 Autorità Portuali che raggruppano i porti di 10 Paesi delle due sponde del Mediterraneo. I 20 membri fondatori sono: Algesiras, Arzew, Barcellona, Bastia, Bejaia, Beirut, Civitavecchia, Damiette, Luka Koper, Malta Freeport, Marsiglia Fos, l’Ufficio della Marina mercantile e dei Porti che riunisce i porti tunisini, i Porti de l’Estado, Skikda, Tanger Med, Serport (che raggruppa i porti algerini), Tarragona, Tolone, Valencia e Venezia. A questi, nelle prossime settimane, dovrebbero aggiungersi anche l’Agenzia Nazionale Portuale (che riunisce una parte dei porti marocchini), Alessandria d’Egitto, Durazzo e Salonicco.

MedPorts raccoglierà, attraverso i suoi aderenti, il 70% del tonnellaggio gestito nel Mediterraneo e oltre il 50% del traffico di contenitori. Il fine dell’associazione è di instaurare un’area di cooperazione operativa nel Mediterraneo, anche in termini di sostenibilità ambientale, e dare maggiore visibilità ai porti del Mediterraneo sulla scena del trasporto marittimo mondiale. A tal scopo, sono stati creati numerosi comitati tecnici che si dovranno occupare di formazione e competenza marittima, ambiente, di sicurezza, di relazioni internazionali, di statistiche e analisi di mercato, di smart port.

“Il Mediterraneo – dichiara il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale, Pino Musolino –  sta tornando al centro della Storia grazie ai profondi mutamenti geopolitici in corso che determinano una riconfigurazione delle rotte commerciali a livello globale. I porti dell’Europa meridionale e dell’Africa settentrionale – continua Musolino – sono in prima linea ad affrontare il cambiamento e rappresentano oggi il punto di contatto privilegiato con l’Asia. La Cina, attraverso la Belt Road Initiative, persegue una strategia precisa per raggiungere i nostri mercati dando sfogo al proprio surplus manifatturiero. Sta a noi decidere se subire passivamente le scelte della potenza cinese, o se sfruttarle per arricchire e consolidare le nostre economie. Affinché il Mediterraneo si ritagli un ruolo da protagonista nel nuovo scenario, occorre, però, che gli attori in gioco collaborino maggiormente per definire un piano di sviluppo infrastrutturale comune, coerente e sostenibile. A livello di risorse, l’Europa si appresta ad aggiornare il programma Connecting Europe Facility, che stanzierà oltre 30 mld di euro per lo sviluppo infrastrutturale della rete TEN-T dal 2021 al 2027. Ci auguriamo che la suddivisione delle risorse riconosca lo spostamento in corso verso sud del baricentro economico-commerciale Europa-mondo, diversamente da quanto è avvenuto per la prima tranche di finanziamenti stanziata nel periodo 2014-2020. Per tutti questi motivi, – conclude il presidente dell’AdSP del Mar Adriatico Settentrionale – il gruppo di lavoro riunito nel contesto dell’Associazione MEDPorts avrà un ruolo fondamentale nel coordinare l’attività dei vari soggetti in causa e nel tracciare una rotta che definirà il futuro del Mediterraneo”.

"La creazione di Medports – dichiara il Presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, Francesco Maria di Majo – che apre anche ai porti della sponda a Sud del Mediterraneo, permetterà agli scali di Roma e del Lazio di coordinare con i partners competenze  e professionalità in cui il sistema della portualità e dello shipping italiano è sicuramente all'avanguardia, come nel caso della gestione del traffico passeggeri e delle crociere, della gestione ecosostenibile dei porti, della security e dello sviluppo della pianificazione ambientale ed energetica nei porti”. “A tale ultimo riguardo, martedì 26 giugno –  continua di Majo – proprio a Civitavecchia, le Compagnie di navigazione Grimaldi, Grandi Navi Veloci, Tirrenia e Moby hanno firmato l'accordo volontario “Civitavecchia Blue Agreement” che prevede l'utilizzo di combustibile con  tenore di zolfo non superiore allo 0,10% sia all’ormeggio che in navigazione, a partire da una distanza non inferiore alle 15 miglia dalle ostruzioni portuali”.

“La partecipazione alla neo- costituita Associazione Medports – precisa il presidente dell'AdSP di Majo – va vista, inoltre, nell'ottica di rafforzare il ruolo del Mediterraneo nel panorama portuale europeo ed internazionale, riportando l'area Med in una posizione di primo piano e collaborando, altresì, a riprendere le fila della costituzione delle mappe del Trans Mediterranean Network (TMN-T), che vedrà i corridoi di trasporto europei collegati ai principali hub nordafricani”.

In conclusione, il presidente dell’AdSP del Mar Tirreno Centro Settentrionale, esprime soddisfazione per la presenza di due porti italiani all'interno di Medports :"Oltre alla vicepresidenza del sottoscritto e del Presidente Musolino, abbiamo ottenuto altre posizioni di prestigio, quali il coordinamento, insieme all'Autorità Portuale di Marsiglia, del Segretariato Generale e la presidenza del Comitato "Sostenibilità Ambientale" per quanto riguarda l'AdSP del Mar Tirreno Centro-Settentrionale, mentre al porto di Venezia è andata la presidenza dell'importante Comitato "Relationship with international institutions".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Firmato il Civitavecchia Blue Agreement

CIVITAVECCHIA – Questa mattina, presso la Capitaneria di Porto di Civitavecchia, è stato sottoscritto, grazie ad una proficua collaborazione tra le istituzioni del territorio, l’accordo volontario denominato “Civitavecchia Blue Agreement”. (SEGUE)

GLI ATTORI – La Capitaneria di Porto, il Comune, l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale e le Compagnie di Navigazione operanti presso lo scalo marittimo di Civitavecchia, Grandi Navi Veloci S.p.A., Tirrenia e Grimaldi Lines hanno conseguito un importante risultato a tutela dell’ambiente marino e costiero. (Agg. 26/06 ore 20,18 SEGUE)  

I DETTAGLI – Il “Civitavecchia Blue Agreement” prevede infatti che le Compagnie firmatarie utilizzino combustibili contenenti tenori di zolfo non superiori allo 0,10%, sia all’ormeggio che in navigazione, ad una distanza non inferiore alle 15 miglia dalle ostruzioni portuali. Per contenere i livelli d’inquinamento atmosferico nelle aree urbane, dovuti alle emissioni gassose provenienti dalle navi, è opportuno difatti intervenire sull’utilizzo dei combustibili per uso marittimo, e in particolare sul tenore massimo di zolfo in essi contenuto. (Agg. 26/06 ore 20,35)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''La Scuola'', successo per lo spettacolo dei ragazzi del classico

CIVITAVECCHIA – Grande successo per lo spettacolo ‘‘La Scuola’’ dei ragazzi del liceo classico Guglielmotti. Un progetto che parte da lontano grazie all’alternanza scuola – lavoro e alla collaborazione tra il liceo classi e la compagnia teatrale Blue in the face. ‘‘La Scuola’’ è  un riadattamento dell’omonimo spettacolo teatrale con Silvio Orlando, andato in scena al teatro comunale Traiano a fine aprile, e tratto dal romanzo ‘‘Sottobanco’’ di Domenico Starnone, Domenica sera gli studenti del classico hanno portato sul palco un riadattamento al femminile della storia. È la prima volta che si mette in piedi un progetto di alternanza scuola – lavoro tra classico e Blue in the face e l’esperienza è stata un successo, come hanno commentato i referenti Lucia Ciancarini, per il liceo, e Enrico Maria Falconi per la compagnia teatrale. (Agg. 25/06 ore 17,18 SEGUE)

«È stata una collaborazione molto interessante – ha commentato Ciancarini – durata da novembre fino a domenica quando i ragazzi hanno portato in scena lo spettacolo. Hanno partecipato circa una quindicina di ragazzi che hanno riadattato il copione al loro punto di vista, portando sul palco del Nuovo sala Gassman una versione dello spettacolo quasi al femminile. È stata un’esperienza faticosa ma ripagata dagli applausi. La nostra idea – ha continuato – è di ripetere a settembre con matinée per altri studenti e professori». (Agg. 25/06 ore 18,02 SEGUE)

Soddisfatto anche Falconi. «I ragazzi hanno lavorato sul teatro a 360° – ha spiegato – fino a portare in scena uno spettacolo interessante. Sono stati molto bravi perché hanno continuato con le prove anche una volta finita la scuola. C’è sicuramente la voglia di proseguire e di continuare perché c’è stata sicuramente una bella risposta da parte di questi ragazzi. Inoltre – ha sottolineato Falconi – come ex allievo del liceo classico è stato un piacere tornare nelle atmosfere del mondo della scuola e dei ragazzi. È stato davvero un piacere – ha concluso – anche perché gli studenti hanno mostrato l’intenzione di continuare». (Agg. 25/06 ore 19,23)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Le donne coraggio che fermano le dighe in Bosnia-Erzegovina

Il tribunale intima lo stop alle concessioni dopo un presidio durato dieci mesi. La loro battaglia raccontata nel documentario «Blue Heart» prodotto da Patagonia

Leggi articolo completo

@code_here@