Lucio Gattesco è un giocatore della Cestistica

Lucio Gattesco, 25 anni, centro di 2.03 metri, giocherà la prossima stagione nella Stemar 90 Cestistica Civitavecchia. 
Gattesco ha iniziato la sua carriera nei campionati senior a Brescia, anche con apparizioni in A2, ha poi giocato in serie B a Fondi e nella C Gold a Santa Margherita Ligure, Ortona e Formia, dove ha militato nelle ultime stagioni. Assieme a Manetti avrà il compito di non far rimpiangere Maxwell Morrison, beniamino del pubblico rossonero nella passata stagione. 
«Sono molto contento che la Cestistica Civitavecchia mi abbia cercato e voluto – commenta il lungo di origine friulana – e devo rivelare che c’è stato subito feeling importante tra di noi. Voglio aiutare la squadra ad andare più lontano possibile, cercando di migliorarmi il più possibile. Non vedo l’ora di iniziare, anche perché ogni volta che sono venuto a Civitavecchia da avversario sono rimasto affascinato dall’ambiente e dal calore dei tifosi». 
«Gattesco – dichiara il tecnico Lorenzo Cecchini – è un giocatore dall’importante mole e darà profondità all’attacco e ingombro difensivo in area. Anche lui, come Manetti, è un giovane con importanti esperienze e sono davvero contento di averlo con noi». 
«Abbiamo tra noi – spiega il ds Maurizio Campogiani – un giocatore che conosciamo e che sappiamo cosa può darci in campo e fuori dal campo. Lui stesso ben conosce la categoria ed ha condiviso fin da subito gli obiettivi societari. D’altronde, chi arriva a Civitavecchia sa di entrare a far parte di una società ambiziosa, che punta sempre al massimo. Riteniamo, con Gattesco, Manetti e Foulds, di aver allestito una delle squadre più fisiche dell’intera C Gold».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Montino concede il bis

di ANGELO PERFETTI

FIUMICINO – Esterino Montino ce l’ha fatta, ha vinto il ballottaggio per le amministrative 2018 ed è nuovamente sindaco di Fiumicino per il secondo mandato consecutivo. Il distacco con lo sfidante Mario Baccini è netto, e non scevro di polemiche. I numeri dicono 57,22% per Montino, 42,78% per Baccini.
L’affluenza è calata di 14 punti percentuali, segno ancora più tangibile di una disaffezione verso la politica e, anche, di unanstrategia riuscita all’interno del centrodestra, dilaniato da faide interne. Alle 12 avevano votato 8512 persone, il 14,30% degli aventi diritto (59.522 elettori). Al primo turno a mezzogiorno avevamo registrato 10.953 voti (18,40%). Alle 19 hanno votato 17 878 aventi diritto, pari al  30,04 %. Al primo turno, nello stesso step, avevano votato 23.961 persone, pari al 40,26%. Alla chiusura dei seggi, alle 23, è stato registrato il dato con 24.695 votanti (41,49%): due settimane fa, alle 23 avevano votato 33.043 persone pari al 55,51% degli aventi diritto.
Dal primo seggio, è stato subito chiaro l’andazzo del ballottaggio: Montino è rimasto sempre avanti, laciando al suo avversario solo pochi dei 59 seggi elettorali. In tutti c’è stato un incremento per entrambi gli sfidanti, ma il sindaco uscente ha incassato sempre di più del suo avversario, fino a marcare un distacco finale di circa 3.400 voti (13.788 a 10,307). Tra i voti annullati molti inneggianti alla Lega o al suo candidato, William De Vecchis.
“La netta vittoria del sindaco Esterino Montino a Fiumicino è il giusto premio a una squadra che in 5 anni ha rilanciato e dato dignità a un Comune e a un territorio splendido», ha dichiarato il consigliere regionale del Pd Lazio, Michela Califano.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tutto lo spettacolo di ‘‘The Best of the Best’’

Un successo senza precedenti per una manifestazione dedicata agli sport da combattimento. “The Best of the Best”, kermesse organizzata dal pluricampione del mondo e presidente della Ikta Massimo Brizi, è stato un vero e proprio spettacolo. Alto il livello tecnico dei partecipanti e suggestiva la location del Mr Black di Santa Marinella. Un evento iniziato nel pomeriggio di domenica con tantissimi incontri di discipline ‘’light’’ ( a contatto leggero), che è poi entrata nel vivo alle 20 con la main card. (Agg. 25/06 ore 17,33 SEGUE)

Nel match clou della serata, il Mondiale di full contact dei 73 kg, il campione brasiliano Laecio Nunes ha mantenuto la cintura imponendosi sull’italiano Lino Rodiò, il quale ha abbandonato al 5° round. Lo scontro più spettacolare, però, è stato co-main event tra Alessio Polici e il rumeno Vesa Andrei. Dopo una vera e propria battaglia senza esclusione di colpi, la vittoria per ko alla quinta ripresa è andata all’italiano, che si è così messo alla vita la cintura intercontinentale di k1 categoria 91 kg. Per quanto riguarda le mma, in palio c’era la corona europea dei 70 kg, in un match che vedeva opposti Massimo Fava e Dimitris Nomikos. Un confronto a senso unico in favore del greco, vittorioso per ko al 2° round. Fantastica la prova di Alessio Crescentini, bravo ad imporsi ai punti sul forte rumeno Paul Batulescu. “Faccia D’Angelo” vincendo questo “prestige fight” di full contact si è messo nella posizione di primo sfidante al titolo europeo degli 80 kg.

L’altro portacolori della Body Line Civitavecchia Sebastian Radu Loghin ha invece ceduto di stretta misura ai punti il match valevole per il titolo europeo di kick boxing light al suo avversario Angelo Menna. Nel pomeriggio sono entrati nella gabbia allestita sulla terrazza del Mr Black altri tre atleti civitavecchiesi, tutti impegnati in incontri di kick boxing light: Emanuele Valentini ha vinto ai punti nella categoria 65 kg, Davide Rossi ed Ector Brondi hanno raccolto due pari rispettivamente nei 60 e nei 40 kg. (Agg. 25/06 ore 18,12 SEGUE)

«È stata una delle migliori manifestazioni mai viste – ha spiegato Massimo Brizi – con quel tocco di internazionalità che ha reso tutto più affascinante. Il livello delle sfide è stato altissimo e il pubblico si è divertito. Alessio (Crescentini – ndr) ha fatto un match diligente: affrontava un atleta molto duro, un toro, eppure ha saputo gestire tutte le riprese, riuscendo a schivare e rientrare con grande tempismo e potenza; alla fine ha meritato la vittoria ai punti. Insomma, oltre alla soddisfazione per le prestazioni dei miei allievi – ha concluso il pluricampione del mondo – c’è anche tanto orgoglio per la riuscita dell’evento; un grazie va a tutti coloro che mi hanno aiutato e agli sponsor, senza di loro sarebbe stato impossibile realizzare tutto ciò». (Agg. 25/06 ore 20,03)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Magnesi pronto per la cintura dei superpiuma

Michael Magnesi è pronto per il match valevole per il titolo italiano dei superpiuma. All’angolo del giovane pugile ci sarà Gianluca Branco, un atleta che non ha bisogno di presentazioni e al suo esordio come allenatore. Sabato sera, alle 22,30, Magnesi salirà sul ring allestito in piazza Dante a Grosseto per affrontare Francesco Invernizio: al vincitore la cintura. L’incontro si svolgerà sulla distanza delle dieci riprese e verrà trasmesso in diretta da Sport Italia. (Agg. 25/06 ore 18,01 SEGUE)

«Stiamo lavorando insieme da due mesi – ha spiegato Branco – e mi sto trovando molto bene con Michael che mi ascolta sempre». Magnesi si sta allenando a Civitavecchia con Branco, mesi di lavoro intenso in preparazione di un match importante per un pugile molto promettente. L’atleta vanta infatti un record di 11 – 0 e con Gianluca Branco ha potuto lavorare minuziosamente sui vari aspetti in vista del match con un avversario di esperienza come Invernizio (9 – 6 – 1) che ha affrontato avversari del calibro di Pasquale Di Silvio per il titolo dei pesi Leggeri o Carel Sandon. (Agg. 25/06 ore 19,10 SEGUE)

Ma certamente Branco e Magnesi non si lasciano impressionare. «È un avversario alla nostra portata – ha detto Branco –  abbiamo lavorato bene». Dello stesso avviso il giovane pugile: «Abbiamo lavorato parecchio sulle variazioni d’intensità – ha spiegato Magnesi – e sulla parte tecnica, ora stiamo rifinendo il peso ma sono pronto. So che è un avversario da non sottovalutare perché ha già combattuto sulla distanza delle dieci riprese – ha continuato – mentre per me è la prima volta ma fisicamente sto molto bene e Gianluca è molto bravo come allenatore». Branco è al suo esordio come allenatore, una possibile nuova carriera per il noto pugile civitavecchiese anche se il richiamo del ring è ancora forte. (Agg. 25/06 ore 19,54 SEGUE)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Fiumicino, stop ai veleni: oggi si vota

di ANGELO PERFETTI

FIUMICINO – Oggi si vota. Al ballottaggio ci sono il sindaco uscente Esterino Montino e lo sfidante Mario Baccini. E’ stata la prima campagna elettorale immersa totalmente nell’era dei social network, e non è stato un bel vedere.
Innanzitutto perché si è capito che il coinvolgimento popolare non può passare solo per dei post autoprodotti su Facebook; il dato sull’astensionismo è lì a dimostrarcelo, ma ancor più la scarsa reattività della città rispetto al dibattito politico. Se togliamo qualche convention (nemmeno tutte) dei candidati, in giro si sentita poco parlare di politica.
In secondo luogo perché è stata una campagna basata sui veleni, sul discredito dell’avversario, sulle lotte. Montino e Baccini, per la verità, si sono tenuti fuori il più possibile da questo andazzo, ma i loro supporter no. Sui social c’è stato un florilegio di offese personali, dichiarazioni al limite del codice penale (a volte oltre…), accuse non dimostrate, fake news. Qualunque iniziativa dell’uno veniva ridicolizzata dai supporter dell’altro, e così facendo il confronto tra i programmi non è mai davvero decollato.
Sfido chi ha criticato l’uno o l’altro, a parlare dei programmi del rispettivo avversario. Non credo davvero ne conoscano neanche una riga e, cosa ancor più grave, spesso non conoscono neanche quello del proprio candidato. Eppure sui social parlano, eccome se parlano. Ma non potendo costruire, distruggono.
L’era dei social non ha portato – come poteva essere auspicabile – a un incremento dell’offerta informativa, ad una crescita dei chiarimenti sui diversi programmi, bensì si è scivolati sul turpiloquio, sulle insinuazione, sulle sberleffo, sulle false accuse. in qui lo scenario “largo” che ha accompagnato queste due settimane. Scendendo nell’aspetto politico, si è consumata la frattura tra i candidati di Lega e Fratelli d’Italia e la squadra di Baccini. Il vessillo del centrodestra unito non è bastato a sopire le diatribe. Nel frattempo ci sono stati posizionamenti vari all’interno del centrodestra, e sarà da vedere quanto l’elettorato ha capito/gradito questi movimenti. I Cinque stelle hanno dato libertà di scelta, nel senso di non indicare alcun candidato. 
Apparentamenti ufficiali non ce ne sono stati, e dunque i due candidati in lizza vanno al ballottaggio appoggiati dagli stessi simboli del primo turno. Ora è il momento del voto, e finalmente questa campagna elettorale con pochi manifesti, pochi confronti e pochi contenuti finirà.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Appello al voto dei sostenitori di Bruno Ricci: ''Noi siamo per il fare''

S. MARINELLA – «Il tiro al bersaglio si è intensificato da qualche giorno. Tidei con la sua banda stanno offrendo il peggio di loro con volantini, articoli stampa, puntando  a screditare la figura di Bruno Ricci e continuando ad insistere sugli unici temi della loro campagna elettorale: attaccando spregiudicatamente, tentando prima di allettare gli stessi nostri candidati e sostenitori con promesse per poi, se resistono, infangarli». Così i sostenitori del candidato sindaco del centrodestra Bruno Ricci che con l’aspirante primo cittadino fanno un ultimo appello al voto. «Conosciamo bene questi schemi – dicono i sostenitori di Ricci – Nessuno darà loro credito, non ci preoccupano e siamo sereni. Noi siamo per il fare, in silenzio, puntando sull’empatia con le persone e sui nostri obiettivi, a vantaggio della città, senza offendere gli altri, inventando storie non credibili per oltraggiare il prossimo, anche se nostro avversario. Bruno Ricci non ne ha bisogno. Ognuno si qualifica per come si comporta, le parole infamanti o meno che siano, se le porta via il vento. Il modo di fare campagna elettorale e politica di Tidei e dei suoi addetti aggressivo e irrispettoso è lo stesso modo con cui hanno promesso cose irrealizzabili in città, con cui tentano di abbindolare gli elettori, che non sono così ingenui e non amano le aggressioni e l’animosità. Questo è il loro biglietto da visita. Non possiamo credere che i santamarinellesi vogliano premiare questo atteggiamento, anzi siamo sicuri che  siano davvero stanchi e disillusi da queste modalità di comportamento, da polemiche create ad arte e discussioni sterili. Sono vecchie e squalificanti  tecniche politiche tanto amate dal nostro avversario». «E come sa comportarsi Tidei lo sappiamo bene, non c’è alcuna necessità che lo ricordiamo. È stato allontanato da tutti i Comuni del circondario dove ha tentato di prendere la poltrona:  sconfitto a Tolfa (da Battilocchio), sfiduciato a Civitavecchia nel 2013, sempre sconfitto a Civitavecchia nel 2014 (da Cozzolino), sfiduciato qui nella stessa Santa Marinella (nel 2007, pensate, dagli stessi che ora lo sostengono ancora), vorranno i nostri concittadini riprenderselo, di nuovo ? Non crediamo proprio. Come mai le sue amate città, nostre confinanti, avrebbero fortemente deciso di fare a meno di cotanta bravura e saggezza ?!  Non intendiamo ribattere a scempiaggini, che si smentiscono da sole,  faremo silenzio a seguito di questo comunicato invitando solamente i  NOSTRI concittadini a scegliere a quale  tipo di sindaco  intendono affidare il governo della città: a RICCI del CENTRODESTRA  oppure al candidato PD; ma anche al BRUNO RICCI  nato, vissuto e operante a Santa Marinella oppure ad un opportunista venuto da fuori e senza scrupoli; a BRUNO una persona corretta e nuova alla politica o ad un chiacchieratissimo veterano del vecchio modo di fare e intendere il ruolo pubblico.  CARI AMICI VI ESORTIAMO AD ANDARE A VOTARE IL 24 GIUGNO,  VOTIAMO RICCI".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il commento di Pietro Tidei ai volantini anonimi diffusi in città: ''Fango confezionato ad arte''

SANTA MARINELLA – Agli attacchi ricevuti attraverso un volantino anonimo, a cui il candidato sindaco Pietro Tidei ha deciso di rispondere con due querele presentate stamani ai Carabinieri, l’esponente piddino coglie l’occasione di dire la sua in un comizio tenuto domenica a Santa Severa. “Avendo già avuto tutte le soddisfazioni che la politica in tanti anni mi ha saputo regalare – ha spiegato Tidei ai presenti – anni di impegno personale, ho voluto mettere la mia esperienza a disposizione di questa città, tenuto conto dei risultati negativi che, chi mi ha preceduto ha fatto registrare, e del disastro in cui versa oggi Santa Marinella. Ho improntato questa campagna elettorale non prendendomela con qualcuno nello specifico, ma denunciando una situazione profondamente negativa. Vengo adesso ricambiato dal fango confezionato ad arte da specialisti non proprio anonimi, che sono stati ed andranno sui giornali solo per vicende di cronaca nera. Vorrei dire ai miei competitor, che sarò il sindaco di tutti e una volta eletto chiamerò il mio avversario, nel caso si rendesse disponibile ad unire le forze, e se lui vorrà collaborare sarò a disposizione nell’interesse della città. Non ci sarà uno steccato a dividere chi sta da una parte e chi sta dall’altra, ma un colloquio continuo e costruttivo per unire le forze positive ed intelligenti al fine di lavorare assieme per tirare fuori le soluzioni di cui la città ed i suoi abitanti hanno bisogno. Per questa ragione e non avendone trovato traccia in quello che Ricci chiama programma, mi piacerebbe introdurre la possibilità di un confronto pubblico sui temi importanti e sulle soluzione che, ognuno di noi, sa mettere in campo”. “Mi piacerebbe – conclude Tidei – ma so già di incontrare resistenze da parte di chi ha disertato un’altra importante occasione. Mi piacerebbe ma non dispero, non muovo fango ma porgo una mano, Santa Marinella ha bisogno di progetti, non delle solite chiacchiere”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Dlf brilla al primo Torneo ‘‘Rete oro’’ arrivando in finale

Prima edizione del Torneo ‘‘Rete Oro’’, riservato alla categoria Esordienti 2006, organizzato dal patron Raffaele Minichino, lo stesso del più famoso ‘‘Beppe Viola’’, nonché Direttore della nota rete tv ‘‘Rete Oro’’. Ai blocchi di partenza le migliori 32 squadre di Roma e del Lazio per una manifestazione che mantiene inalterati il fascino e il prestigio di quella riservata all’agonistica. Teatro di gioco i campi di via Montecucco, nel quartiere del Trullo in Roma, con un impegno settimanale iniziato in sordina per i biancoverdi del Dlf e, che passo dopo passo ha portato i civitavecchiesi dritti dritti in finale, confrontandosi via via con squadre sempre più blasonate. Sabato 9 giugno, l’ultimo atto di un torneo organizzato in modo ineccepibile dalla Time sport in tour, dopo una galoppata durata un mese i dielleffini affrontano per il Trofeo i pontini della Polisportiva carso. (Agg. 16/06 ore 18,03 SEGUE)

La gara è di altissimo livello, con le due formazioni che non si risparmiano e mettono in campo tutta la tecnica e la tenacia per prevalere sull’avversario. Al 10’ del secondo tempo arriva il vantaggio dielleffino con Mattia Bertini, che una grande girata fulmina il portiere pontino. Il Carso non è formazione che molla facilmente e a due dal termine raggiunge il pari con una gran punizione calciata da Mattia Colardo. La lotteria dei rigori è fatale per i biancoverdi  che si devono accontentare, si fa per dire, della piazza d’onore. (Agg. 16/06 ore 19,50 SEGUE)

A coronamento di un’annata strepitosa, arriva il meritato, ma non inatteso, premio per il miglior portiere della competizione a Valerio Di Camillo, chiamato a difendere la porta civitavecchiese in solitaria, dopo il riposo forzato per infortunio occorso all’altro numero uno Flavio Priori. Questi 18 ragazzi hanno dimostrato, sorretti magistralmente dal mister Simone Romagnoli e dai suoi collaboratori, che il lavoro paga sempre e l’impegno dà sempre i suoi frutti. (Agg. 16/06 ore 20,36)  

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

«Basta offese ai cittadini di Santa Marinella»

SANTA MARINELLA – Continua il botta e risposta tra centrosinistra e centrodestra in vista del secondo turno della tornata elettorale. In questi giorni i dem di Pietro Tidei sono nuovamente tornati a puntare i riflettori sulla composizione delle liste dell'avversario, dove figurerebbero molti politici dell'ex amministrazione Bacheca. A replicare stavolta è il Coordinamento di Forza Italia e la lista civica Bruno Ricci: «Cogliamo con stupore che un partito che già nel nome si professi democratico sia il primo ad offendere l'elettorato di Santa Marinella che lo scorso 10 giugno ha espresso la propria volontà riconfermando tra i più votati anche coloro ai quali si addossano tante responsabilità. Premesso ciò il candidato della coalizione di centrodestra Bruno Ricci – hanno proseguito – ha più volte ribadito che la sua squadra di governo sarà improntata a figure nuove e professionali. Daltronde anche a voler seguire il loro ragionamento dispiace che il fumo che ci viene denunciato dai nostri avversari sia andato a finire nei loro stessi occhi sfuggendo evidentemente a loro la presenza nelle loro stesse liste di persone che a loro volta hanno fatto parte della precedente amministrazione e che da quest'ultima si sono spaccati solo negli ultimi mesi. Peccato che per l'ennesima volta – hanno concluso – si lasci prevalere l'ossessione per un passato che non c'è più a discapito di un confronto decisamente più proficuo sui programmi».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###