ASTREA DUE SPV S.R.L.

Avviso di cessione di crediti pro soluto ai sensi del combinato
disposto degli artt. 1 e 4 della Legge n. 130 del 30 aprile 1999 (la
Legge 130/99), dell'art. 58 del D.Lgs. n. 385 del 1 settembre 1993
(il Testo Unico Bancario) e degli articoli 13 e 14 del Regolamento
Europeo 2016/679 (anche GDPR)

(TX18AAB11545 )

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Vecchia vuole i quarti di finale

di MATTEO CECCACCI

Scendere in campo più agguerriti che mai, lottare su ogni pallone fino all’ultimo secondo, creare tante occasioni e finalizzarle sotto porta.
Questo è quello che dovrà fare alle 14.30 a Via della Camilluccia il Civitavecchia Calcio 1920 del tecnico Andrea Rocchetti che, nel match valevole per il ritorno degli ottavi di finale di Coppa Italia, sfida la Boreale Don Orione di Maurizio De Mattia. I civitavecchiesi cercheranno senza se e senza ma il passaggio del turno per accedere ai quarti che cominceranno mercoledì 21 novembre. La gara d’andata, disputata quattordici giorni fa alla Cavaccia, vide i nerazzurri trionfare 2-1 in un match a senso unico grazie alle reti di bomber Manuel Vittorini e Gianluca Nuti. Senza ombra di dubbio i tirrenici vogliono continuare il tragitto finora positivo in Coppa Italia e cercare soprattutto la vittoria per dimenticare, anche se sarà difficile, i pesanti cinque ko di fila in campionato. Come domenica scorsa mancheranno nuovamente i centravanti Manuel Vittorini e Lorenzo Serafini, mentre i difensore Luca Iacomelli e Giordano Fatarella sono convocati, ma inizieranno dalla panchina: il classe ‘98 è reduce da un piccolo infortunio, mentre il ‘99 si è ripreso da poco dalla febbre che l’ha colpito fino a lunedì, infatti ha saltato il match domenicale in casa dell’Astrea. Riguardo i risultati, invece, se la Boreale vince 2-1 si va direttamente ai calci di rigore, mentre se la Vecchia perdee 1-0 o con due o più gol di scarto esce dalla competizione.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vecchia, manita di sconfitte

di MATTEO CECCACCI

Niente da fare, in casa Civitavecchia Calcio 1920 il sorriso a trentadue denti non si può ancora sfoderare e chissà quanto bisognerà ancora aspettare per gioire ed esultare la terza vittoria stagionale che ormai manca addirittura dal 30 settembre scorso, data in cui i nerazzurri rifilarono tra le mura amiche il tris allo Sporting Genzano. Se da una parte, però, piove sul bagnato, dall’altra si può aprire mezza bocca e sorridere a sedici denti, in quanto nel match valevole per la 10^ giornata del campionato di Eccellenza, i nerazzurri domenica a Casal Del Marmo, nonostante la sconfitta subita per 3-1 dall’Astrea, hanno dimostrato di esserci malgrado la posizione in classifica e il periodo negativo che sta durando da più di due mesi, perché i ragazzi del presidente Ivano Iacomelli hanno regalato ai supporter nerazzurri presenti una prestazione di carattere, correndo sempre fino all’ultimo minuto, lottando su ogni pallone e cercando il gol in ogni ripartenza, ma purtroppo questo non è bastato, i ministeriali del tecnico Mastrodonato, papà del baby fenomeno Alessio, promettente difensore militante in serie D col Ladispoli, hanno manifestato la loro netta superiorità. I blues, infatti, sono andati in vantaggio appena dopo 40’’, neanche a farlo apposta, con l’ex di turno Giuntoli, per poi essere ripresi dal gol di Nuti, con l’Astrea che però la chiude poco prima del duplice fischio grazie ai sigilli di Di Benedetto e Mollo. Quinto ko di fila, dunque, per il Civitavecchia che già da domani scenderà di nuovo in campo per il ritorno degli ottavi.
«Non ho nulla da recriminare ai miei ragazzi – spiega mister Rocchetti a fine gara – anzi, faccio loro un elogio per quanto hanno dato in campo. Sono sicuro che questo periodo passerà quanto prima».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Quinta caduta consecutiva per la Vecchia

CIVITAVECCHIA – Quinta sconfitta consecutiva per il Civitavecchia in Eccellenza. A Roma i nerazzurri sono caduti per 3-1 sotto i colpi dell'Astrea. Match sbloccato già dopo un minuto con l'ex Giuntoli, poi il pareggio del team di Rocchetti con Nuti. Quindi nuovamente Astrea con due segnature. Civitavecchia sempre più a fondo in classifica.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Una Vecchia in crisi sfida l’Astrea

di MATTEO CECCACCI

«Ora più che mai bisogna dimostrare a tutti, società e tifosi, il nostro attaccamento alla maglia: per superare questo difficile momento».
In questo modo Lorenzo Zagarella riassume la situazione no di tutta la squadra.
Non è sicuramente un buon periodo quello che stanno trascorrendo i calciatori del Civitavecchia Calcio 1920, d’altronde i fatti parlano chiaro: è dal 30 settembre scorso che non arriva una vittoria, da quella domenica in poi nessuna traccia dei tre punti, se non quella in Coppa Italia contro la Boreale Don Orione realizzata il 24 ottobre alla Cavaccia, con ritorno fra tre giorni a Roma in via della Camilluccia. Senza dubbi i nerazzurri dopo la vittoria con lo Sporting Genzano per 3-2 si sono inspiegabilmente spenti, forse per la troppa poca incisività sotto porta, le squalifiche rimediate in poco tempo, i continui infortuni, alcuni anche decisivi, sono crollati all’ultimo posto della graduatoria dopo le battute d’arresto con Eretum Monterotondo, Team Nuova Florida, Città di Palombara e Montalto. Adesso i nerazzurri, senza se e senza ma, devono dare segnali di vita alla società in primis e poi ai tifosi per far capire che la Vecchia c’è e vuole rifarsi il prima possibile dalle brutte prestazioni e figuracce fatte finora. Adesso c’è da cambiare rotta, perché non è assolutamente ammissibile che la prima squadra della città stazioni in una posizione di classifica del genere. Riguardo i ministeriali dell’ex Giuntoli, reduci da quattro segni ics consecutivi, vogliono conquistare la vetta che dista solo una lunghezza.
«Sicuramente non sarà una partita semplice – continua il forte ventiseienne – visto il periodo che stiamo vivendo, quindi dovremo affrontare l’Astrea col coltello tra i denti. Per uscire da questo momento non serve il bel gioco, ma solo tanto orgoglio e determinazione. Riguardo la fiducia da parte di mister e società so che si aspettano molto da me, personalmente non è un momento facile a livello di rendimento in campo, ma sto lavorando con il massimo impegno e professionalità. Il mio obiettivo è quello di uscire il prima possibile da questa crisi». 
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

ASTREA DUE SPV S.R.L.

Avviso di cessione di crediti pro soluto ai sensi del combinato
disposto degli artt. 1 e 4 della Legge n. 130 del 30 aprile 1999 (la
Legge 130/99), dell'art. 58 del D.Lgs. n. 385 del 1 settembre 1993
(il Testo Unico Bancario) e degli articoli 13 e 14 del Regolamento
Europeo 2016/679 (anche GDPR)

(TX18AAB11019 )

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vecchia nel baratro

di MATTEO CECCACCI

Quarta sconfitta consecutiva, ultimo posto in classifica e tanta, tantissima amarezza. Così si può riassumere la partita di domenica scorsa disputata alla Cavaccia di Allumiere tra Civitavecchia Calcio 1920 e Montalto. Doveva essere la gara perfetta o meglio ancora lo scontro diretto utile per risalire la china, ma i calciatori nerazzurri che avrebbero dovuto giocare con il giusto piglio, tanta determinazione e col carattere da combattivi per dare segnali positivi ai tifosi, non sono riusciti a sfornare tra le mura amiche una prestazione convincente. Andando al match, mister Rocchetti senza capitan Boriello e bomber Manuel Vittorini schiera il 4-4-2 con Tomarelli tra i pali, in difesa Simmi e Fatarella centrali, a destra Bellumori e a sinistra Iacomelli, in mezzo al campo Befani, Mannozzi, Zagarella e Nuti dietro alle spalle della coppia d’attacco Miguel Vittorini e Lorenzo Serafini. Ad aprire le marcature sono i gialloblu del tecnico civitavecchiese Nicola Salipante, che al quarto d’ora di gioco vanno in vantaggio dagli undici metri con Rodriguez, dopo una trattenuta fallosa di Leo Bellumori ai danni del numero 10 montaltese. La Vecchia cerca di reagire e di costruire azioni di gioco per gonfiare la rete di Quattrotto con Mannozzi, in veste da capitano per la prima volta, e Nuti, ma il fraseggio risulta sbagliato e impreciso. Alla mezz’ora sono ancora gli ospiti a provarci con Rodriguez che colpisce il palo a porta completamente spalancata. Unica occasione locale risulta al 40’ con Zagarella che prova la girata vincente, ma termina fuori dai pali. Nella ripresa appare una Vecchia carica che cerca a tutti i costi il segno ics, sbaglia un rigore e il Montalto alla prima occasione sigla il definitivo 0-2 grazie a Fraschetti che da due passi appoggia il pallone in rete, ringraziando il compagno di reparto Cissè per l’ottimo assist. Ennesima sconfitta, quindi, per il Civitavecchia Calcio 1920 che crolla all’ultimo posto della classifica a quota sette punti all’attivo insieme al Villalba. Adesso la situazione è veramente critica, come la prossima partita che vedrà i tirrenici sfidare la seconda della classe Astrea. Il tecnico comunque non è assolutamente in discussione, ma è doveroso da parte della società prendere qualche decisione, soprattutto per il popolo civitavecchiese che vuole vedere un po’ di luce in fondo a quel tunnel: luce che in casa Civitavecchia manca ormai da più di un mese. Una vera e propria crisi inaspettata, ma d’altronde questo deve essere un anno di transizione. «Abbiamo toccato – spiega mister Rocchetti – il fondo dopo questo match. L’atteggiamento in campo non mi è piaciuto, ora bisogna reagire al più presto».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cpc2005 sugli scudi

Fine settimana sugli allori per le giovanili portuali, in cui si raccoglie una vetta momentanea, un secondo, un terzo e quarto posto.  
Secco il due a zero di sabato della Juniores U19 sull’Aranova, che gli vale il terzo posto in classifica, mentre straripano gli Allievi U17 regionali di Di Pietro sul campo del Time Sport Garbatella segnando ben cinque reti, con il concomitante pareggio del Palocco in casa, che gli permette di raggiungerla in vetta al girone a suon di reti. 
Gli Allievi U16 fascia B di Colapietro ne segnano tre in casa dell’Aurelia Antica, con la quarta posizione raggiunta. 
I Giovanissimi U15 provinciali pareggiano 0-0 in casa dell’Astrea, uscendo a testa alta  davanti a una delle formazioni candidate alla conquista del titolo, raccogliendo il momentaneo secondo posto del girone.  
Di Pietro alla quarta giornata porta i suoi a guardar tutti dall’alto. Pareggio casalingo del Palocco con lo Sporting Tanas che, complice la cinquina rifilata dai ragazzi U17 regionali di Di Pietro al  Garbatella, vale la momentanea vetta per la Cpc2005 in concomitanza del Palocco stesso. Gara senza storia già dal primo tempo con i portuali che dopo dieci minuti sono già sul due a zero, marcatore di entrambe le reti bomber  Fusini. 
La furia della Roja non si placa e Di Domenico fa tre poco dopo, con Buono che allo scadere della prima frazione porta i suoi sul quattro a zero. Non c’è gara e la Cpc2005 nella ripresa controlla, segnando  con Grossi la rete che vale la manita al Garbatella.
Colapietro con i suoi U16 fascia B dopo il pareggio beffa dell’esordio,  contro una delle contendenti al titolo, straripa in casa dell’Aurelia Antica rifilandogliene tre. Bomber Amato ne segna due già nella prima frazione, con Moretti che chiude la gara nella ripresa trasformando il calcio di rigore che si era procurato. Quarta posizione in cassaforte, la vetta è a soli due punti.
I Giovanissimi U15 provinciale di Midei dopo i sette gol dell’esordio sul malcapitato Atletico Ladispoli, giocano la seconda contro quell’Astrea candidata alla vittoria finale e capace di farne, a suo tempo, ben dieci al Palidoro all’esordio. Ne esce una buona gara dove i portuali non mostrano cedimenti e ottengono un buon punto a reti inviolate. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

ASTREA DUE SPV S.R.L.

Avviso di cessione di crediti pro soluto ai sensi del combinato
disposto degli artt. 1 e 4 della legge n. 130 del 30 aprile 1999 (la
Legge 130/99), dell'art. 58 del D.Lgs. n. 385 del 1 settembre 1993
(il Testo Unico Bancario) e degli articoli 13 e 14 del Regolamento
Europeo 2016/679 (anche GDPR)

(TX18AAB10534 )

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

ASTREA DUE SPV S.R.L.

Avviso di cessione di crediti pro soluto ai sensi del combinato
disposto degli artt. 1 e 4 della Legge n. 130 del 30 aprile 1999 (la
Legge 130/99), dell'art. 58 del D.Lgs. n. 385 del 1° settembre 1993
(il Testo Unico Bancario) e degli articoli 13 e 14 del Regolamento
Europeo 2016/679 (anche GDPR)

(TX18AAB10139 )

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###