Ladispoli, intensificati i controlli in vista del Ferragosto

LADISPOLI – Si avvicina la tanto attesa notte di Ferragosto e dall'amministrazione comunale arrivano le "istruzioni per l'uso" per trascorrere una serata all'insegna del divertimento, senza problemi per l'incolumità di tutti. Vietato accendere fuochi e falò sugli arenili, vietato portare materiale infiammabile di qualsiasi tipo e attrezzature che possano generare calore o dal quale possa genersarsi una fiamma. I trasgressori saranno ritenuti responsabili civilmente e penalmente degli eventuali danni che dovessero arrecare. «Il nostro litorale e il nostro mare – ha detto l'assessore alla sicurezza Amelia Mollica Graziano – sono il luogo ideale per passare la sera di Ferragosto. Faremo di tutto perché sia una festa sicura e le nostre spiagge non siano danneggiate».

L'Assessore ha inoltre annunciato, di concerto con l'assessore al demanio marittimo Pierpaolo Perretta che con l'arrivo del Ferragosto saranno intensificati i controlli da parte delle forze dell'ordine. «In questi giorni – ha proseguito Mollica – stiamo pianificando tutti gli interventi per creare le condizioni affinché questa ricorrenza sia un momento da vivere in allegria ma nella massima sicurezza. Vogliamo ricordare che,  in occasione del Ferragosto, su tutto il territorio di Ladispoli ed in particolare sul litorale, permangono i divieti assoluti di campeggio e accensione dei falò».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pampinella vince la Coppa Italia

È Tommaso Pampinella il nuovo campione d’Italia di Sup. Il pluripremiato atleta civitavecchiese continua quindi a mettere trofei e vittorie nel suo palmares. Dopo il terzo posto ottenuto domenica scorsa a Livorno si è concluso ufficialmente il Campionato Italiano di SUP Race FISW e Pampinella è potuto salire sul massimo gradino del podio. «Mi sentivo molto stanco essendo l’ultima delle 11 gare di campionato – spiega Pampinella – per questo è stata davvero dura, ma sono riuscito comunque a non mollare e a rimanere sempre tra le prime posizioni, il risultato finale mi ha permesso di portare a casa la vittoria della Coppa Italia 2018. E’ stato un campionato davvero duro e aperto fino all’ultima giornata e posso ritenermi più che soddisfatto del risultato ottenuto». Le gare si sono svolte a Livorno, Firenze, Taranto, Vasto, Milano, Anzio, Maccarese, Senigallia, Cecina, Noli e Antignano: «Sono stato costretto a saltare tre gare a causa degli impegni internazionale dell’Eurotour e per questo – prosegue Pampinella – è stato ancora più difficile portare a casa il titolo. Ci tengo a ringraziare i miei sponsor che mi hanno supportato durante il campionato, la Lni Civitavecchia per avermi dato la possibilità di allenarmi nelle migliori condizioni possibili e il mio club di appartenenza, l’ASD The Beach Club. Ora non resta che riposarmi qualche giorno per poi riprendere gli allenamenti e in vista degli assoluti a Riva del Garda l’1 e 2 settembre per poi prepararmi alla fase finale della stagione 2018». Complimenti a Pampinella da parte del vice presidente della Lni, Giovanni Spinelli: «Tommaso è un campione in correttezza, serietà e impegno. Siamo orgogliosi di averlo nel roster dei nostri tecnici perchè è un campione in acqua e nella vita ed è un buonissimo esempio per tutti. A lui i miei complimenti e quelli di tutto il nostro Circolo». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Guanto d’Oro'': Anna Lisa Brozzi esce ai quarti di finale

Il pugile elite prima serie Anna Lisa Brozzi della scuderia Santa Marinella Ring esce di scena ai quarti di finale del prestigioso ‘‘Guanto d’Oro’’ andato in scena di Rivisondoli: ad estrometterla dal torneo l’altra laziale Maria Cecchi. 
La Brozzi, accompagnata dai maestri Sebatiani e Mazzalupi, ha dato il massimo delle sue energie residue, tenendo conto che la grande attività svolta nella prima fase dell’anno della ragazza ha ridotto al lumicino la sua concentrazione, elemento  fondamentale per affrontare competizioni di alto livello come quella del ‘‘Guanto d’Oro’’. 
La Brozzi, da gennaio 2018 ad oggi, ha disputato sei combattimenti, vincendone cinque e pareggiandone uno; è inoltre diventata campionessa italiana ai campionati universitari svolti nel mese di maggio a Termoli. 
L’uscita dal ‘‘Guanto d’Oro’’ da parte della pupilla del team santamarinellese non mette in discussione neanche minimamente le sue qualità, ma dà la consapevolezza che nella categoria dei 54 kg la Brozzi è in buona compagnia: una classe ricca di giovani talenti dove per emergere bisogna dare sempre il massimo. Ora per la Brozzi un meritato riposo estivo, per poi riprendere a settembre con lo sguardo indirizzato verso l’ultimo e più importante torneo dell’anno: gli Assoluti femminili.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Tirreno corre forte e fa il pieno di successi

L’Atletica non si ferma, una stagione più calda del solito con un susseguirsi di gare da vivere sul campo e gare da gustare  sui media per le vicende vincenti degli azzurri U18 in terra magiara, dei mondiali U20 targati Finlandia e del grande appuntamento con gli Europei Assoluti di Berlino del prossimo 6 agosto. In tutto questo turbinio di campioni, in ogni casa dell’Atletica italiana scalpitano giovani  che hanno desiderio di emergere,  che si allenano  giorno dopo giorno e prendono consapevolezza di poter migliorare ancora molto. Il recente weekend di gare ha visto la pista di Rieti ospitare le categorie assolute per i campionati regionali individuali.
In pista con la categoria Allievi che si tuffa fra i ‘‘grandi’’ e sull’onda dell’entusiasmo portato in  campo da Andrew Howe con il 20”47 sul  200m che lo proietta a Berlino, i ragazzi bianco azzurri raccolgono parole di grande soddisfazioni da parte dei loro giovani allenatori Alessio Mangano  e Federico Ubaldi. Record personale per i tre dei 100 metri: Filippo Masoni 11”74, Ivan Abbondanza 12”01 e Christian Ceccarelli 12”06. Ivan si replica sui 200m, calando di mezzo secondo con il suo  24”91 che trova ad aprirgli la strada, il suo coach Federico Ubaldi con 24”14. Lorenzo Patanè con 1’00”83 sfiora il personale di pochi centesimi sui 400 ad ostacoli, dopo una gara fin troppo generosa che lo porta a forzare i passaggi intermedi  e che lascia intravedere ampi margini di miglioramento. Doppio giro di pista per Simone Silvestrini, 800 metri in 2’11”33 con una condotta di gara con ritmo regolarissimo utile a  sforbiciare il personal best  di ben 2’’ Doppia staffetta per i CR.:  la 4×100  di Ceccarelli, Abbondanza, Silvestrini e Masoni chiude con il nuovo record di 45”73 mentre per  la 4×400 Ceccarelli e Masoni  sono guidati dall’esperienza dei loro tecnici Lorenzo Patanè e Federico Ubaldi  e concludono in 3’39”25  la sfida con il cronometro,  che vale anche il titolo regionale.  A Latina nella prima giornata e a Roma nella seconda, il gruppo Master , nei campionati regionali individuali, risponde colpo su colpo e mette in cassa  l’oro e la maglia di campione  regionale sui 100m in 11”73 di Luca Forti che , nella stessa giornata coglie anche l’argento nei 400 metri, una distanza da lui poco praticata, con un soddisfacente 55”98;  sul gradino più alto del podio gli  fanno buona compagnia, Christian Panico M40, vincitore assoluto del salto in lungo con la misura di 5,38m e Giuseppe Passarelli che fa poker con i quattro ori per la gara di getto del  peso da 4Kg con la misura di 10,74 ; per il lancio del martello con 24,87m; per il giavellotto scagliato a 31,20m e per il martello con maniglia alla misura di 10,62m. A corolla della ricca  giornata, si aggiunge la  medaglia di bronzo nei 100m di Mauro Scherzo nella categoria M50 con  12”82.  «Un movimento vivo – commenta il presidente Claudio Ubaldi – che miscela  ironia ed esperienza dei Master con l’entusiasmo e la voglia di apprendere dei giovani atleti un sistema dove tutti quanti sudano, faticano uno accanto all’altro e gioiscono per le prestazioni realizzate, proprie e dei compagni di squadra».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Gaia Cantucci si laurea campionessa slovacca U20

Gaia Cantucci, atleta dell’Etruria Scherma Cerveteri, si laurea campionessa nazionale slovacca di fioretto femminile. La ragazza, in possesso della doppia cittadinanza italo-slovacca, si allena con la società etrusca e partecipa alle competizioni internazionali difendendo però i colori della Nazionale materna, che ha conquistato già la scorsa stagione vincendo il titolo Under 17.
Nei giorni 8, 9 e 10 giugno a Bratislava, la Cantucci si è confermata campionessa, stavolta nella categoria Under 20, proiettatandosi così verso un ottimistico futuro a soli 17 anni. 
Inoltre, nelle stesse giornate, si è aggiudicata il 3° posto nella gara individuale e il titolo di campionessa nella prova a squadre, addirittura nella categoria Assoluti, insieme alle compagne del suo secondo club di allenamento a Bratislava.
«Quest’anno – spiega la maestra del club cerite Marcela Lessova – abbiamo ottenuto dei risultati inaspettati; sapevamo di avere ottime possibilità, ma non avremmo immaginato di conquistare tanti podi sia in Italia che all’estero. Abbiamo un vicecampione italiano di sciabola Under 14, un campione regionale Lazio di fioretto, una campionessa nazionale Slovacca che fra l’altro la prossima stagione prenderà parte alle prove di qualificazione per la Coppa del Mondo. Più una serie di ottimi piazzamenti con altri atleti in tutte le competizioni a cui abbiamo partecipato». 
Una nota di merito per il fiorettista Francesco Merlino, il campione regionale Lazio Under 14 che nei giorni 23 e 24 giugno ha preso parte all’importante competizione internazionale ‘‘La Maratona di Fioretto di Parigi’’.
Merlino si è posizionato in 32esima posizione su ben 120 bambini provenienti da tutto il mondo: dopo i gironi era 14° in classifica, con 12 assalti vinti su 15 disputati, poi negli scontri diretti si è dovuto arrendere ad un inglese con un po’ più di esperienza internazionale.
A conferma degli ottimi risultati dell’Etruria Scherma Cerveteri, la classifica annuale stilata dalla Federazione Italiana, che vede il club al 51° posto su 284 in Italia, ben sopra a società storiche e più blasonate.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

L’As Gin marchia a fuoco gli Assoluti

L’As Gin continua a brillare. Con grande soddisfazione e gioia del presidente Pierluigi Miranda e di tutto il suo staff i portacolori della società civitavecchiese di ginnastica artistica continuano a vincere e a convincere. Questa volta i ginnasti civitavecchiesi hanno sbaragliato la concorrenza ai Campionati Italiani Assoluti individuali che si sono svolti a Riccione. Medaglia d’oro per Marco Lodadio che ha stravinto agli anelli e ha conquistato il massimo gradino del podio per il terzo anno consecutivo; tris di medaglia per Andrea Russo: argento nell’all around, bronzo agli anelli e bronzo alla sbarra; bronzo per Gian Maria Tosti e nel femminile bronzo per Manila Esposito nel Criterium dei Giovani. Ad un passo dal podio, invece, Giulia Cotroneo, quarta al corpo libero; tredicesimo posto per Giulia Bencini. «Russo ha meritato il secondo posto – spiega mister Gigi Rocchini – era un po’ stanco ma ha dimostrato quanto vale confermandosi ai massimi livelli italiani e riguadagnando un podio dopo l’assenza dell’anno scorso per infortunio. Domenica ha proseguito conquistando altre medaglie di spessore nelle gare di specialità, peccato solo per la medaglia mancata alle parallele. Russo si presenterà alla possibile convocazione agli Europei in una condizione ed una situazione importante. Per quanto riguarda Lodadio lui ha confermato di essere il numero uno in Italia agli anelli. Benissimo Tosti che ha portato a casa la medaglia di bronzo nel Criterium, risultato che conferma la sua crescita; Tiziano Perni poi si sta lanciando per la prima volta ad alti livelli. Il gruppo sta dando buoni risultati». 
Orgogliosa delle presrazioni del Team As Gin agli Assoluti coach Camilla Ugolini: «Questi sono stati i primi Assoluti sia per Giulia Cotroneo che per Giulia Bencini. Entrambe hanno molto sentito la gara e hanno ben figurato. Bencini ha fatto bene a corpo libero e a volteggio, ma purtroppo ha compiuto due errori a parallele e a trave chiudendo quindi al 12° posto. Come sempre lineare e pulita Giulia Cotroneo che ha conquistato il pass per la finale di domenica nel corpo libero e ha sfiorato il colpaccio: ha infatti chiuso al quarto posto mancando il podio di poco. Va benissimo così, è stato un buon risultato. Anche Manila Esposito ha avuto una prestazione soddisfacente, grazie alla medaglia di bronzo nel Criterium. Bravissimi i nostri atleti anche nel maschile. Questi campionati ci hanno visto completamente protagonisti sia nel maschile che nel femminile. Siamo molto contenti».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Lucrezia Adamo è campionessa d'Italia

C´è anche una civitavecchiese nella squadra femminile Campione d´Italia: finale di stagione con il botto per Lucrezia Adamo che, a Modena, vince lo scudetto con la Studentesca Milardi di Rieti, ai Campionati Italiani Assoluti di Società. (SEGUE) 

IL COMMENTO – Una soddisfazione notevole anche per il suo allenatore, Claudio Ubaldi della Tirreno Atletica Civitavecchia: «Sicuramente una valida esperienza, sia sotto il profilo tecnico che emozionale. Il 18’08’’38 sui 5mila metri la pone in vetta alle graduatorie stagionali di categoria sulla distanza e la proietta nella categoria juniores del prossimo anno come una sicura protagonista. Emotivamente – ha spiegato Ubaldi  – coinvolta da violente scariche di adrenalina alla notizia della vittoria per solo mezzo punto sulla squadra campione d´ Italia uscente, la Bracco Atletica. La ragazza è approdata al Moretti – Della Marta dopo aver partecipato ai Giochi sportivi studenteschi organizzati ogni anno dalla Tirreno; il percorso di Lucrezia – ha concluso Ubaldi – è un esempio di come la sinergia tra le diverse componenti umane e tecniche che gravitano intorno all´impianto possano generare riscontri positivi e portare un atleta a giocarsi il titolo italiano di società con un sodalizio sportivo, quello di Rieti, che non ha eguali in Italia». (Agg. 28/06 ore 18,50 SEGUE) 

LA GARA – Otto giorni di straordinaria intensità agonistica per Lucrezia, allieva del 2001 che, dopo aver vinto il bronzo la scorsa settimana sui 3mila metri ai campionati italiani individuali di categoria pensava di aver chiuso la prima parte della stagione agonistica outdoor ed invece in settimana è stata convocata a sorpresa con ‘‘i grandi’’ per partecipare ai Campionati Italiani Assoluti di Modena dove, l´Atletica Studentesca Andrea Milardi di Rieti, ha conquistato un successo storico vincendo lo scudetto sia con la squadra femminile che con quella maschile. Con la squadra femminile, trattandosi del campionato di società assoluto, Lucrezia ha esordito sulla, inedita per lei, distanza dei 5mila metri dove, con i suoi 17 anni, era l´atleta più piccola sulla start line, il decimo posto finale con un convincente 18´08»38, è stato il suo valido contributo alla vittoria finale.  È un successo importante perché è la prima volta che un´atleta civitavecchiese fa parte della squadra che vince il campionato italiano assoluto di società di atletica leggera ma soprattutto un´esperienza emozionante per Lucrezia che si è trovata gomito a gomito con atlete più grandi, alcune delle quali hanno partecipato a Campionati Mondiali, Europei o alle Olimpiadi. (Agg. 28/06 ore 19,34) 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Adamo è campione d’Italia

C´è anche una civitavecchiese nella squadra femminile Campione d´Italia: finale di stagione con il botto per Lucrezia Adamo che, a Modena, vince lo scudetto con la Studentesca Milardi di Rieti, ai Campionati Italiani Assoluti di Società. (SEGUE) 

IL COMMENTO – Una soddisfazione notevole anche per il suo allenatore, Claudio Ubaldi della Tirreno Atletica Civitavecchia: «Sicuramente una valida esperienza, sia sotto il profilo tecnico che emozionale. Il 18’08’’38 sui 5mila metri la pone in vetta alle graduatorie stagionali di categoria sulla distanza e la proietta nella categoria juniores del prossimo anno come una sicura protagonista. Emotivamente – ha spiegato Ubaldi  – coinvolta da violente scariche di adrenalina alla notizia della vittoria per solo mezzo punto sulla squadra campione d´ Italia uscente, la Bracco Atletica. La ragazza è approdata al Moretti – Della Marta dopo aver partecipato ai Giochi sportivi studenteschi organizzati ogni anno dalla Tirreno; il percorso di Lucrezia – ha concluso Ubaldi – è un esempio di come la sinergia tra le diverse componenti umane e tecniche che gravitano intorno all´impianto possano generare riscontri positivi e portare un atleta a giocarsi il titolo italiano di società con un sodalizio sportivo, quello di Rieti, che non ha eguali in Italia». (Agg. 28/06 ore 18,50 SEGUE) 

LA GARA – Otto giorni di straordinaria intensità agonistica per Lucrezia, allieva del 2001 che, dopo aver vinto il bronzo la scorsa settimana sui 3mila metri ai campionati italiani individuali di categoria pensava di aver chiuso la prima parte della stagione agonistica outdoor ed invece in settimana è stata convocata a sorpresa con ‘‘i grandi’’ per partecipare ai Campionati Italiani Assoluti di Modena dove, l´Atletica Studentesca Andrea Milardi di Rieti, ha conquistato un successo storico vincendo lo scudetto sia con la squadra femminile che con quella maschile. Con la squadra femminile, trattandosi del campionato di società assoluto, Lucrezia ha esordito sulla, inedita per lei, distanza dei 5mila metri dove, con i suoi 17 anni, era l´atleta più piccola sulla start line, il decimo posto finale con un convincente 18´08»38, è stato il suo valido contributo alla vittoria finale.  È un successo importante perché è la prima volta che un´atleta civitavecchiese fa parte della squadra che vince il campionato italiano assoluto di società di atletica leggera ma soprattutto un´esperienza emozionante per Lucrezia che si è trovata gomito a gomito con atlete più grandi, alcune delle quali hanno partecipato a Campionati Mondiali, Europei o alle Olimpiadi. (Agg. 28/06 ore 19,34) 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Camboni, Evangelisti e Fanciulli dominatori assoluti del Mediterraneo

Strepitosi civitavecchiesi signori del windsurf. Ai Giochi del Mediterraneo prestazioni eccelse messe a segno nel Windsurf (classe Rs:X Olimpica) dai civitavecchiesi Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre e testimonial Unicef), Matteo Evangelisti e Veronica Fanciulli (GS Aeronautica Militare): dopo le regate di questi giorni Camboni è primo, secondo Evangelisti e quinta la Fanciulli. Nelle due prove di ieri Camboni ha chiuso due volte primo e Evangelisti due volte secondo. Grande Veronica Fanciulli che nella prima regata ha chiuso al secondo posto e nella seconda regata addirittura prima assoluta e ora è sempre quinta ma con il podio a soli 7 punti di distanza. In una competizione così importante dove partecipano solo i migliori atleti a rappresentare le proprie nazioni raggiungere questi risultati è davvero una grande impresa che dà lustro allo sport azzurro e alla nostra città. La vela e quindi il windsurf è tra gli sport facenti parte della grande competizione sportiva dei Giochi del Mediterraneo che si stanno svolgendo a Tarragona in Spagna e che si concluderanno con la medal race che si svolgerà venerdì 29 giugno; per il team Italia a rappresentare tutta la vela ci sono solo 8 atleti, tre dei quali civitavecchiesi. Nel femminile l’azzurra Flavia Tartaglini rincorre l'oro e con lei la nostra Veronica Fanciulli, talento giovane classe ’94 (oro mondiale e argento olimpico youth) che gareggiando oggi in medal può raggiungere uno dei gradini del podio. Per la squadra maschile Mattia Camboni è il faro della squadra della classe RS:X. Proprio Camboni è il bronzo europeo e a Tarragona sta dando il massimo. Da rilevare le eccellenti prestazioni del giovane Matteo Evangelisti (classe ’98), il ragazzo nonostante la giovane età ha già fatto un ottimo cammino fin qui e anche a Tarragona e riuscito a mettere sotto botta anche gli atleti più esperti. Nella prima giornata sono andati bene sia Mattia Camboni che Matteo Evangelisti nell’unica prova della classe RS:X maschile: i due hanno chiuso rispettivamente al terzo e al quarto posto, in scia al francese Louis Giard campione d’Europa in carica; ottimo secondo posto per Veronica Fanciulli dietro alla spagnola Blanca Maria Manchon Dominguez. Nella seconda giornata si sono svolte tre regate. Straordinaria doppietta italiana nella regata 2: Matteo Evangelisti ha preceduto Mattia Camboni; nella terza regata dominio assoluto di Mattia Camboni e quarto posto per Matteo Evangelisti. Nella regata 4 secondo posto di Mattia Camboni e settimo posto per Matteo  Evangelisti. Al termine della giornata quindi Camboni era secondo in classifica, mentre Evangelisti era quarto. Nella stessa giornata nell'Rs:X femminile settimo e sesto posto per Veronica Fanciulli e quindi in classifica generale Tartaglini era seconda, mentre Fanciulli era quinta. Nella terza giornata Matteo Evangelisti ha brillato con un secondo e un primo posto, risultati che gli hanno consentito di salire al terzo posto della classifica generale con 12 punti, ad una lunghezza dal compagno Mattia Camboni, che è rimasto secondo grazie ad un quarto e un terzo posto. Nel femminile al termine delle regate l'azzurra Flavia Tartaglini era terza, mentre Veronica Fanciulli è rimasta saldamente al quinto posto dopo un buon terzo posto seguito da un ottavo e un settimo. Martedì si è osservato un giorno di riposo. Ieri (27 giugno) nel femminile le regate svoltesi non hanno cambiato la classifica con la Tartaglini terza e la Fanciulli quinta. Oggi eccezionali risultati nel maschile: doppietta di Mattia Camboni e Matteo Evangelisti nelle due regate quindi Camboni è primo in classifica generale mentre Evangelisti è secondo. Oggi si svolgeranno invece le ultime due prove prima della medal race di venerdì.  (Rom. Mos.)

 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###