Cordella in cerca di un nuovo incarico

CIVITAVECCHIA – Era nell’aria già da qualche mese. Ed il suo ‘‘guardarsi intorno’’ si è concretizzato nei giorni scorsi. Il segretario generale del Pincio, Caterina Cordella, ha infatti inviato una lettera alla nuova amministrazione di Anzio, dicendosi disponibile a ricoprire lo stesso incarico in quel comune. Evidentemente la poltrona del Pincio inizia a starle un po’ stretta, o meglio scomoda. I continui dissapori con i rappresentanti sindacali e con i dipendenti stessi,  i problemi della macchina comunale e, in ultimo, le segnalazioni sul suo operato e gli incarichi attribuiti arrivati fino all’Anac potrebbero averla spinta, infatti, a tentare la strada già battuta da altri dirigenti articolo 110, nominati proprio dal sindaco Cozzolino ad inizio mandato. Pierluigi Carugno, trasferitosi ad Acquasanta Terme, e poi il responsabile dei Servizi Finanziari Riccardo Rapalli, arrivato primo nella graduatoria finale per la selezione pubblica di un dirigente di area economico finanziaria presso il comune di Marino. In questo caso però il bando è stato ritirato e Rapalli ancora siede al Pincio. Per Cordella la situazione è differente, si tratta del segretario generale, figura di riferimento e di fiducia per un sindaco e per la sua amministrazione. E la sua posizione è finita all’Anac alla quale ha scritto il capogruppo de la Svolta Massimiliano Grasso, sottolineando una illegittima attribuzione degli incarichi. Secondo il consigliere Cordella non potrebbe rivestire, ad esempio, il ruolo di Responsabile della Prevenzione della Corruzione e quello di responsabile dell’Ufficio Procedimenti Disciplinari, e ci sarebbe inoltre un conflitto di interessi con la direzione dell’Ufficio Contratti. Nessuna irregolarità, secondo il Sindaco, che ha confermato le proprie scelte, nell’ottica di un efficientamento della macchina amministrativa. Ma a poco meno di un anno dalla scadenza del mandato, in vista delle prossime elezioni, il segretario generale guarda già oltre e cerca un nuovo ufficio.   

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Stefanini, addio con testamento

di ALESSIO ALESSI

Dopo sei stagioni da capitano e 22 anni da giocatore dell’Asp, Patrizio Stefanini lascia la società di Civitavecchia per approdare alla Rim Cerveteri in Prima Divisione.
«La scelta più che personale – spiega l’esperto schiacciatore – è stata funzionale alla squadra. Qualche anno fa la società mi chiese di sposare un nuovo progetto che prevedeva la crescita dei ragazzi del vivaio e il mio ruolo sarebbe stato quello di chioccia; accettai volentieri. Ora credo sia finito quel percorso e la mia figura non ha più senso all’interno dello spogliatoio. Per me, comunque, l’addio vero alla pallavolo è arrivato quando anni fa quasi tutti i miei compagni andarono via; lì si chiuse un cerchio. Lasciare dopo 22 anni è come cambiare casa, anche mia madre giocò nell’Asp, è una sorta di tradizione di famiglia; è ovvio ci sia un po’ di tristezza. Ora vado a Cerveteri, dove trovo il mio amico Davide Menegatto, col quale ci eravamo promessi di giocare almeno una stagione insieme prima di smettere».
Due parole, infine, sul suo possibile successore nel ruolo di capitano: «Chiunque prenderà la fascia, dovrà farlo con serietà e senso di responsabilità, nel rispetto della storia di questa società. Io la vedrei bene al braccio di Mancini o Brunelli».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sprar, arriva il bando

CIVITAVECCHIA – È stato pubblicato oggi sul sito della Città Metropolitana di Roma il bando di gara relativo alla gestione dei servizi di accoglienza, integrazione e tutela rivolti ai Raru ossia ai richiedenti asilo, rifugiati e umanitari, nell’ambito del progetto territoriale aderente al sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati. In sintesi è arrivato il tanto commentato bando Sprar.

Il costo totale del progetto che vale per tre anni sarà di  oltre tre milioni di euro di cui 153'909,04 euro saranno messi dal comune di Civitavecchia sotto forma esclusiva di servizi.

La società o cooperativa che risponderà al bando dovrà farsi carico della gestione e accoglienza dei servizi avendo la disponibilità di 65 posti (questo il numero degli ospitati), a decorrere della data di aggiudicazione.

Le domande dovranno arrivare entro le 12 dell’undici settembre.  Il giorno dopo ci sarà invece l’apertura delle buste.

Nella scelta del progetto saranno fondamentali la descrizione della proposta progettuale e dei servizi garantiti, l’organizzazione del personale impiegato nella realizzazione del progetto, le attività di sensibilizzazione del territorio e le strutture di accoglienza. La società che vincerà il bando sarà del settore e avrà un fatturato passato importante, pari al doppio del valore della gara. Pena l’esclusione.

Nei pareri della commissione che aggiudicherà il bando, oltre all’offerta economica (risulterà vincitrice quella economicamente più vantaggiosa), sarà fondamentale la presenza di progetti di mediazione linguistico-culturale, l’insegnamento della lingua italiana, la formazione e riqualificazione professionale, l’inserimento sociale e anche scolastico per i minori.

Il bando lascerà sicuramente degli strascichi politici con la maggioranza di governo nazionale formata da Lega e Movimento Cinque Stelle che sembra intenzionata a ridimensionare questi interventi. A livello cittadino, invece, lo Sprar ha già realizzato un solco tra Lega,  che si oppone al progetto, e Movimento Cinque Stelle, oggi alla guida della città e promotore dello stesso.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Allarme bomba al porto, denunciato un nigeriano

CIVITQVECCHIA – È stato denunciato per procurato allarme il trentenne nigeriano che ieri mattina ha abbandonato un grosso trolley fuori il comando della Capitaneria di porto. L’uomo era sbarcato dal traghetto proveniente da Cagliari,; dopo essere sceso da uno shuttle bus aveva deciso di abbandonare la valigia sul marciapiede e andare via. Una volta arrivato alla stazione è salito su un treno diretto a Roma, è sceso a Termini ed è stato trovato nella tarda serata in un albergo della Capitale. 

Gli uomini della Polizia di frontiera, coordinati dal sostituto procuratore Delio Spagnolo, hanno messo in atto una capillare attività di indagine fatta di riscontri, controlli incrociati, verifiche sulle carte di imbarco, fino ad arrivare al nome del ragazzo. Rintracciato ha ammesso le sue responsabilità ed è stato denunciato. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Dalla maggioranza un silenzio assordante''

TARQUINIA – Anche il consigliere comunale d’opposizione in quota Pd Sandro Celli commenta il recente intervento del consigliere comunale Gianni Moscherini del ‘‘Cantiere della nuova politica’’. 
«Il silenzio assordante della maggioranza, – afferma Celli – dopo le abituali farneticazioni di Moscherini, che, ormai senza freni, individua i problemi della città nei dipendenti e dirigenti del Comune e li minaccia di epurazione, sono un chiaro segnale di ciò che sta accadendo. Parte della maggioranza non è stata ancora avvisata ma prenda atto che il loro timoniere è ormai Moscherini. L’amministrazione, ormai allo sbando, ha di fatto abdicato le sue funzioni proprio a colui che aveva additato come pericolo pubblico per la città, chiedendo consensi a difesa del nostro territorio da questo personaggio. Il quale ha già anche deciso che il ruolo migliore, per una gestione incondizionata, sarà quello di “Super manager con il controllo su tutta la macchina amministrativa”. In pratica una sorta di sindaco ombra o di commissario. L’ormai ex consigliere di minoranza, di fatto è già operativo tanto che, non solo annuncia le decisioni dell’amministrazione e minaccia epurazioni, ma bacchetta addirittura gli altri consiglieri di maggioranza. Oramai il dibattito politico esclude la maggioranza e si impernia solo su Moscherini. L’opposizione, quella reale, invece, risponde e critica solo le sue scelte da Sindaco ombra. In questo paradosso, il ruolo di quella che dovrebbe essere la maggioranza è impalpabile». «Ormai – accusa il democrat – è messa all’angolo, silente e frastornata come un pugile alle corde. Non riesce neanche, come doveroso, a difendere i suoi dipendenti dagli attacchi vergognosi di Moscherini per paura di contrariarlo. Eppure ci sono giovani consiglieri che ci hanno messo la faccia pensando di poter lavorare ed impegnarsi per la propria città. Ma ora vengono inevitabilmente coinvolti in questa situazione grottesca fatta di strani giochetti decisi da pochi e utili solo ad uso e consumo degli interessi di questi. Abbiate uno scatto d’orgoglio. La vostra dignità personale e politica non può permettere tutto ciò. Per quanto riguarda poi le dichiarazioni bugiarde e prive di qualsiasi contenuto del neo Sindaco ombra  Moscherini come le sue battute stantie e gli annunci elettorali su progetti irrealizzabili, non sono altro che la trama di un film già visto a Civitavecchia dove i cittadini lo hanno sonoramente bocciato al primo mandato». «Certo, – aggiunge Celli – potrei dirgli che il capitolato per il bando di gara della raccolta dei rifiuti non solo è già stato elaborato ma è stato anche approvato in consiglio comunale; potrei dirgli che la tariffa sui rifiuti negli ultimi 5 anni della nostra amministrazione è stata costantemente in calo mentre il bel regalo ai cittadini dell’aumento della bolletta è arrivato al primo piano finanziario gestito da loro; potrei spiegargli che a differenza della città da lui amministrata Tarquinia era una delle città più pulite d’Italia; potrei ricordargli che ho spiegato perché per San Giorgio la legge 28/80 è una soluzione sbagliata mentre lui non ha ancora risposto sul come farà a sospendere le demolizioni dopo averlo pomposamente promesso; potrei dirgli che al termine della sua fallimentare esperienza da amministratore pubblico come Sindaco di Civitavecchia le aziende municipalizzate contavano milioni di euro di debiti, ed il Comune in enorme sofferenza finanziaria dopo spese ed investimenti che i civitavecchiesi hanno dimostrato chiaramente di non aver gradito; potrei dirgli tanto altro ma so che è inutile perché di tutto ciò non gli importa nulla. D’altronde per lui il fatto che i cittadini non lo abbiano voluto Sindaco è solo un dettaglio insignificante, l’obiettivo è arrivare in ogni modo a gestire le scelte su Tarquinia e se per arrivarci deve entrare dalla finestra, chi se ne frega della coerenza politica».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vaccini: scoppia la polemica nel M5S

ROMA – Scoppia la polemica sul tema vaccini all’interno del Movimento Cinque Stelle laziale. Ad innescarla un post del consigliere regionale, collega di Devid Porrello, Stefano Barillari. Nel post Barillari teorizzava la supremazia della politica sulla scienza, giustificando così il dubbio sulla validità dei vaccini.

“Allora ve lo dico chiaramente – dice Barillari -. La politica viene prima della scienza. I politici devono ascoltare la scienza, collaborare, non farsi ordinare dalla scienza cosa è giusto e cosa è sbagliato, accettando le parole della scienza mainstream come dogmi religiosi. Perché la scienza DEVE ESSERE DEMOCRATICA, e quindi deve ascoltare tutti… compresi ricercatori e scienziati, che con dati alla mano, contestano il dogma ufficiale”.

Sul tema naturalmente sono intervenuti politici di ogni schieramento e lo stesso post è stato commentato e criticato da centinaia di migliaia di persone.

Alla fine è arrivato il distinguo del Movimento Cinque Stelle regionale sul tema: “Il Movimento 5 Stelle prende totalmente le distanze dalle dichiarazioni del consigliere regionale del Lazio Davide Barillari – ha scritto il Movimento in un comunicato stampa. – La linea del Movimento sui vaccini è quella messa nero su bianco nel contratto di governo votato dagli iscritti e portata avanti dal ministro della Salute Giulia Grillo”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Marinella, è morto Alessio Barletta

SANTA MARINELLA – Se n’è andato oggi, all’età di 40 anni, Alessio Barletta, un giovane molto conosciuto in città per il suo impegno politico oltre che per la sua passione calcistica. Il ragazzo, per un improvviso malore accadutogli in casa, non ha avuto il tempo di essere trasportato all’ospedale dopo l’intervento a domicilio del medico di servizio della guardia medica estiva. Il dottor Barbazza, infatti, gli ha subito praticato il massaggio cardiaco, ma nonostante l’impegno dei sanitari della Misericordia, per lui non c’è stato nulla da fare.

E’ stato trasportato a Roma presso il reparto di medicina legale per l’autopsia. Molto probabilmente i funerali si terranno lunedì. Centinaia di messaggi di cordoglio giunti ai genitori.

A ricordarlo sono stati moltissimi amici. «Ci sono persone che per il loro modo di fare schietto e sincero, riescono a entrarti nel cuore e a non uscirne più – dice su facebook il suo amico Emiliano Farascioni – e Alessio è sicuramente uno di loro. Sono tante le cose che vorrei scrivere ma la tua assenza, così precoce e inaspettata, mi lascia senza parole. Sei una di quelle persone a cui ho voluto, voglio e vorrò sempre bene. Una di quelle persone che valeva la pena conoscere e frequentare». «Queste  sono notizie che uno non vorrebbe mai ricevere – afferma Antonhy Lenzo –  alle partite spesso arrivavi in ritardo per motivi di lavoro. A questa che non dovevi neanche andare, sei arrivato puntuale. Voglio ricordarti così, insieme al tuo Torino di cui eri tifosissimo.  Nell’AIA di Civitavecchia è leggenda la nostra competizione. Per anni abbiamo gareggiato a chi faceva più partite. Per poi prendere il premio a fine stagione. Tre volte facemmo la centesima. E lo ammetto, uno dei premi era tuo. Mi avevi battuto ma avevano premiato me. Tutti quei premi erano anche merito tuo e di cui ti ringrazio ancora. Eri fortissimo e mi mancherai parecchio. Sei leggenda come il Grande Torino».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Bracciano, gli nega i soldi per la droga: 22enne in manette

CAMPAGNANO ROMANO –  Rientra in casa e chiede al padre i soldi per acquistare qualche dose di droga, ma al no del genitore lo aggredisce con un bastone. E' successo giovedì sera a Campagnano Romano. Ad allertare i Carabinieri della Compagnia di Bracciano è stata proprio la vittima. I militari una volta sul posto hanno bloccato il ragazzo, 22 anni di origine srilankese, e soccorso la vittima poi trasportata al Pronto Soccorso del San Filippo Neri a Roma, dove è stato medicato per un trauma cranico e una ferita lacero-contusa alla testa, guaribili in 7 giorni. Dagli accertamenti dei Carabinieri è emerso che analoghi episodi violenti andavano avanti da almeno tre settimane, durante le quali, il 22enne era arrivato al punto di rubare e rivendere smartphone e tablet dei genitori, per ottenere denaro. Il ragazzo è stato portato in carcere a Rebibbia.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sospeso Palozzi, alla Pisana entrerà Roberta Angelilli

ROMA -E' arrivato alla Pisana il decreto del Governo che sancisce la sospensione di Adriano Palozzi da consigliere regionale. L'esponente di Forza Italia, da un mese e mezzo agli arresti domiciliari per il suo coinvolgimento nell'indagine della procura di Roma sullo stadio della Roma, sara' sostituito (per il momento) da Roberta Angelilli, prima dei non eletti nella lista di Forza Italia relativa alla circoscrizione della Provincia di Roma. L'aula del Consiglio regionale dovrebbe ratificare l'avvicendamento (insieme alla proclamazione degli eletti) nella seduta in programma martedi' prossimo.
Palozzi e' anche uno dei due vicepresidente del Consiglio (l'altro e' il grillino Devid Porrello) ma in questo caso non c'e' un automatismo rispetto alla sua sostituzione. Lo statuto della Regione Lazio (articolo 20 comma 5) recita cosi': "I
componenti l'Ufficio di presidenza restano in carica per l'intera legislatura, salvo i casi di dimissioni o di grave impedimento".
Dalla valutazione della condizione di "grave impedimento" rispetto alla situazione nella quale si trova Palozzi dipendera' la permanenza o meno dell'ex sindaco di Marino sulla poltrona di vicepresidente del Consiglio. (Fonte agenzia Dire).

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Air Show, a lavoro per il 2019''

LADISPOLI – “Non vedevamo l'ora di vedere il cielo di Ladispoli colorarsi con il tricolore più grande del mondo e finalmente il momento tanto atteso è arrivato.  Lo spettacolo offerto dalla Pattuglia Acrobatica Nazionale Frecce Tricolori e dagli altri velivoli che hanno completato l'Air Show 2018 è stato qualcosa di indimenticabile. Non potevamo farci un regalo più bello in occasione dell'anniversario dei 130 dalla nascita della nostra città”.

Il commento è del sindaco Alessandro Grando che, alla luce dello strepitoso successo ottenuto dall’esibizione delle Frecce Tricolori, ha colto l’occasione per annunciare importanti novità.

“L'organizzazione è stata impeccabile, i tanti mesi di lavoro preparatorio hanno dato i frutti sperati, andando al di sopra di ogni più rosea aspettativa.

Nella giornata di domenica – prosegue Grando – Ladispoli ha ospitato sul lungomare più di cento mila persone ma, nonostante questo numero straordinario, non ci sono stati problemi di nessun genere. La presenza massiccia delle Forze dell'Ordine, sia in mare che a terra, e la preziosa collaborazione di Polizia locale, Protezione civile, Croce Rossa, Ribomar, Assobalneari e Associazioni di volontariato ha fatto si che tutto andasse per il verso giusto. L'Ufficio Cultura, Sport e Turismo, capitanato dall'assessore Marco Milani, ha saputo coordinare perfettamente tutta la manifestazione, anche grazie al prezioso ausilio dalla delegata Annalisa Burattini. La Pro Loco del Presidente Claudio Nardocci, invece, ha gestito egregiamente l'aspetto legato alle esposizioni e agli intrattenimenti musicali.

In qualità di Sindaco ed a nome di tutta l’ammnistrazione comunale, rivolgo un ringraziamento speciale all'Aeronautica Militare per averci regalato  una gioia che resterà scolpita per sempre nella memoria di tutti i cittadini di Ladispoli.

Insomma, la due giorni dedicata alle Frecce Tricolori è stata un successo epocale e noi stiamo già pensando di candidarci per il 2019! Un grande ringraziamento, per aver collaborato e reso possibile il Ladispoli Air Show 2018, a:

 

FORZE DELL'ORDINE

Aeronautica Militare -Prefetto di Roma – Questore di Roma – Guardia di Finanza – Polizia di Stato – Dirigente Polizia di Stato Dott. Regna – Polizia Stradale – Polfer – Carabinieri – Polizia a cavallo – Capitaneria di Porto – Polizia Locale

TEAM PROTAGONISTI DEL “LADISPOLI AIR SHOW 2018”

Pattuglia Acrobatica Nazionale Frecce Tricolori – Equipaggio HH139 AM – 4° Stormo Caccia – PITTS SPECIAL di Angelo Zito – Team Infinity – Team Fly Roma – TEAM R44: Pasquale Cerroni, Fabio Falasca – Marco Boni, Aldo De Chirico 

ASSOCIAZIONI

Protezione Civile Ladispoli – Protezione Civile La Fenice – Protezione Civile Santa Marinella – Croce Rossa Italiana – Associazione Fare Ambiente – Associazione Nogra – Dolphin Nucleo Sommozzatori – Associazione Nucleo Subacqueo Cerveteri – Associazione Nucleo Sommozzatori Santa Marinella – Circolo nautico Guglielmo Marconi

CONITA

Associazionzione Nazionale Polizia di Stato – Associazione Volontari per Ladispoli – Ribomar – Assobalneari – Associazione Solidarietà Sociale – Associazione Nazionale Vigilanza Aeronautica Militare 

COLLABORAZIONI

Istituto alberghiero ISIS Di Vittorio – La Posta Vecchia – Bar Malecon – Consorzio Prosecco DOC – Fam. Ribaudo – Andrea Sanminiatelli – Nicoletta Odescalchi

MAIN SPONSOR

Tutela legale S.p.a. – M.A. Supermercati – Piazza Grande – Fastweb – Enel – CIR Food – Trenitalia 

STAFF ORGANIZATIVO

Marco Milani – Annalisa Burattini – Pro loco Ladispoli – Aeroclub Ali Maremma – Prima Aviation – Filippo Marra – Filippo Moretti – Elisabetta Giustini – Giovanni Zucconi – Miska Morelli – Giuliana Mariani – Gionatan L'epee – Marina Panunzi – Osvalda Salvati – Rita Peirani

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###