''Trasversale, Lega e Cinque stelle si esprimano''m

TARQUINIA – Grande successo di pubblico per il convegno organizzato dal Rotaract nella sala consiliare del Comune di Tarquinia. 
Il giovane presidente Federico Ricci ha introdotto insieme al delegato giovani del Rotary club Antonio Maria Carlevaro il tema della Civitavecchia-Orte, commentando lo stato dei lavori e le prospettive di questa importante arteria.  
Tutti i relatori hanno puntato il dito contro il governo targato Lega-Cinque Stelle, reo di non essersi espresso su questo tema. 
«È assordante infatti il silenzio della Lega e dei grillini locali» che non si sono pronunciati sul completamento, attualmente sospeso da un giudizio del Tar che arriverà solo a dicembre. «Grazie agli organizzatori per questo evento – ha commentato il deputato Alessandro Battilocchio -. È una vicenda annosa iniziata nel ‘75. Sono due generazioni che si attende questa opera. Quasi si potrebbe dire che la Muraglia cinese è stata un’opera più veloce. Doveva essere un volano per il territorio. Non solo per commercio e turismo, ma anche per sicurezza stradale sarebbe necessario finirla velocemente. Noi incalzeremo il governo continuamente per velocizzare il completamento di questa arteria fondamentale per tutto il territorio». 
Il deputato di FdI Mauro Rotelli che è intervenuto anche nell’aula di Montecitorio su questo tema ha sottolineato la volontà di far parte della commissione trasporti proprio per intervenire su questo problema: «In campagna elettorale tutti mi chiedevano i collegamenti e le infrastrutture. Mi è sembrato normale richiedere questa commissione. Io non sono innamorato dei vari tracciati. Un chilometro di questa strada costa 25 milioni di euro. Nonostante questo ci sono state proteste e ricorsi. Ho chiesto al Ministro se vuole finire questa autostrada e in che maniera. Il governo ancora non ci ha risposto. Sappiamo solo che c’è un tracciato già finanziato e sappiamo che possiamo perdere questo finanziamento lasciando Monte Romano ad un carico devastante ambientale con mezzi pesanti che lo attraversano. Il governo tragga le conseguenze e ci risponda».
Presente anche il senatore Francesco Battistoni che ha sottolineato la situazione del territorio: «La Civitavecchia Orte sarebbe un biglietto da visita per questo territorio. Porterebbe lavoro ed occupazione. Su questo non ci sono dubbi. Questo territorio negli anni è stato limitato sotto il piano degli investimenti e delle infrastrutture. A poche decine di chilometri in Toscana si vive di commercio e turismo. Qui non è così. Non so quale è il tracciato migliore. Fondamentale è concluderla velocemente. Non si possono inseguire tir e trattori attraversano i paesi come succede attualmente».
Presenti tra il pubblico numerosi amministratori di tutto il comprensorio che hanno applaudito i relatori. Al termine del convegno sono intervenute diverse persone dal pubblico tra le quali diversi ambientalisti firmatari del ricorso al Tar che attualmente sta bloccando la fine della trasversale: «Sono state fatte delle forzature per approvare questo progetto. – hanno detto gli ambientalisti – Se ci darete una mano per combattere il tracciato verde siamo pronti a discutere, altrimenti andiamo avanti nella nostra battaglia».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Trasversale, Lega e Cinque stelle si esprimano''

TARQUINIA – Grande successo di pubblico per il convegno organizzato dal Rotaract nella sala consiliare del Comune di Tarquinia. 
Il giovane presidente Federico Ricci ha introdotto insieme al delegato giovani del Rotary club Antonio Maria Carlevaro il tema della Civitavecchia-Orte, commentando lo stato dei lavori e le prospettive di questa importante arteria.  
Tutti i relatori hanno puntato il dito contro il governo targato Lega-Cinque Stelle, reo di non essersi espresso su questo tema. 
«È assordante infatti il silenzio della Lega e dei grillini locali» che non si sono pronunciati sul completamento, attualmente sospeso da un giudizio del Tar che arriverà solo a dicembre. «Grazie agli organizzatori per questo evento – ha commentato il deputato Alessandro Battilocchio -. È una vicenda annosa iniziata nel ‘75. Sono due generazioni che si attende questa opera. Quasi si potrebbe dire che la Muraglia cinese è stata un’opera più veloce. Doveva essere un volano per il territorio. Non solo per commercio e turismo, ma anche per sicurezza stradale sarebbe necessario finirla velocemente. Noi incalzeremo il governo continuamente per velocizzare il completamento di questa arteria fondamentale per tutto il territorio». 
Il deputato di FdI Mauro Rotelli che è intervenuto anche nell’aula di Montecitorio su questo tema ha sottolineato la volontà di far parte della commissione trasporti proprio per intervenire su questo problema: «In campagna elettorale tutti mi chiedevano i collegamenti e le infrastrutture. Mi è sembrato normale richiedere questa commissione. Io non sono innamorato dei vari tracciati. Un chilometro di questa strada costa 25 milioni di euro. Nonostante questo ci sono state proteste e ricorsi. Ho chiesto al Ministro se vuole finire questa autostrada e in che maniera. Il governo ancora non ci ha risposto. Sappiamo solo che c’è un tracciato già finanziato e sappiamo che possiamo perdere questo finanziamento lasciando Monte Romano ad un carico devastante ambientale con mezzi pesanti che lo attraversano. Il governo tragga le conseguenze e ci risponda».
Presente anche il senatore Francesco Battistoni che ha sottolineato la situazione del territorio: «La Civitavecchia Orte sarebbe un biglietto da visita per questo territorio. Porterebbe lavoro ed occupazione. Su questo non ci sono dubbi. Questo territorio negli anni è stato limitato sotto il piano degli investimenti e delle infrastrutture. A poche decine di chilometri in Toscana si vive di commercio e turismo. Qui non è così. Non so quale è il tracciato migliore. Fondamentale è concluderla velocemente. Non si possono inseguire tir e trattori attraversano i paesi come succede attualmente».
Presenti tra il pubblico numerosi amministratori di tutto il comprensorio che hanno applaudito i relatori. Al termine del convegno sono intervenute diverse persone dal pubblico tra le quali diversi ambientalisti firmatari del ricorso al Tar che attualmente sta bloccando la fine della trasversale: «Sono state fatte delle forzature per approvare questo progetto. – hanno detto gli ambientalisti – Se ci darete una mano per combattere il tracciato verde siamo pronti a discutere, altrimenti andiamo avanti nella nostra battaglia».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Roberti terzo al GP Valli Aretine

Lo scorso fine settimana al Gran Priemio delle Valli Aretine Luca Roberti del Team Ballerini Primigi Store conquista uno splendido terzo posto. Primo  David Sebastian Kajamini, brillantissimo e straordinario nella sua impresa, che si è imposto dopo una fuga solitaria di quasi 50 chilometri. 
Ma la notizia del giorno arriva prima della partenza della corsa aretina, quando al ritrovo di Rigutino vengono disposti dal Commissario Internazionale Gianluca Crocetti di Pontremoli, i controlli sulle biciclette contro la frode tecnologica. È stata la prima volta in assoluto in una gara regionale che si sono svolti questi controlli. Lo ha disposto la Federazione Ciclistica Italiana. 
«Abbiamo chiesto all’Unione Ciclistica Internazionale – ci ha detto per telefono il presidente Renato Di Rocco -, la disponibilità dei tablet per effettuare questo tipo di controllo. Una richiesta apprezzata e la risposta è stata prontamente positiva. D’altra parte e lo ripetiamo ancora – conclude Di Rocco – il compito della Federazione è quello di prevenire e quindi come avviene per i controlli medici, ripeteremo ancora questo tipo di controllo che mi risulta sia stato particolarmente apprezzato in occasione della gara toscana che è stata una novità in assoluto da parte della Federazione tra l’altro in una gara regionale». 
Detto questo, del Giro delle Valli Aretine c’è ancora da ricordare la neutralizzazione avvenuta al culmine della salita di Cortona e prima di affrontare l’insidiosa discesa per poi riprendere la corsa regolare al termine della picchiata quando la situazione dal punto di vista dell’assistenza sanitaria era stata normalizzata. Infine la galoppata esaltante e fantastica del vincitore applaudito a scena aperta al traguardo dove ha colto la terza vittoria stagionale. Si chiude una stagione densa di successi per il team di Marco Cacciamani,pronto tra qualche settimana a costrure la nuova squadra.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Consorzio universitario da record

di FEDERICA CONGIU

CIVITAVECCHIA – Solita folla di studenti a piazza Verdi per l’Openday 2018/2019 del consorzio universitario Città di Civitavecchia del presidente Enrico Maria Mosconi. Moltissimi sono stati gli studenti accolti dalle varie istituzioni locali. «Vi do il benvenuto nella sede universitaria che da qualche anno è tornata a vivere – ha commentato il Vice Sindaco Daniela Lucernoni – non è cosa da poco avere una sede predisposta agli studenti e una città che seppur non immensa come Roma, può offrire altri aspetti che sicuramente saranno formativi, non solo dal punto di vista dell’istruzione ma anche dal punto di vista umano, perché si studia sia per sapere che per saper essere». Grande soddisfazione è stata espressa dal presidente della Fondazione Cariciv Gabriella Sarracco: «Il corso di economica circolare è la perla di questo consorzio». La sinergia tra comune, Tuscia e Fondazione si è posto l’obiettivo di avviare corsi di laurea triennali e magistrale, attraverso convenzioni con altri atenei, ricerca e didattica di livello e strutture e laboratori composti da attrezzature avanzate.

La didattica offre corsi di laurea in Economia Aziendale, indirizzi di Economia del mare e del commercio internazionale e Management (dipartimento DEIM), Scienze Ambientali (dipartimento DEB), e corsi di laurea magistrale in Economia Circolare (DEIM) e in Biologia ed Ecologia Marina (DEB). «Ritengo che la nostra università sia molto vicina allo studente – ha dichiarato il Prof. Alessandro Ruggeri, Rettore dell’università degli studi della Tuscia, rivolgendosi agli alunni – non solo attraverso i servizi, ma anche attraverso la possibilità di offrire una serie di rapporti con il mondo del lavoro, per mettere voi giovani nella condizione di avere quell’esperienza fondamentale alla fine dei corsi di studio che vi consenta di camminare con le vostre gambe».

La novità di quest’anno è l’aumento della soglia di reddito che permetterà alle famiglie con redditi inferiori ai 15 mila euro di non pagare le tasse. Mantenute invece le agevolazioni per i più meritevoli. Presente ed applaudito il presidente di Unindustria Stefano Cenci che ha sottolineato le possibilità occupazionali dei corsi.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Stefano della Corte campione regionale

di ROMINA MOSCONI

TOLFA – Ancora soddisfazione per il bravissimo cavaliere di Tolfa Stefano Della Corte che con prestazioni super ha allungato la sua striscia positiva fatta di vittorie. Al campionato regionale di Monta da Lavoro il super campione tolfetani ha fatto la triplete sbaragliando tutti gli avversari. 
Della Corte si è, infatti, diplomato  campione regionale 2018 vincendo 3 prove su 3. 
Il cavaliere collinare, infatti, è arrivato primo nell’addestramento, primo nell’attitudine e primo nella gimkana. «Grazie a mio fratello e alla mia famiglia per l’appoggio e, soprattutto – spiega Stefano Della Corte – al nostro grandissimo istruttore e addestratore dei cavalli Giulio Piombo. 
Tanto sacrificio e tanta passione mi hanno aiurato a salire sul gradino piu’ alto del podio». 
Complimenti a Della Corte dal sindaco Luigi Landi e dall’amministrazione comunale di Tolfa ma anche da tutti i tolfetani: la notizia della vittoria è stata annunciata domenica sera dopo la tombolata e tutti i numerosi presenti hanno applaudito alla vittoria.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tolfa jazz: è già record

TOLFA – Tolfa jazz: dopo due giorni è già da record. La bella cittadina di Tolfa fino a stanotte fa da cornice alla tregiorni del Tolfa Jazz promossa in maniera impeccabile dall'associazione Etra facendo vivere a spettatori e residenti l’atmosfera del Mardi Gras neworleansiano. Questa edizione 2018 è dedicata ai trecento anni dalla fondazione di New Orleans. Fino a stanotte per le vie di Tolfarisuonerà la musica e si susseguiranno tattrattiveante iniziative.Strepitoso successo venerdì per la giornata di apertura del Tolfa Jazz dedicata alla Komen e alle donne in rosa. Un fiume di persone di Tolfa e dei Comuni limitrofi ha sfilato ''in rosa'' accompagnata dalla musica travolgente delle Street band. Alla manifestazione hanno partecipato anche i professori Masetti (presidente Komen Italia), Franceschini e Terribile i quali sono rimasti fino a tarda notte soddisfatti per l'eccezionale esito della manifestazione. I tre ''angeli'' delle donne in rosa sono stati premiati con una fascia. Al termine della parata si è svolta la cena solidale con parte del ricavato donato alla Komen e poi si sono susseguiti i concerti. "È stata una riuscitissima manifestazione, una grande festa che ha perfettamente coniugato musica, amicizia, allegria, solidarietà – spiega soddisfatto l'assessore alla Cultura di Tolfa, Cristiano Dionisi – c'è stata la perfetta interazione fra cultura e solidarietà, cosa questa che portiamo in tante nostre manifestazioni. Sono stato contento di vedere i medici della Komen rimanere con noi per il piacere di stare in questo contesto. Bellissima e partecipatissima la parata, anfiteatro stracolmo durante i concerti, fra l'altro sono stati accontentati sia gli amanti del jazz ma anche i neofiti di questo genere musicale hanno applaudito soddisfatti. Ringrazio l'associazione Etra, il presidente Egidio Marcari e il direttore artistico Alessio Ligi per l'eccezionale organizzazione". Da ieri e fino a stasera è attiva: “Jazzlandia”, spazio a misura di bambino che ospita percorsi educativi e didattici, propedeutica musicale, fiabe jazz e canto corale. Ieri successo perl’immancabile “Disney Parade’’ dal tema Cenerentola in New Orleans, con i bambini accompagnati da una jazz band dal vivo. Stamattina alle 10.30 tutti invitati al ‘’Walking down Tolfa Streets’’, cioè la visita guidata al centro storico; alle 19 poi musica travolgente e balli per strada grazie alla “Purple Parade’’ che invaderà il centro storico con la Extra Dixie Jazz Band e poi a incantare tutti ci penseranno le meravigliose voci dei componenti del coro Gospel di Tolfa ''Purple Voices''. Dalle 20 in poi si susseguiranno concerti imperdibili: in apertura suoneranno gli Shamantic; alle 22 Chris Cain and Luca Giordano Band. Cain è un autentico bluesman di San Francisco, tra i migliori chitarristi al mondo, Giordano un talento italiano classe 1980 volato a Chicago all’età di 25 anni. A chiudereil Tolfa Jazz 2018 ci penserà Joyce Elaine Yuille che presenterà unrepertorio che spazia dal jazz al funk internazionale; la Yuille sarà accompagnata dagli Hammond Groovers (ore 23). Da rilevare che ci sono poi da ammirare le mostre di pittura e artigianato, nonchèl’installazione Artistic Jazz a cura di Simona Sarti affidata a otto artisti contemporanei. Per gli amanti del buon cibo si ricorda che nel villaggio del Jazz all'interno della Villa Comunale c'è un intero settore dedicato all’enogastronomia coi piatti della tradizione culinaria di Tolfa e la ‘’jambalaya’’ piatto tipico di New Orleans, lo street food. E poi spazio alle buonissime birre artigianali compresa l’esclusiva birra ‘’Tolfa Jazz’’; oggi si potrà mangiare sia a pranzo (alle 13) che a cena.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Interesse e partecipazione per "La città che vogliamo"

CIVITAVECCHIA – Grande successo per il workshop "La città che vogliamo". L’evento organizzato dall’associazione "Vision 2030" ha realizzato il tutto esaurito nella sala conferenze dell’hotel San Giorgio di Civitavecchia. A presiedere l’iniziativa Massimiliano Grasso che di fronte ad una platea di rappresentanti sindacali, istituzionali e politici ha espresso l’idea dell’associazione sulla Civitavecchia del futuro. Limitando al minimo le critiche alle attuali e passate amministrazioni, Grasso ha spiegato i punti che potrebbero diventare fulcro della Civitavecchia futura.

Il lungo discorso programmatico si è aperto con l’idea di riqualificare e ripristinare il decoro urbano, puntando sulla rieducazione ed il rispetto della cosa pubblica dando una immagine differente della città grazie alle possibili opere di riqualificazione della zona Italcementi e del waterfront. “La marina non può rimanere una spianato assolata, vuota per la maggior parte della giornata e dei mesi dell’anno” ha spiegato il consigliere de La Svolta che poi ha puntato l’attenzione sui progetti in grado di portare occupazione come la creazione delle nuove Terme, di un campus universitario e di servizi utili alla zona industriale per renderla attraente a nuovi investitori.

Molto applaudito l’intervento legato ai rapporti con Enel e Tirreno Power: “Bisogna cancellare l’accordo accettato dal sindaco Cozzolino che indebita la città per i prossimi 16 anni, pretendendo l’investimento di 300 milioni promesso da Enel sulla città. Dobbiamo porre le basi per lo smantellamento del quarto gruppo di Torre Sud e pretendere una garanzia occupazionale per i lavoratori”.

Il discorso programmatico dell’ex candidato sindaco si è concluso con l’implementazione dei progetti legati a videosorveglianza, commercio locale (con un percorso itinerante per turisti che veda protagonista il mercato locale) e rifiuti: “I nostri rifiuti devono diventare una risorsa. In questo momento paghiamo per portarli in giro per l’alto Lazio con una perdita di denaro e di possibili investimenti sul territorio”.

Ancora una volta, infine, Grasso si è scagliato contro il progetto Sprar: “In pochi in consiglio ci opponemmo a questo progetto, per non parlare della lotta fatta per evitare che Civitavecchia diventasse l’hub di accoglienza per tutto il centro Italia”. L’evento è stato alimentato da domande e interventi dal pubblico di professionisti e appassionati di politica.

Una convention, quella di Grasso, che ha visto la presenza in platea di gran parte del centrodestra locale. Dall’onorevole Battilocchio, ai rappresentanti di Forza Italia, Fratelli d’Italia e di liste civiche di area moderata, tante sono state le testimonianze a questa che sembra essere la base programmatica di un progetto targato 2019, l’anno delle elezioni amministrative civitavecchiesi.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Beppe Viola da dimenticare per i Giovanissimi nerazzurri

di MATTEO CECCACCI

Breve ma intenso: che sia una frase fatta si sa, ma è questa l’espressione di conforto che si addice di più al tragitto dei Giovanissimi Elite del Civitavecchia Calcio 1920 di Pasquale Oliviero che, nella prestigiosa kermesse del torneo Beppe Viola, soprannominata anche la Champions League del calcio giovanile, escono anticipatamente dopo essere stati sconfitti prima con l’Ostiamare 2-1 e dopo con l’Ottavia 4-2. I nerazzurri, reduci dalla vittoria di misura nello scontro playout con il Rieti del 6 maggio scorso che gli ha permesso di mantenere la categoria Elite e concedere il pass ai 2004 di Gualtieri, non sono riusciti ad esprimersi al meglio, anche se al debutto con l’Ostiamare i civitavecchiesi hanno dimostrato di poter dare filo da torcere a chiunque, soprattutto alle restanti due compagini del girone H, ovvero Ottavia e La Selcetta. Nella gara d’esordio di venerdì 25 maggio i tirrenici non sono riusciti ad imporsi sui lidensi di Cabriolu che, dopo essere andati in vantaggio con D’Agostino si sono fatti raggiungere da Corona nella ripresa, per poi segnare il gol decisivo da calcio d’angolo con Vlad di testa bravo a trafiggere un ingenuo Fioretti. Tutto diverso, invece, la seconda gara di martedì 29 maggio quando contro l’Ottavia i classe 2003 all’Ivo di Marco esprimono sì buon gioco, peccato però che nel secondo tempo perdono la testa e si innervosiscono a causa di un calcio di rigore inesistente assegnato alla società di Via delle Canossiane che al termine dei 70’ fa 4-2.
Da segnalare, oltre al gol di Corona valso il momentaneo 1-1, la sua espulsione nella ripresa dovuta all’applauso rivolto al direttore di gara. Due sconfitte, dunque, che decretano la fine della permanenza nerazzurra al torneo Beppe Viola anche se l’otto giugno ci sarà l’ultima sfida con La Selcetta, una buona occasione per vincere e risollevarsi con un piccolo sorriso dalle due sconfitte precedenti. «Non è stata affatto una delusione – spiega capitan Corona – perché tutti noi abbiamo dato un supporto agonistico impressionante che ha fatto capire a chiunque società che non siamo una piccola squadra. Uscire da questa competizione è brutto, inutile negarlo, ma daremo lo stesso il massimo anche l’otto giugno puntando alla vittoria anche se io non ci sarò perché squalificato. Sulla partita c’è poco da dire, loro sono una grande squadra e gli faccio i complimenti, noi purtroppo dopo il calcio di rigore l’abbiamo indirizzata sul nervosismo e questo è stato il nostro colossale errore che non dovevamo permetterci di fare. Riguardo l’espulsione – conclude l’ex attaccante biancoceleste – so di aver sbagliato, ma ho applaudito l’arbitro perché in quel momento era subentrato tanto nervosismo e cattiveria agonistica. Questo fatto, però, mi fa crescere molto perché d’ora in poi ci penserò due volte prima di rifare cose di questo genere».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Certamen Traianeum: premiati i vincitori

CIVITAVECCHIA – Premiati i ragazzi vincitori dell’edizione 2018 del Certamen Traianeum. La manifestazione organizzata dal liceo classico Padre Alberto Guglielmotti e finanziata dalla Fondazione Cariciv ha visto il suo atto finale ieri mattina. Davanti agli studenti dell’istituto si è tenuta infatti la lectio magistralis del professor, ed ex studente, Stefano Ceccarelli sul mito e la realtà politica, l’autoctonia degli ateniesi si è passati alle premiazioni della gara didattica divisa per ambiti. Protagonista naturalmente la versione di greco, ma interessanti e difficili anche le prove di scienze umane e dell’ambito artistico.

Per le scienze umane sono stati premiati in ordine di premio: Sara Cosimi al primo posto, Martina Cosimi al secondo, e ad ex aequo Irene Fodi e Giulia Mnacini.

Per quanto riguarda la sezione interna, premiati per la versione di greco sono stati Emanuele Seretti, Zeudi Paparcurio e Leo Santini.

Per la sezione esterna è stato Leonardo Monni del liceo Tacito di Roma a vincere, seguito da Rebecca Martucci del liceo Vian di Bracciano e Mical Wisz del Virgilio di Roma.

Per l’artistico invece sono stati premiati Francesco Guidoni, Natasha Grillo e Thomas Trogu.

Le premiazioni sono state fatte dalla vicepresidente della Fondazione Cariciv Gabriella Sarracco che si è complimentata con i professori per l’organizzazione dell’evento diventato ormai “una tradizione nel panorama scolastico cittadino”.

Applaudito anche l’intervento del deputato Alessandro Battilocchio, in visita istituzionale, che ha salutato i ragazzi ricordando la sua partecipazione ad uno dei primi Certamen organizzati dal liceo classico Guglielmotti.

Soddisfatta la preside Anna Maria Dema, al suo primo anno di dirigenza e al suo primo Certamen: “Abbiamo fatto del nostro meglio e crediamo di aver realizzato il massimo con le nostre potenzialità”. Tra la commissione esaminatrice la preside dello scientifico Maria Zeno che si è complimentata con i partecipanti.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Belle'', un musical che incanta

CIVITAVECCHIA – Successo per il musical ‘‘Belle’’ al teatro comunale Traiano. La direzione artistica e le coreografie di Andrè De La Roche, unite alla magistrale regia di Anna Cianca e al vocal coaching di Adriano Scappini hanno incantato un teatro gremito. La Bella e la Bestia di Gabrielle Suzanne Barbot de Villeneuve rivisitata in una versione fresca e deliziosa in grado di coinvolgere grandi e bambini. Sul palco si sono alternati attori – cantanti, corpi di ballo e il coro della Filarmonica diretto da Riccardo Schioppa.

Il palco del Traiano si è trasformato nella magica ambientazione della storia resa celebre dal film d’animazione Disney. Leonardo Loffredo ha organizzato e coordinato il progetto. Cinque anni fa il primo musical del Vip Club con Il mondo di Alice. Da allora la crescita è stata esponenziale, come dimostrato dal risultato di ‘‘Belle’’, applaudito a lungo al termine. Un’ovazione più che meritata da attori – cantanti e ballerini. «Ho puntato molto sul lavoro dell’attore – cantante, cercando di tirare fuori la performance attoriale – ha spiegato Scappini – e interagire con la scena in modo che il pubblico possa vivere a 360 gradi lo spettacolo». Un lavoro minuzioso con una scena piena e in grado di coinvolgere emotivamente lo spettatore. «Il coro aiuta molto a riempire gli spazi – ha spiegato De La Roche – tutti i protagonisti sono molto bravi. È stato bello lavorare con questa squadra ci sono stati connessione, rispetto e collaborazione. Il Musical ha bisogno anche di questo. Sicuramente mi ha lasciato una grande soddisfazione lavorare con questa squadra di giovani talentuosi e volenterosi. Per me il Musical è la cosa più completa, quella che amo di più – ha detto – ed è stato un tuffo nel passato». La regista ha commentato soddisfatta: «I ragazzi che alla fine ci sorprendono sempre – ha spiegato Cianca – sembra sempre di non essere pronti poi i tasselli si compongono in un affresco che è secondo noi è molto bello e godibile, c’è tanta passione da parte di questi giovani. Il teatro – ha concluso la regista – è un gioco di squadra e le regole del teatro vanno benissimo nella vita». Il cast era composto da: Belle – Aurora Di Marcantonio, La Bestia – Andrea Vinaccia, Tokkins – Paola Pagano, Lumière – Davide Valle, Mrs. Bric – Anna Rosa Baldini, Chicco – Ginevra Capotondi, Armadio e Babette – Barbara Migliazza, Gaston – Emiliano Giammaria, Le Tont – Alessandro Orfini, La Libraia – Silvia Lucci e Il Padre – Massimiliano Coppa. Assistente alle coreografie: Agostino Solagna. Capo balletto: Alina Cammisano. Costumi: Vita Cici.

Corpo di ballo: scuola danza Degas, Dream dance academy, Obelix danza, Asd Vip club, Asd Effetto danza, Academy school, Aprilia Kolada, Crazy dance revolution, New energy dance.

Il risultato dell’impegno è un musical di alto livello con tutte le qualità necessarie per far sognare e immedesimare lo spettatore in una storia senza tempo o età.

Fra.Bal.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###