Torna Sport’n ‘Roll: via alle iscrizioni per i tornei

TARQUINIA – Dopo la splendida e caldissima parentesi di luglio, ad agosto Sport’n’Roll torna a Tarquinia Lido e promette ancora di più: dal 13 al 18 agosto – con pausa per la sera di Ferragosto – un programma sportivo e musicale pazzesco. Partiamo da alcune anticipazioni sportive: sulle arene allestite al Lido di Tarquinia si alterneranno sport e giochi tra i più spettacolari. A partire, il 13 e 14 agosto, dal Calcetto Saponato: chiunque può creare la propria squadra di amici, prenotare e giocare gratuitamente sul campo in piazza degli Eventi. Non mancheranno i tornei: si parte, lunedì 13, con il Beach Tennis – iscrizione gratuita, tramite Alessio, 334 6937726 – quindi spazio alle sfide calcistiche nella gabbia 3 contro tre: il 16 agosto riservate agli under 11 e under 14, il 17 e 18 agosto ai più grandi. Possibilità di creare squadre sino a cinque persone, iscrizione gratuita contattando Matteo al 334 1777525. Non mancherà il beach volley, in programma il 14, 16 e 17 agosto. La chiusura, il 18 agosto, è affidata al basket, con il torneo 3 contro tre sul campo dello stabilimento balneare La Pineta.  Tutte le informazioni sui premi in palio possono essere reperite sui canali social – Instagram e Facebook – di Sport’n’Roll. Quelli appena elencati non saranno, però, gli unici appuntamenti del weekend: tanta musica – nel weekend sarà resa nota la line up – e ancora esibizioni di ritmica e arti marziali e lezioni gratuite di zumba, lunedì 13 agosto, pilates, martedì 14 e venerdì 17. E tante altre sorprese, svelate giorno per giorno sui social legati all’evento. 
Sport’n’Roll è organizzato dalla ProLoco Tarquinia con il patrocinio del Comune di Tarquinia e la collaborazione di Assotur, Sib, Evensound, Domus Artis, Cag e Camping Village Riva dei Tarquini. (La foto a corredo è opera di Marcello Brandi)
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Altro giorno, altro addio: Bogdanovic saluta la Snc

di MATTEO CECCACCI

Altra brutta tegola in casa Snc Enel Civitavecchia. Dopo l’addio di venerdì scorso del mancino ventiseinne Andrea Castello, a fare i bagagli ci pensa anche il centrovasca serbo classe 1995 Nikola Bogdanovic. Proprio oggi, infatti, l’annuncio dell’ormai ex calottina rossoceleste numero cinque che ha deciso di interrompere il bellissimo anno trascorso insieme ai tirrenici. Un campionato a dir poco straordinario per il talento dal destro micidiale, che ha  siglato ben 47 gol, classificandosi come secondo marcatore della rosa (dopo Checchini) e sesto miglior capocannoniere di tutto il girone sud.
Un’ardua scelta che ha sconvolto tutti, dai vertici societari ai numerosi tifosi, ma la notizia d’altronde non poteva avere un finale diverso: l’atleta puntava alla serie A1 e non raggiungendola tramite i playoff era scontato l’addio, in quanto non appena terminata la stagione gli sono giunte almeno tre richieste da parte di squadre della massima serie; tra l’altro non ci sarebbe neanche bisogno dello svincolo se il serbo decidesse di giocare con club di A1, solo nel caso contrario servirebbe. Una decisione, dunque, che fa perdere in meno di 48 ore alla Snc un altro pezzo da novanta che complica d’ora in poi la situazione mercato, anche se il sostituto di Castello sembra stare dietro l’angolo e il ritorno  del difensore Simeoni che ha lasciato il Latina è quasi certezza. Per quanto riguarda Bogdanovic sembra fare ritorno in Liguria dal suo grande amore: il Genova Quinto, ma l’attaccante commenta ironico: «Non lo so, sto ancora valutando. La certezza è che al 99 per cento lascio la Snc».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, attenzione alle grattachecche con ghiaccio sintetico

LADISPOLI – Attenzione ai venditori ambulanti con al seguito carretti per la somministrazione di grattachecche. Il ghiaccio è sintetico e rischia di provocare problemi alla salute di chi li mangia. A lanciare l'appello alla popolazione di Ladispoli è il comandante della Guardia Costiera di Ladispoli, Antonio Cacace che di concerto agli uomini della Polizia locale del comandante Sergio Blasi stanno proseguendo le attività di controllo del litorale nell'ambito dell'attività Mare sicuro 2018. Nel pomeriggio gli uomini della Capitaneria hanno individuato nei pressi del DLF un venditore ambulante, sprovvisto di documenti, intento alla vendita di granite che appena fermato dagli uomini della Capitaneria e della Municipale si è dato alla fuga abbandonando la merce sul posto che è stata posta sotto sequestro.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Week end all'insegna dei controlli sulla costa

LADISPOLI – Multe e poi ancora multe sulla costa di Ladispoli. Agli ambulanti, ai vacanzieri romani venuti in auto e anche ai pescatori non in regola. Polizia locale e Capitaneria di porto hanno usato il pugno duro nel fine settimana appena trascorso.

Venerdì e sabato multati a Ladispoli dalla Polizia locale, domenica mattina anche dalla Capitaneria di porto a Campo di Mare. Vita dura per gli ambulanti in spiaggia che si spostano da una parte all’altra del litorale nord ma che alla fine vengono sempre braccati. Pesanti contravvenzioni scattate anche ieri per una decina di vu cumprà (ogni verbale si aggira sulle cinquemila euro per vendita senza autorizzazione). La guardia costiera, in sinergia con la Polizia locale, ha sequestrato vestiti, costumi, bracciali, collanine, gonfiabili e giochi per bambini. Solo nella giornata di venerdì nove ambulanti erano stati costretti a lasciare tutto il materiale ai vigili urbani di Ladispoli. “Sulla nostra costa le forze dell’ordine stanno semplicemente applicando la direttiva del Ministero degli Interni riguardante la campagna di lotta all’abusivismo commerciale denominata Action Day”, aveva spiegato l’assessore alla Sicurezza e alla Polizia locale di Palazzo Falcone, Amelia Mollica Graziano. Ma i controlli durante il giorno hanno riguardato anche la sicurezza in mare. Un pescatore è stato bloccato e multato per essersi avvicinato abusivamente con la propria barca a poche miglia dalla costa in via Marco Polo. Gli uomini della capitaneria guidati dal comandante Strato Cacace hanno provveduto anche al sequestro di una quarantina di boette con al seguito piombi e ami da utilizzare per la pesca abusiva, naturalmente tutto materiale pericoloso per i bagnanti. Infine multe a raffica anche sul lungomare agli automobilisti indisciplinati, soprattutto vacanzieri romani che avevano lasciato le loro vetture in via Marina di Torre Flavia dietro lo stabilimento la Baia, area demaniale a pochi metri dalla sabbia. Lo scorso anno in quel punto un’ambulanza non riuscì a transitare per colpa delle auto parcheggiate in modo selvaggio. Una donna stava affogando e una volta recuperata in acqua aveva bisogno urgente del 118.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, ancora polemiche su piazza Almirante

LADISPOLI – "Daremo vita ad un comitato per togliere le vie dedicate a tutti i comunisti nella zona artigianale di Ladispoli". Al momento sembra essere solo una provocazione quella lanciata dai social dal consigliere comunale di maggioranza di Fratelli d’Italia, Giovanni Ardita. Una polemica infinita insomma riguardo alla ormai celebre piazza Almirante di Ladispoli pronta a prendere a sorgere di fronte all’ex stadio Martini Marescotti e all’attuale piazza Grande, il progetto urbanistico finito più volte nel mirino di ambientalisti e soprattutto il Movimento Cinque Stelle. Ardita è scatenato: “se la sinistra continua a fare ostruzionismo, saremo obbligati a presentare una proposta per verificare nella commissione toponomastica se più o meno le vie dedicate al alcuni personaggi della sinistra locale o nazionale a Ladispoli se erano meritevoli di ricevere un’intitolazione di una via o di una piazza”, rilancia Giovanni Ardita.

Nettamente contro le posizioni di Ardita e company è il Comitato cittadino appena nato per dire “no” all’intitolazione a Giorgio Almirante, ex segretario del Msi.

“Siamo cittadine e cittadini liberi, associati, appartenenti a partiti politici ed istituzioni e abbiamo scelto di riunirci in un comitato per dire No a Piazza Almirante a Ladispoli. Nella vita si può scegliere di raccontare e vivere molte storie ma quella di piazza Almirante si sta rivelando decisamente una storia sbagliata. Almirante non si è mai pentito delle sue posizioni fasciste e sulle leggi razziali”, è un passaggio della nota del Comitato.

“La nostra comunità – sostiene il Comitato – ha avuto storicamente il dono dell’accoglienza. Sin dalle origini, quando famiglie intere si trasferirono dalle colline di Cerveteri così come da Pozzuoli, Mantova, Macerata, dalla Sicilia, dalla Sardegna ecc. sulla costa di Ladispoli. Lo stesso è avvenuto anche negli ultimi decenni, con il transito dei russi e dei cileni ad esempio e con l’arrivo di cittadini comunitari, immigrati e innumerevoli romani espulsi dalla Capitale a causa della crisi. Tutto ciò ci ha reso una comunità importante ed eterogenea, quasi una piccola metropoli. Ora ci troviamo di fronte a chi, attraverso continue provocazioni, sta cercando di snaturare l’essenza della nostra Ladispoli”.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, ancora polemiche su piazza Almirante

LADISPOLI – "Daremo vita ad un comitato per togliere le vie dedicate a tutti i comunisti nella zona artigianale di Ladispoli". Al momento sembra essere solo una provocazione quella lanciata dai social dal consigliere comunale di maggioranza di Fratelli d’Italia, Giovanni Ardita. Una polemica infinita insomma riguardo alla ormai celebre piazza Almirante di Ladispoli pronta a prendere a sorgere di fronte all’ex stadio Martini Marescotti e all’attuale piazza Grande, il progetto urbanistico finito più volte nel mirino di ambientalisti e soprattutto il Movimento Cinque Stelle. Ardita è scatenato: “se la sinistra continua a fare ostruzionismo, saremo obbligati a presentare una proposta per verificare nella commissione toponomastica se più o meno le vie dedicate al alcuni personaggi della sinistra locale o nazionale a Ladispoli se erano meritevoli di ricevere un’intitolazione di una via o di una piazza”, rilancia Giovanni Ardita.

Nettamente contro le posizioni di Ardita e company è il Comitato cittadino appena nato per dire “no” all’intitolazione a Giorgio Almirante, ex segretario del Msi.

“Siamo cittadine e cittadini liberi, associati, appartenenti a partiti politici ed istituzioni e abbiamo scelto di riunirci in un comitato per dire No a Piazza Almirante a Ladispoli. Nella vita si può scegliere di raccontare e vivere molte storie ma quella di piazza Almirante si sta rivelando decisamente una storia sbagliata. Almirante non si è mai pentito delle sue posizioni fasciste e sulle leggi razziali”, è un passaggio della nota del Comitato.

“La nostra comunità – sostiene il Comitato – ha avuto storicamente il dono dell’accoglienza. Sin dalle origini, quando famiglie intere si trasferirono dalle colline di Cerveteri così come da Pozzuoli, Mantova, Macerata, dalla Sicilia, dalla Sardegna ecc. sulla costa di Ladispoli. Lo stesso è avvenuto anche negli ultimi decenni, con il transito dei russi e dei cileni ad esempio e con l’arrivo di cittadini comunitari, immigrati e innumerevoli romani espulsi dalla Capitale a causa della crisi. Tutto ciò ci ha reso una comunità importante ed eterogenea, quasi una piccola metropoli. Ora ci troviamo di fronte a chi, attraverso continue provocazioni, sta cercando di snaturare l’essenza della nostra Ladispoli”.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Total 24 Ore di Spa: Giammaria chiude 14°

Una grande rimonta, terminata con il quattordicesimo posto finale, ha coronato il weekend appena trascorso per Raffaele Giammaria, impegnato nella gara più prestigiosa della Blancpain GT Series Endurance Cup 2018 alla Total 24 Ore di Spa (B).
Il pilota italiano, Factory Driver Lamborghini, ha onorato i colori del marchio di Sant’Agata Bolognese al volante della Lamborghini Huracán GT3 #19 del Grasser Racing Team in equipaggio con Ezequiel Perez Companc (ARG) e Marco Mapelli (ITA), in una delle più difficili e rocambolesche edizioni della prestigiosa 24 Ore degli ultimi anni.
La preparazione all’appuntamento da parte di Giammaria è stata molto meticolosa, e fin dalle prove libere il pilota italiano ha lavorato assieme ai compagni di equipaggio per adattare il set-up della vettura all’università dell’automobilismo mondiale, come viene definito il circuito di Spa-Francorchamps. L’obiettivo di Giammaria è stato fin da subito quello di ottimizzare il feeling con la Lamborghini Huracán GT3 soprattutto nel passo gara, aspetto fondamentale per affrontare la lunga maratona.
In qualifica, come di consueto nella Blancpain GT Series Endurance Cup, il tempo finale è stato ricavato dalla media delle prestazioni dei tre piloti, alternatisi al volante nel corso delle tre sessioni, con l’equipaggio che si è qualificato al ventottesimo posto con un tempo medio di 2’20.939.
La gara è stata davvero spettacolare, con tante interruzioni per full-course yellow e uno stop con bandiera rossa. Giammaria ha reagito da grande professionista a questi cambi di ritmo, impostando tutti i suoi stint sulla precisione e sulla strategia, e grazie a questo approccio, forte anche di un ottimo livello prestazionale della vettura, l’equipaggio ha così recuperato nel corso delle ventiquattro ore ben 14 posizioni, issandosi in quattordicesima assoluta a due ore dalla fine e passando sotto alla bandiera a scacchi come prima Lamborghini al traguardo.
Questo il commento di Raffaele Giammaria dopo la bella rimonta messa in pista sul circuito belga: «È stata una gara davvero difficile, ma sono orgoglioso di aver potuto contribuire a questo importante risultato per il marchio Lamborghini senza mai incontrare nessun tipo di problema tecnico e senza incorrere in nessun contatto. La vettura ha tagliato il traguardo perfetta, senza un graffio, una cosa mai banale quando si affronta una gara di durata, in particolare la Total 24 Ore di Spa, la più prestigiosa dell’intero campionato. Grazie all’ottimo lavoro del team ho potuto sfruttare al meglio i miei stint, anche se non siamo mai stati particolarmente avvantaggiati dagli episodi, basti pensare che su 24 pit stops non siamo mai entrati ai box durante le interruzioni, ma sempre a gara in corso. Il passo per entrare in top ten c’era, ma sono comunque molto soddisfatto per un weekend intenso e prestigioso che alla fine mi ha ripagato con un buon risultato».
Giammaria, impegnato in questi giorni in un test Lamborghini al Paul Ricard, tornerà al volante della Lamborghini Huracán GT3 di del Grasser Racing Team dopo la pausa estiva per l’ultimo appassionante appuntamento della Blancpain GT Series Endurance Cup 2018 in programma dal 28 al 30 settembre sul circuito di Barcellona (E).

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Caserma Carabinieri Ladispoli, conclusa la procedura di gara del project financing

LADISPOLI – “Si è conclusa la procedura di gara del project financing per la costruzione della nuova Caserma dei Carabinieri a Ladispoli. La Centrale Unica di Committenza di Santa Marinella ha appena informato l’amministrazione comunale che sono in corso le verifiche sulle offerte, come previsto dal vigente Codice degli Appalti”. Con queste parole l’assessore ai lavori pubblici, Veronica De Santis, ha annunciato alla cittadinanza che è stato compiuto un altro passo avanti verso la realizzazione di un'opera così importante per Ladispoli.

“E’ un'opera molto attesa e fortemente voluta dall'amministrazione del sindaco Grando – prosegue l’assessore De Santis –  in quanto riteniamo possa essere sinonimo di sicurezza e controllo per la nostra città. Il tema della sicurezza è al primo posto tra le esigenze della popolazione, come abbiamo potuto apprendere durante i vari incontri che il sindaco Grando ha svolto in tutti i quartieri di Ladispoli.  Ricordiamo che lo stabile verrà edificato nel terreno di proprietà del Comune, ubicato fra Viale Mediterraneo, Via dei Narcisi e Via delle Viole”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Anguillara, tenta di rubare tre sedie a sdraio: 19enne in manette

ANGUILLARA – Furto aggravato. Questa l'accusa con la quale i Carabinieri della Compagnia di Bracciano hanno arrestato un 19enne di Anguillara. La segnalazione al 112 è arrivata da un residente del posto che ha segnalato ai militari la presenza di alcune persone intente a forzare il cancello di ingresso di un negozio di arredi nei pressi di via Anguillarese. Sul posto è immediatamente intervenuta l'Aliquota Radiomobile che ha bloccato il 19enne, in compagnia di due complici, entrambi 13enne, mentre si stavano allontanando con 3 sedie a sdraio appena rubate dall'esercizio commerciale. I minorenni sono stati riaffidati ai rispettivi familiari mentre il 19enne è stato accompagnato in caserma in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo. La refurtiva è stata riconsegnata al proprietario del negozio. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Guardia medica: è polemica

SANTA MARINELLA – Istituita da appena due settimane, la guardia medica estiva viene messa sotto accusa dagli utenti. A chiamare in causa il presidio sanitario è una signora residente che racconta come, avendo avuto un problema con il figlio, non sia riuscita a trovare il medico di turno. «Mio figlio di otto anni – racconta la donna – punto probabilmente da una medusa al volto, è stato costretto a farsi visitare presso la guardia medica, ma in quella sede mi è stato detto di portarlo al pronto soccorso dell’ospedale  di Civitavecchia in quanto non c’era un medico». Chiamato in causa, l’assessore alla Sanità Renzo Barbazza, spiega il perché del disguido. «La guardia medica estiva turistica – dice Barbazza – è istituita dalla Regione Lazio, in collaborazione con la Asl ed il Comune, per far fronte alle esigenze dei villeggianti e dura due mesi. Quest’anno, è stato possibile reperire un solo medico facente parte di un elenco regionale apposito, che è dovuto assentarsi per questa settimana, probabilmente motivi personali. Ho parlato con la Asl per sostituirlo, ma non c’erano medici disponibili fino ad oggi. Forse un medico della guardia permanente notturna di Civitavecchia avrebbe potuto dare la sua disponibilità per un giorno. Per risolvere il problema, mi sono offerto volontariamente anche io per un giorno compatibilmente con il mio lavoro ospedaliero e i miei impegni di assessore alla sanità e ai servizi sociali. Aggiungo che la guardia turistica non fa pronto soccorso, se non per le necessità minori, ma per la prescrizione di farmaci e altre piccole cose per le quali non ci si può rivolgere al proprio medico di base. Per i problemi più importanti, ci si deve rivolgere al Pronto soccorso ospedaliero o alla guardia medica notturna. E’ nei nostri programmi l’istituzione di un presidio di primo intervento permanente anche a Santa Marinella, come facemmo con la giunta Tidei nel 2005 con la Misericordia, istituendo un capitolo di spesa apposito di centomila euro annuali. Oggi è più complesso, dato lo stato di dissesto esistente. Tuttavia non ci diamo per vinti e stiamo cercando soluzioni alternative, sia logistiche che operative».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###