"Rifiuti, si apra un tavolo interistituzionale"

TOLFA – «Tolfa è pronta ad ospitare un tavolo interistituzionale volto ad affrontare il problema rifiuti, al fine di scongiurare l’arrivo dell’immondizia della capitale sul nostro territorio». Questo quanto affermato domenica con un comunicato dal sindaco di Tolfa Luigi Landi, il quale ha ripreso l’appello del deputato tolfetano Alessandro Battilocchio (FI) e le varie disponibilità emerse in questi giorni da quasi tutti i rappresentanti del territorio a discutere sul tema. «Invito – ha aggiunto Landi – tutti i sindaci e le amministrazioni locali, oltre agli eletti presso le istituzioni sovra-comunali nella nostra cittadina, al fine di poter discutere con serenità ma con estrema determinazione questo tema importante per il nostro futuro. Non possiamo più subire scelte dettate dall’alto senza il nostro preventivo coinvolgimento: come amministratori locali abbiamo il compito di tutelare e difendere il nostro territorio”. Dopo l’annuncio il sindaco Landi è passato ai fatti: Landi ha infatti convocato la riunione annunciata coi sindaci del territorio e i rappresentanti istituzionali per mercoledì prossimo alle ore 21 presso il Comune di Tolfa. Oltre ai primi cittadini di Allumiere e di Civitavecchia e al commissario di Santa Marinella, sono stati invitati a partecipare anche gli eletti presso la Regione Lazio De Paolis, Tidei, Minnucci e Porrello, Manunta per la città metropolitana, Battilocchio e Grande per la Camera dei Deputati e il senatore Battistoni. «Si tenterà così di fare il punto sulla situazione del trasferimento dei rifiuti da Roma a Civitavecchia – conclude Landi – con l’obiettivo di cercare delle soluzioni per scongiurare tale ipotesi». Intanto ferma contrarietà alla decisione della Regione di portare i rifiuti di Roma a Civitavecchia è espressa dal consigliere comunale di opposizione di Allumiere, Giovanni Sgamma: «Sono fermamente contrario alla soluzione proposta dalla Determinazione n G07509 dell’11 giugno 2018  proposta n.9533 dello stesso giorno effettuata dalla Direzione Regionale Politiche Ambientali e ciclo dei rifiuti con oggetto che prevede dal primo luglio il trasferimento di circa 160.000 MC nei lotti 2 e 3 di rifiuti prodotti dal Comune di Roma. Questa soluzione proposta dalla Regione Lazio è una scappatoia per il presidente Zingaretti per evitare il commissariamento e quindi un nuovo fallimento della sua gestione della regione stessa. Mi auguro che tale determina venga annullata o quantomeno rivista, spero vivamente  che i consiglieri regionali del territorio che fanno parte della «fantomatica» maggioranza presente in consiglio riescano a far fare un passo indietro al loro capo, e non facciamo uno scarica barile con il sindaco di Roma Virginia Raggi sulla questione ed intanto a pagarne le spese saremo noi ed il nostro territorio».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, arriva lo Sportello degli animali

LADISPOLI – La città balneare di Ladispoli avrà il suo Sportello degli Animali. Obiettivo: accogliere segnalazioni e dare informazioni in merito ad essi al fine di migliorarne il benessere. Come spiegato dall'amministrazione comunale, infatti, sul territorio, insistono diverse colonie feline, riconosciute e censite dal servizio veterinario della Asl, ora però queste colonie rischiano di proliferare sempre a dismisura a causa della momentanea sospensione, annunciata dalla stessa azienda sanitaria, dell'attività di sterilizzazione dei gatti presenti proprio all'interno delle colonie feline.Proprio per evitare ciò l'amministrazione ha deciso di stipulare delle convenzioni con gli studi medici veterinari locali per procedere alla sterilizzazione dei felini liberi. A occuparsi della cattura e del trasporto degli animali negli studi veterinari, saranno le associazioni di volontariato del territorio.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Marietta Tidei vicepresidente della commissione Attività produttive: gli auguri di Fabio Angeloni, responsabile Economia del Pd provinciale

CIVITAVECCHIA – "Giunge all’inizio di un ciclo economico delicatissimo la nomina di Marietta Tidei a Vice presidente della Commissione Attività produttive della Regione. Un ciclo – sottolinea Fabio Angeloni Responsabile Economia del PD provincia Roma – che verrà segnato dalla chiusura delle centrali a carbone (annunciata dal governo uscente per il 2024) e che spero veda sempre di più il porto come fabbrica delle opportunità per tutta la comunità cittadina del territorio".
"Ci sono proposte che vanno costruite dal Comune e dall’Authority insieme alla Regione proprio attraverso la Commissione attività produttive – prosegue Fabio Angeloni – Penso alla richiesta che questo territorio venga riconosciuto come area de-industrializzata e depressa, alla stregua di Bagnoli, alla Zona Economica speciale alle spalle del porto con due iniziative di sviluppo precise:  il bio alimentare e la bio pesca, destinate al mercato della Capitale ed estero e la  logistica delle Emergenze umanitarie (Emergency Supply Chain). A Marietta formulo per questo i migliori auguri di buon lavoro".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Per la Tidei vice presidente gli auguri del Responsabile Economia del PD provinciale

CIVITAVECCHIA – "Giunge all’inizio di un ciclo economico delicatissimo la nomina di Marietta Tidei a Vice presidente della Commissione Attività produttive della Regione. Un ciclo – sottolinea Fabio Angeloni Responsabile Economia del PD provincia Roma – che verrà segnato dalla chiusura delle centrali a carbone (annunciata dal governo uscente per il 2024) e che spero veda sempre di più il porto come fabbrica delle opportunità per tutta la comunità cittadina del territorio".
"Ci sono proposte che vanno costruite dal Comune e dall’Authority insieme alla Regione proprio attraverso la Commissione attività produttive – prosegue Fabio Angeloni – Penso alla richiesta che questo territorio venga riconosciuto come area de-industrializzata e depressa, alla stregua di Bagnoli, alla Zona Economica speciale alle spalle del porto con due iniziative di sviluppo precise:  il bio alimentare e la bio pesca, destinate al mercato della Capitale ed estero e la  logistica delle Emergenze umanitarie (Emergency Supply Chain). A Marietta formulo per questo i migliori auguri di buon lavoro".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

"Punta di Palo, chiesta una convocazione urgente della commissione urbanistica"

LADISPOLI – Non rientra tra i Piani integrati revocati dal consiglio comunale, quello relativo a Punta di Palo. Mentre per gli altri provvedimenti portati all'attenzione del consiglio comunale, l'iter non era stato avviato, lo stesso non si può infatti dire per il Piano in questione, già approvato dalla massima assise cittadina diversi anni fa. A puntare i riflettori sulla questione è il Movimento 5 Stelle di Ladispoli che torna a chiedere al primo cittadino che cosa intende fare per tutelare quella zona. "Durante la commissione urbanistica del 26 aprile – spiegano i grillini – a domanda diretta da parte del consigliere 5 Stelle Antonio Pizzuti Piccoli, sulla posizione dell'amministrazione Grando, la risposta del Sindaco è stata deludente e ambigua, un sostanziale 'né a favore né contro'". I pentastellati ricordano che quella relativa a Punta di Palo "è una questione molto importante per la città: praticamente unanime la valutazione degli esperti e tecnici interpellati: se si dovesse costruire nell'area il primo effetto sarebbe la morte del Bosco di Palo (uno dei pochissimi fiori all'occhiello di Ladispoli). Come Movimento 5 Stelle – proseguono i grillini – abbiamo richiesto ufficialmente al presidente della commissione urbanistica di convocare una riunione urgente della commissione sul tema".

Sull'argomento, l'amministrazione era intervenuta già svariate volte sottolineando la sua contrarietà alla realizzazione di quel Piano Integrato il cui iter si trova in uno stato già avanzato (rispetto ai sei annullati nel consiglio del 3 maggio scorso) essendo stato adottato anche dal consiglio comunale anni fa. Gli amministratori di Palazzo Falcone starebbero dunque studiando come e in che termini poterne bloccare l'iter, qualora questo fosse possibile.

Intanto il Movimento 5 Stelle, puntando i riflettori su Punta di Palo, è tornata ad intervenire ancora una volta sulla questione Piazza Grande definendola "un fallimento della società civile e una breccia per tanti disagi che cadranno sulle spalle dei cittadini". Dopo la sospensione dei lavori ordinata dal primo cittadino, l'amministrazione comunale aveva annunciato la ripresa dei lavori grazie a un accordo trovato con la società. Accordo che prevede la realizzazione di spazi da dedicare alla collettività: un parco giochi inclusivo e una palestra polivalente (al posto della piscina inizialmente annunciata). "Ci viene doveroso informare i cittadini – dicono i 5 Stelle – che allo stato attuale delle cose, la Regione Lazio, l'ente che può approvare variazioni del progetto originario, non ha ancora ricevuto nulla di tutte queste varianti, né, quindi, si è potuta esprimere sulla possibilità di cambiare il progetto in corso". I pentastellati, dunque, si chiedono "il perché di ciò e soprattutto, visto che i lavori proseguono spediti, cosa succederà se la Regione Lazio dovesse rifiutare tali varianti".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tarquinia saluto romano, Idea Sviluppo ed altri: "Non conosciamo i fatti peraltro oggetto di indagine"

TARQUINIA – Sono giunti stamattina i primi chiarimenti da parte della maggioranza in merito all'assenza dal consiglio di ieri sera. I primi a prendere la parola sono i consiglieri di Idea Sviluppo, che fa capo al consigliere Pietro Serafini,  insieme ad altri consiglieri della stessa coalizione. (AGG. 08/05 ORE 9)

NESSUNA CONOSCENZA DIRETTA DEI FATTI. "In  riferimento alla mancata partecipazione alla seduta consiliare del 7 maggio sulle note questioni dell'utilizzo improprio della fascia tricolore all'interno degli Uffici comunali, il gruppo Idea Sviluppo ed altri consiglieri ritengono di dover precisare che l'assenza è stata determinata dalla impossibilità da parte dei consiglieri suddetti di poter dare qualsiasi apporto di conoscenza ulteriore rispetto alle indiscrezioni giornalistiche, per mancata conoscenza diretta dei fatti, per altro oggetto di accertamento da parte delle Autorità competenti". (AGG. 08/05 ORE 10,07)

LE ACCUSE DI ANTIDEMOCRATICITA' ''DA CHE PULPITO'' "In ogni caso – aggiungono i consiglieri – pur riconoscendo la centralità del consiglio come luogo principale di ogni dibattito democratico, il gruppo consiliare non poteva diventare portatore di interessi configgenti all’interno della compagine di maggioranza e non poteva diventare essa stessa minoranza all'interno di un consiglio per il quale era stata annunciata l'assenza di altri gruppi". "Detto ciò il nostro gruppo di consiglieri, Idea Sviluppo e altri – contesta nel modo più assoluto il fatto di essere ostaggio di altri gruppi o diverse formazioni politiche e respinge al mittente eventuali insinuazioni di anti democraticità, tenuto conto che in circostanze di maggiore interesse amministrativo la precedente maggioranza non ha neppure inteso convocare consigli comunali, legittimamente richiesti dall’allora minoranza. Quanto sopra rimaneva disposizione soprattutto della cittadinanza per ogni possibile confronto democratico e dialettico su tutte le questioni di interessi generali". (AGG. 08/05 ORE 10,48)

                    
                

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Saluto romano, Idea Sviluppo ed altri: "Non conosciamo i fatti peraltro oggetto di indagine"

TARQUINIA – Sono giunti stamattina i primi chiarimenti da parte della maggioranza in merito all'assenza dal consiglio di ieri sera. I primi a prendere la parola sono i consiglieri di Idea e sviluppo insieme ad altri della stessa coalizione.

"In  riferimento alla mancata partecipazione alla seduta Consiliare del 7 maggio sulle note questioni dell'utilizzo improprio della fascia tricolore all'interno degli Uffici comunali, il gruppo Idea Sviluppo ed altri consiglieri ritengono di dover precisare che l'assenza è stata determinata dalla impossibilità da parte dei Consiglieri suddetti di poter dare qualsiasi apporto di conoscenza ulteriore rispetto alle indiscrezioni giornalistiche, per mancata conoscenza diretta dei fatti, per altro oggetto di accertamento da parte delle Autorità competenti".
"In ogni caso – aggiungono i consiglieri – pur riconoscendo la centralità del Consiglio come luogo principale di ogni dibattito democratico, il gruppo consiliare non poteva diventare portatore di interessi configgenti all’interno della compagine di maggioranza e non poteva diventare essa stessa minoranza all'interno di un Consiglio per il quale era stata annunciata l'assenza di altri gruppi"

" Detto ciò il nostro gruppo di consiglieri, Idea Sviluppo e altri – contesta nel modo più assoluto il fatto di essere ostaggio di altri gruppi o diverse formazioni politiche e respinge al mittente eventuali insinuazioni di anti democraticità, tenuto conto che in circostanze di maggiore interesse amministrativo la precedente maggioranza non ha neppure inteso convocare consigli comunali, legittimamente richiesti dall’allora minoranza. Quanto sopra rimaneva disposizione soprattutto della cittadinanza per ogni possibile confronto democratico e dialettico su tutte le questioni di interessi generali".

                    
                

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Saluto romano, Idea Sviluppo ed altri: "Non conosciamo i fatti peraltro oggetto di indagine"

TARQUINIA – Sono giunti stamattina i primi chiarimenti da parte della maggioranza in merito all'assenza dal consiglio di ieri sera. I primi a prendere la parola sono i consiglieri di Idea e sviluppo insieme ad altri della stessa coalizione.

"In  riferimento alla mancata partecipazione alla seduta Consiliare del 7 maggio sulle note questioni dell'utilizzo improprio della fascia tricolore all'interno degli Uffici comunali, il gruppo Idea Sviluppo ed altri consiglieri ritengono di dover precisare che l'assenza è stata determinata dalla impossibilità da parte dei Consiglieri suddetti di poter dare qualsiasi apporto di conoscenza ulteriore rispetto alle indiscrezioni giornalistiche, per mancata conoscenza diretta dei fatti, per altro oggetto di accertamento da parte delle Autorità competenti".
"In ogni caso – aggiungono i consiglieri – pur riconoscendo la centralità del Consiglio come luogo principale di ogni dibattito democratico, il gruppo consiliare non poteva diventare portatore di interessi configgenti all’interno della compagine di maggioranza e non poteva diventare essa stessa minoranza all'interno di un Consiglio per il quale era stata annunciata l'assenza di altri gruppi"

" Detto ciò il nostro gruppo di consiglieri, Idea Sviluppo e altri – contesta nel modo più assoluto il fatto di essere ostaggio di altri gruppi o diverse formazioni politiche e respinge al mittente eventuali insinuazioni di anti democraticità, tenuto conto che in circostanze di maggiore interesse amministrativo la precedente maggioranza non ha neppure inteso convocare consigli comunali, legittimamente richiesti dall’allora minoranza. Quanto sopra rimaneva disposizione soprattutto della cittadinanza per ogni possibile confronto democratico e dialettico su tutte le questioni di interessi generali".

                    
                

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Castello di Santa Severa: inaugurato l'ostello della gioventù

SANTA MARINELLA – Giornata di festa per il castello di Santa Severa. Alla presenza del Governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti, è stato inaugurato l’ostello per giovani e famiglie, realizzato all’interno del maniero medioevale.
«L’apertura della struttura ricettiva, ricavata in una delle location più suggestive del Mar Mediterraneo – ha sottolineato il governatore – insieme ai nuovi allestimenti museali e all’innovation lab, era stata annunciata nel novembre scorso, nell’ambito della presentazione del piano di start up della fase due del castello. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###