Volley Ladispoli pronta a ripartire

Come ogni anno questo è un periodo di grande fermento per la Volley Ladispoli. 
Pianificare, consolidare, cambiare, sostituire, questi i termini all’ordine del giorno utilizzati per arrivare ad una risultante finale che deve comprendere oltre ai tantissimi compiti istituzionali, anche la programmazione di ogni singola squadra (almeno 15 in tutto) e, non ultima, la soddisfazione di tutti. 
Il compito più arduo naturalmente investe il campionato nazionale di serie B2 femminile, che alla luce di un’esperienza ormai consolidata, sono sei le stagioni consecutive nella serie, non nasconde le sue seppur moderate ambizioni. 
 Proprio in questo ambito, nei giorni scorsi sono stati ufficializzati i gironi; anche quest’anno la Massimi Eco Soluzioni Ladispoli è stata inserita nel girone G a 14 squadre. Ne fanno parte 8 compagini laziali: Ladispoli, Andrea Doria Tivoli, Volleyrò Casal ‘de Pazzi, Virtus Roma, Pol. Talete, Pol. Roma 7 Volley, Modo Volley Marino, Volley Group Roma; 2 squadre umbre: Sorbi Gioielli P. Felcino Perugia e Limmi School V. Perugia; 2 sarde, entrambe formazioni cagliaritane: Alfieri Cagliari e PGS S. Paolo Cagliari. Completano il girone due squadre abruzzesi: Volley Virtus Orsogna e Coget Teatina Chieti.
A detta del presidente Scimia le prospettive della stagione 2018-2019 sono incoraggianti; le ragioni tante, ad iniziare dalla riconferma per intero dello staff tecnico costituito dall’ormai consolidato trio Grechi, Simonetti, Varvaro. 
Poi altre buone notizie arrivano dagli importanti innesti all’interno di un organico già ben attrezzato; alcuni rappresentano dei graditi rientri, altri delle significative novità. 
Comunque c’è tanta fiducia in una nuova stagione che tutti si augurano ricca di soddisfazioni e con tante emozioni. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Snc passa nel girone nord

Come già anticipato da oltre un mese per la Snc Civitavecchia il campionato di A2 maschile di pallanuoto del prossimo anno (stagione 2018-19) sarà svolto nel girone nord. Questa la novità della prossima stagione per coach Pagliarini e i suoi ragazzi, che eviteranno il giorne sud e le sue trasferte in aereo ma torneranno in Liguria (ben 8 volte) e arriveranno a Brescia (neopromossa), poi si viaggerà alla volta di Como, Padova e Bologna, per finire poi ad Ancona che diventa la trasferta più vicina, chiudendo poi in Piemonte  sponda Torino 81, club appena retrocesso dalla A1. Meglio o peggio? Così, a prima vista, l’impegno economico sembra essere minore, mentre per la qualità delle società ed ambizioni delle stesse, giocare nel gruppo nord potrebbe convenire alla società del presidente D’Ottavio; e comunque questa è stata la decisione presa dalla FIN e la stessa verrà ufficializzata, visti gli impegni delle nazionali, verso la fine di agosto. 
«Tornare a giocare al nord – commenta il presidente D’Ottavio – può essere uno stimolo in più per tutti dopo 7 campionati giocati nel girone sud».
Anche a coach Marco Pagliarini la cosa non dispiace: «Penso che la novità del girone nord possa essere positiva. Non ci sono squadre costruite per vincere a tutti costi il campionato (al sud Rari Salerno, Latina e Palermo già pensano in  grande – ndr); Bologna e Torino partono sicuramente avanti. Noi, questione straniero a parte, siamo gli stessi, con un anno in più di esperienza sulle spalle».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cerveteri scatenato: preso Alberto Roscioli

Ancora un colpo di mercato per uno scatenato Città di Cerveteri. Dopo l’arrivo di Bacchi, ex Fregene e Ladispoli, ha firmato anche Alberto Roscioli, giocatore prelevato dalla Ternana, società con la quale ha giocato due campionati Primavera; lo scorso anno è stato poi aggregato da Poschesci con la formazione umbra in serie B. Il forte difensore, di 21 anni, non ha potuto dire no alla chiamata del club etrusco e si è detto subito soddisfatto dell’accoglienza manifestata dai dirigenti verdazzurri. Il direttore generale Ciampa, in effetti, ci stava lavorando da qualche settimana e non è stato facile convincere il difensore di origine cerveterane. Cresciuto nelle giovanili del Ladispoli, era ritornato nella squadra che lo ha lanciato due anni fa ma senza esiti positivi. Ed ora cerca il riscatto personale in una piazza calda e passionale. Con la Ternana, nella Primavera allenata da mister Siviglia, nel 2016 ha giocato ben 26 partite, segnando tre gol. Adesso Alberto Roscioli spera di riprendere quota con una squadra di Promozione dalle grandi ambizioni.
R. S.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Syria Tangini torna in serie A2

Sirya Tangini giocherà nuovamente in serie A2 nella prossima stagione. Dopo l’esperienza in B1 con il Vicenza, la centrale civitavecchiese ha accettato la proposta del Martignacco. La formazione friulana, neopromossa nella cadetteria, ha grandi ambizioni. Per Tangini si tratta della terza esperienza in serie A2 dopo quelle con Rovigo e Olbia.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cpc2005: arrivano mister Caputo e il ds Fabietti

La Ccp2005 riparte da mister Paolo Caputo e dal direttore sportivo Sandro Fabietti. C’è indubbiamente voglia di riscatto e, con le scelte cadute su l’elite del calcio laziale, il club civitavecchiese spera di tornare protagonista già dalla prossima stagione di Promozione.
 «Da segnalare – fanno sapere dalla società portuale – l’infondatezza delle tante notizie apparse sui quotidiani di informazione. In alcuni casi atte solo a destabilizzare la tranquillità dei giocatori e delle società di appartenenza. Sarà nostra premura a tempo debito, non prima del primo luglio, visto il blocco del mercato di trasferimento fino a quella data, di comunicare le operazioni in entrata e in uscita della Cpc2005 Calcio».
Insomma, due colpi dirigenziali di assoluto spessore, per una società che non ha mai nascosco le sue ambizioni.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ennesima ordinanza in danno all’Ostilia

di TONI MORETTI 

CERVETERI – Ancora una ordinanza sindacale, la n°49 dell’11 maggio, che prevede l’intervento del comune per la riparazione di una parte di rete idrica che crea pregiudizio alla sicurezza dei cittadini e che chiama in danno la società Ostilia, proprietaria delle medesime senza che il comune stesso prenda precauzioni e garanzie per la solvibilità dell’azienda, ha il sapore dell’ennesima regalia che si fa a codesta società. L’atto a seguito di una rottura della condotta riscontrata in via dei  Convolvoli all’altezza dei civici 5 e 7 e segnalata dal comandante dei Carabinieri della stazione di Campo di Mare. E’ estremamente difficile riuscire a capire perché una amministrazione persegue in un, a prima vista, irragionevole accanimento terapeutico nei confronti di una società, Ostilia  SpA, proprietaria del comprensorio di Campo di Mare sul quale c’è un intreccio di avvenimenti ed azioni controverse che hanno prodotto un contenzioso col comune di Cerveteri che dura da quaranta anni. Ad oggi, questa società del gruppo Bonifaci, che ha ereditato con l’acquisto si dice tutti i prezzi da pagare per malandrinate commesse da altri negli anni d’oro dei palazzinari, quando tutto era consentito, realizzato e insabbiato per intervento di una politica succube, servile e compiacente, è quasi decotta. L’assenza di qualsiasi intervento negli anni,  si parla di manutenzione strutturale della rete idrica per esempio e di quella fognaria, come dell’illuminazione delle strade e delle aree verdi o del controverso spazio che va dal confine demaniale a quelle aree che da anni sono state occupate da manufatti abusivi che si chiamavano stabilimenti balneari, oggi oggetto di rivalsa con la stessa proprietà che ne ha rivendicato il possesso. Stiamo parlando del mare di Cerveteri, città di ambizioni turistiche internazionali, patrimonio dell’umanità per l’eredità che ha avuto dai suoi avi etruschi della necropoli più bella del mondo. Ebbene questa zona, lottizzata abusivamente, tenuta in un modo che chi vi abita maledice il giorno di aver fatto quella scelta, appartiene ad una società sull’orlo del fallimento. E il comune? Il comune, esaminando gli atti che approva e le azioni che promuove sembra orientato a darle una mano per salvarsi con irragionevoli regalie che provocano più di un’ombra e suscitano più di un sospetto.  Vuoi vedere che i vari passaggi di mano sono frutto di un architettura di scatole cinesi che conducono a chi è sopravvissuto a destra e a sinistra al “sacco” di Roma pronto a ripetere l’esperienza nel litorale dell’area metropolitana?

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Minghella smentisce ogni alleanza con Tidei

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Minghella smentisce la sua candidatura in una delle liste che appoggiano il candidato sindaco del centro sinistra Pietro Tidei, afferma con durezza l’amministrazione Bacheca è stata disattenta e superficiale, sottolinea che il centro destra cittadino non esiste più e racconta qual è il suo modo di interpretare il ruolo di amministratore. “Nel periodo che è passato tra due date fondamentali – dice Minghella – cioè la fine dell’esperienza amministrativa con Roberto Bacheca e l’esperimento elettorale di marzo, ho registrato con dispiacere un profondo disagio. Oggi, dopo le ultime novità ed il teatrino messo in piedi per marginalizzare ogni forma di novità sulla scena cittadina, posso affermare con certezza che il centrodestra a Santa Marinella non esiste più. La mia esperienza amministrativa, è stata scandita da progetti confermati dai risultati e dal freddo pressappochismo con i quali gli stessi, sia i primi che i secondi, sono stati accolti da un’amministrazione disattenta e superficiale. Non mi è stato dato il tempo di portare a compimento quello che era un disegno di razionalizzazione e risanamento delle finanze comunali di cui la città aveva ed ha tutt’ora necessità. La bontà delle mie azioni, è stata confermata dal fatto che, scorrendo i programmi delle forze che oggi si sono presentate ai cittadini, queste sono riportate per intero in tutti i loro documenti. Quello elettorale, è il momento giusto per fare scelte importanti, impegnative, serie, avendo come obiettivo non un tornaconto personale e nemmeno un effimero prestigio,ma esclusivamente il benessere di una cittadinanza per troppo tempo dimenticata ed il futuro di una comunità che attende di ripartire verso un domani che può essere sempre più lontano”. Ora come non mai, spiega Minghella, è necessario abbassare bandiere ed insegne, e le forze valide abbiano progetti seri e che siano in grado di portarli a compimento. “La candidatura di un consigliere comunale – prosegue l’ex delegato al bilancio – è sempre una dichiarazione di disponibilità al servizio della propria città e non può essere altro. Io sono a disposizione di chiunque sappia apprezzare quanto ho finora saputo realizzare e che si renda disponibile a portare a compimento, nel più breve tempo possibile, tutto quanto occorra per traghettare questa città nel suo futuro”. Minghella dice di aver messo da parte le ambizioni personali, rinunciando a proporre la sua candidatura a sindaco, perché ritiene che un passo indietro sia necessario per consentire l’unificazione delle forze migliori, avendo come unico obiettivo comune il progresso di tutta la città e la migliore qualità della vita possibile per i suoi concittadini”. “Ho comunque voglia di fare – conclude l’esponente dell’ex giunta Bacheca – e credo di aver pienamente dimostrato le mie capacità, competenze ed esperienza. La partita è ancora lunga da giocare, sul destino dei miei concittadini, sul futuro dei miei figli, il miglior futuro possibile, non accetto compromessi o soluzioni di comodo. Il mio impegno sarà sempre in prima persona ed a viso aperto”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cerveteri salvo, A. Ladispoli ai playout, niente playoff per la Cpc

Nulla da fare per la Ccp2005 nella gara esterna con il Grifone, tanto da dire addio ai playoff. Finisce dunque come era iniziata la stagione della Compagnia Portuale, con una sconfitta. Secco il quattro a uno del Grifone su una squadra già in vacanza, che relega le ambizioni dei portuali al quinto posto. Finisce nel peggiore dei modi, con una goleada rischiata, e che per poco non è avvenuta. Posizione in classifica che rispecchia un’intera annata, partita nel peggiore dei modi e finita allo stesso modo. 
Pareggio invece per 1 a 1 tra il Santa Marinella/Santa Severa e l’Aranova. Gli ospiti si portano in vantaggio per primi (dopo che Brutti aveva gettato al vento un calcio di rigore per i padroni di casa), ma allo scadere lo stesso Brutti regala il pari ai suoi. «Bella partita che volevamo vincere – dice mister Zeoli – peccato per quel rigore sbagliato». 
L’Atletico Ladispoli, nonostante il successo per 3 a 2 con l’Accademia Roma, si vede costretto alla lotteria dei playout (come migliore posizione e quindi giocherà in casa lo spareggio), per colpa del Città di Cerveteri che avendo battuto tra le mura amiche il Canale Monterano per 2 a 0 si salva all’ultima giornata. Soddisfatto mister Cotroneo: «Oggi mi sono alzato rilassato – ammette l’allenatore – e sono contento per quello che hanno fatto i ragazzi. Guardando la classifica, con un organico differente rispetto allo scorso anno, siamo riusciti anche a fare più punti. Una grande soddisfazione. Rispetto alla prima parte di stagione, la differenza l’ha fatta l’aver perso dei giocatori importanti che ci avrebbero dato quell’esperienza in più sicuramente per salvarci prima e non aspettare gli ultimi 90 minuti. Non avere a disposizione calciatori come Paraschiv, Coda, Morlando e altri elementi debbo dire che ha inciso parecchio sull’andamento del girone di ritorno. Ma alla fine i ragazzi, tutti giovanissimi, sono stati bravi e questo è ciò che conta. Il girone era difficile e molto equilibrato. Ancora è presto per parlare di futuro. Adesso godiamoci questa salvezza. Al momento opportuno parlerò con la società, io sono molto ambizioso e cerco di lavorare nel migliore dei modi».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cpc, sul rettangolo della capolista Ottavia in palio una fetta di stagione

Per la 29esima giornata del campionato di promozione la Compagnia Portuale Civitavecchia sarà ospite, stamane, dell’Ottavia, in una gara che per i tirrenici vale un campionato. A sei dal termine, infatti, per la Cpc2005 la sfida contro i romani,  diventa il crocevia di una intera stagione. All’andata, Catracchia e Ruggiero regalarono i tre punti alla compagine diretta da mister Blasi, che in una rincorsa partita della terza giornata, consolidata da questo big match, gli regalò poi il primato insieme ai romani prima di Natale. Qualcosa è cambiato da quell’incontro e diciamo in negativo, con il vertice lontano dodici punti e un terzo posto mantenuto a stento da confermare, perché in queste sei gare tutto è nelle mani dei portuali in quanto, uscire indenni da questo impianto, risultati delle contendenti permettendo, sarebbe già un notevole passo in avanti. Bomarzo e la gara casalinga con il Ronciglione nel giro di quindici giorni, daranno l’esatto quadro delle ambizioni della roja. Tante le defezioni a partire da Poggi e Loiseaux, all’apice dei lungo degenti di una stagione forse con troppi infortuni, con Luciani, Paolini e Paolucci che saranno valutati solo nel riscaldamento pre gara. Formazione quasi obbligata per Blasi che dovrebbe rispecchiare quella delle ultime uscite, con tanti under provenienti dalle giovanili a comporre il restante. Arbitrerà Andrea Giordani della sezione di Aprilia, coadiuvato da Matteo Manni di Frosinone e Alessandro De Lorenzo di Latina. Il Santa Marinella/Santa Severa, invece, viaggia alla volta di Cerveteri. Il gruppo di mister Zeoli sarà chiamato ad una sfida difficile in quanto, i giovani del tecnico Cotroneo, sono in un ottimo momento di forma e soprattutto in casa sono molto pericolosi. Per quanto riguarda i giocatori a disposizione, Zoli dovrà fare a meno dell’esterno Del Monte e del difensore Castelletti. «Abbiamo l’occasione per migliorare la nostra classifica – spiega Zeoli – ora però bisognerà sapere quanto i giocatori sono motivati in questa gara. Abbiamo avuto delle difficoltà nel fare gli allenamenti (visto che il Comune ha deciso di togliere la corrente al campo di calcio di Santa Severa – ndr), ma per questo non significa che non dobbiamo impegnarci al massimo per raggiungere la posizione migliore in questo campionato». «Giocando in casa abbiamo il dovere di puntare al risultato pieno – dice Cotroneo – sappiamo che ci troveremo di fronte un’ottima squadra, ma noi siamo riusciti a vincere a Santa Severa ed ora ci riproviamo». Per quel che riguarda l’Atletico Ladispoli, la compagine di mister Morelli sarà di scena stamani sul campo amico contro il Bomarzo.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###