Errori giudiziari: a Civitavecchia un convegno per avvocati e cittadini

CIVITEVECCHIA – Errori giudiziari storie, testimonianze e riflessioni. 

È questo il tema del convegno di alta partecipazione contenutistica previsto per questo venerdì a Civitavecchia presso la sala meeting dell'Hotel San Giorgio.

Un appuntamento organizzato dalla Camera penale di Civitavecchia, presieduta dall'avvocato Andrea Miroli, che rientra anche nell'ambito degli incontri della Scuola per i difensori d'ufficio, coordinata dagli avvocati Paolo Pirani e Remigio Sicilia, rispettivamente della Camera penale di Civitavecchia e Viterbo.

Il convegno, aperto agli avvocati, ai quali viene richiesto l'accreditamento,  – con l'assegnazione da parte dell'ordine di 4 crediti formativi rilasciati a legali di qualunque foro – è inserito anche nel calendario del corso per difensori d'ufficio, ma soprattutto si estende anche alla partecipazione dei cittadini perché il tema, è un tema di tutti.

È giusto, infatti, che in un momento così caldo, in cui sostanzialmente c'è molta attenzione a quella che è la problematica giustizia, il cittadino inizi anche a sentire e toccare con mano le esperienze, soprattutto quelle dirette di persone che hanno vissuto da vicino questo tipo di problema, nell'obiettivo generale di riflettere e comprendere nei dettagli cosa può comportare la giustizia. 

Relatori di eccezione pertanto, per un incontro che punta alla  sensibilizzazione generale su un argomento sempre più attuale. 

Oltre al presidente della camera penale di Civitavecchia avvocato Miroli, interverrà anche il presidente dell'Ucpi, Unione delle Camere penali italiane, Giandomenico  Caiazza, il quale parlerà della "Vicenda Enzo Tortora, per non dimenticare".

Testimonianza illustre anche quella della moglie di Enzo Tortora, onorevole Francesca Scopelliti, presidente della Fondazione internazionale per la giustizia Enzo Tortora, che rappresenterà tutto l'iter e tutta la storia Tortora, esempio di errore giudiziario, storicamente più noto, che ha fatto maggiore scalpore.

Autorevole anche la relazione dei giornalisti Benedetto Lattanzi e Valentino Maimone, noti fondatori di Errorigiudiziari.com, primo archivio on line di errori giudiziari e ingiuste detenzioni, dal quale è stato creato anche 'Io sono innocente' il programma di Rai Tre dove si è parlato di vittime di errori giudiziari che sono statisticamente davvero numerosi. Un argomento, pertanto, sul quale esperti della materia e semplici cittadini devono interrogarsi e riflettere. I noti giornalisti focalizzeranno l'attenzione su cosa è cambiato da Tortora ad oggi.

Tra le testimonianze anche Giuseppe Gulotta, esempio storico di vittime di errori giudiziari, probabilmente emblema del più grave caso di errore giudiziario mai accaduto in Italia. Gulotta, che è  oggi presidente del Progetto innocenti della Fondazione che porta il suo nome, racconterà la sua vicenda, la sua esperienza e come si è reinserito in una società che lo aveva condannato. Non poteva mancare in questo contesto di alto profilo l'intervento dell'avvocato Enrico Delahaye che fino a dicembre 2016 era procuratore generale di Corte di Cassazione. Delahaye si occuperà della parte relativa al risarcimento del danno per le vittime di errori giudiziari costrette ad una ingiusta detenzione. L'ex giudice di sorveglianza interverrà con ogni probabilità anche sulla vicenda Tortora. 

L'appuntamento è per venerdì 23 novembre dalle 15,30 alle 19,30 presso la sala meeting dell'Hotel San Giorgio, viale Garibaldi 34 Civitavecchia.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il vicesindado di Torino Montanari: «Io, No Tav con la fascia tricolore. Chiara? Si discute, si litiga, si decide»

L’uomo forte dell’ala ortodossa della giunta M5S ribadisce il confronto con la sindaca e le ragioni contro l’Alta velocità: «Le madamine non rappresentano la città reale»

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Maltempo: chiuso per ore il sottopasso di Fiumaretta

CIVITAVECCHIA – Disagi in diversi quartieri della città, dalla tarda mattinata e fino a metà pomeriggio, a causa della violenta pioggia che si è abbattutta attorno alle 12.30. 
Strade allagate, buche trasformate in piscine e problemi soprattutto per gli automobilisti che erano in strada a quell’ora; disagi che si sono amplificati in concomitanza con l’orario di uscita dalle scuole. 
Allagato il sottopasso di Fiumaretta, come spesso accade in questi casi, chiuso fino al pomeriggio, con i volontari della Protezione Civile che sono stati impegnati per diverse ore per ripristinare la sicurezza. 
Allagata via Terme di Traiano, specie nella parte alta, dove l’acqua mista a detriti provenienti dai campi ha creato non pochi problemi alla circolazione. 
Infine disagi a San Gordiano, specie all’altezza dell’ingresso sud, trasformato in un’enorme pozzanghera.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Bilancio, Fantozzi: ''Stagnazione, carestia e degrado''

SANTA MARINELLA – Il coordinatore locale di Fratelli d’Italia Ilaria Fantozzi spara a zero contro il sindaco Tidei che nel suo resoconto sul bilancio, ha annunciato ufficialmente che per il prossimo anno ci saranno degli aumenti considerevoli di tutte le tasse comunali. 
«Il bilancio è stato approvato – spiega la Fantozzi – ed a causa del dissesto i cittadini avranno un aumento Irpef dell’undici per cento e un aumento della Tari del 23 per cento, su una tariffa già alta di suo per un servizio di bassa qualità. Via Quattro Novembre è stata chiusa in direzione Roma e non c’è alternativa di viabilità, le buche sono ancora presenti malgrado l’impegno dei cittadini volontari, la segnaletica stradale in alcune zone continua a mancare. Insomma, due anni difficili per la cittadinanza, così come ci comunica l’onorevole sindaco, preparandoci ad un tartassamento economico e degrado urbanistico e ambientale. Le attività continuano a chiudere per il vuoto turistico che non trasuda economia e la mortadella viene venduta anche a 18 euro al chilo in alcuni esercizi per fronteggiare le spese. Bene, questa la realtà dopo sei mesi di insediamento di questa amministrazione. L’importante però, a detta del sindaco, è che si inizi ad intravedere una luce in fondo al tunnel. La veggente amministrazione è fortunata nel vederla». 
«Noi – prosegue la Fantozzi –  per il momento non vediamo nulla anzi, notiamo stagnazione, carestia e degrado. E’ questa l’innovazione politica promessa in campagna elettorale che ha portato al consenso popolare di questa amministrazione? Erano queste le promesse fatte alla cittadinanza? In sei mesi il vuoto. Ma si è colpa del passato e dell’immobilismo politico e strutturale di chi aveva vinto, è colpa del passato se i servizi sono peggiorati, se si pagano più tasse, se ci sono le buche, se le vie vengono chiuse, se ci sono quasi cento deleghe che non servono a nulla se non per accontentare sostenitori e non far crollare questa macchina senza carburante? Ma una parte di questi problemi si conoscevano già e non è forse per questo che si parlava di programmi elettorali per la rinascita della Perla? Quali sono le iniziative concrete che l’amministrazione vuole intraprendere per aiutare i cittadini, per aggiustare le cose, per rendere vivibile questo Paese? “Lo sapremo nella prossima puntata – conclude la Fantozzi – della serie Tidei e il meraviglioso mondo del dissesto santamarinellese. Accorrete tutti e sostenete il nostro sindaco buttando ghirlande per le strade».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Svanisce il sogno Coppa Italia

Gli Snipers TecnoAlt escono dalla Coppa Italia di hockey in line dopo il terzo turno, ma a testa alta. 
Sul campo del Monleale Sportleale finisce 8-6 (5-2 il primo tempo).
I civitavecchiesi partono male e la prima frazione si conclude sul 5-2 e con l’infortunio di Ravi Mercuri, che si aggiunge a quello di Riccardo Valentini.
Nella ripresa la rimonta, fino al 6-6 siglato a poco dalla fine. Poi la beffa, con la rete del 7-6 a 13’’ dalla fine e la rete sul finire di tempo a porta vuota con gli Snipers sbilanciati in avanti alla ricerca del pari. 
Dopo la deludente prova di Verona, ottima risposta in termini di carattere da parte dei ragazzi civitavecchiesi.
«Ci dispiace essere usciti dalla competizione già al primo turno – commenta a fine gara Manuel Fabrizi – ma siamo contenti per essere riusciti a tirar fuori il carattere che nelle precedenti partite lasciavamo negli spogliatoi. Sono partite come questa che possono farci crescere sia sul piano del gioco sia come gruppo. Speriamo di trasformare il rammarico per la sconfitta nella grinta necessaria per agguantare i primi punti in campionato».
Quattro reti siglate da Manuel Fabrizi, due da Elia Tranquilli.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Crc sfida la neopromossa Jesi

Crc in campo per la sesta giornata e per il sesto sigillo. Torna di scena alle 14.30 la squadra allenata dai tecnici Giampiero Granatelli e Mauro Tronca. 
Avversario, il Rugby Jesi 1970, una formazione neopromossa, ma che ha dato segnali decisamente convincenti in questo primo scorcio di stagione. 
Ha vinto la partita inaugurale di inizio campionato, in tutto due gare su cinque. 
«È una squadra che si riaffaccia nel campionato di serie B – dichiara il coach Granatelli – si tratta di un gruppo abbastanza giovane, con dei giocatori interessanti che hanno una gran voglia di fare risultati importanti. Nelle condizioni di alta classifica in cui ci troviamo, ogni avversario desidera fare risultato con il Crc Civitavecchia, così è stata la partita di domenica scorsa contro Modena, che si è battuta alla grande cercando di metterci il più possibile in difficoltà. Avrò a disposizione lo stesso gruppo di giocatori, la nota positiva è che porteremo con noi tre ragazzi dell’under 18, Nastasi, Nocchi e Olivieri». 
Arbitrerà Maria Beatrice Benvenuti, direttore di gara donna, romana di Trastevere, classe 1993. 
Figlia di un dirigente del CUS Roma Rugby e a sua volta sorella di rugbisti, si iscrisse ai corsi federali d’arbitraggio a 16 anni nel 2009, iniziando a dirigere a livello giovanile due mesi più tardi. 
Fu designata alla direzione di incontri maschili del campionato di serie B e quelli femminili di serie A, scelta grazie alla finale del titolo femminile 2013-14. 
Il 16 marzo 2018 debuttò al Sei Nazioni femminile arbitrando la partita tra Galles e Francia. Uno spunto di interesse in più per un incontro tutto da vivere.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Riaperta la Settevene Palo Nuova

CERVETERI – Come annunciato ieri mattina  è stata riaperta al traffico  la Settevene Palo Nuova, importante arteria che collega Cerveteri a Bracciano chiusa a causa della frana avvenuta tra il 6 e 7 settembre scorso. 
«Sulla Settevene Palo – dice il sindaco Pascucci – abbiamo sempre tenuto alta l’attenzione e continueremo a farlo visto che su questa strada è stato ottenuto, grazie a un mio emendamento al Bilancio della Città Metropolitana, lo stanziamento per il 2019 di 1 milione e 250mila euro per la sistemazione del tratto di strada franato nel 2014 e, per il 2020, di ulteriori 1 milione e 250mila euro per la manutenzione straordinaria. Vigileremo comunque che anche questi interventi stanziati arrivino a compimento nei tempi stabiliti in modo da garantire il completo ripristino di tutte le condizioni di sicurezza della Settevene Palo Nuova». 
Visto che su questo che sembra un avvenimento ma che dovrebbe essere al contrario una cosa normale, da giorni si assiste a prese di posizione a dir poco indecorose di  partiti e personaggi politici che rincorrono a suon di comunicati i meriti per la riapertura di questa strada. Il nostro desolato commento è che, aver contribuito con azioni politiche ad accelerare o in qualche modo a favorire la soluzione del problema in tempi ragionevolmente brevi, è stato il minimo sindacale che chi poteva fare ha fatto. 
Nessun merito quindi da sventolare a qualsiasi fine politico ma soltanto una parte del proprio dovere.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Riaperta la Settevene Palo Nuova

CERVETERI – Come annunciato ieri mattina  è stata riaperta al traffico  la Settevene Palo Nuova, importante arteria che collega Cerveteri a Bracciano chiusa a causa della frana avvenuta tra il 6 e 7 settembre scorso. 
«Sulla Settevene Palo – dice il sindaco Pascucci – abbiamo sempre tenuto alta l’attenzione e continueremo a farlo visto che su questa strada è stato ottenuto, grazie a un mio emendamento al Bilancio della Città Metropolitana, lo stanziamento per il 2019 di 1 milione e 250mila euro per la sistemazione del tratto di strada franato nel 2014 e, per il 2020, di ulteriori 1 milione e 250mila euro per la manutenzione straordinaria. Vigileremo comunque che anche questi interventi stanziati arrivino a compimento nei tempi stabiliti in modo da garantire il completo ripristino di tutte le condizioni di sicurezza della Settevene Palo Nuova». 
Visto che su questo che sembra un avvenimento ma che dovrebbe essere al contrario una cosa normale, da giorni si assiste a prese di posizione a dir poco indecorose di  partiti e personaggi politici che rincorrono a suon di comunicati i meriti per la riapertura di questa strada. Il nostro desolato commento è che, aver contribuito con azioni politiche ad accelerare o in qualche modo a favorire la soluzione del problema in tempi ragionevolmente brevi, è stato il minimo sindacale che chi poteva fare ha fatto. 
Nessun merito quindi da sventolare a qualsiasi fine politico ma soltanto una parte del proprio dovere.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###