Snipers, l’appuntamento con la prima vittoria è rimandato

Non arriva la prima vittoria per gli Snipers TecnoAlt. Nella settima giornata di andata al PalaMercuri passa il Cittadella per 9-3 (3-2 per i veneti il primo tempo). 
Risultato bugiardo visto che i civitavecchiesi sono stati a lungo in partita e possono recriminare nel primo tempo per due decisioni arbitrali piuttosto pesanti che hanno annullato la rete valida del 1-0 dei civitavecchiesi e convalidato quella del 3-2 degli ospiti viziata da un netto fallo ai danni dei padroni di casa. 
Negli ultimi minuti i civitavecchiesi cedono di schianto il Cittadella trova le ultime reti, buone solo per allungare il tabellino. 
In rete Elia Tranquilli (doppietta) e Gianmarco Novelli.
Così Elia Tranquilli: «Ci aspettavamo una partita difficile e così è stato. Abbiamo iniziato con il piede giusto andando addirittura in vantaggio ma la nostra inesperienza ci ha fatto finire il primo tempo sotto di un goal. All’inizio del secondo tempo abbiamo giocato bene ma sul goal del 5 a 3 siamo crollati fisicamente e mentalmente. Sono contento per la prestazione della squadra perché comunque davanti avevamo una grande formazione però il gioco ci insegna che le partite vanno giocate dall’inizio alla fine al 100%, al primo errore non si è perdonati».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Usi civici, Petrelli: "Lettura parziale da parte di Tidei"

CIVITAVECCHIA – "Il parere dell’ex sindaco Tidei sulla questione degli usi civici sembra essere, oltre che una lettura parziale della vicenda, un tentativo di screditare il parere di periti demaniali abilitati che, in quanto tali, hanno pari autorevolezza dei periti incaricati dall’Agraria". Ne è convinto il rappresentante di "Ripartiamo dai cittadini" Vittorio Petrelli che, sulle stesse Tenute, ha ricordato come l'Agraria ha elaborato due diverse perizie, domandandosi il perché e perché di queste due, una non potrebbe essere sbagliata. "Per non parlare dei danni cagionati a quei cittadini, liberati, che per 4 anni non hanno potuto esercitare il diritto di proprietà sul proprio immobile – ha aggiunto – piuttosto che affrontare l’aspetto delle perizie che giungono a conclusioni diverse, l’ex sindaco si fa forte della propria esperienza, omettendo di dire che nel 1916 una causa sentenziò l'inesistenza degli Usi Civici su quelle 3 Tenute. La stessa causa del 1990 è stata anomala perché ai cittadini non è stato mai notificato alcunché, nonostante il Commissariato abbia cercato di farlo. È stato come giocare con una porta sola, con quella dei cittadini che non avevano nessun giocatore a difenderli, neppure il portiere. I cittadini, abbandonati dalla politica e dalle istituzioni, si sono visti costretti a ricorrere, impiegando lo strumento dell'opposizione di terzi, previsto dalla normativa. Perché si gira la testa dall'altra parte di fronte ad atti pubblici dai quali si evince chiaramente che l'uso civico non c'è più da quasi 200 anni?  Poi ci si lamenta che escano fuori altre due perizie che non farebbero nient’altro che complicare la vicenda ed allungare i tempi di attesa? A chi dà fastidio che gli Usi Civici non ci siano più? Non certo ai cittadini. Per rispetto del Commissariato non rendiamo pubblici questi atti, ma dopo la sentenza lo faremo – ha concluso Petrelli – ben venga il confronto politico, così i cittadini potranno capire chi li vuole sudditi e chi li rispetta e li difende".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Margutta, occasione per la vetta 

Dopo il blitz della settimana scorsa sul campo del Terracina, torna in campo la Margutta Asp per la sesta giornata del campionato di serie C femminile. 
Alle 19 al Palasport arriva il Dream Team Casalandia, sestetto che si trova nella parte medio-alta della classifica e sicuramente avversario da prendere con le pinze. 
Dal canto loro le civitavecchiesi vogliono allungare la striscia di vittorie consecutive e cancellare definitivamente il ko di due settimane fa contro la capolista Virtus Latina.
Virtus Latina che tra l’altro sarà impegnata in casa dell’insidioso Terracina, in un turno che può essere positivo per le rossoblu anche in virtù dei risultati dagli altri campi. 
«Affrontiamo una buona squadra – ammette il tecnico Alessio Pignatelli – e quindi bisognerà fare attenzione. Abbiamo studiato le nostre avversarie e siamo pronti a scendere in campo con l’obiettivo di fare risultato pieno. Sfida Terracina-Latina? Ovviamente ci interessa, ma noi dobbiamo pensare solamente alla nostra gara e a chiuderla il prima possibile. Poi se dovessero arrivare buone notizie – conclude l’allenatore rossoblu – ce le prenderemo volentieri». 
Per quanto riguarda il capitolo formazioni, nessun problema per il tecnico civitavecchiese, che avrà a disposizione la rosa al completo, anche se la giovane palleggiatrice Elisa Regio è alle prese con qualche contrattura al collo e alla schiena e sarà utilizzata solo in caso di emergenza.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cpc-Corneto è il big match di giornata

Per la nona giornata del campionato di Promozione, il turno mette di fronte ben sei formazioni del nostro comprensorio, in tre derby che si preannunciano di grande interesse. Il Corneto Tarquinia ospita stamani al Bonelli la Cpc2005 in una di quelle battaglie calcistiche che hanno segnato sfide memorabili e da ricordare  negli anni. Dopo l’assenza nelle due precedenti stagioni, nell’ultima la Corneto era in Prima Categoria e nell’altra invece la CPC2005 era in Eccellenza. Oggi, si respirerà l’aria fine della testa della classifica. La CPC ci arriva dopo il mezzo passo falso in casa contro l’Aranova, che tra l’altro gli è valso la testa della classifica a favore della Vigor, mentre la Corneto, vincente con il Pian due Torri, ci arriva con il riaggancio ai portuali al secondo posto. Sarà un match caratterizzato dai tanti ex in casa Tarquinia, a partire dall’ex capitano storico della Compagnia Portuale Luca Gallinari, passando per pendolino Massimiliano Gravina e bomber Mauro Catracchia, nella compagine portuale la scorsa stagione, un motivo di saluto ulteriore per questi ragazzi ancora nei cuori della Cpc e che genereranno, senza ombra di dubbio, una vena di rispetto per le qualità umane e calcistiche di questi ragazzi ora in altre sedi. Sarà il derby tirrenico, dove il tempo atmosferico forse caratterizzerà le prestazioni in campo, infatti si prevede forte vento e una pioggia incessante. Ma soprattutto sarà il match dove due squadre potenzialmente candidate al titolo daranno spettacolo su quel biliardo verde del Bonelli. Altro derby quello di oggi tra la Csl Soccer che, alle 11, attende tra le mura amiche del Flavio Gagliardini l’Atletico Ladispoli del tecnico Pino Neto. Ennesimo derby stagionale per i ragazzi di Daniele Fracassa che vogliono assolutamente vincere, visto che nell’ultima sfida sono usciti sconfitti di misura dal campo della Gallese. I rossoblù dovranno fare a meno dell’ormai lungodegente Emanuele Siani e, notizia dell’ultimo minuto, anche del forte centravanti classe ‘99 Daniele De Felici per un problema al flessore. «Dobbiamo – spiegano dalla società – pensare solamente alla vittoria e ottenere i tre punti che è l’unica cosa che conta. Siamo consapevoli delle insidie che può nascondere l’Atletico Ladispoli anche se è una rosa molto giovane, ma noi dovremo scendere in campo determinati fin dall’inizio come sempre e riscattare la sconfitta di domenica scorsa». Mercoledì c’è anche la sfida di Coppa Italia valida per i sedicesimi di finale e al Dlf a fare visita ci sarà la formazione che all’esordio fermò i leoni sull’1-1 al 90’ il Città di Cerveteri. Terza stracittadina odierna, quella tra il Città di Cerveteri e il Tolfa. Alle 11, al Galli, i ragazzi di Michele Zeoli se la vedranno contro una squadra che è in netta ripresa. Purtroppo non è bel momento per gli etruschi, al secondo stop consecutivo. Nell’ultima prestazione, i verdazzurri sono apparsi poco reattivi, concedendo al Cimini di portare a casa tre punti per l’alta classifica. A dicembre, dunque, ci potrebbe essere qualche stravolgimento tecnico. «Da quando sono arrivato io – spiega Zeoli – gioca sempre la stessa squadra. Ho visto i ragazzi lottare fino alla fine, anche se in modo confusionario, però devo ammettere che l’impegno non è mancato. Il pensiero però è rivolto alla gara contro il Tolfa». Un match alla portata dei verdeazzurri a cui è vietato perdere punti per non imbrigliare la classifica. Bacchi e compagni suonano la carica, invitando i tifosi a sostenerli. I collinari reduci dalla vittoria di domenica scorsa, cercano oggi un successo per allungare la striscia positiva e incamerare punti preziosi. «Gara quella di Cerveteri molto difficile – dice il team manager Salvatore Incorvaia – contro una squadra che, dopo le difficoltà iniziali che hanno portato al cambio di allenatore, sembra avere imboccato la strada giusta. Le squadre di Zeoli sono sempre ben organizzate e grintose e sarà complicato fare il risultato. Da parte nostra cominciamo a stare bene, veniamo da una buona serie di risultati positivi e stiamo crescendo dal punto di vista dell’autostima. Il gruppo è molto coeso e l’organizzazione di squadra sembra già a ottimi livelli. Sarà sicuramente una partita combattuta». La squadra collinare dovrà fare a meno di Carlini, ma recupera Galli e Lavagnini a tempo pieno. Rivoluzione invece nel Santa Marinella che, dopo la pesante sconfitta interna di domenica scorsa contro il Canale Monterano, ha provveduto a “tagliare” alcuni giocatori. Una conseguenza dovuta al rientro in società del direttore sportivo Paolo Di Martino, che si era dimesso quattro settimane fa sugli sviluppi di una situazione che era diventata pesante e che oggi è ancora più difficile. Quattro punti in otto gare non è certo un bottino da salvezza. Per tentare di recuperare il terreno perduto, il presidente Patrizio Gramegna ha chiesto all’ex presidente della Santamarinellese, di riprendere in mano la gestione organica del gruppo dei giocatori e di iniziare subito quel lavoro di contatti con alcuni elementi disponibili per rinforzare la squadra. stamani, i tirrenici viaggeranno alla volta di Vignanello per vedersela contro la Polisportiva Monti Cimini che sta attraversando un ottimo momento di forma. Ci vorrà un miracolo per portare via un risultato positivo, ma il Ds fa fede sulla voglia dei giocatori di un pronto riscatto.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Raffaele Giammaria protagonista a Barcellona

Un quinto posto finale nella classifica Pro-Am e la consapevolezza di aver contribuito in modo importante alla conquista del titolo team da parte di Imperiale Racing ha chiuso la stagione 2018 di Raffaele Giammaria nell’International GT Open, impegnato nel weekend appena trascorso sul circuito spagnolo di Barcellona.
Reduce dalla spettacolare vittoria di Monza, Giammaria ha disputato un weekend positivo anche sul tracciato del Montmelò al volante della Lamborghini Huracán GT3 #19 di Imperiale Racing in equipaggio con il giovane Jia Tong Liang (PRC). 
L’obiettivo di chiudere tra i primi cinque della classifica Pro-Am si è concretizzato al termine di un weekend meno facile rispetto alle aspettative, che ha però confermato un trend prestazionale positivo che soprattutto nella seconda metà della stagione ha visto il pilota italiano sempre protagonista.
L’ottimo feeling con la pista di Barcellona, celebre per gli ampi curvoni in appoggio del primo settore, si è confermato già dai test del giovedì con Giammaria capace di segnare tempi di grande rilievo. Il pilota italiano ha poi preso il volante per la Q2 in uno degli appuntamenti più combattuti della stagione con ben 30 vetture al via e ha chiuso la sua prestazione in 1:43.498, settimo tempo assoluto a meno di quattro decimi dalla pole, terzo di Pro-Am.
In gara uno il pilota italiano, Lamborghini Factory Driver, ha guidato il secondo stint dopo che il compagno di equipaggio Liang è scattato dalla venticinquesima posizione a seguito di una difficile Q1. 
Impegnato quindi in una rimonta senza alternative, Giammaria ha messo in pista tutta la sua esperienza e con alcuni bellissimi sorpassi ha chiuso al sedicesimo posto assoluto, sesto in Pro-Am, nonostante un handicap tempo di 15 secondi. Questo risultato ha permesso a Giammaria di assicurarsi i punti necessari per chiudere al quinto posto in Pro-Am, ad una sola lunghezza dalla quarta posizione.
In gara due la performance di Giammaria è stata ancora una volta impeccabile, con un’ottima partenza e un passo gara che gli hanno permesso di preservare le gomme e allungare il suo stint fino al diciassettesimo giro, quando ha consegnato la vettura a Liang al secondo posto in Pro-Am. Il giovane pilota cinese è rimasto coinvolto in alcune bagarre che gli hanno fatto perdere diverse posizioni e ha chiuso al ventitreesimo posto assoluto.
Raffaele Giammaria: «Si è chiusa una stagione davvero impegnativa nell’International GT Open 2018, ma sono soddisfatto perché la crescita prestazionale dopo Budapest mi ha permesso di realizzare due terzi posti e una vittoria con un ottimo feeling con la Lamborghini Huracán GT3 anche sulla pista spagnola, a dimostrazione che il lavoro svolto nel corso di tutta la stagione ha pagato sia sul giro singolo che in termini di passo gara. Analizzando nel dettaglio i risultati credo che il podio finale di Pro-Am era alla portata perché alcuni episodi specie all’inizio della stagione ci hanno un po’ rallentato, ma sono orgoglioso di aver contribuito alla conquista, da parte di Imperiale Racing, al secondo titolo team consecutivo in questo campionato, un risultato che conferma il grande valore di questa squadra».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Santa Marinella cede le armi al San Raffaele

Come da pronostico, il San Raffaele vince la sfida con il Santa Marinella per 63-53, ma deve sudare tanto per avere la meglio sulle ragazze di coach Precetti, che giocano una partita molto bella ed intensa. Partono più decise le atlete di casa, che di fronte a un folto pubblico, sorprendono le romane con belle combinazioni e tiri dall’arco, in cui svetta la Veinberga (finirà con 27 punti e 12 rimbalzi), chiudendo sul +5 la prima frazione. Nel secondo quarto, le ospiti cambiano strategia e alzano molto la pressione sulle portatrici di palla, davvero ai limiti del fallo ed attuano una difesa estremamente aggressiva. Riescono così a limitare le santamarinellesi ed a esprimere meglio il proprio notevole potenziale offensivo, arrivando all’intervallo lungo in testa di un possesso. Nel terzo semi tempo è ancora il San Raffaele a premere forte, ma le tirreniche non ci stanno e cercano a loro volta di intensificare entrambe le loro fasi di gioco. Ne esce una bellissima frazione, molto combattuta, terminata in perfetto equilibrio (18 a 18). Nell’ultimo quarto, però, le giocatrici di casa (a cui tra l’altro, mancavano diversi elementi) risentono della stanchezza e dei falli fischiati loro. Perdono infatti la centrale Gallassi per 5 falli così, nel finale del match, le ospiti riescono ad allungare  e chiudono sul +10 la sfida. «Complimenti al San Raffaele – dicono i dirigenti – ma  bravissime davvero anche le nostre ragazze, che hanno conteso fino alla fine la vittoria alle forti avversarie. Giocando così potremo toglierci molte soddisfazioni». Santa Marinella: Veinberga 27, Miranda Ramos 11, Del Vecchio 5, Gallassi 4, Mercolini 4, Moretti 2, Maggi, Bettini, Casciani, Celestini, Lostia, Salomone. All. Precetti. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Canile: il Pincio cerca una soluzione

CIVITAVECCHIA – I tempi stringono e serve una soluzione immediata sul fronte della custodia dei cani in città. L’indagine di mercato finalizzata all’individuazione di operatori interessati a partecipare alla procedura di selezione per l’affidamento del servizio di canile rifugio, destinato ad ospitare i cani dopo il periodo di permanenza presso il canile sanitario, inclusi i cani affidati dall’Autorità Giudiziaria in custodia o temporaneamente ospitati su disposizione del Sindaco, non è andata a buon fine. Soltanto un operatore si è mostrato interessato, ma si trova distante circa 2 ore da Civitavecchia, bocciato quindi dalle stessa Città Metropolitana. Rimangono però i problemi. Legati da un lato alle criticità della struttura attualmente di riferimento per il Pincio, ossia il centro cinofilo del lago, a Bracciano, dall’altro alla chiusura ormai certa del canile cittadino, per problemi soprattutto strutturali.

«Adesso cercheremo di contattare a stretto giro – ha spiegato l’assessore Alessandro Manuedda – direttamente i centri che possono fare al caso nostro». Ci sono da sistemare una cinquantina di cani, almeno nell’immediato. E per il futuro? L’assessore è sempre più convinto che Civitavecchia debba dotarsi di un proprio canile. C’è già un progetto pronto e non è stato facile trovare un’area adeguata che possa ospitarlo. L’idea di Manuedda è quella di procedere con fondi comunali, attraverso l’accensione di un mutuo; serve però, come confermato nei giorni scorsi dalla regione Lazio, una variante che va quindi ad allungare i tempi per la realizzazione della struttura. Nel frattempo ad Allumiere il consiglio ha rispolverato una vecchia idea rimasta nel cassetto per una serie di problemi, dando l’ok alla costruzione di un parco canile-gattile comprensoriale, a servizio dei comuni di Allumiere, Tolfa e Civitavecchia. Pur non essendo ancora stati informati ufficialmente della ripresa dell’iter, dal Comune comunque non si dicono pienamente certi che questa possa essere oggi la risposta migliore, anche e soprattutto per i tempi che richiederebbe. L’intenzione è quindi quella di proseguire sulla strada del canile cittadino, da far gestire poi in house dalla Csp.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cpc, tre punti per non perdere terreno dalla vetta

Giornata interessante, quella di oggi, per le squadre che militano nel girone A del campionato di Promozione. La CPC2005 dopo una settimana travagliata susseguente alla sconfitta nel derby con la CSL, affronta stamane in casa l’Aurelio Roma Academy, squadra fanalino di coda del girone. «Lo stop domenica e il pareggio in coppa non possono influire sulla brillantezza di testa e gioco vista fino ad ora – spiega Stefano Gallo – sicuramente uno stop inaspettato per quanto avevamo espresso fino ad ora, mentre per quanto riguarda la Coppa sono convinto che è una partita a sè. Mancano ancora novanta minuti e l’importante è aver segnato. Ci poteva anche stare un pareggio visto chi incontravamo, ora serve assolutamente vincere in casa loro; ma c’è tempo per pensarci. Lo stop con la Csl invece ha un altro senso, essendo un derby era importante vincerlo. Averlo perso comunque non deve assolutamente influire sulla nostra stagione e i nostri obiettivi, che sono ben altri e non la singola gara. Sicuramente ci farà bene questa sconfitta, quando vai forte e non sei consapevole dei tuoi limiti è tutto fin troppo facile. Ma la forza di una squadra si misura nei momenti di difficoltà, se riesci ad alzarti, continuare come nulla fosse, l’incidente che ti ha colpito è stato solo un ostacolo superato. Arriva al Tamagnini una delle peggiori situazioni che potesse capitare. Loro a zero punti e che si giocheranno la partita senza nulla da perdere. Noi con una strada da riprendere con forza, mostrando a tutti che è stato solo una caduta. Oggi può essere una svolta, nel senso che la partita sarà facile senza nessun ostacolo e riprendiamo a correre come prima, o forse la peggiore che potevamo incontrare in questo momento. Non hanno nulla da perdere vista l’attuale differenza in classifica, sono ancora a zero punti e cercheranno la cosiddetta gara della vita, come tutti del resto faranno con noi. Sta solo a noi decidere quale piega far prendere alla gara e al proseguo di stagione». La Csl Soccer del tecnico Daniele Fracassa dopo la straordinaria vittoria nel derby con la Cpc2005 e l’inaspettata sconfitta in Coppa Italia col Canale Monterano rimediata mercoledì, sfida la terza della classe la Vigor Acquapendente. Una partita che nasconde molte insidie e i rossoblù devono dare il tutto per tutto per ottenere la quarta vittoria consecutiva e i rispettivi tre punti per la gioia dei tifosi e dell’intera dirigenza. Indisponibili ancora gli attaccanti Gaeta squalificato e gli infortunati Siani e Spirito. Il terzo posto in graduatoria deve essere difeso a denti stretti. «Dovremo fare – spiegano i dirigenti societari – una buona gara su tutti i punti di vista. Sappiamo le qualità e le doti che possediamo e cercheremo di vincere per i nostri tifosi». Nel pomeriggio, alle 15,30 al Tamagnini, il Santa Marinella ospita il Corneto Tarquinia. Dopo quattro sconfitte e una sola vittoria nelle cinque gare fino ad ora disputate, la squadra del neo allenatore Fabrizio Morelli affronta la capolista. Dunque, in un momento così delicato per il team di via Delle Colonie, trovarsi di fronte la prima della classe non è certamente il massimo. Sinceramente, in questa fase, non ci voleva la migliore del lotto, in quanto i rossoblù rischiano di rimediare un’altra battuta di arresto. Il mister, però, che è un combattente, non si dà per sconfitto e per l’intera settimana ha catechizzato i suoi affinchè scendano in campo con la giusta concentrazione per tentare il miracolo. «Sono qui da poco – dice il mister – e vedo che la situazione in classifica non è delle migliori. Io sono uno che chiede ai suoi giocatori sempre il massimo e l’ho fatto anche questa volta perché ci troveremo di fronte la prima in classifica. Chiaramente capisco che affronteremo la più forte del girone ma questo deve essere da stimolo ai giocatori per offrire una prestazione oltre le loro possibilità». Questa mattina al Galli, il Città di Cerveteri affronta il Montefiascone, formazione molto giovane che in classifica ha collezionato appena 4 punti. I cerveterani, invece, restano a quota 7 ma il campionato è appena iniziato. «Ho trovato grossa disponibilità della società – dice il neo tecnico Michele Zeoli – mercoledì siamo andati in Coppa Italia ed abbiamo vinto, ho visto giovani interessanti, ma per fare un campionato più tranquillo c’è bisogno di una rosa più lunga. Abbiamo preso un attaccante come Di Fiandra in quanto vogliamo rinforzare la zona offensiva. È un giocatore molto esperto che ci tornerà utilissimo. Conosco l’allenatore del Montefiascone, è bravo, la squadra è giovane che lo segue. Io ho fuori D’Amelio su cui puntavo tantissimo oltre che Esposito. Quindi il nostro obiettivo è la vittoria». Dopo la bella vittoria di domenica scorsa a Canale, il Tolfa se la vede oggi pomeriggio in casa con la Gallese, formazione che ha sei punti in classifica (uno in meno del Tolfa). I collinari, scendono allo Scoponi con un unico obiettivo, allungare la striscia positiva. Per questa partita interna, il mister ha convocato tutti. «È una partita importante per capire il tipo di campionato che vuol fare la nostra giovane squadra – spiegano i vertici del Tolfa – dopo le due vittorie consecutive, tre se mettiamo la coppa di mercoledì». Sperduti fa un respiro di sollievo in difesa recuperando Carlini e Galli, ma ha ancora problemi a centrocampo con le assenze di Lavagnini, Capolonghi e Pistola. Non sarà della partita nemmeno Sgamma reduce da un piccolo intervento. Il presidente Franchi suona la carica. «Cerchiamo di consolidare il posto in classifica che attualmente occupiamo cercando di prendere tutti e tre i punti in palio – afferma il patron – la Gallese è un’ottima squadra e ha giocatori di livello per cui tanto di rispetto all’avversario. Cercheremo di tirar fuori il meglio dai nostri under e che sia sufficiente per la vittoria davanti al pubblico amico». L’Atletico Ladispoli  infine affronterà oggi in trasferta il Bomarzo.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Centumcellae cede gara2 al Vis Nova

La Centumcellae esce sconfitta per 7-4 in gara2 dei playout di serie C per mano della Roma Vis Nova.
I biancorossi, dopo aver giocato magistralmente le prima due frazioni di gioco trovandosi in vantaggio per 3 a 1 e con più di un occasione per allungare, i civitavecchiesi perdono di lucidità e concedono ai romani troppi spazi tanto che i capitolini vanno in goal per ben cinque volte di fila a cavallo del terzo e quarto tempo. Nel minuti finali i civitavecchiesi provano a forzare qualche giocata senza però trovare fortuna, lasciando campo agli avversari che incrementano il vantaggio e lo gestiscono fino alla fine della gara.
Alle 19 al PalaGalli la terza e decisiva gara per mantenere la categoria.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Snipers TecnoAlt: gara 1 si tinge di nerazzurro

Parte con il piede giusto l’avventura nella seconda fase del campionato di serie B per gli Snipers TecnoAlt. I civitavecchiesi al PalaMercuri battono il Modena per 5-2 (2-2 il primo tempo) al termine di una gara condotta nel gioco, ma combattuta nel risultato. Il prossimo weekend a Modena si giocherà gara 2: in caso di vittoria dei TecnoAlt si passerà alla terza e ultima fase del campionato. In caso di vittoria del Modena, il 5 maggio a Civitavecchia la bella per decidere la serie. «Dopo una regular season – dice coach Gavazzi – che non ci ha messo alla prova, la prima gara di playoff andava affrontata con il giusto spirito per cercare di aumentare il nostro ritmo e non farci trovare impreparati. I primi minuti di gioco contro Modena ci hanno colto di sorpresa perché, complice il loro ridotto roster, si sono da subito schierati in campo con una difesa molto chiusa puntando sui contropiedi. Tattica che al terzo cambio di linea gli ha fruttato subito un gol. Il pareggio arriva siglato da Ravi Mercuri con un penalty perfettamente giocato ma poco dopo, quando in power play avremmo potuto avere l’occasione di allungare, Modena ci ripaga con la stessa moneta. Time out di riassetto per tornare con la testa in campo e con un’azione personale di Gianmarco Novelli chiudiamo la prima frazione sul due pari. Il secondo tempo è stato affrontato meglio da subito e, complice la panchina lunga, abbiamo chiuso con un parziale di tre a zero. Gara 2 non è da sottovalutare, il campo è ostico e loro saranno a ranghi completi». Da sottolineare il ritorno in campo di Damiano Mercuri, assente in questi mesi per motivi lavorativi, e il gol pesante di Marco Stefani, 16 anni appena compiuti. Il tabellino: Stefano Loffredo, Manuel Fabrizi, Gianmarco (2) e Veronica Novelli, Ravi (1) e Damiano Mercuri, Ciro Zaccaria, Federico Parmegiani, Riccardo Valentini (1), Elia Tranquilli, Stefano Cocino, Marco Stefani (1), Valerio Lenzu.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###