Il Villaggio di Natale sarà alla Marina: il Pincio cerca un gestore

CIVITAVECCHIA – Quest'anno il villaggio del Natale sarà ospitato alla Marina. L'amministrazione comunale ha infatti emanato un bando pubblico finalizzato a raccogliere progetti ed individuare il gestore unico delle iniziative. Le domande possono essere presentate entro il 12 ottobre 2018.  

"Nell’ambito delle iniziative natalizie finalizzate a promuovere la città e le sue tradizioni – spiegano dal Pincio – intendiamo offrire, a cittadini e turisti che visitano la città, attività di animazione ed intrattenimento nell’area della Marina, presso la quale allestire un Villaggio di Natale con casa di Babbo Natale, che preveda sia la presenza di luminarie sulle palme presenti, che la presenza di un’area ludica”.

Richiesto l'allestimento di un mercatino di Natale con almeno 20 casette di legno aperto dal 1° novembre, un albero di almeno 15 metri, attività di animazione, intrattenimento e spettacolo con la realizzazione di un numero minimo di sei eventi nel periodo di durata del progetto, l'arrivo di Babbo Natale dal mare il 24 dicembre con rematori vestiti da renne, un’iniziativa, destinata sempre ai bambini, da proporre in occasione dell’Epifania con arrivo della Befana dal mare, con giochi e spettacolo a terra, realizzazione di un’area ludica, con attrazioni e giochi vari, che comprenda un giostra a cavalli, con diffusione di musica natalizia e maestranze con costumi in tema al Natale, l'allestimento di un’area ristoro a piazza della Vita, la notte del 23 dicembre, dedicata alle pastorelle, con distribuzione gratuita di biscottini, bevande calde e dolci natalizi vari. La spesa finanziata dall’amministrazione per la realizzazione di tutti gli eventi proposti è pari ad un massimo di 20mila euro. Sono ammessi a partecipare soggetti operanti nel settore dell’organizzazione di eventi e servizi culturali, associazioni, imprese regolarmente iscritte alla Camera di Commercio, che abbiano comprovata esperienza nel settore per aver realizzato e gestito iniziative analoghe a quelle oggetto del presente bando, ad esclusione di soggetti che hanno già realizzato attività specifiche in occasione del Natale 2017 a Civitavecchia.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cestistica, riparte la corsa alla serie B

di GIAN MARCO TRICOMI

Con la presentazione ufficiale, avvenuta ieri mattina presso la pizzeria Oltremare, parte la nuova stagione della Cestistica Civitavecchia, con grandi obiettivi prefissati per la compagine rossonera. Anche quest’anno, come assicura il direttore sportivo Maurizio Campogiani, la Stemar 90 cercherà di riconfermare i risultati delle ultime stagioni, puntando però anche alla promozione in serie B. «Ad aprile, avevamo preannunciato allo staff che la stagione 2018/19 sarebbe stata di transizione – ha dichiarato – ma dopo i playoff abbiamo deciso di fare un sacrificio in più ed allestire un roster che potesse competere fino in fondo. Abbiamo costruito la rosa individuando uomini squadra. Io non mi fido di quelli che fanno quaranta punti a partita, per vincere i campionati servono uomini, coesione e credere  nel messaggio che lancia la società». 
Anche il tecnico Lorenzo Cecchini ha parlato dei giocatori messi a disposizione, e ha dichiarato: «Abbiamo rinunciato un po’ al talento individuale a favore dell’esperienza, ma questo ci garantirà una maggiore inquadratura ed imprevedibilità. Funzioneremo mattoncino su mattoncino, mi aspetto una stagione in cui andremo in crescendo sul lungo periodo. Non ci deve essere pressione sui ragazzi, dobbiamo concentrarci sul risultato domenicale, l’obiettivo completo sarà una conseguenza». La società rende inoltre noto che durante la prima partita stagionale verrà inaugurata la nuova tribuna del Pala Riccucci, potendo così lanciare un’inedita campagna abbonamenti da quaranta posti. Novità di quest’anno, infine, lo sponsor Oltremare, che andrà ad affiancare il main Stemar 90.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Arriva il primo mercatino dei bambini

LADISPOLI – Anche negli anni duemila si può guardare indietro al passato, di quando si usciva fuori in strada, nei giardinetti pubblici a giocare con una semplice palla, l'importante era stare in compagnia e dove soprattutto anziché andare alla ricerca frenetica del prossimo giocattolo nuovo da acquistare si decideva di “scambiare” il proprio gioco con quello dell'amichetto. Quante volte infatti un gioco acquistato con amore dai propri genitori per la felicità del proprio pargolo, dopo un po' veniva “abbandonato” su di uno scaffale perché “fuori moda” e restava lì inutilizzato. Lo stesso giocattolo che l'amico e l'amica del cuore bramavano ma che non possedevano, tanto da portare gli stessi bambini, con l'accordo ovviamente dei genitori, a mettere in atto un vero e proprio scambio. E quante volte, ancora, in passato, si allestivano nei giardini di casa, o dove meglio si poteva dei veri e propri mercatini dei giocattoli usati. I più piccoli in questo modo avevano la possibilità di racimolare qualche soldo da spendere nei giocattoli all'ultima moda e allo stesso tempo non intasare la cantina o la soffitta con quelli vecchi, destinati spesso al macero. Una moda, questa che ora a Ladispoli torna in auge grazie al comitato Cittadinanza Dinamica. E così domani a partire dalle 9.30 i bambini  avranno la possibilità di allestire un vero e proprio mercatino dei giocattoli usati per avviare “il commercio”. Uniche condizioni: l'assenso dei genitori e giocattoli in buono stato. In questo modo i giocattoli rimasti inutilizzati sulle mensole della cameretta avranno la possibilità di riprendere nuovamente vita, come in Toy Story, grazie ad altri ragazzi che decideranno di acquistarli. La manifestazione, che vedrà 45 espositori, per un totale di 62 bambini dai 4 ai 15 anni, prenderà il via nei giardinetti di via Odescalchi, nell'area giochi nei pressi del mercato. Qui si potrà procedere alla vendita e all'acquisto dei giocattoli usati o, perché no, effettuare un vero e proprio baratto. Una macchinina in cambio di un Superman, ad esempio. Una bella iniziativa che ha l'obiettivo, come spiegato dall'organizzatrice, di contenere lo spreco. Ma non ci saranno solo giocattoli. Quella di domani, infatti, si appresta ad essere, una giornata all'insegna del divertimento e della solidarietà, anche nei confronti dei luoghi comuni. A cominciare proprio dalle aree verdi che circondano la fontana situata nei pressi della piazza e dedicati al giovane Daniele Nica. I bambini che parteciperanno al mercatino, infatti, potranno portare con loro anche una piantina fiorita che sempre nella giornata di domani, a partire dalle 16.30 sarà piantumata in quelle aiuole rimaste senza fiori (quelli inizialmente piantati a causa del tempo e delle condizioni meteo sono andati rovinati). E anche qui l'obiettivo è semplice: far comprendere agli adulti di domani, che niente deve essere dato per scontato, nemmeno che qualcuno si occuperà di prendersi cura dei giardini pubblici. E così spetterà proprio a loro dare il buon esempio: con un piccolo gesto, con un semplice fiore si può cambiare il mondo. A cominciare proprio dalla propria città. L'invito a portare un fiore da piantumare è ovviamente esteso a tutta la cittadinanza. Il verde pubblico, infatti, appartiene a tutti, e allora perché non contribuire con un piccolo gesto, a renderlo più bello e colorato. 
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ecco Matteo Di Grisostomo

Inarrestabile la Stemar 90 di coach Lorenzo Cecchini, che nelle ultime ore si è aggiudicata il cestista Matteo Di Grisostomo. Ventidue anni, play guardia, è l’ultimo tassello che va a comporre la la rosa civitavecchiese per la stagione 2018-2019. Proviene dal Bracciano dove ha giocato le ultime tre stagioni in serie C Silver, chiudendo l’ultima annata con una media di 19 punti a partita e dove nel 2014-2015 aveva ottenuto la promozione dalla serie D. Ha giocato le giovanili con la Virtus Roma, con la quale è riuscito anche a bagnare l’esordio in A1 nella stagione 2014-2015.
«Sono onorato – commenta il nuovo innesto Matteo Di Grisostomo – di poter indossare la maglia della Stemar 90 il prossimo anno, ringrazio per questo il presidente Rizzitiello, il ds Campogiani e il coach Cecchini per l’interessamento. Alla chiamata non ho esitato, conosco bene l’ambiente e sono sicuro che mi aiuterà nella mia crescita professionale. Entro a far parte di un gruppo giovane, in parte già assemblato, ma insieme ai nuovi innesti proverò ad ambientarmi il più velocemente possibile dando il massimo per ripagare la fiducia della società».
«Di Grisostomo – spiega coach Lorenzo Cecchini – ci dà quel brio e imprevedibilità che a volte ci è mancata nella passata stagione per uscire dai momenti di difficoltà. È un ragazzo che ha fatto bene nella categoria inferiore e ha gran voglia e disponibilità di mettersi in mostra al nostro livello».
«Adesso – conclude il ds Maurizio Campogiani – abbiamo la rosa al completo secondo quelle che erano le richieste del tecnico. Abbiamo fatto sacrifici importanti per allestire un roster di prim’ordine e come già detto, l’obiettivo deve essere solo ed unicamente quello di puntare al massimo e di restare al vertice della categoria, confermando e migliorando il risultato della passata stagione».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Dlf e Csl Soccer uniscono le forze e promettono scintille

I vertici delle società di calcio Dlf Civitavecchia e Csl Soccer comunicano di aver formalizzato un accordo di collaborazione per l’inizio di un percorso calcistico unitario a partire  dalla stagione sportiva 2018/2019. Pur rimanendo due identità autonome e distinte, ognuno sotto il proprio blasone, sarà perseguito da entrambe l’obiettivo primario di unire le sinergie, le idee e i programmi calcistici delle due società, senza disperdere le risorse umane ed economiche, in particolar modo in questo momento così delicato per la nostra città.  I singoli programmi resteranno dei punti fermi e intoccabili, ma convergeranno in obiettivi comuni, così come lo spirito di aggregazione sociale che le due società hanno sempre sposato, riuscendo a farne il proprio personale dna. Forti delle  tante similitudini che le accomunano, il Dlf e la Csl Soccer hanno attuato questa collaborazione nella speranza che con il tempo questo progetto si estenda ad altre realtà calcistiche, auspicando che con lo sport i valori puliti che esso promuove ritrovi sani dove tutto ciò può prendere piede, si riesca a tenere i ragazzi lontano dalle insidie negative della vita e creare un progetto che sia indipendente dagli aiuti istituzionali, anzi, contribuisca esso stesso alla crescita della nostra città. Per quanto detto, dalla prossima stagione, sarà costituita una squadra della categoria Allievi, sotto la denominazione di Csl Soccer, per poi proseguire l’anno venturo con la formazione di una squadra Juniores. Il gruppo si allenerà e giocherà sul campo del centro sportivo Dlf di Viale Baccelli, così come tutte le formazioni dell’attività agonistica e della scuola calcio della Csl Soccer, che si trasferiranno nel suddetto centro sportivo, abbandonando così il campo Tamagnini. Questo progetto ha come obiettivo quello di dare modo a tutti i ragazzi del settore giovanile del Dlf e della Csl, terminato l’ultimo anno degli Allievi, di proseguire il percorso calcistico, entrando nella squadra Juniores della Csl per continuare la crescita calcistica, seguitando a giocare nel centro sportivo di Viale Guido Baccelli, con la possibilità di essere convocato nella prima squadra, che quest’anno ha acquisito il diritto di partecipare al prossimo campionato di Promozione laziale. Con questa nuova sinergia si avrà la possibilità di allestire formazioni di spessore per competere con le realtà del calcio laziale, con l’obiettivo finale di generare una cooperazione totale affinché in tutte le fasce di età, dai primi calci alla Juniores, si possa giocare a calcio, adeguandosi a questa nuova realtà sportiva. Saranno inoltre previste durante l’anno varie manifestazioni ed eventi con la partecipazione dei ragazzi dei due settori giovanili, oltre a stage e corsi per istruttori e dirigenti e come già avvenuto lo scorso anno incontri e seminari totalmente gratuiti con specialisti dei vari settori, volti ad acquisire maggiori conoscenze su determinate tematiche e una maggior consapevolezza su problematiche delicate che coinvolgono la quotidianità di bambini e ragazzi. Il calcio è in continua evoluzione e una società che si rispetti si evolve con esso. Una sinergia, dunque, che migliora la Civitavecchia sportiva.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Ce.Si.Va apre le porte all'Europa

CIVITAVECCHIA – Da lunedì a giovedì prossimo il Centro Simulazione e Validazione dell’Esercito (Ce.Si.Va.) aprirà le sue porte all'Europa, accogliendo delegazioni di Grecia, Germania, Romania, Austria, Repubblica Ceca e Spagna, in concomitanza dell’esercitazione per posti comando “Pegaso 3/2018”.

Dal 2006 la struttura cittadina è punto di riferimento della forza armata in materia di simulazione addestrativa e nell’approntamento dei posti comando, degli staff e delle unità destinate all’impiego fuori del territorio nazionale, designato quale “Head of European Training Certification Centre for European Armies Project “ uno dei 17 progetti dell’Unione Europea afferenti i settori della formazione, dello sviluppo di capacità e della prontezza operativa in materia di difesa.
Questa importante decisione rientra nel contesto della cooperazione strutturata permanente (PESCO), un accordo che lo scorso 11 dicembre ha visto l’Italia tra i 25 Paesi firmatari della cosiddetta “notifica congiunta” per la costruzione di una difesa europea comune.

In questi giorni quindi le delegazioni saranno a Civitavecchia per conoscere da vicino le capacità che oggi il Centro è in grado di esprimere e meglio comprendere le opportunità che il progetto intende offrire ai paesi membri dell'Unione Europea. Di fatto, presso la caserma “Giorgi” di Civitavecchia, il Ce.Si.Va. avrà l’onere di allestire un centro europeo finalizzato alla standardizzazione delle procedure di comando e controllo e di amalgama dei comandi multinazionali dell'Unione Europea. La “Pegaso 3/2018” verrà condotta in sinergia con il dipendente Centro di Addestramento Tattico di Monte Romano, a sua volta impegnato nella livex “Scorpione 3/2018”, attività che permette alle unità in addestramento di operare in ambienti reali, utilizzando le armi individuali, i veicoli e i sistemi d’arma in dotazione. 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ultima possibilità per partecipare alla ‘‘Sagra della Lumaca’’

ALLUMIERE – Ultimo giorno oggi ad Allumiere per assaporare le ottime lumache al sugo, una delle specialità proposte dalla Nobile Contrada Sant’Antonio alla ‘‘Sagra della Lumaca’’ che si sta tenendo nel piazzale Cesare Moroni, proprio sotto il faggeto e si concluderà stasera tardi. Il presidente biancorosso Sante Superchi e il suo staff nei giorni scorsi hanno lavorato alacremente per allestire questa tregiorni di festa e le cuoche sono all’opera anche oggi per servire prelibati piatti tradizionali con prodotti locali. A bagnare di allegria la festa fiumi di vino e di birra. Nei giorni precdenti tanti sono stati i piatti di lumache condite con il sugo piccantino e appetitoso; per chi non ama il gusto di questo piatto tradizionale c’è un ricco menù proposto dai Contradaioli di patron Sante Superchi come gli antipasti misti, le penne al santo, gli gnocchetti al sugo di lumaca, tonnarelli all’amatriciana e penne al pomodoro, trippa, maialino, cinghiale, salsicce alla brace, patatine fritte, insalata e poi a scelta vari dolci caserecci. Da oggi pomeriggio alle 16 si susseguiranno incontri di ‘‘Muay Thai’’, disciplina sportiva nota anche come thai boxe, boxe thailandese o pugilato thailandese, cioè uno sport da combattimento a contatto pieno e utilizza una vasta gamma di percussioni in piedi e di tecniche di clinch. E’ nota come ‘‘la scienza degli otto arti’’ perché consente ai due contendenti che si sfidano di utilizzare combinazioni di pugni, calci, gomitate e ginocchiate quindi otto parti del corpo utilizzate come punti di contatto, rispetto ai due del pugilato o ai quattro della kickboxing, associate con un’intensa preparazione atletica e mentale che fanno la differenza negli scontri a contatto pieno. Anche quest anno l’Extreme Muay Thai vedrá come protagonisti fighters che provengono da tutta Italia e non solo.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###