La Cpc spera ancora, il Santa Marinella falcidiato dalle assenze

A tre giornate dal termine del campionato di Promozione, la Cpc2005 spera ancora di entrare nei playoff. I rossi, infatti, affronteranno oggi in trasferta il San Lorenzo, con la voglia pazza di vincere e ritrovarsi al terzo posto in classifica. Speranze appese anche ai risultati che conseguiranno il Ronciglione, avanti di quattro lunghezze, che affronterà il Bomarzo, mentre il Fiumicino, distante solo due punti dai civitavecchiesi, se la vedrà con l’Accademia Roma. È questa in sintesi la vigilia di San Lorenzo-Cpc2005, con la storia calcistica di una compagine che è in grado di giocare magnificamente con le grandi e, di riflesso, incapace di imporsi con le piccole. A fine stagione, in caso di fallimento, non avrà attenuanti. Anche se il tutto è sempre basato sulla speranza che il 20 maggio si continui ancora a giocare. Il perentorio tre a zero del Fattori con il Ronciglione, ha da una parte riacceso una fiammella, dall’altra ha invece  lasciato l’amaro in bocca per cosa sarebbe potuto essere e invece non è stato. Assenti Poggi e Loiseaux, a cui nelle ultime settimane si sono aggiunti Delogu e Castagnola. La conta dei disponibili per mister Blasi si ferma a quindici. Necessario per i diciotto in lista sarà ancora una volta l’apporto di qualche ragazzo proveniente dalla Juniores. (Agg. 24/4 ore 17.50 SEGUE)

LA GARA DEL SANTA MARINELLA/SANTA SEVERA – Il Santa Marinella/Santa Severa sarà impegnato alle 16 sul sintetico di Campo dell’Oro nella sfida con il Canale. La società si è vista costretta a disputare le ultime due partite interne in campo neutro, per la chiusura dell’impianto di Santa Severa da parte del Comune. Per la sfida odierna, il tecnico, non potrà disporre di Brutti e Montironi squalificati, di Castelletti e Del Monte infortunati e del giovane Scudi, che è stato dirottato alla squadra Juniores che si gioca l’accesso ai playoff. Al tecnico ovviamente non è piaciuta questa scelta della società che lo priva di un Under di alto livello. «È una partita importante – dice il vice allenatore Zavaglia – anche perché noi dobbiamo chiudere bene la stagione e arrivare il più in alto possibile. Sappiamo che loro hanno una situazione difficile in classifica e chiaramente giocheranno per vincere». (Agg. 24/4 ore 18.20 SEGUE)

CERVETERI E ATLETICO LADISPOLI VANNO A CACCIA DI PUNTI SALVEZZA – Il Cerveteri invece giocherà di nuovo di fronte al proprio pubblico contro il Montefiascone che ormai, conti alla mano, non ha più nulla da chiedere a questo campionato. Certo, sempre meglio non fidarsi e scendere in campo con la massima concentrazione. «Questo – dice mister Cotroneo – vale sempre nel calcio, ma sono convinto che i ragazzi sono carichi. Abbiamo voglia di vincere per chiudere il discorso relativo alla salvezza». Anche l’Atletico Ladispoli sarà impegnato in casa contro l’Acquapendente, per tentare di archiviare la pratica salvezza. La squadra di Morelli, ha una grande occasione per raggiungere quel sogno coltivato da mesi, dal momento dell’arrivo del tecnico in panchina, e cioè quello della salvezza. (Agg. 24/4 ore 18.48)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

I 2004 fanno un passo verso la salvezza

Il weekend calcistico appena trascorso ha confermato il buon momento dei Giovanissimi 2004 e il periodo no dei Giovanissimi 2003 incapaci di ritrovare una vittoria che manca ormai da quaranta giorni. Ancora una sconfitta consumata nei minuti finali per gli Sperimentali 2005. Hanno riposato gli Allievi 2002.   
Ci sono sconfitte e sconfitte. Quella patita domenica in casa dai Giovanissimi Regionali 2003 contro la Petriana per 3 a 1 e l’ennesima in quest’ultimo mese, è qualcosa che può davvero compromettere un’intera stagione. Un harakiri per i dielleffini incapaci di vincere ormai da 40 giorni e, cosa ancora più grave, che vede tutte le dirette avversarie far punti e allontanarsi dalla zona retrocessione. Non poteva andare peggio ai biancoverdi nella venticinquesima giornata che li vedeva opposti alla Petriana. Stavolta la squadra di Midei non può davvero rammaricarsi di nulla: ha giocato una delle peggiori partite di quest’ultimo periodo, confusionaria e sbadata come mai prima, ha sbagliato anche un rigore sul 3-1, che poteva riaprire la partita. Una squadra involuta, impalpabile e messa male in campo, con la Petriana che ha prima controllato il gioco senza problemi per poi affondare le unghie e realizzare la rete del vantaggio con Bordi che in rovesciata mette la palla sotto l’incrocio.
Senza un regista di ruolo e un centrocampo sempre in inferiorità numerica, il gioco dei biancoverdi è scolastico e scontato, con la palla che inevitabilmente è sempre preda dei capitolini. L’unica reazione degna di nota è l’azione del momentaneo pari con Chessa che impatta al volo e centra l’angolino in alto alla destra del portiere. Ma è un fuoco di paglia. Appena tre minuti dopo la Petriana torna in vantaggio. La punizione calciata dal vertice sinistro è forte e a giro e si spegne imparabilmente sul palo opposto di Ferilli. La seconda parte della gara vede i biancoverdi più reattivi. L’occasione del pari arriva già al 2’ minuto: Napolitano si invola sulla destra e manda al centro una palla che deve essere solo spinta in rete, Bencini si libera della marcatura, ma in equilibrio precario colpisce con la coscia mandando la palla oltre il fondo scheggiando la traversa. La Petriana invece non spreca e trova la rete del doppio vantaggio al capovolgimento di fronte. Punizione dai venti metri, il tiro, non irresistibile che finisce in rete con la complicità dell’estremo difensore biancoverde. 
I dielleffini potrebbero riaprire la partita dopo appena due minuti, complice un atterramento in area di Chessa. Sul dischetto va Midei che calcia a lato confermando il momento no dei biancoverdi. La gara si trascina senza sussulti fino al termine dove affiora un evidente stato di inquietudine, che produce soltanto due rossi. Insomma, è ormai evidente che la situazione è veramente grave, solo un miracolo può ormai salvare la categoria. Non ci resta quindi che pregare. Dlf Civitavecchia: Ferrilli, Paniccia, Chessa, Di Giorgio, Gagliardi, Midei, Tamasi, Tersigni, Coppari, Bencini, Moretti, Napolitano, Di Stefano, Scirocchi. Allenatore: Andrea Midei. (Agg. 24/4 ore 17.49 SEGUE)

IL RISULTATO DEI GIOVANISSIMI 2004 – I primi caldi si fanno già sentire e le formazioni biancoverdi faticano a tenere il campo, e solo l’orgoglio e la voglia di raggiungere l’obiettivo danno quel passo in più che è determinante per l’esito del risultato finale. Così i Giovanissimi Regionali Fascia B 2004 possono esultare di un successo che nella prima mezz’ora sembrava improbabile. Poi la grinta, la voglia di non darsi mai per vinti hanno fornito quella marcia in più determinante ai fini del successo finale che dice 3 a 2 per i biancoverdi sul Città di Cerveteri. Già dalle prime battute si intuiva che i dielleffini non erano quelli delle ultime gare. Infatti i ragazzi di mister Secondino non riescono ad imbastire nessuna trama di gioco e subiscono l’iniziativa degli ospiti che sono pericolosi sulle fasce e aggressivi e compatti a centrocampo. 
Al primo vero affondo i Cervetrani vanno in gol con Ardel: il numero 9 trova su punizione l’angolino in alto dove Notari non può arrivare. I biancoverdi non riescono a reagire e dopo appena due minuti arriva la mazzata del raddoppio. 
Lancio sulla destra per Vergari che fugge via a Bergantini, il numero sette scorge in area Ardel e Salomone contrastati dal solo Velardo, lasciato colpevolmente da solo, Salomone tocca per Ardel che di prima intenzione tira in porta battendo per la seconda volta l’incolpevole Notari. 
Il raddoppio scuote i dielleffini che cominciano a tessere trame tattiche più offensive, portando al tiro Velardo e Elisei senza però impensierire il portiere avversario. Al 27’ è Elisei che ruba palla e innesca sulla destra Carannante. Il numero 10 supera due avversari e mette in mezzo per l’accorrente Chessa che di contro balzo batte Tortorelli. 
Con il risultato di 2 a 1 si va al riposo. Nella ripresa il Dlf è sceso in campo con un piglio diverso. Come spesso accade le gare si vincono anche negli spogliatoi. Mister Secondino rimanendo abbastanza tranquillo, ha incoraggiati i ragazzi, e soprattutto li ha sistemati tatticamente, e la partita è cambiata. I biancoverdi sembrano un’altra squadra, giocano con tranquillità, attaccano con forza e aggrediscono gli spazi, costringendo gli avversari a chiudersi nella propria metà campo. 
Al 5’ arriva il meritato pari: cross dalla destra e inspiegabilmente il portiere ospite blocca la sfera dopo che la stessa ha varcato la riga di porta, 2 a 2. 
I biancoverdi sono incontenibili e solo la mancanza di lucidità sotto porta impedisce ai dielleffini di portarsi in vantaggio. Vantaggio che arriverà al 28’ con l’ariete Forte, che dopo aver sbagliato di tutto, trova in Mura l’assist man ideale per compiere un prodigio che vale tre punti. 
Il Cerveteri non ha più la forza di reagire e i biancoverdi possono così condurre in porto la gara senza ulteriori patemi.
Provato ma felice mister Secondino: «Ho provato un deja-vu, mi sembrava di rivivere la gara dell’andata, inizialmente ho rivisto la squadra del girone di inizio campionato, lontana anni luce da quella che ora è. Nell’intervallo ci siamo ricompattati e abbiamo vinto meritatamente la partita».
Dlf Civitavecchia: Notari, Carannante, Bergantini, Giustiniani, Di Giorgio, Baroncini, Shabanaj, Elisei, Forte, Chessa, Velardo, Di Stefano, Del Rio, Baracco, Mura, Vargiolu, De Gianni. Allenatore:  Fabio Secondino. (Agg. 24/4 ore 18.16 SEGUE)

LA GARA DEI GIOVANISSIMI 2004/2005 – Un’altra gara persa dopo averla condotta in lungo e in largo. Ancora una volta i Giovanissimi Provinciali Fascia B 2004/05 guidati da mister Pino Grosselli escono sconfitti per 3-2 dal Darini da una Virtus Bracciano che per lunghi periodi l’ha condotta in modo autoritario. Anche in dieci uomini i biancoverdi hanno avuto la palla per vincerla, invece come insegna il calcio, da gol sbagliato nasce i gol subito.
Eppure come spesso accade, sono i biancoverdi a passare in vantaggio con Conte. Il vantaggio dura un intero tempo, solo al 35’ la Virtus agguanta il pareggio. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 1 a 1. La ripresa vede ancora i biancoverdi protagonisti e con un eurogol Mura riporta nuovamente in vantaggio i biancoverdi. 
I pari della Virtus arriva al 10’ dagli sviluppi di una punizione. Al 20’ i biancoverdi rimangono in dieci per l’espulsione di Vargiolu. Anche in inferiorità numerica i biancoverdi continuano a spingere. 
Al 23’ l’occasionissima arriva sui piedi di Mura che però stavolta spreca malamente. Sul rovesciamento di fronte la Virtus trova ancora su punizione la rete che decreterà la vittoria finale.
Ancora una volta usciamo dal campo molto soddisfatti, consapevoli della nostra forza e della nostra tenacia, eppure sconfitti – dichiara mister Grosselli – ma ancora una volta a testa alta vista la grande prestazione di cuore e grinta che i nostri ragazzi hanno fornito oggi.
Dlf Civitavecchia: Orchi, De Gianni, Leone, Di Gennaro Baracco, Vargiolu, Del Rio, Conte, Mura,  Santacroce, Di Stefano, Locci, Carannante. Allenatore: Giuseppe Grosselli. (Agg. 24/4 ore 18.44)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Santa Marinella/Severa impatta con l'Ottavia

Turno infrasettimanale per la Juniores provinciale del Santa Marinella/Santa Severa, che se la vedrà con l’Aranova, in una partita che diventa fondamentale per l’accesso ai playoff. Sabato scorso, invece, un Santa Marinella tutto cuore e grinta, strappa alla quotata Ottavia un pareggio per 1 a 1, nonostante si sia trovata in nove per gran parte della gara. Prima frazione giocata prettamente a centrocampo, con un gioco da ambo le parti molto agonistico, che ha fruttato diversi cartellini gialli. Nella ripresa i ragazzi di mister Bacheca, nel giro di un quarto d’ora, rimangono in nuove uomini per le espulsioni di Matteo Saba e capitan Giorgio Marra. I romani, forti del vantaggio numerico, capitalizzano la situazione e vanno in rete con un tiro rocambolesco che, dopo aver preso il legno della porta, schizzava sul corpo dell’incolpevole portiere e finiva in rete. Sembra il preludio di una disfatta, ma i ragazzi con cuore e grinta non ci stanno e trovano il meritato pareggio a fine gara dopo una bella triangolazione in contropiede tra Grosselli e Fiorillo, con quest’ultimo che deposita in rete.
«I ragazzi – dice parzialmente soddisfatto al termine della gara il mister Luca Bacheca – hanno avuto una bella reazione alla doppia inferiorità numerica, in questi casi è facile andare in bambola e subire la goleada, cosi non è stato e abbiamo allungato la nostra imbattibilità. Dispiace per le due espulsioni, frutto più dell’agonismo che di eccessiva cattiveria».
«Ci ritroviamo – afferma il vice allenatore Manuele Calvo – a commentare un’altra buona gara dei nostri ragazzi e forse, in parità di uomini, avremmo anche potuto vincere. Ma va bene così. Espulsioni a parte, infatti, sono soddisfatto del gioco espresso e della reazione positiva dei ragazzi».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Pyrgi resta in C Silver

Il Pyrgi Basket vince in casa nell’ultima giornata dei playout contro il Rent Max e conquista matematicamente la salvezza. Vittoria di assoluto carattere per i ragazzi del presidente Pierosara che, pur privi del suo leader Taraddei, vincono all’overtime con il risultato di 67 a 55 dopo un tempo supplementare e chiudono in bellezza la stagione davanti al proprio pubblico. (Agg. 23/4 ore 18.22 SEGUE)

LA CRONACA DELLA GARA DEL PYRGI – La squadra di coach Ciprigno, dimostra grandissima serietà, lottando fino all’ultimo, in un match a cui il Pyrgi arrivava già con la salvezza in tasca, grazie alla cancellazione dei playout. Tutt’altra situazione invece per la Roma Eur che doveva assolutamente vincere, per evitare il ritorno in serie D, dopo appena un anno, con i capitolini andati veramente vicinissimi all’impresa di una rimonta in classifica che avrebbe avuto del clamoroso. La formazione di coach Talluto ha infatti condotto per i primi due quarti di gara, salvo poi crollare al supplementare con un parziale di 12 a 0 in favore di Antista e compagni. Il ko, condanna la Roma Eur al ritorno in serie D, nonostante un ultimo mese di campionato da applausi, risveglio tardivo però per i capitolini che se avessero giocato con questo spirito per tutta la stagione, avrebbero certamente potuto ottenere la salvezza. Merito però anche ad un Pyrgi Santa Severa che ha davvero onorato la categoria, con una prestazione di cuore, guadagnando sul campo una salvezza meritatissima. (Agg. 23/4 ore 18.51 SEGUE)

I COMMENTI DEL TECNICO BIANCONERO ANDREA CIPRIGNO E IL TABELLINO DELLA PARTITA – «Ce l’abbiamo – dice coach Ciprigno – fatta con un pizzico di fatica. È stata una vera e propria impresa visto che nel secondo quarto eravamo sotto di dodici. Loro sono partiti meglio e giocato bene fino al secondo quarto. Poi però abbiamo cominciato a difendere di più recuperando bene, dopo aver pareggiato, nel supplementare li abbiamo infilati alla grande senza fargli fare nemmeno un punto». 
Pyrgi Santa Severa: Bernini (2), Mangiola (16), Di Francesco (4), Kulovic (5), Biritognolo, Fois (18), Antista (19), Zizi (n.e.), Feligioni, Cappelletti, Nanu (3), Lotto (n.e). Allenatore: Ciprigno.
Rent Max Roma Eur: Liao (4), Melchiorri (4), G. Barbato (4), Nardulli (6), Costa (15), M. Barbato (4), Pascotto (10), Armezzani (8), Proietti, Di Leo, Liberti (n.e.). Allenatore: Talluto. (Agg. 23/4 ore 19.20)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sartorelli travolta dalla Roma Volley

Sconfitta netta per la Serramenti Sartorelli Asp in serie C maschile. Domenica pomeriggio nella capitale, i rossoblu sono stati travolti dalla Roma Volley dell’ex allenatore e giocatore Fabio Cristini per 3-0. A pesare l’approccio da dimenticare di Stefanini e compagni, che hanno perso i primi due set per 25-22 e 25-15. 
Più combattuto il terzo, con i rossoblu che non sono però riusciti a riaprire la partita per provare ad allungarla fino al tie break. Si tratta comunque di un ko indolore per la truppa di Franco Accardo, che resta in zona salvezza diretta a +5 dai playout. Ai civitavecchiesi basterà conquistare un solo punto nelle ultime due gare stagionali per festeggiare la permanenza in categoria.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Snc: vincere per uscire dal tunnel

di MATTEO CECCACCI

Ottenere una vittoria, o quantomeno un punto, per uscire da una situazione che non rispecchia affatto la Snc Enel Civitavecchia che, nel match valevole per la 6^ giornata di ritorno del campionato di pallanuoto maschile di serie A2, affronterà domani alle 15 in quel del PalaGalli i rivali del Pescara del tecnico Francesco Mammarella. (Agg. 20/4 ore 17.09 SEGUE)

I ROSSOCELESTI VIVONO UN MOMENTO NEGATIVO DOPO TRE SCONFITTE DI FILA – Sono tre le sconfitte consecutive per la compagine di Marco Pagliarini che, dopo la super vittoria del 17 marzo scorso col Salerno per 11-10, è scivolata inaspettatamente al quarto posto della classifica con 28 punti all’attivo a -7 dal Latina, che affronterà in casa i pugliesi del Waterpolo Bari in una sfida apparentemente facile. Un periodo no per i civitavecchiesi che dopo l’impresa targata Salerno ha ceduto con Vis Nova, Roma Nuoto e Cesport; quest’ultima sconfitta, maturata sabato scorso a Napoli con il risultato di 11-10, molto probabilmente è stata causata oltre che dall’approccio sbagliato anche dalle pesanti assenze come quella dell’allenatore e dei difensori Minisini e Muneroni, entrambi fulcri portanti della retroguardia rossoceleste. A cinque giornate dal termine la classifica si fa più intensa e frizzante, le prime tre posizioni occupate rispettavamente da Roma Nuoto (38), Salerno (37) e Latina (35) sembrano, infatti, prendere sempre più distacco dalla Snc che dovrà necessariamente ottenere i tre punti per inseguire i primi posti, sfruttando al meglio le migliori energie e potenzialità per un finale di stagione da chiudere in bellezza. Sarebbe da evitare a tutti i costi quel quarto posto in graduatoria che significherebbe affrontare a fine anno il forte team Genova Quinto del girone Nord. I biancoblu, invece, con in rosa bomber Di Fulvio, sono reduci dalla pesante sconfitta subita in casa per 11-6 col Salerno e si trovano nella quinta piazza in compagnia dei siciliani del Muri Antichi a quota 21 punti. Gli abruzzesi cercheranno senza ombra di dubbio i tre punti per accorciare la distanza proprio sulla Snc. Sarà una gara dalle mille emozioni, in cui entrambi i team vogliono riscattarsi del 9-9 dell’andata e quindi non resta che affidarsi al destino, perché come diceva Hester Browne ‘‘Ciò che è destinato a te, troverà comunque il modo di raggiungerti’’. (Agg. 20/4 ore 17.42 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DEL PORTIERE CIVITAVECCHIESE GIORDANO VISCIOLA – A commentare il pre gara il portierissimo Giordano Visciola (nella foto in alto): «Dovremo scendere in acqua più agguerriti che mai. Purtroppo veniamo da una serie di sconfitte che dovevamo evitare, ma a causa di diversi fattori siamo stati penalizzati. Il nostro quarto posto deve migliorare, siamo una squadra giovane e i rivali ci studiano sempre prima di affrontarci. Dobbiamo dare il massimo per questa società e per questi colori, perché i risultati arrivano tramite sacrifici e dedizione e noi bisogna capire questo. Io credo che possiamo arrivare in alto, basta crederci fino in fondo». (Agg. 20/4 ore 18.04)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Margutta e l'esordio di coach Pignatelli

Dopo la notizia delle dimissioni di Mauro Taranta arrivata ad inizio settimana, torna in campo la Margutta Asp per la terzultima giornata del campionato di serie C. Domenica alle 19 al Palasport le rossoblu affronteranno il Sempione, sestetto di metà classifica, nella prima uscita di Alessio Pignatelli sulla panchina delle civitavecchiesi. Oltre che per la classifica, sarà una gara sulla carta semplice anche per le diverse motivazioni delle squadre. Sempione è salvo, con bassissime possibilità di accedere ai playoff, mentre la Margutta può aspirare a migliorare l’attuale secondo posto in classifica. (Agg. 20/4 ore 17.01 SEGUE)

I COMMENTI DEL NUOVO ALLENATORE DELLA MARGUTTA ALESSIO PIGNATELLI – «Innanzitutto – ammette il nuovo allenatore della Margutta Asp coach Alessio Pignatelli – sono motivato e orgoglioso per questo incarico e cercherò di fare del mio meglio. Nono conosco Sempione, ma ho visto le ragazze molto motivate e anche in forma dal punto di vista fisico. Noi, per la squadra che abbiamo, dobbiamo vincere con tutte e quindi anche contro Sempione mi aspetto un successo. Non farò stravolgimenti, anche perché le dimissioni di Taranta sono state un po’ diverse dalle solite dimissioni nel senso che non c’erano problemi di gioco o di risultati». (Agg. 20/4 ore 17.29 SEGUE)

LE ASSENZE E SOLUZIONI TATTICHE DELLA MARGUTTA NELLA PROSSIMA PARTITA – Per la prossima gara, assenti Paolini e Fiore. Le centrali saranno Monti, Brighenti e l’Under 16 Baffetti. (Agg. 20/4 ore 17.58)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Sartorelli sfida l'ex tecnico Cristini

Turno dal sapore speciale per la Sartorelli Serramenti Asp. Domenica alle 18 i rossoblu se la vedranno contro la Roma Volley dell’ex allenatore e giocatore Fabio Cristini nella terzultima giornata del campionato di C maschile.
Non sarà una gara semplice per la truppa di Franco Accardo anche perché i giallorossi sono al quinto posto della classifica in piena lotta playoff. 
Dal canto suo Stefanini e compagni vanno a caccia di punti pesanti per la salvezza.
«Proviamo – spiega capitan Stefanini – a fare il colpaccio in una gara ovviamente particolare, contro l’amico Fabio (Cristini, ndr). Dobbiamo provare in tutte le partite a portare a casa punti, utili allo sprint salvezza».
Nessun problema di formazione in casa rossoblu, dove sono tutti a disposizione.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pyrgi: con Rent Max c'è in ballo la salvezza

Se tutto va per il verso giusto, domenica sera, il Pyrgi Basket dovrebbe festeggiare il raggiungimento della salvezza. Il quintetto di coach Andrea Ciprigno, infatti, ospiterà per l’ultima giornata della seconda fase del campionato di basket maschile serie C Silver, il Rent Max, squadra attestata all’ultimo posto della classifica. (Agg. 20/4 ore 16.54 SEGUE)

IL MOMENTO DEL PYRGI E I POSSIBILI SCENARI PER CENTRARE LA SALVEZZA – Ovviamente, per i tirrenici, non sarà una passeggiata in quanto, i romani, vengono da una serie di gare vinte, che potrebbero portarli a giocarsi i playout, qualora riuscissero a battere la squadra santamarinellese. Per quel che riguarda, invece, gli atleti cari al presidente Pierosara, questi otterrebbero la permanenza nella categoria nel caso vincessero l’ultima sfida in programma, ma riuscirebbero a salvarsi anche se dovessero perdere la gara di domenica ma, contemporaneamente, la Sam batta il Fonte Basket Roma. I tirrenici, invece, si vedrebbero costretti a disputare i playout, nel caso in cui dovessero perdere con il Rent Max e il Fonte Basket dovesse imporsi sulla Sam Roma. (Agg. 20/4 ore 17.24 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DI COACH ANDREA CIPRIGNO – «In quel caso – spiega l’allenatore del Pyrgi Santa Severa coach Andrea Ciprigno – andremmo ai playout come quinti e quindi dovremmo attendere lo spareggio tra la settima e la sesta e chi vince affronterà a noi. Insomma, ci sono tutti i presupposti per essere ottimisti, perché se vinciamo domenica saremmo salvi matematicamente. Purtroppo dovrò rinunciare a Taraddei che è il nostro cecchino perché, per problemi personali, non può essere della gara. Però noi contiamo sul gruppo e quindi dobbiamo essere ottimisti. Loro sono ultimi in classifica e in emergenza. Nonostante il roster ai minimi storici, quella col Rent Max potrebbe essere l’ultima partita stagionale. Convocherò tanti ragazzi ed esordirà il 2002 Biritognolo». (Agg. 20/4 ore 17.56)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###