Crc, un weekend ricco di soddisfazioni

Un fine settimana pieno di soddisfazioni per il Centumcellae Rugby Civitavecchia, ad iniziare dalla manifestazione a Piazzale della Vita, dove allo stand Festa dello Sport si sono avvicendati tutti gli appassionati del rugby e dove i ragazzi delle varie under hanno fatto una dimostrazione dal vivo di alcuni punti essenziali di questo sport. Numerose le adesioni di ragazzi che proveranno al campo Moretti della Marta cosa vuol dire giocare con la palla ovale. Altra importante notizia, la nomina di Alessandro Crinò come responsabile tecnico regionale di rugby under 14,  un fatto che dà lustro e riconoscimento al lavoro svolto dal Crc, visto che il civitavecchiese è cresciuto nella società biancorossa. Crinò, oltre che allenatore e giocatore di serie B, avrà il compito di selezionare tutti i giovani talenti delle under 14 di Rugby del Lazio nord. Ma le soddisfazioni non finiscono, infatti nella giornata di domenica il Crc ha battuto fuori casa  il Rugby Roma, squadra militante in serie B girone sud per 35-30. Una prestazione davvero convincente sia della vecchia guardia che dei nuovi arrivati: potenza, carattere e tecnica in campo hanno fatto la differenza. Da sottolineare anche la lieta sorpresa dei ragazzi provenienti dalle giovanili, che nella partita col Rugby Roma hanno combattuto da veterani dimostrando che l’impegno nel settore delle under continua a dare i suoi frutti. Serietà, diligenza e dedizione continua della società, che attraverso allenatori e staff ha fatto un lavoro mirato alla formazione dei ragazzi, stanno iniziando a pagare. Altro importante appuntamento da segnare, infine, è L’Open Day in programma sabato dalle 16 alle 18 al campo Moretti Della Marta, dove ci sarà un incontro e prova sul manto erboso del rugby con i giovani talenti che vogliono provare questo sport.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Andrea Pierosara: ''Non è un passo indietro, ma un momento di crescita''

«Non è un passo indietro la rinuncia alla serie C Silver, ma che sia da ora in avanti solo un ulteriore stimolo e un momento di crescita sportivo e societario. Perpetrato da qui in avanti solo con il nostro vivaio». Così il presidente del Pyrgi Santa Severa Andrea Pierosara. A due giorni dall’uscita dei calendari da parte della segreteria della Fip, che vedranno il Pyrgi Basket giocare il campionato di serie D, la massima carica Pierosara spiega i motivi della rinuncia, momentanea, alla C Silver. Un percorso meditato nel tempo e atto alla valorizzazione dei talenti che la società ha nel proprio settore giovanile. Una categoria che dopo cinque anni viene abbandonata, ma solamente per ritornarci più agguerriti che mai.
«Quello che posso dire con orgoglio – dichiara il Presidente Andrea Pierosara – è che la C Silver non è stata la punta di diamante isolata del Pyrgi Basket. Abbiamo in questi anni pianificato, ampliato, strutturato e fatto crescere tutto il minibasket nelle sedi di Civitavecchia e S. Marinella, oltre ad un settore giovanile che si è consolidato ed è cresciuto, portando avanti e sviluppando tutte le categorie maschili. A questo va aggiunto, senza dimenticarlo, che per due anni c’è stata nella nostra società anche una serie C Femminile. Cinque anni indimenticabili e pieni di soddisfazioni per la prima squadra, sudore e caparbietà nell esserci nel modo più appropriato. È indimenticabile anche il primo derby con la Cestistica, una differenza di storia di 70 anni di storia che non ha inciso e che ci aveva visto trionfare, per altro contro una squadra che in quell’anno sarebbe stata promossa. Questo ha fatto sì che, oltre a far crescere il nostro vivaio in maniera esponenziale, si sia portata avanti anche la territorialità degli atleti. Sono rari i casi di giocatori/amici di Roma che hanno indossato la maglia del Pyrgi, e chi lo ha fatto è stato solo per il semplice piacere di giocare con noi. Il tempo poi ha evidenziato alcune problematiche che ci hanno destabilizzato a livello di rosa. I problemi di studio di alcuni, collegati al lavoro di altri, così come altre distrazioni personali e senza dimenticare i gravi infortuni di quattro o cinque atleti, che prevedono ancora tempi lunghi di recupero o la fine delle stesse carriere, che sommato il tutto ci hanno messo in serie difficoltà nella pianificazione e nello sviluppo della serie maggiore. La passata stagione abbiamo giocato un dignitosissimo campionato di serie C, salvandoci ai playout e onorandolo appieno fino al fischio della sirena dell’ultima gara, dimostrando così che potevamo benissimo onorare la categoria. Nella decisione di scendere di categoria ha inciso, da una parte il livello di roster di squadra e la conseguente giovane età della rosa, che catapultata in serie C forse non si sarebbe espressa nelle sue potenzialità, così come i costi esorbitanti per la C. Ho chiesto così, dopo una lunga riflessione, al presidente del Comitato Fip Lazio di poter giocare la serie D. Campionato dove possono esordire i sedicenni o i diciassettenni e crescere in maniera adeguata, e con costi minori di mantenimento. È un punto d’inizio, diciamo un anno zero, dove nelle piene potenzialità del settore giovanile cerchiamo le basi solide per il futuro. Preferisco creare un settore agonistico forte e che sia la pietra miliare per il futuro della prima squadra. Ho investito pesantemente quest’anno sul settore giovanile, under 13/16/18 e minibasket in todos, dove ho apportato delle modifiche qualitative con l’aggiunta di quattro allenatori grandi di età e di esperienza, con la presenza anche di un allenatore a livello nazionale che porteranno indubbiamente una maggiore qualità e disponibilità verso i ragazzi. I giovani al centro del progetto, questo voglio come baluardo per l’intera stagione, mostrato nell’evento di giugno alla Marina e che sarà consolidato con la manifestazione “Settembre Sport” organizzato dal comune. Dove saremo l’unica presenza per il consorzio del basket e che mostreremo a chi vorrà avvicinarsi, utilizzando fino a consumarli i tre campi da gioco che saranno collocati per l’intera giornata sulla superficie della Marina. Il Pyrgi basket è più viva che mai, la nave ammiraglia che sembrava colpita dalla perdita della serie maggiore è solo in rifacimento per andare ancora più lontano. Con i nostri giovani alla guida».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Trofeo delle Regioni senior: convocati tre Snipers

Si terrà in questo weekend, da oggi a domenica a Roana (VI), il primo Trofeo delle Regioni senior di hockey in line. La manifestazione, voluta dalla Federazione, è sperimentale e mette a confronto tutti i migliori atleti divisi per regioni di provenienza. 
Per la squadra del Lazio il ruolo di giocatore-allenatore è stato affidato al presidente della Cv Skating Riccardo Valentini.
«Sono onorato di questo incarico – afferma Valentini – perchè ho ricevuto la fiducia da parte dei colleghi delle altre squadre del Lazio. Si tratta di una manifestazione sperimentale ed è una prima edizione. Come Lazio purtroppo abbiamo ricevuto molte defezioni a causa di esami universitari e problemi di lavoro ma abbiamo una rosa giovane e motivata, comunque vada sarà una bella esperienza per loro ed un modo di confrontarsi con atleti di altissimo livello. Non abbiamo particolari ambizioni: vogliamo divertirci, far crescere i giovani e vivere una bella esperienza».
Per la Cv Skating i convocati sono Riccardo Valentini, Marco Stefani e Stefano Cocino.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Giornata di grande spettacolo

S’è conclusa domenica presso il centro ippico Winnie Dry Ranch di Diego Tiselli la terza tappa del terzo campionato regionale Sef Italia W.D.R. Team Roping Classic 2018.
 Una giornata caratterizzata da prese importantissime ai fini della classifica generale e che ha visto andare a punti la maggior parte dei ropers in gara.
 «È una soddisfazione enorme assistere ai miglioramenti di volta in volta sempre più evidenti di tutti i cavalieri. La costanza e la determinazione di ognuno di loro è ammirevole e ripaga ogni sforzo profuso durante gli allenamenti per arrivare ad offrire di tappa in tappa uno spettacolo di altissimo livello». 
Questo il commento a caldo dell’allenatore e campione Diego Tiselli che promette, «le sorprese non sono ancora finite. «Con una classifica sempre più incerta, fondamentale sarà per tutti i ropers aggiudicarsi più prese possibili nelle ultime due tappe e sono convinto che il bello deve ancora arrivare», conclude un soddisfatto e fiero Diego Tiselli.
CATEGORIA TEAM ROPING:
Primi classificati: Samuel Unali (HEADER) /  Diego Tiselli (HEELER) 25 PUNTI;
Secondi classificati: Simone Sarnà (HEADER) / Silvano Sicchiero(HEELER) 20 PUNTI;
Terzi classificati: Eleonora Galliani (HEADER) / Silvano Sicchiero(HEELER) 15 PUNTI;
Quarti classificati:  Franesca Alunni (HEADER) / Samuel Unali (HEELER) 10 PUNTI;
CATEGORIA STEER STOPPING: 
Primo classificato Silvano Sicchiero (25 PUNTI)
Secondo classificato Barbara Barletta (20 PUNTI)
Terzo classificato Eleonora Galliani (15 PUNTI) 
Il prossimo appuntamento è per domenica 7 ottobre sempre alle 09.30 presso il Winnie Dry Ranch di Diego Tiselli.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cestistica, obiettivo Serie B

di ALESSIO ALESSI

La Cestistica Civitavecchia ha iniziato a correre: obiettivo Serie B. Una squadra in missione verrebbe da dire, impegnata in prima linea sul fronte ormai da tre anni. Nelle ultime stagioni la Stemar 90 ha sempre raggiunto i playoff di C Gold e lottato fino alla fine per centrare il salto di categoria, mancato sempre per poco. La dirigenza rossonera, nonostante la crisi economica che attanaglia la maggior parte delle realtà sportive nazionali, ha fatto un lavoro incredibile, regalando ai propri tifosi delle annate esaltanti; ora, però, manca la ciliegina sulla torta. Le risorse sono esigue, ma la sagacia del direttore sportivo Maurizio Campogiani e l’occhio chirurgico del tecnico Lorenzo Cecchini hanno portato in riva al Tirreno giocatori importanti anche quest’anno, creando un roster attrezzato e coperto in tutti i ruoli. Alla Riccucci sono infatti approdati atleti duttili, capaci di giocare in più zone del campo: Di Crisostomo, Foulds, Manetti e Gattesco. 
«Abbiamo iniziato la preparazione il 22 agosto – spiega coach Cecchini – con una settimana di atletica, poi siamo passati a sedute di basket, pesi, ancora atletica e costruzione del gioco sul campo. I nuovi si stanno inserendo bene e sono positivo in chiave campionato, in quanto saremo in grado di mettere in campo una squadra completa in tutti i reparti e con maggiore imprevedibilità rispetto al passato. La prima amichevole l’abbiamo disputata in casa del Fabriano che milita in Serie B e tutto sommato ci siamo comportati bene. Domenica – conclude l’allenatore rossonero – ci attende la sfida contro Alfa Omega; un ottimo test». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vecchia: un punto in classifica, mille euro di multa e sei mesi  d’inibizione a patron Biondi

Il Civitavecchia Calcio riparte da zero punti in classifica. La Procura Federale ha infatti penalizzato con un punto, 1000 euro di multa e l’inibizione per sei mesi del presidente Stefano Biondi, la società civitavecchiese sulla vicenda del mancato pagamento dell’ex allenatore Luigi Staffa. «Solo la capacità e la professionalità dell’avvocato Simone Feoli e la credibilità dell’attuale dirigenza è riuscita a sovvertire le richieste della Procura che erano di tre punti e 1500 euro di multa – commenta il general manager Ivano Iacomelli -. Ieri (giovedì – ndr) abbiamo portato le nostre tesi difensive, che al di là del mio pensiero su Costanzo Arduini e Luigi Staffa che erano venuti insieme e che ancora oggi lo sono e di un loro accordo mai rispettato fra le parti, sono state accolte. Accusiamo il punto di penalizzazione con amarezza ma se è il prezzo che dobbiamo pagare per toglierci questi due personaggi, siamo molto contenti di questo finale. «Dal punto di vista del diritto – ha commentato l’avvocato Simone Feoli – è andata benissimo, è stato un successo. L’inadempimento era documentato e le richieste della Procura Federale erano corrette secondo la giurisprudenza del Tribunale Federale. I giudicanti hanno compreso la buona fede della società che purtroppo continua a pagare per fatti addebitabili a terze persone». La questione era riconducibile totalmente ad Arduini e Staffa, che ha portato lui a Civitavecchia e che avevano rapporti diretti.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Simone Montanucci è campione italiano RS:X

Simone Montanucci si diploma in anticipo campione d’Italia di windsurf nella classe RS:X. L’atleta fa parte del team della Lni di Civitavecchia e il suo successo arriva dopo un anno di attività caratterizzato da un impegno serio e dal lavoro costante sia a casa con il suo allenatore Emanuele Arciprete sia nei raduni promossi dalla Federazione Italiana Vela e dalla classe nazionale RS:X. «Simone – spiega Marco Corti della Lni Civitavecchia – ha saputo mettere a frutto tutto il lavoro fatto, dimostrando di poter dominare la flotta anche in condizioni meteo marine come quelle trovate a Viareggio non certo particolarmente favorevoli alle sue caratteristiche fisiche. Ora lo aspetta l’ultima tappa di Coppa Italia sul lago di Garda dal 12 al 14 ottobre prossimi». Complimenti a Montanucci oltre che da Corti anche dal presidente della Lni Civitavecchia Ezio Manina e dal vicepresidente Giovanni Spinelli. «Sono stato a Viareggio, dove si è disputato il Campionato Italiano giovanile di vela classi in singolo – spiega Simone Montanucci – la manifestazione si è svolta su 4 giorni: il primo giorno, a causa della totale assenza di vento, non abbiamo disputato nessuna prova. Il secondo giorno abbiamo gareggiato con vento sostenuto, condizioni a me favorevoli e ho ottenuto tre ottimi piazzamenti, alla prima prova ho concluso secondo, alla seconda primo e alla terza primo, arrivando così in vetta alla classifica generale. Ho mantenuto nelle giornate seguenti il primo posto che mi ha permesso di conquistare il titolo di campione italiano. Ora massima concentrazione per l’ultima tappa di Coppa Italia che si svolgerà a metà ottobre a Malcesine sul lago di Garda. Ringrazio molto il mio allenatore Emanuele Arciprete (nella foto a sinistra insieme a Simone Montanucci)».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

L’attesa è finita

Prende il via domani mattina il campionato di Promozione, dove sono inserite ben sette formazioni del nostro comprensorio. CPC, Santa Marinella, Corneto Tarquinia, Csl, Cerveteri, Atletico Ladispoli e Tolfa, saranno queste società a rendere più interessante un torneo che sarà molto intenso e con diversi derby tra squadre della stessa città. 
Per quel che riguarda la CPC2005, la compagine rosso portuale esordirà alle 16 sul campo della Vigor Acquapendente. È stata una prestagione lunga per gli uomini di Caputo, con il via alla preparazione datata 25 luglio. Reduci da sette amichevoli, dove i tre punti erano solo virtuali, e a compenso di quanto fatto nelle sedute degli allenamenti, ora i portuali iniziano a far sul serio. Squadra rivoluzionata in lungo e largo dal ds Sandro Fabietti, tanti i giocatori di spessore che vestiranno la maglia della Roja e a cui non si chiede nulla se non quanto hanno nelle loro possibilità, e con mister Caputo che ha messo sul piatto l’enorme esperienza, la dedizione al lavoro e il sacrificio di tutti per un campionato con la C maiuscola. Per l’occasione il tecnico proporrà la squadra provata nell’ultima amichevole. 
Anche il Santa Marinella inizia la nuova avventura in trasferta. Alle 11 infatti sarà di scena sul sintetico dell’Atletico Ladispoli. La dirigenza rossoblù in questi due giorni, ha ratificato altri due tesseramenti, il difensore Simone Attardo classe 1990 proveniente dell’Aranova con un passato nell’Astrea, Ladispoli e Cerveteri e del giovane attaccante classe 1998 Alexandre Iacobucci proveniente dalla Juniores Nazionale dell’SFF Atletico, ha vestito tra l’altro le maglie di Vigor Perconti e del Tor di Quinto maglia con la quale si è laureato campione d’Italia. I tirrenici saranno privi di Famà e Sanfilippo. «Siamo al 50% della forma – dice il co allenatore Paolo Di Martino – però vogliamo iniziare bene la stagione. L’Atletico è una squadra giovane e vogliosa di fare bella figura».
L’altro derby vede di fronte la Corneto Tarquinia al Tolfa. Si giocherà stamani alle 11 sul sintetico viterbese. Per i collinari saranno assenti Mecucci squalificato e gli infortunati Galli, Conforti e Capolonghi. «Troveremo una grande squadra che ha forti ambizioni – dice Pacchiarotti – noi invece dobbiamo fare un campionato tranquillo dopo due anni di sofferenza. Siamo ottimisti anche se abbiamo iniziato tardi la preparazione ma mister Sperduti ha le sue idee che porta avanti da anni». A Tarquinia attendono il Tolfa e l’allenatore Del Canuto è in ansia. «Partiamo con meno handicap rispetto al passato – dice il ds Granato – in preparazione siamo andati bene e giocato con squadre toscane ottenendo discreti risultati. Affrontiamo il Tolfa dell’ex Sperduti, un bravo allenatore». Indisponibile per l’occasione il solo Varchetta. 
La Csl Soccer è pronta a fare il suo storico esordio alle 11 al Dlf dove sfiderà il Città di Cerveteri di mister Cotroneo. La rosa è pronta, la preparazione iniziata lunedì 30 luglio ha portato sicuramente ai ragazzi quella voglia di fare che porterà ottimi risultati. «Siamo prontissimi – spiega il tecnico Daniele Fracassa – a questo storico esordio. Abbiamo svolto una preparazione impeccabile e delle belle amichevoli che mi hanno fatto capire la tanta qualità e tecnica che i miei ragazzi possiedono. L’obiettivo è sicuramente partire nel migliore dei modi, ma questo dipenderà solo da noi, basta essere fiduciosi». Questi i convocati per la sfida odierna: Bresciani, Campari G., Campari T., Carru, Castagnola, Cherubini, D’Angelantonio, De Fazi, De Felici, Del Duchetto, Della Camera, Gaeta, Gallina, Gaudenzi, Gibaldo, Peveri, Saraceno.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Asp e Cv Volley uniscono le forze

Dopo diversi tentativi Asp e Cv Volley, grazie alla volontà dei ripettivi consigli direttivi, hanno raggiunto un accordo per sviluppare insieme i talenti del territorio e affrontare il futuro con una visione unitaria della pallavolo locale. 
I due presidenti, Viviana Marozza e Roberto Cosimi, hanno affidato ad un unico coordinatore il compito di intrecciare i fili legati agli interessi delle singole società e dei tanti atleti che ne fanno parte allo scopo di formare, laddove possibile squadre più competitive o laddove necessario colmare lacune numeriche,per la formazione di gruppi omogenei per età. 
Pur mantenendo la propria autonomia economica e gestionale le due realtà cittadine collaboreranno mettendo a disposizione le proprie strutture, i propri tecnici e le proprie capacità organizzative. 
Proprio in questa ottica la prima risorsa messa a disposizione dalla Cv Volley sarà il direttore generale del progetto che agirà in completa autonomia, ma in stretta sinergia con i direttivi societari per l’attuazione degli obiettivi. 
Si tratta di un compito estremamente complesso e articolato che necessita di competenze trasversali sia tecniche che gestionali, così come pure competenze di natura giuridico economiche. 
Le due società hanno individuato la figura più qualificata in Cristiano Cesarini, dottore commercialista, tecnico di secondo grado ed ex allenatore del centro di qualificazione federale, direttore sportivo da 20 anni, in Asp prima e in Cv Volley successivamente. 
«Ringrazio le due società per la fiducia accordata, so che coordinare e conciliare tutti gli interessi in gioco sarà un lavoro molto complesso, ma ce la metterò tutta per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati e in questa prima stagione già parzialmente avviata, mi adopererò per gettare le basi per lo sviluppo dell’attività pallavolostica cittadina. La mia volontà è arrivare ad aprile 2019 pronti per una programmazione unitaria della stagione 2019-2020, abbattendo tutti gli eventuali ostacoli alla realizzazione di questo progetto consortile così ambizioso».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Csl, l’inizio dei lavori è scoppiettante

di MATTEO CECCACCI

Un inizio a dir poco straordinario per la Csl Soccer di patron Vitaliano Villotti che oggi presso l’impianto sportivo del Dlf, sul manto verde del Flavio Gagliardini, ha ufficialmente aperto i lavori per il prossimo campionato di Promozione che aprirà i battenti domenica 2 settembre. Ben 25 le maglie rossoblu presenti che hanno cominciato ad allenarsi agli ordini del tecnico Daniele Fracassa e del vice allenatore Alessandro Di Raimondo dopo aver sostenuto all’interno dello spogliatoio il primo discorso stagionale. Tanti anche gli assenti, quattro calciatori, infatti, non sono potuti scendere sul terreno di gioco per vari motivi, in particolar modo il fiore all’occhiello di quest’anno Carmine Gaeta da cui i tifosi si aspettano moltissimo, oltre al portiere Emanuele D’Angelantonio e al centrocampista Alessio Caputo. A fare da bella cornice, però, ci hanno pensato sia i circa trenta suppoter presenti sulle tribune che i tanti giovani acquisti del club. Tutti e sette i fuoriquota (Izzo, De Fazi, Gallina, De Felici, Castagnola, Gaudenzi e Saraceno) hanno fatto vedere le loro potenzialità mostrando al mister e ai dirigenti il loro vero valore; sarà molto difficile per Fracassa scegliere i tre under, o più, che durante il campionato partiranno dal primo minuto.
Intanto continua anche il calciomercato, con la società rossoblu che sta inseguendo un altro under promettente: trattasi del difensore della Vecchia classe ‘01 Christian Vienna che nell’ultima stagione ha militato tra le fila degli Allievi Elite di Andrea Rocchetti conquistando in extremis la permanenza in categoria. A commentare la prima uscita stagionale della squadra ci ha pensato il diesse ventiduenne Daniel D’Aponte: «Una partenza ottima. Sono molto fiducioso per il campionato, perchè abbiamo una rosa molto competitiva. Partiremo con l’obiettivo salvezza consapevoli però delle nostre immense forze».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###