Il Città di Cerveteri lavora sottotraccia

Appare piuttosto movimentato il calcio mercato in casa Città di Cerveteri. La società verdazzurra, che ancora non ha ufficializzato il nome del nuovo allenatore che con tutta probabilità dovrebbe essere Andrea Silvestri, sta lavorando con massima discerezione per la costruzione della squadra. 
Il dg Ciampa sta mettendo a punto alcuni tasselli, dimostrando serietà e puntualità nel trovare giocatori sia di livello tecnico che di buon profilo caratteriale per sposare un progetto basato sul rilancio. 
Però in città i tifosi appaiono freddi, molto distanti dalle ultime operazioni e soprattutto delusi dagli ultimi anni di tornei. Cerveteri è si una città passionale, ma allo stesso tempo dimostra distacco quando i risultati sono negativi. È un aspetto sul quale deve lavorarci la società, attenta a riportare la gente allo stadio. Infatti, come dimostrano alcuni nomi, si sta cercando di portare figure di rilievo per dare credibilità a un club che da cinque anni a questa parte ha perso un fetta importante di ‘‘share’’.  
Pochi biglietti staccati, abbonamenti in calo del 50 per cento, e soprattutto molti dei tifosi non sono a conoscienza in quale torneo partecippasse il Cerveteri. La parola d’ordine, dunque, è ricominciare.  Già ha fatto un certo effetto la notizia, per ora, che Fabrizio Morelli possa ricoprire la direzione dell’area tecnica del settore giovanile.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Città di Cerveteri lavora sottotraccia

Appare piuttosto movimentato il calcio mercato in casa Città di Cerveteri. La società verdazzurra, che ancora non ha ufficializzato il nome del nuovo allenatore che con tutta probabilità dovrebbe essere Andrea Silvestri, sta lavorando con massima discerezione per la costruzione della squadra. 
Il dg Ciampa sta mettendo a punto alcuni tasselli, dimostrando serietà e puntualità nel trovare giocatori sia di livello tecnico che di buon profilo caratteriale per sposare un progetto basato sul rilancio. 
Però in città i tifosi appaiono freddi, molto distanti dalle ultime operazioni e soprattutto delusi dagli ultimi anni di tornei. Cerveteri è si una città passionale, ma allo stesso tempo dimostra distacco quando i risultati sono negativi. È un aspetto sul quale deve lavorarci la società, attenta a riportare la gente allo stadio. Infatti, come dimostrano alcuni nomi, si sta cercando di portare figure di rilievo per dare credibilità a un club che da cinque anni a questa parte ha perso un fetta importante di ‘‘share’’.  
Pochi biglietti staccati, abbonamenti in calo del 50 per cento, e soprattutto molti dei tifosi non sono a conoscienza in quale torneo partecippasse il Cerveteri. La parola d’ordine, dunque, è ricominciare.  Già ha fatto un certo effetto la notizia, per ora, che Fabrizio Morelli possa ricoprire la direzione dell’area tecnica del settore giovanile.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Città di Cerveteri lavora sottotraccia

Appare piuttosto movimentato il calcio mercato in casa Città di Cerveteri. La società verdazzurra, che ancora non ha ufficializzato il nome del nuovo allenatore che con tutta probabilità dovrebbe essere Andrea Silvestri, sta lavorando con massima discerezione per la costruzione della squadra. 
Il dg Ciampa sta mettendo a punto alcuni tasselli, dimostrando serietà e puntualità nel trovare giocatori sia di livello tecnico che di buon profilo caratteriale per sposare un progetto basato sul rilancio. 
Però in città i tifosi appaiono freddi, molto distanti dalle ultime operazioni e soprattutto delusi dagli ultimi anni di tornei. Cerveteri è si una città passionale, ma allo stesso tempo dimostra distacco quando i risultati sono negativi. È un aspetto sul quale deve lavorarci la società, attenta a riportare la gente allo stadio. Infatti, come dimostrano alcuni nomi, si sta cercando di portare figure di rilievo per dare credibilità a un club che da cinque anni a questa parte ha perso un fetta importante di ‘‘share’’.  
Pochi biglietti staccati, abbonamenti in calo del 50 per cento, e soprattutto molti dei tifosi non sono a conoscienza in quale torneo partecippasse il Cerveteri. La parola d’ordine, dunque, è ricominciare.  Già ha fatto un certo effetto la notizia, per ora, che Fabrizio Morelli possa ricoprire la direzione dell’area tecnica del settore giovanile.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Colpo Santa Marinella: arriva Francesco Bonaventura

Colpo grosso del Santa Marinella calcio, che con un blitz nottirno del suo allenatore-direttore sportivo Paolo Di Martino in quel di Monteromano, riesce ad assicurarsi le prestazioni del giovane attaccante ventiduenne Francesco Bonaventura, che nella passata stagione con il Tolfa, in Eccellenza, ha messo a segno nove gol. L’attaccante, ha iniziato la sua carriera nella Viterbese dove è rimasto per tre anni per poi trasferirsi a Perugia con gli Allievi Nazionali e l’anno dopo il salto in Promozione con il Corneto Tarquinia. A 15 anni ha vinto il tricolore con la maglia della Vigor Perconti di Roma nella finale di Firenze contro l’Alzano Cene nella categoria juniores. L’attaccante, nato a Monteromano, alto 1.80 e classe ’96 è considerato un figlio d’arte. Viste le sue grosse potenzialità, il Faminia Civitacastellana lo ha portato in serie D dove, purtroppo, ha subito un serio infortunio che lo ha tenuto fermo per sei mesi. Rimessi gli scarpini, si è trasferito a Pitigliano e poi, la scorsa stagione, a Tolfa in Eccellenza, dove ha messo a segno nove gol. «Grazie a Paolo Di Martino che mi ha portato a Tolfa – dice Bonaventura – ho ripreso a giocare nelle categorie che mi competono. Mi dispiace che siamo retrocessi ma abbiamo fatto di tutto per portare la squadra alla salvezza. Ora questa nuova avventura nel Santa Marinella che attendo con ansia. Voglio dimostrare tutto il mio valore e portare i rossoblù il più in alto possibile in classifica». Di lui parla Paolo Di Martino che è stato quello che più ha voluto il ragazzo in riva al Tirreno. «È un giocatore dalle grandi potenzialità – ha sottolineato – tecnicamente è valido e con la palla tra i piedi è molto bravo, può solo che migliorare. E’ stato scelto perché crediamo nelle sue doti di attaccante e di grande colpitore di testa».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Città di Cerveteri: spunta il nome di Fabrizio Morelli per l'agonistica giovanile

Nuovi nomi all’orizzonte nella struttura tecnica del Cerveteri Calcio. Mentre la neo dirigenza si prepapara a concludere l’assetto societario, ci sono acquisti anche per quanto riguarda il settore giovanile. Il nome di Fabrizio Morelli, allenatore di Canale e Atletico Ladispoli, è entrato nelle grazie di Fabio Ciampa, attuale dg, e il numero uno del club Ugo Ranieri. In effetti Morelli è stato chiamato per ricoprire un ruolo di importanza nel settore agonistico, data la sua esperienza da giocatore dopo aver militato a Lanciano, l’Aquila, Colleferro, smettendo di giocare nella sua città Cerveteri, contribunedo nove anni fa al ritorno in promozione. Cresciuto nelle giovanili del Ladispoli, dove ha vinto anche lo scudetto Juniores, non ha mai nascoto la sua fede verdazzurra, giocando  due derby con i ‘‘nemici’’ storici di Ladispoli come se fossero le partite più importanti della sua vita. «Apprezzo molto il fatto che Ciampa e Ranieri mi abbiano tenuto in considerazione, questo mi fa immensamente piacere – dice Morelli – però per ora non c’è la mia ufficialità. Sto valutando il progetto e soprattutto la mia posizione, però devo dire che sono rimasto entusiasta. Ritengo che si debba costrutire un settore giovanile di spessore, con metodi efficienti, senza farsi sfuggire i calciatori che crescono per andare altrove come succede ormani da un ventennio. Se si parte dalla valorizzazione con una politica basata sul senso di appartenza, facendo capire al bambino che i colori che indossa è un principio fondamentale allora potremmo tra qualche anno creare una prima squadra autoctona».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Lucrezia Adamo è campionessa d'Italia

C´è anche una civitavecchiese nella squadra femminile Campione d´Italia: finale di stagione con il botto per Lucrezia Adamo che, a Modena, vince lo scudetto con la Studentesca Milardi di Rieti, ai Campionati Italiani Assoluti di Società. (SEGUE) 

IL COMMENTO – Una soddisfazione notevole anche per il suo allenatore, Claudio Ubaldi della Tirreno Atletica Civitavecchia: «Sicuramente una valida esperienza, sia sotto il profilo tecnico che emozionale. Il 18’08’’38 sui 5mila metri la pone in vetta alle graduatorie stagionali di categoria sulla distanza e la proietta nella categoria juniores del prossimo anno come una sicura protagonista. Emotivamente – ha spiegato Ubaldi  – coinvolta da violente scariche di adrenalina alla notizia della vittoria per solo mezzo punto sulla squadra campione d´ Italia uscente, la Bracco Atletica. La ragazza è approdata al Moretti – Della Marta dopo aver partecipato ai Giochi sportivi studenteschi organizzati ogni anno dalla Tirreno; il percorso di Lucrezia – ha concluso Ubaldi – è un esempio di come la sinergia tra le diverse componenti umane e tecniche che gravitano intorno all´impianto possano generare riscontri positivi e portare un atleta a giocarsi il titolo italiano di società con un sodalizio sportivo, quello di Rieti, che non ha eguali in Italia». (Agg. 28/06 ore 18,50 SEGUE) 

LA GARA – Otto giorni di straordinaria intensità agonistica per Lucrezia, allieva del 2001 che, dopo aver vinto il bronzo la scorsa settimana sui 3mila metri ai campionati italiani individuali di categoria pensava di aver chiuso la prima parte della stagione agonistica outdoor ed invece in settimana è stata convocata a sorpresa con ‘‘i grandi’’ per partecipare ai Campionati Italiani Assoluti di Modena dove, l´Atletica Studentesca Andrea Milardi di Rieti, ha conquistato un successo storico vincendo lo scudetto sia con la squadra femminile che con quella maschile. Con la squadra femminile, trattandosi del campionato di società assoluto, Lucrezia ha esordito sulla, inedita per lei, distanza dei 5mila metri dove, con i suoi 17 anni, era l´atleta più piccola sulla start line, il decimo posto finale con un convincente 18´08»38, è stato il suo valido contributo alla vittoria finale.  È un successo importante perché è la prima volta che un´atleta civitavecchiese fa parte della squadra che vince il campionato italiano assoluto di società di atletica leggera ma soprattutto un´esperienza emozionante per Lucrezia che si è trovata gomito a gomito con atlete più grandi, alcune delle quali hanno partecipato a Campionati Mondiali, Europei o alle Olimpiadi. (Agg. 28/06 ore 19,34) 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Camboni oro ai Giochi del Mediterraneo

A Tarragona strepitosi Camboni ed Evangelisti, che strappano rispettivamente l’oro e il bronzo ai Giochi del Mediterraneo 2018. L’Italia spicca così nella classe RS:X di vela grazie ai due civitavecchiesi scuola Lni. Mattia Camboni era già al comando dopo 10 regate. Il 22enne civitavecchiese ha gestito ottimamente la medal race conclusiva, chiudendo al secondo posto alle spalle del connazionale Matteo Evangelisti. Camboni è così riuscito a conquistare l’oro con 20 punti complessivi, precedendo di quattro lunghezze il francese Louis Giard, una presenza fissa sul podio in Coppa del Mondo ed oggi terzo all’arrivo. Gli azzurri completano il capolavoro grazie al bronzo di Evangelisti che precede il gredo Vyron Kokkalanis, un veterano molto conosciuto in questa specialità. I due talenti civitavecchiesi si confermano al top in questo sport con un Camboni già bronzo agli europei 2017 che in questa competizione non è mai sceso sotto la quarta posizione nelle ben 11 regate disputate. «Uno dei momenti – esulta il neo campione Mattia Camboni – più belli della mia vita, uno di quei momenti per cui mi alzo alle 6 di mattina per allenarmi, uno di quei momenti che ho sognato da sempre e che non scorderò mai. Ringrazio tutti per il sostegno che ho sempre avuto e il mio allenatore che crede in me».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Adamo è campione d’Italia

C´è anche una civitavecchiese nella squadra femminile Campione d´Italia: finale di stagione con il botto per Lucrezia Adamo che, a Modena, vince lo scudetto con la Studentesca Milardi di Rieti, ai Campionati Italiani Assoluti di Società. (SEGUE) 

IL COMMENTO – Una soddisfazione notevole anche per il suo allenatore, Claudio Ubaldi della Tirreno Atletica Civitavecchia: «Sicuramente una valida esperienza, sia sotto il profilo tecnico che emozionale. Il 18’08’’38 sui 5mila metri la pone in vetta alle graduatorie stagionali di categoria sulla distanza e la proietta nella categoria juniores del prossimo anno come una sicura protagonista. Emotivamente – ha spiegato Ubaldi  – coinvolta da violente scariche di adrenalina alla notizia della vittoria per solo mezzo punto sulla squadra campione d´ Italia uscente, la Bracco Atletica. La ragazza è approdata al Moretti – Della Marta dopo aver partecipato ai Giochi sportivi studenteschi organizzati ogni anno dalla Tirreno; il percorso di Lucrezia – ha concluso Ubaldi – è un esempio di come la sinergia tra le diverse componenti umane e tecniche che gravitano intorno all´impianto possano generare riscontri positivi e portare un atleta a giocarsi il titolo italiano di società con un sodalizio sportivo, quello di Rieti, che non ha eguali in Italia». (Agg. 28/06 ore 18,50 SEGUE) 

LA GARA – Otto giorni di straordinaria intensità agonistica per Lucrezia, allieva del 2001 che, dopo aver vinto il bronzo la scorsa settimana sui 3mila metri ai campionati italiani individuali di categoria pensava di aver chiuso la prima parte della stagione agonistica outdoor ed invece in settimana è stata convocata a sorpresa con ‘‘i grandi’’ per partecipare ai Campionati Italiani Assoluti di Modena dove, l´Atletica Studentesca Andrea Milardi di Rieti, ha conquistato un successo storico vincendo lo scudetto sia con la squadra femminile che con quella maschile. Con la squadra femminile, trattandosi del campionato di società assoluto, Lucrezia ha esordito sulla, inedita per lei, distanza dei 5mila metri dove, con i suoi 17 anni, era l´atleta più piccola sulla start line, il decimo posto finale con un convincente 18´08»38, è stato il suo valido contributo alla vittoria finale.  È un successo importante perché è la prima volta che un´atleta civitavecchiese fa parte della squadra che vince il campionato italiano assoluto di società di atletica leggera ma soprattutto un´esperienza emozionante per Lucrezia che si è trovata gomito a gomito con atlete più grandi, alcune delle quali hanno partecipato a Campionati Mondiali, Europei o alle Olimpiadi. (Agg. 28/06 ore 19,34) 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Magnesi pronto per la cintura dei superpiuma

Michael Magnesi è pronto per il match valevole per il titolo italiano dei superpiuma. All’angolo del giovane pugile ci sarà Gianluca Branco, un atleta che non ha bisogno di presentazioni e al suo esordio come allenatore. Sabato sera, alle 22,30, Magnesi salirà sul ring allestito in piazza Dante a Grosseto per affrontare Francesco Invernizio: al vincitore la cintura. L’incontro si svolgerà sulla distanza delle dieci riprese e verrà trasmesso in diretta da Sport Italia. (Agg. 25/06 ore 18,01 SEGUE)

«Stiamo lavorando insieme da due mesi – ha spiegato Branco – e mi sto trovando molto bene con Michael che mi ascolta sempre». Magnesi si sta allenando a Civitavecchia con Branco, mesi di lavoro intenso in preparazione di un match importante per un pugile molto promettente. L’atleta vanta infatti un record di 11 – 0 e con Gianluca Branco ha potuto lavorare minuziosamente sui vari aspetti in vista del match con un avversario di esperienza come Invernizio (9 – 6 – 1) che ha affrontato avversari del calibro di Pasquale Di Silvio per il titolo dei pesi Leggeri o Carel Sandon. (Agg. 25/06 ore 19,10 SEGUE)

Ma certamente Branco e Magnesi non si lasciano impressionare. «È un avversario alla nostra portata – ha detto Branco –  abbiamo lavorato bene». Dello stesso avviso il giovane pugile: «Abbiamo lavorato parecchio sulle variazioni d’intensità – ha spiegato Magnesi – e sulla parte tecnica, ora stiamo rifinendo il peso ma sono pronto. So che è un avversario da non sottovalutare perché ha già combattuto sulla distanza delle dieci riprese – ha continuato – mentre per me è la prima volta ma fisicamente sto molto bene e Gianluca è molto bravo come allenatore». Branco è al suo esordio come allenatore, una possibile nuova carriera per il noto pugile civitavecchiese anche se il richiamo del ring è ancora forte. (Agg. 25/06 ore 19,54 SEGUE)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cv Volley: altro giro, altro titolo

Un nuovo tassello si aggiunge al puzzle delle vittorie che in questo anno sportivo sono state collezionate con tanto impegno da tutto il settore giovanile dell’A.S.D. Civitavecchia Volley. Ciliegina sulla torta, dopo quello di Viterbo, la vittoria del titolo di campionesse provinciali under 12 3×3 di Roma delle cv volline della Cv Rossa di coach Giuseppe Ruggiero. Le piccole rosso nere Flaminia Cesarini, Giulia Pignatelli e Nicole Pirri quest’anno hanno regalato a tutta Cv Volley tantissime emozioni vincendo ben quattro campionati grazie sia al loro talento che alla loro coesione. (Agg. ore 18,01 SEGUE)

Al termine della finale giocata domenica 17 tanta commozione e allegria hanno contagiato coach Ruggiero, il direttore tecnico Cristiano Cesarini, la sempre presente dirigente Francesca Faiazza e tutta la tifoseria rosso nera che durante l’intero anno si é stretta sempre accanto alle giovanissime atlete. (Agg. ore 18,44 SEGUE)

«Per me è stato un onore svolgere il ruolo di capitano in questa grande avventura piena di emozioni fortissime – dice con un gran sorriso Flaminia Cesarini-. Sono felice di aver condiviso questa esperienza con le mie compagne di squadra Giulia e Nicole, ma anche di aver avuto l’opportunità di allenarmi ad un ottimo livello con le altre compagne  dell’under 12 6×6. Un grande grazie va a loro ma sopratutto al nostro allenatore Giuseppe che ha creduto in noi e ci ha preparate al meglio per raggiungere obiettivi importanti come questo. Infine voglio ringraziare anche tutti gli accompagnatori: la nostra dirigente Francesca Faiazza, il nostro presidente, nonché la mia mamma, Viviana Marozza e tutti gli altri genitori che ci sono sempre stati accanto. Questa vittoria ci ripaga di tutti i sacrifici fatti allenandoci sempre con costanza senza mai togliere tempo allo studio e conciliando o rinunciando tanti altri impegni». (Agg. ore 20.09)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###