Marco Maddaloni: ''Servono disciplina e costanza''

Nuovo appuntamento con “A tu x tu con il Crc”, rubrica che ogni settimana presenta un profilo diverso legato all’universo biancorosso. In una settimana nella quale tiene banco l’ennesimo successo della serie B allenata dai tecnici Giampiero Granatelli e Mauro Tronca, stavolta tocca a Marco Maddaloni sottoporsi al nostro ormai consueto faccia a faccia. 
Lei è allenatore dell’Under 16 del Crc, ma anche ex giocatore di serie B e C2.
«Sì, diciamo che queste sono state le mie esperienze nel rugby. Il mio percorso nasce da giocatore in età matura, a 22 anni, ma ho avuto grande fortuna ad arrivare presto in serie B. Cosa inaspettata e gradita ovviamente».
Come nasce l’amore per questa disciplina sportiva?
«La passione per il rugby è nata un po’ per caso. Un giorno andai con un mio amico in spiaggia, giocammo a beach rugby. In partita fui “maltrattato”, ma è proprio in quel momento che ho scoperto un grande amore per questo sport».
Cosa cambia da essere giocatore ad allenatore? Quali sono le differenze dal momento in cui c’è il fischio d’inizio?
«Per quanto mi riguarda non cambia assolutamente nulla. Chi è stato giocatore sente la stessa adrenalina, ma anche il tecnico. Non sento alcuna differenza, forse dal punto di vista emotivo ti prende ancora di più perché non puoi stare in campo».
Da allenatore del Crc cosa vorrebbe che rimanesse nelle menti dei ragazzi per capire bene il rugby?
«Tante cose. Il nostro è uno sport di disciplina e di rispetto, questi sono i valori più importanti, ma non dimenticherei la costanza».
Ci sono giovani talenti nel Crc che possono arrivare in prima squadra?
«Assolutamente si. Abbiamo ragazzi validi che si allenano, si applicano. Ho avuto la fortuna di allenare alcuni di loro che sono prossimi a debuttare in prima squadra. Alcuni possono mirare davvero in alto, giocare con la nostra serie B o anche fare un salto di qualità più grande».   
Ultima domanda come sempre dedicata alla prima squadra. Per ora un cammino perfetto, tutte vittorie. Come vede i prossimi impegni?
«Saranno tutte gare difficili, nel rugby non esistono partite facili. Il cammino sarà duro, bisognerà mantenere alta la concentrazione, ma sono fiducioso. Conosco alcuni ragazzi, so quanto valgono. I nuovi li ho visti giocare, sono altrettanto validi. Serve grande determinazione, i risultati non sono mai scontati».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Palio Marinaro, bilancio estremamente positivo''

«Il bilancio del PalIo Marinaro dell’Assunta e del Saraceno e quello dei Tre Porti è estremamente positivo visto che tutto è andato bene e che anche gli equipaggi di fuori si sono divertiti e si sono complimentati con noi». Ad esprimersi così il presidente dell’associazione Mare Nostrum 2000, Sandro Calderai che traccia un bilancio positivo della manifestazione afferente il 39° Palio Marinaro dell’Assunta e del Saraceno ed il 10° Palio Marinaro dei Tre Porti  che ha avuto il patrocinio della Regione Lazio, Citta’ Metropolitana Di Roma Capitale, Città di Civitavecchia e dell’Autorità Portuale di Civitavecchia, del C.O.N.I. CR Lazio e del C.S.I. CP di Roma, del Comitato Parolimpico R.L, FIDS C.R. Lazio, della Fondazione Cassa Di Risparmio di Civitavecchia e del sostegno pastorale della diocesi di Civitavecchia e Tarquinia, inserita anche questo anno nel cartellone dei Festeggiamenti del Natale cittadino nella sezione “La Vecchia Estate”. Al termine delle varie combattute regate del Palio Marinaro fra i Rioni Storici c’è stata la vittoria del Rione Storico Aurelia con il team composto da Ciro Farace, Gennaro Gifuni, Marco Maddaloni, Orlando Di Donato e Emiliano Morbidelli (timoniere); secondo posto per il Rione Storico Campo Dell’Oro con Alessandro Paolucci, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere); terzo posto per il Rione Storico Pirgo con il team composto da Davide Orlandi, Gianfranco Gargiulo, Massimiliano Rossi, Vincenzo Farace, Margherita Fraticelli (Timoniere). Quarto il Rione San Liborio con Roberto Ansaldo, Maurizio Appetecchi, Gabriele Grassi, Diego Zanella e Giorgio Ansaldo (Timoniere). Per quanto riguarda il settore femminile vittoria del Rione Storico San Liborio: il team de ‘‘Le Tenaci’’, composto da Patrizia Manunza,  Letizia Del Vecchio, Margherita Fraticelli, Lancella Rosa e Davide Orlandi (timoniere)per la quarta volta consecutiva ha vinto il Palio Marinaro iscrivendo il proprio nome nell’albo d’oro. Secondo posto per il Rione Storico Aurelia composto da: Cristiana Giardini, Stefania Melissari, Martina Moscatelli, Elena Rescigno e Claudio Guida (Timoniere). Nel Palio Marinaro dei Tre Porti ad avere la meglio è stato il team di Castiglione che si è imposto su Civitavecchia 1 con l’equipaggio composto da Ciro Farace, Gennaro Gifuni, Marco Maddaloni, Orlando Di Donato e Emiliano Morbidelli;  3° posto per Civitavecchia 2 con l’equipaggio composto da Alessandro Paolucci, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere), quarti i ragazzi di Livorno. Solo quinti i campioni in carica uscenti dell’Isola del Giglio; sesti i canottieri del terzo equipaggio civitavecchiese composto da Roberto Ansaldo, Davide Orlandi, Abramo Silva, Vincenzo Farace e Giorgio Ansaldo. Da rilevare che nella duegiorni le donne hanno gareggiato con il simbolo della Komen per la cura, prevenzione del tumore alla mammella. Calderai poi prende l’occasione per porgere «un sentito ringraziamento a quanti con la loro presenza, collaborazione, partecipazione e contributo hanno reso possibile lo svolgimento del programma presentato». In particolare Calderai ringrazia: “i soci storici della Mare Nostrum 2000: Enrico Grieco, Antonino Ponzio, Elio Urbani, Roberto Muliello, Mario Piscini, Mario Borgi, Claudio Guida, Agostino Coppola, Ciro Cozzolino, Francesco Cristini. A loro il ringraziamento più grande perché fanno un grandissimo lavoro nascosto ma fondamentale: si occupano della manutenzione delle barche, allenano i team, si occupano del progetto del canottaggio nelle scuole e di tante altre cose importanti. Grazie poi al Consiglio Direttivo e i soci; i Capitani e i Governatori dei Nuovi Rioni Storici: Margherita Fraticelli, Patrizia Manunza, Cristiana Giardini, Vincenzo Ricotta, Gianfranco Gargiulo, Gennaro Lo Iacono, Davide Orlandi, Ciro Farace, Daniele Pinchi, Paolo Parigiani, Massimiliano Rossi, Roberto Ansaldo; i giudici Giovanni Spinelli (prestato dalla LNI di cui è vicepresidente) e Vincenzo Ricotta; il realizzatore del campo di gara Marco Corti della L.N.I; atlete e atleti che hanno gareggiato nelle varie discipline sportive:  dal canottaggio con Palio Marinaro che hanno dato vita a gare entusiasmanti difendendo con onore i colori della città ai Giochi al Mare e alla Lotta Saracena, alla Vela e ai bambini impegnati nella Prova di Pesca sportiva con la canna, i ragazzi del Circolo Canottieri Civitavecchia del coach Franco Tranquilli; le forze dell’ordine civili e militari per la collaborazione prestata durante le gare e tutta la manifestazione;  le associazioni presenti per la loro presenza e collaborazione;  l’IIS Stendhal e Via della Immacolata P.A. Guglielmotti con il Liceo Artistico collegato realizzatori del Damasco; la testimonial per il canottaggio Silvia Felicioni; la direttrice artistica per la serata delle premiazioni e intrattenimento Barbara Brugè; gli artisti dell’estemporanea di pittura e quanti si sono esibiti nella forma di “amichevole partecipazione” la serata del 28 luglio; il maestro Arnaldo Massarelli per aver concesso di utilizzare la stampa di CV del 1715 nel materiale pubblicitario.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Tirreno corre forte e fa il pieno di successi

L’Atletica non si ferma, una stagione più calda del solito con un susseguirsi di gare da vivere sul campo e gare da gustare  sui media per le vicende vincenti degli azzurri U18 in terra magiara, dei mondiali U20 targati Finlandia e del grande appuntamento con gli Europei Assoluti di Berlino del prossimo 6 agosto. In tutto questo turbinio di campioni, in ogni casa dell’Atletica italiana scalpitano giovani  che hanno desiderio di emergere,  che si allenano  giorno dopo giorno e prendono consapevolezza di poter migliorare ancora molto. Il recente weekend di gare ha visto la pista di Rieti ospitare le categorie assolute per i campionati regionali individuali.
In pista con la categoria Allievi che si tuffa fra i ‘‘grandi’’ e sull’onda dell’entusiasmo portato in  campo da Andrew Howe con il 20”47 sul  200m che lo proietta a Berlino, i ragazzi bianco azzurri raccolgono parole di grande soddisfazioni da parte dei loro giovani allenatori Alessio Mangano  e Federico Ubaldi. Record personale per i tre dei 100 metri: Filippo Masoni 11”74, Ivan Abbondanza 12”01 e Christian Ceccarelli 12”06. Ivan si replica sui 200m, calando di mezzo secondo con il suo  24”91 che trova ad aprirgli la strada, il suo coach Federico Ubaldi con 24”14. Lorenzo Patanè con 1’00”83 sfiora il personale di pochi centesimi sui 400 ad ostacoli, dopo una gara fin troppo generosa che lo porta a forzare i passaggi intermedi  e che lascia intravedere ampi margini di miglioramento. Doppio giro di pista per Simone Silvestrini, 800 metri in 2’11”33 con una condotta di gara con ritmo regolarissimo utile a  sforbiciare il personal best  di ben 2’’ Doppia staffetta per i CR.:  la 4×100  di Ceccarelli, Abbondanza, Silvestrini e Masoni chiude con il nuovo record di 45”73 mentre per  la 4×400 Ceccarelli e Masoni  sono guidati dall’esperienza dei loro tecnici Lorenzo Patanè e Federico Ubaldi  e concludono in 3’39”25  la sfida con il cronometro,  che vale anche il titolo regionale.  A Latina nella prima giornata e a Roma nella seconda, il gruppo Master , nei campionati regionali individuali, risponde colpo su colpo e mette in cassa  l’oro e la maglia di campione  regionale sui 100m in 11”73 di Luca Forti che , nella stessa giornata coglie anche l’argento nei 400 metri, una distanza da lui poco praticata, con un soddisfacente 55”98;  sul gradino più alto del podio gli  fanno buona compagnia, Christian Panico M40, vincitore assoluto del salto in lungo con la misura di 5,38m e Giuseppe Passarelli che fa poker con i quattro ori per la gara di getto del  peso da 4Kg con la misura di 10,74 ; per il lancio del martello con 24,87m; per il giavellotto scagliato a 31,20m e per il martello con maniglia alla misura di 10,62m. A corolla della ricca  giornata, si aggiunge la  medaglia di bronzo nei 100m di Mauro Scherzo nella categoria M50 con  12”82.  «Un movimento vivo – commenta il presidente Claudio Ubaldi – che miscela  ironia ed esperienza dei Master con l’entusiasmo e la voglia di apprendere dei giovani atleti un sistema dove tutti quanti sudano, faticano uno accanto all’altro e gioiscono per le prestazioni realizzate, proprie e dei compagni di squadra».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Petretti e Gaggioli brillano nella boxe competition

<p>La Anco Boxe esulta con Roberto Petretti e Fabio Gaggioli, impegnati lo scorso weekend presso la Stazione della Birra di Roma, dove s&rsquo;&egrave; svolta una manifestazione di boxe competiton, manifestazione di pugilato amatoriale. Il 46enne Petretti, gi&agrave; campione italiano di categoria, ha vinto il premio di primo classificato nei 68 kg. Il 28enne Gaggioli, alla sua prima esperienza, ha conquistato la semifinale, salvo poi arrendersi nel match decisivo per il titolo; il civitavecchiese ha comunque centrato un ottimo secondo posto. &laquo;Sono soddisfatto – spiega il loro tecnico Angelo Rizzo – perch&eacute; si allenano tutti i giorni qui alla Action Gym con grande seriet&agrave; ed impegno&raquo;. Prossimo impegno il 20 maggio a Roma. Oltre a Petretti e Gaggioli, saliranno sul ring Germano Gatti, Manuel Minieri, Alessio Panetta, Alessio Spagnoli e Fernando Marchetti.</p>

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###