Cerveteri e il Gonfalone il 4 Novembre a Redipuglia

CERVETERI – La Lega per Salvini Premier Militanza Leghista, di Cerveteri, con un comunicato a firma  Wilma Pavin e Roberto Menasci, esprime la soddisfazione per la conferma della partecipazione del Comune di Cerveteri, con delegazione e Gonfalone della città al seguito, alla commemorazione dei caduti il 4 novembre a Redipuglia.  
«Nel lontano novembre del 2017 – dice il comunicato – ne siamo stati i promotori perché abbiamo ritenuto che la partecipazione a questo centenario fosse un doveroso atto per non dimenticare chi è caduto per proteggere la nostra Patria e che deve essere motivo di orgoglio per noi e per i discendenti che hanno perso i propri cari. Ad ottobre del 2017 un illustre personaggio della nostra Cerveteri il Generale .di Brigata Francesco Bonaventura, insieme alla memoria storica di Dino Frattari e Nicola Ferretti, hanno portato alla nostra attenzione questa bellissima iniziativa. Noi, che siamo sempre alla ricerca di progetti e proposte per la valorizzazione del nostro territorio, credendo fermamente nei valori della storia e della Patria abbiamo ritenuto opportuno dare il giusto risalto a questa iniziativa del Consiglio dei Ministri e del Ministero della Difesa che su proposta della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, ci ha inserito, come Comune, nell’Albo d’oro istituito per le commemorazioni del centenario della prima guerra mondiale e quindi rendere il giusto onore alle gesta dei nostri  caduti. Ricordarci cosa significa aver dato la vita per la nostra Nazione non può far male! Ovviamente abbiamo preso contatti, fatto ricerche e formulato la precisa richiesta, al nostro Sindaco, di doverosa partecipazione, allegando tutti i nominativi dei caduti di Cerveteri e le loro schede personali. Quindi – conclude la nota – un sentito ringraziamento va al Sindaco Alessio Pascucci per aver assolto a questa richiesta istituzionale, ed un grazie particolare si rivolge  allo staff del Sindaco nelle persone di William Tosoni e Simone Romagnoli. E’ con questi momenti che bisogna trovare la sostanza del nostro essere Nazione unitaria, che ha tutt’altro che un valore retorico, perché si fonda ormai su storie comuni, su comuni linguaggi, su modelli di vita assimilabili, su simboli riconoscibili, che nessuno intende rinnegare. E questo perché è fatta di culture sovrapposte, di famiglie intrecciate nel complesso viaggiare tra Sud e Nord, tra cognomi che si mischiano e sfumano l’originaria appartenenza, tra usi e gastronomie che si confondono».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Idrico, la Regione accoglie le istanze dei comuni ricadenti in Ato1 e  Ato 2

MONTALTO – Sono state accolte questa mattina dalla Regione le richieste dei sindaci della Tuscia e della provincia di Roma, firmatari della lettera di una richiesta di audizione, fatte alle commissioni ambiente e tutela del territorio, finalizzate ad ottenere una moratoria inerente l’obbligo di trasferimento delle reti del servizio di gestione idrica a Talete ed Acea.  
Dagli interventi dei sindaci sono scaturite molteplici soluzioni al fine di raggiungere l’obiettivo prefissato: l’impegno nell’applicazione della legge regionale n.5 del 2014, ovvero l’individuazione di ambiti territoriali idrografici molto più piccoli rispetto a quelli attuali, maggiormente rispondenti all’orografia del territorio; l’audizione presso il Governo per meglio approfondire la proposta di legge n.52 avente per oggetto ‘‘Disposizioni in materia di gestione pubblica e partecipativa del ciclo integrale delle acquee’’; la sospensione della intimazione della Regione Lazio di attivare tutte le procedure per l’immediato passaggio delle infrastrutture ai rispettivi gestori. 
I sindaci (firmatari della richiesta di convocazione delle commissioni consiliari sono: per Ato1- Bassano in Teverina, Bassano Romano, Gallese, Montalto di Castro, Monteromano, Orte, Tuscania, Vasanello, Villa San Giovanni in Tuscia, Vitorchiano. Per Ato2 Ladispoli, Agosta, Anticoli Corrado, Arsoli, Marano Equo, Roviano) hanno altresì ricordato che le loro azioni spesso sono frutto di mozioni votate all’unanimità dai consigli comunali e che quindi l’appello dei territori è univoco e senza colore politico. Nell’incontro i consiglieri regionali, membri delle commissioni, sono intervenuti avallando le istanze dei sindaci e invitando i presidenti ad intervenire presso la giunta regionale.  I presidenti delle due commissioni, Sergio Pirozzi e Valerio Novelli, hanno concluso riconvocando una riunione per la settimana prossima, nella quale prepareranno una risoluzione unanime, contenente le istanze scaturite dal tavolo di oggi, da inviare al presidente Zingaretti e alla giunta regionale.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Raccolta differenziata: multe fino a 1200 euro a chi non segue le regole

CERVETERI – Con l’ordinanza numero 83 del 12 ottobre, il sindaco Alessio Pascucci intende contrastare lo sversamento illecito di rifiuti urbani. In particolare l’esigenza di evitare il conferimento fuori dagli orari previsti, nei luoghi non idonei e comunque al di fuori degli appositi contenitori o in modalità non conformi alle attuali direttive.  A partire dal 29 ottobre, giorno dell’entrata in vigore, saranno effettuati tramite la Polizia Locale e le Guardie Ambientali controlli e verifiche continue, confidando ovviamente, come sempre, che il rispetto per la città prevalga, ma sono previste per i trasgressori, multe che vanno da venticinque fino a mille e duecento Euro.  Si vogliono evitare così quei comportamenti che causano l’imbrattamento del suolo e dei contenitori con danno per il decoro cittadino e per l’ambiente, pericolo di incendi, oltre ad un aggravamento dei i costi di gestione del servizio. 
«Era necessario  dare un segnale chiaro per mettere un limite a queste azioni irresponsabili che hanno conseguenze su tutti i nostri cittadini e sul nostro ambiente – dichiara l’assessora Gubetti – L’ordinanza traccia in modo chiaro quali sono i comportamenti corretti da tenere per rendere efficace il sistema di raccolta sia in termini di decoro e igiene che in termini di una buona raccolta differenziata che limita al massimo la produzione di rifiuti indifferenziati.  L’attenzione dei cittadini al rispetto delle buone pratiche come sempre farà la differenza».
«Nonostante – spiega Gubetti – il sistema di raccolta differenziata porta a porta esteso in tutto il territorio oramai da un anno e mezzo, sia stato ben recepito dalla maggior parte dei cittadini, ci sono ancora alcuni utenti che faticano ad adeguarsi  e con i loro comportamenti continuano a deturpare il nostro territorio e le nostre strade».  
«Ricordo – conclude l’assessora – che tutte le informazioni sul servizio di Igiene Urbana, in maniera dettagliata, chiara ed illustrata, sono disponibili: sul sito del Comune di Cerveteri nella sezione ‘Cerveteri chiama a Raccolta’, presso gli uffici comunali, presso il centro comunale di raccolta di via Settevene Palo Nuova, quest’ultimo aperto 7 giorni su 7. Inoltre abbiamo messo a disposizione di tutti gratuitamente Junker, un app semplice che oltre a contenere tutte le informazioni legate al servizio di raccolta del nostro Comune permette il corretto conferimento di più di 1 milione di prodotti riconoscendoli attraverso il codice a barre».
E’ questa una ulteriore misura deterrente verso un fenomeno tanto diffuso quanto incomprensibile dal momento che l’igiene e il decoro della città in cui si vive dovrebbe toccare corde diverse di sensibilità che superano anche quelle di eventuali risentimenti o proteste verso amministrazioni o personaggi che possano essere più o meno graditi, anche se da una parte limitata della popolazione.  Se così fosse e non semplicemente male educazione sarebbe come colui che si taglia qualcosa per far dispetto alla moglie.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Trasversale, Zingaretti accelera

CIVITAVECCHIA – Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti è intervenuto nel corso dell'assemblea di Unindustria a Roma, annunciando come prima della fine dell'anno verrà inaugurata la tratta Cinelli-Monte Romano della Orte-Civitavecchia. "E abbiamo il 100% dei finanziamenti per gli ultimi chilometri tra Monte Romano e l'autostrada Tirrenica. Quindi, dovremo correre. Noi stiamo costruendo uno schema per cui il porto di Civitavecchia, che ha l'entroterra che permette uno sviluppo della logistica – ha concluso – sia collegato alla grande arteria autostradale verso Orte, che lo renderà un quadrante produttivo non per l'Italia, ma per l'intera Europa oltre che per tutto il mezzogiorno". 

Un annuncio importante, come ha sottolineato il consigliere regionale del Pd Marietta Tidei, vicepresidente della commissione Sviluppo economico e Attività produttive perchè "attesta la volontà dell'amministrazione regionale di andare fino in fondo su una sfida imprescindibile per quanto riguarda la logistica e lo sviluppo del territorio. La Orte-Civitavecchia è un'infrastruttura strategica per il nostro territorio, lo stesso presidente Tortoriello, nella sua relazione ha ribadito la centralità di quest’opera. Collegare la zona del porto alla grande arteria autostradale verso Orte porterà benefici a tutti i livelli: è positivo che il presidente Zingaretti abbia inserito questa priorità tra quelle elencate nel corso del suo intervento a Unindustria. Importante poi è l'attenzione e il lavoro sulla Zona logistica semplificata di Civitavecchia: gli investimenti che saranno possibili grazie alle risorse fornite dalla Banca europea per gli investimenti – ha aggiunto – permetteranno di mettere in campo un avanzamento importante per il porto", aggiunge. "Chi, attraverso i ricorsi, sta ostacolando un'opera così strategica come la Orte-Civitavecchia, per la quale il governo precedente aveva investito 470 milioni di euro, sta facendo un danno alla collettività perché è solo attraverso gli investimenti che si genera lavoro". 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Moto contro auto a viale Togliatti: ferito un ragazzo

CIVITAVECCHIA – Brutto incidente attorno alle 12.30 a viale Togliatti, all'altezza della scuola elementare. Per cause in corso di accertamento da parte della Polizia locale, intervenuta sul posto, una moto è finito contro un'auto che si stava apprestando a svoltare a sinistra. Violento l'impatto, con i finestrini della vettura in frantumi e con il ragazzo che ha fatto un volo di diversi metri. A quanto pare, quando è stato soccorso dai sanitari del 118 era cosciente; è stato trasferito al pronto soccorso del San Paolo per le cure del caso. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Scooter contro auto a viale Togliatti: ferito un ragazzo

CIVITAVECCHIA – Brutto incidente attorno alle 12.30 a viale Togliatti, all'altezza della scuola elementare. Per cause in corso di accertamento da parte della Polizia locale, intervenuta sul posto, uno scooter è finito contro un'auto che si stava apprestando a svoltare a sinistra. Violento l'impatto, con i finestrini della vettura in frantumi e con il ragazzo che ha fatto un volo di diversi metri. A quanto pare, quando è stato soccorso dai sanitari del 118 era cosciente; è stato trasferito al pronto soccorso del San Paolo per le cure del caso. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Asl: "Revisioneremo le procedure per un'informativa chiara"

CIVITAVECCHIA – «Si lavora per una migliore accoglienza in tutti i punti di accesso. Pochi giorni fa, una testata giornalistica locale ha portato alla luce un disservizio presso la sede distrettuale di Via Etruria a Civitavecchia. Alla luce della denuncia effettuata dal giornalista, la direzione strategica della Asl, intende innanzitutto ringraziare il giornale, che ha portato alla luce una criticità che può effettivamente ostacolare o rallentare il servizio che gli operatori di sportello svolgono nei confronti dell’utenza». È quanto dichiara in una nota l’azienda sanitaria locale. «Il direttore generale Giuseppe Quintavalle – si legge nella nota – ha richiesto in prima istanza una revisione delle procedure, che passerà anche mediante l’affissione nelle bacheche dei distretti e delle altre sedi aperte al pubblico. È importante semplificare – prosegue la Asl Roma 4 –  non solo per quanto riguarda l’accesso alle cure, ma anche snellire le pratiche burocratiche, soprattutto, è importante che siano chiare».  L’azienda spiega che  da tempo negli uffici pubblici, per autocertificazioni e altre richieste è necessario presentare la copia dei documenti di riconoscimento: «In questo caso, per l’esenzione ticket, come è specificato sui modelli stessi forniti dalla Regione Lazio, la copia della tessera sanitaria e del Documento di Identità deve essere prodotta dall’utente che si reca allo sportello. 
Il compito dei direttori di distretto, a partire dalla dottoressa Serra (direttore del distretto 1), sarà quindi quello di revisionare le procedure, disponendo una informativa chiara, e aggiornata con le normative vigenti, che sarà periodicamente controllata dalla direzione stessa, e resa pubblica sul sito internet aziendale, i canali social ufficiali della Asl Roma 4, e l’affissione nelle bacheche».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''La prevenzione è la forma primaria di cura dei tumori''

TOLFA – Con ‘’Emozioni in rosa’’ sabato in collina si è fatto un pieno di emozioni e di messaggi positivi e formativi. Attraverso mille attività, convegni, spettacoli, canti, balli, lacrime e sorrisi le dottoresse del Gemelli – Terribile, Nardone e Linardos – hanno infuso in tutti i numerosi partecipanti l’importante messaggio della prevenzione come forma primaria di cura dei tumori al seno. 
L’infaticabile e insostituibile Elena Riversi (responsabile da ben 19 anni della Komen dei Monti della Tolfa e una delle organizzatrici di Emozioni in rosa) e il suo gruppo di fantastici volontari insieme a quelli delle associazioni Fidapa di Tolfa, Snoq di Allumiere e tante volontarie nei giorni precedenti hanno lavorato alacremente per rendere i due paesi totally pink. Motore del geande movimento Konen in collina è stato il professor Gianluca Feanceschini: lui e la Riversi da allora hanno realizzato eventi, incontri e convegni; hanno portato alla Race for the cure miriadi di persone vincendo ogni anno il premio come gruppo più numeroso. Emozioni in rosa per il quinto anno consecutivo è stato un successo grazie al mix di solidarietà, arte e cultura; il tutto ha preso il via sabato mattina nella piazza di Tolfa resa semplicemente meravigliosa grazie a allestimenti originali ed eleganti. 
Dopo l’esibizione della banda “Verdi” di Tolfa diretta dal maestro Stefania Bentivoglio si sono susseguiti i saluti istituzionali dei due sindaci Luigi Landi (Tolfa), Antonio Pasquini (Allumiere), del deputato Alessandro Battilocchio; per la Komen Italia e per la senologia del Gemelli i saluti e il messaggio del giorno sono stati lanciati dalla professoressa Daniela Terribile; per la Komen Monti della Tolfa ha parlato Elena Riversi; il saluto è arrivato anche dalla presidente della Fondazione Cariciv Gabriella Sarracco, anche lei con lo stemma rosa della Komen sulla giacca. Dalla linea di partenza (a cura ass. Airone) Elena Riversi ha proceduto con il count down e poi ha dato lo start. Il folto gruppo in festa da Tolfa ha raggiunto la piazza di Allumiere: qui, attraversando via Roma riccamente allestita con cerchi e tutu, si è arrivato i  piazza della Repubblica. Festa a suon di flash mob a cura degli “Amici della musica” che hanno suonato, Alice Paba ha cantato e le allieve della Dance World hanno fatto ballare tutti. Poi i messaggi delle dottoresse Terribile, Nardone e Linardos, degli assessori Brunella Franceschini (Allumiere) e Cristiano Dionisi, dei sindaci e del maestro Rossano Cardinali. A seguire il rinfresco offerto dall’Adamo, l’estrazione della lotteria e il toccante momento del lancio dei palloncini. La mattinata si è conclusa col convegno con le dottoresse del Gemelli che hanno fatto da relatrici.  Momento goliardico e di fraternità sotto le vele nello stand gastronomico a cura delle Contrade di Allumiere. Nel pomeriggio un meraviglioso spettacolo presso il teatro Claudio (anche questo riccamente allestito in rosa) ha d’atto piangere, riflettere, emozionare e divertire. A coordinare tutto la bravissima dottoressa Marinella Linardos (psico-oncologa del Gemelli). I, tema di quest’anno è stato: ‘’La danza come forma di cura per dare voce alle proprie emozioni». Come presentatrice sul palco la dottoressa Marinella Linardos, psico-oncologa del “Gemelli” che ha chiamato per i saluti sia il sindaco ospite Luigi Landi sia l’assessore Brunella Franceschini, in rappresentanza del primo cittadino di Allumiere. Sul palco del Claudio si sono susseguite le meravigliose coreografie della Dance World di Allumiere (Gabriella Moroni e Dorella Leoni) e del Centro Artistico di Balletto (Marilena Ravaioli). 
Il momento più intenso è stata poi la neravigliosa performance di 12 donne in rosa con ‘’Un altro giro di giostra’’ che attraverso la danza, la musica, il canto e la recitazione hanno stregato tutto il numeroso pubblico che con loro ha pianto e riso. Queste donne sono le allieve del Laboratorio espressivo integrato – finanziato dalla Komen e a cura dell’associazione Amici della Musica diretta dal maestro Rossano Cardinali.  A chiusura della giornata il ricco aperitivo offerto dall’Adamo. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Al Galilei si parla  di Educazione  stradale

S. MARINELLA – Al Liceo Scientifico linguistico e musicale “Galileo Galilei” è partita la 3^ edizione del “Progetto Auriga”, in collaborazione tra l’Agenzia regionale per la Mobilità Regione Lazio e l’Aci Vallelunga, rivolto agli studenti delle medie superiori in ambito regionale e riguardante il delicato tema dell’educazione alla sicurezza stradale. Le attività prevedono una prima fase di presentazione nelle scuole, una seconda per gli studenti in possesso di patentino per ciclomotori o patente B, di prove pratiche ed un evento finale presso l’autodromo. «Il problema della sicurezza stradale – dichiara Andrea Passerini promotore dell’iniziativa – è molto sentito ed assume contorni preoccupanti quando, in particolare, sono coinvolti i giovani. La sfida al pericolo, l’incoscienza, l’immaturità, la ricerca di emozioni estreme, insieme ad una insufficiente formazione alla sicurezza sulla strada, sono fonti di incidenti seriali, anche mortali, che mettono in pericolo l’incolumità dei ragazzi e di chi si trova sul loro cammino. Con Auriga si è voluto affrontare il tema attraverso un’attività di sensibilizzazione, con modalità interattive e l’uso di strumenti tecnologici come il simulatore di guida. I ragazzi saranno informati sui fattori di rischio e potranno effettuare test pratici, verificando i loro riflessi e le loro competenze nelle prove di equilibrio e nelle frenate di emergenza e il loro punteggio nella corretta posizione di guida e negli inserimenti in curva. Un sentito ringraziamento per l’attenzione mostrata al progetto va ad Alessandro Battilocchio, alle presidi Maria Zeno ed Anna Maria Dema, ed alle professoresse Stefania Pierini e Daniela Braconcini».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, aria irrespirabile a causa di roghi tossici

“Si intervenga, l’aria è davvero irrespirabile”. Ancora roghi tossici a Ladispoli, dal pomeriggio tardo fino a notte. Stavolta l’allarme scatta nelle campagne di Monteroni, Olmetto e Boietto dove lunedì scorso molti cittadini hanno protestato per l’odore acre e malsano che si respirava nell’aria. “Difficile stabilire dove fosse il punto esatto, speriamo carabinieri o polizia riescano ad individuarli perché sono dei criminali”, si lamenta un residente. Effettivamente la sensazione è che venga bruciata plastica e anche gomma, che costerebbe molto di più se smaltita correttamente. Ecco la soluzione: dare tutto alle fiamme quando cala l’oscurità per risparmiare e non pagare nulla, a costo di inquinare l’ambiente e le persone. Non è la prima volta a Ladispoli. Quest’anno proprio per i fumi e le esalazioni che ormai da tempo i residenti del quartiere Miami sono costretti a inalare quasi quotidianamente è stato presentato un esposto alla Procura della Repubblica. L'esposto era stato presentato al comando della Stazione dei Carabinieri di Ladispoli e poi indirizzato alla Procura della Repubblica. 

“Confidiamo nella maggiore capacità ed autorità d’intervento della magistratura viste le oggettive difficoltà riscontrate, malgrado la volontà espressaci, rivolgendoci sia alle autorità comunali che alle forze dell’ordine presenti sul territorio", aveva scritto il presidente del Comitato Tommaso Forese. 

L'aria è diventata irrespirabile ora anche in periferia a causa di odori acri assimilabili a gomma, plastica bruciata e prodotti chimici, altamente pericolosi per la salute dei residenti. 

Il Comune si muove invece per il bosco di Palo impiegando le “sentinelle”, volontari in azione a sorvegliare il parco pubblico dopo i tentativi di dare alle fiamme il simbolo della città ladispolana.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###