"Spiagge libere": operazione della Gdf sul litorale

FIUMICINO – I Finanzieri del Comando Provinciale di Roma, coordinati dalla Procura della Repubblica capitolina, sin dalle prime ore della giornata, stanno eseguendo tra Ardea e Fregene 5 misure restrittive della libertà personale (2 arresti domiciliari e 3 obblighi di dimora) nei confronti di un sodalizio criminoso composto da 8 persone (2 soggetti italiani e 6 magrebini) impegnati nella smisurata vendita di articoli contraffatti. Il gruppo, specializzato nella vendita di calzature e capi d’abbigliamento, aveva la gestione “estiva” del litorale laziale ricompreso tra le note località balneari di Torvaianica, Ostia, Fiumicino e Fregene, dove distribuiva, a prezzi più che concorrenziali, false scarpe da ginnastica, t-shirts, camicie e polo recanti i popolari marchi Hogan, Nike, Adidas, Fendi, Burberry, Prada e Michael Kors. 

Le Fiamme Gialle di Fiumicino hanno complessivamente sequestrato 80 mila articoli rinvenuti in 7 diversi siti occulti, tra cui fatiscenti laboratori clandestini e box di stoccaggio, così di fatto azzerando le scorte di magazzino del gruppo criminoso ed impedendo che l’illecita merce potesse invadere le spiagge laziali, atteso l’imminente arrivo dell’estate. I numerosi sequestri effettuati sono il risultato di articolate indagini che hanno permesso di fare piena luce sui singoli ruoli dei soggetti impegnati nella filiera del falso, anche grazie ad intercettazioni telefoniche, lunghi pedinamenti e osservazioni, partendo proprio dalla minuta vendita attuata sulle spiagge, sino ad arrivare ai grossisti di origine magrebina che procuravano, in grandi quantità, gli articoli più di tendenza.

Da un calcolo approssimativo, si stima che, se immessa sul mercato, la merce sequestrata avrebbe fruttato all’organizzazione oltre un milione e mezzo di euro, tutto a discapito dell’economia legale e degli imprenditori onesti. In particolare, l’illecita vendita degli articoli doveva rispettare un rigido prezzario imposto dai promotori del gruppo criminale che voleva, così, evitare la “svendita” della preziosa merce e assicurare una vendita omogenea per tutti i soggetti rivenditori appartenenti al sodalizio. Ad esempio, nella collezione pirata, l’ambita polo con il tema di Burberry non poteva essere ceduta a meno di 25 euro, oppure le sneakers della Hogan, comprensive di sacchetto marcato, a non meno di 35 euro. La vasta operazione di polizia ha visto la partecipazione di oltre 30 finanzieri e si inserisce in un più ampio dispositivo operativo a tutela del Made in Italy e a contrasto della contraffazione marchi predisposto e coordinato dal Comando Provinciale di Roma.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Nazionale azzurra al PalaMercuri

A Civitavecchia arriva la Nazionale italiana di hockey in line. Alle 20.30 al PalaMercuri si terrà il primo allenamento del team azzurro, guidato dai coach Rela e Rigoni, in preparazione dei Mondiali di Asiago – Roana che si terranno dal 21 al 28 luglio. Per domani invece è previsto l’arrivo della Nazionale femminile guidata dai coach Ceschini e Gavazzi: anche per le atlete azzurre in programma alcuni allenamenti e un torneo femminile all’interno del Trofeo Indra Mercuri. (Agg. 20/06 ore 18,01 SEGUE)

«Siamo onorati di ospitare la nazionale ed il piacere è doppio calcolando che saranno a Civitavecchia sia la maschile che la femminile – spiega il presidente della Cv Skating Riccardo Valentini – si tratta di un attestato di stima della Federazione nei nostri confronti, sono pochi i club che hanno il piacere di poter ospitare presso il proprio impianto un raduno dell’Italia. Le nazionali faranno degli allenamenti e parteciperanno al Trofeo Indra Mercuri: abbiamo organizzato anche delle piccole iniziative collaterali per cercare di far ‘‘toccare con mano’’ ai più piccoli del Lazio i giocatori della nazionale. Ci sono i presupposti affinchè sia una 3 giorni di sport e formazione davvero da ricordare: sono convinto che grazie allo sforzo di tutti i volontari e coloro che hanno a cuore la Cv Skating stiamo onorando la memoria del nostro amato Indra nel migliore dei modi». (Agg. 20/06 ore 19,10 SEGUE)

Main sponsor della manifestazione sarà Enel.

VENERDI 22 GIUGNO: ore 9-11 allenamento Nazionale maschile, 10-15 Zurek Camp, 16.30 Sghi Team – Italia Azzurra, 17.30 Italia Bianca – Jersey 53, 18.30 Bourg Les Valence – Snipers Cv, 19.30 allenamento Nazionale femminile, 20.30 Italia Azzurra – Jersey 53, 21,30 Bourg Les Valence – Italia Bianca, 22.30 Sghi Team – Snipers Cv.

SABATO 23 GIUGNO: ore 9 allenamento Nazionale femminile, 10.30 Italia Azzurra – Bourg Les Valence, 11.30 Snipers Cv – Italia Bianca, 12.30 Jersey 53 – Sghi Team, 13.30 Femm. Italia bianca – Italia azzurra, 14.30 Femm. Civitavecchia – cv u16, 16 allenamento Nazionale maschile, 17.30 Bourg Les Valence – Sghi Team, 18.30 Jersey 53 – Snipers Cv, 19.30 amichevole ragazzini zona 5, 20.30 Italia Bianca – Italia Azzurra, 21.30 Femm. Italia Bianca – Civitavecchia, 22.30 Femm. Italia azzurra – Cv u16.

DOMENICA 24 GIUGNO: ore 8.30 Italia Bianca – Sghi Team, 9.30 Snipers Cv – Italia Azzurra, 10.30 Jersey 53 – Bourg Les Valence, 11.30 Femm. Italia Bianca – Cv u16, 12.30 Femm. Italia Azzurra – Civitavecchia, 13.30 Finale 3° posto maschile, 14.30 Finale 3° posto femminile, 15.30 Finale 1° posto femminile, 16.30 Finale 1° posto maschile, 17.30 premiazioni. (Agg. 20/06 ore 19,58)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE – COMUNICATO

Cambi di riferimento rilevati a titolo indicativo del giorno 8 giugno
2018 (18A04285)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Nazionali azzurre al PalaMercuri

A Civitavecchia arriva la Nazionale italiana di hockey in line. Alle 20.30 al PalaMercuri si terrà il primo allenamento del team azzurro, guidato dai coach Rela e Rigoni, in preparazione dei Mondiali di Asiago – Roana che si terranno dal 21 al 28 luglio. Per domani invece è previsto l’arrivo della Nazionale femminile guidata dai coach Ceschini e Gavazzi: anche per le atlete azzurre in programma alcuni allenamenti e un torneo femminile all’interno del Trofeo Indra Mercuri. (Agg. 20/06 ore 18,01 SEGUE)

«Siamo onorati di ospitare la nazionale ed il piacere è doppio calcolando che saranno a Civitavecchia sia la maschile che la femminile – spiega il presidente della Cv Skating Riccardo Valentini – si tratta di un attestato di stima della Federazione nei nostri confronti, sono pochi i club che hanno il piacere di poter ospitare presso il proprio impianto un raduno dell’Italia. Le nazionali faranno degli allenamenti e parteciperanno al Trofeo Indra Mercuri: abbiamo organizzato anche delle piccole iniziative collaterali per cercare di far ‘‘toccare con mano’’ ai più piccoli del Lazio i giocatori della nazionale. Ci sono i presupposti affinchè sia una 3 giorni di sport e formazione davvero da ricordare: sono convinto che grazie allo sforzo di tutti i volontari e coloro che hanno a cuore la Cv Skating stiamo onorando la memoria del nostro amato Indra nel migliore dei modi». (Agg. 20/06 ore 19,10 SEGUE)

Main sponsor della manifestazione sarà Enel.

VENERDI 22 GIUGNO: ore 9-11 allenamento Nazionale maschile, 10-15 Zurek Camp, 16.30 Sghi Team – Italia Azzurra, 17.30 Italia Bianca – Jersey 53, 18.30 Bourg Les Valence – Snipers Cv, 19.30 allenamento Nazionale femminile, 20.30 Italia Azzurra – Jersey 53, 21,30 Bourg Les Valence – Italia Bianca, 22.30 Sghi Team – Snipers Cv.

SABATO 23 GIUGNO: ore 9 allenamento Nazionale femminile, 10.30 Italia Azzurra – Bourg Les Valence, 11.30 Snipers Cv – Italia Bianca, 12.30 Jersey 53 – Sghi Team, 13.30 Femm. Italia bianca – Italia azzurra, 14.30 Femm. Civitavecchia – cv u16, 16 allenamento Nazionale maschile, 17.30 Bourg Les Valence – Sghi Team, 18.30 Jersey 53 – Snipers Cv, 19.30 amichevole ragazzini zona 5, 20.30 Italia Bianca – Italia Azzurra, 21.30 Femm. Italia Bianca – Civitavecchia, 22.30 Femm. Italia azzurra – Cv u16.

DOMENICA 24 GIUGNO: ore 8.30 Italia Bianca – Sghi Team, 9.30 Snipers Cv – Italia Azzurra, 10.30 Jersey 53 – Bourg Les Valence, 11.30 Femm. Italia Bianca – Cv u16, 12.30 Femm. Italia Azzurra – Civitavecchia, 13.30 Finale 3° posto maschile, 14.30 Finale 3° posto femminile, 15.30 Finale 1° posto femminile, 16.30 Finale 1° posto maschile, 17.30 premiazioni. (Agg. 20/06 ore 19,58)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Rifiuti, Valter Lozza (Mad): "Nessun allarme"

CIVITAVECCHIA – "Si sta facendo dell’allarmismo gratuito". È il commento di Valter Lozza proprietario della Mad, società che gestisce la discarica di Fosso Crepacuore in questi giorni al centro della polemica dopo l’allarme scattato a seguito della determina regionale che individuava nella discarica di Civitavecchia uno dei siti per lo smaltimento dei rifiuti del trattamento Tmb di Aprilia. Si è parlato di mobilitazione contro i “rifiuti da Roma” ma per Lozza non c’è nessun allarme.

"Parliamo di circa 100mila metri cubi di capacità rimanenti per Fosso Crepacuore – ha spiegato – per Civitavecchia non cambia nulla perché, una volta conferiti, si esaurirà la metratura disponibile per la discarica e si farà il capping". Lozza ha spiegato che le cifre sono di poco differenti da quelle che Civitavecchia va a conferire a Viterbo, circa un mese dei rifiuti di Roma, e che non verranno necessariamente dalla capitale. Secondo il proprietario della Mad, quindi, non esiste alcun allarme rifiuti da Roma ma si tratterebbe solamente di un quantitativo limitato e che non andrebbe ad impattare sul territorio. "Si tratta di una quantità che Civitavecchia fa in circa un anno – ha continuato Lozza – tra l’altro i rifiuti che andranno nella discarica di Crepacuore sono trattati, quindi parliamo di un impatto ambientale minore, si sta facendo del facile allarmismo. Una volta che saranno consegnati questi 100mila metri cubi la capacità della discarica si esaurirà, non avremo una nuova Malagrotta. Al momento – ha sottolineato – la discarica è una ferita aperta nel territorio e va assolutamente chiusa e non lasciata in sospeso. Dopo questa operazione procederemo con il capping". Il capping non è altro che un’impermeabilizzazione dei rifiuti che impedisce all’acqua piovana di penetrare. Secondo Mad, quindi, non c’è allarme e parliamo di cifre simili a quelle portate da Civitavecchia a Viterbo. "Gli effetti benefici – ha concluso Lozza – superano di gran lunga i facili allarmismi".

Altra questione è il famoso concordato Hcs che è stato ripresentato la scorsa settimana. Mad, che da sola rappresenta circa il 40% dei creditori chirografari, non aveva votato per il primo piano, bocciato. Il motivo di maggiore contrasto con l’Amministrazione riguardava il pagamento del Post mortem, ovvero la somma inserita in bolletta per legge e necessaria per la gestione della discarica nei 30 anni successivi alla chiusura, importi che teoricamente avrebbero dovuto essere pagati integralmente in pre-deduzione dal concordato. Vedremo cosa prevede la seconda proposta nel piano presentato nei giorni scorsi. Nel concordato le cifre che riguardano Mad sono importanti, parliamo di circa 4 milioni, di cui 1,2 proprio per il Post mortem e 2,8 per altri servizi, tra cui il capping. Lozza, che ha già ‘‘salvato’’ Hcs dal fallimento ritirando ad ottobre l’istanza presentata lo scorso anno, rimane vago: "Mi auguro – ha commentato – che chi ha redato il nuovo concordato abbia preso in considerazione le questioni da noi sollevate".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

DIRETTIVA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 8 maggio 2018

Indizione della «Giornata nazionale del fiocchetto lilla dedicata ai
disturbi del comportamento alimentare». (18A04218)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO – DETERMINA 31 maggio 2018

Riclassificazione del medicinale per uso umano «Prodirexan», ai sensi
dell'articolo 8, comma 10, della legge 24 dicembre 1993, n. 537.
(Determina n. 889/2018). (18A04222)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sagra del tartufo, una conferma

ALLUMIERE – Grande successo ad Allumiere per l’8^ edizione della ‘‘Sagra del Tartufo’’ promossa dall’associazione ‘‘Il Sorbastrello’’ e che si è tenuta nel piazzale Cesare Moroni fino a domenica in tarda notte. Il clima familiare, i prezzi modici, i piatti succulenti col tartufo in purezza che è stato esaltato a i massimi livelli, i prodotti di Allumiere e una buona animazione musicale hanno decretato il successo di questa sagra che ha portato in collina anche tanti turisti da fuori comprensorio. Molti avventori si sono complimentati con gli organizzatori e le cuoche. «Per questa tregiorni – spiega il presidente Folli – le nostre cuoche hanno cucinato bene; bravi gli addetti alle griglie, quelli alla sala e quelli negli stand bar: è un successo frutto del gioco di squadra».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Punta di Palo, il consiglio dice sì alla revoca del Piano Integrato

LADISPOLI – Il consiglio comunale dice no al Piano Integrato a Punta di Palo di 120mila metri cubi. Il programma integrato così come presentato a Palazzo Falcone e accolto dalla passata amministrazione, riguarderebbe complessivamente 179.298 mq individuati in 8 aree, alcune delle quali in base al prg del 1978 risulterebbero edificabili e senza vincoli, ma mai attuate, e che ora si vorrebbe dopo 40 anni sviluppare urbanisticamente trasformandone la destinazione. Una parte delle aree, circa 122.000 mq, si trovano in corrispondenza dell'ingresso sud di ladispoli, le restanti sarebbero cedute al comune, ricadenti tra le strade comunali di Palo ed il parco pubblico.Sulla stessa area, ricadrebbe però un altro progetto di 30mila metri cubi, il Piano Casa il cui iter sarebbe stato già completato, per la parte inerente palazzo Falcone ma che si sarebbe "fermato" in Regione dove non sarebbe stata rilasciata la Vas. Motivo per il quale il Sindaco nei giorni scorsi aveva firmato un'ordinanza di sospensione dei lavori in corso, fino a novembre, per permettere agli uffici comunali di effettuare delle verifiche sull'intero iter burocratico.

E così, ieri sera, intanto, la massima assise cittadina ha approvato la revoca del Piano Integrato, lasciando di fatto l'area, interessata solo dal Piano Casa. Il provvedimento è passato con 14 voti a favore, 3 contrari (quelli del Movimento 5 Stelle). «Anche questa sera (ieri, ndr) in Consiglio comunale – ha commentato Grando al margine dell'approvazione del provvedimento – abbiamo mantenuto fede agli impegni presi con la città, revocando il programma integrato nella zona di Punta di Palo, 120mila metri cubi a ridosso del bosco. La maggioranza – ha proseguito – si è assunta questa grande responsabilità, mentre il centrosinistra fuggiva dall'aula e il Movimento 5 Stelle votata clamorosamente contro il nostro provvedimento». E il primo cittadino incalza contro i grillini: «Proprio quelli che fino a ieri ci accusavano di voler favorire quella speculazione edilizia, hanno votato contro la delibera per revocarla. Oggi abbiamo finalmente capito cosa sarebbe successo a Ladispoli se fosse stata amministrata da questi soggetti, che dicono una cosa e fanno esattamente il contrario. Le città non si amministrano con gli slogan e con gli insulti. Serve altri, in primis la coerenza».

Intanto ieri durante la massima assise cittadina è emersa la presenza di una lettera indirizzata al Comune di Ladispoli dal tecnico incaricato l'architetto Palombini, in qualità di "procuratore per la procedura della Pezone costruzioni srl" dove si spiegherebbero i motivi secondo i quali le motivazioni riportate dal Comune nella delibera sarebbero illegittime ed esporrebbero il Comune all'eventuale pagamento di "indennizzi nei confronti del privato". La Vas, secondo il punto di vista di Palombini, non essendo atto autorizzativo ma procedura obbligatoria, non sarebbe sufficiente a bloccare il piano in quanto sarebbero stati già inviati diversi solleciti per il completamento della procedura. L'architetto Palombini ha inoltre esposto un punto di vista più politico che tecnico, ossia "la rinuncia alla realizzazione di una struttura alberghiera che porterà turismo e posti di lavoro".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

UNIVERSITA' DI URBINO «CARLO BO» – CONCORSO (scad. 19 luglio 2018)

Selezione pubblica, per titoli ed esami, per la copertura, a tempo
indeterminato e pieno, di un posto tecnico-amministrativo,
categoria C, area tecnica, tecnico-scientifica ed elaborazione
dati, riservata agli appartenenti alle categorie dei disabili di
cui all'articolo 1, della legge n. 68/1999, iscritti alle liste di
collocamento obbligatorio di cui all'articolo 8 della predetta
legge, per le esigenze del Dipartimento di scienze biomolecolari
(DISB).
(18E05880)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###