Morte sospetta di un 47enne: chiesta l’autopsia

di TONI MORETTI

CERVETERI – Un episodio di intensa drammaticità è successo mercoledì  pomeriggio al centro storico.  Erano circa le 17  quando piazza Risorgimento, a quell’ora generalmente calma, viene travolta da una insolita animazione da persone che cercavano aiuto medico ed interessavano i farmacisti presenti nella farmacia comunale a prestare soccorso. Corsa era successo? Da lì a poche decine di metri, un cliente  e amico del titolare di uno studio professionale, Luca V. un imprenditore intorno ai 47 anni, all’improvviso viene colto da malore e diviene oggetto di una copiosa emorragia rendendo inutili i primi tentativi di rianimarlo generosamente operati da chi forse lo accompagnava dal professionista. Quasi immediatamente arriva una prima autoambulanza del 118 seguita a qualche minuto da un’auto medica. Gli operatori sanitari iniziano immediate ed energiche quanto disperate manovre di rianimazione che durano oltre mezz’ora. Intanto era arrivata una seconda ambulanza e poi una terza che dopo qualche minuto andò via mentre a tutela del lavoro dei sanitari e per coordinare eventuali intasamenti del traffico, vista la complicata viabilità che offrono i vicoli della “Boccetta”, era presente una pattuglia della Polizia locale accorsa con la prima ambulanza che è arrivata. Purtroppo l’uomo non ce l’ha fatta. Inutile è stato ogni tentativo di far ripartire il suo cuore, fino a quando i sanitari stabiliscono che era tutto inutile e decidono di interrompere ogni manovra certificandone la morte. Indiscrezioni di conoscenti ci dicono: che la vittima era stato oggetto di una caduta da una impalcatura circa un mese fa. Che era stato ricoverato a seguito dell’incidente in un noto ospedale della capitale dal quale era stato dimesso alcuni giorni fa. Che aveva ancora un ematoma in testa e che attendeva di essere operato ad un polso dove era presente una frattura non rilevata durante il primo ricovero. Sta di fatto che sembrerebbe che a seguito del decesso, su richiesta della famiglia, il magistrato abbia disposto l’autopsia per accertare le cause della morte e che la salma sia stata trasportata al Verano Roma nel primo pomeriggio di ieri. Intanto, il dirigente scolastico e il corpo docente del G. Cena comunicano che a causa di un grave lutto che ha colpito improvvisamente una famiglia dell’istituto e delle avverse condizioni atmosferiche, la festa di Natale prevista per ieri è rimandata a giovedì prossimo con le stesse modalità.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Morte sospetta di un 47enne: chiesta l’autopsia

di TONI MORETTI

CERVETERI – Un episodio di intensa drammaticità è successo mercoledì  pomeriggio al centro storico.  Erano circa le 17  quando piazza Risorgimento, a quell’ora generalmente calma, viene travolta da una insolita animazione da persone che cercavano aiuto medico ed interessavano i farmacisti presenti nella farmacia comunale a prestare soccorso. Corsa era successo? Da lì a poche decine di metri, un cliente  e amico del titolare di uno studio professionale, Luca V. un imprenditore intorno ai 47 anni, all’improvviso viene colto da malore e diviene oggetto di una copiosa emorragia rendendo inutili i primi tentativi di rianimarlo generosamente operati da chi forse lo accompagnava dal professionista. Quasi immediatamente arriva una prima autoambulanza del 118 seguita a qualche minuto da un’auto medica. Gli operatori sanitari iniziano immediate ed energiche quanto disperate manovre di rianimazione che durano oltre mezz’ora. Intanto era arrivata una seconda ambulanza e poi una terza che dopo qualche minuto andò via mentre a tutela del lavoro dei sanitari e per coordinare eventuali intasamenti del traffico, vista la complicata viabilità che offrono i vicoli della “Boccetta”, era presente una pattuglia della Polizia locale accorsa con la prima ambulanza che è arrivata. Purtroppo l’uomo non ce l’ha fatta. Inutile è stato ogni tentativo di far ripartire il suo cuore, fino a quando i sanitari stabiliscono che era tutto inutile e decidono di interrompere ogni manovra certificandone la morte. Indiscrezioni di conoscenti ci dicono: che la vittima era stato oggetto di una caduta da una impalcatura circa un mese fa. Che era stato ricoverato a seguito dell’incidente in un noto ospedale della capitale dal quale era stato dimesso alcuni giorni fa. Che aveva ancora un ematoma in testa e che attendeva di essere operato ad un polso dove era presente una frattura non rilevata durante il primo ricovero. Sta di fatto che sembrerebbe che a seguito del decesso, su richiesta della famiglia, il magistrato abbia disposto l’autopsia per accertare le cause della morte e che la salma sia stata trasportata al Verano Roma nel primo pomeriggio di ieri. Intanto, il dirigente scolastico e il corpo docente del G. Cena comunicano che a causa di un grave lutto che ha colpito improvvisamente una famiglia dell’istituto e delle avverse condizioni atmosferiche, la festa di Natale prevista per ieri è rimandata a giovedì prossimo con le stesse modalità.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Si schianta in auto contro un palo: muore un 47enne

di GIULIANA OLZAI

CERVETERI – Nell’arco di poche ore Cerveteri teatro di due gravissimi incidenti che hanno fatto registrare un morto e due feriti, entrambi politraumatizzati. Il primo è avvenuto verso la  mezzanotte di giovedì sulla via Aurelia alla rotatoria che collega Ladispoli e Cerveteri. Il giovane, un 47enne residente a Cerenova, F. R. le sue iniziali, a bordo di una Fiat Panda viaggiava in direzione Roma quando forse per un malore o un colpo di sonno ha perso il controllo dell’auto che è uscita fuori strada andando a finire sul selciato della rotatoria e poi contro un palo della luce. L’impatto è stato molto violento.  Intervengono immediatamente i Vigili del fuoco della vicina caserma di Cerenova che hanno estratto il ferito dalle lamiere. Ma per lui non c’è stato niente da fare perché, nonostante i tentativi di rianimazione dei sanitari del 118, è deceduto durante il trasporto al Pit di Ladispoli. Sul posto i Carabinieri della stazione di Ladispoli che hanno proceduto ai rilievi di rito e alla ricostruzione della dinamica di quanto occorso.  La salma è stata messa a disposizione dei familiari.
Il secondo incidente, invece, è accaduto nella mattinata di ieri verso le 10,30 in via del Sasso, nei pressi dell’incrocio con via dei Montarozzi.  Due ragazzi di Cerveteri entrambi 19enni che viaggiavano a bordo di una Fiat Panda si sono scontrati frontalmente con un Ducato. I due ragazzi, E. C. alla guida e M. I.  passeggero, sono rimasti politraumatizzati ma non sono in pericolo di vita. Il secondo è stato trasportato immediatamente con l’eliambulanza, che ha atterrato senza difficoltà in un terreno limitrofo al luogo dell’incidente, al Policlinico Gemelli e l’altro, invece, con l’ambulanza è stato trasportato inizialmente al San Paolo di Civitavecchia ma poi è stato anche lui trasferito con l’elisoccorso al Gemelli. Niente di particolarmente grave per il conducente del furgone che è rimasto quasi illeso. Da accertare la dinamica del sinistro. Probabilmente la velocità o qualcuno dei due, visto che la strada è stretta, stava un pò contromano e ha causato il sinistro. Sicuramente uno dei due non andava piano.  Sul posto la Polizia locale di Cerveteri per i rilievi di rito e i Vigili del fuoco del distaccamento di Cerenova che hanno dovuto estrarre i due feriti dalle lamiere contorte.   

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Auto contro palo, mortale sull'Aurelia

CERVETERI – Terribile incidente ieri sera sul tardi sulla via Aurelia alla rotatoria che collega Ladispoli e Cerveteri. A quanto pare, per cause ancora in corso di accertamento, un'auto sarebbe uscita fuori strada andando a finire sulla rotatoria. Purtroppo per il conducente non ci sarebbe stato nulla da fare. L'impatto con il palo dell'illuminazione sarebbe stato infatti troppo violento. Sul posto, oltre al personale del 118 che ha tentato di salvarlo anche i Carabinieri e i vigili del fuoco che hanno disincastrato il conducente dalle lamiere. SEGUE

I FATTI. Secondo una prima ricostruzione, il conducente, un 47enne di Cerveteri, stava viaggiando in direzione Roma quando ha perso il controllo della macchina. L'uomo è andato a finire sulla rotatoria urtando il palo della luce. Sarebbe deceduto durante il trasporto al Pit di Ladispoli. (Agg. 21/09 ore 8.51) 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###