''Estate sicura, intensificati i controlli su spiagge e lungomare''

LADISPOLI – Spiagge e lungomare sorvegliati speciali per l'estate 2018. Sono stati infatti intensificati i controlli sulla città balneare da parte degli uomini della Polizia locale di Ladispoli, guidati dal comandante Sergio Blasi. "Nel giorno in cui entra ufficialmente l'estate – ha spiegato il vicesindaco e assessore al demanio marittimo, Pierpaolo Perretta – l'amministrazione ha annunciato l'intensificazione di una serie di controlli sulle spiagge e sul lungomare per garantire vacanze serene alle migliaia di bagnanti che affolleranno il litorale di Ladispoli. Una pianificazione iniziata nei giorni scorsi con le limitazioni alla vendita di bevande alcoliche e all'emissione del volume della musica per bar, stabilimenti e locali notturni". Il vicesindaco spiega inoltre come con il comando della Polizia locale, l'amminsitrazione abbia pianificato "una strategia di prevenzione e controllo per tutta la stagione estiva. Molte situazioni saranno costantemente monitorate, come il rispetto degli orari di pesca a 200 metri dalla riva, l'abusivismo commerciale sulle spiagge, l'attuazione di tutte le norme per la sicurezza e l’assistenza ai bagnanti in caso di emergenza. I controlli – ha proseguito Perretta – si estenderanno anche sul lungomare, ricordiamo il divieto assoluto di transitare con la bicicletta sui marciapiedi, il traffico veicolare sarà come sempre regolato dalla Ztl. La polizia locale vigilerà sul rispetto delle regole, sono previste salate contravvenzioni per i trasgressori. Siamo certi che potremo contare sulla collaborazione di tutte le forze dell’ordine per garantire un’estate sicura a residenti e villeggianti di Ladispoli”.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sgarbi sceglie Bigiotti come presidente della consulta dei sindaci della Tuscia

BAGNOREGIO – Francesco Bigiotti presidente della consulta dei sindaci della Tuscia promossa e fortemente voluta da Vittorio Sgarbi. Il noto critico d'arte, eletto sindaco di Sutri lo scorso 10 giugno, sarà presidente onorario mentre al giovane Felice Casini va il ruolo di segretario.

Nella giornata di ieri a Villa Savorelli Sgarbi ha chiamato a raccolta i primi cittadini del Viterbese, con l'intento di costruire un gioco di squadra efficace e coordinato per la valorizzazione delle bellezze del territorio e la loro promozione ad alti livelli. Bigiotti è stato voluto come presidente per l'importante lavoro svolto negli ultimi anni con il Comune di Bagnoregio, oggi capace di attrarre un milione di turisti all'anno e di far parlare di sé sui media nazionali e internazionali.

“E' un onore per me presiedere questa consulta dei sindaci – dichiara Bigiotti -. Ringrazio il professore Vittorio Sgarbi per l'attenzione e l'intelligenza che sta mettendo al servizio della nostra provincia e sono convinto che quella dell'unione, di un'alleanza tra sindaci nel nome della crescita e dello sviluppo sostenibile, sia la strada giusta. La strada sempre mancata nel Viterbese, per divisioni a volte davvero anacronistiche. Insieme possiamo costruire ricchezza e lavoro per i nostri cittadini. Insieme possiamo tutelare al meglio la nostra bellezza paesaggistica e storico-artistica. Possiamo vincere davvero e sono convinto che la partita è tutta nelle nostre mani. Nella capacità di amministrare bene, di fare scelte anche coraggiose e cambiare le cose che non funzionano ma possono essere migliorate”.

La consulta di occuperà di valutare strategie di sistema, dando gamba a un ragionamento unitario per tutto il Viterbese.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Due incendi a via Antonini: denunciato

CIVITAVECCHIA – Sono bastate poche ore agli uomini del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Civitavecchia, diretto dal dottor Nicola Regna per individuare l'autore dei due incendi che hanno danneggiato la saracinesca di un bar in via Paolo Antonini.

Le prime verifiche degli investigatori hanno escluso si trattasse di un'azione collegata a qualche attività estorsiva o intimidatoria, in quanto il gestore non aveva mai avuto alcuna richiesta di denaro, né screzi con i clienti tali da giustificare il gesto. Gli investigatori della squadra di polizia giudiziaria, sono arrivati all'individuazione del 20enne, già conosciuto alle forze dell'ordine, dopo aver visionato le telecamere di videosorveglianza del locale.

Dalle testimonianze è emerso che il ragazzo frequenta saltuariamente il locale e non ha mai avuto diverbi diretti con la titolare, ma potrebbe aver compiuto i gesti dimostrativi per mettersi in luce agli occhi di una giovane connazionale con la quale, qualche mese addietro, la proprietaria avrebbe avuto un diverbio . 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Due incendi a via Antonini: denunciato

CIVITAVECCHIA – Sono bastate poche ore agli uomini del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Civitavecchia, diretto dal dottor Nicola Regna per individuare l'autore dei due incendi che hanno danneggiato la saracinesca di un bar in via Paolo Antonini.

Le prime verifiche degli investigatori hanno escluso si trattasse di un'azione collegata a qualche attività estorsiva o intimidatoria, in quanto il gestore non aveva mai avuto alcuna richiesta di denaro, né screzi con i clienti tali da giustificare il gesto. Gli investigatori della squadra di polizia giudiziaria, sono arrivati all'individuazione del 20enne, già conosciuto alle forze dell'ordine, dopo aver visionato le telecamere di videosorveglianza del locale.

Dalle testimonianze è emerso che il ragazzo frequenta saltuariamente il locale e non ha mai avuto diverbi diretti con la titolare, ma potrebbe aver compiuto i gesti dimostrativi per mettersi in luce agli occhi di una giovane connazionale con la quale, qualche mese addietro, la proprietaria avrebbe avuto un diverbio . 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''I consiglieri regionali si facciano sentire''

ALLUMIERE – Manifesta contrarietà da parte del gruppo politico ‘‘Allumiere  Futura’’ per il conferimento dei rifiuti di Roma a Civitavecchia. 
«La Regione Lazio ha individuato la   zona   di   Civitavecchia   in   località   Discarica   Fosso   Crepacuore  3, ubicata   nel comune   di   Civitavecchia,    a   far   data   dal   1   luglio   2018   per   una   capacità   residua disponibile di circa 160mila   mc nei lotti 2 e 3 – spiegano dal direttivo del  circolo ‘‘Allumiere   Futura’’ –   il   nostro  gruppo  è   fermamente   contrario  a   questa  scellerata soluzione   che  va  a  gravare  su  un  territorio  già  duramente  messo alla  prova.      La nostra zona si vede costretta a subire le scelte imposte dal governatore del Lazio Zingaretti e dalla sua sciagurata amministrazione. Tutto ciò con il fine specifico di scongiurare   il   commissariamento   sulla   questione   rifiuti;   commissariamento   che sancirebbe il     fallimento definitivo dello stesso Zingaretti su tale faccenda e la sua assoluta incapacità a guidare la macchina amministrativa regionale».
«Auspichiamo che   i   consiglieri   regionali   del   territorio,   che   compongono   la   “fantomatica” maggioranza,   facciano   sentire   la   loro   voce   e   non   ne   facciano   una   questione   di colore politico».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Scarico del carbone a Tvn: Usb lancia l'allarme

CIVITAVECCHIA – "Enel non può pensare di stravolgere un servizio ormai consolidato, mettendolo a gara, aprendo ad un possibile cambio di impresa, perseguendo un taglio dei costi con minore occupazione, e lasciando inoltre che chi opera da anni su quelle grandi macchine possa essere messo alla porta per essere rimpiazzato con nuovo personale. Un po’ troppa roba con un colpo solo". L'Usb Lavoro Privato lancia l'allarme sulla decisione di Enel che, dopo anni di affidamenti diretti, ha deciso di mettere a gara il servizio di scarico del carbone presso la centrale di Torrevaldaliga Nord, riguardante nel suo complesso la conduzione dei grandi scaricatori a tazze e la pulizia stive delle navi carboniere.

"Come è evidente, considerando la rilevanza finanziaria del servizio – ha spiegato Luca Paolacci dell'esecutivo regionale – si tratta di una decisione che produce comprensibili interrogativi circa le conseguenze per il territorio, in ordine alle aziende coinvolte, alla prevedibile riduzione dell’impegno economico finale, e soprattutto, per quanto ci riguarda, ai negativi riflessi attesi sul piano occupazionale. Su quest’ultimo aspetto le notizie che vanno filtrando destano più di una preoccupazione. Da quanto è dato sapere, infatti, le condizioni di gara in tema di occupazione sembrerebbero lasciare un più che ampio margine di discrezionalità alle imprese partecipanti, prevedendo una “clausola sociale” che anziché garantire chi attualmente è impegnato nell’appalto ne renderebbe probabile, oltre che possibile, il futuro licenziamento. Magari da addolcire con fantasiose ipotesi di ricollocamento tutt’altro che tranquillizzanti. Se le informazioni che circolano sono esatte – ha aggiunto il rappresentante dell'Usb – le aziende che intendono partecipare alla gara potrebbero quindi prevedere non solo un numero minore di occupati, da selezionare mediante contrattazione collettiva o in base ai criteri usati per le procedure di mobilità, ma anche utilizzare altro personale al posto di quello attuale: una ipotesi inaccettabile, che oltre a scaricare gli inevitabili ribassi di gara sui lavoratori ne consentirebbe anche la sostituzione, producendo una allarmante situazione di tensione sociale".

L'attenzione è alta, come conferma l'Usb. Il sindacato, come già avvenuto per altri appalti in centrale, chiede quindi che sia assicurata la necessaria continuità occupazionale ai lavoratori attualmente impegnati nel servizio "i quali, è bene ricordarlo – ha concluso Paolacci – sono tutti altamente professionalizzati e con una solida esperienza alle spalle. Se così non sarà è chiaro che le attuali preoccupazioni finiranno per sfociare in una fase conflittuale, forse già messa in conto dalla committenza ma dagli esiti assai incerti".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Punta di Palo, Grando: ''Dai 5 Stelle solo disinformazione''

LADISPOLI – “Sulla vicenda legata ai piani urbanistici nella cosiddetta zona di Punta di Palo il Movimento 5 stelle continua a disinformare i cittadini ed a descrivere scenari che non corrispondono alla realtà dei fatti”. Così il sindaco Alessandro Grando replica ai grillini su Punta di Palo. 

“Occorre ricordare – prosegue Grando – che al nostro arrivo alla guida del Comune di Ladispoli la situazione in quell'area era già completamente definita, con un piano di lottizzazione approvato nel 2002. Successivamente modificato attraverso la legge regionale sul “piano casa”, e un programma integrato solamente adottato. L'iter di approvazione del piano casa, che prevede 30.000 metri cubi di residenziale, è stato completato ed i permessi di costruire rilasciati prima delle ultime elezioni comunali. Il programma integrato, invece, di 120.000 metri cubi residenziali e commerciali, era rimasto inattuato. Le due procedure non sono dunque collegate tra loro, al contrario di quello che è stato scritto dagli esponenti del Movimento 5 stelle, e l'aver interrotto l'iter del programma integrato non ha nessun effetto sulla procedura del piano casa. Ricordiamo, inoltre, che l'Ufficio tecnico ha recentemente emesso un'ordinanza di sospensione dei lavori al fine di accertare se l'intero iter del piano casa fosse legittimo. È quindi l'Ufficio tecnico, non certo il sindaco e tantomeno il Movimento 5 stelle, l'unico deputato a stabilire se il progetto possa continuare o meno. Questo i rappresentanti del Movimento 5 stelle lo sanno bene, ma preferiscono continuare a condurre un'attività politica fatta di cattiva informazione, titoli ad effetto e slogan senza sostanza. Gli unici atti che fino ad ora hanno prodotto risultati concreti sono stati quelli dell'amministrazione comunale, attraverso i quali sono stati annullati ben sette programmi integrati ereditati dalla precedente Giunta”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Si conferma l'eccellenza di Paolo Migliori

CIVITAVECCHIA – Per il secondo anno consecutivo uno studente del liceo scientifico Galileo Galilei è stato premiato con la possibilità di collaborare con l’IFOM (Istituto di oncologia Molecolare) di Milano per il suo successo al concorso nazionale ‘‘Youscentifist 2018’’. Paolo Migliori, questo il nome del ragazzo, alunno della classe IV C, avrà la possibilità di collaborare per 15 giorni, seguito ovviamente da uno specifico tutor, con scienziati provenienti da tutto il mondo impegnati nello studio di una ricombinazione genetica basata sull’uso di batteri e lieviti. Il ragazzo non è nuovo a questo tipo di successi avendo vinto lo scorso anno una borsa di studio dell’Università “Luiss Guido Carli” grazie alla quale ha partecipato al progetto “LUISS Orientation Summer School”. Lo studente potrà poi partecipare quest’anno anche all’orientamento Universitario 2018 bandito dalle Scuole Universitarie Federate: Sant’Anna – Normale di Pisa  e IUSS di Pavia, avendo, anche in questo caso, superato le prove di selezione. Oltre a quello del ragazzo che ha con impegno raggiunto dei primi importanti traguardi nella sua carriera accademica, è grande anche l’orgoglio della sua professoressa di scienze naturali   Lorella Battilocchio e la direttrice scolastica Maria Zeno che hanno espresso le loro congratulazioni ed augurato al giovane di distinguersi anche in queste esperienze tanto quanto fatto tra i banchi di scuola. È grande anche l’imbocca al lupo di tutta la città che spera per il meglio per la comunità scientifica anche grazie ad un possibile  futuro apporto del ragazzo.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Barbazza: ''Il voto a Tidei è per il futuro dei nostri giovani''

SANTA MARINELLA – «Il voto di domenica prossima sarà un voto decisivo per il futuro della nostra città, sperando in una rottura definitiva con un passato nebuloso e agonizzante durato dieci anni e in uno slancio verso un presente capace di ridare dignità e speranza alla nostra gente». A parlare è il rappresentante della lista Santa Marinella Bene Comune Renzo Barbazza. «Il voto a Pietro Tidei – continua il medico – è un voto per il futuro dei nostri giovani, che sembrano aver perso il diritto a programmare la propria esistenza, immobilizzati dalla palude della disoccupazione e del precariato. E’ un voto per scuotere le nostre coscienze collettive e stimolarle ad uscire dai margini e dal silenzio per riprendere in mano le redini del nostro paese con la partecipazione attiva. E’ un voto per tentare di ridare dignità alla politica, togliendola dal clientelismo e dai privilegi in cui e’stata immersa in questi ultimi dieci anni. E’ un voto per consentire ai cittadini di rivendicare e realizzare il diritto a riavere impianti sportivi funzionanti, strade e parchi praticabili, un mare più pulito e libero e interventi più ampi e incisivi per le nuove povertà nei servizi alla persona. Il voto a Tidei è necessario per tentare di risanare un bilancio comunale ormai asfittico e al collasso, e per coniugare realismo politico e consapevolezze condivise. E’ un voto per una coalizione di centro sinistra, civica, flessibile e inclusiva, aperta a tutte le esperienze che crescono e capace di raccogliere i processi democratici della città in un’osmosi continua tra istituzione e tutto ciò che ne sta al di fuori. Diversi mesi fa ci eravamo prefissi di realizzare tutto questo, all’inizio del nostro viaggio, per costruire una casa comune in cui si potesse mettere in campo un nuovo racconto, per iniziare a riscrivere la storia della nostra città. Sentiamo di esserci quasi riusciti». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Elezioni: legittima l’esclusione di lista che si richiama al fascismo

Una lista si presenta alle elezioni amministrative con un nome, un simbolo ed un programma che si richiamano in modo esplicito all'ideologia fascista.
L'art. 1…

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###