La Cpc ottiene soltanto un punto

Gli Juniores regionali della Cpc cedono all’Atletico Ladispoli con il risultato di 1-0. La risolve Giustini al 38’ del primo tempo con un pallonetto sull’incolpevole Desini. Alla fine dei novanta e passa minuti la spunta l’Atletico Ladispoli, capitalizzando una delle poche occasioni da rete che gli sono capitate in questa gara. Da segnalare con dispiacere la direzione di Schiada, talmente insufficiente da far mettere sul taccuino almeno tre rigori solari e due fuorigioco inesistenti a scapito dei portuali. Dall’altra parte da segnalare, per dovere di cronaca, un calcio di rigore non concesso sullo zero a zero.
«Fa male – dicono dalla Cpc – scrivere di questi episodi perché il calcio è fatto anche di errori nella direzione di gara, ma questo non toglie che la cernita degli arbitri andrebbe fatta con più oculatezza. Non serve coprire le caselle delle gare ad ogni costo, bensì andrebbero riviste le modalità dei campionati, diventati talmente tanti da far perdere il conto, e del perché ci si ostini a delegare persone non in grado di essere super partes nelle gare tra ragazzi. Non c’è malizia sia chiaro da parte di questi signori, ma si buttano stagioni nelle società e si può arrivare in quell’oltre dei comportamenti post gara».
La gara ha poco da raccontare se non la realizzazione dell’Atletico Ladispoli nella prima frazione con Giustini, che capitalizza al massimo con un pallonetto, intorno al 38’,  un rinvio corto di testa di  Desini in uscita disperata. Poche le occasioni vere se non qualche timido accenno da parte ladispolana. Ripresa con un gioco così spezzettato e vistose perdite di tempo da parte degli ospiti, che hanno fatto saltare i nervi anche ai più calmi. A nulla valgono le proteste sacrosante di giocatori e dirigenti per quanto fatto da Schiada durante la gara. Vince l’Atletico Ladispoli e si porta a casa i tre punti. (Agg. 24/4 ore 17.33 SEGUE)

IL MATCH DEGLI ALLIEVI DELLA CPC – Match ball fallito dagli Allievi regionali che escono sconfitti dal Fattori per mano dell’Oriolo. Vittoria degli ospiti che gli permette di scavalcarli in classifica. In caso contrario la zona rossa sarebbe stata a nove punti, e a cinque dalla fine, tutto avrebbe preso un’altra piega. La zona retrocessione rimane a debita distanza, ma indubbiamente servirà più carattere nelle ultime cinque gare rimaste. Il gol nel primo tempo sugli sviluppi di un corner, con Marianella abile e scaltro a trafiggere Di Marco. Precedentemente Matricardi era andato vicino alla segnatura, ma sulla sua strada aveva trovato un ottimo Natili, bravo a deviare in corner. Nel recupero Maccarini ha la palla dell’uno a uno, dopo tante occasioni fallite dagli ospiti per il raddoppio, ma vede la sfera spegnersi sulla traversa. Oggi, nell’infrasettimanale col Petriana, servirà solo vincere. (Agg. 24/4 ore 18.04 SEGUE)

LA PARTITA DEI GIOVANISSIMI IN MAGLIA ROJA – Ottimo il pareggio dei Giovanissimi in casa della Tevere Roma. Al vantaggio dei portuali con Francesco Rossi nei primi minuti, aveva risposto la Tevere Roma nel recupero. Ripresa con la compagine portuale alla ricerca del gol, non arrivato per un soffio e sfiorato in almeno due occasioni. Buona la prestazione dei ragazzi diretti da Smeraglia. Oggi al Fattori arriva la Vis Aurelia. (Agg. 24/4 ore 18.37)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Molise, centrodestra avanti

Centrodestra avanti alle elezioni regionali del Molise . Quando sono state scrutinate 341 sezioni su 394, in base ai dati pubblicati in tempo reale sul sito della Regione dedicato alla consultazione elettorale, il candidato di centrodestra Donato Toma è al 44,22% dei voti seguito dal candidato del Movimento 5 stelle Andrea Greco al 37,79%.

Più distante il candidato di centrosinistra Carlo Veneziale (16,9%) mentre il candidato di Casapound Italia Agostino Di Giacomo è allo 0,38%. L'affluenza definitiva al voto è stata del 52,17%.

M5S – Tra i partiti, il più votato alle regionali molisane è il M5S. A spoglio ancora in corso, i Cinquestelle sono al 30,61%.

Forza Italia, con il 9,58%, è il secondo partito più votato seguito da Pd (8,85%), Orgoglio Molise (8,20%), Lega con Salvini Molise (8,16%), Popolari per l'Italia (7,44%), Unione di centro (5,51%), Fratelli d'Italia (4,53%), Iorio per il Molise (3,53%), Leu per il Molise (3,28%), Movimento nazionale per la sovranità (2,90%), Molise 2.0 (2,49%), Unione per il Molise (2,26%, Il Molise di Tutti (1,97%), Il popolo della famiglia (0,41%), Casapound Italia (0,29%).

TOMA – Il risultato "farà capire ai nostri leader che il centrodestra è unito e non si può spaccare". Lo afferma all'AdnKronos il candidato di centrodestra Toma, che a scrutinio ancora in corso è ormai prossimo alla vittoria alla guida della Regione. (Adnkronos)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Crc a caccia del bis toscano

Seconda trasferta toscana consecutiva del Civitavecchia Rugby Centumcellae, che dopo aver espugnato Arezzo sale a Firenze per vedersela con la Florentia. Quartultima giornata di serie B girone 2, con i biancorossi impegnati domani dalle 15.30 al campo Marco Polo contro un XV che, dopo un inizio di campionato sofferto, ha saputo scalare posizioni in classifica riuscendo a vivere una stagione tranquilla. Stesso discorso per i civitavecchiesi, che continuano nell’operazione-giovani: anche domani saranno tanti i ragazzi i convocati per continuare a fare esperienza in categoria. Diverse le assenze: fuori gioco Fabio Gentili, Emanuele Di Gennaro, Daniele Fraticelli e Luca Solfanelli mentre Jacopo Manuelli, Claudio Cortellessa e Riccardo Rossi non sono in condizioni fisiche perfette. Tornato in squadra Giacomo Pampinella, spazio per Gabriele Urbani e Michele Nocchi. (Agg. 21/4 ore 18.08 SEGUE)

I COMMENTI DEI TECNICI ESPOSITO E MAMELI – «Il percorso nostro e quello dei viola sono stati molto simili – dicono gli allenatori Pippo Esposito e Alessandro Mameli – e serve continuare a fare punti per mantenere una posizione di classifica importante. Ci fa piacere sottolineare che in due stagioni sono passati 47 giocatori, 30 quali esordienti civitavecchiesi. Siamo orgogliosi di ciò». (Agg. 21/4 ore 18.37 SEGUE)

I CONVOCATI PER IL CRC – L’elenco dei convocati: Diego Carabella, Claudio Cortellessa, Alessandro Crinò, Emanuele Diottasi, Gabriele Gentile, Renato Giordano, Senad Kurtaj, Diego Lazzerini, Jacopo Manuelli, Simone Montana Lampo, Matteo Mellini Susca, Luca Nastasi, Fabrizio Natalucci, Michele Nocchi, Athos Onofri, Paolo Orabona, Gianmarco Orchi, Giacomo Pampinella, Riccardo Rossi, Antonio Simeone, Gabriele Urbani, Mongendjo Williams. (Agg. 21/4 ore 19.05)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Inglese segregata per 15 giorni da immigrato, salvata da Interpol

Donna Louise Stewart, 39 anni, aveva conosciuto su Facebook Momodou Jallow, 37. Aveva intrecciato con lui una relazione in Germania e poi l’aveva seguito a Rosarno

Leggi articolo completo

@code_here@

Snc: vincere per uscire dal tunnel

di MATTEO CECCACCI

Ottenere una vittoria, o quantomeno un punto, per uscire da una situazione che non rispecchia affatto la Snc Enel Civitavecchia che, nel match valevole per la 6^ giornata di ritorno del campionato di pallanuoto maschile di serie A2, affronterà domani alle 15 in quel del PalaGalli i rivali del Pescara del tecnico Francesco Mammarella. (Agg. 20/4 ore 17.09 SEGUE)

I ROSSOCELESTI VIVONO UN MOMENTO NEGATIVO DOPO TRE SCONFITTE DI FILA – Sono tre le sconfitte consecutive per la compagine di Marco Pagliarini che, dopo la super vittoria del 17 marzo scorso col Salerno per 11-10, è scivolata inaspettatamente al quarto posto della classifica con 28 punti all’attivo a -7 dal Latina, che affronterà in casa i pugliesi del Waterpolo Bari in una sfida apparentemente facile. Un periodo no per i civitavecchiesi che dopo l’impresa targata Salerno ha ceduto con Vis Nova, Roma Nuoto e Cesport; quest’ultima sconfitta, maturata sabato scorso a Napoli con il risultato di 11-10, molto probabilmente è stata causata oltre che dall’approccio sbagliato anche dalle pesanti assenze come quella dell’allenatore e dei difensori Minisini e Muneroni, entrambi fulcri portanti della retroguardia rossoceleste. A cinque giornate dal termine la classifica si fa più intensa e frizzante, le prime tre posizioni occupate rispettavamente da Roma Nuoto (38), Salerno (37) e Latina (35) sembrano, infatti, prendere sempre più distacco dalla Snc che dovrà necessariamente ottenere i tre punti per inseguire i primi posti, sfruttando al meglio le migliori energie e potenzialità per un finale di stagione da chiudere in bellezza. Sarebbe da evitare a tutti i costi quel quarto posto in graduatoria che significherebbe affrontare a fine anno il forte team Genova Quinto del girone Nord. I biancoblu, invece, con in rosa bomber Di Fulvio, sono reduci dalla pesante sconfitta subita in casa per 11-6 col Salerno e si trovano nella quinta piazza in compagnia dei siciliani del Muri Antichi a quota 21 punti. Gli abruzzesi cercheranno senza ombra di dubbio i tre punti per accorciare la distanza proprio sulla Snc. Sarà una gara dalle mille emozioni, in cui entrambi i team vogliono riscattarsi del 9-9 dell’andata e quindi non resta che affidarsi al destino, perché come diceva Hester Browne ‘‘Ciò che è destinato a te, troverà comunque il modo di raggiungerti’’. (Agg. 20/4 ore 17.42 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DEL PORTIERE CIVITAVECCHIESE GIORDANO VISCIOLA – A commentare il pre gara il portierissimo Giordano Visciola (nella foto in alto): «Dovremo scendere in acqua più agguerriti che mai. Purtroppo veniamo da una serie di sconfitte che dovevamo evitare, ma a causa di diversi fattori siamo stati penalizzati. Il nostro quarto posto deve migliorare, siamo una squadra giovane e i rivali ci studiano sempre prima di affrontarci. Dobbiamo dare il massimo per questa società e per questi colori, perché i risultati arrivano tramite sacrifici e dedizione e noi bisogna capire questo. Io credo che possiamo arrivare in alto, basta crederci fino in fondo». (Agg. 20/4 ore 18.04)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Raffaele Giammaria sfiora il podio Pro AM

Due podi Pro AM mancati di poco hanno aperto la stagione di Raffaele Giammaria, impegnato nel weekend appena trascorso sul circuito dell’Estoril (P) per il primo appuntamento dell’International GT Open 2018. Il pilota italiano, portacolori di Imperiale Racing al volante della Lamborghini Huracán GT3 numero 19 in equipaggio con il giovane Jia Tong Liang (PRC), ha messo in pista tutta la sua esperienza in un weekend particolarmente impegnativo reso insidioso ed incerto dalle mutevoli condizioni meteo. (Agg. 18/4 ore 17.56 SEGUE)

LA CRONACA DELLA PROVA SUL TRACCIATO DELL'ESTORIL – Fin dalle sessioni di test del giovedì, Giammaria ha faticato a trovare il migliore set-up sulla vettura, e questo aspetto ha reso più difficile l’approccio alle due gare. Dopo i buoni riferimenti cronometrici nelle prove libere del venerdì, in Q1, disputata con pista asciutta sabato mattina, il pilota italiano ha fermato i cronometri in 1:37.429, qualificandosi in nona posizione con il terzo tempo di categoria Pro AM. Determinato a recuperare fin dai primi giri, Giammaria ha impostato il proprio stint in gara uno tutto all’attacco e la sua prestazione è stata particolarmente entusiasmante. Nel corso del diciassettesimo giro il portacolori Imperiale Racing ha ingaggiato una spettacolare battaglia con la Lamborghini Huracán GT3 #27 di Fabrizio Crestani per il podio di categoria Pro AM, ma un incolpevole contatto ha costretto Giammaria in testacoda facendogli perdere diverse posizioni. Dopo lo stint del compagno di equipaggio, il pilota italiano ha concluso al quinto posto in Pro AM. Domenica, il pilota ufficiale Lamborghini è tornato in pista per gara due determinato ad ottenere un risultato di spessore. Liang ha preso il via dalla settima fila dopo aver qualificato la vettura con il tredicesimo tempo, e ha consegnato il volante al pilota italiano in diciannovesima posizione dopo una prima fase resa complessa dalle molte bagarre accese a centro gruppo. Giammaria si è così lanciato in una furiosa rimonta, determinato a conquistare il podio in categoria Pro AM, e dopo aver recuperato ben otto posizioni ha tagliato il traguardo in undicesima piazza, quarto in Pro AM ad un passo dal terzo posto. (Agg. 18/4 ore 18.24 SEGUE)

I COMMENTI DEL PILOTA CIVITAVECCHIESE RAFFAELE GIAMMARIA – «Sicuramente è stato un weekend molto impegnativo – ha spiegato Raffaele Giammaria – più complesso di come me lo sarei aspettato, e dispiace di non aver afferrato il podio dopo esserci andato molto vicino sia in gara uno che in gara due. Il passo è stato buono, sia sull’asciutto che sul bagnato, e anche se la vettura non mi ha restituito un feeling perfetto, ho disputato comunque due buone gare. Sicuramente ci sono i presupposti per battagliare per le posizioni di spicco e sono fiducioso che riusciremo a risolvere questi problemi di set-up per essere competitivi al 100% già dalla gara del Paul Ricard».
Raffaele Giammaria tornerà in pista nell’International GT Open per la seconda gara del calendario in programma dal 4 al 6 maggio sul circuito del Paul Ricard a Le Castellet (FRA). (Agg. 18/4 ore 18.53)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

RETTIFICA 12 dicembre 2017, n. 2398

Rettifica della direttiva (UE) 2017/2398 del Parlamento europeo e del
Consiglio, del 12 dicembre 2017, che modifica la direttiva 2004/37/CE
sulla protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da
un'esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni durante il lavoro (GU
L 345 del 27.12.2017) – Pubblicato nel n. L 41 del 14 febbraio 2018
(18CE0775)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

IL COMMENTO AL VANGELO. Credere alla parola del Signore

III domenica di Pasqua
 

*di Don Ivan Leto

Lc  24,35-48

35In quel tempo i due discepoli tornati da Emmaus narravano ciò che era accaduto lungo la via e come avevano riconosciuto Gesù nello spezzare il pane. 36Mentre essi parlavano di queste cose, Gesù in persona stette in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!». 37Sconvolti e pieni di paura, credevano di vedere un fantasma. 38Ma egli disse loro: «Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore? 39Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Toccatemi e guardate; un fantasma non ha carne e ossa, come vedete che io ho». 40Dicendo questo, mostrò loro le mani e i piedi. 41Ma poiché per la gioia non credevano ancora ed erano pieni di stupore, disse: «Avete qui qualche cosa da mangiare?». 42Gli offrirono una porzione di pesce arrostito; 43egli lo prese e lo mangiò davanti a loro.
44Poi disse: «Sono queste le parole che io vi dissi quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella legge di Mosè, nei Profeti e nei Salmi». 45Allora aprì loro la mente per comprendere le Scritture 46e disse loro: «Così sta scritto: il Cristo patirà e risorgerà dai morti il terzo giorno, 47e nel suo nome saranno predicati a tutti i popoli la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme. 48Di questo voi siete testimoni


Il vangelo di questa domenica racconta un altro evento. Sempre nel medesimo giorno, “il primo della settimana”, ma alla sera, i due discepoli tornati a Gerusalemme sono nella camera alta, a raccontare agli Undici e agli altri “come hanno riconosciuto Gesù nello spezzare il pane”. Ed ecco che, improvvisamente, si accorgono che Gesù è in mezzo a loro e fa udire la sua parola: “Pace a voi!”. Non consegna loro parole di rimprovero per la loro fuga al momento del suo arresto, non redarguisce Pietro per il rinnegamento, non dice nulla sul fatto che essi non sono più Dodici, ma solo Undici, perché il traditore se n’è andato. No, dice loro: “Shalom ‘aleikhem! Pace a voi!”, saluto abituale per i giudei, ma che quella sera risuona con una forza particolare. Questo saluto, rivolto ai discepoli profondamente scossi e turbati dagli eventi della passione e morte di Gesù, significa innanzitutto: “Non abbiate paura!”.

La resurrezione ha radicalmente trasformato Gesù, l’ha trasfigurato, reso “altro” nell’aspetto, perché egli ormai “è entrato nella sua gloria”, e può solo essere riconosciuto dai discepoli attraverso un atto di fede. Quest’atto di fede è difficile, faticoso: gli Undici stentano a viverlo, a metterlo in pratica. Non a caso Luca annota che i discepoli “sconvolti e pieni di paura, credono di vedere uno spirito”, allo stesso modo con cui i discepoli sul cammino di Emmaus credevano di vedere un pellegrino. Allora Gesù li interroga: “Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore? Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Toccatemi e guardate; uno spirito non ha carne e ossa, come vedete che io ho”. Nel dire questo, mostra loro le mani e i piedi con i segni della crocifissione. Sì, il Risorto non è altro che colui che è stato crocifisso! Questa ostensione da parte di Gesù delle sue mani e dei suoi piedi trafitti per la crocifissione è un gesto che chiede ai suoi discepoli di incontrarlo innanzitutto nei segni della sofferenza, del patire e del morire. La carne piagata di Cristo è la carne piagata dell’umanità. Eppure, nonostante queste parole e questo gesto, i discepoli non arrivano a credere, malgrado un’emozione gioiosa non giungono alla fede. È vero, noi esseri umani approdiamo facilmente alla religione, ma difficilmente arriviamo alla fede; viviamo facilmente emozioni “sacre” o religiose, ma difficilmente aderiamo a Gesù Cristo e alla sua parola. Eppure il Risorto ha grande pazienza, per questo offre alla sua comunità una seconda parola e un secondo gesto. Chiede loro se hanno qualcosa da mangiare, ed essi gli offrono del pesce arrostito, il cibo che abitualmente mangiavano insieme, quando vivevano l’avventura della vita comune in Galilea. Ricevutolo, Gesù lo mangia davanti a loro! Gesù dà ai discepoli questi segni, che in verità contengono verità indicibili, affinché credano che il Crocifisso ha vinto realmente la morte. Il suo corpo crocifisso è un corpo ora vivente, “un corpo spirituale”, cioè vivente nello Spirito, dirà l’Apostolo Paolo. Ed ecco che, mentre il Risorto ricorda e spiega la parola di Dio contenuta nelle sante Scritture, opera il vero miracolo: “aprì loro la mente per comprendere le Scritture”. Gesù si fa insieme a loro esegeta, interprete delle profezie che lo riguardavano, ricorda anche le sue parole consegnate durante la predicazione in Galilea, mostrando la necessitas del compimento, della realizzazione nella sua vita nella sua morte. La fede pasquale scaturisce dalla fede e dalla conoscenza delle sante Scritture, come ancora professiamo nel Credo: “Morì e fu sepolto. Il terzo giorno è risuscitato, secondo le Scritture. Con tanta fatica Gesù ha reso nuovamente credenti quei discepoli che erano venuti meno durante la sua passione, li ha resi testimoni della sua morte e resurrezione, li ha resi capaci di comprendere cosa sia il perdono dei peccati che essi devono annunciare, in virtù del loro essere stati i primi a ricevere il perdono dal Risorto.

 Don Ivan Leto
* Parroco di San Gordiano Martire in Civitavecchia 
Diocesi Civitavecchia-Tarquinia

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

L'Under 18 femminile esce ai quarti di finale

Si è conclusa l’avventura delle rossoblu di mister Pignatelli impegnate nei quarti di finale della fase regionale Under 18. La formazione dell’Onda Volley si è dimostrata avversario superiore alle rossoblù, sconfitte per 3 a 0 (parziali di 25-16, 25-22 e 25-16). In virtù di questo ko, il prossimo anno la futura Under 18 non potrà disputare il campionato Eccellenza Regionale e dovrà partire dal campionato provinciale. (Agg. 11/4 ore 17.03 SEGUE)

I RISULTATI DELL'UNDER 16 MASCHILE E FEMMINILE DELL'ASP CIVITAVECCHIA – Prosegue il cammino nel girone perdenti della Fas Pallavolo Civitavecchia Under 16 maschile, che regola al Palazzetto il Volley Team Monterotondo per 3 a 1 (10-25, 25-19, 25-19 e 25-21). Grazie a questo risultato, la società rossoblu è già certa di poter disputare il prossimo anno il Campionato Eccellenza di categoria. Grazie alla vittoria casalinga contro il Volley Terracina, l’Under 16 femminile allenata da mister Pignatelli riesce a mantenere la categoria Eccellenza per il prossimo anno. Sotto di 1 set a 0, le civitavecchiesi riprendono in mano il filo del gioco e portano a casa i restanti 3 set. Il prossimo avversario per la semifinale sarà l’Onda Volley che ha regolato per 3 a 0 il Green Volley con netti parziali di 25-9, 25-16 e 25-21. (Agg. 11/4 ore 17.37 SEGUE)
 

I RESPONSI DELLA GARA DELL'UNDER 14 ROSSOBLU – I rossoblu dell’Under 14 maschile di mister Sansolini guadagnano l’accesso alla semifinale della fase regionale vincendo la gara di ritorno per 3 a 1 con i parziali di 25-21, 13-25, 25-21 e 25-14. I civitavecchiesi replicano il successo esterno dell’andata e ora si preparano per raggiungere l’importante traguardo della finale regionale. (Agg. 11/4 ore 18.05)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI – PROVVEDIMENTO 27 marzo 2018

Criteri e modalita' per la determinazione da parte delle imprese di
assicurazione degli sconti obbligatori di cui all'articolo 132-ter,
commi 2 e 4, del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209 –
Codice delle assicurazioni private – modificato dal decreto
legislativo 12 maggio 2015, n. 74 e dalla legge 4 agosto 2017, n. 124
– nell'ambito dell'assicurazione della responsabilita' civile
derivante dalla circolazione dei veicoli a motore – Lista delle
province a maggiore tasso di sinistrosita' di cui all'articolo
132-ter, comma 3, del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209 –
Codice delle assicurazioni private – modificato dal decreto
legislativo 12 maggio 2015, n. 74 e dalla legge 4 agosto 2017, n.
124. (Regolamento n. 37). (18A02538)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###