RETTIFICA 9 febbraio 2017, n. 227

Rettifica del regolamento (UE) 2017/227 della Commissione, del 9
febbraio 2017, recante modifica dell'allegato XVII del regolamento
(CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente
la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione
delle sostanze chimiche (REACH) per quanto riguarda l'ossido di bis
(pentabromofenile) (GU L 35 del 10 febbraio 2017) – Pubblicato nel n.
L 249 del 4 ottobre 2018
(18CE2197)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Autotrasporto: 300mila euro dalla Regione

CIVITAVECCHIA – «Per gli autotrasportatori del territorio arriva oggi una notizia importantissima, che riconosce loro un beneficio per troppi anni non riconosciuto». L’annuncio arriva dal consigliere regionale del Pd Marietta Tidei che ha sottolineato come, nella proposta di legge di stabilità 2019 –  approvata in Giunta regionale e che in questi giorni arriverà in Consiglio – è  previsto il rifinanziamento della legge 59/89, con uno stanziamento di 300mila per i comuni di Civitavecchia e Santa Marinella. 
«Grazie a queste risorse si rimborseranno gli autotrasportatori locali che sostengono costi pesantissimi per il passaggio sulla rete autostradale – ha commentato soddisfatta Tidei – parliamo di costi obbligati perché gli autotrasportatori devono necessariamente percorrere l’autostrada per svolgere il loro lavoro, viste le ordinanze dei Comuni che giustamente vietano il traffico pesante nei centri urbani. Il rifinanziamento di questa legge ci aveva visti impegnati anche in Consiglio con un ordine del giorno, a mia prima firma, che impegnava la Giunta in questo senso». 
È vero che ora il documento dovrà essere approvato in Consiglio regionale e che poi l’iter amministrativo prevede un ulteriore passaggio con i Comuni interessati e con Autostrade, ma è pur sempre un primo atto concreto che premia la caparbietà di Assotir che negli anni, a più riprese, ha cercato di far risolvere la situazione, e l’impegno di una Regione che, dopo anni, ha ascoltato la categoria, grazie alla mediazione dei consiglieri del territorio. 
«Il rifinanziamento della legge rappresenta un risultato concreto dopo anni di sollecitazioni da parte della categoria –  ha infatti aggiunto Marietta Tidei – e risolve un problema molto sentito nel territorio. Esprimo soddisfazione per il raggiungimento di un obiettivo che agevola e favorisce l’autotrasporto e più in generale un settore importante della nostra economia». 
La battaglia per la riattivazione della Viacard non si è mai fermata, con Patrizio Loffarelli e Claudio Donati in prima linea da anni per portare la voce degli autotrasportatori a tutti i livelli. Fino al 2009 la legge è stata finanziata, poi più nulla. Solo il pedaggio autostradale obbligato impone una spesa di 11,20 euro a passaggio, tra andata e ritorno verso la Capitale, come avevano spiegato ultimamente da Assotir, per un totale di 35 minuti in più di viaggio, maggiore gasolio, ore di guida per l’autista e mancati guadagni stimati in 42 euro a mezzo. In sostanza si parla di 12mila euro annui di “disagio economico” a mezzo. E se si considerano 22 imprese aderenti al consorzio locale, le altre che operano dal porto all’area romano, si arriva a circa 350 occupati solo sul territorio: numeri che rendono l’idea del settore e dei problemi che affronta quotidianamente. E dell’importanza, quindi, di una simile manovra. 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Largo della Pace: multe ad ambulanti e Ncc

CIVITAVECCHIA – Dieci sanzioni elevate per violazione del codice della strada, due patenti ed altrettante carte di circolazione ritirate, un'autovettura sottoposta a sequestro amministrativo ed un conducente di un veicolo a noleggio multato per la mancata emissione della ricevuta fiscale. Inoltre, è stato accertato l’irregolare esercizio dell’attività svolta da quattro venditori ambulanti di nazionalità straniera, mentre un giovane extracomunitario, è stato accompagnato presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Roma perché sprovvisto di permesso di soggiorno.

È questo l'esito del controllo interforze messo in campo nei giorni scorsi a largo della Pace, finalizzato a garantire la sicurezza ed il rispetto delle norme relative ai numerosi servizi crocieristici che vengono forniti nell’ambito del locale scalo portuale. L’azione di contrasto è stata eseguita dai poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza, dai militari della Guardia di Finanza della Compagnia di Civitavecchia, dalla Polizia di Frontiera presso lo Scalo Marittimo, nonché dagli agenti della Polizia Locale che hanno operato sinergicamente allo scopo di tutelare chi opera nel pieno rispetto delle regole e delle norme di legge.

I controlli finalizzati a verificare il corretto svolgimento delle attività esercitate dai venditori ambulanti e dagli operatori che offrono il servizio di noleggio con conducente hanno consentito di identificare 57 persone, nonché di controllare la regolarità della circolazione di 47 veicoli e di 35 licenze rilasciate dai comuni per l’autorizzazione al trasporto dei passeggeri che ne fanno richiesta.

Dal commissariato di Polizia assicurano che seguiranno ulteriori verifiche sulla regolarità della vendita itinerante da parte degli ambulanti e sulla regolarità del servizio NCC prestato nell’area portuale e nel comune di Civitavecchia. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vecchia, ora anche la sfortuna

di MATTEO CECCACCI

Tanta sfortuna per il Civitavecchia Calcio 1920 del presidente Ivano Iacomelli, così sfigata che se comprasse un cimitero, la gente smetterebbe di morire.
Nel match valevole per la 12^ giornata del campionato di Eccellenza i ragazzi del tecnico Andrea Rocchetti perdono 2-1 sul campo del Montespaccato di patron Lorenzo Minciotti.
Una partita giocata sufficientemente bene dai nerazzurri che iniziano con Tomarelli tra i pali, in difesa coppia centrale inedita con Verdicchio a sostituire capitan Boriello affiancato da Befani, a destra Bellumori e a sinistra Iacomelli. In mezzo al campo il solito tridente con Zagarella, Mannozzi e Nuti alle spalle di Moneti intorno ai fratelli Miguel e Cristian Vittorini.
I civitavecchiesi, sotto una pioggia incessante, partono fin da subito col piede giusto, andando vicino al gol in più occasioni, prima con Zagarella e Moneti che non c’entrano lo specchio della porta e dopo con Cristian Vittorini che trova però i guantoni  di Adami. Tutte chance sbagliate che fanno nascere al 35’  il fatale contropiede avversario con il centrocampista Pezzuto che dalla trequarti lascia partire un gran tiro che rimbalza dinanzi al numero uno nerazzurro beffandolo. La Vecchia accusa il colpo, ma reagisce 60’’ dopo con Miguel Vittorini che prova dalla destra un tiro a giro che termina fuori di poco. L’ultima emozione la regala il capitolino Mastrosanti che va vicino al raddoppio con il pallone che sfiora di poco il palo. Nella ripresa il Civitavecchia ci prova in tutti i modi, spinge al massimo e trova l’1-1 con il diciannovenne Cristian Vittorini che ringraziando il fratello Miguel per l’assist firma il suo primo sigillo stagionale. I nerazzurri prendono coraggio e ci credono fino all’ultimo, ma quando il pareggio sembra essere il risultato finale, ecco che arriva la beffa: a 35’’ dal termine Calì regala i tre punti al Montespaccato e condanna la corazzata di Rocchetti al settimo ko di fila.
Niente da fare, dunque, per la Vecchia che ha visto la sfortuna assoluta protagonista del match.
«Gara molto positiva – commenta il ds Primo Petronilli – dei ragazzi, bisogna ripartire da qui».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sereno variabile a Viterbo e Tarquinia, tra cultura, arte e tradizione

VITERBO – La troupe di Sereno Variabile ha fatto recentemente tappa a Viterbo, Tarquinia e nella Tuscia, in una delle zone più suggestive del Lazio, un territorio in cui natura, arte e storia creano un connubio dal fascino unico. Il viaggio partirà dal capoluogo che vanta uno dei centri storici medievali tra i più estesi d’Europa, cinto da possenti mura in peperino, la pietra locale dal caratteristico colore grigio – si legge sulla pagina fb della trasmissione condotta e ideata da Osvaldo Bevilacqua -. Il noto giornalista e conduttore inizierà il suo racconto da piazza San Lorenzo, con il famoso palazzo papale, sede del più lungo conclave della storia, si calerà poi nei sotterranei della città, per svelare un nuovo spettacolare percorso da poco accessibile al pubblico e reso ancora più suggestivo dai suoni e dalle coreografie danzate del gruppo sperimentale Synaulia. 

Il conduttore proseguirà il suo tour incontrando Marco Lanzi, viterbese e chef per passione che apre le porte della propria casa per accogliere alcuni studenti americani ai quali insegna le basi della cucina italiana.

D’obbligo un capitolo dedicato alla Trasporto della Macchina di Santa Rosa, spettacolare rito vecchio di secoli che vede coinvolta l’intera cittadinanza e i turisti devoti alla santa. Bevilacqua incontrerà il presidente del Sodalizio Massimo Mecarini e alcuni aspiranti  facchini che si alterneranno nella caratteristica “prova di portata”.

Maria Teresa Giarratano condurrà il pubblico nel caratteristico quartiere medievale viterbese di San Pellegrino e sarà ospite di una storica bottega artigiana a conduzione familiare dove si realizzano originalissime creazioni in vetro.  In conclusione si concederà una pausa di relax e spensieratezza in un’area termale in aperta campagna nei dintorni del capoluogo. Durante la puntata si parlerà inoltre dell’Università degli Studi della Tuscia e di alcuni corsi di laurea dell’ateneo viterbese unici in Italia. Questo e molto altro nella puntata in onda domani e in replica domenica 25 novembre alle ore 7.15 circa. Sereno Variabile, programma di Osvaldo Bevilacqua, Carlotta Ercolino, Giuseppe Gennaro, Alessandra Izzo, per la regia di Gabriella Squillace, compie quest’anno 40 anni. Solo all’estero conta 35 milioni di spettatori. 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

FERRING S.P.A.

Modifica secondaria di un'autorizzazione all'immissione in commercio
di una specialita' medicinale per uso umano. Modifica apportata ai
sensi del Regolamento 1234/2008/CE, come modificato dal Regolamento
712/2012/UE, e in applicazione del comma 1 bis dell'art.35 del D.Lgs.
219/2006

(TX18ADD11762 )

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI – DELIBERA 11 ottobre 2018

Elenco delle tipologie di trattamenti soggetti al requisito di una
valutazione d'impatto sulla protezione dei dati, ai sensi
dell'articolo 35, comma 4, del regolamento (UE) n. 2016/679.
(Delibera n. 467). (18A07359)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pyrgi Santa Severa: ancora una sconfitta di misura

Nel recupero della terza d’andata il Pyrgi Basket dsi arrende nella tana del Basket Cavese 93, che supera 63-61 i tirrenici. Non bastano agli uomini di coach Catinari le prime due frazioni concluse in vantaggio, 16-20 e 35-41, nella terza e quarta riescono fuori gli uomini di coach Bielli, 52-50 e 63-61, che portano a casa due punti importantissimi per la classifica, che li facendo balzare a ridosso delle battistrada del girone. Dopo cinque giornate il Pygi è settimo in graduatoria, due vinte e tre sconfitte finora, con l’incontro di sabato che la metterà di fronte a quel Montesacro capolista del girone A. Indubbiamente manca a questa squadra la proverbiale freddezza nei momenti clou, quella gestione della palla che forse poteva portare ad altri risultati nelle tre sconfitte subite. Il divario con le avversarie nelle tre sconfitte stagionali di -1 -2 e -4 ne è la prova.
«È stata una partita combattuta e maschia sul piano agonistico – dichiara coach Catinari – i risultati nei parziali  sono l’indubbia chiarezza su quello che è successo durante la gara. Sapevamo di affrontare una squadra forte e ci eravamo preparati a questa gara cercando di arginare le loro potenzialità. Sapevamo dei loro punti di riferimento in chiave marcature, ndr Leoni e Chialastri, e siamo riusciti a tenerli ampiamente a bada visti i loro parziali. Mi ero raccomandato di mantenere l’attenzione anche sugli altri, perchè abbassare la guardia avrebbe portato ad altri tipo di pericoli. Non ci siamo riusciti fino in fondo, vedi i 21 punti di Velluti. Paghiamo l’inesperienza di gestione nei momenti delicati che non affrontiamo con lucidità, questo è riferito sia alle gara in generale che ai momenti clou delle gare stesse. E’ chiaro che certe squadre non ti permettono queste titubanze, le paghi anche se in misura minima. C’è rammarico perchè giocandola alla pari potevamo portare i due punti in casa, soprattutto in prospettiva del prossimo incontro contro una della corazzate del girone, il Montesacro. Di certo non sarà facile, vista anche la loro rivalsa dopo la sconfitta casalinga subita nell’ultima in casa».
Parziali: 16-20, 35-41, 52-50.
Cavese: Bona 9, Marsili, Gatta ne, Leoni 13, Magistri 2, Paladini 6, Ruszczuk, Velluti 21, Baroni 4, Chialastri 2, Pasquazi 6. Coach: Bielli.
Pyrgi Santa Severa: Nanu 3, Mangiola 20, Antista 10, Kulovic, Cappelletti, Cimò 6, Galli 13, La Rocca 2, Britognolo, Treglia 7. Coach: Catinari.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pyrgi Santa Severa: ancora una sconfitta di misura

Nel recupero della terza d’andata il Pyrgi Basket dsi arrende nella tana del Basket Cavese 93, che supera 63-61 i tirrenici. Non bastano agli uomini di coach Catinari le prime due frazioni concluse in vantaggio, 16-20 e 35-41, nella terza e quarta riescono fuori gli uomini di coach Bielli, 52-50 e 63-61, che portano a casa due punti importantissimi per la classifica, che li facendo balzare a ridosso delle battistrada del girone. Dopo cinque giornate il Pygi è settimo in graduatoria, due vinte e tre sconfitte finora, con l’incontro di sabato che la metterà di fronte a quel Montesacro capolista del girone A. Indubbiamente manca a questa squadra la proverbiale freddezza nei momenti clou, quella gestione della palla che forse poteva portare ad altri risultati nelle tre sconfitte subite. Il divario con le avversarie nelle tre sconfitte stagionali di -1 -2 e -4 ne è la prova.
«È stata una partita combattuta e maschia sul piano agonistico – dichiara coach Catinari – i risultati nei parziali  sono l’indubbia chiarezza su quello che è successo durante la gara. Sapevamo di affrontare una squadra forte e ci eravamo preparati a questa gara cercando di arginare le loro potenzialità. Sapevamo dei loro punti di riferimento in chiave marcature, ndr Leoni e Chialastri, e siamo riusciti a tenerli ampiamente a bada visti i loro parziali. Mi ero raccomandato di mantenere l’attenzione anche sugli altri, perchè abbassare la guardia avrebbe portato ad altri tipo di pericoli. Non ci siamo riusciti fino in fondo, vedi i 21 punti di Velluti. Paghiamo l’inesperienza di gestione nei momenti delicati che non affrontiamo con lucidità, questo è riferito sia alle gara in generale che ai momenti clou delle gare stesse. E’ chiaro che certe squadre non ti permettono queste titubanze, le paghi anche se in misura minima. C’è rammarico perchè giocandola alla pari potevamo portare i due punti in casa, soprattutto in prospettiva del prossimo incontro contro una della corazzate del girone, il Montesacro. Di certo non sarà facile, vista anche la loro rivalsa dopo la sconfitta casalinga subita nell’ultima in casa».
Parziali: 16-20, 35-41, 52-50.
Cavese: Bona 9, Marsili, Gatta ne, Leoni 13, Magistri 2, Paladini 6, Ruszczuk, Velluti 21, Baroni 4, Chialastri 2, Pasquazi 6. Coach: Bielli.
Pyrgi Santa Severa: Nanu 3, Mangiola 20, Antista 10, Kulovic, Cappelletti, Cimò 6, Galli 13, La Rocca 2, Britognolo, Treglia 7. Coach: Catinari.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

REGIONE TOSCANA – LEGGE REGIONALE 24 aprile 2018, n. 18

Disposizioni concernenti termini previsti dalla legge regionale 25
marzo 2015, n. 35 (Disposizioni in materia di cave. Modifiche alla
l.r. 104/1995, l.r. 78/1998, l.r. 10/2010 e l.r. 65/2014).
(18R00280)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###