Pd: ''Cozzolino nel bilancio ha nascosto la polvere sotto il tappeto''

CIVITAVECCHIA – Il gruppo consigliare spara a zero sul bilancio dell’amministrazione comunale da poco passato al vaglio del consigli comunale. In particolare i consiglieri capitanati dal capogruppo Piendibene criticano l’atteggiamento del sindaco Cozzolino che ha dichiarato di aver rimesso in ordine i conti del Pincio. «È bene che si sappia – spiegano dal Pd – che l’amministrazione pentastellata ha spalmato i 39 milioni di disavanzo, emersi in seguito alla Direttiva 2013/34/UE relativa ai bilanci d’esercizio ed ai bilanci consolidati e che è stata recepita in Italia dal D.Lgs. 18 agosto 2015 n. 139, sul massimo periodo consentito dalla legge stessa ovvero 30 anni. Questo significa che ogni anno il comune, oltre a tenere in equilibrio i conti, deve accantonare circa 1,3 milioni di euro per estinguere il disavanzo. Cozzolino e la sua amministrazione avranno pagato, alla fine del proprio mandato, circa un decimo del debito emerso con la nuova contabilità, mentre gli altri nove decimi del debito saranno a carico delle prossime amministrazioni e dunque sulle spalle dei nostri nipoti». Il Pd ha inoltre criticato la gestione della municipalizzata Csp al netto della «drammatica situazione igienica della città è sotto gli occhi di tutti. Cassonetti insufficienti ed in condizioni pietose, raccolta differenziata impalpabile, totale incapacità dell’amministrazione di gestire la sua stessa società». Per il Pd il sindaco ha messo le diverse questioni sotto il tappeto come ad esempio i compensi non dovuti che gli amministratori/liquidatori delle società partecipate avrebbero dovuto da tempo restituire secondo quanto richiesto dalla stessa Segretaria generale del Comune».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

n. 89 ORDINANZA (Atto di promovimento) 28 settembre 2017

Ordinanza del 28 settembre 2017 della Commissione tributaria
regionale per il Lazio sul ricorso proposto da Agenzia delle entrate
– Direzione provinciale Roma 1 contro Banca nazionale del lavoro Spa
e BNP Paribas sa.

Imposta regionale sulle attivita' produttive (IRAP) – Norme della
Regione Lazio – Variazione dell'aliquota, secondo le previsioni
contenute nella Tabella A allegata alla legge regionale n. 34 del
2001, a decorrere dall'anno di imposta 2002.
– Legge del………(18C00133)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###