''I conti erano sul tavolo dell’assessore al  Bilancio Minghella''

SANTA MARINELLA – La risposta dell’ex delegato Eugenio Fratturato sulle esternazioni del sindaco Tidei sulla farmacia comunale è immediata. «Il sindaco Pietro Tidei sa bene che io ho avuto un incarico annuale per la farmacia – dice Fratturato – con i conti che erano sul tavolo dell’assessore al Bilancio Emanuele Minghella, del responsabile dei servizi finanziari e dell’allora sindaco Roberto Bacheca. Per sapere come sono andate le cose e sul perché un servizio in attivo sia in passivo così profondo basta chiedere a Minghella. Con il direttore della farmacia si era iniziato un lavoro comune, per avviare servizi a costo zero per i cittadini. Ad esempio il deposito del contante lo si faceva effettuare da un vigile urbano perché l’istituto di vigilanza avrebbe avuto un costo insostenibile. Poi c’era gente che ruotava intorno alla farmacia, non si sa bene perché, ma anche questo va chiesto a Minghella, sulla cui scrivania arrivavano le fatture dei fornitori. Io mi occupavo della gestione, non delle finanze. È semplicemente ridicolo chiedere spiegazioni a qualcuno che non maneggiava le fatture, con le stesse che finivano nel cumulo dei pagamenti da effettuare, nel sistema comunale centralizzato. Lo sa benissimo anche il consigliere di maggioranza Andrea Bianchi, che si è occupato della farmacia insieme  a Fratturato». «Quella di Tidei è solo una bassa insinuazione che serve a distogliere l’attenzione del vero problema – conclude Fratturato –  ovvero l’ingresso nella sua maggioranza di gente come Roberto Marongiu, Emanuele Minghella e Patrizia Befani».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.